Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:07 pm

Rieccomi qui con un nuovo quesito. Considerato il fatto che non sono mai soddisfatta dei libri di testo, come posso far studiare gli alunni su mie dispense magari fatte stampare e rilegare da qualche cartoleria e vendute ad un tot a ciascun studente?
Le mie dispense conterrebbero pure dei questionari stile prova invalsi di comprensione.
Qual è la procedura per realizzare questo mio "sogno"?
Non ne posso più di libri che contengono fuffa a non finire e paroloni di difficile comprensione per studenti di scuola secondaria di primo grado.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:18 pm

Non credo che tu possa vendere ai tuoi alunni dispense fatte da te. Se pure è lecito, è sconveniente.

Parole difficili? Può essere un'ottima occasione per insegnare: si usa il vocabolario, se ne discute in classe.

Davvero non trovi un libro decente per la tua materia?
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:22 pm

mac67 ha scritto:
Non credo che tu possa vendere ai tuoi alunni dispense fatte da te. Se pure è lecito, è sconveniente.

Parole difficili? Può essere un'ottima occasione per insegnare: si usa il vocabolario, se ne discute in classe.

Davvero non trovi un libro decente per la tua materia?

Il vocabolario va bene, ma quando un testo ne contiene una o più in ogni periodo diventa un problema.
La lettura procede a fatica e dura per tempi non calcolabili.
Anche i periodi sono spesso contorti.
Io non voglio guadagnarci, magari lo farà il cartolaio.

Sì. Sono stufa di dover discutere con i rappresentanti di libri. Spesso portano una miriade di opuscoletti che dovrebbe comprare l'alunno per poter studiare una sola materia. Rimpiango i buoni vecchi manuali su chi studiavo io alle elementari e alle medie. Ne bastava uno per materia alle medie e ve ne erano due per le elementari.
Oggi non si ragiona più: per una materia come la storia vi sono tra i due o più libri (con la faccenda dei Bes). Non parliamo della geografia. Idem per l'antologia e la grammatica. Poi lasciamo perdere la scelta della narrativa (io non la faccio più comprare: non serve e il tempo manca).


Ultima modifica di Giuliainvisita il Sab Mag 21, 2016 7:30 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:26 pm

Giuliainvisita ha scritto:

Il vocabolario va bene, ma quando un testo ne contiene una o più in ogni periodo diventa un problema.

Mi fai qualche esempio?

Giuliainvisita ha scritto:

Io non voglio guadagnarci, magari lo farà il cartolaio.

Tu non prendi un centesimo? E il cartolaio può farlo? Ci sono scuole che si autoproducono i libri di testo (della qualità ho qualche dubbio ...), ma credo che ci sia una procedura da seguire. Non credo che tu possa sostituire un libro di testo con dispense autoprodotte da comprare dal cartolaio.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:29 pm

Per poter adottare un testo serve il codice isbn. Nel sito di Matematicamente abbiamo prodotto dei testi di matematica con licenza creative commons, ma per poterli mettere in adozione abbiamo dovuto stamparne alcune copie e farci assegnare il codice.
Se le dispense sono prodotte da te, non avendo il codice, non possono essere considerate libro di testo. Credo che le possibilità siano:
- dispense in file pdf che gli studenti si possono stampare autonomamente;
- l'operazione di stampa e fascicolatura da assegnare alla scuola, gli studenti pagheranno poi la scuola per il materiale.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:32 pm

@melia ha scritto:
Per poter adottare un testo serve il codice isbn. Nel sito di Matematicamente abbiamo prodotto dei testi di matematica con licenza creative commons, ma per poterli mettere in adozione abbiamo dovuto stamparne alcune copie e farci assegnare il codice.
Se le dispense sono prodotte da te, non avendo il codice, non possono essere considerate libro di testo. Credo che le possibilità siano:
- dispense in file pdf che gli studenti si possono stampare autonomamente;
- l'operazione di stampa e fascicolatura da assegnare alla scuola, gli studenti pagheranno poi la scuola per il materiale.


La tua seconda opzione è la più veloce. La prima è fattibile con il tempo.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:34 pm

L'Isdn  desidero averlo, ma per iniziare immediatamente l'anno prossimo allora meglio o i file pdf consegnati ai ragazzi (o ai genitori) oppure delegare la scuola a stampare e vendere le mie dispense.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:37 pm

La normativa ora consrnte agli insegnanri di non afottare testi e di autoprodurre il materiale necessario.
Nella mia scuola alcuni colleghi lo fanno. Il materiale viene fotocopiato dalla scuola. I genitori fanno un'offerta libera che viene utilizzata per arricchire il materiale stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Hoffnung2



Messaggi : 1236
Data d'iscrizione : 16.05.14

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:40 pm

Valerie ha scritto:
La normativa ora consrnte agli insegnanri di non afottare testi e di autoprodurre il materiale necessario.
Nella mia scuola alcuni colleghi lo fanno. Il materiale viene fotocopiato dalla scuola. I genitori fanno un'offerta libera che viene utilizzata per arricchire il materiale stesso.
Ma si possono inserire pagine prese da vari testi o c'è il copyright?
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:47 pm

mac67 ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:

Il vocabolario va bene, ma quando un testo ne contiene una o più in ogni periodo diventa un problema.

Mi fai qualche esempio?


Difficile farti degli esempi, ma prova a metterti nella testa di un ragazzo di una zona deprivata oppure di paese in cui sia famiglia che chi frequenta parlano in dialetto e come testi scritti conoscono solo la storia di Cappuccetto rosso e neanche i fumetti.

Se un ragazzo della mia classe legge la storia di Attila che passando per l'Europa rubava e uccideva, allora la capisce.
Se legge nel testo di storia che Attila devastava, compiva saccheggi, assedi e che la gente era alla mercè di lui e delle sue truppe, la lettura diventa complicata e lenta. Mi devo per ogni parola fermare e spiegare ed egli stesso compie una fatica immensa a cercare nel vocabolario.
Non so se mi spiego. Ma forse non mi capisci lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:52 pm

Giuliainvisita ha scritto:
mac67 ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:

Il vocabolario va bene, ma quando un testo ne contiene una o più in ogni periodo diventa un problema.

Mi fai qualche esempio?


Difficile farti degli esempi, ma prova a metterti nella testa di un ragazzo di una zona deprivata oppure di paese in cui sia famiglia che chi frequenta parlano in dialetto e come testi scritti conoscono solo la storia di Cappuccetto rosso e neanche i fumetti.

Se un ragazzo della mia classe legge la storia di Attila che passando per l'Europa rubava e uccideva, allora la capisce.
Se legge nel testo di storia che Attila devastava, compiva saccheggi, assedi e che la gente era alla mercè di lui e delle sue truppe, la lettura diventa complicata e lenta. Mi devo per ogni parola fermare e spiegare ed egli stesso compie una fatica immensa a cercare nel vocabolario.
Non so se mi spiego. Ma forse non mi capisci lo stesso.

Capisco, ma non credo di essere d'accordo.

Devastare, compiere saccheggi, assediare: davvero ritieni che siano termini troppo difficili per la scuola media?

Se fanno tutti così, allora capisco perché arrivati alle superiori non capiscono nulla di quel che leggono.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 7:55 pm

Poi per esempio i testi di storia o di Geografia prevedono Capitoli e lezioni contenenti tante e tante pagine e paragrafi. Alle scuole medie abbiamo solo due ore settimanali di storia e due di geografia, mica dieci per ciascuno!
Io ho bisogno di concretezza, di semplicità e di sinteticità per lavorare con una classe con diversi livelli di apprendimento, di conoscenze e di capacità. Non sono al liceo! Neanche le sintesi a fine capitolo sono semplici infarcite come sono di paroloni e di periodi contorti.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:09 pm

Standing ovation per te, Giulia! Hai ragione.
Al di là delle problematiche, Bes e quant'altro, questi testi sono improponibili anche per ragazzi normodotati con un livello culturale decente.
Va bene, come dice Mac, arricchire il lessico, ma non 10 parole nuove in ogni frase. Deve essere graduale, in modo che, nel corso dei tre anni di scuola media, i ragazzi passino da un lessico elementare a un lessico più 'specifico'.
Non si può ottenere tutto e subito, di colpo.
Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:09 pm

mac67 ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:
mac67 ha scritto:
Giuliainvisita ha scritto:

Il vocabolario va bene, ma quando un testo ne contiene una o più in ogni periodo diventa un problema.

Mi fai qualche esempio?


Difficile farti degli esempi, ma prova a metterti nella testa di un ragazzo di una zona deprivata oppure di paese in cui sia famiglia che chi frequenta parlano in dialetto e come testi scritti conoscono solo la storia di Cappuccetto rosso e neanche i fumetti.

Se un ragazzo della mia classe legge la storia di Attila che passando per l'Europa rubava e uccideva, allora la capisce.
Se legge nel testo di storia che Attila devastava, compiva saccheggi, assedi e che la gente era alla mercè di lui e delle sue truppe, la lettura diventa complicata e lenta. Mi devo per ogni parola fermare e spiegare ed egli stesso compie una fatica immensa a cercare nel vocabolario.
Non so se mi spiego. Ma forse non mi capisci lo stesso.

Capisco, ma non credo di essere d'accordo.

Devastare, compiere saccheggi, assediare: davvero ritieni che siano termini troppo difficili per la scuola media?

Se fanno tutti così, allora capisco perché arrivati alle superiori non capiscono nulla di quel che leggono.

Lo vedi che non riesco a farmi capire e che tu stenti a comprendermi?
Arrivano alla prima media avendo enormi difficoltà e abbiamo testi difficilissimi per questa fascia di alunni.
Conoscenze e abilità non si costruiscono dall'oggi al domani, ma ci vuole un tempo anche per questo.
Alle elementari i colleghi sono presi dalle competenze e dalle fuffe varie e non approfondiscono con la grammatica e con le altre materie.
Spesso gli alunni che arrivano alle medie sconoscono l'uso del vocabolario e addirittura non ne posseggono uno.
Arrivano alle medie e da noi si sperano miracoli. I fantomatici dieci delle primarie si trasformano in quattro. Scopriamo che a malapena in grammatica conoscono cosa sono gli articoli e i nomi, ma tutto il resto è per loro arabo. Non sanno nulla di geografia (Palermo per tanti di loro è la capitale d'Italia), figuriamoci di Storia! I colleghi di matematica devono spiegare e far ripetere le tabelline prima di procedere con l'algebra e la geometria. Non sono abituati a studiare e fanno fatica a capire che per essere promossi devono avere almeno i cosiddetti contenuti e competenze minime.

Il disastro comincia alle elementari, prosegue alle medie, continua alle superiori.
E' lungo dirti tutto, ma do la colpa di un certo andazzo ai pedagogisti del cavolo che mettono in testa a maestri e professori fuffe su fuffe a proposito di no alle conoscenze, no all'impegno personale e no al fatto di poter bocciare.

Ora sono stanca di scrivere.

Tornare in alto Andare in basso
Giuliainvisita



Messaggi : 384
Data d'iscrizione : 05.05.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:15 pm

Valerie ha scritto:
Standing ovation per te, Giulia! Hai ragione.
Al di là delle problematiche, Bes e quant'altro, questi testi sono improponibili anche per ragazzi normodotati con un livello culturale decente.
Va bene, come dice Mac, arricchire il lessico, ma non 10 parole nuove in ogni frase. Deve essere graduale, in modo che, nel corso dei tre anni di scuola media, i ragazzi passino da un lessico elementare a un lessico più 'specifico'.
Non si può ottenere tutto e subito, di colpo.

Grazie Valerie.
Scusatemi tutti se adesso vi abbandono, ma ho un po' da fare e sono veramente stanca dopo una giornata molto piena di impegni.
Leggerò con piacere quello che avrete scritto o più tardi o domani.

A presto!
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:18 pm

@melia ha scritto:
Per poter adottare un testo serve il codice isbn. Nel sito di Matematicamente abbiamo prodotto dei testi di matematica con licenza creative commons, ma per poterli mettere in adozione abbiamo dovuto stamparne alcune copie e farci assegnare il codice.
Se le dispense sono prodotte da te, non avendo il codice, non possono essere considerate libro di testo. Credo che le possibilità siano:
- dispense in file pdf che gli studenti si possono stampare autonomamente;
- l'operazione di stampa e fascicolatura da assegnare alla scuola, gli studenti pagheranno poi la scuola per il materiale.
La mia scuola ha un testo adottato per la mia materia purtroppo non tutti gli studenti lo hanno acquistato e per i molti che per motivi economici non l'hanno acquistato (presumo), la scuola non li ha forniti di tutti i libri tra cui "il mio", non so il perchè.Risultato: con chi aveva il testo ho dato i riferimenti sul libro, a chi era senza libro quando possibile fotocopiavo qualche pagina del libro di testo, ed a tutti ho distribuito gratis delle dispense, il tutto con dispendio, soprattutto, di energia mentale. Domanda:avrei potuto (ormai l'anno scolastico è finito) consigliare il testo di Matematicamente per la mia disciplina, magari in aggiunta al libro di testo o avrei violato qualche normativa.


Ultima modifica di franco71 il Sab Mag 21, 2016 8:22 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:20 pm

Indipendentemente da ciò che hai scritto in risposta a Mac, Giulia, il discorso sull'inadeguatezza dei libri di testo rimane valido.
La padronanza del lessico è una vera e propria competenza, lo sappiamo bene noi di lingue straniere. Non basta cercare sul dizionario il vocabolo nuovo che hai trovato in un testo! Magari fosse così semplice! Saremmo tutti poliglotti senza fatica!
Figuriamoci poi la padronanza del lessico specifico, ancora più difficile perché, appunto, specifico e quindi usato solo in certi ambiti, spesso non attinenti alla vita quotidiana.
Ben vengano quindi le tue dispense in cui, sono sicura, non tralascerai l'arricchimento lessicale, ma lo proporrai gradualmente, dando ai tuoi alunni la possibilità di acquisire, digerire, metabolizzare un vocabolo prima di aggiungerne di nuovi.
L'apprendimento del linguaggio richiede tempo nel vero senso della parola, proprio come 'tempo che passa'.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 8:46 pm

Giuliainvisita ha scritto:

Lo vedi che non riesco a farmi capire e che tu stenti a comprendermi?
Arrivano alla prima media avendo enormi difficoltà e abbiamo testi difficilissimi per questa fascia di alunni.
Conoscenze e abilità non si costruiscono dall'oggi al domani, ma ci vuole un tempo anche per questo.
Alle elementari i colleghi sono presi dalle competenze e dalle fuffe varie e non approfondiscono con la grammatica e con le altre materie.
Spesso gli alunni che arrivano alle medie sconoscono l'uso del vocabolario e addirittura non ne posseggono uno.
Arrivano alle medie e da noi si sperano miracoli. I fantomatici dieci delle primarie si trasformano in quattro. Scopriamo che a malapena in grammatica conoscono cosa sono gli articoli e i nomi, ma tutto il resto è per loro arabo. Non sanno nulla di geografia (Palermo per tanti di loro è la capitale d'Italia), figuriamoci di Storia!  I colleghi di matematica devono spiegare e far ripetere le tabelline prima di procedere con l'algebra e la geometria. Non sono abituati a studiare e fanno fatica a capire che per essere promossi devono avere almeno i cosiddetti contenuti e competenze minime.

Il disastro comincia alle elementari, prosegue alle medie, continua alle superiori.
E' lungo dirti tutto, ma do la colpa di un certo andazzo ai pedagogisti del cavolo che mettono in testa a maestri e professori fuffe su fuffe a proposito di no alle conoscenze, no all'impegno personale e no al fatto di poter bocciare.

Ora sono stanca di scrivere.


Infatti ti chiedevo degli esempi per comprendere. Insegno al liceo, non ho figli o figli di parenti di quell'età, i libri delle medie non li conosco nemmeno di striscio, quindi gli esempi sono per me fondamentali per capire il problema. La sensazione, probabilmente sbagliata, è che tu voglia un libro di testo di quelli che si userebbero per alunni H con quoiente intellettivo sotto la soglia.

Io ritengo che "devastare", "assediare", "compiere saccheggi", siano termini che uno studente di scuola media debba comprendere. Non perché li abbia già imparati, necessariamente: forse la scuola media è il posto giusto per impararli.

Se la situazione della tua classe è quella che descrivi (il che non è purtroppo un'eccezione), io partirei da questa analisi. La tua priorità, come docente di italiano, è che i tuoi alunni imparino la lingua, la usino correttamente, la comprendano. Attila viene dopo. A me pare invece che per te sapere che cosa ha fatto Attila sia la priorità, e come lo si esprime viene dopo. Ma, ripeto, questo è proprio il problema che viene fuori poi alle superiori: non avere le parole per esprimere un concetto più complesso o per comprenderlo quando lo si legge.

Allora, forse, invece di fare lezione "frontale", può essere più indicato prendere il libro e leggerlo insieme alla classe. In questo modo se ci sono parole sconosciute se ne parla, poi si riassume quanto letto.

So che posso apparire ingenuo, probabilmente lo sono, ripeto che la scuola media è una realtà che non conosco.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 9:07 pm

Sono perfettamente d'accordo con l'analisi di Giuliainvisita.
I testi delle medie sono molto spesso scritti con i piedi: in un certo senso assomigliano alle ricerche da wikipedia fatte dagli alunni con il copiaincolla, non c'è nessuna attenzione allo sviluppo graduale di un linguaggio specifico che -diciamoci la verità- alle elementari non viene conseguito nel 90% dei casi. Oltre ai termini "difficili", che pure potrebbero avere la giustificazione addotta da Mac67 di educazione all'uso del vocabolario, ci sono dei termini tecnici che per essere compresi richiedono delle conoscenze pregresse che non ci sono, specie in prima media. L'atteggiamento pedagogico prevalente alla primaria è quello di facilitare, per cui gli alunni si trovano ad affrontare le medie privi di un vocabolario sufficientemente ampio di termini appena meno banali o tecnici.
Trovo i libri delle medie talmente mal fatti che ho deciso di scrivermi tutte le lezioni da solo, con grande dispendio di energia, e renderle disponibili sul sito. Cerco di adottare un linguaggio semplice e, come dicono quelli bravi, di innestare le nuove nozioni nella cosiddetta "area di apprendimento prossimale", che purtroppo diventa di anno in anno più bassa. Questo non vuol dire semplificare i concetti, ma semplificare almeno inizialmente il linguaggio e stare attenti all'esperienza concreta degli alunni, cioè alla "significatività" dell'apprendimento, innestando i termini nuovi gradualmente e fornendo preventivamente gli strumenti di comprensione. Quest'anno ho guardato una decina di testi per decidere se cambiare il libro, poi ho rinunciato: mantengo il testo precedente, ma con la dizione "consigliato" e non più obbligatorio. Spiegherò agli alunni che le lezioni devono cercarsele sul mio sito.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 9:14 pm

Gliele dai "gratis" nel senso che non prendi soldi per te, semplicemente passi alla classe il libro o dispensa in formato digitale e poi se lo stampano / fotocopiano ognuno a spese sue... gli costerà meno che comprare il libro di testo, e anche i meno attrezzati possono farlo fare a una copisteria
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Sab Mag 21, 2016 11:35 pm

mac67 ha scritto:
Insegno al liceo, non ho figli o figli di parenti di quell'età, i libri delle medie non li conosco nemmeno di striscio, quindi gli esempi sono per me fondamentali per capire il problema. La sensazione, probabilmente sbagliata, è che tu voglia un libro di testo di quelli che si userebbero per alunni H con quoiente intellettivo sotto la soglia.
Infatti Mac, la sensazione, per chi insegna alle superiori, è che gli alunni delle medie siano tutti H.
;-)

mac67 ha scritto:
Io ritengo che "devastare", "assediare", "compiere saccheggi", siano termini che uno studente di scuola media debba comprendere. Non perché li abbia già imparati, necessariamente: forse la scuola media è il posto giusto per impararli.
Sì Mac, togli pure il 'forse': la scuola media è il posto giusto per impararli. Ma non tutti insieme, nella stessa frase, il primo giorno di scuola! I termini specifici si imparano, come tutto il lessico, col metodo che spiegavo nel mio post poco sopra. Il problema è che i libri di testo, invece, danno questi termini (e anche molti concetti) per scontati.
Ti racconto un aneddoto. Un mio collega che ha lavorato con una casa editrice per un libro di storia semplificato destinato ad alunni stranieri, è stato costretto dalla casa editrice stessa ad apportare sostanziali modifiche perché la casa editrice temeva di fare brutta figura pubblicando un testo troppo 'facile'. Sai cosa vuol dire? Che le case editrici, invece di adeguarsi alle esigenze dell'utenza a cui sono destinati i testi, fanno sfoggio di cultura. Si fa a gara a chi ne sa di più, a chi mette più roba. È un assurdità.

mac67 ha scritto:
Se la situazione della tua classe è quella che descrivi (il che non è purtroppo un'eccezione), io partirei da questa analisi. La tua priorità, come docente di italiano, è che i tuoi alunni imparino la lingua, la usino correttamente, la comprendano. Attila viene dopo. A me pare invece che per te sapere che cosa ha fatto Attila sia la priorità, e come lo si esprime viene dopo.
Dipende dal punto di vista: buona la prima per un docente di italiano, buona la seconda per un docente di storia. A ognuno i suoi obiettivi.
;-)

mac67 ha scritto:
Ma, ripeto, questo è proprio il problema che viene fuori poi alle superiori: non avere le parole per esprimere un concetto più complesso o per comprenderlo quando lo si legge.
Le superiori pretendono che lo si impari alle medie. Giusto.
Alle medie i libri danno per scontato che il lessico specifico sia già noto. Gli insegnanti delle medie hanno due scelte: fare come Giulia e giudicare i testi inadeguati, sostituendoli con materiale autoprodotto o considerare i testi adeguati e pretendere che i ragazzi conoscano già il lessico specifico, magari per scienza infusa! Certo non è possibile fare tutto alle elementari, visto che lì gli obiettivi sono altri, così come è altro il livello di maturità dei bambini...

mac67 ha scritto:
Allora, forse, invece di fare lezione "frontale", può essere più indicato prendere il libro e leggerlo insieme alla classe. In questo modo se ci sono parole sconosciute se ne parla, poi si riassume quanto letto.
E tu in cosa pensi consistano le lezioni delle medie? Si fa questo e anche altro. Il lavoro viene macinato in classe prima di darlo in pasto ai ragazzi. Ma prima o poi lo studio individuale ci deve essere e a tal scopo sono necessari strumenti adeguati.

mac67 ha scritto:
So che posso apparire ingenuo, probabilmente lo sono, ripeto che la scuola media è una realtà che non conosco.
Lo dici perché sei una persona intelligente.
:-)))
By the way, io non ho idea di come sia insegnare alle superiori. È una realtà che non conosco. Mi fido di quello che mi dici tu.
;-)
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Dom Mag 22, 2016 9:45 am

Valerie ha scritto:

Ti racconto un aneddoto. Un mio collega che ha lavorato con una casa editrice per un libro di storia semplificato destinato ad alunni stranieri, è stato costretto dalla casa editrice stessa ad apportare sostanziali modifiche perché la casa editrice temeva di fare brutta figura pubblicando un testo troppo 'facile'. Sai cosa vuol dire? Che le case editrici, invece di adeguarsi alle esigenze dell'utenza a cui sono destinati i testi, fanno sfoggio di cultura. Si fa a gara a chi ne sa di più, a chi mette più roba. È un assurdità.

La casa editrice in questione mi sembra che si sia posto un obiettivo e poi se lo sia scordato. Però non sono tutte così. Quando vengono i rappresentanti, immagino che parliate delle cose di cui discutiamo qui. Quali sono le loro reazioni?

Alle superiori, ne parliamo spesso. Quando vengono i rappresentanti, ci chiedono un commento, una critica, anche se il testo
non è stato adottato. Quando le case editrici fanno incontri di formazione stessa cosa: chiedono commenti, suggerimenti. Alle medie non succede?
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Dom Mag 22, 2016 9:45 am

franco71 ha scritto:

La mia scuola ha un testo adottato per la mia materia purtroppo non tutti gli studenti lo hanno acquistato e per i molti che per motivi economici non l'hanno acquistato (presumo), la scuola non li ha forniti di tutti i libri tra cui "il mio", non so il perchè.Risultato: con chi aveva il testo ho dato i riferimenti sul libro, a chi era senza libro quando possibile fotocopiavo qualche pagina del libro di testo, ed a tutti ho distribuito gratis delle dispense, il tutto con dispendio, soprattutto, di energia mentale. Domanda:avrei potuto (ormai l'anno scolastico è finito) consigliare il testo di Matematicamente per la mia disciplina, magari in aggiunta al libro di testo o avrei violato qualche normativa.
Non violi nessuna normativa con questo consiglio. L'unica cosa che viene richiesta è che, se ne estrapoli alcune parti, riporti anche da quale libro sono state estrapolate. Non puoi usare il libro a fini commerciali, il suo libero uso è consentito solo a fini didattici, cioè non puoi stamparlo e venderlo per guadagnarci sopra. Tra l'altro il testo ha anche il codice ISBN, quindi puoi metterlo tra i testi consigliati con tanto di codice, poi puoi fornire tu agli studenti il file del testo o alcune pagine stampate o come vai meglio con quello che ti serve.
Tornare in alto Andare in basso
Galadriel



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 27.08.15

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Dom Mag 22, 2016 12:07 pm

In passato ho fatto volontariato in un doposcuola per ragazzini immigrati che andavano alle medie.
A parte l'insensatezza di fargli leggere l'"Iliade" nella versione del Monti... molti libri erano di una difficoltà non solo elevata, ma inopportuna. Si lavora in modo graduale, anche sull'arricchimento del vocabolario.
Poi è vero che ti arrivano alle superiori (dove lavoro io) che se gli dici "conflitto" ti sgranano gli occhioni... o ti scrivono "Tritolo" in luogo di "Tirolo"... ma dieci parole difficili in una frase in prima media, sono un po' troppe per essere proficuamente capite e ricordate.
Un libro troppo difficile li invoglierà a smettere proprio di studiare.
Tornare in alto Andare in basso
ludmilla72



Messaggi : 405
Data d'iscrizione : 21.08.10
Età : 44
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?   Dom Mag 22, 2016 1:39 pm

A quanti è capitato di leggere negli appunti degli studenti che "il re fu restituito" anziché "destituito"? A me è capitato alle medie ed anche alle superiori. Per non parlare del fatto che, quando il libro parlava di "costumi" nel senso di "usanze", molti pensavano ai travestimenti di carnevale!
Tornare in alto Andare in basso
 
Dispense al posto dei libri di testo. Si può fare? Qual è la procedura?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» chi adotta cosa??
» Oggi al posto al sole
» Rivista sui Libri Gratuita!
» Libri, film e canzoni...
» la stirpe dei dannati - uno dei libri più brutti che ho letto !!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: