Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 7:24 pm

Premessa: conoscendo i miei polli ho suggerito al mio dipartimento di fare la certificazione delle competenze sulla base di prove orali, onde fare falso in atto pubblico impunemente (verba volant); proposta bocciata perchè noi siamo fighi.
Si decide di fare una prova di fine anno comune, valida anche come prova parallela, e la coordinatrice di dipartimento ne prepara una con 10 quesiti del tenore "Nell'insieme dei numeri reali la disequazione X2>0 è verificata per x ......"; la coordinatrice di dipartimento evidentemente non sa cosa siano le competenze ed io non ho voglia di spiegarglielo.

Un esercizio è il seguente:
"Claudia, Andrea, Chiara e Luca (non era meglio un italiano un tedesco ed un francese ? Almeno ci facevamo due risate !) devono tradurre delle pagine; il primo ci mette 6 ore a tradurle tutte, i secondi due 8 ore e l'ultimo 4 ore soltanto; se avessero unito le forze e si fossero divisi il compito quanto ci avrebbero messo tutti insieme ? Proposte: a)2 ore, b)6 ore e mezza, c)5 h d)un'ora e mezza"

Con un po' di ragionamento (avendo il cervello e volendolo usare), se il più veloce da solo ci mette 4 ore quando gli altri lo aiutano ci metterà di meno ? Questo basta ed escludere b e c; con un fine ragionamento che implica il fare 8/2 due volte si esclude anche la a, ma non pretendo tanto, del resto a matematica bisognerebbe saper fare di conto e qualche calcolo più complesso che porti a trovare "un'ora e mezza" come risultato (la d) non ci sta male !

Indovinate un po'...... 16 teste di cazzo su 18 hanno risposto che in 4 ci mettono 6 ore e mezza !

E adesso io come faccio a fare falso in atto pubblico ?

PS liceo scientifico opzione scienze applicate, non alberghiero.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 7:35 pm

Competenze: livello base non raggiunto.

Non ti preoccupare: quei certificati non li legge nessuno. Nemmeno i genitori vengono a ritirarli.

Piuttosto, dì ai tuoi alunni che sono cretini certificati.
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7546
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 8:08 pm

Sono la diciassettesimaaaaaa
Aaarghhhhhhhh
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 8:44 pm

OK, eccomi qui a fare la solita figuradim* sulla matematica.
Si dividono il lavoro tra quattro (Claudia, Andrea, Chiara e Luca). Io interpreto che dividono le pagine da tradurre per 4 e (se mantengono la loro propria "velocità di traduzione"), ciascuno di loro ci metterà 1/4 del tempo.
Claudia passa da 6 ore a 1 ora e mezzo di lavoro
Andrea passa da 8 ore a 2 ore di lavoro
Chiara passa da 8 ore a 2 ore di lavoro
Luca passa da 4 ore a 1 ora di lavoro.
Mi chiedi "quanto ci avrebbero messo tutti insieme ?" Io interpreto che vuoi sapere quante ore di lavoro ci sono volute per svolgere il lavoro in quattro persone (metti che devi pagare un tot all'ora) e sommo i tempi di tutti: (1,5+2+2+1) = 6 ore e mezzo.
Altrimenti, cosa vuoi sapere esattamente? Dopo quanto tempo tutte le pagine sono state tradotte ASSUMENDO che tutti comincino a lavorare contemporaneamente? Allora la risposta è 2 ore, il tempo dei due più lenti.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 1002
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 8:48 pm

In un'ora Claudia fa 1/6 del lavoro, Andrea e Chiara 1/8 ciascuno e Luca 1/4, quindi in un'ora insieme fanno 1/6+1/8+1/8+1/4= 16/24 = 2/3 del lavoro. Per fare tutto il lavoro serve quindi un'altra mezz'ora.
In un'ora e mezza il lavoro è concluso.
Tornare in alto Andare in basso
mockingbird



Messaggi : 146
Data d'iscrizione : 09.07.14

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 9:17 pm

"tutti insieme" vuol dire lavoro di gruppo?
allora il più veloce detta e gli altri scrivono: 4 h + 1 h di "che hai detto?" e "sono rimasta/o indietro!" fanno 5 ore, risposta C :-D
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 9:18 pm

geo&geo ha scritto:
OK, eccomi qui a fare la solita figuradim* sulla matematica.
Si dividono il lavoro tra quattro (Claudia, Andrea, Chiara e Luca). Io interpreto che dividono le pagine da tradurre per 4 e (se mantengono la loro propria "velocità di traduzione"), ciascuno di loro ci metterà 1/4 del tempo.
Claudia passa da 6 ore a 1 ora e mezzo di lavoro
Andrea passa da 8 ore a 2 ore di lavoro
Chiara passa da 8 ore a 2 ore di lavoro
Luca passa da 4 ore a 1 ora di lavoro.
Mi chiedi "quanto ci avrebbero messo tutti insieme ?" Io interpreto che vuoi sapere quante ore di lavoro ci sono volute per svolgere il lavoro in quattro persone (metti che devi pagare un tot all'ora) e sommo i tempi di tutti: (1,5+2+2+1) = 6 ore e mezzo.
Altrimenti, cosa vuoi sapere esattamente? Dopo quanto tempo tutte le pagine sono state tradotte ASSUMENDO che tutti comincino a lavorare contemporaneamente? Allora la risposta è 2 ore, il tempo dei due più lenti.
Il testo non è ESATTAMENTE quello che ho riportato, è più lungo e non avevo voglia di riscriverlo parola per parola; comunque si tratta di iniziare tutti insieme, quando uno finisce una pagina ne prende un'altra e così via; i più veloci ne prendono di più, i più lenti di meno, ad un certo punto le pagine finiscono e quando vengono depositate Big Ben ha detto stop.
La risposta giusta è un ora e mezza; il calcolo esteso passa per la somma delle velocità, che sono l'inverso dei tempi, ed il tempo necessario è l'inverso della somma delle velocità.

La risposta sagace è che i due da 8 ore messi insieme (da soli) ci metterebbero 4 ore; questi con quello da 4 ore ci mettono 2 ore, e quindi la risposta giusta è un tempo strettamente inferiore alle 2 ore (l'unico è 1.5 ore).

Comunque non può essere che lavorando insieme ci si metta di più che lavorando da soli; scegliere 6.5 ore è grave.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 9:20 pm

mockingbird ha scritto:
"tutti insieme" vuol dire lavoro di gruppo?
allora il più veloce detta e gli altri scrivono: 4 h + 1 h di "che hai detto?" e "sono rimasta/o indietro!" fanno 5 ore, risposta C  :-D
6.5 ore; dimentichi le canne, ed essendo un gruppo plurisessuale forse anche tutta la giornata.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5367
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 9:49 pm

in sei ore e mezza non te le fai un paio di pause caffè?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Gio Mag 26, 2016 11:45 pm

Scusa Avido, il problema dei tuoi alunni non è la matematica, ma sapere come funzionano le cose nel mondo del lavoro!
;-)
Da che mondo è mondo, quelli più bravi lavorano di più degli altri...per lo stesso stipendio!!!
:-)))))
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 8:19 am

Valerie ha scritto:
Scusa Avido, il problema dei tuoi alunni non è la matematica, ma sapere come funzionano le cose nel mondo del lavoro!
;-)
Da che mondo è mondo, quelli più bravi lavorano di più degli altri...per lo stesso stipendio!!!
:-)))))




rendono più degli altri
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1909
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 11:29 am

il quesito non è banale.
La soluzione dipende dall'algoritmo prescelto per la suddivisione del lavoro.
Soluzione 1: ognuno si smazza un quarto del lavoro, per cui la durata complessiva sarà data dal tempo impiegato dal più lento, cioè due ore
Soluzione 2: ognuno lavora una pagina per volta e ne pesca una nuova appena finita la precedente, come specificato successivamente da Avido; in questo caso il tempo di lavoro sarà un'ora e mezza, come ha giustamente calcolato @melia.
Soluzione 3: a staffetta o a cascata, per cui dopo che il primo ha finito il suo quarto di pagine passa tutto al secondo, che poi lo passa al terzo, che poi lo passa al quarto. Tempo necessario: le famose sei ore e mezza.
Soluzione 4: secondo una dinamica più efficiente (pensiamo a quanto è complesso il lavoro di traduzione di un testo) tre persone traducono, la quarta mette insieme il lavoro degli altri rendendolo unitario: tempo necessario non calcolabile.


Ultima modifica di ushikawa il Ven Mag 27, 2016 12:40 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Online
geo&geo



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 11:43 am

ushikawa ha scritto:
il quesito non è banale.
La soluzione dipende dall'algoritmo prescelto per la suddivisione del lavoro.
...

era quello che volevo mettere in evidenza col mio calcolo.
Gli insegnanti dovrebbero studiare bene gli errori dei loro alunni, capire perché li fanno, lavorare sulla "logica" che sta dietro agli errori e pensare a strategie didattiche per far capire il tipo di errore (ed eventualmente formulare le richieste in modo più chiaro).
Se 16 persone su 18 commettono lo stesso errore, potrebbe essere un problema di ambiguità del testo?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8338
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 11:46 am

tellina ha scritto:
Sono la diciassettesimaaaaaa
Aaarghhhhhhhh

io non so cosa sia successo ma un piccolo barlume è apparso e avevo capito che dovevano essere meni di 4 ore ; - )

capito? non credo si possa parlare di aver capito
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 11:47 am

Infatti, Ushikawa, come dicevo qui sopra.
In particolare per le traduzioni vi posso dire, visto che ho provato, che non si può procedere come da soluzione 2. Anche la soluzione 1 non è consigliabile poiché si procederebbe senza conoscere ciò che c'è prima e ciò che c'è dopo. Meglio la soluzione 3. L'ideale sarebbe la 4 dove tre persone traducono come da schema 3 e la quarta rende il tutto coerente.
Questo se si tratta di un lavoro 'unitario', per esempio la traduzione di un romanzo. Diverso il caso in cui ogni pagina rappresenti un testo a sè stante, indipendente dagli altri.
In ogni caso, come dicevo prima, non è tanto un problema matematico, quanto piuttosto una questione di logica del lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 11:55 am

Mi viene in mente un esempio di test per bambini della primaria, che ho letto su un altro forum:

"Matematica. C’è il disegno di un sacchetto con dentro una serie di palline bianche e nere, in numero diverso, mescolate in vario modo. Il sacchetto le mostra, come fosse trasparente.
Il quesito è a risposta multipla e i bambini (7 e 8 anni max) devono dare una risposta alla domanda: “Quale pallina è più facile pescare nel sacchetto?”, scegliendo fra le seguenti:
a- una pallina bianca
b- una pallina bianca o una nera
c- una pallina nera.
Quasi tutti i bambini delle classe di mio figlio scrivono: “una pallina bianca”, perché, banalmente, nel disegno è la più vicina all’apertura del sacchetto!"

Mi sembra meraviglioso che i bambini se ne freghino completamente delle leggi della probabilità (che ignorano) e affrontino il problema in modo concreto, e anche intelligente. "Sbagliano" la risposta? O è ambigua la domanda?
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 1:10 pm

Ah ah ah... Che forti! Mio figlio a un quesito simile ha risposto: quella che voglio perché il sacchetto è trasparente!
Ah ah ah!!!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 2:59 pm

geo&geo ha scritto:
ushikawa ha scritto:
il quesito non è banale.
La soluzione dipende dall'algoritmo prescelto per la suddivisione del lavoro.
...

era quello che volevo mettere in evidenza col mio calcolo.
Gli insegnanti dovrebbero studiare bene gli errori dei loro alunni, capire perché li fanno, lavorare sulla "logica" che sta dietro agli errori e pensare a strategie didattiche per far capire il tipo di errore (ed eventualmente formulare le richieste in modo più chiaro).
Se 16 persone su 18 commettono lo stesso errore, potrebbe essere un problema di ambiguità del testo?
Oggi ho consegnato i compiti, hanno detto di avere fatto la media tra 6, 8, 8 e 4 ore; gli è venuto 6.5 quindi 6 ore e mezza.

Esiste una modalità di lavoro per cui sia plausibile questo calcolo ? Sì, la 3, ma non è quello che hanno pensato.

Tempo fa lessi su queste pagine un post in cui si sosteneva che alle elementari se proponi un compito che suoni come "un autista di 40 anni guida l'autobus è percorre 80 chilometri, quanto tempo ci impiega ?" la maggior parte risponde 80/40= 2 ore.

Vogliamo trovare giustificazioni anche a questo ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 3:35 pm

..è sempre colpa Dell insegnante..
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4613
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 7:28 pm

avidodinformazioni ha scritto:
geo&geo ha scritto:
ushikawa ha scritto:
il quesito non è banale.
La soluzione dipende dall'algoritmo prescelto per la suddivisione del lavoro.
...

era quello che volevo mettere in evidenza col mio calcolo.
Gli insegnanti dovrebbero studiare bene gli errori dei loro alunni, capire perché li fanno, lavorare sulla "logica" che sta dietro agli errori e pensare a strategie didattiche per far capire il tipo di errore (ed eventualmente formulare le richieste in modo più chiaro).
Se 16 persone su 18 commettono lo stesso errore, potrebbe essere un problema di ambiguità del testo?
Oggi ho consegnato i compiti, hanno detto di avere fatto la media tra 6, 8, 8 e 4 ore; gli è venuto 6.5 quindi 6 ore e mezza.
Esiste una modalità di lavoro per cui sia plausibile questo calcolo ? Sì, la 3, ma non è quello che hanno pensato.
Hanno fatto il primo calcolo che gli è venuto in mente senza fare alcun ragionamento? Sono peggio dei bambini delle elementari... Mettigli il voto che meritano!
;-)
E vedrai che l'anno prossimo le tue colleghe accetteranno la verifica orale.
:-)
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 953
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 8:12 pm

Sai come la penso avido?
Che ad essere assurda è tutta la situazione, non solo l'ignoranza abissale dei tuoi alunni, che poi potrebbero tranquillamente essere gli alunni di ciascuno di noi.
A me fa paura questa ossessione per la "certificazione" e questo delirio maniacale per le statistiche che si traduce da una parte nel voler abbattere la "dispersione scolastica" promuovendo tutti e dall'altra nel fare delle "prove autentiche" per misurare (sic!) le competenze.
È chiaro che le due posizioni sono in contraddizione, tuttavia perseguono lo stesso fine di burocratizzare la scuola trasformandola da un luogo dove si fa cultura ad un luogo dove si certificano le competenze e si valutano i risultati ottenuti in base a dati statistici che, per il solo fatto di essere dei numeri, dovrebbero dare indicazioni utili sulla qualità dell'istituzione.
Mi pare però, caro avido, che tu stesso sei caduto vittima di questa trappola quando scrivi che la tua collega non sa cosa siano le competenze.
Non lo sapevano nemmeno i nostri insegnanti, eppure avevano ben chiaro che una cosa è saper risolvere meccanicamente un'equazione, un'altra è aver chiaro cosa significhi risolvere una disequazione, altra ancora è saper dimostrare il perché una determinata tipologia di disequazioni si risolve in quel modo, altra ancora è saper applicare le disequazioni per risolvere problemi sia teorici che concreti.
E come lo capivano? Con le prove oggettive per classi parallele? No di certo, lo capivano con la didattica quotidiana, da come rispondevano gli studenti in classe e dagli esiti delle prove scritte e orali.
Non esistono le competenze separate dalle competenze e dalle abilità, così come non esistono le salite senza le discese. Esistono livelli diversi di conoscenza o, se si preferisce, diversi livelli di padronanza della discipline. Il resto sono sciocchezze per geni falliti, e noi siamo peggio di loro andandogli dietro con le cazzate sulle competenze, sulle prove oggettive e via dicendo.
Gli studenti sono ignoranti perché dall'alto sia deciso che nella scuola l'ultima cosa che importa è che gli studenti studino, NON CERTO perché i docenti non insegnano per competenze o perché adottano metodologie obsolete.
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 629
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 8:22 pm

Il problema è che non hanno voglia di "faticare"...molti a primo impatto (anche io) hanno provato a fare la media cioè 6.5 ore...poi io capisco che è assurdo visto che uno solo ci mette 4 ore e provo a scervellarmi un po' di più..così come sono sicuro che tra i 16 tuoi alunni molti avranno capito che fare la media era una stronzata solo che avranno pensato "e chi se ne frega mi scoccia scervellarmi!"...aggiungi "mal comune mezzo gaudio" e pressione di gruppo e ti sorprenderai meno del risultato.
Spesso, osservato con i miei occhi, i nostri alunni non è che sono stupidini é che se non esserlo implica spremersi e faticare un po'....allora stupidini tutta la vita!
Tornare in alto Andare in basso
eragon



Messaggi : 629
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 8:24 pm

Ti parla uno che ha visto calcolare raggio e centro dell'iperbole!
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 693
Data d'iscrizione : 14.11.14
Età : 45

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 8:39 pm

Ad essere un pò sofisti (o rompibaXXe), la soluzione 1/2h vale se la difficoltà di traduzione delle singole pagine è "oggettivamente" identica per il singolo traduttore e per i quattro assieme, altrimenti bisognerebbe specificare che la soluzione è un valore medio: su N prove, la traduzione simultanea dei quattro, tende a 1/2 h.Che ne pensate? Comunque il problema è un bel esempio per gli studenti di come funziona un calcolatore parallelo.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15840
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza   Ven Mag 27, 2016 10:36 pm

comp_xt ha scritto:
Mi pare però, caro avido, che tu stesso sei caduto vittima di questa trappola quando scrivi che la tua collega non sa cosa siano le competenze.
Non lo sapevano nemmeno i nostri insegnanti, eppure ......
Il punto è che IO sono contrario alla certificazione delle competenze (chi le ha si diploma e sul curriculum mette "diplomato in ... con voto .../100" chi si ferma in seconda non le ha) e penso che se devo certificarle lo faccio ma senza impegnarmi, soprattutto senza vincolarmi ad una correzione di verifica scritta; LORO invece vogliono fare le cose fatte bene, salvo poi non presentare una verifica "autentica" ma basata su sole conoscenze ed abilità.

La solita scuola che invece di volare basso, prova a volare alto e sbatte il grugno per terra.

Tornare in alto Andare in basso
Online
 
L'unione fa la debolezza; storie di ordinaria incompetenza
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Storie di fratelli famosi
» INDENNITA' DI DISOCCUPAZIONE ORDINARIA ED INTERDIZIONE ANTICIPATA DI MATERNITA'
» storie di PMA da Cristina Parodi
» interruzione della disoccupazione ordinaria
» sos azoospermia

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: