Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Violenze in famiglia ruolo della scuola

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
AutoreMessaggio
yunola



Messaggi : 255
Data d'iscrizione : 29.07.12

MessaggioOggetto: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Mar Apr 26, 2016 3:53 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti! Cerco di sintetizzare il fatto. A scuola un'alunna ha raccontato ad alcune docenti, e fra queste ci sono anche io, di subire da parte delle madre delle percosse in conseguenza di svariate azioni: litigate con il fratello, note scolastiche o comunque fatti relativi all'andamento scolastico e, in ultimo da oggi, perché accusata di far fare ritardo alla famiglia che doveva recarsi in un posto. La ragazzina ha parlato di calci, pugni, graffi, una piastra per capelli usata come corpo contundente. Ha anche riferito che nel corso di una di queste occasioni ha sbattuto, per effetto delle percosse, la testa contro il muro riportando un livido. Per completezza aggiungo, non che la cosa voglia dir niente, che non mi sono stati mostrati segni sulla pelle, ma a me ha parlato in due occasioni, una delle quali oggi. La prima collega che ha ricevuto le confidenze ce ne ha parlato durante un consiglio di classe e credo che sia stato verbalizzato qualcosa su questo. In seguito la ragazzina ha parlato anche con me e con un'altra collega. Abbiamo atteso sulle prime, cercando di capire se la cosa si reiterasse e speravamo che la madre venisse ai colloqui per cercare, senza dire niente di diretto, di capire qualcosa di più. Io ne ho parlato con la vicepreside che mi ha detto tutto il male possibile sui servizi sociali e sui rischi di fare una segnalazione e su questo sono anche d'accordo. Siccome non è l'unico caso nel quale mi sembra di capire che, pur di non coinvolgere i servizi sociali, in questa scuola si fa finta di niente di fronte a situazioni che sarebbero palesemente da segnalare, mi chiedo: che dovrei fare? Cosa sarebbe giusto fare? Che fareste? Oggi ho provato a parlarne con una collega anziana la quale in pratica mi ha detto che se la cosa non si compie sotto i miei occhi io posso, come dire, non fare niente. Perché se vado dalla preside dovrei scrivere una relazione e poi sarei chiamata da chi di dovere a rispondere delle cose scritte. Insomma tante grane... Mi ha consigliato di evitare il problema, io credo di non poterlo fare anche perché siamo o non siamo pubblici ufficiali? Io ci tengo innanzitutto a non fare mosse che potrebbero danneggiare la ragazzina sia in caso sia tutto vero sia in caso contrario. Non mi sembra che tacere a priori sia una grande idea. Comoda sì, ma non quella giusta. D'altra parte non vorrei creare un cataclisma a una famiglia attenzionata per niente. È vero che non ci sono step intermedi? La scuola non può fare qualcosa senza attivare procedure così forti come la segnalazione ai servizi sociali?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 8:11 pm

Lo faccio con passione per quelli che concerne la didattica. Mi faccio in quattro per insegnare.
Me ne fotto di ogni cosa che sia pertinenza degli assistenti sociali e delle mamme e papà. Sono discenti,non figli..
Di conseguenza socializzo con i colleghi che parlano di sistemi lineari, di compromesso storico,di codice civile,di reazioni redox
Evito le mummie che mi.parlano dei fidanzati delle alunne, delle canne che si fanno in giro, e di altre cose che non mi interessano.
Complessivamente mi reputo un buon insegnante..INSEGNANTE!
Non ho un fegato grosso così..bensì tal altro organo..... :))
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 8:17 pm

non ho parlato di missione.

Se ti vai a leggere i miei interventi sull'argomento non ne troverai uno nel quale io sostenga che l'insegnamento è una missione.

In effetti hai ragione: c'è chi è fortunato e chi no ed io ho compatito Felipeto.

Va in un posto che odia.

Edit dopo l'intervento di Felipeto.

Va in un posto che amerebbe se non fosse così come è non avendo capito che la relazione umana, la crescita dei ragazzi e i loro problemi fanno parte del suo lavoro, esattamente come fa parte del lavoro fatto bene la relazione con i colleghi anche se per un momento parlano di qualcosa di non strettamente didattico.
Il lavoro a scuola è un lavoro che viene bene se fatto in team, non si lavora in team se si schifano le persone che lo compongono,
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 8:35 pm

Va tutto bene, il buon rapporto col team, l'empatia con i ragazzi, le metodologie didattiche.

Ma il primo compito della scuola, e quindi dei docenti, è l'istruzione, la diffusione di conoscenza, l'accrescimento della cultura della popolazione, l'aumento delle possibilità e delle opportunità che i discenti avranno una volta entrati a pieno titolo nel mondo degli adulti.

Il resto, concordo con Felipeto, sono puttanate.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 9:05 pm

ushikawa ha scritto:
Va tutto bene, il buon rapporto col team, l'empatia con i ragazzi, le metodologie didattiche.

Ma il primo compito della scuola, e quindi dei docenti, è l'istruzione, la diffusione di conoscenza, l'accrescimento della cultura della popolazione, l'aumento delle possibilità e delle opportunità che i discenti avranno una volta entrati a pieno titolo nel mondo degli adulti.

Il resto, concordo con Felipeto, sono puttanate.



Ma questo ora cosa c'entra?
Fino a poche righe fa pretendevi che si indagasse sulla sincerità dell'alunno, che si accertassero sindromi, disagi o botte, adesso invece dovresti solo fare lezione?
Sta a vedere che adesso invece l'empatico missionario sarebbe chi diceva di seguire la prassi (che tu stesso hai bollato come "burocratica") e lasciare a chi è del ramo gli accertamenti del caso!
A naso si perdono più ore di lezione a indagare e "ascoltare i testimoni" che non a scrivere una relazione!
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 9:15 pm

Sulla questione specifica ho già espresso la mia opinione, raccomandando cautela nel fidarsi eccessivamente del racconto di un minore e investendo della situazione i colleghi e soprattutto il dirigente, senza pensare che una denuncia ai carabinieri fatta dal singolo insegnante senza basi concrete possa essere utile al minore, alla scuola o all'insegnante stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 9:19 pm

ushikawa ha scritto:
Sulla questione specifica ho già espresso la mia opinione, raccomandando cautela nel fidarsi eccessivamente del racconto di un minore e investendo della situazione i colleghi e soprattutto il dirigente, senza pensare che una denuncia ai carabinieri fatta dal singolo insegnante senza basi concrete possa essere utile al minore, alla scuola o all'insegnante stesso.



Non si parlava più della questione specifica? Evidentemente non mi sono accorta che si era passati a ululare alla luna.
Nessuno ha mai paventato denunce ai carabinieri del singolo insegnante
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 9:33 pm

Sui cartelloni all ingresso della mia scuola,negli opuscoli Dell orientamento e sul sito c è scritto che chi esce da quella scuola avrà l ecdl,conoscerà almeno due lingue, saprà utilizzare strumenti informatici per le pratiche gestionali e contabili,avrà conoscenze di diritto e legislazione. C e anche scritto che è disponibile uno sportello psicologico.io faccio del mio sulla prima parte,lo psicologo sulla seconda. Quando lo psicologo verrà in classe A spiegare ricerca operativa o funzioni a due variabili, io empatizzero' con gli studenti,chiederò della loro vita, sarò il loro confidente di tutte le mattarellate sui denti che prendono a casa.fino ad allora,faccio il mio lavoro..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 9:38 pm

e infatti è assurdo sostenere che i ragazzi siano infidi e cattivi, dal momento che dovremmo farci i c***i nostri su di loro, come evidentemente non fa chi dice di conoscerli così bene, e limitarci a segnalare, come è nostro obbligo professionale di pubblici ufficiali, laddove ci sia una possibile notizia di reato, senza stare a elucubrare sulle loro presunte ragioni recondite, come farebbe uno psicologo della mutua, che a questo punto avrebbe le sue ragioni per venire da te a spiegare funzioni a due variabili
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 10:05 pm

Una nota a margine:continuo a leggere che l' insegnante in servizio e' un pubblico ufficiale.Sara' cosi',mi sembra che lo abbia scritto la Cassazione, ma io non ho mai saputo di genitori o di alunni arrestati per aver insultato o minacciato o aggedito( oppure tutte e tre le cose)un docente nell' esercizio delle sue funzioni.si Azzardi un pinco pallino qualsiasi ad alzare la voce contro l' ultimo dei pizzardoni e poi vediamo che cosa gli succede.Non rimpiango di non avere il potere dei bargelli, semmai mi piacerebbe che i docenti si facessero rispettare di piu' nei collegi docenti e nei consigli di classe. Non sara' un pomposo titolo a tenere lontani gli sciacalli che hanno " puntato" una preda debole e isolata. Se un docente accetta di farsi strapazzare da un ds propotente o da un un genitore arrogante sara' visto come un pubblico travicello, altro che pubblico ufficiale.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Gio Apr 28, 2016 10:34 pm

E dovrebbe soprattutto, il bargello, sapere di esserlo!
Non ci nascondiamo il folclore nella categoria. Spesso i più pavidi non sanno nemmeno perimetrare la loro sfera di influenza, confuse banderuole nelle mani del primo (genitore, DS, collega medagliato) che alzi la voce o sfoderi un sorriso convincente, subito pronti a sposare una causa convincente declamata con dovizia di congiuntivi, accettare un incarico non dovuto, fare lo strappetto alla regola in nome della causa.

Pochi anni fa un genitore ebbe la brillante idea di irrompere nella scuola per protestare vivacemente contro la bocciatura del rampollo, un campione di straordinaria cretineria, frutto evidentemente caduto non lontano dall'albero. L'ossesso si portò via per protesta il quadro degli ammessi affisso, il documento ufficiale del pubblico ufficiale, ufficialità al quadrato, e venne quindi segnalato alla pubblica sicurezza, che lo raggiunse e lo ricondusse a più miti propositi, se pure non in ceppi
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8318
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Violenze in famiglia ruolo della scuola   Ven Apr 29, 2016 7:54 am

balanzoneXXI ha scritto:
Una nota a margine:continuo a leggere che l' insegnante in servizio e' un pubblico ufficiale.Sara' cosi',mi sembra che lo abbia scritto la Cassazione, ma io non ho mai saputo di genitori o di alunni arrestati per aver insultato o minacciato o aggedito( oppure tutte e tre le cose)un docente nell' esercizio delle sue funzioni.si Azzardi un pinco pallino qualsiasi ad alzare la voce contro l' ultimo dei pizzardoni e poi vediamo che cosa gli succede.Non rimpiango di non avere il potere dei bargelli, semmai mi  piacerebbe che i docenti si facessero rispettare di piu' nei collegi docenti e nei consigli di classe. Non sara' un pomposo titolo a tenere lontani gli sciacalli che hanno " puntato" una preda debole e isolata. Se un docente accetta di farsi strapazzare da un ds propotente o da un un genitore arrogante sara' visto come un pubblico travicello, altro che pubblico ufficiale.

E' probabile che il pubblico ufficiale vittima di queste aggressioni non abbia ritenuto di sporgere querela.

E' possibile che la querela sia stata presentata e che sia finita in un nulla di fatto.

E' da tenere conto che il reato di diffamazione nei confronti di pubblico ufficiale esiste solo se risulta falso ciò che si dice.

Se diffondo voci su un docente dicendo, ad esempio, che durante la gita invece di stare dietro ai ragazzini si è fatto i cavoli suoi lasciandoli 2 ore al centro commerciale, se anche pubblico queste voci con nome e cognome, se il docente si incavola e mi querela per diffamazione e risulta vero ciò che ho detto........... decade la diffamazione e subentra l'abbandono di minore.

Magari non tutti i pubblici ufficiali sono proprio tranquillissimi sul proprio operato ed evitano segnalazioni che potrebbero ritorcersi contro di loro.

Non so, è una delle tante motivazioni che mi vengono in mente per giustificare i pochi casi di cui si viene a conoscenza nei quali è il Pubblico Ufficiale (docente) ad essere riconosciuto vittima del cittadino.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
Violenze in famiglia ruolo della scuola
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 5 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Argomenti simili
-
» Contratti sul sito della scuola
» richiesta 3 giorni di vacanza a discrezione della scuola
» colloqui individuali con i genitori
» nomina coatta alla gestione del sitoweb della scuola
» LA BCE ORDINA LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: