Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 GIOVANI SENZA LAVORO...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: GIOVANI SENZA LAVORO...    Mer Mar 30, 2016 7:58 pm

Promemoria primo messaggio :

Dopo il mestiere di giardiniere, che pochi giovani vogliono fare, passo oggi in autogrill tangenziale e vedo un cartello in bella mostra alla cassa:CERCASI PERSONALE.
ho un po' di confidenza con il barista, e gli chiedo delucidazioni.
"è da un po' che cerchiamo personale per sostituire una collega in maternità, ma sai.siamo sempre aperti,si fanno i turni.
I giovani non vogliono lavorare nei festivi."
Parliamo di un ruolo mixato tra barista e tabaccaio , niente rischi niente sostanze chimiche,niente altoforni niente macchinari pericolosi.
Eppure, per il solo fatto che può capitare di dover lavorare la notte o di domenica, UM lavoretto discretamente pagato in una stazione di servizio frequentatissima viene snobbato
.
Da chi
?beh,da quelli che con un diplomino preso con calcio nel culo affermano che il lavoro non si trova...(e spero che non mi trovi mai lui...)
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 1:16 pm

comp_xt ha scritto:

Tu accetteresti di fare l'insegnante per 700 euro mensili?

Se l'alternativa fosse quella di fare un altro lavoro per 1500 o per 2000, probabilmente no.

Se l'alternativa fosse quella di non fare niente e di non guadagnare niente, oppure di fare per gli stessi 700 euro un altro lavoro che mi piace meno e che mi interessa meno, probabilmente sì.

L'atteggiamento di chi "preferisce rimanere disoccupato e non guadagnare nulla, piuttosto che fare un lavoro pagato troppo poco", sarà pure moralmente legittimo per le questioni di principio che dici tu e che dice anche Barnard... ma di fatto possono permetterselo solo quelli che comunque hanno la certezza di essere mantenuti da qualcun altro, o di avere abbastanza risorse da parte per poter stare senza lavoro per un periodo relativamente lungo, in attesa di trovare di meglio.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 1:18 pm

comp_xt ha scritto:
A quel punto anche l'insegnamento potrebbe diventare uno di quei lavori che gli italiani non vogliono più fare.

A quanto pare, in Inghilterra sta già succedendo, che si debbano importare insegnanti stranieri perché gli autoctoni non vogliono più farlo... eppure li pagano più del doppio che in Italia.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 1:34 pm

Ma quante minchiate... Tutti bravi a fare i f....i col c...o degli altri...

Lavorare a 700 euro può essere una scelta solo per chi abbia deciso di togliere una fetta di dignità non tanto al proprio lavoro, ma alla propria esistenza: con 700 euro al mese non è possibile pagare affitto/mutuo, bollette, pane e companatico e come minimo bisogna sottostare a forme di coabitazione che non possono essere considerate una forma di esistenza dignitosa.

Oppure può essere una scelta ragionevole per chi abbia il coniuge ricco e si possa permettere di lavorare per il puro piacere di fare qualcosa...

Oggi si pensa che 1000 euro per un barista siano troppi, domani saranno troppi 900 e dopodomani 800; nel frattempo si cancellano diritti acquisiti, si ignorano contratti collettivi, si retrocede tutti quanti nella dignità e nelle condizioni di vita. Mandateci i vostri figli a fare i baristi. Non per sempre, per un mese; e poi un mese a casa, un mese al supermercato, un mese a casa, un mese in azienda, un mese a casa... e così via.

Massì, restiamo qui su un forum a lamentarci di quanto siano asini gli studenti, tanto noi prendiamo 1500 diconsi millecinquecento euro al mese! Scanniamoci al solito tra poveracci, ma mi raccomando non diciamo nulla di chi ci schiaccia sempre di più!

Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 1:38 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:

Tu accetteresti di fare l'insegnante per 700 euro mensili?

Se l'alternativa fosse quella di fare un altro lavoro per 1500 o per 2000, probabilmente no.

Se l'alternativa fosse quella di non fare niente e di non guadagnare niente, oppure di fare per gli stessi 700 euro un altro lavoro che mi piace meno e che mi interessa meno, probabilmente sì.

L'atteggiamento di chi "preferisce rimanere disoccupato e non guadagnare nulla, piuttosto che fare un lavoro pagato troppo poco", sarà pure moralmente legittimo per le questioni di principio che dici tu e che dice anche Barnard... ma di fatto possono permetterselo solo quelli che comunque hanno la certezza di essere mantenuti da qualcun altro, o di avere abbastanza risorse da parte per poter stare senza lavoro per un periodo relativamente lungo, in attesa di trovare di meglio.

Che non tutti possono permetterselo è un dato di fatto.

Ma al di là di ciò che personalmente saresti disposta ad accettare in caso di necessità, tu riterresti giusto pagare un insegnante 700 euro mensili?
O, se preferisci, ritieni giusto prendere per fame un essere umano costringendolo ad accettare condizioni capestro?
Ciascuno, dinnanzi ad una condizione di necessità, è libero di reagire come meglio crede. Non vedo però perché disprezzare chi si rifiuta di sottostare a certi ricatti.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 1:43 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
comp_xt ha scritto:
A quel punto anche l'insegnamento potrebbe diventare uno di quei lavori che gli italiani non vogliono più fare.

A quanto pare, in Inghilterra sta già succedendo, che si debbano importare insegnanti stranieri perché gli autoctoni non vogliono più farlo... eppure li pagano più del doppio che in Italia.

Perché il mitico sistema scolastico inglese, origine e fonte di ispirazione per decine di famosi pedagogisti, mediamente fa davvero schifo e nessuno vuole avere a che fare con irriducibili teppistelli, neanche per 2000 sterline mensili, a fronte di altri lavori più tranquilli e meglio retribuiti.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1862
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 2:01 pm

Facendo una stima molto grossolana, in una grande città italiana abitare e pagare le bollette costa circa 500 euro al mese a persona, e circa 400 euro al mese se ne vanno per mangiare; senza considerare vestiario, divertimenti, istruzione, viaggi e quant'altro.
Mi spiegate come fate a cianciare di stipendi da 700 euro?
Tornare in alto Andare in basso
hypernova



Messaggi : 267
Data d'iscrizione : 26.05.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Ven Apr 01, 2016 9:44 pm

Dalla mia esperienza quando i datori di lavoro dicono queste cose è perché è un posto dove si sta male e la gente scappa. Oggi con la scusa della crisi hanno raggiunto dei livelli di sfruttamento allucinanti. Poi che ci siano tanti giovani che non hanno voglia di far nulla quello è certo, ma non è tutt'oro quel che luccica.
Tornare in alto Andare in basso
Cloretta



Messaggi : 345
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 8:38 am

700 euro sono uno "stipendio" (virgolette d'obbligo) tollerabile soltanto se puoi appoggiarti a qualcun altro (genitori con una casa e/o stipendio e/o pensione oppure un compagno con un altro lavoro) e se non hai figli. Lo puoi fare finché hai 20 anni, possibilmente nel periodo stagionale, perché fuori dalle vacanze bisogna pensare alle cose serie. Certo, molti scimuniti che vedo quotidianamente nelle classi non potranno mai fare altro e dovranno trovare il modo di farsi bastare i 700 euro. Non è colpa di nessuno se sono pigri e mentalmente inadatti a qualsiasi attività che non sia di bassa manualità. A scuola dico spesso che il modo migliore per stancarsi di meno nella vita è stancarsi un po' di più a scuola, ma raramente vengo ascoltata...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 9:26 am

Cloretta ha scritto:
A scuola dico spesso che il modo migliore per stancarsi di meno nella vita è stancarsi un po' di più a scuola, ma raramente vengo ascoltata...
Io a suo tempo ascoltai i miei professori, ed ora passo molto tempo a cazzeggiare.

Sant' uomini e sante donne !
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 10:48 am

In ogni caso, non si può negare che lo sfondo sociale e i meccanismi dell'economia siano cambiati categoricamente in pochissimi anni. Perché sarà pure vero che "ci sono sempre stati" i giovani mentalmente pigri, con poco interesse per l'astrazione intellettuale, e inadatti a qualsiasi attività che non sia manuale e ripetitiva... però è anche vero che questi, fino a 20 anni fa, trovavano tranquillamente un lavoro regolare in fabbrica o in altri ambienti del genere. Non saranno stati lavori entusiasmanti nemmeno quelli, però erano lavori VERI con contratti regolari e stipendi decenti, con cui si poteva mantenersi dignitosamente e fare progetti per il futuro a lungo termine. Non mi sembra la stessa cosa del barista precario con contrattino finto di venti giorni alla volta...
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 10:59 am

paniscus_2.0 ha scritto:
In ogni caso, non si può negare che lo sfondo sociale e i meccanismi dell'economia siano cambiati categoricamente in pochissimi anni. Perché sarà pure vero che "ci sono sempre stati" i giovani mentalmente pigri, con poco interesse per l'astrazione intellettuale, e inadatti a qualsiasi attività che non sia manuale e ripetitiva... però è anche vero che questi, fino a 20 anni fa, trovavano tranquillamente un lavoro regolare in fabbrica o in altri ambienti del genere. Non saranno stati lavori entusiasmanti nemmeno quelli, però erano lavori VERI con contratti regolari e stipendi decenti, con cui si poteva mantenersi dignitosamente e fare progetti per il futuro a lungo termine. Non mi sembra la stessa cosa del barista precario con contrattino finto di venti giorni alla volta...

Infatti. Questi di oggi li vedo messi proprio male.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 11:15 am

ushikawa ha scritto:
Mandateci i vostri figli a fare i baristi. Non per sempre, per un mese; e poi un mese a casa, un mese al supermercato, un mese a casa, un mese in azienda, un mese a casa... e così via.

Quanto a questo: sì, è vero, a me non piacerebbe che mia figlia andasse a fare la barista in quelle condizioni.

Ma non mi piacerebbe nemmeno che stesse a ciondolare in casa a non fare assolutamente niente, dopo aver interrotto gli studi o dopo aver concluso gli studi a calci nel sedere con un voto infimo e senza ricordare niente di quello che ha imparato, lamentandosi che "non trova un lavoro adeguato a quello che ha studiato".

In un caso del genere, pretenderei che la figlia (o il figlio) muovesse le chiappe e si desse da fare per schiodarsi da quella situazione, accettando anche, almeno provvisoriamente, situazioni scomode, faticose e poco soddisfacenti. Di sicuro continuerei ad aiutarli, per quanto possibile, in maniera che non manchi loro nulla del necessario, però non indulgerei più di tanto a mantenerli nel benessere e nella massima libertà individuale possibile.

Mi sembra ovvio che un lavoretto disgraziato da 700 euro al mese sia considerato disprezzabile da un ventenne o venticinquenne che comunque sa di avere la garanzia che i genitori continuino a pagargli automobile, vacanze, divertimenti e quant'altro, fino a che non trova finalmente il lavoro "giusto".

Se invece il ventenne o venticinquenne sa che i genitori lo appoggiano comunque per le necessità base della vita (cioè, non gli faranno mai mancare un tetto sopra la testa, e il necessario per la routine di tutti i giorni), ma sa anche che se vuole la macchina deve pagarsela da sé, compresa assicurazione e carburante, se vuole la vacanza sfiziosa deve pagarsela da sé, e se vuole l'ultimo gadget ultratecnologico strafigo deve pagarselo da sé... allora forse anche il lavoretto disgraziato da 700 euro al mese lo prende in considerazione, almeno temporaneamente.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 11:25 am

La grana gira in Italia
..
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 12:36 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Mandateci i vostri figli a fare i baristi. Non per sempre, per un mese; e poi un mese a casa, un mese al supermercato, un mese a casa, un mese in azienda, un mese a casa... e così via.

Quanto a questo: sì, è vero, a me non piacerebbe che mia figlia andasse a fare la barista in quelle condizioni.

Ma non mi piacerebbe nemmeno che stesse a ciondolare in casa a non fare assolutamente niente, dopo aver interrotto gli studi o dopo aver concluso gli studi a calci nel sedere con un voto infimo e senza ricordare niente di quello che ha imparato, lamentandosi che "non trova un lavoro adeguato a quello che ha studiato".

In un caso del genere, pretenderei che la figlia (o il figlio) muovesse le chiappe e si desse da fare per schiodarsi da quella situazione, accettando anche, almeno provvisoriamente, situazioni scomode, faticose e poco soddisfacenti. Di sicuro continuerei ad aiutarli, per quanto possibile, in maniera che non manchi loro nulla del necessario, però non indulgerei più di tanto a mantenerli nel benessere e nella massima libertà individuale possibile.

Mi sembra ovvio che un lavoretto disgraziato da 700 euro al mese sia considerato disprezzabile da un ventenne o venticinquenne che comunque sa di avere la garanzia che i genitori continuino a pagargli automobile, vacanze, divertimenti e quant'altro, fino a che non trova finalmente il lavoro "giusto".

Se invece il ventenne o venticinquenne sa che i genitori lo appoggiano comunque per le necessità base della vita (cioè, non gli faranno mai mancare un tetto sopra la testa, e il necessario per la routine di tutti i giorni), ma sa anche che se vuole la macchina deve pagarsela da sé, compresa assicurazione e carburante, se vuole la vacanza sfiziosa deve pagarsela da sé, e se vuole l'ultimo gadget ultratecnologico strafigo deve pagarselo da sé... allora forse anche il lavoretto disgraziato da 700 euro al mese lo prende in considerazione, almeno temporaneamente.

A me pare che sia un modo per giustificare l'esistente anche quando questo si traduce in illegalità o in sfruttamento.

Che un genitore possa avere un figlio che non conclude il percorso di studi intrapreso è un'eventualità poco piacevole ma che in realtà rientrerebbe nella normalità delle cose se non ci fosse questa assurda ossessione per la dispersione scolastica, quasi che sia obbligatorio che tutti debbano avere il diploma (stranamente poi in pochi si preoccupano del fatto che i diplomi vengono dati anche a degli emeriti ignoranti).

Concordo con te quando dici che non sia dignitoso che un diciottenne che non studia resti tutto il giorno in casa a fare nulla. Dissento però quando scrivi che è meglio adeguarsi a una condizione lavorativa precaria e priva di diritti piuttosto che restare in casa e campare sulle spalle dei genitori.

Io credo che,almeno nei limiti del possibile, è meglio non alimentare lo sfruttamento altrui.
Il fatto di aver scelto, magari anche per pigrizia, di non studiare, NON è un motivo sufficiente per meritare di essere sfruttati. Che in tanti siano costretti a sottostare al ricatto è vero, ma chi ha il paracadute è giusto che lo utilizzi, altrimenti sembra quasi che stia passando l'assurda teoria del: "Non hai voluto studiare? Allora meriti di essere sfruttato!".
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 12:41 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
In un caso del genere, pretenderei che la figlia (o il figlio) muovesse le chiappe e si desse da fare per schiodarsi da quella situazione, accettando anche, almeno provvisoriamente, situazioni scomode, faticose e poco soddisfacenti. Di sicuro continuerei ad aiutarli, per quanto possibile, in maniera che non manchi loro nulla del necessario, però non indulgerei più di tanto a mantenerli nel benessere e nella massima libertà individuale possibile.
Ci sono le persone di serie A che fanno di opportunità virtù, quelle di serie B che fanno di necessità virtù e quelle di serie C che non fanno virtù di nulla.

Le prime gli dici che è meglio che studiano e studiano.

Le seconde gli dici che è meglio che studiano e cazzeggiano, poi vanno a fare un lavoro di merda capiscono che studiare era meglio e tornano sui banchi di scuola questa volta con impegno.

Le terze anche davanti al lavoro di merda incolpano Saturno in Orione, le scie chimiche, il complotto pluto judo massonico, il prof avidodinformazioni e la Fornero per tutti gli insuccessi della loro vita.

I lavori di merda servono almeno a recuperare le persone di serie B

Tutti i 13enni dovrebbero fare 3 mesi di lavoro di merda subito dopo la licenza media.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 12:45 pm

comp_xt ha scritto:
altrimenti sembra quasi che stia passando l'assurda teoria del: "Non hai voluto studiare? Allora meriti di essere sfruttato!".
Chi attraversa la strada senza guardare merita di morire ? Certamente no, ma se muore (e se non è mio figlio) il lutto non lo porto.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 1:01 pm

Al di là delle scelte di un diciotto-ventenne se accettare o meno un lavoretto da 700 euro, il problema vero è ciò che faranno i nostri alunni da adulti. Non tutti, ma quella fetta abbastanza ampia di ragazzi che hanno frequentato le superiori, spesso anche un liceo, con finalità esclusivamente ludiche. A parte le competenze spesso inesistenti, il loro approccio al concetto di dovere renderà molto problematico il mantenimento di un posto di lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 1:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:
comp_xt ha scritto:
altrimenti sembra quasi che stia passando l'assurda teoria del: "Non hai voluto studiare? Allora meriti di essere sfruttato!".
Chi attraversa la strada senza guardare merita di morire ? Certamente no, ma se muore (e se non è mio figlio) il lutto non lo porto.

Scusa, ma ti rendi conto della cazzata che hai scritto?
Prendere un cittadino per fame e costringerlo ad accettare condizioni in contrasto con i contratti nazionali e con le leggi vigenti è una condotta illegale. Punto. E NESSUNO merita questo trattamento.
Ci mancava solo la teoria dello sfruttamento pedagogico ("non hai studiato, eccoti sistemato dalla vita")...

p.s.
E comunque non è affatto vero che ad essere costretti ad accettare i lavori di merda (ossia malpagati e con condizioni da servitù della gleba) siano solo quelli che a scuola cazzeggiavano.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 1:12 pm

Difendo la mia cazzata; questo purtroppo lo condivido

comp_xt ha scritto:
p.s.
E comunque non è affatto vero che ad essere costretti ad accettare i lavori di merda (ossia malpagati e con condizioni da servitù della gleba) siano solo quelli che a scuola cazzeggiavano.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 2:05 pm

Ma quale per fame! I giovani in Italia sono prevalentemente ben forniti di.portafoglio..
Un punto di chicca è essenziale
:chi ha sempre cazzeggiato a scuola non supporterà incarichi e disciplina sul.lavoro
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 2:17 pm

Questa è un'emerita cazzata, a proposito di cazzeggio.
Non puoi generalizzare così
Tornare in alto Andare in basso
B.u.m.



Messaggi : 752
Data d'iscrizione : 07.09.15

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 2:24 pm

Cloretta ha scritto:
A scuola dico spesso che il modo migliore per stancarsi di meno nella vita è stancarsi un po' di più a scuola, ma raramente vengo ascoltata...  
Lo dico a mio figlio adolescente in preda a calo d'interesse (spero fisiologico e temporaneo) per lo studio.
Mi risponde: ah certo, infatti guardati.
Come dargli torto.
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1236
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 2:55 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Difendo la mia cazzata; questo purtroppo lo condivido

comp_xt ha scritto:
p.s.
E comunque non è affatto vero che ad essere costretti ad accettare i lavori di merda (ossia malpagati e con condizioni da servitù della gleba) siano solo quelli che a scuola cazzeggiavano.

A scuola non ho mai cazzeggiato eppure di lavoretti di serie C ne ho dovuti accettare, sapendo che c'era anche di peggio e con la ferrea volontà di migliorarmi.
Prima di "entrare" a scuola lavoravo a PROGETTO, 600 € part-time e 200 se ne andavano in benzina (2h. di viaggio al giorno). Ritornando a vecchi discorsi: le maternità influiscono notevolmente se sei nel privato e non sei a t.i. Chi afferma il contrario o è molto fortunato o non ha mai provato.
Tornare in alto Andare in basso
chicca70



Messaggi : 1603
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 3:28 pm

Felipeto ha scritto:
Ma quale per fame! I giovani in Italia sono prevalentemente ben forniti di.portafoglio..
Un punto di chicca è essenziale
:chi ha sempre cazzeggiato a scuola non supporterà incarichi e disciplina sul.lavoro

Tutti quelli che polemizzano continuamente con gli insegnanti, quelli che vedono solo i propri diritti e mai i propri doveri. ... come si regoleranno a trent'anni sul lavoro? Secondo me non superano neppure il periodo di prova. Non solo nel privato, anche nel pubblico impiego.
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3516
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: GIOVANI SENZA LAVORO...    Dom Apr 03, 2016 5:21 pm

Non sono d'accordo: è semplice ragionare con la capoccia, la maturità e l'esperienza della nostra età. Quanti di noi erano svogliati, polemici, arroganti all'età dei nostri alunni?
Chi ha la capoccia da far funzionare capisce che ad una certa età, se non abbassi la testa, non cavi un ragno dal buco, e quindi si impegnerà a superare il periodo di prova chicca, perchè se non lavora non porta la pagnotta a casa.
Non si puó essere così estremi: tu non pensi di essere cambiata da quando avevi 17 anni, di aver smussato alcune spigolosità, di aver imparato ad ascoltare per migliorare, ad avere atteggiamenti più diplomatici? Io si.
Tornare in alto Andare in basso
 
GIOVANI SENZA LAVORO...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» cerco lavoro come onicotecnoca a Napoli
» Dove acquistare un tavolo da lavoro?
» un mondo senza religioni
» Tanti aggiornamenti ma sono senza internet :(
» vorrei preparare io i biscotti senza uovo e glutine per la bambina..

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: