Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 aiutatemi a farmi un'opinione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 11, 2016 10:27 pm

su questo

screening di massa da effettuare nelle scuole per il riconoscimento precoce di dislessa e altro

prove mt e ac-mt di cornoldi
http://comprensivomontecastrilli.gov.it/wp-content/uploads/sites/46/2014/01/ac-mt6-11-120613071436-phpapp01.pdf
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 11, 2016 11:59 pm

Mi sembra un interessante metodo di analisi, buono per quantificare l'entità dei problemi presenti nell'attitudine al calcolo; che questo significhi "non essere portati" o che significhi discalculia francamente non saprei.

Mi sembra invece carente nella parte "proposte d'intervento"; non va oltre "l'incoraggiamento".
Tornare in alto Andare in basso
lilly1



Messaggi : 54
Data d'iscrizione : 20.12.14

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Gio Mag 12, 2016 8:29 am

da noi uno screening simile viene effettuate da qualche anno, ma sinceramente non lo trovo molto utile anzi.... sì ok ti viene accertata la dislessia, la discalculia ecc ecc da parte dell'asl, però non ti viene dato alcun aiuto, nemmeno un semplice consiglio, su come comportarti con l'alunno....
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Gio Mag 12, 2016 9:38 am

Uno screening forse non è lo strumento da utilizzare per trovare consigli su come comportarsi con l'alunno.

In questo di cornoldi e lucangeli, tra l'altro, qualche suggerimento operativo c'è.

Tu che opinione ti stai facendo, ushikawa?

La mia è che gli autori siano convinti (e lo sono anche io) che in una buona parte dei casi ora certificati come discalculia si dovrebbe parlare di "dislessia sui numeri" o per dirla meglio di distrubo di apprendimento che non esclude i numeri.

Un bello strumento, questo. Forse aiuterà a capire come muoversi con i ragazzi che presentano queste difficoltà
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Gio Mag 12, 2016 9:57 am

Lo screening della microcitemia, prettamente medico e diagnostico (che viene effettuato in molte scuole), ha un ben preciso scopo di prevenzione;  informando i soggetti portatori del potenziale rischio derivante dal fare figli con altri soggetti portatori, contrasta la diffusione della malattia.

Uno screening di massa dei disturbi specifici dell'apprendimento al contrario non riguarda una patologia, non ha alcun obiettivo di prevenzione; persegue invece l'obiettivo totalitario di medicalizzare ulteriormente la scuola e l'apprendimento, lede il diritto degli alunni a non essere inquadrati clinicamente in base agli esiti di un test, lede il diritto-dovere degli insegnanti di individuare gli alunni che presentino difficoltà nell'apprendimento e di intervenire su di essi con gli strumenti (ormai in disuso) che da sempre hanno avuto a disposizione e attuato al fine di favorire un pieno e vero successo didattico di tali alunni (e non la sufficienza obbligatoria che viene spacciata come "successo formativo garantito" e che per molti docenti e genitori è obbligatoria una volta fatto il PDP. Il docente è e deve restare un insegnante nella pienezza del proprio ruolo e della propria libertà di insegnamento e di relazione formativa con gli alunni, non un esecutore di interventi quasi clinici decisi da sedicenti "esperti" estranei alla relazione educativa e formativa quotidiana tra insegnante e discente.

Io vedo in questi test, specie se applicati in maniera massiva, solo un ulteriore passo verso la medicalizzazione della scuola e verso l'obiettivo di far rientrare nei DSA una percentuale considerevole degli alunni, superiore al 20%. Saranno contenti tutti quei soggetti che sulla divulgazione, sulla diagnosi e sulla presunta "cura" dei disturbi specifici dell'apprendimento fanno le proprie fortune professionali ed economiche. I DSA sono a mio avviso una patologia sociale, al pari dell'isteria femminile più di 100 anni fa.


Ultima modifica di ushikawa il Gio Mag 12, 2016 10:08 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Gio Mag 12, 2016 10:00 am

Conosci gli autori di questo screening?   A sentirti parlare direi di no.



Veramente non ti sento parlare: ti leggo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Gio Mag 12, 2016 10:09 am

Cornoldi può essere considerato un luminare solo da chi ne condivide la visione ideologica che ha della scuola: non è il mio caso.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 9:34 am

Questo tipo di screening viene effettuato anche nella mia provincia, a cura della asl. Da noi si fanno anche tre incontri per gli insegnanti di prima (primaria) durante l'anno per discutere i vari casi e ci viene rifilato un malloppo di schede sulle quali far lavorare la classe. Secondo la asl noi dovremmo dividere la classe in gruppetti di livello e lavorare sui loro materiali per favorire quei bambini che risultano "deboli" nell'apprendimento della letto-scrittura.

Si mira a precocizzare ancora di più questi test. Da noi è in corso la discussione se inserire test simili anche per i bimbi di 5 anni.

La mia più grande perplessita riguarda soprattutto un punto. Se tu guardi il materiale che hai postato vedi che le "prove" psicometriche che somministrano non sono altro che prove di verifica identiche a quelle che somministriamo normalmente a scuola. Insegno matematica in prima e sto preparando le verifiche finali toccando esattamente i punti citati nel documento. Cosa c'è di speciale in quelle prove? Io rilevo un 5 e, guarda caso, loro rilevano un "possibile discalculico". Ok, dico io, chiamalo come vuoi, ma lo sapevo già che ha difficoltà.

Ma la cosa più bella viene dopo. Il trattamento. Non è altro che esercizio individuale sui contenuti carenti. Non percorsi speciali, non magie, non pozioni a noi sconosciute. La asl ci dà i suoi materiali preparati dagli specialisti e dagli esperti, e cosa sono? Per italiano cruciverba, abbinamenti sillaba-suono, discriminazioni di suoni simili..

Insomma tutte cose che basterebbe ripristinare le compresenze come si deve per farle noi. Invece i genitori vanno dall'esperto a pagamento per farsele fare.

Io stessa con mio figlio ho fatto un percorso di trattamento di problemi di lettura. Nient'altro che un massacrante tour de force con apprendimento di sillabe a ripetizione. Un bombardamento anche a pc. Esercizio insomma. Infatti è migliorato.
A volte ho l'impressione che tolgano alla scuola (fondi, personale, compresenze..) per dare da mangiare a qualcun'altro.

Preciso che non voglio dire che gli studiosi di questi campi non facciano un lavoro utile. Individuare i percorsi più adatti per potenziare certe lacune è utile. Uso abitualmente materiali preparati dagli esperti citati più su e con molte cose mi trovo bene, sono ben strutturate e graduate. Però c'è un gran bel business dietro che ha anche parecchi risvolti poco chiari..
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 11:11 am

aku, ma cosa altro si può fare a scuola? cosa altro si deve fare?

Il dsa come sai non è una malattia, medicine quindi non ce ne sono, e, soprattutto, non sono assolutamente necessarie.

Il "trattamento" scolastico come dici tu non può che essere una adattamento della didattica alle caratterische di apprendimento di ciascuno e, dove questo non è sufficiente, l'uso di compensativi o al limite di dispensativi per le cose che proprio non ce la si può fare (almeno a scuola).

Non serve altro per il dsa di quello che può dare la scuola.

Dici: basterebbe ripristinare le compresenze? Purtroppo basterebbe in un mondo in cui si crede che ciascuno è diverso. Purtroppo basterebbe in un mondo in cui non ci fosse nessuno che dice "il ragazzo ci marcia, ci prende in giro" Basterebbe in un mondo dove la formazione universitaria per chi andrà ad insegnare prevedesse un capitolo sui dsa fatto su documenti di oggi e anche su quelli di domani non certo su lavori di 10 anni fa. Basterebbe sì, non ci sarebbe bisogno di diagnosi e non ci sarebbe bisogno di particolari esperti a pagamento. La scuola portrebbe anche farcela da sola se smettesse di dire che il dsa è una patologia sociale ma si dicesse che quell'alunno ce la fa in un modo e non in un altro. Si dicesse chequell'alunno ha bisogno di questo e non di quello, Si dicesse che quell'alunno è questo e non quello.

Due docenti in compresenza esperti e formati probabilmente abbatterebbero molto la necessità delle famiglie di trovare tutor fuori da scuola. Ne riparliamo quando avremo due docenti in compresenza esperti e formati.

Lo screening serve perchè lavorando prima si arriva prima a compensare, si massacra di meno, si rende tutto più normale, lo screening serve perchè individuando un problema lo si invia ad etichettatura e a diritto di usufruire di strumenti che altrimenti col piffero verrebero utilizzati.

E' la scuola che dice: io sono così, ero così e sarò così chi vuole qualcosa di diverso mi deve certificare che ne ha diritto per legge.



Ps_ tuo figlio ha un disturbo specifico di apprendimento, tuo figlio ha un dsa, o semplicemente ha problemi di lettura? E' un po' diversa la cosa-


Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 11:53 am

Credo che Aku volesse dire solo questo:
invece di emanare leggi che dicono cose scontate e costringono gli insegnanti a produrre un mucchio di scartoffie didatticamente inutili, si potrebbero spendere gli stessi soldi per fornire alla scuola un organico preparato che possa effettuare efficaci interventi puramente didattici.
Stesso costo, risultato migliore.
;-)
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 12:12 pm

Sì immagino che aku volesse dire questo.

poi ti rispondo con più calma.

Ma volevo dire quasi quello anche io ; - )


Tra l'altro tu di risposte mie non ne hai bisogno, sai benissimo quello che dirò.

La testa, anche qui, la testa ; - )
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 1:16 pm

Esatto, intendevo dire quello.E certamente anche Ire ha sollevato un punto importante, ci vuole gente che ci sappia fare. Stavo pensando e allo stesso tempo immaginando la mia classe in cui io mi faccio in 4 e cerco di utilizzare ogni metodo e strumento che può aiutare gli alunni (e ho due bes e una disprassica non certificata che in matematica ha bisogno di notevoli strumenti perchè la rappresentazione visuo spaziale è carente se non deficitaria proprio). Pensavo a cosa potrei fare con una maestra a fianco a me tutte le ore. Una persona che conosce l'organizzazione scolastica, i tempi, i contenuti ecc. Si potrebbe fare tanto. Adesso la asl ti da il malloppo di schede e ti dice "devi somministrarle regolarmente entro maggio perchè poi c'è il secondo screening". Ma in quali ore? Con quale possibilità per un insegnante solo di gestire gruppi di livello ecc ecc?? Non sto qui a ripetere ciò che già tutti sappiamo.

Mio figlio attualmente è certificato per disortografia, ma ha passato tutta la prima a piangere su lettere per lui incomprensibili. Era stato definito probabile dislessico medio grave. Dopo 3 cicli di logopedia tosta e lavoro a casa quotidiano siamo arrivati alla certificazione che ho detto. Ora fa la quarta.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 1:20 pm

Poi non condivido la visione negativa che fai trasparire dalla descrizione che hai dato degli insegnanti Ire.
Qualche collega poco preparata l'ho avuta anch'io, per carità, ma la maggior parte delle persone con cui lavoro fa di tutto per i propri alunni e applica misure compensative, dispensative e soprattutto strategie di ogni tipo, anche senza aspettare i tempi della burocrazia. Ma forse vedo questo perchè alla primaria. Non so poi negli altri ordini di scuola come sia la situazione.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8320
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 1:56 pm

negli altri ordini di scuola le cose vanno un po' peggio.

Concordo con te che io sia molto critica, eccessivamente critica per quanto possa apparire a chi lavora come te. Il mio problema è che vedo generalmente solo situazioni difficili e a quelle penso quando faccio i miei interventi.

Conosco tanti che non sono così. (e non è la prima volta che lo dico)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1876
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 2:03 pm

aku ha scritto:
Questo tipo di screening viene effettuato anche nella mia provincia, a cura della asl. Da noi si fanno anche tre incontri per gli insegnanti di prima (primaria) durante l'anno per discutere i vari casi e ci viene rifilato un malloppo di schede sulle quali far lavorare la classe. Secondo la asl noi dovremmo dividere la classe in gruppetti di livello e lavorare sui loro materiali per favorire quei bambini che risultano "deboli" nell'apprendimento della letto-scrittura.

Si mira a precocizzare ancora di più questi test. Da noi è in corso la discussione se inserire test simili anche per i bimbi di 5 anni.

La mia più grande perplessita riguarda soprattutto un punto. Se tu guardi il materiale che hai postato vedi che le "prove" psicometriche che somministrano non sono altro che prove di verifica identiche a quelle che somministriamo normalmente a scuola. Insegno matematica in prima e sto preparando le verifiche finali toccando esattamente i punti citati nel documento. Cosa c'è di speciale in quelle prove? Io rilevo un 5 e, guarda caso, loro rilevano un "possibile discalculico". Ok, dico io, chiamalo come vuoi, ma lo sapevo già che ha difficoltà.

Ma la cosa più bella viene dopo. Il trattamento. Non è altro che esercizio individuale sui contenuti carenti. Non percorsi speciali, non magie, non pozioni a noi sconosciute. La asl ci dà i suoi materiali preparati dagli specialisti e dagli esperti, e cosa sono? Per italiano cruciverba, abbinamenti sillaba-suono, discriminazioni di suoni simili..

Insomma tutte cose che basterebbe ripristinare le compresenze come si deve per farle noi. Invece i genitori vanno dall'esperto a pagamento per farsele fare.

Io stessa con mio figlio ho fatto un percorso di trattamento di problemi di lettura. Nient'altro che un massacrante tour de force con apprendimento di sillabe a ripetizione. Un bombardamento anche a pc. Esercizio insomma. Infatti è migliorato.
A volte ho l'impressione che tolgano alla scuola (fondi, personale, compresenze..) per dare da mangiare a qualcun'altro.

Preciso che non voglio dire che gli studiosi di questi campi non facciano un lavoro utile. Individuare i percorsi più adatti per potenziare certe lacune è utile. Uso abitualmente materiali preparati dagli esperti citati più su e con molte cose mi trovo bene, sono ben strutturate e graduate. Però c'è un gran bel business dietro che ha anche parecchi risvolti poco chiari..

Gli insegnanti sanno già quali sono gli alunni che hanno difficoltà, sanno anche come intervenire - indipendentemente dalla conoscenza a menadito della 170 e di tutte le circolari a corredo -, sanno anche che gli interventi non saranno quasi mai risolutivi. Gli insegnanti mediamente sono migliori di ciò che pensa Ire o di ciò che racconta la cronaca: per un insegnante che dà dello zuccone all'alunno con difficoltà ce ne sono 100 che si danno degli zucconi da soli per non riuscire a fare qualcosa per risolvere la difficoltà di quell'alunno.
Però ci dicono che ci vogliono gli "esperti", i test di screening, il luminare che ci spieghi la rava e la fava, un sistema intero (per lo più privato) di dotti, medici e sapienti che hanno il compito di accudire analizzare e terapizzare l'alunno con difficoltà.
Aku ci dice che basterebbe ripristinare le compresenze alle elementari, io aggiungerei che andrebbe escogitato qualcosa di simile anche alle medie, io aggiungerei anche che non è l'etichetta, magari affibbiata precocemente, a risolvere, ma il lavoro: dell'alunno, del genitore, dell'insegnante. Soprattutto dell'insegnante.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 2:14 pm

Ottimo.
Aggiungo solo che la legge non ha risolto nulla. Gli insegnanti capaci intervengono con strategie ad hoc come lo facevano prima della legge. Solo che adesso fanno più fatica perché sprecano molto tempo con le scartoffie e sono soli in classe. Gli altri insegnanti, quelli che davano del somaro a Pierino dislessico, continuano a fregarsene anche dopo aver firmato un Pdp limitandosi a un 6 politico, quando va bene.
Insomma, sono sempre gli stessi che lavorano, solo che adesso lavorano in condizioni peggiori. Chi ci ha guadagnato? Rispondetevi da soli!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 2:26 pm

Ire ha scritto:
negli altri ordini di scuola le cose vanno un po' peggio.

Concordo con te che io sia molto critica, eccessivamente critica per quanto possa apparire a chi lavora come te.  Il mio problema è che vedo generalmente solo situazioni difficili e a quelle penso quando faccio i miei interventi.

Conosco tanti che non sono così. (e non è la prima volta che lo dico)  :)


Cioè alla primaria si ha migliore preparazione sui DSA?
Mi scuseranno i colleghi della primaria ma questa è una bufala, anche solo considerando che la diagnosi precoce fatta alla scuola elementare fino a poco tempo fa non esisteva, si diceva (del tutto a torto?) che finchè la letto-scrittura e le capacità di calcolo non fossero pienamente consolidate non ci poteva essere diagnosi e la prima certificazione arrivava almeno in prima media.
Spero non si voglia intendere che, visto alla scuola primaria si ha per forza di cose un atteggiamento più protettivo (passatemi il termine) nei confronti del bambino e dei suoi bisogni anche non soltanto didattici, che questo si traduca in un modo migliore di affrontare il DSA. In un suggerimento a essere più "accudenti" verso alunni con disturbi
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4602
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 2:30 pm

Non credo proprio che le maestre siano più preparate. E nemmeno che Ire auspichi dei professori-mamme.
Molto più banalmente, la differenza è che, mentre alla primaria si impara a 'leggere, scrivere e far di conto', nelle altre scuole lo si dà per scontato perché gli obiettivi sono altri. Più gli obiettivi si complicano, più le difficoltà diventano evidenti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6145
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 2:43 pm

Non avrei nulla in linea di principio contro questi test, se solo non fossero combinati, in un cosiddetto "cocktail micidiale", con il dogma di fede assoluto, incontestabile e indiscutibile secondo cui qualunque cosa che possa avere a che fare con una difficoltà di lettura o scrittura sia, di per sé, una condizione neurologica innata, inguaribile e immodificabile per sempre.

Perché, in tal modo, una quantità spaventosa di bambini che hanno solo un lieve ritardo TRANSITORIO di maturazione delle abilità in questione (ma che se fossero lasciati in pace si rimetterebbero tranquillamente in pari l'anno dopo, senza nessuna deviazione dalla norma a lungo termine), verrebbero bollati per tutta la vita con una diagnosi di dsa, IDENTICA a quella dei dsa veri, e che per sua stessa natura insindacabile deve essere eterna e irreversibile.

No, grazie.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 6:13 pm

La mia idea è semplicemente che chi lavora alla primaria per forza di cose sia abituato a dar tempo ai bambini (in una classe abbiamo bambini di un anno di differenza, chi piange a dirotto per tutto settembre-ottobre e poteva stare ancora all'asilo e chi compie 7 anni il primo gennaio e sa già contare fino a 100 perchè il fratello 14enne l'ha istruito; i tempi di maturazione di ciascuno possono essere drammaticamente diversi) a provare diversi modi di farli lavorare, applicando diverse strategie, semplicemente perchè sa che la sua utenza è praticamente al primo contatto con la scuola vera e propria, non centra nulla la preparazione o meno sui dsa. Inoltre noi abbiamo modalità di lavoro più ampie, perchè i contenuti lo permettono. Posso lavorare praticamente sempre con materiali concreti, ho la possibilità di girare intorno ai concetti con mille modalità diverse. I colleghi degli ordini superiori di scuola penso abbiano più vincoli di noi. Le discipline si fanno più specifiche, astratte, i contenuti più "densi" di concetti. Sono totalmente d'accordo con Paniscus sul fatto che sia deleterio bollare i bambini da piccoli e considerarli come se "non ci fosse nulla da fare". La primaria invece dovrebbe proprio avere il ruolo, il personale, il materiale, i locali per agire a tutto tondo sui bambini in difficoltà per lavorare al massimo e consegnarli alle medie con un minimo di preparazione solida e non con voragini a cui è stata messa una pezza. Aggiungo che poi quando i bimbi sono certificati dsa non è mica detto che i genitori li portino ai servizi a fare terapia, molti sono lasciati a sè stessi e la scuola è l'unica loro occasione di esercizio.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6145
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Ven Mag 13, 2016 6:34 pm

aku ha scritto:
Aggiungo che poi quando i bimbi sono certificati dsa non è mica detto che i genitori li portino ai servizi a fare terapia, molti sono lasciati a sè stessi e la scuola è l'unica loro occasione di esercizio.

Sì, ma è proprio quello il problema principale: con le concezioni dogmatiche sui DSA che vanno per la maggiore adesso... una volta che la certificazione è arrivata, le prospettive di miglioramento spariscono del tutto.

Perchè, in base al principio assoluto e insindacabile secondo cui le difficoltà dei DSA sono eterne e immodificabili e non possono essere corrette in nessun modo, allora diventa assolutamente vietato sottoporre i bambini ad attività di recupero e di esercitazione IN PIU', con l'obiettivo di recuperare alcune carenze e avvicinarsi a una modalità normale.

L'unica strategia consentita (e anzi, consigliata e caldeggiata) è solo ed esclusivamente quella di ESONERARLI da tutto ciò che "non riescono a fare" o che "gli risulta troppo difficile e faticoso"... e quindi di dare loro il compito più facile, di non tenere conto degli errori che invece agli altri vengono valutati, di alzare loro il voto di default "per premiare l'impegno", e in definitiva di mettere loro in testa che non hanno bisogno di sforzarsi a fare la cosa che al momento non riescono a fare, perchè tanto avranno sempre il diritto ad esserne dispensati.

Il tutto, esattamente allo stesso modo sia per il bambino con un DSA vero, sia per quello che è semplicemente "un po' più indietro" rispetto alla media, ma che potrebbe tranuillamente maturare tra qualche mese.

Anche se poi in effetti matura davvero, e nel giro di un anno mostra capacità esattamente identiche a quelle degli altri... ormai la certificazione eterna ce l'ha e se la tiene fino alla fine delle superiori, e magari anche oltre.

Perché nessun professionista delle certificazioni, a un esame successivo, oserà mai ribaltare la certificazione precedente, dicendo che il ragazzino "prima aveva un DSA ma adesso non ce l'ha più" (perché contraddirebbe il dogma), ma nemmeno dicendo che "il SA non ce l'ha mai avuto e la diagnosi precedente era sbagliata" (perché cane non morde cane).

Quindi, il bambino diagnosticato "precocemente" rimane condizionato a vita da una diagnosi FALSA e da un trattamento scolastico diverso dalla norma, di cui non ha affatto bisogno.
Tornare in alto Andare in basso
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 18, 2016 4:39 pm

Buongiorno a tutti, avrei una cortesia da chiedere. Premetto che gli insegnanti di mio figlio sono professionisti molto molto competenti ( a prescindere dai risultati del mio discolastico figlio ) , premesso che è stato redattto il pdp, premesso che tutti ci stiamo adoperando affinchè il ragazzo ottenga risultati soddisfacenti, premesso che si becca i suoi bei 4 quando è il caso e i suoi 8 quando se li merita..
premesso tutto questo, sgomberato il campo da ogni polemica ( io non ho mai avuto problemi con nessun insegnante nella mia vita, anzi nella vita scolastica di mio figlio dsa ) la domanda che Vi pongo è questa:
se un docente ( credo al suo primo incarico ) arrivato dopo le vacanze di Natale , non ha firmato il pdp, sembra bellamente infischiarsene di ogni tipo di strumento compensativo (che alla fine della fiera si riduce a interrogazioni programmate e magari un esercizio in meno in verifica) io posso , cosa che mi da un fastidio enorme Vi giuro, richiedere copia delle verifiche per poter serenamente valutare il perchè di votacci che comunque l'anno prima e nel primo quadrimestre non c'erano?
Solo per capire , per non vedere tutto lo studio e l'impegno buttato al vento.
Buon lavoro a tutti e grazie a chi mi vorra' dare un consiglio . con stima
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5357
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 18, 2016 4:52 pm

si può chiedere accesso agli atti secondo i termini di legge, oppure, forse in modo più rapido e meno "fastidioso" per te, andare a parlare direttamente con l'insegnante in questione, far presente la cosa, chiedere a lui di guardare insieme i compiti per capire e concertare strategie di intervento
Tornare in alto Andare in basso
rispetto



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 27.11.15

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 18, 2016 5:37 pm

grazie mille, parlerò nuovamente con l'insegnante...

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: aiutatemi a farmi un'opinione   Mer Mag 18, 2016 5:48 pm

rispetto ha scritto:
grazie mille, parlerò nuovamente con l'insegnante...


Se gli/le ha già parlato senza esito, ne parli col coordinatore (sempre che voglia fare un'eccezione, visto che siamo a meno di 1 mese dal termine delle lezioni). Se anche con il coordinatore non succede nulla, il DS.

Però a questo punto dell'anno scolastico mi sembra un po' tardi. Era meglio muoversi prima.
Tornare in alto Andare in basso
 
aiutatemi a farmi un'opinione
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Aiutatemi a volare basso: solo 5 PT... ho vomitato...
» Aiutatemi a capire
» Per tutte le milanesi e limitrofe: aiutatemi, nn so cosa fare!!!
» Aiutatemi!!! emergenza gambe...
» Caratteristiche aspiratore buono?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: