Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Poteri dei genitori in consiglio di istituto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 9:40 pm

I rappresentanti dei genitori in consiglio di istituto chiedono di modificare l'orario delle lezioni per avere la settimana corta. I rappresentanti dei docenti sono contrari. I rappresentanti dei genitori dicono che, poiché rappresentano tutti i genitori, se la maggioranza dei rappresentanti dei genitori sceglie la settimana corta, noi docenti ci dobbiamo adeguare.
È vero? In base a quale articolo di quale normativa?
Com'è possibile che il nostro orario di lavoro venga stabilito dall'utenza?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1849
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 10:02 pm

Ma che cosa dicono? Il voto di un rappresentante dei genitori vale come il voto di un docente. Visto che nei CDI sono in parità, alla fine decidono i due rappresentanti degli ATA e il dirigente. Stai serena, come diceva quel tale.
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 10:05 pm

Tanto per cominciare, si potrebbe chiarire che la scelta della distribuzione dell'orario è una scelta che attiene a considerazioni DIDATTICHE e non solo amministrative o logistiche, e che quindi è di pertinenza del collegio dei docenti e non del consiglio di istituto.

Se la scelta di adottare la settimana corta (o di attivare sia sezioni a settimana corta che lunga, con possibilità di esprimere una preferenza) è stata già approvata dal collegio dei docenti, allora il consiglio di istituto la ratifica, e va tutto bene; ma se al collegio dei docenti non è stata mai proposta, oppure se è stata proposta ma la maggioranza ha votato contro, vuol dire che la maggioranza del collegio dei docenti ritiene che la scelta della settimana corta non sia opportuna per ragioni di efficacia della didattica... e quindi non mi risulta che il consiglio di istituto possa PRETENDERLA.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 10:12 pm

E invece Paniscus siamo proprio al caso che hai citato per secondo.
E anche a me, come a te, sembra assurdo.
Mi servono però riferimenti normativi.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1849
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 10:18 pm

E' un caso limite, perché se leggi bene il il tu scuola dlgs 297/1994 la scelta dell'orario settimanale potrebbe attenere sia alla didattica di competenza esclusiva del collegio docenti che all'organizzazione e programmazione di pertinenze del consiglio d'istituto.

Se le due componenti in seno al cdi si scontrano e cercano di invadere le prerogative dell'altra componente, con una intepretazione cavillosa della legge, rischia di bloccarsi non solo il consiglio d'istituto, ma tutta la scuola.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Sab Feb 20, 2016 10:21 pm

Quindi siamo fregati?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 1:56 am

ushikawa ha scritto:
Ma che cosa dicono? Il voto di un rappresentante dei genitori vale come il voto di un docente. Visto che nei CDI sono in parità, alla fine decidono i due rappresentanti degli ATA e il dirigente. Stai serena, come diceva quel tale.
Perchè mai un ATA dovrebbe votare per la settimana lunga ? Mi sa che ha poco da stare serena.

Comunque credo che la didattica su 5 o 6 giorni sia una questione di ....... didattica, e quindi di pertinenza del collegio docenti.

Domandina cattivella: ma se avere il sabato libero è una figata e se ai genitori della didattica non gliene frega niente (leggi dei figli e di cosa imparino non gliene frega niente) perchè i docenti sono così fessi da mettersi contro il mondo e contro se stessi ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1849
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 6:36 am

Distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5 mi sembra autolesionistico, almeno per la maggior parte delle persone, docenti, genitori o alunni che siano.

DLGS 297/94
art. 7 comma 2 lett. b): [il collegio dei docenti] formula proposte al direttore didattico o al preside per la formazione, la composizione delle classi e l'assegnazione ad esse dei docenti, per la formulazione dell'orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal consiglio di circolo o d'istituto;

Art. 10 (Attribuzioni del consiglio di circolo o di istituto e della giunta esecutiva) comma 3:
Il consiglio di circolo o di istituto, fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di intersezione, di interclasse, e di classe, ha potere deliberante, su proposta della giunta, per quanto concerne l'organizzazione e la programmazione della vita e dell'attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, nelle seguenti materie:
a) adozione del regolamento interno del circolo o dell'istituto ...
b) acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature ...
c) adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
d) criteri generali per la programmazione educativa;

DLGS 59/1998
2. Il dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il dirigente scolastico organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.

In definitiva la legge sembra porre la scelta della settimana lunga o corta in capo al dirigente scolastico, su proposta del consiglio d'istituto che opera sulla base delle indicazioni del collegio docenti.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1849
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 8:23 am

Nel CDI di cui faccio indegnamente parte si è verificato un caso per certi versi simile: la componente genitori ha rivendicato un maggior potere di controllo del consiglio d'istituto sui progetti didattici extracurricolari presentanti dal collegio dei docenti, indipendentemente dalla mera questione dei costi.

Si potrebbe in questo modo verificare una situazione in cui, ad esempio, nel CDI vengono bocciati alcuni progetti didattici "politicamente sensibili" (e il pensiero va subito a tutto ciò che è stato strumentalmente inserito nel capitolo "gender"); oppure, più semplicemente, l'innocuo progetto di giardinaggio a costo zero o quasi potrebbe essere bocciato perché ai genitori, per qualche strano motivo, quel progetto risulta sgradito.

Con una interpretazione del genere, un po' capziosamente legulea, si andrebbe nei fatti ad intaccare l'autonomia nelle scelte didattiche che è prerogativa del collegio dei docenti, fino ad orientare tali scelte. Ad esempio i genitori potrebbero, contro il parere del CD, far passare tutti i progetti di carattere sportivo e bloccare al contrario ogni progetto di carattere artistico-culturale, o viceversa.

Qualcuno sa darmi qualche indicazione in merito?
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 9:20 am

Valerie ha scritto:
I rappresentanti dei genitori in consiglio di istituto chiedono di modificare l'orario delle lezioni per avere la settimana corta. I rappresentanti dei docenti sono contrari. I rappresentanti dei genitori dicono che, poiché rappresentano tutti i genitori, se la maggioranza dei rappresentanti dei genitori sceglie la settimana corta, noi docenti ci dobbiamo adeguare.
È vero? In base a quale articolo di quale normativa?
Com'è possibile che il nostro orario di lavoro venga stabilito dall'utenza?

In pratica, i rappresentanti dei genitori sostengono che le decisioni vengono prese a "sottomaggioranza". Creativi, non c'è che dire.

Se nel mio istituto si arrivasse alla settimana corta per imposizione dei genitori, risponderei con "pan per focaccia": a sesta o settima ora li massacro di spiegazione e verifiche, concentro i compiti per casa (devono imparare le stesse cose, ma in un tempo più breve) fino a quando, a furore di popolo (studentesco) non si torna alla settimana lunga. Se invece ce la fanno e piace, contrariamente a tutte le previsioni, bene, finalmente avrò il sabato libero.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8316
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 10:40 am

ushikawa ha scritto:
Distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5 mi sembra autolesionistico, almeno per la maggior parte delle persone, docenti, genitori o alunni che siano.

DLGS 297/94
art. 7 comma 2 lett. b): [il collegio dei docenti] formula proposte al direttore didattico o al preside per la formazione, la composizione delle classi e l'assegnazione ad esse dei docenti, per la formulazione dell'orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal consiglio di circolo o d'istituto;

Art. 10 (Attribuzioni del consiglio di circolo o di istituto e della giunta esecutiva) comma 3:
Il consiglio di circolo o di istituto, fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di intersezione, di interclasse, e di classe, ha potere deliberante, su proposta della giunta, per quanto concerne l'organizzazione e la programmazione della vita e dell'attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, nelle seguenti materie:
a) adozione del regolamento interno del circolo o dell'istituto ...
b) acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature ...
c) adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali;
d) criteri generali per la programmazione educativa;

DLGS 59/1998
2. Il dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il dirigente scolastico organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.

In definitiva la legge sembra porre la scelta della settimana lunga o corta in capo al dirigente scolastico, su proposta del consiglio d'istituto che opera sulla base delle indicazioni del collegio docenti.


Questo è quanto dice la legge ed è questo che deve succedere da voi Valerie, alla fine della fiera chi decide è il cdi.

Intendendo che il voto di ogni componenente vale 1.

Se quello che dicono i tuoi simpatici genitori fosse vero non ci sarebbe bisogno di mettere in cdi la rappresentanza dei docenti e degli ata.  Sono sempre numericamente superiori i genitori rappresentati rispetto ai docenti rappresentati e agli ata rappresentati e se il "potere" fosse nel numero dei rappresentati i genitori sarebbero i padroni.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 10:47 am

Il potere che ha ciascun rappresentante dei genitori nel consiglio d'istituto è pari al potere che ha ogni altro rappresentante del consiglio. Il CDI prende le decisioni a maggioranza, ognuno vota per 1.

Di fronte a questa proposta (purtroppo, sempre più "di moda") innanzitutto SI DISCUTE. La discussione deve passare anche per il collegio docenti, che esprime il suo parere, importante in quanto riguarda la didattica! Poi, probabilmente, la decisione finale è del CDI, e anche lì prima si discute, si MOTIVA, e poi si vota... e la maggioranza decide.
Io, che sono contrario alla settimana corta, prima di tutto non ho ancora sentito validi motivi a supporto di essa. Motivazioni fatue e lontane dalla didattica come "vogliamo stare il week end in famiglia" , "voglio il sabato libero e non me lo danno" ... sono irritanti e meschine perchè antepongono ragioni personali alla qualità dell'istruzione. Inoltre nascondono il vero motivo, che è quello che cala dall'alto (province, governi etc) che è quello di RISPARMIARE con un'iniziativa tutto sommato demagogica!
Fin dai tempi di Collodi i ragazzi hanno preferito il Paese dei Balocchi alla Scuola, e una settimana fatta di "quattro domeniche e tre giovedì" sembrava molto più bella di una settimana di scuola normale! Salvo poi ritrovarsi dopo un po' coda e orecchie d'asini...

Anche ai tempi del fascismo c'era il sabato libero nelle scuole... come mai anche il governo odierno preme in quella direzione? Perchè i due governi hanno una cosa in comune (magari fosse l'unica...): preferiscono avere un popolo CONTENTO e IGNORANTE, piuttosto che un popolo ISTRUITO!

Comunque la mia obiezione preferita alla settimana corta è questa: se pure si dovesse stabilire che si va a scuola solo 5 giorni a settimana... perchè togliere proprio il sabato? Non è molto più didattico spezzare con il mercoledì o giovedì? Stranamente quando faccio questa obiezione immediatamente un sacco di ipocrisie crollano... eppure mi sembra che non ci sia dubbio che i due giorni di festa sono più efficaci, didatticamente parlando, se NON consecutivi...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 10:59 am

ushikawa ha scritto:
Distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5 mi sembra autolesionistico, almeno per la maggior parte delle persone, docenti, genitori o alunni che siano.

E perché?

Faccio presente che distribuire 6 ore su 5 giorni significa uscire tutti i giorni dopo le 14 (a meno che non si faccia la furbata di ridurre "magicamente" le ore a 50 minuti, che se non c'è un motivo logistico molto serio è irregolare). Per chi non abita proprio vicinissimo, magari, c'è mezz'ora di autobus o c'è da beccare la coincidenza tra due autobus diversi, e si arriva a casa non prima delle 15, si pranza tardissimo (oppure non si pranza affatto perché si è andati avanti a panini e snack scaglionati per due o tre volte su tutta la mattinata), ci si rilassa una mezz'ora e poi si sono già fatte le 16 passate, e fra un cazzillo e l'altro si è già fatto buio, almeno in pieno inverno, e a quel punto ci sono da preparare 6 materie invece di 5 per il giorno dopo. Per quelli che hanno anche allenamenti sportivi o corsi extrascolastici, cioè quasi tutti, il tempo per lo studio individuale si riduce a un'oretta al giorno, e a volte manco quella. Forse tu sei abituato solo ai ragazzini delle medie (che "hanno bisogno" del sabato libero SOLO perché fa comodo ai genitori), ma se ti sembra una situazione ideale per il triennio superiore di un liceo, non so che dire...
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:20 am

Valerie ha scritto:
I rappresentanti dei genitori in consiglio di istituto chiedono di modificare l'orario delle lezioni per avere la settimana corta. I rappresentanti dei docenti sono contrari. I rappresentanti dei genitori dicono che, poiché rappresentano tutti i genitori, se la maggioranza dei rappresentanti dei genitori sceglie la settimana corta, noi docenti ci dobbiamo adeguare.
È vero? In base a quale articolo di quale normativa?
Com'è possibile che il nostro orario di lavoro venga stabilito dall'utenza?

È curioso che ribadiscano il fatto di rappresentare tutti i genitori.
Formalmente è vero, così come è vero che in consiglio di istituto la maggioranza viene calcolata senza distinzione fra componenti.
Ma la sostanza dei fatti quale è? Quanti voti prendono i genitori eletti nei consigli di istituto di tutta Italia?
Nelle scuole superiori se va a votare l'1% dei genitori è tanto. Forse nelle scuole medie la percentuale è più alta, dubito però che siano tali da consentire di parlare di rappresentatività sostanziale.

Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:22 am

Paolo Santaniello ha scritto:
Motivazioni fatue e lontane dalla didattica come "vogliamo stare il week end in famiglia"...........perchè togliere proprio il sabato? Non è molto più didattico spezzare con il mercoledì o giovedì?

Che la motivazione del week end in famiglia non sia didattica è vero, che sia fatua è la cosa più insensata che potessi dire; i nostri studenti peggiori sono quelli che hanno famiglie inesistenti, poter passare un week end con la propria famiglia ed i propri figli riduce le probabilità (non fornisce certezza) di ritrovarsi a crescere una testa di cazzo; con i due giorni uniti e sincronizzati con il coniuge, si possono fare tutte le cose che si possono fare altrimenti e qualcuna in più.

Quanto al giovedì .......... https://www.youtube.com/watch?v=vfpemfcVYFo
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:31 am

paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5 mi sembra autolesionistico, almeno per la maggior parte delle persone, docenti, genitori o alunni che siano.

E perché?

Faccio presente che distribuire 6 ore su 5 giorni significa uscire tutti i giorni dopo le 14 (a meno che non si faccia la furbata di ridurre "magicamente" le ore a 50 minuti, che se non c'è un motivo logistico molto serio è irregolare). Per chi non abita proprio vicinissimo, magari, c'è mezz'ora di autobus o c'è da beccare la coincidenza tra due autobus diversi, e si arriva a casa non prima delle 15, si pranza tardissimo (oppure non si pranza affatto perché si è andati avanti a panini e snack scaglionati per due o tre volte su tutta la mattinata), ci si rilassa una mezz'ora e poi si sono già fatte le 16 passate, e fra un cazzillo e l'altro si è già fatto buio, almeno in pieno inverno, e a quel punto ci sono da preparare 6 materie invece di 5 per il giorno dopo. Per quelli che hanno anche allenamenti sportivi o corsi extrascolastici, cioè quasi tutti, il tempo per lo studio individuale si riduce a un'oretta al giorno, e a volte manco quella. Forse tu sei abituato solo ai ragazzini delle medie (che "hanno bisogno" del sabato libero SOLO perché fa comodo ai genitori), ma se ti sembra una situazione ideale per il triennio superiore di un liceo, non so che dire...
distribuiamo allora su 7 giorni ?

Poche balle ! accorciare di un giorno significa avere un'ora in meno al giorno per 5 giorni per le attività casalinghe ed avere una mattina in più a settimana ..... di 5 ore.
A quel punto per lo studente volenteroso si tratta di studiare al sabato mattina quel che non ha studiato in quelle 5 ore dei giorni precedenti, per il fancazzista si tratta di rompersi le palle un'ora in più le mattine dei 5 giorni pur di non avere quei brutti ceffi dei prof davanti alla faccia anche al sabato.

Non cambia nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:34 am

paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5 mi sembra autolesionistico, almeno per la maggior parte delle persone, docenti, genitori o alunni che siano.

E perché?

Faccio presente che distribuire 6 ore su 5 giorni significa uscire tutti i giorni dopo le 14 (a meno che non si faccia la furbata di ridurre "magicamente" le ore a 50 minuti, che se non c'è un motivo logistico molto serio è irregolare). Per chi non abita proprio vicinissimo, magari, c'è mezz'ora di autobus o c'è da beccare la coincidenza tra due autobus diversi, e si arriva a casa non prima delle 15, si pranza tardissimo (oppure non si pranza affatto perché si è andati avanti a panini e snack scaglionati per due o tre volte su tutta la mattinata), ci si rilassa una mezz'ora e poi si sono già fatte le 16 passate, e fra un cazzillo e l'altro si è già fatto buio, almeno in pieno inverno, e a quel punto ci sono da preparare 6 materie invece di 5 per il giorno dopo. Per quelli che hanno anche allenamenti sportivi o corsi extrascolastici, cioè quasi tutti, il tempo per lo studio individuale si riduce a un'oretta al giorno, e a volte manco quella. Forse tu sei abituato solo ai ragazzini delle medie (che "hanno bisogno" del sabato libero SOLO perché fa comodo ai genitori), ma se ti sembra una situazione ideale per il triennio superiore di un liceo, non so che dire...

Scusa panicus, ma sei a favore o contro la "settimana corta"?
Hai esordito facendo capire di non essere d'accordo con l'affermazione di ushikawa secondo cui il tempo pieno sarebbe autolesionistico e poi hai fornito argomenti che sono sostanzialmente contrari con l'idea della settimana corta nel triennio delle superiori.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4599
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:43 am

Grazi a tutti per i vostri interventi.
Sul fatto che sia meglio la settimana corta o la settimana lunga ne avevamo già parlato in altro topic, quindi direi di sorvolare su questo aspetto ora.
La cosa interessante è capire chi ha il coltello dalla parte del manico nella scelta tra l'una o l'altra.
Ciò che mi innervosisce di più, infatti, è che i genitori possano decidere e imporre ai docenti una decisione che influisce (NON NEGHIAMOLO!!!) sulla didattica.
Voglio capire se davvero possono farlo e in che misura.
Mi sembra infatti assurdo che rappresentanti dei genitori e Ata, che pensano solo ad avere il weekend libero (NON NEGHIAMO NEMMENO QUESTO!!), possano avere più potere dei docenti che pensano a come istruire meglio gli alunni.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:43 am

ushikawa dice che è autolesionistico lavorare 6 giorni, paniscus dice che è sbagliato farlo su 5; non c'è contraddizione.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:46 am

avidodinformazioni ha scritto:

Non cambia nulla.

E invece cambia molto, perché fare matematica dalle 9.30 alle 10.30 o persino dalle 12.30 alle 13.30, non è la stessa cosa che farla dalle 13.30 alle 14.30.
Qualcuno le seste ore dovrà pur farle e non possiamo pretendere di rifilarle sempre ai colleghi di educazione fisica, disegno e religione.
E questo diverso atteggiamento non riguarda solo gli studenti fancazzisti e/o rompipalle, che col passare delle ore comunque accentuano questo loro comportamento - ma anche gli studenti bravi che sarebbero costretti a lavorare in condizioni più sfavorevoli per motivazioni che nulla hanno a che fare con la didattica.
Ricordiamoci sempre che a una classe possiamo imporre il silenzio ma non possiamo impedire ai suoi studenti di essere mentalmente su un altro pianeta.
Del resto l'esempio che forniamo come categoria non è che sia molto diverso. O forse solo io ho assistito a collegi docenti o corsi di aggiornamento in cui gli insegnanti armeggiano con smartphone e tablet o comunque si estraniano dall'argomento che si sta trattando?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:46 am

avidodinformazioni ha scritto:

Non cambia nulla.

E invece cambia molto, perché fare matematica dalle 9.30 alle 10.30 o persino dalle 12.30 alle 13.30, non è la stessa cosa che farla dalle 13.30 alle 14.30.
Qualcuno le seste ore dovrà pur farle e non possiamo pretendere di rifilarle sempre ai colleghi di educazione fisica, disegno e religione.
E questo diverso atteggiamento non riguarda solo gli studenti fancazzisti e/o rompipalle, che col passare delle ore comunque accentuano questo loro comportamento - ma anche gli studenti bravi che sarebbero costretti a lavorare in condizioni più sfavorevoli per motivazioni che nulla hanno a che fare con la didattica.
Ricordiamoci sempre che a una classe possiamo imporre il silenzio ma non possiamo impedire ai suoi studenti di essere mentalmente su un altro pianeta.
Del resto l'esempio che forniamo come categoria non è che sia molto diverso. O forse solo io ho assistito a collegi docenti o corsi di aggiornamento in cui gli insegnanti armeggiano con smartphone e tablet o comunque si estraniano dall'argomento che si sta trattando?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:46 am

Valerie ha scritto:
Mi sembra infatti assurdo che rappresentanti dei genitori e Ata, che pensano solo ad avere il weekend libero (NON NEGHIAMO NEMMENO QUESTO!!), possano avere più potere dei docenti che pensano a come istruire meglio gli alunni.
non ti eri accorta che siamo l'ultima ruota del carro ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:47 am

A parte il fatto che non è obbligatorio schierarsi categoricamente a favore o contro, ma DOVE sarebbe che mi sono contraddetta?

Ushikawa ha detto che sarebbe autolesionistico distribuire 30 ore su sei giorni anziché su 5, cioè ha detto che la settimana corta è evidentemente sempre migliore e sempre più comoda per chiunque, e che solo un pazzo autolesionista potrebbe preferire la settimana con il sabato mattina impegnato. E io ho detto che non ero d'accordo con lui,, appunto, motivando il perché.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:49 am

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa dice che è autolesionistico lavorare 6 giorni, paniscus dice che è sbagliato farlo su 5; non c'è contraddizione.

Giusto.
Avevo letto male l'intervento di ushikawa.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15772
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Poteri dei genitori in consiglio di istituto   Dom Feb 21, 2016 11:51 am

comp_xt ha scritto:
O forse solo io ho assistito a collegi docenti o corsi di aggiornamento in cui gli insegnanti armeggiano con smartphone e tablet o comunque si estraniano dall'argomento che si sta trattando?
Succede tutte le volte che non si condivide l'importanza dell'argomento; il 90 % delle volte in CD si parla di cose di cui non frega nulla a quasi nessuno, come i progetti nei quali non siamo coinvolti, i libri di testo delle altre materie, la nomina di altre persone, la presentazione di risultati che non ci riguardano e che ci riguardano ma che conosciamo già.

Se ad uno studente non frega niente del trinomio .....
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
Poteri dei genitori in consiglio di istituto
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Ricorso al consiglio d'istituto
» consiglio su regalino
» consiglio per la mia tesora luna!..
» consiglio su kit di ricostruzione da acquistare
» consiglio gel base

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: