Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 UNA STORIA COMMOVENTE..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 7:59 pm

Su un articolo che parla Dell incredibile aumento di certificazioni per dsa negli ultimi anni, tanto da far sorgere un paio di sospetti, una ragazza,disortografica disgrafica, discalculica,dislessica, racconta la sua commovente storia:nonostante le difficoltà, l incapacità dei professori discapaci di capirla valutando le prestazioni scolastiche invece di altre sue attitudini alla faccia loro CE L HA FATTA!si è laureata!pieno successo formativo! E non certo in una facoltà senza sbocchi, ma in SCIENZE DELL EDUCAZIONE! Ora potrà divulgare il suo messaggio di speranza ai giovani studenti,con la speranza di arrivare magari ad un 50%di certificazioni tra la popolazione scolastica italiana, i quali poi decuplicheranno le iscrizioni a scienze Dell educazione, in un processo auto-alimentato..in fisica nucleare si chiama reazione a catena autosostenuta, ed è un grande traguardo per l istruzione italiana!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 8:25 pm

Un piccolo passo per l'umanità ma un grande passo per la ragazza ......... verso il vaffanculo !

PS ma una maestra che scrive a cazzo può insegnare ai normodotati ?

PPS nelle interrogazioni chi può tenere la mappa concettuale lei o l'alunno ?

PPPS come insegnerà le tabelline ? Leggendole con gli alunni durante le interrogazioni ?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 8:36 pm

Basta introdurre la certificazione per gli.insegnanti

Discapaci, disorganizzati,diserbanti, ecc
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 9:11 pm

Io ritengo che ciò che viene definito come "dislessia", "discalculia" o "disortografia" più che un disturbo sia una difficoltà legata a cause di varia natura (solitamente c'è dietro una lunga storia di scarsa applicazione allo studio o di cattivo insegnamento in discipline fondamentali).
Credo pertanto che la teoria sull'origine neurobiologica della dislessia sia una colossale cialtronata e che quindi i disturbi specifici di apprendimento possano essere trattati e risolti, purché ovviamente ci sia la volontà ma anche la capacità di approcciarsi allo studio in maniera seria e, senza pretendere di percorrere strategia ludiche o dispensative.
Faccio notare che ho parlato sia di volontà che di capacità. Questo secondo aspetto nel triennio della scuola superiore assume un ruolo assai importante, Certa retorica politicamente corretta vorrebbe eliminare il concetto di "inclinazione naturale", dimenticandosi che la Costituzione della repubblica italiana stabilisce che "I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi."
Gli studenti sono tutti capaci?
È logico e/o opportuno porsi come obiettivo che in futuro tutti gli italiani riescano a conseguire un diploma di scuola secondaria superiore perché altrimenti significa che c'è dispersione scolastica?
In terza media la docente di educazione artistica, esaminando i miei disegni mi chiese ironicamente: "l'anno prossimo ti iscriverai all'istituto d'arte, vero?".
Non mi sono certo offeso perché sono sempre stato consapevole di non avere determinate inclinazioni ma di averne altre. Non ho fatto l'istituto d'arte ma il liceo scientifico e successivamente mi sono laureato in matematica.
Oggi però fare un discorso simile ad un alunno di terza media potrebbe provocare qualche grana al docente perché verrebbe percepito come una condotta anti-inclusiva.

Scriveva Dante nell'ottavo canto del Paradiso.

per ch'un nasce Solone e altro Serse,
altro Melchisedèch e altro quello
che, volando per l'aere, il figlio perse"


Evidentemente era un poeta anti-inclusivo.

E Gesù Cristo con la parabola dei talenti?
Anti-inclusivo pure lui.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 9:36 pm

Io comunque non finiró mai di chiedermi, e sinceramente oramai ho perso le speranze di trovare una risposta, come mai alla mia epoca c'erano solo i secchioni, gli studiosi intelligenti e scaltri (fra qualche giorno ho l'interrogazione di storia, recupero in un paio di notti i 250 anni che avevo lasciato indietro), i poco studiosi ma intuitivi, gli svogliatissimi, i paraculi e le capre.
Oggigiorno non ricordi le tabelline e ti dicono che sei discalculico (qualche anno fa insegnavo allo scientifico e uno degli alunni era discalculico... Suicidio consapevole oppure omicidio consapevole da parte dei genitori? Quello tutto era tranne che discalculico ), inverti le parole e sei dislessico (mi capita a volte di pensare ad una parola che comincia per s e scrivo 6... E non sono ubriaca in quel momento.. Saró una dislessica incostante?); hai un problema familiare o sei straniero e sei BES. Qualsiasi disagio viene categorizzato in qualche modo. La verità è che se nostra sponte fissiamo una visita da uno psicologo stai certo che un problema sicuramente ce lo rivela, perché tutti abbiamo problemi esistenziali.
Sicuramente ora che ho detto questo mi attireró tutte le critiche di questo mondo.
Comunque, non voglio affermare che tutti i casi categorizzati siano inventati, ma che su moltissimi ci si fa dei film pazzeschi, scambiando per disturbi specifici di apprendimento quelli che sono solo disagi superabili a prescindere di percorsi didattici facilitati sicuramente si.
È un problema inflazionato, di chi sarà la colpa?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 9:44 pm

d'accordo su tutto ma continuiamo a menarcela tra noi...
Tornare in alto Andare in basso
mariella59



Messaggi : 334
Data d'iscrizione : 12.09.10

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 10:12 pm

la laurea in Scienze dell'educazione non corrisponde a Scienze della formazione primaria, solo con quest'ultima si può insegnare alla scuola primaria.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15836
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mar Mar 15, 2016 11:04 pm

mariella59 ha scritto:
la laurea in Scienze dell'educazione non corrisponde a Scienze della formazione primaria, solo con quest'ultima si può insegnare alla scuola primaria.
Bene, abbiamo dimezzato i casini.

E quelli di scienza dell'educazione dove possono andare a far danni ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mer Mar 16, 2016 1:39 am

Faranno i "tutor di apprendimento" per tutti i ragazzi disqualcosici di cui sopra (e quindi ce li troveremo nei consigli di classe per la stesura dei PDP a prescrivere ordinazioni dettagliata di che cosa dobbiamo far fare a questi ragazzi e cosa no) oppure i "formatori" per adulti (e quindi ce li troveremo nei corsi di aggiornamento a spiegarci dettagliatamente come dobbiamo insegnare materie di cui loro non sanno nulla). Nel migliore dei casi, ma proprio il migliore, ce li ritroveremo a fare progettini edificanti e zuccherosi contro il bullismo.

Ma per la maggior parte tireranno a campare facendo lavori da baby sitter nelle case private, da animatori nelle ludoteche o nei centri estivi (e quelli di noi che avranno figli già grandi saranno salvi) o lavorando nelle cooperative di assistenza sociale ai disabili, o simili.

Fino a una quindicina d'anni fa ce li saremmo ritrovati facilmente anche in qualche associazione cialtro-newage, a condurre laboratori di arte olistica, di meditazione, di teatro biodinamico, di cristalloterapia, di tarocchi, di danze sacre degli indiani d'America, di sciamanesimo siberiano, di divinazione cinese, di channeling astrale o di comunicazione con gli alberi... ma ho l'impressione che ALMENO quelle siano passate di moda.    : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mer Mar 16, 2016 2:06 am

Ah, aggiungo: in una delle mie personali esperienze con un caso di alunno con DSA (e si trattava sicuramente di un DSA autentico, un caso di quelli veramente fondati, senza che potesse venire alcun dubbio su presunte diagnosi esagerate o compiacenti)... tale ragazzo era stato spedito a farsi aiutare, esplicitamente per la matematica, da una signora che di mestiere faceva appunto la "tutor di apprendimento specializzata in materie scientifiche".

Ovviamente si trattava di una di quegli operatori molto compresi nel proprio ruolo, che negano disperatamente di essere dei semplici "insegnanti di ripetizioni private", ma ci tengono moltissimo a dichiararsi "tutor di apprendimento", e nel caso specifico sarebbe stata proprio specializzata nel tutoraggio dei ragazzi con DSA, ma specializzatissima proprio per aiutarli in matematica.

In uno dei vari colloqui a cui la incontrai, le chiesi, a titolo di pura e semplice curiosità informale, quale fosse stato il suo percorso di studi, e in particolare se avesse una formazione come matematica o come pedagogista.

E questa disse candidamente che ce le aveva tutte e due, perché da giovane aveva provato a iscriversi al corso di laurea in matematica, ma poi aveva rinunciato dopo un anno o due, ed era passata a studiare scienze dell'educazione... e però le era sempre rimasto un grande amore per la matematica e le era rimasta un'impronta di formazione scientifica.

Ma vi rendete conto?

Ad essere considerata la persona ideale per aiutare un ragazzo problematico a superare le sue difficoltà in matematica, sarebbe una che ha provato a studiare matematica ma non c'è riuscita, e che è scappata a gambe levate dagli studi di matematica per rifugiarsi in una facoltà umanistica dove di matematica non ce n'è per niente.

Un mito, non c'è che dire...
Tornare in alto Andare in basso
Online
ushikawa



Messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mer Mar 16, 2016 5:52 am

dai almeno li può capire
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: UNA STORIA COMMOVENTE..    Mer Mar 16, 2016 3:31 pm

https://www.youtube.com/watch?v=CQGwLvu6sGE
Tornare in alto Andare in basso
 
UNA STORIA COMMOVENTE..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» storia dell'ateismo
» vi racconto una storia ...
» la storia di Gesù è vera o no?
» I migliori album della storia del rock
» storia e usi del crocifisso da parte dei cristiani

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: