Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 INVALSI in prima..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 3:01 pm

Durante una supplenza,io dott Mengele ho sottoposto povere cavie umane a truci esperimenti traumatizzanti...
Lasciando da parte un triste, ridicolo,patetico post di un collega trollino o futuro animatore di un villaggio turistico, ho proposto i quattro tra i più bravi di una prima Afm a domande Dell invalsi di matematica Dell anno passato,escludendo quelle relative ad argomenti di seconda,come le rette.
I quesiti erano relativi al volume di un cubo,ad una percentuale, all interpretazione di una tabella di dati,alla determinazione e risoluzione di un.problema pratico con un equazione di primo grado ed un problema di logica,un problema di scelta tra due compagnie telefoniche
Il risultato è che tre alunni su quattro, sfruttando ciò che hanno imparato di geometria alle medie di algebra in prima ed usando un minimo di logica ed attenzione, hanno risposto correttamente alle 7 domande proposte.uno dei quattro ne ha sbagliata una.
Non voglio assolutamente trarre conclusioni, ne fare statistica su quattro ragazzi
Tuttavia ho notato come in prima ragazzi bravini,non geniali, riescano a risolvere quesiti Dell invalsi di seconda.
Gli invalsi sono assolutamente fattibili,utili e passerò volentieri qualche ora a correggerli e caricarli.. Se in alcune realtà i risultati sono scadenti, occorre lavorare per migliorarli,semplicemente insistendo sui programmi, non serve fare altro.
Dico di più, io metterei, alla fine del biennio uno sbarramento così composto:
-Tema,quesito di diritto,piccola traduzione in lingua straniera
-Invalsi
-Ecdl
TUTTI VINCOLANTI PER PASSARE IN TERZA..


Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 3:52 pm

Felipeto ha scritto:

Dico di più, io metterei, alla fine del biennio uno sbarramento così composto:
-Tema,quesito di diritto,piccola traduzione in lingua straniera
-Invalsi
-Ecdl
TUTTI VINCOLANTI PER PASSARE IN TERZA..

Non bastava l'Invalsi (sul quale mi sono già espresso in un'altra discussione), ora pure l'ecdl?

Stai forse parlando di quella certificazione privata che magicamente è stata richiesta nei concorsi pubblici nonostante il tar  del Lazio ha già chiarito che:

la cosiddetta Patente europea del Computer non è un titolo di studio o abilitazione riconosciuta dall’Unione europea, ma esclusivamente un marchio industriale, tutelato da un brevetto comunitario registrato anche in Italia”.


?

http://www.dirittosuweb.com/aree/rubriche/record.asp?idrecord=785&cat=11

Stai parlando di quella certificazione in cui, di fatto, ti viene richiesto di saper usare un noto sistema operativo prodotto da una nota azienda informativa ed altrettanto noti software venduti dallo stesso marchio?

Il prof. Renzo Davoli, docente universitario di informatica, esprime un interessante punto di vista sulla questione quando scrive:

L'informatica è quella magnifica scienza che amo e insegno. Il cuore dell'informatica è scomporre i problemi, analizzarli, darne una descrizione operativa in algoritmi. Il word processor è un tipo di programma, così come il foglio elettronico. Non è l'informatica. Sarebbe come dire che 42 e pigreco sono la matematica. Che si insegni ad uno studente cosa è un word processor o un foglio elettronico è corretto, come insegnare i numeri interi e irrazionali in matematica. Che si pretenda di sprecare il loro tempo per ricordare che il grassetto è la seconda voce del terzo menu è offendere questi ragazzi, è togliere loro la possibilità di imparare qualcosa che veramente li faccia crescere. Studenti rispondete: "Un manuale lo sappiamo leggere". Affermo qui pubblicamente che io non sarei capace di superare gli esami della patente europea, e penso che la maggior parte dei miei colleghi professori universitari di informatica sarebbero come me bocciati. Ci sarà un errore da qualche parte no? Non è che siamo tutti dei somaroni incompetenti, la produzione di risultati scientifici in materie informatiche è molto rilevante in Italia (nonostante la scarsezza di finanziamenti rispetto ai colleghi stranieri). Il problema è che si tende a far passare per informatica ciò che informatica non è . Se fossero esami di vera informatica (algoritmi, complessità , computabilità , etc.etc.) la categoria ne uscirebbe con risultati eccelsi. Provate a prendere un luminare dell'analisi matematica e chiedetegli di fare a mente 123456789 moltiplicato 11334455. Questa è l'offesa dell'ECDL all'informatica. E se no se ogni oggetto di uso comune con un manuale va insegnato a scuola con lezioni e patenti specifiche allora non vedo perché l'ECDL sia stada adottata e invece la patente europea per l'uso dei telefoni cellulari (EPPDL, www.eppdl.org) no. Siamo in attesa della EEDL (patente per l'uso degli ascensori), EPABXDL (patente per l'uso dei centralini telefonici). A quando la European Toilet Driving License? Sapete com'è , l'uso dello sciacquone... Siete i protagonisti, ora, adesso, qui. Non è diventando veline o entrando nel reality show che si diventa qualcuno. Anzi quello è proprio il modo per diventare un "nessuno", cosa rimarrebbe di voi? Violenterebbero solo la vostra immagine all'interno di un personaggio. Fuggite i luoghi comuni, se un comportamento è comune a troppe persone scatti in voi un campanello di allarme.... "voglio veramente anch'io essere così ?". "Qualcuno mi sta imponendo questo comportamento?" Usate la rete per comunicare: è ciò che la rete vi consente di fare. Arricchite il mondo con la vostra esperienza e creatività . Non siete pirati che scaricano, siete il nostro (splendido) futuro. Siate furbi, scegliete ciò che è libero, musica, film, software, immagini. Promuovete l'uso di questa conoscenza e generatene di nuova. Perché non scrivete una pagina nella wikipedia? Ognuno di noi sta scrivendo una pagina, e alla fine avremo la più grande enciclopedia mondiale fatta da tantissime persone insieme. Nello stesso modo, per mezzo del contributo di tanti programmatori e inventori sono sono già stati creati tantissimi programmi liberi (non so se qualcuno li abbia contati ma penso proprio siano più di quelli proprietari!) per tante attività : disegno, gioco, scrittura, programmazione. Ci sono in tutte le città circoli che vi possono insegnare a usare software libero (cercate per esempio i LUG, linux user group). Potrete diventare come me "proprietary software free". Sì perché i programmi proprietari come la nicotina, l'alcool e le droghe danno assuefazione e fanno male alla libertà . Quando siete diventati un pò esperti cercate di comperare computer senza sistema operativo, o con preinstallato un sistema libero (cioè non windows). Risparmierete un sacco di soldi e potrete imparare tante cose nuove. Le imparerete davvero perché le potete guardare, studiare, sperimentare. Vedrete che l'informatica è una vera scienza dove le cose si capiscono si analizzano, si risolvono. Per come viene presentata ora sembra solo una scatola chiusa che si fa funzionare per tentativi e quando non funziona si spegne e si riaccende tutto.


(...)
Divulgare la cultura alla divulgazione della cultura. L'ignoranza è un business, anche quando è mascherata da cultura professionale o cultura per il lavoro. Non esiste cultura per questo o quello, esiste cultura tout-court. Rifiutate l'idea che qualcuno vi dica cosa è bene sappiate e cosa è bene non sapere. Qualsiasi conoscenza mnemonica e meccanica non è cultura, non eleva la persona, anzi la rende schiava di un ruolo che non può cambiare non avendo gli strumenti di aggiornamento e di evoluzione delle conoscenze. Nulla deve frenare la creatività dell'essere umano. Così in pratica una patente europea per l'uso degli elaboratori non è informatica, anzi è completamente controproducente culturalmente. E' uno spot pubblicitario per una sola azienda (Microsoft) e fornisce conoscenze meccaniche. Tra l'altro è europea per modo di dire. Io da anni mi diverto quando sono in convegni internazionali a chiedere ai colleghi di altri atenei europei cosa ne pensano della famosa patente. La maggior parte delle volte mi dicono che non la conoscono, qualcuno ne ha sentito parlare ma come corsi di società private (come il CEPU per intenderci). In Italia si vuole mettere in tutte le scuole e nelle Università . Che figuraccia! Abbiamo università fra le migliori al mondo, non è un caso che si vogliano importare i "cervelli italiani". Relegandole a strumenti di formazione professionale in realtà le denigriamo e buttiamo via una ricchezza inestimabile. Una università guidata dalle richieste aziendali sarà ricca di denaro, ma povera di contenuti, chi possiede un mercato non cerca vera innovazione. Una università guidata dalle aziende è come una televisione guidata dall'auditel. Viva la qualità . Al contrario l'università deve essere la fucina delle idee e deve creare nuova ricchezza, nuove aziende su nuove idee. Viva la libera concorrenza. Ma quella vera.



http://www.linux.it/~nappa85/manifesto.html

Con tanto di provocazione finale:

http://www.eppdl.org/EPPDL.it.html

Siamo sicuri che sia giusto imporre agli studenti l'ecdl?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 4:06 pm

Non parliamo di università. Non.parliamo di professionalità avanzate ma di competenze base che i ragazzi non hanno. La destinazione di diplomati al tecnico delle superiori sono piccole e medie aziende,dove conterà saper organizzare dati su una tabella,fare un semplice grafico,preparare una pagina promozionale con Power Point o publisher. Il loro superiore sarà un concreto imprenditore non un.luminare professorone universitario. Difficilmente programmeranno,ma utilizzeranno un software applicativo e gestionale, dovranno avere dimestichezza con il computer.
L ecdl è un paletto. Oggi paletti non ci sono e di diploma gente che non sa cercare office sul PC...
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 4:41 pm

Felipeto ha scritto:
Non parliamo di università. Non.parliamo di professionalità avanzate ma di competenze base che i ragazzi non hanno. La destinazione di diplomati al tecnico delle superiori sono piccole e medie aziende,dove conterà saper organizzare dati su una tabella,fare un semplice grafico,preparare una pagina promozionale con Power Point o publisher. Il loro superiore sarà un concreto imprenditore non un.luminare professorone universitario. Difficilmente programmeranno,ma utilizzeranno un software applicativo e gestionale, dovranno avere dimestichezza con il computer.
L ecdl è un paletto. Oggi paletti non ci sono e di diploma gente che non sa cercare office sul PC...

Non stiamo parlando di abilità avanzate ma di utilizzo del PC.
Power point non è l'unico programma per costruire presentazioni, excel non è l'unico foglio di calcolo, access non è l'unico software per gestire un database, word non è l'unico programma di videoscrittura...
A un meccanico viene forse insegnato a mettere le mani solo sui motori prodotti da certe case automobilistiche?
Fra l'altro le alternative non sono nemmeno così rare, visto che molte aziende hanno anche la necessità di risparmiare sui costi per le licenze.
E comunque, anche volendo limitare l'insegnamento informatico di base all'ambiente windows, credi forse che sia non dico formativo, ma almeno sensato chiedere quale menu e sottomenu bisogna aprire per fare una determinata operazione, quando col passaggio da una versione all'altra spesso l'interfaccia utente dei software microsoft e del sistema operativo windows cambia sensibilmente?
Vogliamo formare utenti consapevoli o scimmie ammaestrate?
È più importante imparare a memoria quali operazioni fare per eseguire una determinata operazione oppure essere capaci di consultare la documentazione fornita da chi ha distribuito il programma o di fare una ricerca per capire come risolvere il problema?
E poi, com'è che una certificazione privata finisce per essere richiesta per l'accesso ai pubblici concorsi o, comunque, conferisce un punteggio aggiuntivo a chi la possiede?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 4:55 pm

Quindi, non essendo in possesso della ECDL, sarei un analfabeta informatico. Buono a sapersi.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 955
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 5:08 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Quindi, non essendo in possesso della ECDL, sarei un analfabeta informatico. Buono a sapersi.

Ci sono stati laureati in informatica che non hanno potuto partecipare a certi concorsi pubblici perché...privi del titolo ecdl.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4700
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 5:16 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Quindi, non essendo in possesso della ECDL, sarei un analfabeta informatico. Buono a sapersi.

Io resisterò a questa buffonata dell'ECDL finché potrò.

Non perché sia inutile, di per sé. E' che, come al solito, è stato caricato di significati che non ha.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 6:26 pm

La risposta al quesito di complimenti: "i meccanici sono formati per mettere mani solo sul motore di una particolare marca" è SI!
Vai in una concessionaria Mercedes con una Renault, o viceversa..
I motori sono ormai gestiti integralmente da centraline elettroniche, le quali agiscono secondo software differenti per ogni Casa. Quindi non puoi diagnosticare il guasto ad una Toyota con un software Fiat..i meccanici multimedia,i faciloni che sapevano metter mani su qualsiasi auto stanno scomparendo proprio a causa Dell elettronica che ti indica il tipo di guasto e spesso è essa stessa il guasto..
L ecdl non è garanzia di nulla,ma è già qualcosa.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 6:27 pm

Complimenti =compxt
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 7:04 pm

visto che correggi e tabuli volentieri le prove invalsi, e gratis sopratutto, vuoi fare anche le mie?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 7:08 pm

Ho chiesto a colleghi se avevano bisogno di aiuto..è una delle poche attività a contenuto didattico fuori dall aula..ore e ore in cd inutili,riunioni pesanti su libri di testo, inutili incobtri con psicologi e cdc straordinari farsa.si,l invalsi lo correggo volentieri
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 8:21 pm

mac67 ha scritto:
Giancarlo Dessì ha scritto:
Quindi, non essendo in possesso della ECDL, sarei un analfabeta informatico. Buono a sapersi.

Io resisterò a questa buffonata dell'ECDL finché potrò.

Non perché sia inutile, di per sé. E' che, come al solito, è stato caricato di significati che non ha.
Pienamente d'accordo.
Sicuramente utile per chi non ha competenze informatiche e vuole sviluppare una competenza di base, ma l'ECDL non certifica il possesso di competenze informatiche avanzate che, a cascata, includono quelle di rango inferiore.
Un laureato in informatica è, in teoria, competente in materia di reti. Competente nel senso che può progettarle, realizzarle, configurarle. Ora mi viene davvero difficile pensare che sia valido il principio che un laureato in informatica non abbia la competenza nell'uso di un browser Web e di un client di posta elettronica perché privo della certificazione ECDL. Lo stesso ragionamento possiamo estenderlo a tutte le sezioni tematiche dell'ECDL.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 9:01 pm

Continuiamo a parlare di laureati di programmatori, di professoroni mentre io parlo di ragazzi di seconda superiore
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5373
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 9:25 pm

Giancarlo Dessì ha scritto:
Quindi, non essendo in possesso della ECDL, sarei un analfabeta informatico. Buono a sapersi.



Vuoi ridere? Io ce l'ho, l'ho preso a venticinque anni e nel mio corso c'era anche una casalinga di Voghera che non sapeva taglincollare!
Ma quanto sono fica?
Tornare in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 6205
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 9:31 pm

Citazione :
Continuiamo a parlare di laureati di programmatori, di professoroni mentre io parlo di ragazzi di seconda superiore

Ok, ma noi (intendo quelli di noi che non sono affatto laureati in informatica, ma che hanno un livello decente di uso dei computer nella vita di tutti i giorni)... abbiamo avuto bisogno del corso a pagamento e dell'esame con certificazione, per imparare a usare l'email, i browser web, i motori di ricerca o un minimo di editor di scrittura? Non mi risulta. Se veramente il livello richiesto per la certificazione dell'ECDL è quello, chi è che non può arrivarci da solo?

La maggior parte di noi l'ha fatto, pur essendo approdata all'era telematica in età adulta... possibile che tutti questi strepitosi "nativi digitali", portatori di chissà quali presunte importantissime mutazioni antropologiche nuove nel modo di imparare e di ragionare, non ci riescano?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: INVALSI in prima..   Mer Mag 04, 2016 10:04 pm

Felipeto ha scritto:
Continuiamo a parlare di laureati  di programmatori, di professoroni mentre io parlo di ragazzi di seconda superiore
Nel 2001 ho conosciuto due ragazzini romani che in terza media avevano iniziato a studiare la programmazione di siti Web dinamici usando le Active Server Pages e JScript come linguaggio server side. Dopo un anno avevano realizzato una città virtuale. Uno di loro, in prima superiore, si sfogò con me perché il suo insegnante di matematica gli aveva dato 2 perché si sentiva sminuito a fare le esercitazioni su Excel (che, naturalmente, sapeva usare) e a scuola voleva fare qualcosa di più impegnativo.
Nello stesso anno avevo conosciuto un ragazzo di una quinta liceo di Pinerolo che aveva realizzato il forum per il sito della sua scuola, poi si dedicò al software libero e alcuni anni dopo era tra i soci fondatori di Wikimedia Italia e tra i primi contributori della versione italiana di Wikipedia.
Nello stesso anno avevo conosciuto un rockettaro metallaro romano che "frequentava" il primo anno di informatica, che poi è stato il nostro "maestro" nella programmazione client server. Già dal 2000 scriveva ogni mese per due riviste tecniche per programmatori, IoProgrammo e DEV e negli anni successivi scrisse anche per altre riviste. Già allora era un esperto di ASP, PHP, C/C++ e, soprattutto, Java. È stato uno dei primi autori di articoli in italiano sulla programmazione in C#, appena uscito. Nel suo sito aveva sviluppato un manuale on line sulla programmazione in ambiente ASP, poi platealmente plagiato da due ricercatori di una università di Milano, che avevano copiato di sana pianta il suo manuale (cambiando tutti i riferimenti all'autore) per pubblicarlo come materiale didattico. Nel 2002 aveva pubblicato il suo primo libro, in due volumi, sulla programmazione in ambiente ASP. Una tiratura di 5000 copie andata esaurita in pochi mesi. Un suo amico e collega, nel senso di autore per le stesse riviste, diceva che di Java ne sapeva più lui dei suoi professori all'università.
Negli anni successivi, tra il 2004 e il 2008, ho conosciuto molti adolescenti che si occupavano di Linux e software libero, c'era chi ti ricompilava un kernel da riga di comando a chi aveva craccato fisicamente la scheda madre della xbox per farla funzionare con un sistema linux a chi ti teneva una talk ad un linux day dedicata a Blender.
E da 10 anni, come responsabile delle iscrizioni al mio Linux User Group ne ho conosciuto diversi, chi negli ultimi anni della scuola superiore chi al primo anno di università, fanno domanda per entrare nell'associazione.

Sono solo le storie che conosco personalmente, ma ce ne sono chissà quante altre. Non sono professoroni o laureati, anche se poi ne ho visto crescere diversi e finire a fare i professionisti informatici in Italia o all'estero. Spinti da una passione che hanno iniziato a coltivare già in età preadolescenziale. Nessuno di loro aveva una ECDL e non penso che l'abbiano conseguita in seguito. Sei sicuro che ne avessero bisogno?
Tornare in alto Andare in basso
 
INVALSI in prima..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ho fatto la mia prima IUI
» prima eco di monitoraggio
» stasera prima punturina
» morta Lesley Brown, la prima mamma pma
» Oggi prima ecografia...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: