Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Atto di bullismo femminile non sanzionato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
SaleDellaTerra



Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 29.04.16

MessaggioOggetto: Atto di bullismo femminile non sanzionato   Ven Apr 29, 2016 11:46 am

Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti. Sto portando avanti una supplenza annuale alle medie (arte, 9 classi) e, in particolare in una, è successo un episodio a mio avviso di dichiarato bullismo femminile. Si tratta di una prima media dove è presente una ragazzina disabile, bocciata (sensibile ritardo cognitivo). Vengo al dunque. Alcune compagne di classe hanno detto alla ragazzina di non portare la merenda perché, il giorno dopo, l'avrebbero portata loro. La ragazzina si è fidata e il giorno seguente le altre compagne , appartandosi durante la ricreazione, le hanno fatto mangiare dei croccantini per cani, spacciandoli per snack salato. La questione si è venuta a sapere perché una delle tre bulle (solo così mi viene da chiamarle, senza usare epiteti più pesanti!) , forse temendo che la cosa venisse scoperta, è andata ad informare l'AEC dell'accaduto (da puntualizzare: la ricreazione viene fatta nel parco della scuola, dura 20 minuti, dove i ragazzini si dividono in gruppetti e c'è chi si siede sulle panchine a giocare con le figurine, altri ascoltano la musica ecc). L'assistente ha informato la coordinatrice che, a sua volta , ha richiesto un cdc straordinario per decidere il da farsi. Ecco lo scandalo... Durante il cdc , su 13 docenti, ben 8 (incluso il ds) sostenevano che, per quanto grave, tale azione non dovesse essere considerata come forma di bullismo perché, vista l'età (10 anni), era da attribuire ad una forma di infantilismo. Per questo , mettendo a votazione il tutto, si è deciso di ESONERARE le ragazze dal partecipare al campo scuola, previsto per fine maggio, ma di NON SOSPENDERLE perché, a detta del DS, 'in questo modo sarebbero state penalizzate per il triennio''. Non ho parole per esprimere il mio disgusto. Difronte le rimostranze mie e di altri pochi altri colleghi, gli altri docenti del cdc (mi rifiuto di chiamarli 'colleghi' perché non voglio essere 'collegato' a certune persone) hanno detto che c'è stata una 'riunione' in presidenza, dove erano presenti i genitori della bambina , la bambina, le famiglie delle bulle e le bulle, e che , durante la 'paternale', le bulle si sono messe a piangere (loro sostengono per pentimento, io invece credo per paura di una bocciatura o sanzione!!) e siano riuscite a convincere i genitori della bambina (gente molto 'semplice') delle scuse. Per questo, hanno continuato i docenti, non era necessario sanzionare, visto il CHIARO PENTIMENTO. Io, per fortuna o sfortuna, finita la supplenza, probabilmente non capiterò più in quella scuola ma ho una grande preoccupazione che questa azione, non sanzionata ORA, possa innescare un atteggiamento persecutorio verso una bambina fragile, non supportata da una famiglia 'attenta' (l'Aec mi ha detto che, durante la ricreazione, ha notato atteggiamenti , seppur ad intermittenza, comunque di scherno e presa in giro , da parte delle 'bulle pentite', nei confronti della ragazzina). Scusate lo sfogo ma veramente ci sto male! Cosa posso fare per tutelare questa bambina e la sua famiglia fragile??
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Scuola70



Messaggi : 575
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: Atto di bullismo femminile non sanzionato   Dom Mag 01, 2016 6:29 pm

L'anticipo marcato è sbagliato, conduce secondo me a fenomeni di emarginazione e potenzialmente anche bullismo, gli altri vedono l'anticipatario (soprattutto se indietro di due anni) come più piccolo, e non come un coetaneo con cui confrontarsi per uno scambio di esperienze di vita.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8329
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Atto di bullismo femminile non sanzionato   Dom Mag 01, 2016 6:49 pm

Emarginazione può essere, se il bambino è più piccolo, se ama cose diverse rispetto ai compagni, probabilmente viene lasciato in disparte, ed è normale e comprensibile. Non è obbligatorio essere amici di tutti, i compagni non sono tenuti a forzarsi di includere nei loro giochi o nei loro gruppi bambini con i quali non hanno nulla da dire.

Bullismo però...... non è certo una caratteristica fisiologicamente presente nei più grandi. Lo è solo se sono bulli (vogliamo leggere: stnz, violenti....... )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15825
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Atto di bullismo femminile non sanzionato   Dom Mag 01, 2016 8:56 pm

ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Romado72 ha scritto:
Bene, un'esperienza positiva; ma sai che all'annualità stipendiale in più proprio non ci avevo pensato?:):):)

Beh, non è il caso che cominci a pensarci, tanto oggi non esiste più...
Non è vero, il titolo di studio aiuta, ed anche se non lavori subito, comunque prima lo prendi prima lavori

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2016/04/30/eurostatlaureati-occupatipenultimi-ue_983c91d5-a48b-463f-b5f1-5c7c54dcc0b4.html

Stavo appunto per citare la notizia: quasi un laureato su due non trova lavoro a tre anni dalla laurea.
Quelli che lo trovano chissà che sottospecie di lavoro rimediano.
Se le cose continuano come oggi, c'è il rischio concreto che l'anticipo si traduca in un anno di disoccupazione in più.
Leggi male i dati; l'occupazione in Italia è un casino per tutti, per i laureati meno che per i diplomati, quindi meglio laurearsi, in buona sostanza lo studio premia ancora.

Infine dopo la laurea e dopo il diploma sappiamo che non troveremo subito lavoro, però se MEDIAMENTE ci si mette 4 anni, chi finisce a 18 va a lavorare a 22 e chi finisce a 19 va a lavorare a 23 quindi un anno prima.

Mah avido, non sono convinto: dei miei compagni di classe dell' ITIS (quando era ancora una scuola seria) solo due, oltre a me, hanno proseguito gli studi; gli altri hanno iniziato a lavorare quasi subito, raggiungendo la condizione di non-precarietà e uno stipendio ragionevole e stabile molti anni prima di me. Qualcuno gira con la macchina sportiva, qualcun altro ha fatto una dignitosa carriera da subordinato, qualcuno aveva l'attività di famiglia, qualcuno ha fatto addirittura in tempo a separarsi e risposarsi... In sostanza se confronti i redditi di un quarantenne laureato e di un quarantenne diplomato (dai 5 ai 10 anni di esperienza lavorativa in più) penso che sia il primo a passarsela peggio.
questa statistica non dice che lavoro si va a fare nè quanto si guadagna; altre statistiche lo dicono e concordano che è meglio laurearsi.

Istat bugiarda ? Forse, però tieni sempre presente che chi ha la laurea la può nascondere e far finta di essere diplomato, il viceversa non si può fare.

Chi si diploma un anno prima può far finta di essere ancora a scuola, il viceversa non si può fare.

Un po' come quando mi si dice che i soldi non sono garanzia di felicità; vero, però se sei ricco sfondato, volendo, puoi mettere insieme tutti i tuoi soldi e fare un bel falò diventando povero; il viceversa non è possibile, quindi meglio ricchi e sani che poveri ed ammalati come diceva mia padre ..... prima di ammalarsi.

Io dico che il mio obiettivo era di diventare ricco sfondato con il lavoro; ora a metà della mia vita lavorativa ho raggiunto la metà dei miei obiettivi; mi rimane solo più da diventare ricco.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: Atto di bullismo femminile non sanzionato   Dom Mag 01, 2016 10:35 pm

Puoi sempre diventare un faraone,così ti faranno una piramide, oppure un grande cantante come la gianna Nannini detta giannini..oppure un ds sceriffo che fustiga e impala docenti CONTRASTIVi...
Tornare in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: risposta   Gio Mag 05, 2016 9:40 am

SaleDellaTerra ha scritto:
Durante il cdc ben 8 (incluso il ds) sostenevano che,
per quanto grave, tale azione non dovesse essere considerata come forma di bullismo.
Cosa posso fare per tutelare questa bambina e la sua famiglia fragile???

io al tuo posto salterei la scuola
e andrei direttamente alla Procura della Repubblica per i minorenni
a portare un esposto scritto insieme con la famiglia della bambina

L'esposto e' l'atto con cui si richiede l'intervento
dell'Autorita' di Pubblica Sicurezza presentato in caso di dissidi tra privati
da una o da entrambe le parti coinvolte.

https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_3_2_16.wp

ad esempio a Milano

http://www.procmin.milano.giustizia.it/

se la famiglia minimizza
domandi sempre alla stessa procura se devi denunciare

SONO LORO CHE POSSONO E/O DEVONO DECIDERE SE PROCEDERE ALLA DENUNCIA EFFETTIVA

al limite le famiglie delle bulle potrebbero essere condannate
ad un risarcimento dei danni morali che la famiglia della bambina
potrebbe usare per migliorare il sostegno

dato quello che e' successo ... domanda

e' stata predisposta dalla scuola una sorveglianza (discreta) della bambina

DAL PRIMO ALL'ULTIMO MINUTO CHE QUESTA E' A SCUOLA???
Tornare in alto Andare in basso
 
Atto di bullismo femminile non sanzionato
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
 Argomenti simili
-
» E' più grave un problema maschile o femminile?
» Lingua italiana - maschile e femminile
» Bullismo!!
» Le tasche piene di sassi...
» Ciao a tutte mi ripresento

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: