Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 presidi e angosce

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: presidi e angosce   Gio Mar 24, 2016 8:22 pm

Ad una mia amica è capitato questo: la preside le è entrata in classe, che stava disturbando, e si è rivolta agli alunni dicendo che l'anno prossimo darà a loro un'insegnante + cattiva. Poi si è rivolta alla mia amica ( ma naturalmente gli alunni ascoltavano ) e le ha detto: da quest'anno, con la riforma, si può fare. Qualche giorno dopo le ha detto: però non so se questo - mandare via un'insegnante titolare - si può fare solo con i neo-assunti o anche con quelli di ruolo.
A me sembra una cosa che grida vendetta. La mia amica è naturalmente molto angosciata. Dite qualcosa per favore. Davvero lo può fare ?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Gio Mar 24, 2016 8:37 pm

In teoria può farlo se la tua amica è inadempiente nei suoi doveri e rientra in una casistica contemplata dal D.lgs 150 del 2009 (comunemente chiamato Decreto Brunetta).
Nella pratica, quel preside è un cazzaro a cui piace arieggiare le corde vocali e proprio sulla base di una sua affermazione ("da quest'anno, con la riforma, si può fare"), dubito che abbia le palle e la competenza per intraprendere provvedimenti disciplinari che fanno capo alla norma citata.
A meno che non intendesse fare riferimento alla facoltà che un DS ha di gestire le risorse umane nell'ambito dell'organico per l'autonomia di cui dispone. Ma anche in quel caso, non è che abbia tutti sti margini di manovra per permettersi di fare bau bau a cani e porci. Per applicare il suo disegno dovrà disporre di un docente di potenziamento della stessa classe di concorso e non è detto che l'USP glielo assegni :-D
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Gio Mar 24, 2016 10:04 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
In teoria può farlo se la tua amica è inadempiente nei suoi doveri e rientra in una casistica contemplata dal D.lgs 150 del 2009 (comunemente chiamato Decreto Brunetta).
Nella pratica, quel preside è un cazzaro a cui piace arieggiare le corde vocali e proprio sulla base di una sua affermazione ("da quest'anno, con la riforma, si può fare"), dubito che abbia le palle e la competenza per intraprendere provvedimenti disciplinari che fanno capo alla norma citata.
A meno che non intendesse fare riferimento alla facoltà che un DS ha di gestire le risorse umane nell'ambito dell'organico per l'autonomia di cui dispone. Ma anche in quel caso, non è che abbia tutti sti margini di manovra per permettersi di fare bau bau a cani e porci. Per applicare il suo disegno dovrà disporre di un docente di potenziamento della stessa classe di concorso e non è detto che l'USP glielo assegni :-D

GRAZIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mi sento un po' + tranquilla.......
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47863
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 1:29 pm

Non è che volesse dire semplicemente che cambierà l'assegnazione dei docenti alle classi in modo da dare alla tua amica una classe diversa (magari una prima)? Questo lo poteva fare anche prima della riforma e la tua amica, anziché essere preoccupata, dovrebbe esserne felice se questa classe è sempre così.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 1:32 pm

MLucia ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
In teoria può farlo se la tua amica è inadempiente nei suoi doveri e rientra in una casistica contemplata dal D.lgs 150 del 2009 (comunemente chiamato Decreto Brunetta).
Nella pratica, quel preside è un cazzaro a cui piace arieggiare le corde vocali e proprio sulla base di una sua affermazione ("da quest'anno, con la riforma, si può fare"), dubito che abbia le palle e la competenza per intraprendere provvedimenti disciplinari che fanno capo alla norma citata.
A meno che non intendesse fare riferimento alla facoltà che un DS ha di gestire le risorse umane nell'ambito dell'organico per l'autonomia di cui dispone. Ma anche in quel caso, non è che abbia tutti sti margini di manovra per permettersi di fare bau bau a cani e porci. Per applicare il suo disegno dovrà disporre di un docente di potenziamento della stessa classe di concorso e non è detto che l'USP glielo assegni :-D

GRAZIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!  Mi sento un po' + tranquilla.......


Non ti preoccupi troppo per un'amica? Saprà benissimo cavarsela da sola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 2:15 pm

Ti sembrerà strano, ma mi è capitato di porre dei quesiti su questioni che riguardavano miei colleghi. "Amicizia" è un termine un po' pesante, ma certo è che se mi preoccupo di porre il quesito al loro posto ci deve essere sicuramente un legame più profondo rispetto all'essere semplici colleghi di lavoro.
A prescindere dalla realtà dei fatti, presumo che non ti sia mai trovato nelle condizioni di condividere le preoccupazioni di un amico o anche di un semplice collega, per pensare di fare mera dietrologia sulla condivisione di preoccupazioni altrui.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 2:28 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ti sembrerà strano, ma mi è capitato di porre dei quesiti su questioni che riguardavano miei colleghi. "Amicizia" è un termine un po' pesante, ma certo è che se mi preoccupo di porre il quesito al loro posto ci deve essere sicuramente un legame più profondo rispetto all'essere semplici colleghi di lavoro.
A prescindere dalla realtà dei fatti, presumo che non ti sia mai trovato nelle condizioni di condividere le preoccupazioni di un amico o anche di un semplice collega, per pensare di fare mera dietrologia sulla condivisione di preoccupazioni altrui.

Anche a me è capitato più volte, per fortuna non siamo ancora giunti al mors tua vita mea...
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 2:38 pm

precario.acciaio ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Ti sembrerà strano, ma mi è capitato di porre dei quesiti su questioni che riguardavano miei colleghi. "Amicizia" è un termine un po' pesante, ma certo è che se mi preoccupo di porre il quesito al loro posto ci deve essere sicuramente un legame più profondo rispetto all'essere semplici colleghi di lavoro.
A prescindere dalla realtà dei fatti, presumo che non ti sia mai trovato nelle condizioni di condividere le preoccupazioni di un amico o anche di un semplice collega, per pensare di fare mera dietrologia sulla condivisione di preoccupazioni altrui.

Anche a me è capitato più volte, per fortuna non siamo ancora giunti al mors tua vita mea...

Io lo faccio per interesse: ci scappa il regalo dei colleghi, ogni tanto. E se non ci scappa il regalo ci scappa sempre la stima :-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 3:12 pm

gugu ha scritto:
Non ti preoccupi troppo per un'amica? Saprà benissimo cavarsela da sola.
Dottore c'è un mio amico che ha dei puntini rossi ...... proprio lì ...... sulla punta ..... mi capisce ? Sono un po' preoccupato per lui !

Tiri fuori il suo amico dai pantaloni e me lo faccia esaminare.
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25640
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 3:16 pm

Il triviale esempio rende bene l'idea che volevo far passare (in realtà capita almeno da Gian).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 3:37 pm

Si, ma che importanza ha?
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 5:45 pm

MLucia ha scritto:
Ad una mia amica è capitato questo: la preside le è entrata in classe, che stava disturbando, e si è rivolta agli alunni dicendo che l'anno prossimo darà a loro un'insegnante + cattiva. Poi si è rivolta alla mia amica ( ma naturalmente gli alunni ascoltavano ) e le ha detto: da quest'anno, con la riforma, si può fare. Qualche giorno dopo le ha detto: però non so se questo - mandare via un'insegnante titolare - si può fare solo con i neo-assunti o anche con quelli di ruolo.
A me sembra una cosa che grida vendetta. La mia amica è naturalmente molto angosciata. Dite qualcosa per favore. Davvero lo può fare ?


Il Dirigente l'anno prossimo potrà anche togliere la classe alla tua amica - ma se questa è titolare nell'istituto dovrà tenersela in organico, nonostante la legge 107.

Quello che invece non può fare un Dirigente e attuare condotte che possano configurare il reato di mobbing (e screditare un docente di fronte ai suoi alunni non mi pare proprio un comportamento legale...)

La tua amica dovrebbe ricordare garbatamente al preside, magari di fronte agli stessi studenti, che:

a) che il mobbing è un reato;
b) che la legge 107 del 2015 non conferisce ai presidi il potere di compiere reati;
c) che lei, come tutti i cittadini offesi da un reato, ha il diritto di denunziare certi fatti alla magistratura.

Purtroppo con certa gentaglia bisogna mostrare i denti, altrimenti si finisce per essere calpestati.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Mar 25, 2016 7:31 pm

Già che c'è può leggere l'articolo 3 de "Lo Statuto degli studenti e delle studentesse"

Art. 3
(Doveri)

1. Gli studenti sono tenuti a frequentare regolarmente i corsi e ad assolvere assiduamente agli impegni di studio.

2. Gli studenti sono tenuti ad avere nei confronti del capo d'istituto, dei docenti, del personale tutto della scuola e dei loro compagni lo stesso rispetto, anche formale, che chiedono per se stessi.

3. Nell'esercizio dei loro diritti e nell'adempimento dei loro doveri gli studenti sono tenuti ad mantenere un comportamento corretto e coerente con i principi di cui all'art.1.

4. Gli studenti sono tenuti ad osservare le disposizioni organizzative e di sicurezza dettate dai regolamenti dei singoli istituti.

5. Gli studenti sono tenuti ad utilizzare correttamente le strutture, i macchinari e i sussidi didattici e a comportarsi nella vita scolastica in modo da non arrecare danni al patrimonio della scuola.

6. Gli studenti condividono la responsabilità di rendere accogliente l'ambiente scolastico e averne cura come importante fattore di qualità della vita della scuola.

Piantare casino viola i commi 2, 3, 4 e 6
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Mer Mar 30, 2016 10:34 pm

Dec ha scritto:
Non è che volesse dire semplicemente che cambierà l'assegnazione dei docenti alle classi in modo da dare alla tua amica una classe diversa (magari una prima)? Questo lo poteva fare anche prima della riforma e la tua amica, anziché essere preoccupata, dovrebbe esserne felice se questa classe è sempre così.

hai ragione, è possibile, ma si che a pensare male si fa peccato...ma s'indovina.....................
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Mer Mar 30, 2016 10:37 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ti sembrerà strano, ma mi è capitato di porre dei quesiti su questioni che riguardavano miei colleghi. "Amicizia" è un termine un po' pesante, ma certo è che se mi preoccupo di porre il quesito al loro posto ci deve essere sicuramente un legame più profondo rispetto all'essere semplici colleghi di lavoro.
A prescindere dalla realtà dei fatti, presumo che non ti sia mai trovato nelle condizioni di condividere le preoccupazioni di un amico o anche di un semplice collega, per pensare di fare mera dietrologia sulla condivisione di preoccupazioni altrui.

perfettamente d'accordo con te, Giancarlo
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1134
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: risposta rivista sotto   Gio Mar 31, 2016 2:33 pm

risposta rivista sotto


Ultima modifica di seasparrow il Gio Mar 31, 2016 2:41 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1134
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: risposta   Gio Mar 31, 2016 2:39 pm

seasparrow ha scritto:
"MLucia": >

risposte: >>

>ad una mia amica e' capitato questo:
la preside e' entrata in classe, che stava disturbando

>>puo' essere talmente tanto che i colleghi delle classi vicine
si sono lamentati (succede) ... se la cosa si e' ripetuta nel tempo
e' insostenibile(il metodo per gestirla e' tutta un'altra storia)

>e si e' rivolta agli alunni dicendo che l'anno prossimo
dara' a loro un'insegnante + cattiva ... poi si e' rivolta alla mia amica
( ma naturalmente gli alunni ascoltavano ) e le ha detto:
da quest'anno(il prossimo), con la riforma, si puo' fare

>>si e' vero nel senso che le toglie la classe(non ci sara' piu' titolarita' di classe)
al limite puo' tenerla come tappabuchi per supplenze(caso minimo del cosiddetto potenziamento)
se ha del potenziamento sulla materia da gestire

>a me sembra una cosa che grida vendetta

>>SCUSA COLLEGA ...
preoccuparsi della falsabuonascuola
solamente quando arriva a toccarti e' un poco tardi
spero che te e lei siete state contrarie a tutta la falsabuonascuola dal primo giorno

>la mia amica e' naturalmente molto angosciata

>>ovvio
e' gia' stata etichettata dagli studenti come debole
ora se questo si avvera lo sara' anche di piu'
dovra' veramente faticare tanto per risalire con la stima degli studenti e genitori
provare il mobbing e' una cosa lunga e difficoltosa
devono essere provati tutti i sette parametri previsti

http://www.corriere.it/cronache/15_giugno_07/conflitti-soprusi-ecco-7-prove-mobbing-101419e0-0ce4-11e5-8612-1eda5b996824.shtml?refresh_ce-cp

>dite qualcosa per favore

>>fatto e non e' possibile essere di molto aiuto
suggerirei di rivedere tutta la didattica ... con classi del genere
devi spiegare poco e molto chiaro

il suggerimento migliore potrebbe essere
comprare e studiare questo libro (se non lo ha gia' fatto)
e ripensare tutta l'azione didattica: spiegazioni, esercitazioni preverifica e verifiche
(il migliore secondo me di tutto il TFA a Verona e del quale si e' arrivati alla quarta ristampa)

Autore Giuseppe Tacconi

Collana DiScuTerE Didattica fra Scuola, Territorio e Educazione

pp. 336,   4a ristampa 2015,    1a edizione  2011  

http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?CodiceLibro=316.6
Tornare in alto Andare in basso
miranda



Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 30.08.10

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Gio Mar 31, 2016 6:38 pm

Il Ds è sempre stato l'unico responsabile dell'assegnazione dei docenti alle classi, ma deve attenersi ad alcuni criteri che vanno esplicitati nel POF e nel contratto di istituto. Se tra questi c'è scritto "continuità didattica" può spostare la docente solo se ha gravi mancanze e dopo aver informato la RSU.
Indipendentemente dal fatto che ritengo che un docente deve essere in grado di controllare la disciplina di una classe - un conto è il singolo alunno maleducato che deve avere provvedimenti disciplinari, un conto è un'intera classe ingestibile - il comportamento del Ds è stato veramente inopportuno e scorretto. Doveva sgridare gli alunni, poi, in separata sede, parlare con la docente chiedendo le motivazioni di questa situazione.
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Apr 01, 2016 8:34 pm

seasparrow ha scritto:
seasparrow ha scritto:
"MLucia": >


>a me sembra una cosa che grida vendetta

>>SCUSA COLLEGA ...
preoccuparsi della falsabuonascuola
solamente quando arriva a toccarti e' un poco tardi
spero che te e lei siete state contrarie a tutta la falsabuonascuola dal primo giorno



scusa Miranda, ma tu che ne sai ????? Ovvio che siamo contrarie fin dall'inizio, e non solo da ora
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Apr 01, 2016 8:37 pm

miranda ha scritto:
Il Ds è sempre stato l'unico responsabile dell'assegnazione dei docenti alle classi, ma deve attenersi ad alcuni criteri che vanno esplicitati nel POF e nel contratto di istituto. Se tra questi c'è scritto "continuità didattica" può spostare la docente solo se ha gravi mancanze e dopo aver informato la RSU.
Indipendentemente dal fatto che ritengo che un docente deve essere in grado di controllare la disciplina di una classe - un conto è il singolo alunno maleducato che deve avere provvedimenti disciplinari, un conto è un'intera classe ingestibile - il comportamento del Ds è stato veramente inopportuno e scorretto. Doveva sgridare gli alunni, poi, in separata sede, parlare con la docente chiedendo le motivazioni di questa situazione.

è quello che pensavo anch'io, ma in quella scuola è prassi del DS sgridare l'insegnante davanti agli alunni. Sgridare, come si farebbe con i bambini. I sindacati non esistono, e comunque sono molto malvisti dal DS. A me una volta la DS ha dato della presuntuosa, io sono andata immediatamente ai sindacati e la DS era scioccata......non è abituata. Prendono i nomi di chi va effettivamente all'assemblea sindacale..................
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Apr 01, 2016 8:54 pm

MLucia ha scritto:
miranda ha scritto:
Il Ds è sempre stato l'unico responsabile dell'assegnazione dei docenti alle classi, ma deve attenersi ad alcuni criteri che vanno esplicitati nel POF e nel contratto di istituto. Se tra questi c'è scritto "continuità didattica" può spostare la docente solo se ha gravi mancanze e dopo aver informato la RSU.
Indipendentemente dal fatto che ritengo che un docente deve essere in grado di controllare la disciplina di una classe - un conto è il singolo alunno maleducato che deve avere provvedimenti disciplinari, un conto è un'intera classe ingestibile - il comportamento del Ds è stato veramente inopportuno e scorretto. Doveva sgridare gli alunni, poi, in separata sede, parlare con la docente chiedendo le motivazioni di questa situazione.

è quello che pensavo anch'io, ma in quella scuola è prassi del DS sgridare l'insegnante davanti agli alunni. Sgridare, come si farebbe con i bambini. I sindacati non esistono, e comunque sono molto malvisti dal DS. A me una volta la DS ha dato della presuntuosa, io sono andata immediatamente ai sindacati e la DS era scioccata......non è abituata. Prendono i nomi di chi va effettivamente all'assemblea sindacale..................
I presidi così me li mangio a colazione, non ci vuole molto a "smerdarli" sul loro stesso terreno di gioco davanti agli studenti ;-)
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Apr 01, 2016 10:49 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
MLucia ha scritto:
miranda ha scritto:
Il Ds è sempre stato l'unico responsabile dell'assegnazione dei docenti alle classi, ma deve attenersi ad alcuni criteri che vanno esplicitati nel POF e nel contratto di istituto. Se tra questi c'è scritto "continuità didattica" può spostare la docente solo se ha gravi mancanze e dopo aver informato la RSU.
Indipendentemente dal fatto che ritengo che un docente deve essere in grado di controllare la disciplina di una classe - un conto è il singolo alunno maleducato che deve avere provvedimenti disciplinari, un conto è un'intera classe ingestibile - il comportamento del Ds è stato veramente inopportuno e scorretto. Doveva sgridare gli alunni, poi, in separata sede, parlare con la docente chiedendo le motivazioni di questa situazione.

è quello che pensavo anch'io, ma in quella scuola è prassi del DS sgridare l'insegnante davanti agli alunni. Sgridare, come si farebbe con i bambini. I sindacati non esistono, e comunque sono molto malvisti dal DS. A me una volta la DS ha dato della presuntuosa, io sono andata immediatamente ai sindacati e la DS era scioccata......non è abituata. Prendono i nomi di chi va effettivamente all'assemblea sindacale..................
I presidi così me li mangio a colazione, non ci vuole molto a "smerdarli" sul loro stesso terreno di gioco davanti agli studenti ;-)


beato te....in campagna non esiste la legge...e neanche la grammatica...neanche da parte di colleghi che insegnano italiano....
E' POSSIBILE CHE UN COLLEGA DI ITALIANO CHIEDA ALLA CLASSE DI SCRIVERE UNA "RELAZIONE DELLA GITA" ???? In italiano si scrive " relazione SULLA gita". Alla mia contestazione - gentilissima - il collega ha risposto che ha ragione lui,perchè in questo caso DELLA GITA è un complemento di argomento. Dite qualcosa perchè a me viene da piangere. DELLA GITA qui è un genitivo = un complemento di specificazione e non di argomento
Tornare in alto Andare in basso
MLucia



Messaggi : 510
Data d'iscrizione : 01.04.14

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Ven Apr 01, 2016 10:51 pm

il giornale locale ha recentemente pubblicato la lettera di una associazione che si lamentava di non essere stata invitata all' "assemblea DELLE nutrie".

Nel mentre mi rallegro che le nutrie abbiano finalmente, anche loro, acquisito il diritto costituzionale di riunione, mi vien fatto di chiedermi se questa associazione non abbia avuto un insegnante di italiano che abbia loro chiesto di fare una relazione DELLA gita.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Sab Apr 02, 2016 1:23 am

MLucia ha scritto:
perchè in questo caso DELLA GITA è un complemento di argomento. Dite qualcosa perchè a me viene da piangere. DELLA GITA qui è un genitivo = un complemento di specificazione e non di argomento
Non me ne intendo di grammatica ma da ignorantone quale sono avrei detto "sulla gita", quindi o è giusto "della gita" o è più ignorante di me .... e ce ne vuole.

PS "sul viaggio d'istruzione" o "sull'uscita didattica".
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: presidi e angosce   Sab Apr 02, 2016 9:55 am

Io penso che siamo un pó nella terra di mezzo: si puó scrivere "relazione di un libro", ma anche "relazione su un libro" ; è di uso comune dire "relazione di bilancio" più che "relazione sul bilancio".
Scrivi alla Crusca, magari taglia la testa al toro e la trasforma in "relazione gitosa"
Tornare in alto Andare in basso
 
presidi e angosce
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» ANGOSCE POST BETA POSITIVE
» Aiutatemi conflitto con preside
» RIDIMENSIONAMENTO del potere dei PRESIDI: altra BEFFA - NON VOTEREMO PIU' IL PD !!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: