Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 bes o sfaticati?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 3:52 pm

Didattica poco inclusiva, la mia: le insufficienze sembrano essere prerogativa quasi esclusiva dei BES, sia di quelli dichiarati sia di quelli... dichiarabili con un minimo d'impegno in più da parte di famiglie e docenti.

La maggior parte di queste insufficienze non sono dovute ad alchimie neurologiche, a difficoltà nella lettura o nella scrittura, a QI sotto la media, a blocchi psicologici, a scarsa autostima o a problemi familiari: sono invece dovute a due motivi essenziali: 1) negligenza nel portare il materiale 2) negligenza nello studio casalingo (spesso di recupero)

Sembrano caduti in un pozzo senza rendersi conto che c'è un unico modo per uscirne: usare la scaletta che viene loro continuamente gettata e che però devono salire con le proprie forze.

O forse sarei più inclusivo se bloccassi la classe e consentissi ai reprobi di svolgere in aula il lavoro che avrebbero dovuto fare a casa per recuperare a loro volta quello che non hanno saputo e voluto fare in classe?

[OT] per i talebani della grammatica il verbo salire è anche transitivo.
Tornare in alto Andare in basso
Online
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:27 pm

I BES sono per definizione persone che hanno bisogno di aiuto (magari anche solo per un periodo di tempo limitato). Non lo decidono loro di essere BES; lo decide il CDC. Io vedo questa "sigla" anche come un escamotage del legislatore, il quale si è accorto di aver combinato un pasticcio ed è corso ai ripari.

Quando ero alle medie si presentavano spesso difficoltà di valutazione per alunni che, ad esempio, avendo problemi linguistici o difficoltà di ragionamento (troppo lievi per essere certificate!) non riuscivano a raggiungere una sufficienza vera, nonostante tutti i loro sforzi. L'asticella era veramente troppo alta per loro, non ci sarebbero MAI arrivati. Ed allora che si fa? Non gli si dà la licenza media (con la quale oggi non vanno neanche a fare gli operatori ecologici)? E' chiaro che in questi casi la logica ed il buonsenso vogliono che si valuti il percorso formativo del ragazzo.

Purtroppo oggi ottenere certificazioni è diventata un'impresa titanica. Prima che inventassero la categoria dei BES avevo in classe un ragazzo di origine sudamericana, evidentemente disgrafico: scriveva tutte le parole attaccate senza soluzione di continuità; i suoi quaderni erano da manicomio (per l'insegnante), nonostante lui si sforzasse di lavorare a casa. Siccome aveva una rapidissima capacità di apprendimento ed un'alta soglia di attenzione, i medici gli avevano negato qualsiasi forma di certificazione, sostenendo che le sue qualità compensavano le deficienze. Ok. Ed io, che ero l'insegnante di Lettere, come avrei dovuto valutarlo in Italiano scritto? E su quali basi avrei potuto esentarlo dalle verifiche? Lo decidevo io, da sola, a lume di naso? Oggi il CDC ha il "potere" di decidere (giustamente, a mio avviso) che un ragazzo del genere va valutato come gli altri solo all'orale, mentre allo scritto bisogna tener conto delle sue difficoltà.

Esempio diverso (questa volta recente, risale a pochi giorni fa). Al cambio dell'ora, quando io entro in classe, la collega di Inglese, che sta andando via, redarguisce in modo molto severo un ragazzo, minacciandogli un due se per il giorno dopo non le porta degli esercizi di grammatica svolti (si trattava di una fotocopia con esercizi di completamento).
Il giorno dopo, alla prima ora, chiedo al ragazzo in questione se abbia svolto gli esercizi. Naturalmente se n'è dimenticato! E' il quarto di sette fratelli, vive in un contesto sociale degradato, in condizioni di indigenza, arriva a scuola con i vestiti unti e strappati, che gli vanno piccoli perché è cresciuto all'improvviso in altezza. Gli dico di tirar subito fuori la fotocopia e di svolgere all'istante gli esercizi. Sapete quanto ha impiegato? Un quarto d'ora! Non so se li abbia svolti correttamente, ma l'intelligenza non gli manca. Semplicemente non ha nessuno a casa che si preoccupi per lui e gli "ricordi" di fare il suo dovere. Chi a casa è seguito da una pletora di professori privati profumatamente pagati merita forse più di lui?


Ultima modifica di ludmilla72 il Ven Mar 18, 2016 4:58 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paolo88



Messaggi : 2177
Data d'iscrizione : 04.01.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:31 pm

ushikawa ha scritto:
Didattica poco inclusiva, la mia: le insufficienze sembrano essere prerogativa quasi esclusiva dei BES, sia di quelli dichiarati sia di quelli... dichiarabili con un minimo d'impegno in più da parte di famiglie e docenti.

La maggior parte di queste insufficienze non sono dovute ad alchimie neurologiche, a difficoltà nella lettura o nella scrittura, a QI sotto la media, a blocchi psicologici, a scarsa autostima o a problemi familiari: sono invece dovute a due motivi essenziali: 1) negligenza nel portare il materiale 2) negligenza nello studio casalingo (spesso di recupero)

Sembrano caduti in un pozzo senza rendersi conto che c'è un unico modo per uscirne: usare la scaletta che viene loro continuamente gettata e che però devono salire con le proprie forze.

O forse sarei più inclusivo se bloccassi la classe e consentissi ai reprobi di svolgere in aula il lavoro che avrebbero dovuto fare a casa per recuperare a loro volta quello che non hanno saputo e voluto fare in classe?

[OT] per i talebani della grammatica il verbo salire è anche transitivo.

Oggi è scoppiata questa moda dei Bes, ormai ne crescono come funghi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:34 pm

Esempio diverso (questa volta recente, risale a pochi giorni fa). Al cambio dell'ora, quando io entro in classe, la collega di Inglese, che sta andando via, redarguisce in modo molto severo un ragazzo, minacciandogli un due se per il giorno dopo non le porta degli esercizi di
Citazione :
grammatica svolti (si trattava di una fotocopia con esercizi di completamento).
Il giorno dopo, alla prima ora, chiedo al ragazzo in questione se abbia svolto gli esercizi. Naturalmente se n'è dimenticato! E' il quarto di sette fratelli, vive in un contesto sociale degradato, in condizioni di indigenza, arriva a scuola con i vestiti unti e strappati, che gli vanno piccoli perché è cresciuto all'improvviso in altezza. Gli dico di tirar subito fuori la fotocopia e di svolgere all'istante gli esercizi. Sapete quanto ha impiegato? Un quarto d'ora! Non so se li abbia svolti correttamente, ma l'intelligenza non gli manca. Semplicemente non ha nessuno a casa che si preoccupi per lui e gli "ricordi" di fare il suo dovere. Chi a casa è seguito da una pletora di professori privati profumatamente pagati merita forse più di lui?

Eppure per qualcuno è difficile capire che in alcuni casi non è disimpegno ma bisogno.

Ottimo ludimilla (per quanto può valere ; - ) )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paolo88



Messaggi : 2177
Data d'iscrizione : 04.01.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:36 pm

Ormai i Bes e Dsa nascono come funghi..I dsa e bes in realtà sarebbero pochissimi,molti sono fatti passare per bes o dsa quando invece hanno deficit cognitivi,mentre gli altri sono solo sfaticati. Però capisco che sia importante portare avanti la moda dei bes
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:44 pm

[quote="ushikawa]

La maggior parte di queste insufficienze non sono dovute ad alchimie neurologiche, a difficoltà nella lettura o nella scrittura, a QI sotto la media, a blocchi psicologici, a scarsa autostima o a problemi familiari: sono invece dovute a due motivi essenziali: 1) negligenza nel portare il materiale 2) negligenza nello studio casalingo (spesso di recupero)[/quote]

"I dsa e bes in realtà sarebbero pochissimi,molti sono fatti passare per bes o dsa quando invece hanno deficit cognitivi,mentre gli altri sono solo sfaticati." (paolo88)

Il CDC siete voi: perché li dichiarate BES, se pensate che non lo siano?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:45 pm

ludmilla72 ha scritto:
Il giorno dopo, alla prima ora, chiedo al ragazzo in questione se abbia svolto gli esercizi. Naturalmente se n'è dimenticato! E' il quarto di sette fratelli, vive in un contesto sociale degradato, in condizioni di indigenza, arriva a scuola con i vestiti unti e strappati, che gli vanno piccoli perché è cresciuto all'improvviso in altezza. Gli dico di tirar subito fuori la fotocopia e di svolgere all'istante gli esercizi. Sapete quanto ha impiegato? Un quarto d'ora! Non so se li abbia svolti correttamente, ma l'intelligenza non gli manca. Semplicemente non ha nessuno a casa che si preoccupi per lui e gli "ricordi" di fare il suo dovere. Chi a casa è seguito da una pletora di professori privati profumatamente pagati merita forse più di lui?

E per un ragazzo con una situazione del genere, la soluzione dovrebbe essere quella di ALLEGGERIRGLI il lavoro da svolgere, di offrirgli la verifica facilitata, il programma personalizzato, i compiti a casa ridotti... come se fosse una persona con capacità cognitive sotto la media, quando invece non è vero per niente?

O addirittura (abitudine purtroppo comunissima) quello di dargli gli stessi strumenti compensativi e dispensativi che si danno in un caso di DSA, ossia il diritto di portarsi dietro i formulari, le tabelle, gli schemi, quando lui non ne ha bisogno perché non ha nessun DSA, e anzi darglieli lo danneggerebbe e basta (perché lo incoraggerebbe a sforzarsi di meno e a NON sviluppare le sue capacità autonome che, invece ha eccome)?
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:55 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


E per un ragazzo con una situazione del genere, la soluzione dovrebbe essere quella di ALLEGGERIRGLI il lavoro da svolgere, di offrirgli la verifica facilitata, il programma personalizzato, i compiti a casa ridotti... come se fosse una persona con capacità cognitive sotto la media, quando invece non è vero per niente?

O addirittura (abitudine purtroppo comunissima) quello di dargli gli stessi strumenti compensativi e dispensativi che si danno in un caso di DSA, ossia il diritto di portarsi dietro i formulari, le tabelle, gli schemi, quando lui non ne ha bisogno perché non ha nessun DSA, e anzi darglieli lo danneggerebbe e basta (perché lo incoraggerebbe a sforzarsi di meno e a NON sviluppare le sue capacità autonome che, invece ha eccome)?

Non ho affatto detto questo. La soluzione che ho adottato io è stata quella di fargli svolgere gli esercizi di Inglese in classe, nell'ora di Storia. Ogni BES è differente (la categoria è fluida) ed è il CDC che deve valutare quali interventi possano essere positivi, a seconda del caso.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 4:57 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
Il giorno dopo, alla prima ora, chiedo al ragazzo in questione se abbia svolto gli esercizi. Naturalmente se n'è dimenticato! E' il quarto di sette fratelli, vive in un contesto sociale degradato, in condizioni di indigenza, arriva a scuola con i vestiti unti e strappati, che gli vanno piccoli perché è cresciuto all'improvviso in altezza. Gli dico di tirar subito fuori la fotocopia e di svolgere all'istante gli esercizi. Sapete quanto ha impiegato? Un quarto d'ora! Non so se li abbia svolti correttamente, ma l'intelligenza non gli manca. Semplicemente non ha nessuno a casa che si preoccupi per lui e gli "ricordi" di fare il suo dovere. Chi a casa è seguito da una pletora di professori privati profumatamente pagati merita forse più di lui?

E per un ragazzo con una situazione del genere, la soluzione dovrebbe essere quella di ALLEGGERIRGLI il lavoro da svolgere, di offrirgli la verifica facilitata, il programma personalizzato, i compiti a casa ridotti... come se fosse una persona con capacità cognitive sotto la media, quando invece non è vero per niente?



Solo se il pdp lo si fa a crocette può succedere una cosa del genere.

E fare il pdp a crocette non lo prevede certo la legge.

La misura per questo ragazzo è capire (e scrivere in pdp visto che la professoressa di inglese non lo capsice) la sua difficoltà oggettiva e permettergli ad esempio, dieci minuti di tempo per fare i compiti a scuola, così se li ricorda.

E' proprio questo il motivo per cui serve il pdp anche nelle situazioni in cui si dice "ma lo si è sempre fatto di aiutare ed essere tolleranti con chi si trovi in un momento difficile della vita" qualcuno non avrebbe bisogno di scrivere pdp. Altri si. Per questi ragazzi, se li si vuol far superare il momento e non indurli ad abbandonare, è necessario che TUTTI i docenti abbiano attenzione al loro bisogno, non random solo da parte di chi vale di più umanamente e professionalmente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 5:47 pm

Forse non mi sono spiegato bene.

Alcuni di questi alunni con bes e pseudobes hanno un problema di DSA, altri problemi socio-economico-familiari, altri non hanno assolutamente nessun certificato e nessun evidente problema cognitivo, di apprendimento o familiare.

Ma a parte quelli con situazioni difficili a livello socio-economico-familiare, che cerco di far lavorare in classe con materiale portato da me, gli altri, con certificazione per DSA o senza nulla, non hanno a mio avviso giustificazione per dimenticare sistematicamente il materiale a casa. In alternativa dovrei pensare che la dislessia giustifichi la negligenza, e altrettanto valga per lo scarso rendimento scolastico generalizzato privo di cause patologiche di qualunque tipo.

L'approccio tollerante finora non ha funzionato; adesso provo con qualcos'altro.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:10 pm

Non negligenza ma problemi di organizzazione e di memoria.

Dimenticare il materiale a casa per un dsa è normale, così come è normale dimenticarsi di fare qualcosa, così come è normale non ricordarsi dove si sono appoggiate le chiavi.

E' una caratteristica precisa di chi ha un dsa.

L'ho già raccontato, forse anche qui: emblematico il racconto della mamma di Daniele Zanoni, dsa, ora laureato.

Era costantemente costretta a rifargli la lista delle cose da ricordare, che se anche gliele segnava lui si dimenticava di guardare le annotazioni.

Una mattina, andando a scuola con il bimbo caricato dietro sulla bicicletta la signora Maria comincia: Daniele, hai messo il quaderno di italiano nello zaino? si mamma. Daniele hai messo le scarpe da ginnastica? si mamma Daniele il diario l'hai portato? si mamma.

Arrivati a scuola, un bacio al bimbo e..

Daniele, ma dove è lo zaino? L'ho lasciato a casa, mamma!


E' storia vera, Ushikawa, persone che conosco.
E' storia vera; ushikawa, la vivo ancora tutti i giorni e ti assicuro che il mio dsa diplomato e perfettamente in regola con gli esami al suo secondo anno di università, non è per nulla negligente. Ma ogni tre per due mi telefona per dirmi; mamma vai sulla scrivania e mi fai la foto degli appunti che mi sono dimenticato di prenderli?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:12 pm

Comunque, nel mio personale campionario, le richieste di bes da parte delle famiglie, o le pressioni dei DS e di altre figure interne alla scuola per far dichiarare il bes a tutti i costi, non hanno quasi mai a che fare con l'effettiva serietà dei problemi personali dell'alunno, ma SOLO con la sua situazione didattica e disciplinare al momento, che di solito è la situazione didattica che aveva anche PRIMA che i problemi sopravvenissero.

Ossia, se il ragazzo ha veramente dei problemi personali gravissimi, però è intelligente, è consapevole, ha voglia di studiare, e riesce a tenere risultati dignitosi, nessuno si sogna di proporre il bes. La famiglia no, perché si vergognerebbe di attaccarsi a un mezzuccio del genere per garantirgli una scorciatoia di comodo, e il consiglio di classe nemmeno, perché sa che la famiglia non la prenderebbe bene.

Il bes viene richiesto solo ed esclusivamente quando il ragazzo rischia la bocciatura (e magari l'avrebbe rischiata lo stesso, per motivi che non c'entrano niente con i problemi personali di cui sopra).

In tempi abbastanza recenti ho avuto personalmente tre casi eclatanti, che in teoria dovrebbero essere l'esempio perfetto, da manuale, per giustificare il bes: due per un gravissimo problema di salute, e un altro per un lutto familiare veramente pesante e traumatico.

Solo che tutti i ragazzi in questione avevano voti buoni, e dopo una fase intermedia di sbando e di assestamento hanno ricominciato subito a prendere voti buoni, e allora nessuno si è sognato di chiedere il bes.

Sono stati aiutati a livello informale, si è stati più tolleranti sulle assenze, si è consentito loro di venire a fare le verifiche quando preferivano, ma non si è mai parlato di bes o di pdp.

Nello stesso periodo, e nelle stesse classi, si sono dichiarati dei bes per problemi familiari o psicologici molto meno gravi (e magari anche pretestuosi), solo perché gli studenti in questione avevano risultati scolastici scarsi anche prima, ed essendo peggiorati appena di un pochino rispetto a una situazione già drammatica, hanno rischiato seriamente la bocciatura. E allora, immediatamente, qualcuno ha proposto il bes come possibile salvacondotto per evitarla.

Ma francamente, vedere che a Pierino a cui è morta la madre o a Paoletta a cui è stata diagnosticata una malattia cronica seria, NON si faccia il bes perchè tanto prendono 7 e 8 lo stesso... mentre a Peppino che già da anni aveva le sfilze di 4 e adesso ha cominciato a prendere anche i 3 si faccia il bes perché "la psicologa ha certificato che soffre di ansia da prestazione scolastica", un pò di tristezza me la ispira.

E, a dirla tutta, mi ispira anche un po' di senso di nausea per l'ipocrisia plateale di tutta la faccenda.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Ven Mar 18, 2016 10:12 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:18 pm

Ire ha scritto:
Non negligenza ma problemi di organizzazione e di memoria.

Dimenticare il materiale a casa per un dsa è normale, così come è normale dimenticarsi di fare qualcosa, così come è normale non ricordarsi dove si sono appoggiate le chiavi.

E' una caratteristica precisa di chi ha un dsa.

Scusa, ma che c'entrano i dsa con i casi di cui si stava parlando qui?

Forse, nel tuo accanimento missionario di vedere dsa dappertutto e di ricondurre ai dsa qualsiasi problema dell'umanità (non solo scolastico, ma qualsiasi problema personale o sociale a livello planetario)... non ti sei accorta che NON SI STAVA AFFATTO parlando di certificazioni di dsa, ma di casi di bes richiesti o proposti per ragioni diverse, che non c'entrano niente coi dsa.

Prova un po' a pensare che la vita, l'universo e tutto quanto (e la risposta è quarantadue) non gravitino necessariamente solo intorno ai problemi che conosci meglio tu o che sono stati importanti per te.

L.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:28 pm

ushikawa ha scritto:
Ma a parte quelli con situazioni difficili a livello socio-economico-familiare, che cerco di far lavorare in classe con materiale portato da me, gli altri, con certificazione per DSA o senza nulla, non hanno a mio avviso giustificazione per dimenticare sistematicamente il materiale a casa. In alternativa dovrei pensare che la dislessia giustifichi la negligenza


E' inutile, ogni tanto ci vuoi infilare che secondo me il mondo gravita intorno a ciò che conosco io e ce lo infili.  
Indipendentemente dal fatto che ci stia o meno.



Edit.

Ho fatto un quote parziale, sto parlando con paniscus che si chiede cosa c'entrino i dsa in questo discorso


Ultima modifica di Ire il Ven Mar 18, 2016 6:29 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:29 pm

ludmilla72 ha scritto:
I BES sono per definizione persone che hanno bisogno di aiuto (magari anche solo per un periodo di tempo limitato). Non lo decidono loro di essere BES; lo decide il CDC. Io vedo questa "sigla" anche come un escamotage del legislatore, il quale si è accorto di aver combinato un pasticcio ed è corso ai ripari.

Questa sigla non è un escamotage. E' la sigla con cui nei paesi anglosassoni si indicano gli alunni con handicap.

La mia sensazione è che sia il primo passo di un percorso che, alla lunga, porta all'abolizione del docente di sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:32 pm

mac67 ha scritto:
ludmilla72 ha scritto:
I BES sono per definizione persone che hanno bisogno di aiuto (magari anche solo per un periodo di tempo limitato). Non lo decidono loro di essere BES; lo decide il CDC. Io vedo questa "sigla" anche come un escamotage del legislatore, il quale si è accorto di aver combinato un pasticcio ed è corso ai ripari.

Questa sigla non è un escamotage. E' la sigla con cui nei paesi anglosassoni si indicano gli alunni con handicap.

La mia sensazione è che sia il primo passo di un percorso che, alla lunga, porta all'abolizione del docente di sostegno.

Almeno nelle situazioni non gravissime temo di sì
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:50 pm

Dopo aver letto la discussione, mi sembra di capire meglio il discorso di Paniscus. Il bello del nostro mestiere è che si ha a che fare con persone che, per definizione, sono tutte diverse; non tutte le strategie funzionano con tutti nello stesso modo. In alcuni casi, anche nei confronti dei BES, una sana in****atura ci sta benissimo e sortisce l'effetto. Bisogna prevedere per gli alunni obiettivi che loro possano raggiungere, ma poi essere intransigenti se si adagiano sulla loro "sfortunata condizione". Un buon insegnante dovrebbe saper distinguere.

Poi, è vero, ci sono quelli che, nonostante i lutti e le difficoltà, procedono da soli. Anche in questo caso: non siamo tutti uguali. E perché dovremmo tarpare le ali ad un ragazzo a cui è morta la mamma, pretendendo di meno, se per lui magari immergersi nello studio è un modo per affrontare la perdita (e, nello stesso tempo, per ottenere risultati eccellenti)?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8337
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 6:59 pm

non è che il fatto che muoia la mamma comporti automaticamente lo status di bes ..

se si butta nello studio, se comincia ad andare meglio.....

il bes lo si prende in considerazione in base al ragazzo e alle sue prestazioni non certo in base al suo status
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 8:09 pm

ludmilla72 ha scritto:

Quando ero alle medie si presentavano spesso difficoltà di valutazione per alunni che, ad esempio, avendo problemi linguistici o difficoltà di ragionamento (troppo lievi per essere certificate!) non riuscivano a raggiungere una sufficienza vera, nonostante tutti i loro sforzi. L'asticella era veramente troppo alta per loro, non ci sarebbero MAI arrivati. Ed allora che si fa? Non gli si dà la licenza media (con la quale oggi non vanno neanche a fare gli operatori ecologici)? E' chiaro che in questi casi la logica ed il buonsenso vogliono che si valuti il percorso formativo del ragazzo.

In realtà bisognerebbe smetterla di richiedere la licenza media per lavori che necessitano la quinta elementare, il diploma per professioni per cui la terza media è più che sufficiente e la laurea per lavori per cui un diploma basta e avanza.
Questo però non dipende da noi docenti.
E allora nel contesto attuale va benissimo dare comunque la licenza media turandosi il naso, ma che si abbia almeno il coraggio di mettere nero su bianco quello che tu stessa hai riconosciuto: stiamo abbassando l'asticella e, (aggiungo io), stiamo certificando competenze fasulle.
Cosa accade invece?
Che sempre più spesso con dsa e bes vari si assiste ad una situazione in cui formalmente si perseguono gli stessi obiettivi di apprendimento validi per tutti gli altri, dichiarando di operare solo attraverso metodologie differenti e specifiche, ma NEI FATTI si segue una programmazione differenziata.
Aggiungo poi che il discorso che fai tu con la terza media ("gliela diamo comunque perché altrimenti non può fare neanche l'operatore ecologico") viene poi applicato nella scuola secondaria superiore e qualche cervellone vorrebbe introdurre questo geniale sistema anche nell'università.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:21 pm

Ire ha scritto:
non è che il fatto che muoia la mamma comporti automaticamente lo status di bes ..

se si butta nello studio, se comincia ad andare meglio.....

il bes lo si prende in considerazione in base al ragazzo e alle sue prestazioni non certo in base al suo status

Ah, quindi il bes esiste solo in funzione del fatto che il ragazzo "va male a scuola" e che rischia di bocciare?

Quindi si ammette che il bes consiste solo nell'avere uno SCONTO sulle richieste didattiche.

Come a dire, quelli che hanno un problema personale ma studiano e non chiedono sconti, allora non hanno bisogno del bes...

...mentre il bes serve solo a quelli che, oltre ad avere un problema personale, nemmeno studiano, e non studiavano neanche prima di avere tale problema, e che vogliono solo ottenere lo sconto?

E se il problema personale serio nemmeno ce l'hanno, ma il loro unico problema oggettivo è che non studiano, va bene, qualche motivazione per concedere lo sconto gliela troviamo lo stesso...
Tornare in alto Andare in basso
hypernova



Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:26 pm

Il DS da noi, col fatto che abbiamo una classe dove ci sarebbero 7 persone da bocciare, ha detto che dobbiamo farne almeno 3/4 BES
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6182
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:32 pm

E in basa a quale criterio si sceglierebbero quelli da "fare BES" rispetto agli altri?
E soprattutto, dove sta scritto che se si fa il BES poi è garantito che non si può bocciare?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:35 pm

La fabbrica dei bes...
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:53 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


Quindi si ammette che il bes consiste solo nell'avere uno SCONTO sulle richieste didattiche.

Non dovrebbe essere uno sconto, ma un aiuto ed un sostegno in più nello studio. Il fatto è che, con le scarse risorse della scuola, è difficile fornire questo aiuto, quindi di fatto tutti trovano più comodo chiudere gli occhi in fase di valutazione, consapevoli di aver diagnosticato il problema ma di non aver messo in atto tutto quanto era necessario per ottenere dall'alunno un effettivo recupero.

paniscus_2.0 ha scritto:



E se il problema personale serio nemmeno ce l'hanno, ma il loro unico problema oggettivo è che non studiano, va bene, qualche motivazione per concedere lo sconto gliela troviamo lo stesso...

Se il problema ci sia o meno e se debba essere preso in considerazione, lo decide il CDC. Se ritenete che non ci sia, nessun DS può obbligarvi a riconoscere un BES.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: bes o sfaticati?   Ven Mar 18, 2016 10:58 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

E soprattutto, dove sta scritto che se si fa il BES poi è garantito che non si può bocciare?

Se il CDC ha la coscienza pulita, in quanto ritiene di aver messo in atto tutte le strategie possibili senza ottenere alcun miglioramento, l'alunno BES può ripetere l'anno. Non succede quasi mai, per ovvie ragioni.
Tornare in alto Andare in basso
 
bes o sfaticati?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 4Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: