Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 A proposito di neologismi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: A proposito di neologismi   Mar Feb 23, 2016 11:02 pm

http://www.estense.com/?p=529919
Un bellissimo e semplice articolo che dovrebbe farci riflettere sul concetto di evoluzione di una lingua.

Tanto di cappello al piccolo Matteo, alla sua maestra, alla consulente della Crusca.

Mi piacerebbe che la redazione di Orizzonte Scuola riportasse questa notizia. In fondo è una storia molto bella quanto piccola, che risalta in tutto il suo splendore nella desolazione del quotidiano supplizio a cui è sottoposta la nostra lingua.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mar Feb 23, 2016 11:11 pm

La perfetta razionalità dei bambini: se un individuo con tanti capelli è un capellone, perchè un fiore con tanti petali non potrebbe essere petaloso?
Sono con il piccolo Matteo, e con tutti i fiori "petalosi" del mondo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15773
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mar Feb 23, 2016 11:22 pm

Sì, devo dire che la parola ha il suo fascino ed il fatto che l'abbia inventata un bambino la rende ancora più accattivante.

Io ho pensato a "pernicioso" ricco di pernici, (i cacciatori necessitano di tale vocabolo), o "ventoso" che potrebbe essere la metà di quarantoso (se qualcuno inventa questa parola, e mica posso fare tutto io !).

Bene, oggi ho dato a sufficienza.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mar Feb 23, 2016 11:35 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Sì, devo dire che la parola ha il suo fascino ed il fatto che l'abbia inventata un bambino la rende ancora più accattivante.

Io ho pensato a "pernicioso" ricco di pernici, (i cacciatori necessitano di tale vocabolo), o "ventoso" che potrebbe essere la metà di quarantoso (se qualcuno inventa questa parola, e mica posso fare tutto io !).

Bene, oggi ho dato a sufficienza.

Andando in quel di Teulada, da anni notavo all'uscita di Domus De Maria un cartello indicatore con la scritta "Cinghialodromo". Mi chiedevo sempre "ma che caspita è un cinghialodromo, una pista per la corsa dei cinghiali!?".
In seguito ho scoperto che un luogo in cui si addestrano i cani per la caccia al cinghiale. Mah... forse petaloso e pernicioso sono più appropriati.
Anche se pernicioso potrebbe essere interpretato anche come pericoloso, per quanto pieno di pernici, perché proprio perché pieno di cacciatori che sparano a qualsiasi cosa si muova tra i cespugli.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 12:08 am

Romado72 ha scritto:
La perfetta razionalità dei bambini: se un individuo con tanti capelli è un capellone, perchè un fiore con tanti petali non potrebbe essere petaloso?
Sono con il piccolo Matteo, e con tutti i fiori "petalosi" del mondo.

Mia figlia sostiene che, delle due gatte di casa, una è più "peluchosa" dell'altra.
Ha vinto qualcosa?
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 8:08 am

Invece io la notizia non l'ho proprio capita. Tutti la stanno condividendo, ma la notizia qual è?
Che un bimbo delle elementari ha inventato una parola? Solo chi è estraneo completamente al mondo dei bambini può pensare che si tratti di un fatto eccezionale, a noi che stiamo in classe alle elementari (e a qualsiasi genitore) capita di sentirne parecchie di nuove parole.
La notizia allora è che la maestra ha scritto alla crusca per questo motivo? E perchè l'ha fatto? Anche lei riteneva la parola così strabiliante da doverla girare alla crusca? Voleva dimostrare qualcosa ai suoi alunni (motivarli, incoraggiarli..)? O forse voleva mettersi in mostra?
Oppure la notizia è la risposta della crusca? ma è una cosa che chi si occupa di scuola (quindi la suddetta maestra) e di lingua conosce già..
Bho, io non ho proprio capito il senso della cosa..
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 9:21 am

Penso non si parli di un concorso sul vocabolario della lingua italiana, e non ci sia niente da capire. I bambini, si sa, hanno una fantasia sconfinata e una razionalità che a volte lascia esterrefatti. Mio figlio, ad esempio, passando con l'auto in un quartiere dal nome "libertà" mi ha chiesto se lì avrebbe potuto fare tutto quello che voleva.
Semplicemente, in un Paese in cui tutti ci riempiamo la bocca di inglesismi e "americanismi" (vedi jobs act, ma perché, riforma del lavoro non andava bene?) e gli sfondoni dei nostri alunni tra congiuntivi, doppie e parole con e senza h sono all'ordine del giorno, il fatto che una maestra, tra una correzione e l'altra, abbia trovato il tempo e la voglia di consultare la Crusa per aggiungere una parola "italiana" al vocabolario della nostra meravigliosa lingua è una bella cosa.
E se la maestra voleva mettersi in mostra, come dici te, ha trovato un modo intelligente per farlo, e a mio parere ha fatto solo un bel gesto.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 9:29 am

Si, hai ragione. Allora la notizia è che la maestra ha trovato il modo di valorizzare la creatività di un alunno in modo molto originale, addirittura rivolgendosi alla crusca. Per correttezza nei confronti del resto della classe ora dovrbbe fare qualcosa di altrettanto grandioso per gli altri bambini. Magari ci penserà quella di matematica sta volta.
L'altra domanda che mi viene è: chissà che voto avrà messo alla verifica di questo bambino.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 9:40 am

aku ha scritto:
Invece io la notizia non l'ho proprio capita. Tutti la stanno condividendo, ma la notizia qual è?
Che un bimbo delle elementari ha inventato una parola? Solo chi è estraneo completamente al mondo dei bambini può pensare che si tratti di un fatto eccezionale, a noi che stiamo in classe alle elementari (e a qualsiasi genitore) capita di sentirne parecchie di nuove parole.
La notizia allora è che la maestra ha scritto alla crusca per questo motivo? E perchè l'ha fatto? Anche lei riteneva la parola così strabiliante da doverla girare alla crusca? Voleva dimostrare qualcosa ai suoi alunni (motivarli, incoraggiarli..)? O forse voleva mettersi in mostra?
Oppure la notizia è la risposta della crusca? ma è una cosa che chi si occupa di scuola (quindi la suddetta maestra) e di lingua conosce già..
Bho, io non ho proprio capito il senso della cosa..



Trovo odioso questo atteggiamento (molto diffuso) degli insegnanti, di accusare sempre i colleghi che si distinguono di protagonismo.

Hai già incontrato il fenomeno? Perché non hai valorizzato anche tu l'aspetto con un collegamento tra scuola e mondo della cultura come in questo caso?
Perchè chi ci ha invece pensato e si è fatto carico della segnalazione (che immagino non si faccia con una telefonata informale a Magazzini, come immagino che la Crusca non ammicchi a ogni segnalazione di nuovo lemma che viene fatto) non dovrebbe aver fatto cosa meritoria? Perché mai la scuola dovrebbe cantarsela e suonarsela senza condividere con le accademie le sue acquisizioni?
Per una volta la suola è stata più avanti dei cruscanti, ma a vantarsene si fa peccato!
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 11:56 am

... E aggiungo, di protagonismo positivo. Perché purtroppo i media sono pieni e strapieni di protagonismo negativo nei confronti dei bambini. Per una volta che c'è una bella notizia, ci si ricama pure sopra.
W la maestra, Matteo, e i fiori "pelatosi"!!!:):)
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 983
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 12:26 pm

Preferisco i fiori petalosi a quelli
Citazione :
"pelatosi"!!!
Tornare in alto Andare in basso
Online
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 1:35 pm

A volte sono affetta da dislessia:)
Che petalosi siano!!!
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 6:20 pm

Lucetta, hai notato solo quella parte di tutto il mio intervento, il dubbio del mettersi in mostra (che fra l'altro ero indecisa se inserire o meno nel commento, perchè per me non è il più rilevante). Non hai notato invece che ho anche pensato tra le opzioni altre ipotesi più positive che non negano alla collega intenti nobilissimi.
Vabbè.
Mi è capitato di sentire molte volte bambini dire parole inesistenti, più o meno carine e azzeccate, ma di certo non mi è mai venuto in mente di prendere una parola (tra l'altro sbagliata nel contesto di una verifica) e contattare la crusca per vedere se piace o meno e se può o meno entrare nel vocabolario.
Tutto qui.
Mi chiedevo che senso avesse farlo. Continuo a non capire. Ognuno di noi potrebbe scrivere i "milioni" di parole "creative" che i bambini producono ogni giorno e vedere se raggiungono il numero giusto di like per entrare nel vocabolario? Perchè poi è questo il seguito che si è creato in rete. Mettiamo i like a questa parola perchè entri nel vocabolario. Che poi non è così che una parola di solito entra nella lingua, ma chissà in questo mondo..
E la cosa che mi turba di più è: 20 bambini in una classe. Matteo non sarà l'unico ad aver scritto uno sfondone. Perchè gli altri alla crusca non sono piaciuti? O la maestra non li ha inviati?
Così, niente di che. Sono solo miei ragionamenti, e soprattutto, non è sarcastico, io vorrei sapere ora, la parola "petaloso" che la crusca ha detto è bella e il bimbo è bravo ecc ecc, la segno errore o no nella verifica?


Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 6:26 pm

...devo indagar quindi sul quel collega che in molti definiscono "caxxuto" ohh sì sì sì devo proprio indagar meglio...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15773
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 6:56 pm

tellina ha scritto:
...devo indagar quindi sul quel collega che in molti definiscono "caxxuto" ohh sì sì sì devo proprio indagar meglio...
Non ti illudere, lo troverai "valido", "concludente" ed "efficace", nulla di più.

In Calabria esiste l'espressione "scecchigno", da "scecco" ovvero asino; quello potrebbe essere il santo Graal da ricercare.
Tornare in alto Andare in basso
Online
tellina



Messaggi : 7491
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 7:03 pm

mooooolto interesssante...
ehehhhheheheh
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 7:14 pm

avidodinformazioni ha scritto:
tellina ha scritto:
...devo indagar quindi sul quel collega che in molti definiscono "caxxuto" ohh sì sì sì devo proprio indagar meglio...
Non ti illudere, lo troverai "valido", "concludente" ed "efficace", nulla di più.

In Calabria esiste l'espressione "scecchigno", da "scecco" ovvero asino; quello potrebbe essere il santo Graal da ricercare.

Esiste anche in Sicilia

Io sono d'accordo con aku, non capisco la valenza mediatica, lo stupore, riguardo a un fatto di per sé normalissimo. Un bambino ha inventato una parola, tra l'altro niente di eccezionale, il suffisso -oso è uno dei più utilizzati nei termini derivati, la maestra ha scritto alla Crusca e ha mostrato al bambino come un termine può considerarsi parte del lessico italiano una volta che si è accertata la sua diffusione. Cosa vi è di così incredibile? Qual è la sostanza di tale notizia? Non è che tutto ciò che viene pubblicato su internet debba sempre suscitare il nostro stupore.
Comunque al bimbo Banderas nessuno ha fatto i complimenti per il termine inzupposo :).
Tornare in alto Andare in basso
Atene



Messaggi : 2436
Data d'iscrizione : 30.12.11

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 7:39 pm

https://m.youtube.com/watch?v=WkKttjlpit8

Qui una mini intervista, secondo me molto interessante, al prof. Marazzini, presidente dell'Accademia della Crusca, a proposito di "petaloso".

Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 7:47 pm

La notizia è nell'insieme di tutta la vicenda. Senza nessun altro aspetto. L'aggettivo, per quanto inventato, è sicuramente piaciuto alla maestra. Non credo che intendesse avviare una procedura ufficiale per il riconoscimento, l'ha semplicemente segnalato. E sicuramente è piaciuto a chi l'ha preso in esame. E ha dato un riscontro. Precisando che è un riscontro fine a se stesso e che non basta certo questo a promuoverlo come lemma. Tutto il resto viene dall'articolo e dal successo virale che ha generato.
L'intera vicenda è il contorno ad un vocabolo inesistente che ha generato simpatia in un numero elevato di persone (compresa la maestra e la consulente della Crusca). Leggiamo tutti i giorni di termini più o meno brutti, introdotti volutamente o per errore. A volte siamo indifferenti, a volte arricciamo il naso, a volte ci sganasciamo dalle risate, a volte lo acquisiamo perché diventa una moda o perché l'ha introdotto un personaggio mediatico. Niente di tutto ciò in questo contesto: è solo un termine che ha suscitato simpatia oltre ad essere un termine che comunque non sfigurerebbe nel nostro dizionario.
Tutto qui. Senza voler fare dietrologia, analisi sociali o fuffo-didattico-pedagogiche. Se non riusciamo a intenerirci neppure per questi piccoli e simpatici fatti (a prescindere che siano eccezionali o ordinari nella quotidianità) forse è perché ci siamo inariditi dentro.
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 8:36 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
La notizia è nell'insieme di tutta la vicenda. Senza nessun altro aspetto. L'aggettivo, per quanto inventato, è sicuramente piaciuto alla maestra. Non credo che intendesse avviare una procedura ufficiale per il riconoscimento, l'ha semplicemente segnalato. E sicuramente è piaciuto a chi l'ha preso in esame. E ha dato un riscontro.  Precisando che è un riscontro fine a se stesso e che non basta certo questo a promuoverlo come lemma. Tutto il resto viene dall'articolo e dal successo virale che ha generato.
L'intera vicenda è il contorno ad un vocabolo inesistente che ha generato simpatia in un numero elevato di persone (compresa la maestra e la consulente della Crusca). Leggiamo tutti i giorni di termini più o meno brutti, introdotti volutamente o per errore. A volte siamo indifferenti, a volte arricciamo il naso, a volte ci sganasciamo dalle risate, a volte lo acquisiamo perché diventa una moda o perché l'ha introdotto un personaggio mediatico. Niente di tutto ciò in questo contesto: è solo un termine che ha suscitato simpatia oltre ad essere un termine che comunque non sfigurerebbe nel nostro dizionario.
Tutto qui. Senza voler fare dietrologia, analisi sociali o fuffo-didattico-pedagogiche. Se non riusciamo a intenerirci neppure per questi piccoli e simpatici fatti (a prescindere che siano eccezionali o ordinari nella quotidianità) forse è perché ci siamo inariditi dentro.

Io sono intenerito, è l'aspetto virale, come dici tu, che non digerisco. Già oggi sul corriere ho letto che il nostro "caro leader" l'ha pronunciato. Forse pensava che fosse un termine coniato da Pablo Neruda :)))


Ultima modifica di Alex_ct il Mer Feb 24, 2016 8:38 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 8:37 pm

Meglio "petaloso" che l'orrido "stiloso" che circola ormai da parecchi decenni : - )

Quanto allo "scecco" nel senso di asino, ero convintissima che fosse solo siciliano, e anzi limitato a una particolare zona ristretta della Sicilia, che si usasse anche in Calabria non lo sapevo. Se il contributo può servire, in Toscana, oltre al classico "ciuco" che è diffuso in tutto il centro Italia, nella zona degli appennini aretini si attestano anche il "miccio" e il "bricco"...
Tornare in alto Andare in basso
Alex_ct



Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 14.09.10

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Mer Feb 24, 2016 8:39 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Meglio "petaloso" che l'orrido "stiloso" che circola ormai da parecchi decenni : - )

Quanto allo "scecco" nel senso di asino, ero convintissima che fosse solo siciliano, e anzi limitato a una particolare zona ristretta della Sicilia, che si usasse anche in Calabria non lo sapevo. Se il contributo può servire, in Toscana, oltre al classico "ciuco" che è diffuso in tutto il centro Italia, nella zona degli appennini aretini si attestano anche il "miccio" e il "bricco"...

Si potrebbe dire scecchignoso...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Ven Feb 26, 2016 3:58 pm

Però ammettiamolo, a tre giorni dall'ultimo intervento su questo thread.
Adesso sto Matteo petaloso che sta da tutte le parti ha un po' rotto le palle...
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 983
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Ven Feb 26, 2016 7:19 pm

Io, invece, ho adottato il "pelatoso" di Romado72 per mio marito, che non è proprio del tutto pelato, è ... pelatoso.


Ultima modifica di @melia il Sab Feb 27, 2016 12:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15773
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: A proposito di neologismi   Sab Feb 27, 2016 10:50 am

Adesso sappiamo con chi prendercela

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2016/02/23/alunno-inventa-petaloso-accademia-della-crusca-e-da-vocabolario_18a3bc75-2323-47d9-bac0-ef7a5a54ebda.html
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
A proposito di neologismi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» a proposito di Maria...
» Sempre a proposito di scienziati e studiosi atei o meno
» a proposito di abiti premaman
» A proposito di vegetarianesimo
» Discorsi dei Testimoni di Geova

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: