Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 TEST INVALSI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: TEST INVALSI   Mar Mag 03, 2016 9:13 pm

Promemoria primo messaggio :

Sono in molti a parlare contro i test invalsi (Cobas, Cgil, unicobas) eppure continuano ad essere somministrati. Perché? I dirigenti scolastici pensano che con queste scemenze possono fare fessa l'utenza. I docenti che hanno paura di passare per "contrastivi" accettano questa insulsa cultura dell'invalsi. Queste pratiche umilianti mi pare che non esistevano neppure in epoca fascista. Sono stato ad un convegno dell'invalsi e vi spiego come ragionano. Un esempio spiega meglio l'andazzo:
Anno 2015: la scuola X ottiene 9 e la scuola Y ottiene 8;
Anno 2016: la scuola X ottiene 8 e la scuola y ottiene 6
Quindi secondo i geni dell'invalsi la scuola x ha avuto un netto miglioramento perché prima si staccava da y di un solo punto, ora si stacca di due punti. La vera logica in realtà è un'altra: "mors tua, vita mea".
Come potete vedere sono peggiorate sia la x che la y, eppure quelli dell'invalsi hanno la faccia tosta di dire che la scuola x è migliorata. Ma la cosa più disgustosa consiste nel fatto che i dirigenti scolastici (compresi quelli che con spudorazza ed ignoranza si autodefiniscono degli scienziati) come pappagalli ripetono la favola dell'invalsi, specie nel caso di scuole del tipo x. Non si vergognano perché pensano che l'utenza sia costituita da un branco di ignoranti, così come Berlusconi si esprimeva dicendo che in media gli italiani ragionano come uno con la terza media, e che quindi lo si possa fare fesso senza tanti giri di parole.
I genitori di questi bambini e studenti, con metodi fascisti, sono tenuti all'oscuro della nefandezza, della inutilità e della dannosità di queste prove. Sarebbe proprio il caso che mandassero alle scuole una lettera di diffida.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:15 pm

Felipeto ha scritto:
Sai cosa mi piace Dell invalsi?la CONCRETEZZA.. Propone quesiti della vita quotidiana, non ti chiede se sai quando è morto Caio Plinio
..


... e infatti la scuola delle competenze e i suoi estimatori recitano il mantra a favore della competenza pratica: evviva la conta dei grassi delle merendine! Reale scopo della scuola d'altra parte è barcamenarsi al supermercato
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:23 pm

E allora come si spiega che i GGGGiovani usciti dagli ultimi 10 o 20 anni di "scuola delle competenze" non se la sanno cavare nemmeno al supermercato... mentre i loro genitori e i loro nonni usciti dalla terriBBilissima e famigeratissima scuola del nozionismo e delle lezioni frontali ci riuscivano eccome?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:26 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E allora come si spiega che i GGGGiovani usciti dagli ultimi 10 o 20 anni di "scuola delle competenze" non se la sanno cavare nemmeno al supermercato... mentre i loro genitori e i loro nonni usciti dalla terriBBilissima e famigeratissima scuola del nozionismo e delle lezioni frontali ci riuscivano eccome?
I supermercati erano più facili
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:28 pm

per non parlare delle merendine! I grassi nemmeno ce li mettevano
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:29 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Volendo puntare alla concretezza, non c'è bisogno nemmeno di insegnare le quattro operazioni, visto che qualsiasi calcolatrice o cellulare le fa da sè... nè l'alfabeto visto che le ricerche su google hanno il completamento automatico... e nemmeno quando è morto Caio Plinio, perchè si può cercare su wikipedia.
Alla fine mi hai convinto a Googlare:

https://www.google.it/webhp?sourceid=chrome-instant&ion=1&espv=2&ie=UTF-8#q=Caio+Plinio

Ma com'è possibile che sia morto un ITES ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:30 pm

"Per i 150 anni del Caio Plinio il grande raduno degli ex alunni"

Ma non era Alessandro il grande ? E si radunano gli ex alunni di Caio Plinio ?


Ultima modifica di avidodinformazioni il Mer Mag 04, 2016 8:35 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:32 pm

Ma potevate dirlo subito che era Plinio il Vecchio ! Temevo fosse morto il giovane !
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:33 pm

"Era proprio del suo stile descrivere le cose dal vivo, "

E sti cazzi, ci mancava pure che scrivesse da morto.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 8:58 pm

Le competenze seguono le conoscenze senza le quali non esisterebbero.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 9:18 pm

Felipeto ha scritto:
Le competenze seguono le conoscenze senza le quali non esisterebbero.


... e qui parte il pernacchione!

A pensarci l'adagio citato sarebbe la perfetta epigrafe proprio per buonanima di Plinio il Vecchio che, fedele alla ricerca di "concretezza", è morto soffocato per andare a vedere da vicino l'eruzione del Vesuvio!

Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 9:20 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Ma potevate dirlo subito che era Plinio il Vecchio ! Temevo fosse morto il giovane !


reggiti forte...
è morto anche il giovane, ma per fortuna è inutile sapere quando
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 10:09 pm

cara lucetta, ma davvero tu pensi che qualcuno abbia visto, e documentato, plinio mentre sniffava i gas vulcanici prima di morire? e questo qualcuno che l'ha visto, e l'ha documentato su qualche pergamena, non è morto a sua volta nell'esplosione?
curioso...è lo stesso processo per cui la gente crede ciecamente a tutto ciò che dicono in tv..solo che qui saremmo docenti...
penso che un buon 40 % della storia di Roma sia un grandioso romanzo inventato..eppure sui libri di storia il dettaglio sui peli che aveva sul culo numa pompilio o l 'eta delle prime mestruazioni per la moglie del senatore Julius platonius trombatus è incredibile ... questi amanuensi hanno fatto davvero miracoli...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 10:11 pm

adesso pure il negazionismo pliniano!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 10:17 pm

Pare sia morto travolto dal treno diretto roma-gallia centrale
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 10:23 pm

Che ne sai? Mica c'era wikipedia nel primo secolo! Praticamente è tutto un mistero!
Tornare in alto Andare in basso
tizio caio



Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 23.06.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Mer Mag 04, 2016 11:52 pm

Ho appena finito di leggere una buona parte del libro "mi metto in gioco" di Valeria Caricaterra, per le prove invalsi di matematica per le classi V della primaria. Molti di questi test fanno veramente pena. Se i test effettivi sono di quel genere ci sarebbe da rimanere scioccati; sembrano più fatti con i piedi che con la testa. Riguardo al falso dilemma esperienza-competenza e conoscenza, riporto quanto scritto da chi di scuola se ne intendeva e anche di matematiche:
"Se avessi pensato (se pensassi) che la matematica è solo tecnica e non anche cultura generale; solo calcolo e non anche filosofia, cioè pensiero valido per tutti, non avrei fatto il matematico (non continuerei a farlo)" (Lucio Lombardo Radice, Istituzioni di Algebra Astratta).
La matematica non dovrebbe essere ridotta al "far di conto" e null'altro, come vorrebbero quelli dell'invalsi. Una didattiche mirata a questi fini sarebbe fallimentare in partenza; il discorso delle competenze ha una base fallimentare, perché nega gli aspetti culturali e filosofici della conoscenza e si incentra unicamente su abilità spicciole di sapere manipolare semplici acquisizioni teoriche.
Il discorso sull'Europa ed il mercato è già fallito durante il primo decennio 2001-2010, gli stessi che lo avevano proposto anziché vergognarsi e dimettersi, lo hanno riproposto per il decennio successivo; ma sanno benissimo che fallirà ancora una volta, creando una generazione di cittadini incapaci di esercitare pensiero critico e razionale. Non sarà questa la vera finalità di tutta questa fuffa delle competenze e dell'invalsi? Non c'è bisogno di aspettare il 2020 per sapere come andrà a finire: il buon senso ce lo suggerisce in maniera più che convincente. Bisognerebbe cambiare rotta e subito; l'invalsi così com' è, non può funzionare e non può essere utile a nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 12:16 am

http://www.laletteraturaenoi.it/index.php/scuola_e_noi/255-invalsi-e-altre-storie-intervista-a-giorgio-israel.html
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 2:02 am

Felipeto ha scritto:
numa pompilio
Numa Pompilio !!!!! Il padre dalla numismatica !!! Oppure .......
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 6:14 am

I test invalsi sono limitati e non riguardano la maggior parte delle aree dell'apprendimento? Sì, sono limitati. Sono condotti in maniera opaca da un ente misterioso come l'Invalsi e usati per fini in gran parte oscuri? Sì, è vero. Hanno mille difetti, entrando a far parte in maniera subdola del RAV e dei finanziamenti scolastici? Anche questo è vero. Costringono i docenti a del lavoro extra e per giunta gratuito? Sì, lo fanno.

Tutte obiezioni corrette, ma che dimenticano un punto fondamentale: l'Invalsi adesso è uno dei pochi argini al dilagare completo del lassismo didattico nella scuola italiana. La capacità di comprensione del testo degli studenti italiani (e degli italiani in generale) credo sia ai livelli più bassi da una cinquantina di anni, così come le abilità logico-matematiche.

Senza il fastidio dell'Invalsi gli insegnanti delle elementari (che infatti in buona parte lo boicottano) sarebbero lasciati ancora più libere di coltivare il proprio orticello anziché aiutare gli scolari a raggiungere quelle competenze di base nel leggere, scrivere e fare di conto che in un modo o nell'altro i test Invalsi coinvolgono.

Senza il fastidio dell'Invalsi i docenti delle medie si farebbero molti meno scrupoli nell'ammettere agli esami di terza gli alunni non in grado di superare dei test di comprensione del testo e di logica e, in generale, in tutte le materie si sentirebbero più liberi di largheggiare nei voti e di ridurre i programmi.

Siccome c'è l'autonomia scolastica che ha spezzettato il livello didattico dei discenti italiani, siccome i programmi sono stati sostituiti da Indicazioni Nazionali che indicano poco e non prescrivono nulla, siccome l'obiettivo non è più l'istruzione o le discipline, ma il successo formativo garantito o l'esecuzione acritica dell'ultima moda pedagogica, siccome l'interesse è più sulla psicologia del singolo studente che non sulla preparazione della generazione cui appartiene, senza Invalsi ogni docente e ogni scuola sarebbero ancora più autoreferenziali di quanto lo siano adesso, ancor più liberi di di ridurre le proprie spiegazioni, il proprio impegno, le proprie aspettative sui discenti; per quieto vivere, per scelta ideologica o per semplice pigrizia.

Senza Invalsi praticamente nessuno nella scuola, docente o discente o dirigente, sarebbe chiamato a rispondere del proprio operato e la scuola pubblica andrebbe ancora di più alla deriva, tradendo il suo mandato istituzionale di formare la massa dei giovani italiani.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6201
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 7:51 am

Mah,  a me risulta che l'impatto effettivo delle prove invalsi sulla "responsabilità di rispondere del proprio operato" sia prossimo allo zero.

Fatto salvo il caso dell'esame di terza media (che comunque non avrebbe necessità specifica di una prova sul tipo di quelle dell'invalsi, basterebbe stabilire delle prove ministeriali uguali per tutti nelle singole materie, come quelle della maturità), a me non risulta affatto che gli insegnanti siano effettivamente "chiamati a rispondere del proprio operato" in base ai risultati delle prove invalsi, che dovrebbero avere fini di statistica generale e non certo di valutazione del singolo insegnante.

Alle superiori, i ragazzi sanno benissimo che quella prova è per loro irrilevante, che non ha il voto e che non ha effetti sulla media finale, quindi perchè mai dovrebbero prenderla sul serio? In molte classi non vengono nemmeno a farla, oppure si divertono a sfregiare il foglio, o a dare risposte a caso, o a mentire sui dati del questionario (e assicuro che, almeno negli ambienti che conosco io, lo fanno assolutamente di PROPRIA iniziativa, e non certo sobillati dagli insegnanti stessi, come reciterebbe una nota leggenda metropolitana).

E cosa c'entrerebbe questo con la valutazione dell'operato dell'insegnante? Che l'insegnante non è stato abbastanza convincente nello spaventarli e minacciarli inculcando loro che quella prova è importantissima, ossia dicendo loro il falso? Boh...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 9:40 am

È un paletto.un forte di frontiera.l ultimo baluardo della didattica..
Ma cadrà anche quello..e finalmente i villaggi turistici saranno anche invernali per la gioia dei nostri alunni...sport,ballo,canto, fumo,noia..ecco il futuro della scuola.
Per inciso, quelli che qualcuno chiama ancora "sindacati", che tanto lottano contro l invalsi, che brutti questi obblighi lavorativi, negli.ultimi anni NON HANNO FATTO UNA BEATA MINCHIA PER TUTELARE i colleghi precari che per mesi non ricevevano lo stipendio..colleghi che si erano rivolti a loro disperati e.non hanno ottenuto nulla.e adesso scassano la minchia per l invalsi..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 9:55 am

ushikawa ha scritto:

Senza il fastidio dell'Invalsi i docenti delle medie si farebbero molti meno scrupoli nell'ammettere agli esami di terza gli alunni non in grado di superare dei test di comprensione del testo e di logica e, in generale, in tutte le materie si sentirebbero più liberi di largheggiare nei voti e di ridurre i programmi.



Scrupoli ad ammettere per l'Invalsi... che risate! Come se con il 4 dell'Invalsi poi avessimo le mani legate...
La battuta è fantastica, me la rivendo al CdC oggi pomeriggio!

Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 11:46 am

lucetta10 ha scritto:
Che ne sai? Mica c'era wikipedia nel primo secolo! Praticamente è tutto un mistero!

forse c'era rai storia
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 1:52 pm

ushikawa ha scritto:
I test invalsi sono limitati e non riguardano la maggior parte delle aree dell'apprendimento? Sì, sono limitati. Sono condotti in maniera opaca da un ente misterioso come l'Invalsi e usati per fini in gran parte oscuri? Sì, è vero. Hanno mille difetti, entrando a far parte in maniera subdola del RAV e dei finanziamenti scolastici? Anche questo è vero. Costringono i docenti a del lavoro extra e per giunta gratuito? Sì, lo fanno.

Tutte obiezioni corrette, ma che dimenticano un punto fondamentale: l'Invalsi adesso è uno dei pochi argini al dilagare completo del lassismo didattico nella scuola italiana. La capacità di comprensione del testo degli studenti italiani (e degli italiani in generale) credo sia ai livelli più bassi da una cinquantina di anni, così come le abilità logico-matematiche.

Senza il fastidio dell'Invalsi gli insegnanti delle elementari (che infatti in buona parte lo boicottano) sarebbero lasciati ancora più libere di coltivare il proprio orticello anziché aiutare gli scolari a raggiungere quelle competenze di base nel leggere, scrivere e fare di conto che in un modo o nell'altro i test Invalsi coinvolgono.

Senza il fastidio dell'Invalsi i docenti delle medie si farebbero molti meno scrupoli nell'ammettere agli esami di terza gli alunni non in grado di superare dei test di comprensione del testo e di logica e, in generale, in tutte le materie si sentirebbero più liberi di largheggiare nei voti e di ridurre i programmi.

Siccome c'è l'autonomia scolastica che ha spezzettato il livello didattico dei discenti italiani, siccome i programmi sono stati sostituiti da Indicazioni Nazionali che indicano poco e non prescrivono nulla, siccome l'obiettivo non è più l'istruzione o le discipline, ma il successo formativo garantito o l'esecuzione acritica dell'ultima moda pedagogica, siccome l'interesse è più sulla psicologia del singolo studente che non sulla preparazione della generazione cui appartiene, senza Invalsi ogni docente e ogni scuola sarebbero ancora più autoreferenziali di quanto lo siano adesso, ancor più liberi di di ridurre le proprie spiegazioni, il proprio impegno, le proprie aspettative sui discenti; per quieto vivere, per scelta ideologica o per semplice pigrizia.

Senza Invalsi praticamente nessuno nella scuola, docente o discente o dirigente, sarebbe chiamato a rispondere del proprio operato e la scuola pubblica andrebbe ancora di più alla deriva, tradendo il suo mandato istituzionale di formare la massa dei giovani italiani.

Se per contrastare il lassismo dilagante i dirigenti scolastici impiegassero un decimo dello zelo che impiegano per difendere le prove Invalsi, la scuola italiana non sarebbe quello che è oggi.
Il problema è che ai grandi difensori dell'Invalsi non interessa che gli studenti abbiano certe "competenze", a loro importa semplicemente che la propria scuola non ottenga risultati che si discostino troppo dalla media provinciale, regionale ei nazionale  ottenuta dalle scuole aventi lo stesso "background socio-culturale".
Il che ovviamente è una grande idiozia, perché equivarrebbe a fare una prova di verifica nella quale il livello di sufficienza viene stabilito dalla media dei punteggi grezzi ottenuti dai vari studenti - con la conseguenza che se i bravi sono pochi è più facile ottenere un risultato positivo, viceversa se i bravi sono tanti è più difficile ottenere la sufficienza.

Ma a parte ciò, mi viene veramente difficile concepire i test Invalsi come un baluardo di fronte all'ignoranza dilagante. Credo infatti che sia possibile formare studenti che rimangono ignoranti i quali però ottengono risultati positivi nelle prove Invalsi - basta infatti limitarsi a fare quello che l'Invalsi chiede, facilmente desumibile dalle prove assegnate negli anni precedenti.
Tanto per fare un esempio, da quando l'Invalsi è diventata una delle prove d'esame, alle medie si fa sempre meno geometria solida e sempre più analisi di dati e tabelle.
Non voglio neppure entrare nel merito della scelta, che qualcuno potrebbe anche legittimamente condividere, osservo solamente che siamo di fronte a un tipico caso in cui le richieste dell'Invalsi finiscono per orientare pesantemente le scelte didattiche dei docenti.
Lo studente finlandese medio, che a causa di scelte didattiche ideologiche ha difficoltà a lavorare col concetto di frazione, otterrà anche  buoni risultati nei test ocse-pisa ma, matematicamente parlando sarà sempre un ignorante.
Il prezzo da pagare all'Invalsi è la libertà di insegnamento, diritto costituzionale a cui onestamente non credo che valga la pena rinunciare per essere certi che i docenti insegnino almeno quello che l'Invalsi chiede.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: TEST INVALSI   Gio Mag 05, 2016 3:23 pm

A questo mondo è bello sapere tutto, ma pare che non tutti giungano a tale nobile risultato.

I docenti che "ammaestrano" all'invalsi i propri studenti lo fanno perchè temono che non facendolo questi ultimi non riuscirebbero a rispondere.

Una scuola dove i ragazzi sanno calcolare la soluzione di un'equazione di secondo grado parametrica ma non sanno leggere un grafico è una buona scuola ?

E' tollerabile che ragazzi di seconda superiore non sappiano rispondere a

"Una sorgente di montagna alimenta continuativamente un serbatoio con 5 m3 di acqua
ogni settimana. Oggi il serbatoio contiene 100 m3 di acqua e un villaggio inizia a prelevare
7 m3 di acqua alla settimana. Dopo quante settimane il serbatoio sarà vuoto?"

E che non sappiano rispondere a

"Arturo vuole misurare l’altezza di un obelisco che si trova al centro della piazza principale
della sua città. A una certa ora di un giorno di sole, l’obelisco proietta un’ombra di circa
6,4 metri, e un palo alto 2,5 metri, che si trova nella stessa piazza, proietta un’ombra di
circa 0,8 metri.
Qual è l’altezza dell’obelisco? (Supponi che la piazza sia orizzontale e che l’obelisco e il
palo siano verticali)"

Oppure

"Considera il numero pigreco.
a. pigreco può essere definito come
A. pigreco il rapporto tra l’area di un cerchio e il suo raggio
B. pigreco il rapporto tra la lunghezza di una circonferenza e il suo diametro
C. pigreco il rapporto tra l’area di un cerchio e il suo diametro
D. pigreco il rapporto tra la lunghezza di una circonferenza e il suo raggio"

Ma di che cazzo stiamo parlando ?

Ai miei tempi le prove invalsi di seconda superiore non esistevano perchè le avevamo risolte tutte in terza elementare.

Ripeto: MA DI CHE CAZZO STIAMO PARLANDO ?
Tornare in alto Andare in basso
 
TEST INVALSI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» venerdì tn e dual test...
» test combinato fatto
» si faccio un test?
» ahhhhhhhhhhhh ho avuto i risultati del toxo test
» Test: quanto sei cattolico?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: