Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ........... perchè sapevano troppo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 5:16 pm

http://www.orizzontescuola.it/news/riforme-giannini-stiamo-operando-uninversione-tendenza-nellistruzione-dalla-quantit-alla-qualit

"Stiamo operando un'inversione di tendenza nell'istruzione: dalla quantità alla qualità"

I nostri ragazzi sanno troppe cose, dobbiamo darci una calmata, potrebbero scoppiargli le teste.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 5:19 pm

Sono d accordo. Perché sapere.i risultati delle partite di tutte le squadre dal 99 ad oggi?limitiamoci ai risultati di una squadra sola..
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 5:29 pm

Il discorso è chiaramente autocelebrativo, retorico, scritto da chissà chi al ministero, ma sotto sotto esprime una idea che trovo condivisibile e di buon senso.
Secondo me a scuola si fa troppo e soprattutto non si fanno le cose giuste.
Troppi progetti, troppe gite, troppe esperienze, poca istruzione; troppe nozioni utili a far scintillare gli insegnanti, poche nozioni utili agli studenti, a partire dalle famose competenze di base.
Non è con l'autonomia che si combatte tutto ciò, anzi: l'autonomia finora ha fallito proprio per l'estrema dispersività dell'insegnamento.
Non sono neanche le teste che scoppiano: al contrario, poichè è tutto trattato in maniera estremamente superficiale, non c'è niente che si deposita davvero. E' come se lo strato più esterno della mente fosse talmente intasato di informazioni inutili da non permettere a niente di scendere a fondo.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 5:37 pm

Se non fosse che la qualità non si basa sul niente, ma su una (almeno) minima quantità (almeno) sufficientemente appresa, interiorizzata ed elaborata.
Mi aiutate a capire come rendere "qualitativa" la matematica? Io non ci arrivo

Ho anche letto nell'articolo postato che bisogna ottenere "la contaminazione di saperi, oltre che di attività", e quindi ecco l'alternanza scuola/lavoro, che riduce ancor di più la quantità da offrire agli studenti, rubando ore alla didattica e allo studio.
A scuola di mia figlia, che frequenta il liceo classico, li hanno divisi in gruppi e portati in banca per renderli edotti della giornata lavorativa tipo dell'impiegato bancario, e relative operazioni (pare che i fortunati delle ultime file, se non avevano dietro compiti da fare, si facevano ricche dormite). Va da sè, poi, che se stai progettando di iscriverti ad ingegneria aerospaziale forse, al momento, non ti frega poi tanto di conoscere il contesto lavorativo della banca.
Adesso, nel pomeriggio, fanno ore di alternanza facendo assistenza a bambini con handicap nella piscina comunale. Posto che quest'ultima è una nobile azione, che minchia c'azzecca con l'avvicinare gli studenti ai contesti lavorativi per realizzare questa "contaminazione" di saperi e di attività?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8333
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 6:01 pm

non mi esprimo sul resto ma avere almeno una idea di come possa essere la vita lavorativa di un impiegato e venire a contatto con le difficoltà e con la vita vera, con la necessità di prendere piccole decisioni su come fare qualcosa (per i bambini con handicap generalmente le cose si fanno in modo diverso rispetto al modo abituale e lavorare con loro mette in discussione tutte le abitudini) non può che essere estremamente utile per uno studente anche per la sua attività di studio. Per considerarla in modo diverso, per capire che ci sono tanti modi per fare la stessa cosa...... non dico che tutti tutti ne abbiano bisogno, magari sono già capaci di vederlo, però..
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
seasparrow



Messaggi : 1134
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 6:10 pm

Romado72 ha scritto:

alternanza scuola/lavoro problemi
io sono stato quest'anno a Genova a

http://www.abcd-online.it/

ho parlato con responsabili di varie aziende: per aziende serie questa metodologia ha valore per studenti di 5a selezionati o studenti uni in tesi (esami fatti tutti neanche uno rimasto da fare)

in alternativa si ha una visita aziendale superficiale o volontariato
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 6:18 pm

Ma infatti, Ire, mia figlia è contentissima di quest'ultima esperienza. Io discutevo di cosa significasse, in questo contesto, l'alternanza scuola/lavoro, perché questo non è, in tal caso, è semplicemente fare del bene, toccare con mano un tipo di vita che non conosci.
L'esperienza in banca, o in un'azienda, invece, lascia qualche traccia e stimola sicuramente più interesse negli alunni alle prese con ragioneria, tecnica bancaria e materie simili.
Tra l'altro, istituti come il liceo classico sono abbastanza in difficoltà nell'organizzare esperienze lavorative tipo per i propri studenti, e quindi, almeno in quello di mia figlia, si stanno organizzando sulle attività sociali.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 6:20 pm

@seasparrow
Spiegati meglio, non ho capito un tubo!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 7:55 pm

Ire ha scritto:
non mi esprimo sul resto ma avere almeno una idea di come possa essere la vita lavorativa di un impiegato e venire a contatto con le difficoltà e con la vita vera, con la necessità di prendere piccole decisioni su come fare qualcosa (per i bambini con handicap generalmente le cose si fanno in modo diverso rispetto al modo abituale e lavorare con loro mette in discussione tutte le abitudini) non può che essere estremamente utile per uno studente anche per la sua attività di studio.  Per considerarla in modo diverso, per capire che ci sono tanti modi per fare la stessa cosa...... non dico che tutti tutti ne abbiano bisogno, magari sono già capaci di vederlo, però..
Quindi come attività extrascolastica di tipo facoltativo sarebbe perfetta.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 7:59 pm

Romado72 ha scritto:
@seasparrow
Spiegati meglio, non ho capito un tubo!
Intende dire che le aziende serie preferiscono entrare in contatto con ragazzi che hanno la testa sull'esperienza che stanno facendo e non sugli esami che devono fare, magari con ragazzi che hanno imparato tutto quello che dovevano imparare e non con ragazzi che sono a metà del loro apprendimento ovvero a metà della loro ignoranza.
Tornare in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 1134
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Sab Mar 19, 2016 11:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Romado72 ha scritto:
@seasparrow
Spiegati meglio, non ho capito un tubo!
Intende dire che le aziende serie preferiscono entrare in contatto con ragazzi/e (selezionati/e un minimo) che hanno la testa sull'esperienza che devono svolgere
si appunto intendevo questo ... altrimenti l'accoglienza diventa una semplice presentazione aziendale(insomma l'azienda la valuta come pubblicita') ... il mondo del lavoro privato e' spietato(io lo ho imparato bene) ... questo si dovrebbe insegnare ... e invece quando parlo di questo mi guardano con l'aria sostanzialmente poco convinta ... come le ragazze del video degli Stadio un giorno mi dirai
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Dom Mar 20, 2016 8:10 am

Mah, a me pare invece che normalmente le aziende abbiano il terrore di doversi accollare gruppi di ragazzi vagolanti e annoiati, che potrebbero anche fare danni...
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1789
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: ........... perchè sapevano troppo   Dom Mar 20, 2016 10:10 am

Si vuol suggerire a docenti e dirigenti che invece di aumentare il numero di aule, gli stipendi, le infrastrutture (tutte cose Quantitative, che costano Soldi) si può aumentare la qualità... ovvero fare CON GLI STESSI SOLDI e CON GLI STESSI MEZZI di ora, un lavoro "migliore".
Insomma è la solita truffa del "fai meglio con meno" ... che tradotto in "aumentiamo la qualità senza aumentare la quantità" ha pure la pretesa di farci digerire il sopruso come una sacrosanta innovazione
Tornare in alto Andare in basso
 
........... perchè sapevano troppo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» io però, mo c'ho paura perchè gli embrioni icsi non sono buoni come quelli
» Perchè i capi
» [libro] MAMME CHE AMANO TROPPO
» [Articolo] Il bambino "troppo" amato - Processo a mamma e nonni
» Topo perchè hai deciso di adottare?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: