Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
feed2003



Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 15.08.13

MessaggioOggetto: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 5:51 pm

Oggi durante un CdC sono state espresse due diverse opinioni.
Una (di un collega) è che il docente non si può rifiutare di firmare la giustificazione dell'assenza presentatagli dallo studente. L'altra (la mia) è che un docente invece si può rifiutare, ovviamente per fondati motivi. Ricordo infatti di avere letto un documento l'anno scorso che spiegava come l'accettazione della giustificazione non fosse un atto obbligatorio ma una concessione da parte dell'istituto scolastico, solo che non riesco a ricordare esattamente dove ho letto questa affermazione e i termini precisi delle sue condizioni.
Qualcuno mi potrebbe dire quale è la posizione corretta, e citarmi gli estremi precisi della normativa di riferimento, così che io possa andare a documentarmi per verificare in che modo si applica al caso specifico che sto affrontando e ad altri casi che posso incontrare in futuro?
Grazie a tutti per le indicazioni che mi darete.


Ultima modifica di feed2003 il Sab Apr 30, 2016 6:33 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7521
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:04 pm

non ne so nulla ma son curiosa...
quali tipi di giustificazione rifiuteresti?
se parliamo di firma palesemente falsa ovviamente...non ci piove...
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 993
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:08 pm

... e non ci piove neanche se mi presentano una giustificazione per 10 giorni di assenza con su scritto "siamo stati alle Maldive" perché, secondo me, una giustificazione del genere deve essere vidimata dal DS.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:16 pm

e cosa succede se non l'accettate? tot (5, 10) assenze non giustificate e allora?

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:17 pm

feed2003 ha scritto:
Oggi durante un CdC sono state espresse due diverse opinioni.
Una (di un collega) è che il docente non si può rifiutare di firmare la giustificazione dell'assenza presentatagli dallo srtudente. L'altra (la mia) è che un docente invece si può rifiutare, ovviamente per fondati motivi.
Ragioniamo, un alunno si assenta un giorno ed il giorno dopo torna a scuola; l'assenza è avvenuta e nulla può fare il docente per tornare indietro nel tempo ed impedirla.

A quel punto il docente chiede il perchè dell'assenza e l'alunno risponde con documento firmato dai genitori; supponiamo il caso peggiore: "non avevo voglia di venire a scuola".

In cosa dovrebbe consistere il rifiuto del docente di accettare la giustificazione ? Consisterebbe in "inventati una scusa che mi metta meno in imbarazzo" ?

Ora supponiamo che il docente pur contro voglia firmi, visto che si tratta solo di una presa d'atto (il docente non deve approvare la realtà, la realtà è quella che è indipendentemente dall'approvazione del docente) e che poi decida di intraprendere qualche azione disciplinare; contro chi ? Contro il ragazzo ? Contro il genitore ?

Come si può prendere un'azione disciplinare contro un ragazzo per quel che ha fatto fuori dalla scuola soprattutto se lo ha fatto con il benestare del genitore ?

Come si può sanzionare il genitore ?

La giustificazione ha una sola funzione: accertarsi che i genitori sappiano dell'assenza; se i genitori sanno tu ratifichi la giustificazione e inizi a fare lezione.

Certo che se la firma è falsa allora devi informre i genitori e non accettare la giustifica.

Certo che se il fenomeno diventa ricorrente allora devi informare le autorità della violazione dell'obbligo scolastico (se minore di 16 anni).

Certo che l'assenza si somma nel monte ore (25 % max)

Certo che l'assenza può incidere sulla condotta.

Certo che non sei tu a poter comandare lo studente quando è fuori dalla scuola.
Tornare in alto Andare in basso
haran banjo



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:20 pm

La giustificazione è normata dai singoli istituti, non dal Miur. il riferimento è dunque il regolamento di Istituto. Secondo me è lecito che il docenti non firmi la giustificazione, magari mandando lo studente dal DS. Mi è capitato di non accettare la motivazione "studio" intesa come sto a casa perché domani interroga storia. Lo studente maggiorenne ha poi giustificato nella riga successiva come malattia.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7521
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:22 pm

@melia ha scritto:
... e non ci piove neanche se mi presentano una giustificazione per 10 giorni di assenza con su scritto "siamo stati alle Maldive" perché, secondo me, una giustificazione del genere deve essere vidimata dal DS.
ma veramente no...
saranno caxxi loro, suoi e dei suoi genitori.
io parlo di minori...come sottolinea bene avido (che raramente ma ogni tanto ci azzecca...), la giustificazione deve assicurarci sia stata un'assenza della quale i genitori erano a conoscenza. punto.
poi che sia per inFRuenza (ne becco un sacco di 'sta strana malattia chissà...), per visita alla nonna (viste davvero), partecipazione al matrimonio della cuggggina (una decina), visite specialistiche o semplice "non partecipazione alla gita e quindi l'ho tenuto a casa"...
ribadisco: io accetto controfirmo arrivederci e grazie.
in lombardia poi non abbiamo nemmeno più l'obbligo del certificato medico oltre i sette giorni..
ma signori miei...ma io devo anche mettermi a sindacare sul tipo di educazione che decidono i genitori per i loro figli?!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:24 pm

davvero a scuola tua hanno l'infruenza?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
tellina



Messaggi : 7521
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:26 pm

un sacco.
deve essere anche contagiosissima....cribbio.
vivo nel costante terrore di infruenzarmi...
Tornare in alto Andare in basso
feed2003



Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 15.08.13

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:27 pm

Io non prendo un'azione disciplinare contro un ragazzo per quel che ha fatto fuori dalla scuola.
Io contesto, o voglio contestare, per esempio, che lui arrivi in ritardo il decimo giorno di fila con la giustificazione "non mi è suonata la sveglia" o "mi è suonata ma non avevo voglia di alzarmi", perché tale giustificazione è in contrasto con i suoi doveri scolastici. Idem con patate se tali giustificazioni dovessero essere firmate dai suoi genitori, perché contravvengono al patto di corresponsabilità educativa. Poi lui nel suo letto, in orario di lezione, può avere fatto quello che vuole, da solo o in compagnia.

Comunque non mi interessa aprire un dibattito, seppur ragionando. Mi interessa verificare cosa dice esattamente la normativa, per capire se un certo comportamento che ho adottato (o che volgio adottare in futuro) è legittimo o meno. Ripeto, io sono convinto di avere letto qualcosa in proposito anche se non ricordo esattamente i dettagli.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:29 pm

haran banjo ha scritto:
La giustificazione è normata dai singoli istituti, non dal Miur. il riferimento è dunque il regolamento di Istituto. Secondo me è lecito che il docenti non firmi la giustificazione, magari mandando lo studente dal DS. Mi è capitato di non accettare la motivazione "studio" intesa come sto a casa perché domani interroga storia. Lo studente maggiorenne ha poi giustificato nella riga successiva come malattia.
Contenti voi .......
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:30 pm

Vi rendete conto che motivi_familiari = cazzi_miei ?
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 993
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 6:37 pm

i 10 giorni alle Maldive non li firmo perché da qualche parte c'è una normativa che stabilisce che lo studente non può fare assenze superiori a 5 giorni se non per malattia. So che spesso, invece, le fanno per altri motivi, ma, di solito, sono concordate preventivamente con la dirigenza, soprattutto se si tratta di studenti del biennio e quindi ancora in obbligo formativo.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:06 pm

@melia, ma stai celiando???
La giustificazione si può rifiutare, con richiesta di intervento del preside, solo se si dubita dell'autenticità della firma, se manca il certificato medico, se viene presentata dopo tanti giorni in accumulo ad altre. Non è che stiamo a stabilire noi che il morbillo è ok e le Maldive no.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 993
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:12 pm

Il morbillo è malattia e portano il certificato medico, le Maldive sono senza certificato medico e ripeto alla scuola dell'obbligo non si può stare assenti per più di 5 giorni consecutivi se non per malattia ed è questo uno dei motivi della richiesta di certificato medico.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6145
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:23 pm

Questo problema si risolve sanzionando formalmente l'eccesso di assenze e di ritardi, ad esempio con abbassamenti del voto di condotta, ANCHE se sono giustificati dai genitori (riservando ovviamente delle deroghe per chi ha avuto gravi problemi di salute attestati con certificato medico, o roba del genere).

La firma della giustificazione sul libretto serve solo ad attestare che il genitore fosse al corrente che il figlio non è andato a scuola, e che quindi non ci possano essere contestazioni sulla responsabilità della sorveglianza (o del mancato assolvimento dell'obbligo di frequenza) in quel giorno.

Ma non vuol dire che si possano fare tutte le assenze che si vuole SENZA nessuna conseguenza disciplinare, purché le si faccia col permesso dei genitori.

La scuola è libera di valutare l'eccesso di assenze come una mancanza agli obblighi di impegno scolastico, anche se i genitori firmano la giustificazione.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:34 pm

Sanzionando l'eccesso di assenze : se superano il 25% e compromettono la possibilità di valutazione la sanzione è la non validità dell'anno

Diversamente credo che non ci sia possibilità di sanzionare.

Per quanto riguarda i ritardi direi che è la stessa cosa: se sommandoli alle assenze superano..........

si può prevedere una sanzione per eccesso? ma se i genitori giustificano non avete alcuna possibilità essendoci per legge quel limite che indica l'eccesso
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:35 pm

@melia ha scritto:
Il morbillo è malattia e portano il certificato medico, le Maldive sono senza certificato medico e ripeto alla scuola dell'obbligo non si può stare assenti per più di 5 giorni consecutivi se non per malattia ed è questo uno dei motivi della richiesta di certificato medico.
OK, io vado alle Maldive per 10 gg, poi torno e te lo scrivo, tu non accetti la giustifica e poi .........
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 993
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:53 pm

... e poi chiedo che a prendersi la responsabilità di questa giustificazione sia il DS, dopo tutto nel libretto è scritto firma del Dirigente, non firma del prof. Pinco Palla. Lo strascico della cosa potrebbe essere un abbassamento del voto di condotta.

Una cosa del genere è capitata nella scuola con un extracomunitario dell'Est. Dopo le vacanze di Natale è rientrato con 10 o 15 giorni di ritardo, motivando con il fatto che aveva avuto difficoltà con il volo di ritorno, perché quello prenotato era stato cancellato. Il DS gli ha firmato la giustificazione, nessuno strascico sul voto di condotta.

Ire, c'è sempre il voto di condotta. Una persona che arriva sistematicamente in ritardo disturba la lezione.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6145
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 7:54 pm

Ire ha scritto:
Sanzionando l'eccesso di assenze :  se superano il 25%  e compromettono la possibilità di valutazione la sanzione è la non validità dell'anno

Diversamente credo che non ci sia possibilità di sanzionare.

Certo che c'è: gli si abbassa il voto di condotta, che deve essere basato ANCHE sulla valutazione della partecipazione attiva all'attività didattica della classe.

Uno che viene a scuola solo quando ha voglia e quando gli viene comodo, e che se ne sta a casa ogni volta che gli va, magari saltando le verifiche e costringendo l'insegnante a preparare versioni supplemmentari di verifica di recupero, e non seguendo le nuove spiegazioni perché appunto deve sostenere le verifiche di recupero mentre gli altri seguono una nuova spiegazione, dimostra una scarsa partecipazione all'attività didattica della classe. E quindi gli si può benissimo abbassare il voto di condotta, anche se le assenze non sono così tante da invalidare l'anno scolastico.

Peraltro, c'è una bella differenza  tra "non validità" e "sanzione".

Nel caso del superamento del 25% di assenze, l'invalidazione dell'anno scolastico NON E' affatto una sanzione disciplinare, è un automatismo previsto per legge, che non c'entra niente con le sanzioni disciplinari o con la condotta.  Non è che "ti bocciamo per punirti di aver tenuto un comportamento scorretto facendo troppe assenze", è proprio che non ti possiamo valutare perché le valutazioni non sono considerate significative... non c'entra niente il giudizio morale sul comportamento.
Tornare in alto Andare in basso
haran banjo



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 8:48 pm

Nella mia scuola il Coordinatore è tenuto a chiamare i genitori per mancate giustificazioni dopo 3 giorni; quando coordino io dopo avere parlato con la famiglia dò anche nota sul registro, a meno che dal colloquio telefonico non emergano motivi che scusino lo studente. Allo scrutinio le note per mancata giustificazioni influiscono negativamente sulla condotta per regolamento di istituto secondo la griglia approvata dal Collegio Docenti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 8:57 pm

@melia ha scritto:
Il DS gli ha firmato la giustificazione
Tanto rumore per nulla quindi.

Se gliel'avessi firmata tu ora saresti dietro le sbarre ?

Immagina che il ragazzo volesse tanto tornare a scuola e che però i genitori lo costringessero a stare con loro (cattivoni) il voto in condotta sarebbe da abbassare al ragazzo o ai genitori ?

Un extracomunitario non cittadino italiano, quando è fuori dall'Italia deve rispettare le leggi dello stato italiano, tra cui l'obbligo scolastico ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 9:00 pm

haran banjo ha scritto:
Nella mia scuola il Coordinatore è tenuto a chiamare i genitori per mancate giustificazioni dopo 3 giorni; quando coordino io dopo avere parlato con la famiglia dò anche nota sul registro, a meno che dal colloquio telefonico non emergano motivi che scusino lo studente. Allo scrutinio le note per mancata giustificazioni influiscono negativamente sulla condotta per regolamento di istituto secondo la griglia approvata dal Collegio Docenti.
Bene, giusto; date il 5 ?

Lo sai che in sede di scrutinio finale al ragazzo non secchione interessa solo se è promosso o bocciato ? Al secchione interessano anche i voti, ma il secchione non lascia ingiustificate le assenze.

Ci stiamo prendendo in giro ! Possibile che non lo capite ?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 9:09 pm

L'unica cosa che forse interessa un po' sono i crediti per la maturità.

Ma come giustamente dici: al ragazzo così così non gliene può fregar di meno, il ragazzo dritto invece non fa assenze non giustificabili o non giustificate.

Quindi sì, è un po' una presa in giro.

Ci sarebbe altro su cui concentrarsi
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
haran banjo



Messaggi : 502
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioOggetto: Re: giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?   Sab Apr 30, 2016 9:13 pm

avidodinformazioni ha scritto:
haran banjo ha scritto:
Nella mia scuola il Coordinatore è tenuto a chiamare i genitori per mancate giustificazioni dopo 3 giorni; quando coordino io dopo avere parlato con la famiglia dò anche nota sul registro, a meno che dal colloquio telefonico non emergano motivi che scusino lo studente. Allo scrutinio le note per mancata giustificazioni influiscono negativamente sulla condotta per regolamento di istituto secondo la griglia approvata dal Collegio Docenti.
Bene, giusto; date il 5 ?

Lo sai che in sede di scrutinio finale al ragazzo non secchione interessa solo se è promosso o bocciato ? Al secchione interessano anche i voti, ma il secchione non lascia ingiustificate le assenze.

Ci stiamo prendendo in giro ! Possibile che non lo capite ?
Non diamo certo 5 e non pretendiamo di essere giustizieri. E' vero che al somarello interessa poco un 6 in condotta piuttosto che 7 o 8, ma ti assicuro che la telefonata alla famiglia fa il suo effetto, non sempre, ma spesso. Costa tanto tempo al Coordinatore, ma spesso produce una maggiore attenzione. Non posso nemmeno negare che altre volte tali metodi siano inefficaci, soprattutto in certi professionali, quando i ragazzi sono quasi ignorati dalle famiglie.
Le mancate giustificazioni non possono però trovare sanzioni più gravi di queste, cosa si potrebbe fare? Interrogarli tutti i giorni? Non certo impedire loro di entrare se sprovvisti di giustifica, non credo sia legale.
Dobbiamo constatare che le armi in nostro possesso sono talvolta poche e inefficaci.
Tornare in alto Andare in basso
 
giustificazione delle assenze: obbligo o facoltà?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Genesi delle leggi e influenze culturali
» la repubblica delle banane
» ciao stesteeeee!!!!!passa delle belle vacanze!!!!
» 03 - Codice Penale del Regno delle Due Sicilie

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: