Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Nessunpericolo



Messaggi : 272
Data d'iscrizione : 09.11.12

MessaggioOggetto: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Dom Mag 15, 2016 7:08 pm

Sarò breve.
Nel Pei firmato da tutti i colleghi sono indicate svariate strategie didattiche, dal controllo a caldo della comprensione al cooperative learning.
Ora, da tanto tempo purtroppo noto che spesso tutte queste belle parole restano per i colleghi curricolari lettera morta.
Ma sono due i temi che mi stanno facendo nauseare:
1)I miei colleghi assegnano i voti anche al ragazzo h senza nemmeno confrontarmi, spesso apprendo la loro proposta di voto per gli scrutini direttamente ai consigli di classe?
2)Di tutte le strategie di supporto indicate nel PEI non ne attuano mezza, ma quando il ragazzo è in difficoltà si limitano a dirmi "guarda che Martino non ha capito niente...guarda che Martino è rimasto indietro".

Ho provato ad affrontare la cosa ma per quanto concerne la valutazione mi sono sentito rispondere che proprio gli scrutini sono il momento in cui io parteciperei alla valutazione (quindi nella loro ipotesi, tipo un'asta, loro propongono senza consultarmi un voto, io ne propongo un altro, ecc, ecc...Ho fatto presente che durante il cdc non è che posso mettermi a fare queste umilianti contrattazioni materia per materia, ed ho fatto presente che mica possiamo durante i consigli di classe tirare fuori i compiti in classe e valutarli insieme...Ho fatto presente la distinzione tra "misurazione" che io lascio tranquillamente a loro se ci tengono così tanto e "valutazione" che dovrebbe essere condivisa...ma niente) Naturalmente la discussione in perfetto stile tutti contro uno è sfociato in un "se vuoi quando il ragazzo è interrogato vieni a vederlo (e se io in quell'ora non sono in servizio? mi è stato risposto che tutti fanno "qualche ora in più")...oppure "vienici a cercare di tanto in tanto che ti aggiorniamo" (quindi dovrei passare non le ore in classe ma ad inseguire i colleghi per sapere i voti dell'alunno h)...naturalmente visto il clima da tutti contro uno e da "non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire" non ho cavato un ragno dal buco.
Ho affrontato anche il secondo punto ma, visto il clima per il quale so benissimo che se mi metto a muso duro con loro poi il voto del ragazzo disabile presumo che scenda (nella stessa scuola una collega ha sperimentato che dopo avere rifiutato di mettere delle ore di sostegno nella materia X la valutazione della materia X della ragazzina disabile è drasticamente scesa), li ho solo invitati ad una maggiore collaborazione.
Le risposte sono state:
1)"Ma secondo me il ragazzo disabile non è da curricolare ma da differenziata" (cioè questa stronza non l'aiuta affatto e nemmeno si pone il problema; per lei il concetto di individualizzare l'insegnamento è talmente lontano che seriamente diceva "passiamo alla differenziata"...cosa potesse invece fare LEI per aiutare il ragazzino(a parte la classica lezione frontale) è un pensiero che non la sfiora affatto; (collega con la quale non ho nessuna ora in compresenza)
2)"Ed io che dovrei fare? Ho 20 ragazzi da seguire...già sto indietro con il programma...e mica gliele posso infilare in testa le cose...ogni tanto lo siedo con quello bravino"(collega con la quale ho 2 ore su 5 in compresenza ma di una materia anni luce dalla mia formazione ma purtroppo materia di indirizzo e bestia nera del corso (la bestia nera è sia la materia per la sua difficoltà, sia la collega per la sua ottusità);
3)"Io spiego e faccio lezione cosa dovrei fare di più?"(collega con la quale non ho nesuna ora in compresenza)
Premetto anche che fintanto che c'è da mettere i voti decidono loro e loro sono i professori, quando il ragazzo va male invece allora si ricordano di me, anche quelli con i quali non ho nessuna ora in compresenza ed allora io divento. Premetto anche che nelle materie dove sono presente (anche quellle materie da 5 ore alla settimana in cui sono presente solo 1 ora) le uniche forme di aiuto (appunti, riassunti, schemi sintetici, ecc, ecc,) arrivano solo da me. A fine anno, pur di aiutare il ragazzino, mi ritrovo a preparare materiali anche di alcuni discipline in cui non sono mai stato in compresenza (mi è capitato di fare i riassunti di tedesco e non scherzo).
Ora molto pragmaticamente cosa mi consigliate di fare?
Muro contro muro? Parlo con la preside? Comincio a comunicare con i colleghi per iscritto facendo protocollare in segreteria e vediamo che succede?
La soluzione prendili con le buone non sortisce effetto ahimè.
Accetto consigli!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Lun Mag 16, 2016 11:22 am

Parla con la preside e segnala la situazione. Eventualmente chiedi a lei se ha bisogno di una relazione scritta.

Parla con la famiglia e fai presente la situazione: la famiglia dovrebbe incavolarsi parecchio, rilevare per iscritto ogni volta che viene fatto qualcosa di contrario alle misure indicate nel pei e chiedere al dirigente di attivarsi affinchè invece venga rispettato.

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Fantaman



Messaggi : 1307
Data d'iscrizione : 30.08.12

MessaggioOggetto: Re: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Lun Mag 16, 2016 9:06 pm

Che tristezza...
Tornare in alto Andare in basso
Abilitato



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 13.08.15

MessaggioOggetto: Re: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Mar Mag 17, 2016 10:46 pm

A Maggio dovrebbe esserci il GLI, quindi potrai parlarne con famiglia e operatori sanitari (sperando che stiano dalla nostra parte)
Parlane con la referente di sostegno (se c'è), io non andrei dal Preside.
Comunque tranquillo, è un problema comune.
Altra cosa non fare mai nomi
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Mer Mag 18, 2016 7:48 am

Perchè consigliare di non andare dal preside? Per coprire l'inadeguatezza dei colleghi?

Il preside è il responsabile del rispetto della normativa da parte della scuola ed è il primo che deve essere avvisato quando qualcosa non va. Per correggere.

Altrimenti non possiamo lamentarci se le cose continuano ad andare così.

Non fare nomi? In un documento riservato? Suvvia.........

Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Abilitato



Messaggi : 64
Data d'iscrizione : 13.08.15

MessaggioOggetto: Re: Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.   Mer Mag 18, 2016 6:02 pm

Molto dipende dall'anzianità, specie se sei giovane passi da lamentoso e tendi a farti subito dei nemici, se c'è da lamentarsi ci pensa la famiglia, più facile che venga ascoltata specie dal Preside
Tornare in alto Andare in basso
 
Contrasti per valutazione e supporto all'alunno H.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Valutazione e selezione degli ovociti per la fecondazione in vitro
» Valutazione spermiogramma di mio marito
» La valutazione della riserva ovarica
» Alunno copia versione, ma me ne accorgo solo al momento della correzione
» Alunno introverso

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Andare verso: