Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 l'episteme da Platone a Severino

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ARISTOTELE72



Messaggi : 33
Data d'iscrizione : 24.01.16

MessaggioOggetto: l'episteme da Platone a Severino   Dom Feb 28, 2016 11:08 pm

La storia del pensiero sta sulla linea maestra che congiunge parmenidismo, tomismo, neoscolastica e neoparmenidismo. Ciò fino a saggio “Episteme” di Carmelo Vigna, poi chiamato “Sapere stabile”. Vigna è il primo filosofo della storia, certamente minore, che delinea i caratteri del sapere epistemico come sono in se stessi. C’è la forma, ma manca il contenuto. Questo contenuto viene dato dal tentativo di episteme formulato in questi due siti, delineandosi una riforma del tomismo, come “ritorno a Platone” (come Severino ha attuato il “ritorno a Parmenide”). E così noi stessi possiamo ripetere le parole di Platone, a riguardo di Parmenide: anche Severino è veramente “maestro venerando e terribile”, definito da Cornelio Fabro “il massimo degli eretici”. Non male per un vero signore, amato stimato e venerato da tutto il Clero universale. Appassionati cattolici, come Messinese e Goggi hanno dedicato la loro vita di studiosi all’opera di questo filosofo. Io non l’ho studiata adeguatamente, ma era necessario perché non ne venissi influenzato più di tanto. In questo modo ho potuto elaborare un mio linguaggio, indipendente da Severino. Ma, avendo costruito 6000 pagine in ogni campo del sapere (con una fisica accolta dai Lincei, che mi sono valsi Rubbia, Rovelli e Parisi tra i contatti FB …), questi due siti sono più di un libro: sono quasi una enciclopedia della conoscenza; infatti ho anche in progetto un sito simile a quello di Wikipedia, costruito però solo da professori e ricercatori universitari, e il cui vertice sia il sapere epistemico, sulla base di cui uniformare l’intero corpo degli studi di tutte le università del mondo. L’ufficio di presidenza della STANFORD university mi ha risposto: “no grazie” … ma è già qualcosa ! G.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: l'episteme da Platone a Severino   Dom Feb 28, 2016 11:25 pm

Pensa a come ti avrebbero risposto Giannini &Co., con tutti i problemi che hanno co sto casino tra riforma, concorso, GAE, mobilità e annessi e connessi che hanno fatto!
Altro che sapere epistemico, parmenidismo, tornismo, neoscolastica e neo parmenidismo! Si potrebbero chiedere se è roba che se magna a colazione, caro Aristotele.
Accontentati, per ora, della rispista della Stanford University
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: l'episteme da Platone a Severino   Lun Feb 29, 2016 1:31 am

ARISTOTELE72 ha scritto:
Ma, avendo costruito 6000 pagine in ogni campo del sapere (con una fisica accolta dai Lincei, che mi sono valsi Rubbia, Rovelli e Parisi tra i contatti FB …),
Se tra i contatti FB avessi Giovanna, Maria, Lucia ....... avresti meno tempo da dedicare alle cazzate e più tempo da dedicare alle figate; capisci a mme !

Coraggio, ce la puoi fare anche tu; vai su un sito di appuntamenti, scegli la più brutta (tanto ce l'ha uguale) e comincia a fare esperienza; poi col tempo potrai cercare di migliorarti.

In bocca al lupo.
Tornare in alto Andare in basso
 
l'episteme da Platone a Severino
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Regno di Croazia
» i 7 milioni di euro della severino
» Pochi donatori, ospedali in difficoltà

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: