Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ma quale 25 aprile con Renzi al governo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: ma quale 25 aprile con Renzi al governo   Lun Apr 25, 2016 10:07 am

La retorica del 25 aprile continua negli anni sempre uguale a se stessa.
In tutta italia centinaia di commemorazioni della cacciata dei nazi-fascisti, con tanto di testimonianze dei pochi partigiani ancora in vita e di parate militari alla presenza di autorità più o meno alte.
In pochi però ricordano (o sanno) che il fascismo in Italia si è affermato in maniera formalmente legale, ossia nel rispetto formale dello Statuto Albertino.
La marcia su Roma sarebbe rimasta una pagliacciata se Vittorio Emanuele III non avesse conferito a Benito Mussolini l'incarico di formare un nuovo governo, e Mussolini infatti si presentò alla Camera per ottenerne la fiducia.
Il seguito fu tecnicamente costituito da una serie di riforme legislative e riforme costituzionali (vi ricorda qualcuno? Matteo Renzi non vuole forse passare alla storia come il "riformatore" dello stato?) con i quali Mussolini instaurò una dittatura sostanziale nell'ambito formale delle istituzioni liberali.

Il Partito Democratico oggi, sotto la guida di Matteo Renzi:

- calpesta i diritti del lavoro (Jobs Act, difesa della riforma Fornero,...)

- calpesta la libertà di insegnamento (legge sulla "buona scuola")

- risponde agli ordini di banche e speculatori finanziari in genere

- utilizza in maniera becera una propaganda fatta di frasi fatte, salti logici e sofismi di bassa lega che però fanno presa su un popolo che è stato preliminarmente rincoglionito e reso ignorante.

Quanti docenti oggi commemorano la liberazione dal nazi-fascismo? Forse gli stessi che non si sono preoccupati quando il principale sindacato dei dirigenti scolastici ha parlato di "cacciata dalla scuola dei docenti contrastivi" senza che nessuna istituzione dello stato abbia mosso un dito per mettere questi novelli fascisti in condizione di non nuocere alla società. Del resto, come avrebbero potuto farlo visto che ad essere fascista è la stessa legge 107?

Colleghi, se non capiamo che il PD è un partito pericoloso che si pone in contrasto con le garanzie costituzionali e che, ai sensi della stessa Costituzione, andrebbe sciolto per ricostituzione del disciolto partito fascista, è inutile poi lamentarsi se le cose vanno male.
Chi vota PD è un fascista e quindi va trattato come un NEMICO, fosse anche un nostro genitore, parente o amico. Perché ci ostiniamo ad avere relazioni più o meno amichevoli con questa gentaglia?
I fascismi di oggi e di ieri godono sempre del consenso popolare, ma prima o poi la corda si rompe sempre.
Perché dobbiamo sempre attendere che la farsa si traduca in tragedia? Al referendum di ottobre saremo di fronte a un bivio: o si legittima una dittatura col consenso popolare (sulla falsariga di quello che è avvenuto nel Ventennio) oppure si caccia il Duce. Nel primo caso bisognerà stringere i denti per vari lustri, nella consapevolezza che quando arriverà il fisiologico Piazzale Loreto bisognerà anche ricostruire il tutto dalla macerie.

Per tutti questi motivi io ritengo che oggi, 25 aprile 2016, non ci sia nulla da festeggiare o commemorare.

DICO NO AL FASCISMO E PER QUESTO DISPREZZO MATTEO RENZI E IL SUO PD.
Tornare in alto Andare in basso
 
ma quale 25 aprile con Renzi al governo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» I veri obiettivi del Governo Renzi
» Quale libro state leggendo?
» Governo Monti
» QUALE NOME E' PIU' BELLO
» Quegli 80 euro di Renzi

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: