Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 TEST INVALSI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 9:13 pm

Sono in molti a parlare contro i test invalsi (Cobas, Cgil, unicobas) eppure continuano ad essere somministrati. Perché? I dirigenti scolastici pensano che con queste scemenze possono fare fessa l'utenza. I docenti che hanno paura di passare per "contrastivi" accettano questa insulsa cultura dell'invalsi. Queste pratiche umilianti mi pare che non esistevano neppure in epoca fascista. Sono stato ad un convegno dell'invalsi e vi spiego come ragionano. Un esempio spiega meglio l'andazzo:
Anno 2015: la scuola X ottiene 9 e la scuola Y ottiene 8;
Anno 2016: la scuola X ottiene 8 e la scuola y ottiene 6
Quindi secondo i geni dell'invalsi la scuola x ha avuto un netto miglioramento perché prima si staccava da y di un solo punto, ora si stacca di due punti. La vera logica in realtà è un'altra: "mors tua, vita mea".
Come potete vedere sono peggiorate sia la x che la y, eppure quelli dell'invalsi hanno la faccia tosta di dire che la scuola x è migliorata. Ma la cosa più disgustosa consiste nel fatto che i dirigenti scolastici (compresi quelli che con spudorazza ed ignoranza si autodefiniscono degli scienziati) come pappagalli ripetono la favola dell'invalsi, specie nel caso di scuole del tipo x. Non si vergognano perché pensano che l'utenza sia costituita da un branco di ignoranti, così come Berlusconi si esprimeva dicendo che in media gli italiani ragionano come uno con la terza media, e che quindi lo si possa fare fesso senza tanti giri di parole.
I genitori di questi bambini e studenti, con metodi fascisti, sono tenuti all'oscuro della nefandezza, della inutilità e della dannosità di queste prove. Sarebbe proprio il caso che mandassero alle scuole una lettera di diffida.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 9:31 pm

Mai capito cosa abbiate contro l invalsi. Ne ho uno davanti Dell anno scorso:si chiede all alunno di seconda superiore di saper interpretare un grafico,utilizzare un semplice procedimento matematico per risolvere un problema pratico,conoscere il significato di velocità saper determinare l intersezione tra due rette e conoscere basi di statistica. Il fatto che un ente esterno voglia vigilare sul marcio che giace nelle scuole, dove si fa a gara a regalare più diplomi e promuovere tutti per accattivare l utenza pelandrona lo trovo utilissimo. Dell uso distorto che se ne fa dei risultati a me non interessa. Sono conoscenze e capacità essenziali di un sedicenne del ventunesimo secolo,il problema sta piuttosto nel fatto che pochi, pochissimi sono in grado di rispondere, molti rispondono a caso.i docenti dovrebbero INTENSIFICARE IL LORO lavoro in particolare su geometria e statistica che riportano risultati più bassi.e finiamola di lamentarci sempre,categoria di brontoloni patetici sempre li con scioperi diffide avvocati e sindacati....
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 9:32 pm

In che modo danneggi un ragazzo e sei fascista se gli chiedi se sa calcolare la percentuale di alunni malati in una scuola,o se sa fare una media matematica? MA FINIAMOLA! E PENSIAMO A LAVORARE!
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 10:02 pm

Ne può vedere una analisi molto lucida ed approfondita fatta da Giorgio Israel (Matematico, da poco scomparso) che era di area cattolica, mi pare, e che è stato consulente per la scuola di precedenti governi di centro destra:
https://www.youtube.com/watch?v=xSA0Suy6lus
https://www.youtube.com/watch?v=7ZVmqGAAVC8
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6181
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 11:17 pm

tizio caio ha scritto:
Ne può vedere una analisi molto lucida ed approfondita fatta da Giorgio Israel (Matematico, da poco scomparso) che era di area cattolica, mi pare,

eeeeeehhhhhh?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ludmilla72



Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 11:30 pm

Contro l'Invalsi ho sostanzialmente due gravi riserve.

1. Lede la libertà d'insegnamento. Per fare un esempio, in una classe in cui ci sono molti alunni stranieri forse l'analisi stilistica di un brano di un autore letterario non è la priorità dell'insegnante. Interessa di più che gli alunni sappiano comprendere il significato di ciò che leggono.

2. E' un carico di lavoro non retribuito, o meglio, per il quale viene pagato qualcun altro.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 11:37 pm

Io il 12 sciopero. 
Anche se in ogni caso non sarò coinvolto nella somministrazione delle prove INVALSI.

Ma è l'unico modo che ho, nel mio piccolo, di resistere a questo sistema di omologazione e standardizzazione di realtà eterogenee.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 12:19 am

Le invalsi non standardizzano nulla: io ho fatto lezione come cazzo mi è parso e piaciuto e farò i test; se va bene va bene e se va male va male; chi se ne fotte.

Tra l'altro una delle mie due classi è costituita da merdacce e coglioni al 99 %; l'unico che si salva ha 19 anni in seconda, quindi non è certo una cima; lo so già che faranno schifo che più schifo non si può; io sono a posto con me stesso, so di avere insegnato e so che LORO non hanno imparato, vadano a fare in culo.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1899
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 6:20 am

Intanto Israel, come dice il nome, non era cattolico; altrimenti si sarebbe chiamato Vatican.

Contro l'Invalsi vengono portati una serie di argomenti, alcuni anche fondati; mi permetto di contestarne almeno i due più diffusi.

1) Si dice che l'Invalsi omologhi l'insegnamento, in maniera fascista. Questa affermazione è semplicemente falsa perché i test Invalsi si limitano a mettere la prova le capacità degli alunni in alcune particolari aree logiche e linguistiche, senza minimamente entrare nel merito del modo in cui gli alunni abbiano acquisito queste capacità. Si dice poi che è ingiusto ed omologante che ci sia lo stesso Invalsi per la classe piena di immigrati di Villa Literno e la classe di coetanei borghesi del centro di Milano; personalmente invece ritengo opportuno che i test siano gli stessi per tutti, in modo che qualcuno (magari più illuminato dei geni del MIUR o dell'Invalsi stesso) sia messo in grado di capire dove si annidano i problemi. Al contrario riterrei molto classista e iniquo che nella classe di Scampia venisse somministrato un test semplificato rispetto a quello di una pari classe di Varese.

2) Si dice che gli alunni, specie quelli di seconda elementare, non sarebbero in grado di sostenere le prove e che ne risulterebbero quasi traumatizzati e privati di una parte di fiducia in loro stessi. Si portano ad esempio alcune domande palesemente difficili, che quelle menti raffinatissime dell'Invalsi utilizzano in realtà come benchmark per scovare sia le eventuali eccellenze sia il fenomeno del cheating, cioè dell'aiutino da parte degli insegnanti; il resto delle domande, invece, sono più semplici e lineari. Questo argomento tradisce una forte sfiducia nelle capacità dei bambini ed è particolarmente sentito da quegli insegnanti della primaria che hanno un approccio molto "cauto" all'apprendimento, quelli che non osano mostrare una tabellina prima della terza elementare, ad esempio, per non "selezionare sempre e solo le eccellenze" e per "non far sentir diverso chi rimane indietro".

I primi due argomenti non sono in realtà diretti nello specifico contro i test gestiti dall'Invalsi, ma sono pregiudizialmente contro qualunque test di qualunque tipo che abbia la pretesa di misurare, in maniera non oggettiva ma proceduralmente uniforme, le performance degli alunni di una nazione, quello che sanno e quello che sanno fare, da Trieste in giù. In realtà la sola esistenza di test del genere si pone da freno al lassismo dilagante del "successo formativo garantito" in cui nessuno, dallo studente all'insegnante, Invalsi a parte è chiamato a rendere conto di quanto realmente abbia funzionato il sistema scolastico. Molta della resistenza ai test Invalsi nasconde la paura degli insegnanti di essere giudicati.

Gli argomenti più seri contro l'operato dell'Invalsi sarebbero quelli legati alla sua attività di ente, ai suoi costi e al modo in cui viene finanziato, alla sua autoreferenzialità, al suo potere crescente sulla scuola pubblica italiana, al fatto che i test non abbiano un legame evidente con le indicazioni nazionali e molte altre cose ancora; ma soprattutto al fatto che non è del tutto chiaro che fine faccia questa quantità enorme di dati che, di fatto, schedano tutti gli alunni, tutte le classi e tutte le scuole d'Italia (e più o meno direttamente tutti gli insegnanti). Questo potenzialmente rischia di ridurre la libertà di insegnamento molto più delle (forse inutili) ore di "teaching for the test" che molti insegnanti spendono.

Noto, infine, che la maggior parte delle critiche all'Invalsi provengano dagli esponenti dell'area linguistico-psicologico-pedagogica, e invece i consensi da parte degli esponenti dell'area scientifico-matematico-tecnologica. Non è un caso se sia proprio in queste aree, così poco rappresentate a livello ministeriale, che gli studenti italiani abbiano i maggior problemi.


Ultima modifica di ushikawa il Mer Mag 04, 2016 11:19 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1790
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 7:37 am

La mia esperienza con l'Invalsi è che : gli alunni eseguono le prove MALE, non hanno interesse a farle bene perchè non c'è il voto, quindi perchè impegnarsi? Col risultato che le scuole che risultano migliori non sono quelle che hanno insegnato meglio, ma quelle che sono riuscite, con una forzatura (ad esempio minacciando gli studenti) a far eseguire le prove invalsi con il massimo dell'impegno, oppure quelle che hanno addestrato gli allievi come allo zoo, a dare la risposta esatta senza capire perchè è esatta, come si fa alla scuola guida.
Dal punto di vista dell'organizzazione lavorativa poi, è tutto sbagliato: si chiede ai docenti di fare un carico di lavoro extra non retribuito, mentre i dirigenti di invalsi beccano fior di milioni... ma se le correggessero e somministrassero loro !!!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8334
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:10 am

avidodinformazioni ha scritto:
Le invalsi non standardizzano nulla: io ho fatto lezione come cazzo mi è parso e piaciuto e farò i test; se va bene va bene e se va male va male; chi se ne fotte.

Tra l'altro una delle mie due classi è costituita da merdacce e coglioni al 99 %; l'unico che si salva ha 19 anni in seconda, quindi non è certo una cima; lo so già che faranno schifo che più schifo non si può; io sono a posto con me stesso, so di avere insegnato e so che LORO non hanno imparato, vadano a fare in culo.


Avido, con questo post cancelli una luuuuuuunga serie di riserve.******

Così si fa!



****** beh, diciamo che mi ero entusiasmata della prima parte e avevo letto di fretta la seconda, ma... va bene, la accetto ; - )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1899
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 11:21 am

dimenticavo che tra le più fondate obiezioni all'Invalsi c'è quella degli insegnanti stufi di prestare gratuitamente la propria opera per la somministrazione del test e l'inserimento dei dati.
Tornare in alto Andare in basso
Online
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 11:36 am

Per un attimo lasciamo perdere l'Invalsi e parliamo dei test delle Olimpiadi della Matematica.
Ritenete che possano essere un valido strumento per misurare il talento matematico (o, se preferite, le abilità e le competenze) di chi vi partecipa?
Sinceramente credo di no, e dico questo non perché tali test non abbiano nulla a che fare con la matematica (tutt'altro!) quanto perché essi amplificano certi aspetti della disciplina, ne trascurano altri e col passare degli anni i problemi proposti, pur nella loro apparente diversità, presentano idee comuni che inevitabilmente si traducono nella ripetizione di strategie risolutive.
Detto in altri termini, allenandosi a fare test degli anni passati, è possibile migliorare la propria performance in gara - ma a quel punto il risultato ottenuto non può avere alcun valore oggettivo.
Aggiungo poi che ragazzi bravissimi nel problem solving potrebbero esserlo meno per quel che concerne la capacità di dimostrare nuovi risultati, così come è vero pure il viceversa.
Le Olimpiadi della Matematica sono però un gioco e per questo nessuno si azzarda a contestare quelle che sono le "regole".
Diverso sarebbe se simili test venissero utilizzati per esprimere valutazioni e giudizi di altro tipo, che è quello che invece avviene con l'Invalsi.
Quello che contesto a tale istituto infatti è la sua totale autoreferenzialità - esso entra a gamba tesa nella didattica e nella valutazione decidendo unilateralmente quali siano gli aspetti della matematica da privilegiare e quali, inevitabilmente, da mettere in un cantuccio perché solitamente non oggetto di simili test.
Tagliare fuori i docenti di matematica da questo dibattito, oltre che essere lesivo della libertà di insegnamento costituzionalmente garantita, porta inevitabilmente ad un impoverimento culturale e ad un'accentuazione del carattere ideologico di tutta l'operazione (sposare un certo tipo di didattica della matematica che in altri paesi si è già rivelata fallimentare o comunque foriera di grosse criticità).
A tutto ciò si aggiunge il fatto non secondario che il sistema dei test presenta il limite intrinseco (ossia che prescinde da come essi vengono formulati) di rendere impossibile la valutazione di importanti competenze matematiche.
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 12:05 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
...Col risultato che le scuole che risultano migliori non sono quelle che hanno insegnato meglio, ma quelle che sono riuscite, con una forzatura (ad esempio minacciando gli studenti) ...
Dal punto di vista dell'organizzazione lavorativa poi, è tutto sbagliato: si chiede ai docenti di fare un carico di lavoro extra non retribuito...
L'invalsi promuove la cultura del ricatto e dell'intimidazione, oltre che dello sfruttamento dei docenti: infatti li costringe a delle pratiche che non sono delle scelte di autonomia didattica come prevede la Costituzione, ma scelte dettate dalla paura di finire nella lista dei docenti contrastivi dei dirigenti sceriffi. Così pure il partecipare alle gite scolastiche. Anche il manifestare l'intenzione di partecipare ad uno sciopero ti mette nella lista nera he più nera non si può.

Poi il costringere la scuola a forzare ed a minacciare gli studenti al fine di farli sottoporre ai test invalsi, è una vera schifezza che è il contrario delle finalità educative della scuola.
Per le prove invalsi ci vorrebbe anche il consenso scritto dei genitori, in quanto gli studenti non sono delle cavie da laboratorio;
inoltre i dati statistici raccolti oggi potrebbero un giorno essere usati contro lo stesso studente che ha eseguito con sciatteria le prove invalsi;
Inoltre ancora non si capisce quale sia, dal punto di vista dello studente, il motivo per cui potrebbe essergli conveniente l'assoggettarsi ad una prova dalla quale potrebbe nascerne una umiliazione. E' chiaro che è una grave mancanza di rispetto nei confronti dei bambini e degli adolescenti. Come si può insegnare a loro il rispetto senza rispettarli?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 2:41 pm

....patetico..
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 3:26 pm

Felipeto ha scritto:
....patetico..

Dipende dai punti di vista.

Personalmente potrei trovare più patetico pensare di utilizzare QuickMath per abbassare il numero di insufficienze in matematica:
http://www.orizzontescuolaforum.net/t117636-quickmath-opinioni

Tuttavia credo che la tua libertà di insegnamento sia sacra e che quindi la tua scelta sia pienamente legittima per quanto personalmente non la condivida. Questo conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che la matematica è una disciplina che per natura si presta ad una serie di approcci differenti, frutto di visioni e punti di vista diversi fra di loro.
L'Invalsi esprime solo una fra le possibili visioni e i possibili approcci, tuttavia ha l'arrogante pretesa di voler dettare la linea a tutti i docenti italiani, senza nemmeno avere il buon senso di consultarsi con loro.
A ciò si aggiunge il limite intrinseco di simili test, con i quali non è possibile valutare né le competenze superiori e nemmeno i processi logici seguiti dallo studente che fornisce una risposta errata.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 4:08 pm

Sai cosa mi piace Dell invalsi?la CONCRETEZZA.. Propone quesiti della vita quotidiana, non ti chiede se sai quando è morto Caio Plinio
..
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 4:26 pm

Felipeto ha scritto:
Sai cosa mi piace Dell invalsi?la CONCRETEZZA.. Propone quesiti della vita quotidiana, non ti chiede se sai quando è morto Caio Plinio
..

Quindi secondo te nelle scuole superiori bisogna insegnare solo la matematica che riguarda la vita quotidiana?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 4:43 pm

No.sono requisiti base. Cosa me ne faccio di un 100 lode che non sa quanti grammi di grassi ci dono nella merendina da 40g che contiene il 23%di grassi? Poi se sa derivare log(4x^3) meglio...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 4:44 pm

No.sono requisiti base. Cosa me ne faccio di un 100 lode che non sa quanti grammi di grassi ci dono nella merendina da 40g che contiene il 23%di grassi? Poi se sa derivare log(4x^3) meglio...
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 951
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 5:03 pm

Felipeto ha scritto:
No.sono requisiti base. Cosa me ne faccio di un 100 lode che non sa quanti grammi di grassi ci dono nella merendina da 40g che contiene il 23%di grassi? Poi se sa derivare log(4x^3) meglio...

In prima liceo io e i miei compagni alle interrogazioni portavamo una quarantina di teoremi di geometria piana con relativa dimostrazione, che ovviamente dovevamo essere in grado di applicare.
Cosa c'è di concreto nel saper dimostrare che "in un triangolo la misura di un qualunque angolo esterno è uguale alla somma delle misure degli angoli esterni non adiacenti a esso" ?
Ben poco, solo il piacere di imparare a usare il cervello.
Se però vogliamo inseguire l'Invalsi la cosa più semplice è eliminare dalla matematica tutte le dimostrazioni e limitarsi a fornire il risultato quasi fosse un dogma di fede.
L'essere capaci di andare oltre la concretezza è quello che storicamente ha permesso alla matematica di svilupparsi. E non mi sto certo riferendo all'era moderna, è sufficiente infatti pensare all'opera di Euclide o comunque alla matematica greca.

Che poi sapere calcolare le percentuali sia un requisito di base siamo d'accordo, ma mi pare che l'Invalsi abbia ambizioni superiori che vanno bene al di là di una verifica dei contenuti imprescindibili.
Pretendere di misurare (sic!) le competenze matematiche conseguite al termine della terza media o del biennio superiore è cosa ben diversa dal verificare se gli studenti sappiano far di conto.




Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 7:41 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Dal punto di vista dell'organizzazione lavorativa poi, è tutto sbagliato: si chiede ai docenti di fare un carico di lavoro extra non retribuito, mentre i dirigenti di invalsi beccano fior di milioni... ma se le correggessero e somministrassero loro !!!
Io sto dedicando due settimane (8 ore alle invalsi) in due delle mie classi, una fetente ed una buonina; per 8 ore il mio lavoro di preparazione delle lezioni è stato: scaricare le prove degli anni scorsi, stampare una copia, offrirla in anticipo agli studenti per fotocopiarsela.

Mi dicono (vedrò se è vero) che la correzione mi prenderà 3 ore a classe.

Tra risparmio di tempo e impegno ulteriore non vado a pari ma quasi; mi pesano di più i Collegi Docenti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 7:45 pm

Felipeto ha scritto:
Sai cosa mi piace Dell invalsi?la CONCRETEZZA.. Propone quesiti della vita quotidiana, non ti chiede se sai quando è morto Caio Plinio
..
Oh poverino ! E' morto ? E quando è successo ? Era tanto una brava persona !

Renzi e Berlusconi mai !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15837
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 7:50 pm

comp_xt ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Sai cosa mi piace Dell invalsi?la CONCRETEZZA.. Propone quesiti della vita quotidiana, non ti chiede se sai quando è morto Caio Plinio
..

Quindi secondo te nelle scuole superiori bisogna insegnare solo la matematica che riguarda la vita quotidiana?
Solo no, anche sì
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1790
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:10 pm

Volendo puntare alla concretezza, non c'è bisogno nemmeno di insegnare le quattro operazioni, visto che qualsiasi calcolatrice o cellulare le fa da sè... nè l'alfabeto visto che le ricerche su google hanno il completamento automatico... e nemmeno quando è morto Caio Plinio, perchè si può cercare su wikipedia.

Volendo puntare alla concretezza si possono eliminare un sacco di insegnamenti "inutili" e puntare solo a ciò che sarà utile nel mondo del lavoro o nella vita quotidiana. Poi però si scoprirebbe che si è perso molto, perchè insegnare tutte quelle cose astratte, apparentemente inutili, e così faticose, CREA CITTADINI IN GRADO DI PENSARE, pensare nel senso di usare uno spirito critico. O almeno gliene dà l'opportunità!
Mentre invece con la cultura dell'invalsi creiamo "cittadini" in grado di dare la risposta esatta e di cavarsela nella maggior parte delle situazioni più comuni, che non è la stessa cosa.
Tornare in alto Andare in basso
 
TEST INVALSI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 7Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» venerdì tn e dual test...
» test combinato fatto
» si faccio un test?
» ahhhhhhhhhhhh ho avuto i risultati del toxo test
» Test: quanto sei cattolico?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: