Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 VOTI INTIMIDATORI...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: VOTI INTIMIDATORI...   Mar Apr 05, 2016 6:32 pm

Promemoria primo messaggio :

Nella bolgia delle deliranti teorie educative degli ultimi anni, ua mostruosa rete chiamata "scuole senza zaino" propone la seguente allucinante teoria."il voto a scuola disturba la crescita, rovina l autostima e la considerazione di sé e degli altri. Valutare ed imporre competizione tra ragazzi è una forma di intimidazione, ognuno deve fare quel che può."
Cioè nulla.
QUESTI NON LI FERMA NESSUNO.
considero queste teorie crimini contro l umanità, ne più ne meno.
Il tentativo di trasformare un intera generazione in ebeti inetti analfabeti facilmente manipolabili, schiavizzabili e sostituibili con masse di immigrati è un tentativo di annientare la civiltà italiana ed europea in genere
.hanno sempre più spazio.nessuno li ferma...
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 9:59 am

ushikawa ha scritto:
State parlando del metodo, come se il metodo da solo bastasse a fare una didattica buona o cattiva. Ma non sarà che invece bisogna rivalutare la centralità della figura dell'insegnante? Un cattivo insegnante lo è sia che segua una didattica tradizionale sia che segua una didattica "innovativa" con un nome sotto copyright o inventato dall'esimio pedagogo. La differenza tra un buon insegnante e un cattivo insegnante consiste nella sua cultura, nella sua qualità umana, nella sua capacità di trasmettere conoscenza (orrore), non nel metodo che adotta. Un buon insegnante ha più facilità a ritrovarsi con buoni alunni, e i buoni alunni sono quelli che acquisiscono conoscenze (orrore) cioè imparano, che sono motivati nello studio, che attraverso la conoscenza aumentano le proprie intelligenze.
Personalmente adotto sia elementi della didattica tradizionale che elementi della didattica "innovativa", come credo tutti gli insegnanti che scrivono in questo forum; lo faccio con risultati alterni, a volte buoni altre meno, a seconda delle classi e delle persone, ma sempre cercando di dare importanza ai risultati piuttosto che al metodo.
[.....]

PS: la "responsabilizzazione" consistente nell'andare al bagno senza chiedere il permesso è a mio avviso un buon allenamento a non riconoscere l'autorità, cosa che paradossalmente crea branchi di pecore più che cittadini.

Pienamente d'accordo sul fatto che ci si debba concentrare sui risultati più che sul metodo, purché questo non voglia dire imporre uno stesso metodo sistematicamente e acriticamente.

Il successo formativo è un modo orribile per dire quello che dovrebbe essere il nostro obiettivo, cioé che i ragazzi imparino qualcosa e siano in grado di continuare a imparare anche fuori dalla scuola. Questo dovrebbe comportare la sufficienza a fine anno. Purtroppo mi pare che ci siano due atteggiamenti contrapposti: 1.io spiego, se non impara (perché non studia, perché è lento, ...) pazienza, non è un problema mio. 2. Il raggiungimento del successo formativo é compito mio quindi se non riesco a insegnare tutto quello che inizialmente pensavo importante vuol dire che ho esagerato, abbasso gli obiettivi fino a poter dare almeno 6 a tutti.

Tra i due atteggiamenti il secondo (più diffuso nelle scuole 'innovative') è sicuramente il più dannoso. Ma anche il primo andrebbe un po' mitigato..
Io penso che quando un ragazzo 'non arriva' il problema è mio, anche se poi non riesco a risolverlo... (E sicuramente abbassare gli obiettivi NON è una soluzione)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 10:09 am

:
ushikawa ha scritto:
la "responsabilizzazione" consistente nell'andare al bagno senza chiedere il permesso è a mio avviso un buon allenamento a non riconoscere l'autorità, cosa che paradossalmente crea branchi di pecore più che cittadini.

Penso che tu non sappia come funziona l'andare in bagno senza chiedere il permesso.


(E' pazzesco il solo pensare che sia l'autorità a decidere se un bambino debba o non debba fare pipì, o abbia bisogno di un momento di stacco, o abbia la diarrea che gli impone tre giri al bagno quando ne sono consentiti due)


Nella modalità che hanno pensato loro è vero esattamente il contrario, il bambino impara a riconoscere i bisogni ed impara ad aspettare autonomamente il momento in cui sia possibile soddisfarli


Applicano alla porta un disco con un lato rosso e un lato verde
Quando un bambino ha bisogno di andare al bagno, senza disturbare nessuno, senza interrompere la maestra, senza fare rumore si alza, passando dalla porta gira il disco sul rosso per segnalare che il bagno è occupato da un bimbo della classe, va a fare quello che deve e torna. Quando rientra gira il disco sul verde.

Un compagno che avesse bisogno di uscire guarda il colore del disco e capisce se può uscire o se deve aspettare. Nessun problema per nessuno, decisione in autonomia e rispetto per il lavoro degli altri.


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 10:55 am

ushikawa ha scritto:
la "responsabilizzazione" consistente nell'andare al bagno senza chiedere il permesso è a mio avviso un buon allenamento a non riconoscere l'autorità, cosa che paradossalmente crea branchi di pecore più che cittadini.

Esercitare la mia autorità sui bisogni fisiologici altrui lo troverei estremamente frustrante. Penso che i ragazzi mi rispettino perché so quello che faccio, non perché so quando devono andare a fare pipì.
Non mi piace, inoltre, se dover chiedere permesso per andare in bagno è un allenamento all'obbedienza, come se fossimo in una scuola militare...

Da un punto di vista pratico, nella mia esperienza in prime difficoltose di un professionale, concedere la libertà di andare in bagno quando vogliono (con il vincolo di non uscire più di uno alla volta) ha avuto l'effetto di limitare notevolmente le uscite, di azzerare gli interventi per richiedere di uscire, di limitare notevolmente il tempo di permanenza fuori e di poter dire "ora sarebbe meglio che tu non uscissi perché vorrei che ascoltassi" senza suscitare polemiche, sbofonchiamenti vari o (come è successo a qualche collega) reazioni decisamente inaccettabili...

Alle elementari non saprei come funziona, ma nelle classi che ho visto mi è sembrato che non ci fossero grandi problemi
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 2:24 pm

valeria.delgammba ha scritto:
Faccio un esempio banale: mio figlio ama fare le operazioni ma odia colorare. Quando era in seconda è stata una tortura perché la strategia didattica della maestra era di riempirli di disegni da colorare (ogni spazio di un colore a seconda del risultato dell'operazione scritta in tale spazio). Ha senso imporre il colorare se l'obiettivo è imparare a fare le operazioni?
Che motivazione ha? Imparare che quello che chiede la maestra si esegue e basta? (Quindi ora che la maestra fa fare le medie senza contare i valori uguali a zero, io devo dirgli di farlo per non sminuire l'autorità della maestra?)
OOOOOOH finalmente un esempio concreto invece di parlare di massimi sistemi !

La tecnica fuffodidattica di insegnare le operazioni matematiche con l'uso di colori e disegnini è proprio un esempio di didattica innotavia; la trovi nelle proposte dei senzazaino

"3. l’attenzione ai sensi e al corpo che sviluppa la persona intera

4. la diversificazione dell'insegnamento che ospita le intelligenze, le potenzialità, le differenze
....

7. i diversi strumenti didattici che stimolano vari stili e metodi di insegnamento"

ti ho selezionato 3 item ma il principale è il numero 3: i colori stimolano la vista e la matematica verrebbe trasformata in un disegno, in un'immagine, facilmente memorizzabile.

PUTTANATA IPERGALATTICA !

Ma noi (voi) gli diamo retta, e da un po' di tempo a questa parte i ragazzi non sanno più sommare due numeri.

Non si può sminuire l'autorità della maestra ? Mio figlio faceva quelle colorazioni del menga e mi sono accorto che non sapeva fare le somme, gli ho detto di fottersene della maestra e gli ho spiegato come si facevano le operazioni, ha capito, ora ha un diploma con 92 (se ricordo bene) di scienze applicate (di quelli seri).

Vuoi più bene ai figli o alle maestre ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 2:35 pm

Ire ha scritto:
Nella modalità che hanno pensato loro è vero esattamente il contrario, il bambino impara a riconoscere i bisogni ed impara ad aspettare autonomamente il momento in cui sia possibile soddisfarli
Belle parole; vuote di significato.

Ci sono regolamenti scolastici che dicono "non si va in bagno se non all'intervallo".

Mi conosci, me ne fotto delle regole se non le giudico giuste ed io ho sempre contravvenuto a questa regola; la mia regola è "si va in bagno uno alla volta, anche un minuto dopo l'intervallo".

Immagina quattro ragazzi uno dietro l'altro, il primo mi chiede "posso andare in bagno ?" "si", il secondo mi chiede "posso andare in bagno ?" "no, hai sentito che sta andando lui, al massimo quando torna", il terzo mi chiede "posso andare in bagno ?" "non hai sentito le risposte che ho dato agli altri ? No finchè non tornano"; secondo te cosa mi chiede la quarta testa di cazzo ?

Quattordicenni, non bambini ! Hanno imparato che sono al centro del mondo e che i loro bisogni devono essere soddisfatti, indipendentemente da ogni altra considerazione.

Glielo ha insegnato la scuola tradizionale ?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 3:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:
valeria.delgammba ha scritto:
Faccio un esempio banale: mio figlio ama fare le operazioni ma odia colorare. Quando era in seconda è stata una tortura perché la strategia didattica della maestra era di riempirli di disegni da colorare (ogni spazio di un colore a seconda del risultato dell'operazione scritta in tale spazio). Ha senso imporre il colorare se l'obiettivo è imparare a fare le operazioni?
Che motivazione ha? Imparare che quello che chiede la maestra si esegue e basta? (Quindi ora che la maestra fa fare le medie senza contare i valori uguali a zero, io devo dirgli di farlo per non sminuire l'autorità della maestra?)
OOOOOOH finalmente un esempio concreto invece di parlare di massimi sistemi !

La tecnica fuffodidattica di insegnare le operazioni matematiche con l'uso di colori e disegnini è proprio un esempio di didattica innotavia; la trovi nelle proposte dei senzazaino

: i colori stimolano la vista e la matematica verrebbe trasformata in un disegno, in un'immagine, facilmente memorizzabile.

In base a quale criterio si pensa che la matematica consista in sequenze "memorizzabili"... e che quindi, una volta trovata una tecnica facile per memorizzare, allora vuol dire che si sono capiti i concetti matematici, e che si ha in mano la chiave definitiva delle "competenze" per risolvere problemi di matematica?

L.
Tornare in alto Andare in basso
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 4:18 pm

avidodinformazioni ha scritto:


La tecnica fuffodidattica di insegnare le operazioni matematiche con l'uso di colori e disegnini è proprio un esempio di didattica innotavia; la trovi nelle proposte dei senzazaino

.....

Non si può sminuire l'autorità della maestra ?

Vuoi più bene ai figli o alle maestre ?

Il metodo "colora per imparare le operazioni probabilmente è più diffuso tra le maestre innovative, ma la mia critica non era rivolta al metodo (che magari con tanti bimbi funziona alla grande, non so..) ma alla rigidità che ha impedito alla maestra di accettare che mio figlio facesse le operazioni senza colorare perché "non è che qui ognuno fa quello che gli pare".
Questa rigidità mi pare più legata a un insegnamento "tradizionale".

Alla fine lui faceva le operazioni e io coloravo... In barba all'autorità della maestra...

Comunque credo che il metodo per insegnare una cosa specifica (per esempio il colorare per le operazioni) dipenda più dai gusti dell'insegnante che dall'essere innovativa o tradizionale. Quello che, secondo me, risulta più facile da trovare tra "gli innovatori" è la disponibilità a seguire strade diverse in base a quello che si osserva funzionare meglio con ciascun alunno.
Peccato che questa disponibilità abbia spesso (ma non sempre!) un disastroso effetto collaterale: a forza di seguire tutte le strade diverse, ci si dimentica di quale fosse la meta.. Ma credo che un bravo insegnante dovrebbe riuscire ad accettare strade alternative senza perdere di vista né modificare gli obiettivi.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 4:29 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ire ha scritto:
Nella modalità che hanno pensato loro è vero esattamente il contrario, il bambino impara a riconoscere i bisogni ed impara ad aspettare autonomamente il momento in cui sia possibile soddisfarli
Belle parole; vuote di significato.

Ci sono regolamenti scolastici che dicono "non si va in bagno se non all'intervallo".

Mi conosci, me ne fotto delle regole se non le giudico giuste ed io ho sempre contravvenuto a questa regola; la mia regola è "si va in bagno uno alla volta, anche un minuto dopo l'intervallo".

Immagina quattro ragazzi uno dietro l'altro, il primo mi chiede "posso andare in bagno ?" "si", il secondo mi chiede "posso andare in bagno ?" "no, hai sentito che sta andando lui, al massimo quando torna", il terzo mi chiede "posso andare in bagno ?" "non hai sentito le risposte che ho dato agli altri ? No finchè non tornano"; secondo te cosa mi chiede la quarta testa di cazzo ?

Quattordicenni, non bambini ! Hanno imparato che sono al centro del mondo e che i loro bisogni devono essere soddisfatti, indipendentemente da ogni altra considerazione.

I regolamenti scolastici che dicono che non si va in bagno se non nell'intervallo sono ................ beh diciamo che sono regolamenti e che possono essere cambiati

evidentemente nelle scuole che adottano questo metodo sono cambiati

in quanto all'ultima parte del tuo discoroso non fai che darmi ragione.

Permettendo loro di andarci quando ne sentono il bisogno ma insegnando loro che non possono andarci se il disco è rosso non avrai mai nè il primo nè il secondo nè il terzo che ti chieda di andare al bagno.


So che non mi credete ma come tu te ne freghi delle regole io me ne frego di ciò che pensate della mia capacità di giudizio e conoscenza della scuola e lo dico ugualmente:
in queste classi si sta bene, si lavora tanto, si fanno gli stessi studi- più o meno - che si fanno nelle scuole tradizionali ma l'ambiente è sereno, non c'è tensione nè paura e si impara a vivere insieme rispettandosi reciprocamente. Si acquisisce autonomia nello studio e nella vita
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 4:39 pm

Concordo con Ire sul fatto che l'atmosfera nelle classi "senza zaino" in cui sono stata era decisamente serena e non ho notato differenze significative tra la loro preparazione e quella dei compagni "con lo zaino".

Sul permesso per andare in bagno, lasciarli liberi mi ha reso notevolmente più tranquilla la gestione della classe riducendo notevolmente sia le interruzioni della lezione sia le uscite stesse. Ma potrebbe dipendere dalle classi che ho avuto.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 574
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 4:48 pm

Scusate, ma la preparazione come può essere alta? Se gli alunni sono lasciati liberi di prepararsi come credono, lo studio non avrà sistematicità, coerenza metodologica, ma sarà lasciato al caso, all'impulso del momento, e ciò può andar forse bene per materie letterarie come lo studio dei testi narrativi, poetici, ma con le materie scientifiche come la mettiamo? La matematica come possono impararla bene visto che ogni argomento è legato ad un altro e richiede un'assimilazione molto organizzata dei contenuti? Ancora, come possono imparare bene la storia se ogni avvenimento è legato ad un altro e richiede la capacità di imparare in maniera sistematica? Come vedete sono proprio le materie basate sulla razionalità e sul pensiero ad essere distrutte e quindi si crea una massa di gente che non esercita a dovere la propria logica.
Tornare in alto Andare in basso
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:05 pm

Scuola70 ha scritto:
Scusate, ma la preparazione come può essere alta? Se gli alunni sono lasciati liberi di prepararsi come credono, lo studio non avrà sistematicità, coerenza metodologica, ma sarà lasciato al caso, all'impulso del momento, .....

Ma non è che ogni mattina si svegliano e fanno quello che viene loro in mente!!
Non confondiamo il non avere un programma di cosa fare con l'essere aperti a "deviazioni perfettamente ragionevoli dalle vie battute" (cit. Feynmann, non certo un letterato..)!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:16 pm

C'è un programma interdisciplinare ben pensato, altro che non c'è sistematicità e coerenza metodologica.

Nella scuola senza zaino niente di niente è lasciato al caso.

Ma proprio niente di niente di niente di niente.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:28 pm

valeria.delgammba ha scritto:


Alla fine lui faceva le operazioni e io coloravo... In barba all'autorità della maestra...

Ma che meraviglia.

Io avrei preferito mille volte mandare il bambino a scuola con i compiti incompleti, piuttosto che farglieli io.

Prendeva un voto più basso?

E che sarà mai, 'na traGGedia?

Pazienza, i casi sono due:

- o al bambino e alla famiglia non importa niente del voto, e allora non vedo perché fare una parte dei compiti al posto del figlio, tanto anche se prende un voto più basso non c'è problema;

- oppure, alla famiglia non importa niente del voto ma invece al ragazzino sì...e allora si spiega tranquillamente al ragazzino che, se fa solo la parte dei compiti che gli piace e che gli interessa, prende un voto modesto, ma tanto lo promuovono lo stesso, mentre se vuole prendere un voto più alto, deve anche fare la parte che gli piace meno e che gli interessa meno. Se non vuole farla, e si accontenta del minimo, va bene lo stesso.

Oppure, in effetti, ci sarebbe anche un terzo caso: quello dei genitori che non vogliono che il figlio sia mai costretto a fare qualcosa che non gli va o che non gli piace, e che però i voti alti li vogliono lo stesso, perchè attribuiscono un'enorme importanza ai voti... e che quindi sono anche disposti a fare i compiti al posto del figlio, pur di fargli prendere i voti alti lo stesso, anche se lui, di fare i compiti, non ha nessuna voglia. Ma questo caso, cosa c'entrerebbe con la mentalità dei sostenitori della "scuola senza zaino", che appunto affermano di fregarsene dei voti e di non attribuirvi nessun valore?

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:40 pm

valeria.delgammba ha scritto:

Non confondiamo il non avere un programma di cosa fare con l'essere aperti a "deviazioni perfettamente ragionevoli dalle vie battute" (cit. Feynmann, non certo un letterato..)!

Feynman (con una N sola) parlava di ricerca avanzata, a livello accademico, da parte di studiosi che si erano già fatti un mazzo così per imparare i fondamenti delle vie già battute, tanto da poterli contestare e modificare con cognizione di causa.

NON parlava di formazione di base dei bambini delle elementari,

né tantomeno di chiunque si svegli la mattina e proponga dal nulla una Nuova Grande Teoria Innovativa del Tutto senza sapere un tubo di quali fossero i contenuti principali di quelle precedenti.

Io sono laureata in fisica, e ho figli alle elementari.

Bene, giuro, ma GIURO, che se una maestra delle elementari di mio figlio si sognasse di sostenere che "se fate i compiti, o se non li fate, o se li fate fare dalle mamme, non cambia niente, perché tanto l'ha detto Feynman", diventerei una belva.
Tornare in alto Andare in basso
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:49 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
valeria.delgammba ha scritto:


Alla fine lui faceva le operazioni e io coloravo... In barba all'autorità della maestra...

Ma che meraviglia.

Io avrei preferito mille volte mandare il bambino a scuola con i compiti incompleti, piuttosto che farglieli io.

Prendeva un voto più basso?

E che sarà mai, 'na traGGedia?

Prendeva il voto più basso, forse (ma di questo non sarebbe importato molto né a noi né a lui); di sicuro non faceva ricreazione e/o ginnastica e aveva nuove operazioni di punizione..

Quindi il colorare aveva il chiaro obiettivo di minimizzare il rompimento di scatole da parte della maestra ed evitare che il pargolo accumulasse insofferenza verso la scuola.

(Non so: in quale dei tuoi casi rientro?)
Comunque mi pare che stiamo andando decisamente ot..
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:49 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


Bene, giuro, ma GIURO, che se una maestra delle elementari di mio figlio si sognasse di sostenere che "se fate i compiti, o se non li fate, o se li fate fare dalle mamme, non cambia niente,  perché tanto l'ha detto Feynman", diventerei una belva.


sei sicura che qualcuno non te l'abbia già detto?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
laub



Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 11.08.12

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 5:56 pm

alege76 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
ripeto un post precedente di questo stesso topic
laub ha scritto:
Ripeto che la "didattica tradizionale" ci restituisce alunni adolescenti poco consapevoli, nonostante il gelminiano ritorno al voto in decimi.

Ma lo si vuole capire, per puro amore di logica e di coerenza, che è esattamente il contrario?

Ovvero, che questi presunti metodi innovativi e alternativi alle elementari, esistono GIA', e sono già maggioritari ovunque, consolidati da decenni, e da decenni esistono solo quelli, e i ragazzi delle ultime generazioni hanno conosciuto solo quelli!

Per cui, gli "adolescenti poco consapevoli" di cui sopra NON SONO AFFATTO usciti da un primo ciclo con "didattica tradizionale", che non esiste più da nessuna parte da almeno 20 anni, e forse anche 30... ma sono usciti proprio da un'educazione primaria ispirata quasi esclusivamente ai tanto decantanti metodi empatici, ludici, senza costrizioni, senza autorità, senza punizioni, senza divieti, con vagonate di "rinforzi positivi" e di personalizzazioni estreme!

Chi se la prende tanto con la "didattica tradizionale" per sostenere solo quella "innovativa", può chiarire una volta per tutte, in termini semplici, come spiega questa contraddizione?

grazie

Sono così innovativi e alternativi che, oh ma guarda che combinazione, senzazaino è un marchio registrato...

Avendo io finito le elementari nel 1991, posso tranquillamente testimoniare che la didattica tradizionale 25 anni fa non era affatto passata di moda, anzi. Ho anche riportato l'esperienza di mia nipote, quinta primaria 2014-2015, che se non aveva le mie stesse maestre poco ci manca. Inoltre non mi pare di essermela mai "presa" con la didattica tradizionale, tant'è che nei miei primi post ho affermato di applicarla, come insegnante di liceo. Quello che ho voluto fare riportando i 10 punti del sito dei senzazaino, è stato mettere in discussione lo sdegno furioso di Felipeto del post di apertura, dato che sembra che con questo marchio registrato si voglia gettare nell'ignoranza e nel caos questo Paese, lo stesso dell'analfabetismo funzionale alle stelle, del calo delle vaccinazioni e dei gombloddi/scii kimiki, tutte realtà diffuse tra i quarantenni più che tra i sedicenni, quarantenni figli della tradizionalissima maestra unica e delle cornicette.


Ultima modifica di laub il Sab Apr 09, 2016 6:06 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:00 pm

Se me lo dice la vicina di casa mentre annaffia le piante, o l'autrice della rubrichetta rosa del bollettino promozionale della coop, o il comunicato stampa del politicante da strapazzo di terza fila... non me ne può fregare di meno. Se me lo dicesse la maestra di mio figlio in vesti professionali, interverrei eccome.
Tornare in alto Andare in basso
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:11 pm

Scusa Paniscus, ma ti sembra forse che io abbia detto quello hai scritto in corsivo?

Non penso affatto che "vada bene tutto" ma penso che se esistono strade diverse per raggiungere l'obiettivo, l'insegnante dovrebbe essere aperto a prenderle in considerazione.

Per quanto riguarda feynman, se non ricordo male la citazione è tratta da una lettera che scrisse a un insegnante della figlia, e quindi mi pareva avesse lo stesso contesto didattico in cui la inserivo io e non quello di gente che ha già percorso la via maestra (ma potrei sbagliarmi)
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:21 pm

valeria.delgammba ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
Scusate, ma la preparazione come può essere alta? Se gli alunni sono lasciati liberi di prepararsi come credono, lo studio non avrà sistematicità, coerenza metodologica, ma sarà lasciato al caso, all'impulso del momento, .....

Ma non è che ogni mattina si svegliano e fanno quello che viene loro in mente!!
Non confondiamo il non avere un programma di cosa fare con l'essere aperti a "deviazioni perfettamente ragionevoli dalle vie battute" (cit. Feynmann, non certo un letterato..)!

Per un Feynman che "seguiva il battito di un tamburo differente", quanti mancati onesti diplomati?

Il genio non può essere preso come modello: sfugge a qualsiasi tipo di categorizzazione. Non a caso, gente come Feynman non lascia una "scuola" dietro di sè.
Tornare in alto Andare in basso
valeria.delgammba



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 24.03.16

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:31 pm

mac67 ha scritto:
valeria.delgammba ha scritto:
Scuola70 ha scritto:
Scusate, ma la preparazione come può essere alta? Se gli alunni sono lasciati liberi di prepararsi come credono, lo studio non avrà sistematicità, coerenza metodologica, ma sarà lasciato al caso, all'impulso del momento, .....

Ma non è che ogni mattina si svegliano e fanno quello che viene loro in mente!!
Non confondiamo il non avere un programma di cosa fare con l'essere aperti a "deviazioni perfettamente ragionevoli dalle vie battute" (cit. Feynmann, non certo un letterato..)!

Per un Feynman che "seguiva il battito di un tamburo differente", quanti mancati onesti diplomati?

Il genio non può essere preso come modello: sfugge a qualsiasi tipo di categorizzazione. Non a caso, gente come Feynman non lascia una "scuola" dietro di sè.

Se volessi prendere il genio come modello sosterrei che ogni alunno deve fare quello che gli pare (tanto è un genio..!). Non sostengo affatto questo. Che cosa fare lo decide l'insegnante, e lo decide a modo proprio. Quello che io sostengo è che un bravo insegnante deve essere in grado di accettare ed eventualmente percorrere strade alternative a quelle che ha stabilito inizialmente.

Per farlo si deve aver chiara la meta, cosa che spesso non avviene, soprattutto quando si impone la propria via acriticamente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:35 pm

valeria.delgammba ha scritto:
Questa rigidità mi pare più legata a un insegnamento "tradizionale".
.........
Quello che, secondo me, risulta più facile da trovare tra "gli innovatori" è la disponibilità a seguire strade diverse in base a quello che si osserva funzionare meglio con ciascun alunno.
Questa rigidità è più legata alla frustrazione del docente che alla metodologia che usa, tradizionale o meno; il potere è una malattia per la quale neanche i docenti sono immuni.

Io non sono un innovatore ma ti assicuro che quando uno studente ha risolto la consegna in maniera alternativa (raramente è capitato) l'ho sempre valutato positivamente; sono ing, per me le cose devono funzionare punto e basta.

Qualche settimana fa uno studente, verosimilmente un vero dislessico, aveva affrontato un esercizio in una maniera insolita, non pienamente efficiente, ma corretta; ho tentato di correggerlo, mi ha risposto che si sentiva più sicuro in quel modo, l'ho lasciato fare e sono stato contento di mettergli un 7 meritato.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 6:46 pm

laub ha scritto:
Avendo io finito le elementari nel 1991, posso tranquillamente testimoniare che la didattica tradizionale 25 anni fa non era affatto passata di moda, anzi. Ho anche riportato l'esperienza di mia nipote, quinta primaria 2014-2015, che se non aveva le mie stesse maestre poco ci manca. Inoltre non mi pare di essermela mai "presa" con la didattica tradizionale, tant'è che nei miei primi post ho affermato di applicarla, come insegnante di liceo. Quello che ho voluto fare riportando i 10 punti del sito dei senzazaino, è stato mettere in discussione lo sdegno furioso di Felipeto del post di apertura, dato che sembra che con questo marchio registrato si voglia gettare nell'ignoranza e nel caos questo Paese, lo stesso dell'analfabetismo funzionale alle stelle, del calo delle vaccinazioni e dei gombloddi/scii kimiki, tutte realtà diffuse tra i quarantenni più che tra i sedicenni, quarantenni figli della tradizionalissima maestra unica e delle cornicette.
Un momento, Felipeto si è scagliato contro l'eliminazione dei voti, non contro tutte le richieste dei senzazaino che sicuramente non conosce neanche
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 7:09 pm

Non posso, non sono in grado,non intendo,non sono qualificato per discutere approvare e contestare metodi didattici adatti alla scuola primaria,età delicatissima nella quale errori didattici ed educativi si ripercuotono catastroficamente nell adolescenza e giovinezza..
La mia,grande,paura è l estensione che ho subodorato di tali metodologie alle medie e,perché no alle superiori..
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7494
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: VOTI INTIMIDATORI...   Sab Apr 09, 2016 7:15 pm

Ire ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:


Bene, giuro, ma GIURO, che se una maestra delle elementari di mio figlio si sognasse di sostenere che "se fate i compiti, o se non li fate, o se li fate fare dalle mamme, non cambia niente,  perché tanto l'ha detto Feynman", diventerei una belva.


sei sicura che qualcuno non te l'abbia già detto?
ot scritto rrrotolando...
forse ho capito male io...chissà...
ma nel dubbio...rrrotolo...
Tornare in alto Andare in basso
Online
 
VOTI INTIMIDATORI...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 8Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: