Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Una soluzione per la questione degli orali.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Una soluzione per la questione degli orali.   Dom Mar 20, 2016 9:28 am

Promemoria primo messaggio :

Qualche mese fa dibattemmo su come fosse possibile fare 2 giri di orali quando si hanno solo due ore a settimana in una classe di 25 - 30; una collega di un'altra scuola mi ha detto come fa lei e a pensarci è l'uovo di colombo, benchè la cosa mi lasci abbastanza perplesso:

1) La spiegazione dei singoli autori è molto sintetica e schematica.
2) Assegna poi molte pagine dal libro di testo da fare in autonomia per completare aspetti non visti a lezione.
3) Interroga ad ogni lezione e, non essendo programmate, c'è sempre qualcuno che non è preparato e quindi l'interrogazione dura meno.

Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 12:11 pm

comp_xt ha scritto:
A quel punto, fra l'essere rigidissimo durante l'anno ed essere poi costretto a calarmi le braghe agli scrutini finali o accettare verifiche programmate e ricorrere, quando le ore a disposizione sono poche, anche a scritti validi per l'orale, preferisco di gran lunga la seconda alternativa.

Condivido quasi tutto, tranne l'avversione verso gli "scritti validi per l'orale". Non mi metto assolutamente nei panni di chi insegna materie molto diverse dalle nostre, ma per matematica e fisica considero l'interrogazione orale un'inutile e ipocrita perdita di tempo, e sono favorevolissima a ridurre le interrogazioni al minimo, e fare tutto scritto il più possibile.

Esistono materie in cui lo scritto e l'orale valutano due tipi di competenze completamente diverse, e quindi sono entrambi necessari. Ma in matematica, all'orale, vengono richieste le stesse cose dello scritto, con l'unica differenza che la situazione è molto meno efficiente dal punto di vista della concentrazione dello studente, molto più soggetta a fluttuazioni casuali dovute all'emotività personale o all'atmosfera della classe intorno, e molto più dispersiva in termini di tempo... e quindi, all'orale si finisce col dare voti molto meno significativi che allo scritto.

L.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Gio Mar 24, 2016 3:51 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 1:28 pm

Giusto per le dimostrazioni dei teoremi o per le illustrazioni de fenomeni (fisica)
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 1:34 pm

Le dimostrazioni dei teoremi, per quel pochissimo che si fanno, si possono benissimo richiedere come domanda "teorica" in un compito scritto.

Così almeno ci si risparmia la pantomima insostenibile dell'alunno che annaspa e che (invece di scrivere una relazione geometrica precisa o almeno di enunciarla per esteso) pronuncia mezza sillaba per volta, chiedendo conferma di ogni singolo passaggio e indovinandoci per puro caso solo al quarto o quinto tentativo... per poi cascare dal pero e piagnucolare "ma come è possibile che mi abbia dato l'insufficienza, se gli ho detto tutto?"

Appena si ritorna dalle vacanze di Pasqua, in una classe quarta, si fa un compito su argomenti di probabilità e statistica che è stato già rinviato per quasi tre settimane a causa di gite, assemblee, stage universitari equant'altro. Oltre agli esercizi, ho mollato ai simpaticoni un RACCONTO DA LEGGERE, scritto da un divulgatore scientifico ma in forma esclusivamente narrativa, in cui c'è una sorta di mistero poliziesco la cui risoluzione è basata sugli stessi principi matematici che hanno appena studiato e che fanno parte degli argomenti richiesti. Ho specificato bene che nel compito potrà anche esserci una domanda discorsiva sulla comprensione dei contenuti del racconto stesso. E ci mancherebbe che dovessi pure interrogarli all'orale uno per uno, per verificare che l'abbiano letto davvero...
Tornare in alto Andare in basso
Online
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 2:31 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
(...) Oltre agli esercizi, ho mollato ai simpaticoni un RACCONTO DA LEGGERE, scritto da un divulgatore scientifico ma in forma esclusivamente narrativa, in cui c'è una sorta di mistero poliziesco la cui risoluzione è basata sugli stessi principi matematici che hanno appena studiato e che fanno parte degli argomenti richiesti. (...)

Ciao paniscus 2.0,

di che racconto si tratta? mi hai incuriosito : )

Scusate per l'OT...non ho veri contributi da aggiungere; per rispetto al thread dico che ho "rinunciato" ad avere voti di orale (reali) nelle classi con meno ore, li sostituisco con verifiche scritte (da 45/50 minuti) valide per l'orale a 6/8 studenti per volta mentre il resto della classe è impegnata in esercitazione guidata. Ovviamente gli interrogati smettono praticamente di studiare subito dopo, col risultato che se lo scritto successivo è distante nel tempo poi lì fanno disastri sulle parti su cui sono già stati valutati. Amen...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 3:11 pm

Il libro è questo:

https://books.google.it/books/about/Sherlock_Holmes_e_le_trappole_della_logi.html?id=0o3DPAAACAAJ&source=kp_cover&redir_esc=y

E' composto da capitoli separati che costituiscono racconti abbastanza indipendenti l'uno dall'altro, quindi non c'è bisogno di leggerli in sequenza. Ai ragazzi ho dato un capitolo solo, poi nel caso improbabile che qualcuno volesse leggersi anche gli altri, sarebbe il benvenuto...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 3:41 pm

Io concordo in pieno con Paniscus. In matematica l'orale corrisponde in sostanza a quello che chiedi allo scritto. Tra l'altro io spesso faccio test validi per l'orale, ovviamente con giustificazione della risposta, se si tratta di esercizi
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 4:32 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Condivido quasi tutto, tranne l'avversione verso gli "scritti validi per l'orale". Non mi metto assolutamente nei panni di chi insegna materie molto diverse dalle nostre, ma per matematica e fisica considero l'interrogazione orale un'inutile e ipocrita perdita di tempo, e sono favorevolissima a ridurre le interrogazioni al minimo, e fare tutto scritto il più possibile.
L.

Nessuna avversione - personalmente sono a favore del voto unico per matematica anche al primo quadrimestre e l'ho anche proposto più volte in collegio docenti - la mia linea però è risultata essere minoritaria.
Il problema è semmai che trovo ipocrita far fare uno scritto e dichiararlo "valido per l'orale" quando di fatto non è una prova orale. La normativa me lo consente e quindi lo faccio, perché oggettivamente è impossibile fare due giri di interrogazioni a quadrimestre se si vuole portare avanti quel minimo di approfondimento dei contenuti in classi che potrebbero avere matematica come seconda prova scritta all'esame di stato.
Un "giro"  di interrogazioni a quadrimestre comunque lo faccio e lo riservo ad argomenti dove predominano definizioni e dimostrazioni. È sicuramente vero che queste possono essere richieste anche in una prova scritta, tuttavia sai bene che ci sono ragazzi che tendono a studiare a memoria e che quindi potrebbero riportare correttamente una dimostrazione o una definizione senza averle minimamente comprese.
L'orale consente, a mio parere, di verificare maggiormente la reale comprensione dell'alunno.

Su certi argomenti ovviamente l'orale rischia di diventare una colossale perdita di tempo che nulla aggiunge e molto toglie rispetto a quello che si potrebbe valutare con uno scritto (esempio: orale sulla risoluzione di equazioni e disequazioni goniometriche,sul calcolo dei limiti,....).


Ultima modifica di comp_xt il Gio Mar 24, 2016 6:10 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 6:03 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Il libro è questo:

https://books.google.it/books/about/Sherlock_Holmes_e_le_trappole_della_logi.html?id=0o3DPAAACAAJ&source=kp_cover&redir_esc=y

E' composto da capitoli separati che costituiscono racconti abbastanza indipendenti l'uno dall'altro, quindi non c'è bisogno di leggerli in sequenza. Ai ragazzi ho dato un capitolo solo, poi nel caso improbabile che qualcuno volesse leggersi anche gli altri, sarebbe il benvenuto...

Grazie per il riferimento, non lo conoscevo...lo leggerò quest'estate : )
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Gio Mar 24, 2016 10:26 pm

Ce n'è anche un altro, dello stesso autore, su argomenti di fisica : - )
Tornare in alto Andare in basso
Online
alege76



Messaggi : 918
Data d'iscrizione : 09.07.12

MessaggioOggetto: Re: Una soluzione per la questione degli orali.   Ven Mar 25, 2016 11:56 am

Indagherò ; )
Tornare in alto Andare in basso
 
Una soluzione per la questione degli orali.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Richiesta abilitazione - Problematiche degli Onicotecnici
» Il Dio degli Eserciti...
» il simbolo degli atei
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» PORDENONE - OSPEDALE SANTA MARIA DEGLI ANGELI - Scheda

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: