Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ESPERTI di mafia..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 1:54 pm

Supplenza in una quarta. Prof andiamo alla marcia contro le mafie sa? Abbiamo già fatto degli incontri sulle vittime della mafia (in orario di lezione),pure l anno scorso.
Io. Bene, di cosa avete parlato,o su cosa avete riflettuto?
Loro:ma boh, Falcone, borsellino,quelle robe li.
Io:Falcone e borsellino non erano robe, ma magistrati con due attributi grandi quanto la palestra. In che anno furono uccisi?
Loro :Maaa.negli anni settanta o ottanta..no?
Io:no.per fortuna erano in quel periodo vivi e vegeti.anche a loro si deve il Maxiprocesso di Palermo..
Nel 1992. E il generale Dalla Chiesa chi era?
Loro:a si.UN MAGISTRATO UCCISO MENTRE PORTAVA FUORI IL CANE
Io.mmm no.portava fuori la moglie, tra l altro una bella donna. Sono contento che abbiate imparato tutte queste cose,soprattutto a discapito delle ore di lezione..ora prendete un quaderno, funzione razionale fratta...
Mavvaff....!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 1:57 pm

Ha un senso o è solo per farci sapere che stai spiegando le funzioni?
Tornare in alto Andare in basso
natoStanco



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 18.03.16

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 2:15 pm

Certo che ha un senso, solo quelli del '10 o più vecchi non sono in grado di coglierlo!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 2:52 pm

Verrà il giorno in cui gli chiederemo "perchè commemoriamo il giorno della memoria ?" e ci risponderanno "perchè così la prossima volta forse ci ricorderemo di sterminarli tutti".
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 3:14 pm

Primo Levi si è suicidato perché aveva capito che quel giorno era già arrivato.
Registro che la soluzione più diffusa tra gli insegnanti è sempre la stessa: buttare via il bambino con l'acqua sporca. Antidoto a una ormai celebrazione retorica e superficiale? Non eliminare la retorica, ma eliminare la celebrazione!
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1854
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 3:28 pm

La retorica è insita nella celebrazione, è ineliminabile.
Hai mai visto nessuno ricordare un morto dicendo "sì, era una gran testa di minchia, aveva un carattere di merda e faceva cose improponibili, però ci manca tanto..."

Il problema non è tanto la retorica, ma quello che rimane dopo la celebrazione: si organizzano queste giornate per far nascere un cambiamento, quanto meno di consapevolezza, nella mente degli studenti; e il giorno dopo te li vedi ancora esaltare il duce o il padrino locale.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 5:38 pm

Io rilevo semplicemente che a questi incontri, tutti rigorosamente in orario scolastico e quindi molto ambiti dagli studenti per saltare lezioni e verifiche, essi vanno muniti non di curiosità di capire e comprendere, ma di telefonini con cui pigramente intrattenersi con la soddisfazione di aver saltato qualche ora di scuola.risultato? Ne sanno quanto prima ed usano il termine mafia in maniera casuale come l.uomo della strada al bar.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Ven Mar 18, 2016 8:47 pm

lucetta10 ha scritto:
Primo Levi si è suicidato perché aveva capito che quel giorno era già arrivato.
Registro che la soluzione più diffusa tra gli insegnanti è sempre la stessa: buttare via il bambino con l'acqua sporca. Antidoto a una ormai celebrazione retorica e superficiale? Non eliminare la retorica, ma eliminare la celebrazione!  

La celebrazione viene NECESSARIAMENTE a perdere qualsiasi significato coinvolgente, se viene proposta tutti gli anni come automatismo, sempre uguale, e sempre con la stessa aura di "obbligo morale edificante".

Non è che questo c'entri niente con la discussione sulle posizioni ideologiche di essere favorevoli o contrari alla celebrazione in sé: è semplicemente un inevitabile meccanismo naturale, che avverrebbe comunque.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 2:57 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Primo Levi si è suicidato perché aveva capito che quel giorno era già arrivato.
Registro che la soluzione più diffusa tra gli insegnanti è sempre la stessa: buttare via il bambino con l'acqua sporca. Antidoto a una ormai celebrazione retorica e superficiale? Non eliminare la retorica, ma eliminare la celebrazione!  

La celebrazione viene NECESSARIAMENTE a perdere qualsiasi significato coinvolgente, se viene proposta tutti gli anni come automatismo, sempre uguale, e sempre con la stessa aura di "obbligo morale edificante".

Non è che questo c'entri niente con la discussione sulle posizioni ideologiche di essere favorevoli o contrari alla celebrazione in sé: è semplicemente un inevitabile meccanismo naturale, che avverrebbe comunque.



Bisogna discutere su cosa sia "natura"! Sarà che sono cresciuta nel culto della festa del 1 maggio e che penso che una società si strutturi anche intorno alle proprie celebrazioni...
Ma sbaglierò: la scuola evidentemente forma il cittadino sulla base delle sole funzioni. Abbiamo davanti un futuro radioso
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 4:12 pm

Ma tu probabilmente sei cresciuta col "culto della festa del primo maggio" perchè ci teneva molto la tua famiglia, e ti avevano coinvolta nella partecipazione a titolo di scelta educativa privata e spontanea... NON perché ogni anno la scuola te la presentava come un obbligo, come un obbligo sempre uguale, e per di più come un obbligo di mostrarsi tristi, compunti e imbarazzati.

Perché, diciamoci la verità, i toni della celebrazione della giornata della memoria spesso sono proprio così: invece di incitare a un atteggiamento di resistenza attiva e di impegno energico contro le ingiustizie (come appunto potrebbero essere le celebrazioni del primo maggio, o almeno lo erano fino a una ventina d'anni fa)...

...quasi sempre passa solo il messaggio moralistico che "bisogna far vedere che si è tanto tristi", che bisogna pensare e ripensare dettagliatamente a tutto il campionario di orrori connessi (con una insistenza sui particolari più trucidi, che a me è sempre sembrata abbastanza morbosa), e che in fondo dobbiamo sentirci tutti un po' in colpa per essere stati tanto fortunati da non doverci avere a che fare.

Con il risultato inevitabile che all'adolescente medio (e soprattutto al bambino delle elementari e dell'inizio delle medie che quell'epoca storica non l'ha ancora studiata e non è nemmeno capace di localizzarla bene nel tempo... al contrario della generazione nostra che è cresciuta con un bagaglio enorme di testimonianze dirette di genitori e nonni sul fascismo e sulla guerra, non dimentichiamolo) scatta una reazione di insofferenza e di rifiuto: "Ma che cavolo c'entro io con quello che combinavano questi esaltati 80 anni fa? Che posso farci, adesso, contro i campi di concentramento di allora?"

Non dico che sia una reazione "bella", ma è una reazione naturale, e lo sarà sempre di più man mano che i tempi saranno sempre più lontani e non ci sarà più nessuno che avrà occasione di conoscere personalmente un testimone dell'epoca (non dico necessariamente un reduce dei campi di concentramento, parlo in generale di persone che hanno vissuto concretamente quel periodo storico e il suo impatto sui decenni successivi, come appunto i miei nonni).

E non mi si dica che la giornata della memoria serve apposta "per mantenere viva la memoria" anche quando i testimoni non ci saranno più: se l'obiettivo è davvero questo, posso capire che funzioni su di noi, che abbiamo già tutto questo carico di consapevolezza storica perché ha fatto parte dei nostri ricordi familiari privati (e non certo per averlo solo studiato a scuola)... ma su un giovane che non ha più NESSUN legame con quell'epoca, è normale che funzioni sempre meno. Per un quattordicenne di oggi, l'olocausto è tanto lontano quanto la guerra dei trent'anni, non dico in termini di "importanza", dico proprio in termini di impatto sulla sua percezione personale! Se si continua a matrtellarlo di retorica sul fatto che "bisogna coltivare la memoria per fare in modo che cose simili non accadano più", al quattordicenne cosa gli significa? Dal suo punto di vista è GIA' vero che "queste cose non accadono più", quindi la sua reazione sarà quella di dire "boh, lo scopo è già stato raggiunto, quindi finiamola con queste prediche, no?".

Paradossalmente, se si facesse una giornata della memoria a tema variabile ogni anno, sempre su orrori bellici, razziali o dittatoriali, ma ogni volta diversi, e di epoche abbastanza recenti ma tutte scaglionate in decenni diversi (che so, una volta sull'Olocausto, una volta sul Vietnam, una volta sulla Bosnia, una volta sui desaparecidos dell'America Latina, una volta sulla Cambogia, e così via, sarebbe MOLTO più costruttivo nel trasmettere il concetto che NON E' VERO che queste cose sono lontanissime e che non avvengono più, e che è ancora necessario fare qualcosa per opporsi e per evitarle, non solo per piangerci sopra...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 5:04 pm

Perfettamente d accordo.proprio oggi un collega mi da del negazionista solo perché ho ricordato in una quarta che i.massacri hanno caratterizzato tutta la storia Dell umanità. Quanti ragazzi conoscono srebrenica? Pol Pot?il napalm in Vietnam? I gulag? Lo sterminio dei nativi americani? In compenso sono bombardati sulla olocausto arrivando quasi a non ne poterne più
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6128
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 5:18 pm

Personalmente io (che ho 45 anni e non 14) mi sono sentita molto più sconvolta a passeggiare per il cimitero di guerra di Sarajevo, che in qualsiasi memoriale dell'Olocausto che abbia mai visitato. Perché quelle lapidi erano quasi tutte di gente nata negli anni sessanta e settanta, che adesso avrebbe avuto la mia età, e che per i primi 15 o 20 anni della propria vita aveva vissuto più o meno come me, in una società moderna che assomigliava molto a quella che ho conosciuto io...
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 5:36 pm

lucetta10 ha scritto:
Bisogna discutere su cosa sia "natura"! Sarà che sono cresciuta nel culto della festa del 1 maggio e che penso che una società si strutturi anche intorno alle proprie celebrazioni...
Ma sbaglierò: la scuola evidentemente forma il cittadino sulla base delle sole funzioni. Abbiamo davanti un futuro radioso
Hai fatto un bell'esempio; la celebrazione del primo maggio negli anni è diventata routinaria, stantia; inflazionare e banalizzare l'orgoglio del lavoro ha aperto la strada alla mortificazione del lavoro.

Il Job act è anche frutto del sentimento di rottura di coglioni nel partecipare agli annuali discorsetti del primo maggio.

Quale sarà il frutto del sentimento di rottura di coglioni nel partecipare agli annuali discorsetti sul giorno della memoria ?

Spero di sbagliarmi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15774
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 5:39 pm

Altro esempio ? La liturgia cristiana: ogni anno si festeggia il Natale; dopo 2000 anni con che spirito ?
Regali, vacanze, addobbi, per non parlare di liti sull'opportunità di imporlo ai non credenti; se Gesù fosse esistito resusciterebbe e ripeterebbe la cacciata dei mercanti dal tempio.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 5:45 pm

Sarajevo era negli anni ottanta moderna ed armonica.nell 84 fu sede delle olimpiadi invernali.era la norma la coppia ortodosso serbo mussulmano bosniaco. Si passo'in pochi mesi,nell estate del 92 a dover cucinare i cani e tagliare gli alberi nei.parchi per sopravvivere.lo scorso anno proposi per le quinte un viaggio a Sarajevo con un associazione, nessuno mi Cago' a vantaggio della blasonata dachau, che ho visitato ed è quasi interamente ricostruito.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: ESPERTI di mafia..   Lun Mar 21, 2016 9:19 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Altro esempio ? La liturgia cristiana: ogni anno si festeggia il Natale; dopo 2000 anni con che spirito ?
Regali, vacanze, addobbi, per non parlare di liti sull'opportunità di imporlo ai non credenti; se Gesù fosse esistito resusciterebbe e ripeterebbe la cacciata dei mercanti dal tempio.

Avido, nessuno impone nulla a nessuno. Almeno personalmente non ho mai assistito alla scena nella quale un credente cattolico imponga la sua fede ad un non credente. Al contrario, sono profondamente convinta che la scuola debba avere un approccio laico nei confronti della fede, ed è esattamente ciò che propongo in classe facendo conoscere ai ragazzi tutte le posizioni possibili che una persona può assumere nei confronti della religione: credente, ateo o agnostico.
In particolare, quando parlo di norme faccio una grande differenza tra quelle morali sociali e religiose da una parte, e quelle giuridiche dall'altra: solo le prime infatti sono unilaterali e spontanee, le seconde sono bilaterali ed obbligatorie.
Questo per spiegare che si può essere una persona perbene indipendentemente dal fatto che si creda o meno in Dio, e questa consapevolezza anticipa anche la possibilità di essere un buon cittadino che rispetta le regole giuridiche.
Quanto alle celebrazioni in memoria delle vittime delle mafie ritengo siano importanti per spiegare ai ragazzi cosa siano le mafie e come irretiscano le giovani reclute nell'organizzazione criminale, sfruttando non solo la loro condizione economicamente svantaggiata, ma anche l'assenza di valori come la dignità, il rispetto e l'amore verso il prossimo.
Come puoi ben osservare si tratta di principi che non sono appannaggio esclusivo di alcuna fede, ma patrimonio culturale dell'intera umanità.
Tornare in alto Andare in basso
 
ESPERTI di mafia..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Rita Dalla Chiesa, Mediaset e la mafia
» quali sono i ginecologi esperti di endometriosi?
» La politica e la mafia
» Torta di fragole per esperti
» Idiozie sì o no?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: