Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 10:38 am

Ed ecco che professori ed economisti scendono in campo per rafforzare ideologicamente la politica economica e sociale di stampo neoliberista in cui si identifica a tutti gli effetti il renzismo.
Nel caso specifico entra in campo il responsabile economico del PD a infondere il mantra.dalle pagine di Bloomberg News, nota agenzia di stampa comunista.

Filippo Taddei ha scritto:

dobbiamo abituare la gente che l'istruzione sarà molto più lunga e costosa, le assunzioni a tempo indeterminato molte di meno, i tempi di lavoro più lunghi, i pensionamenti verranno posticipati. Le riforme non hanno solo un fine economico, ma anche e soprattutto sociale perché servono a modificare la mentalità lavorativa degli italiani
( tratto da http://www.orizzontescuola.it/news/istruzione-molto-pi-lunga-e-addio-posto-fisso )

A prescindere dal fatto che il concetto di "fine sociale" potrebbe avere ben altra interpretazione, rispetto alla progressiva esacerbazione dell'impoverimento e dello sfruttamento della massa, quella che non conta, ecco che si propina il mantra per rafforzare le picconate ai dogmi del XX secolo.

Questi esperti e blasonati "economisti" sono così geniali da prospettare come soluzione imprescindibile per il progresso socioeconomico dell'umanità il cambio della mentalità delle masse, in modo che si abituino all'idea di una vita di stenti e sacrifici, instabile e all'insegna dello sfruttamento. Questo sarebbe il progresso socioeconomico di questi geni? Ma si, riesumiamo Smith, Ricardo e Malthus, ma che dico, torniamo alla filosofia della servitù della gleba. Tutto purché il PIL si erga sempre più in alto, più turgido e possente che mai e che la decrescita coinvolga solo il popolo bove.

C'era chi rideva della teoria strampalata della decrescita felice del comico genovese, ma non mi sembra che le teorie socioeconomiche degli ideologi del nuovo PD siano meno strampalate. L'importante, comunque, è che a crollare siano solo certi dogmi.

E c'è ancora qualcuno che osa etichettarsi di "sinistra". Sticazzi!


Ultima modifica di Giancarlo Dessì il Lun Apr 25, 2016 12:46 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
wasted years



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 10:46 am

Cosa c'entra il delta PIL con il mercato del lavoro che non domanda più lavoratori e a cui è stata data una risposta di stampo neoliberista, come se l'idea non fosse proprio far crescere il PIL per aumentare la domanda di lavoratori? L'idea è invece metterli duramente in concorrenza l'uno contro l'altro, quindi il feticcio è la concorrenza, non il PIL. Cosa c'entra il PIL con un sistema di gestione della previdenza di tipo piramidale che ha chiaramente penalizzato i figli straprivilegiando i padri? Mettiamocelo in testa, il feticcio non è la crescita, è il dover accettare che l'economia in Europa stagna e stagnerà perché è fatale. E non sarà certo la flessibilità a portare posti di lavoro e linfa alle pensioni, ma proprio la crescita. Che non ci sarà certo alle attuali condizioni. Malthus aveva in mente proprio un sistema stagnante, come costoro, ed è l'unica parte dell'analisi che condivido.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 10:49 am

"dobbiamo abituare la gente..."
e quando riusciremo ad abituare i politici a viver come la "gente abituata"?
Tornare in alto Andare in basso
wasted years



Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 10:56 am

Alla base ci sta l'idea, proprio malthusiana, che ci sia poca domanda di nuovi lavoratori in quanto il mercato del lavoro è saturo, e lo sarà sempre più perché chi ci entra ci rimarrà per sempre leggi fino a morte, e ci entrerà tardi, straspecializzato e supersottopagato. L'idea non è conquistare mercati o produrre beni e servizi per creare lavoro, il lavoro è quello e andrà a calare.
Quindi sarà una guerra tra poveri per averne uno alle condizioni dettate dalla scarsa domanda di lavoratori.
Tornare in alto Andare in basso
royalstefano



Messaggi : 4259
Data d'iscrizione : 12.09.11

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 11:03 am

"MARXISTI DELL'ILLINOIS", così definiva i piddini/renzini un economista non proprio mainstream.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 11:42 am

wasted years ha scritto:
Cosa c'entra il delta PIL con il mercato del lavoro

Apparentemente niente e devo precisare che non è il concetto di crescita economica in sé che metto in discussione quanto l'uso di certi indicatori economici per misurare lo stato di efficienza e di sanità di un sistema socioeconomico.
Il discorso sarebbe comunque troppo lungo perché si dovrebbe entrare nel dettaglio e analizzare le diverse componenti del PIL. L'ho citato solo perché è l'icona della rappresentazione di un progresso socioeconomico. Ma si può considerare progresso (a prescindere dall'entità dei punti percentuali di aumento del PIL) un mutamento che peggiora le condizioni di benessere di una nazione?
Tornare in alto Andare in basso
Romado72



Messaggi : 3520
Data d'iscrizione : 29.07.13

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 12:50 pm

Le riforme in effetti hanno un fine economico perchè ci stanno lasciando in mutande, visto che continuiamo a pagare sempre di più a fronte di servizi sempre minori in quantità e peggiori in qualità; e hanno pure un fine sociale di cambiamento della mentalità dei lavoratori, che sono precari "dentro", e non solo la categoria docenti, senza che ci fosse il genio ideologo (??) di turno che dicesse a chiare lettere come noi ci sentiamo già, e già da un pó.
Chi ha la presunzione e l'arroganza di essere tuttologo e di promuovere riforme all'insegna dell'approssimazione e della superficialità non ha basi ideologiche, perchè ha anche la presunzione di sentirsi "ideologo", andando avanti per la propria strada e facendo finta di ascoltare tutti ma in realtà non sentendo nessuno. E chi agisce in questo modo è semplicemente un coglione e un cialtrone che non ha la consapevolezza di essere tale. E che purtroppo ci governa senza essere stato scelto da nessuno.
Questa è l'amara verità.
Tornare in alto Andare in basso
Sasha73



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 27.04.11

MessaggioOggetto: Re: Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!   Lun Apr 25, 2016 7:56 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Ed ecco che professori ed economisti scendono in campo per rafforzare ideologicamente la politica economica e sociale di stampo neoliberista in cui si identifica a tutti gli effetti il renzismo.
Nel caso specifico entra in campo il responsabile economico del PD a infondere il mantra.dalle pagine di Bloomberg News, nota agenzia di stampa comunista.

Filippo Taddei ha scritto:

dobbiamo abituare la gente che l'istruzione sarà molto più lunga e costosa, le assunzioni a tempo indeterminato molte di meno, i tempi di lavoro più lunghi, i pensionamenti verranno posticipati. Le riforme non hanno solo un fine economico, ma anche e soprattutto sociale perché servono a modificare la mentalità lavorativa degli italiani
( tratto da http://www.orizzontescuola.it/news/istruzione-molto-pi-lunga-e-addio-posto-fisso )

A prescindere dal fatto che il concetto di "fine sociale" potrebbe avere ben altra interpretazione, rispetto alla progressiva esacerbazione dell'impoverimento e dello sfruttamento della massa, quella che non conta, ecco che si propina il mantra per rafforzare le picconate ai dogmi del XX secolo.

Questi esperti e blasonati "economisti" sono così geniali da prospettare come soluzione imprescindibile per il progresso socioeconomico dell'umanità il cambio della mentalità delle masse, in modo che si abituino all'idea di una vita di stenti e sacrifici, instabile e all'insegna dello sfruttamento. Questo sarebbe il progresso socioeconomico di questi geni? Ma si, riesumiamo Smith, Ricardo e Malthus, ma che dico, torniamo alla filosofia della servitù della gleba. Tutto purché il PIL si erga sempre più in alto, più turgido e possente che mai e che la decrescita coinvolga solo il popolo bove.

C'era chi rideva della teoria strampalata della decrescita felice del comico genovese, ma non mi sembra che le teorie socioeconomiche degli ideologi del nuovo PD siano meno strampalate. L'importante, comunque, è che a crollare siano solo certi dogmi.

E c'è ancora qualcuno che osa etichettarsi di "sinistra". Sticazzi!
--------------------------------------------
Molti chiedevano più giovani e più donne al Governo del Paese. E sono stati accontentati. Oggi però stiamo scoprendo che questi giovani e queste donne renziani, ma non solo, sono "vecchissimi", con le loro ricette ottocentesche. I veri "giovani", quelli che ancora sanno sognare una società migliore, erano invece in piazza oggi, alcuni anche novantenni.
Tornare in alto Andare in basso
 
Basi ideologiche del renzismo. Malthus VIVE!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Screening trombofilia
» su quali basi si decide il tipo di progesterone?
» Il valore della vita
» Quanto "sopravvive" lo sperma fuori dal corpo?
» una domanda sull'autismo

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: