Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ERASMUS killer..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 10:02 am

http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/05/turchia-docente-italiano-cade-in-dirupo-e-muore-durante-escursione-00946335.html

dopo le studiosissime ragazze italiane decedute sul pullman in spagna a marzo, che le portava in discot....ehm in un laboratorio di medicina nucleare ,ecco che l'erasmus, o meglio la sua versione upgrade "plus" (non sapevo che esistesse, ma gli esperti di marketing lavorano senza sosta) miete nuove vittime..
questo docente accompagnava dei ragazzi, alcuni anche minorenni, in un'escursione naturalistica in Turchia. .inspiegabilmente era impegnato in un progetto "contro le dipendenze ".
ammetto la mia chiusura mentale: in periodo scolastico, dei minori si trovano nei boschi della Turchia a seguire un prof , nell'ambito di un progetto "contro le dipendenze": ma che c'entra??
è sicuramente necessario sbattersi fino in Turchia, in un momento in cui la situazione internazionale , in particolar modo l'estremismo islamico,, è particolarmente tranquilla e pacifica. in Turchia infatti , negli ultimi mesi, si sta da dio, niente attentati, nessuna minaccia islamica fondamentalista, insomma un bel posto per mandarci i ragazzi a far gite nei boschi per "prevenire le dipendenze"..
di sicuro il giro d'affari dell'erasmus è colossale.
sul sito ufficiale leggo che l'erasmus plus dovrebbe , teoricamente, essere finalizzato alla formazione professionale ed alle esperienze lavorative all'estero per contrastare la disoccupazione giovanile e la mancanza di requisiti segnalata dalle aziende..
e in che modo passeggiare nelle foreste turche con un docente di storia bizantina sarebbe correlato con il progetto?

il dubbio atroce che pone l'articolo è: "si poteva evitare?"
si, STANDO A CASA PROPRIA!!!!
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 10:34 am

Felipeto ha scritto:
per contrastare la disoccupazione giovanile e la mancanza di requisiti segnalata dalle aziende..
e in che modo passeggiare nelle foreste turche con un docente di storia bizantina sarebbe correlato con il progetto?



quindi diamo per normale che il sistema di istruzione pubblica pagato con le tasse dei cittadini debba essere finalizzato ai desiderata degli "ottimi" imprenditori nostrani, fiore all'occhiello dell'economia nazionale, capaci di distinguersi per spirito di innovazione e ricerca?
E ci scandalizziamo anche se si vira da questo nobile fine, per cui la scuola sarebbe l'ufficio di collocamento delle (pessime) imprese private italiane? Stessero a casa anche loro invece di delocalizzare, intanto... poi gliele potrebbero segnalare la scuola e l'università qualche requisito alle aziende!
La scuola ha il brutto difetto di farsi insegnare come fare sempre dai peggiori, perfino con l'avallo di insegnanti che non sanno nemmeno leggere la Costituzione.
Questa bufala per cui le aziende in Italia non decollano perché i giovani italiani non sarebbero adeguatamente preparati dal sistema di istruzione nazionale è veramente insopportabile. Decisamente meglio virare sul bizantino, valore formativo decisamente maggiore del farsi insegnare come accontentarsi di bassi salari e non rompere le palle all'azienda mentre crea fondi neri e riduce i controlli di sicurezza.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 12:49 pm

non capisco queste critiche alle aziende italiane..
in italia, nonostante il processo di deindustrializzazione degli ultimi anni, abbiamo eccellenze riconosciute in tutto il mondo:
la pugliese MERMEC produce macchinari ed apparati diagnostici per i sistemi elettronici ferroviari. ha vinto una gara d'appalto per il monitoraggio dei sistemi di sicurezza ferroviari in Finlandia, nonché in Giappone, patria dell'alta tecnologia.
al raddrizzamento della Concordia, opera di ingegneria di altissima complessità, hanno partecipato aziende italiane d'eccellenza come la Micoperi. E l'elenco potrebbe continuare..
non sono le aziende il problema italico ma una sciagurata politica di demolizione del settore industriale che parte dalla distruzione della scuola.
la politica e l'amministrazione pubblica sono corrotte ed inefficienti fino al midollo...non le aziende..
Tornando terra terra, per esperienza personale so che commercialisti , geometri e professionisti hanno difficoltà a reperire diplomati con competenze tecniche, informatiche e linguistiche BASILARI..
e questa è colpa della scuola.
e gli esperti di epoca bizantina non aiutano ..
le foreste turche nemmeno...
il fulcro della scuola pubblica italiana sono tecnici e professionali..cosa c e di male a prepararsi al mondo del lavoro?cosa c e di male in una scuola ufficio di collocamento? il lavoro è la base della dignità delle persone, cara Lucetta, riconosciuto anche nella Costituzione...
prima di definire "pessime" le aziende private italiane, occorrerebbe magari conoscerle ed averci lavorato non trovi?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 3:26 pm

Felipeto ha scritto:

Tornando terra terra, per esperienza personale so che commercialisti , geometri e professionisti hanno difficoltà a reperire diplomati con competenze tecniche, informatiche e linguistiche BASILARI..
e questa è colpa della scuola.

Se in questo c'è una colpa della scuola, non è quella di "non insegnare" tali competenze, ma è quella di NON BOCCIARE chi non le ha acquisite, e di mandarli allo sbaraglio ugualmente nel mondo là fuori.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 3:44 pm

lucetta10 ha scritto:



quindi diamo per normale che il sistema di istruzione pubblica pagato con le tasse dei cittadini debba essere finalizzato ai desiderata degli "ottimi" imprenditori nostrani, fiore all'occhiello dell'economia nazionale, capaci di distinguersi per spirito di innovazione e ricerca?
E ci scandalizziamo anche se si vira da questo nobile fine, per cui la scuola sarebbe l'ufficio di collocamento delle (pessime) imprese private italiane? Stessero a casa anche loro invece di delocalizzare, intanto... poi gliele potrebbero segnalare la scuola e l'università qualche requisito alle aziende!
La scuola ha il brutto difetto di farsi insegnare come fare sempre dai peggiori, perfino con l'avallo di insegnanti che non sanno nemmeno leggere la Costituzione.
Questa bufala per cui le aziende in Italia non decollano perché i giovani italiani non sarebbero adeguatamente preparati dal sistema di istruzione nazionale è veramente insopportabile. Decisamente meglio virare sul bizantino, valore formativo decisamente maggiore del farsi insegnare come accontentarsi di bassi salari e non rompere le palle all'azienda mentre crea fondi neri e riduce i controlli di sicurezza.

la scuola non prepara a lavorare, forse i professionali sono gli unici.
metti un ragazzo uscito da un ragioneria di fronte ad un bilancio e non saprà fare nulla.
che esperienza di aziende private hai?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15797
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 5:16 pm

Felipeto ha scritto:
inspiegabilmente era impegnato in un progetto "contro le dipendenze ".
ammetto la mia chiusura mentale: in periodo scolastico, dei minori si trovano nei boschi della Turchia a seguire un prof , nell'ambito di un progetto "contro le dipendenze": ma che c'entra??
Allarga gli orizzonti: ora c'è un lavoratore dipendente in meno; mission accomplished
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 7:24 pm

C080, ad un neodiplomato ragioniere non si richiede di redigere un bilancio.
Ma di inserire ed elaborare dati, conoscendo benino office ed imparando qualche applicativo contabile o gestionale. Nondimeno conoscere un minimo di inglese. E sono tutte cose che provengono dalla scuola
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 7:43 pm

Felipeto ha scritto:
C080, ad un neodiplomato ragioniere non si richiede di redigere un bilancio.
Ma di inserire ed elaborare dati, conoscendo benino office ed imparando qualche applicativo contabile o gestionale. Nondimeno conoscere un minimo di inglese. E sono tutte cose che provengono dalla scuola

ho detto redigere? ho detto esaminare un bilancio; sapere dove sta una posta piuttosto che un'altra; un ragioniere deve saperlo fare. altrimenti come compila una prima nota?
se deve acquisire quelle 4 competenze che dici tu, non servono 3 anni di scuola ma un corso di 3 mesi.
Tornare in alto Andare in basso
precario.acciaio



Messaggi : 1631
Data d'iscrizione : 29.08.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Gio Giu 02, 2016 12:37 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Felipeto ha scritto:
inspiegabilmente era impegnato in un progetto "contro le dipendenze ".
ammetto la mia chiusura mentale: in periodo scolastico, dei minori si trovano nei boschi della Turchia a seguire un prof , nell'ambito di un progetto "contro le dipendenze": ma che c'entra??
Allarga gli orizzonti: ora c'è un lavoratore dipendente in meno; mission accomplished

Evita commenti di questo tipo.
Faccio notare che quando viene a mancare uno della nostra categoria non trova solidarietà e rispetto nemmeno dalla stessa categoria.
Come nel caso dell'erasmus ci vuole un grande rispetto, tutto il resto è secondario...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Gio Giu 02, 2016 10:43 pm

Non è uno della nostra categoria.io insegno una materia,non faccio.la guida naturalistica. Non è secondario che lucignoli e mangiafuochi si infilino nel mondo della scuola imbonendo una generazione con la promessa che il futuro si costruisca divertendosi, viaggiando, passeggiando e che il concetto di scuola tradizionale sia ormai superato..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 1:59 pm

Veramente la scuola tradizionale non ci pensava nemmeno a squalificarsi al punto da diventare l'ufficio di collocamento delle "aziende"! Mirava decisamente più in alto. Sono gli imbonitori moderni venuti dalle professioni e che non sanno nulla di scuola, gestione della classe, valutazione... che vorrebbero la scuola-azienda e per le aziende
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:06 pm

Se non serve per formare al lavoro e università a cosa servirebbe la scuola?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:14 pm

lucetta10 ha scritto:
Veramente la scuola tradizionale non ci pensava nemmeno a squalificarsi al punto da diventare l'ufficio di collocamento delle "aziende"! Mirava decisamente più in alto. Sono gli imbonitori moderni venuti dalle professioni e che non sanno nulla di scuola, gestione della classe, valutazione... che vorrebbero la scuola-azienda e per le aziende

chi studia in un tecnico o in un professionale cosa dovrebbe fare poi? se non ascolti le aziende che conoscono i fabbisogni che sforni a fare 200 saldatori l'anno se l'assorbimento è meno della metà?
che me ne faccio di uno che ha i voti che vengono messi per non bocciare e poi non sa spiccicare una parola di inglese e non è buono neanche per un call center?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:28 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Veramente la scuola tradizionale non ci pensava nemmeno a squalificarsi al punto da diventare l'ufficio di collocamento delle "aziende"! Mirava decisamente più in alto. Sono gli imbonitori moderni venuti dalle professioni e che non sanno nulla di scuola, gestione della classe, valutazione... che vorrebbero la scuola-azienda e per le aziende

chi studia in un tecnico o in un professionale cosa dovrebbe fare poi? se non ascolti le aziende che conoscono i fabbisogni che sforni a fare 200 saldatori l'anno se l'assorbimento è meno della metà?
che me ne faccio di uno che ha i voti che vengono messi per non bocciare e poi non sa spiccicare una parola di inglese e non è buono neanche per un call center?


I saldatori non li sforna la scuola. Per imparare basta un corsetto regionale (o il laboratorio di un carcere minorile). Solo che le aziende non vogliono pagare la formazione e aspettano che gliela paghino i cittadini con le loro tasse per continuare a non spendere un euro in investimenti sulla formazione del personale.
I tecnici e i professionali sfornano (o dovrebbero sfornare), oltre che cittadini consapevoli dei loro diritti (aspetto che le aziende mal digeriscono), diplomati con un bagaglio tecnico pratico tale da renderli versatili e all'occorrenza riconvertibili, non con una formazione improntata alle esigenze del momento delle aziende, che non mi pare brillino per lungimiranza e comunque non hanno tra le loro priorità il bene del dipendente.
Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:48 pm

lucetta10 ha scritto:


I saldatori non li sforna la scuola. Per imparare basta un corsetto regionale (o il laboratorio di un carcere minorile). Solo che le aziende non vogliono pagare la formazione e aspettano che gliela paghino i cittadini con le loro tasse per continuare a non spendere un euro in investimenti sulla formazione del personale.
I tecnici e i professionali sfornano (o dovrebbero sfornare), oltre che cittadini consapevoli dei loro diritti (aspetto che le aziende mal digeriscono), diplomati con un bagaglio tecnico pratico tale da renderli versatili e all'occorrenza riconvertibili, non con una formazione improntata alle esigenze del momento delle aziende, che non mi pare brillino per lungimiranza e comunque non hanno tra le loro priorità il bene del dipendente.
Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)

quindi i professionali per l'industria insegnano nulla, tornio, saldatura, motori...nulla...cittadini consapevoli dei loro diritti...vanno in azienda, conosceranno bene il diritto sindacale però poi di lavorare...nada!

stai sproloquiando di cose che, evidentemente, non conosci; ti ho già chiesto: cosa sai di azienda? ci hai mai lavorato? sai cosa è un imprenditore?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:50 pm

lucetta10 ha scritto:

Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)

la buona metà dei miei alunni attuali non sarebbe in grado di lavorarci..pensa te...educazione zero, italiano lasciamo perdere, inglese questo sconosciuto! neanche buoni per rispondere ad un centralino in azienda.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:52 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)

la buona metà dei miei alunni attuali non sarebbe in grado di lavorarci..pensa te...educazione zero, italiano lasciamo perdere, inglese questo sconosciuto! neanche buoni per rispondere ad un centralino in azienda.


E con questa tragedia umana, con ventenni che non sanno nemmeno chiedere dov'è il bagno all'aeroporto, ti pare il caso che ci mettiamo a insegnare la saldatura perché le aziende ne hanno bisogno?
Non abbiamo altre priorità?


Ultima modifica di lucetta10 il Ven Giu 03, 2016 3:05 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 2:57 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:


I saldatori non li sforna la scuola. Per imparare basta un corsetto regionale (o il laboratorio di un carcere minorile). Solo che le aziende non vogliono pagare la formazione e aspettano che gliela paghino i cittadini con le loro tasse per continuare a non spendere un euro in investimenti sulla formazione del personale.
I tecnici e i professionali sfornano (o dovrebbero sfornare), oltre che cittadini consapevoli dei loro diritti (aspetto che le aziende mal digeriscono), diplomati con un bagaglio tecnico pratico tale da renderli versatili e all'occorrenza riconvertibili, non con una formazione improntata alle esigenze del momento delle aziende, che non mi pare brillino per lungimiranza e comunque non hanno tra le loro priorità il bene del dipendente.
Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)

quindi i professionali per l'industria insegnano nulla, tornio, saldatura, motori...nulla...cittadini consapevoli dei loro diritti...vanno in azienda, conosceranno bene il diritto sindacale però poi di lavorare...nada!

stai sproloquiando di cose che, evidentemente, non conosci; ti ho già chiesto: cosa sai di azienda? ci hai mai lavorato? sai cosa è un imprenditore?


Se l'imprenditore non è soddisfatto, formi i suoi dipendenti, perché mai dovrebbe farlo la scuola?
Per un insegnante è indispensabile conoscere cosa sia l'azienda? E dove sta nel contratto? Dovrei conoscere per esperienza diretta ogni potenziale ambito di impiego dei miei studenti? Se insegno inglese in un professionale dovrei aver lavorato al tornio? Se insegno matematica alle scienze umane dovrei aver cambiato il pannolino nel nido? O vale solo per le aziende cui siamo tanto devoti? Solo per alcune materie o per tutte? Tutti in azienda a fare tirocinio prima del concorso!
L'insegnante della scuola pubblica NON LAVORA PER LE AZIENDE ma per la collettività, e non possiamo certo pensare di cambiare le materie curricolari ogni volta che le aziende chiedono nuova formazione, la scuola dovrebbe fornire i fondamentali, per il dettaglio, ribadisco, gli imprenditori mettano mano al portafogli
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 3:12 pm

lucetta10 ha scritto:



Se l'imprenditore non è soddisfatto, formi i suoi dipendenti, perché mai dovrebbe farlo la scuola?
Per un insegnante è indispensabile conoscere cosa sia l'azienda? E dove sta nel contratto? Dovrei conoscere per esperienza diretta ogni potenziale ambito di impiego dei miei studenti? Se insegno inglese in un professionale dovrei aver lavorato al tornio? Se insegno matematica alle scienze umane dovrei aver cambiato il pannolino nel nido? O vale solo per le aziende cui siamo tanto devoti? Solo per alcune materie o per tutte? Tutti in azienda a fare tirocinio prima del concorso!
L'insegnante della scuola pubblica NON LAVORA PER LE AZIENDE ma per la collettività, e non possiamo certo pensare di cambiare le materie curricolari ogni volta che le aziende chiedono nuova formazione, la scuola dovrebbe fornire i fondamentali, per il dettaglio, ribadisco, gli imprenditori mettano mano al portafogli

se non conosci però non avere la presunzione di parlare di cose che non sai.
non conosci il processo produttivo di un'azienda e giudichi cosa dovrebbe fare un imprenditore?
deve formare i dipendenti? non li assume proprio...

le persone come te vedono il mondo della scuola come un mondo a parte, a se stante. il tuo ruolo è dare la nozione..poi a cosa serve il tutto a te che frega?

gli imprenditori mettono mani al portafogli, ma lo fanno dove trovano manodopera specializzata e persone competenti, in italia ormai un miraggio e si va all'estero. fanno bene, l'italia è un paese morto, non merita nulla.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 3:14 pm

lucetta10 ha scritto:



E con questa tragedia umana, con ventenni che non sanno nemmeno chiedere dov'è il bagno all'aeroporto, ti pare il caso che ci mettiamo a insegnare la saldatura perché le aziende ne hanno bisogno?
Non abbiamo altre priorità?

no infatti, sai in cina come sanno farla bene? che mi frega di un deficiente italiano. tu sei convinta che si vada all'estero per le tasse; non è così. la verità è che ci sono persone in grado di fare un lavoro, qui no, è polemica per ogni cosa. hai presente l'alunno a scuola che fa polemica su tutto? lo stesso in azienda...addio!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6140
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 3:29 pm

lucetta10 ha scritto:
C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Detto questo, un pessimo diplomato è comunque un pessimo diplomato, e non è buono non solo per un call center (o dovremmo formare anche a rispondere al telefono?)

la buona metà dei miei alunni attuali non sarebbe in grado di lavorarci..pensa te...educazione zero, italiano lasciamo perdere, inglese questo sconosciuto! neanche buoni per rispondere ad un centralino in azienda.


E con questa tragedia umana, con ventenni che non sanno nemmeno chiedere dov'è il bagno all'aeroporto, ti pare il caso che ci mettiamo a insegnare la saldatura perché le aziende ne hanno bisogno?
Non abbiamo altre priorità?

Ma la domanda è sempre la stessa: che si tratti dell'inglese, della geografia, della saldatura, o di qualsiasi altra competenza prevista dal loro corso di studi, se queste competenze non ce le hanno, perché questi soggetti sono stati promossi?

Perché sono arrivati a possedere un titolo formale che attesta che possiedono certe competenze, quando invece non è vero?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 3:34 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


Ma la domanda è sempre la stessa: che si tratti dell'inglese, della geografia, della saldatura, o di qualsiasi altra competenza prevista dal loro corso di studi, se queste competenze non ce le hanno, perché questi soggetti sono stati promossi?

Perché sono arrivati a possedere un titolo formale che attesta che possiedono certe competenze, quando invece non è vero?

l'ho già chiesto ma ancora questa risposta non arriva...quello che molti docenti (con i quali mi scontro quotidianamente) non capiscono è che il ragazzo che è sempre stato promosso accampando mille scuse, una volta uscito da scuola, verrà valutato per quel che è e che sa fare, non da un pezzo di carta.
Io li avviso, dando la promozione non lo abitui ad affrontare le difficoltà; contenti voi che li promuovete, che dirvi...tanto le strade delle nostre città sono belle larghe per farli passeggiare.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5353
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 3:48 pm

Cosa c'entra adesso questo?
Si parlava di QUALI competenze (evidentemente raggiunte altrimenti chissene) fossero dovute alla scuola e se andassero finalizzate ai profitti di una azienda privata. Se la scuola avesse una funzione di servizio rispetto all'azienda cui pare tutti i nostri alunni debbano aspirare come massima forma occupazionale. Se non ci sono competenze il discorso evidentemente cade.
Non capisco l'esigenza di spalmare in ogni discussione la stessa osservazione per dare prova di muscolarità.
Un pessimo diplomato è qualcuno che si diploma vivacchiando, una sufficienza. O vogliamo dispensare diplomi solo al di sopra dell'8? Pensa che io li dare anche con 4, altro che bocciare e poi avere comunque un 6, vadano poi nelle aziende con il loro bel diploma insufficiente e vediamo se li mettono al tornio! Ho vinto il braccio di ferro?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 4:25 pm

lucetta10 ha scritto:
Cosa c'entra adesso questo?
Si parlava di QUALI competenze (evidentemente raggiunte altrimenti chissene) fossero dovute alla scuola e se andassero finalizzate ai profitti di una azienda privata. Se la scuola avesse una funzione di servizio rispetto all'azienda cui pare tutti i nostri alunni debbano aspirare come massima forma occupazionale. Se non ci sono competenze il discorso evidentemente cade.
Non capisco l'esigenza di spalmare in ogni discussione la stessa osservazione per dare prova di muscolarità.
Un pessimo diplomato è qualcuno che si diploma vivacchiando, una sufficienza. O vogliamo dispensare diplomi solo al di sopra dell'8? Pensa che io li dare anche con 4, altro che bocciare e poi avere comunque un 6, vadano poi nelle aziende con il loro bel diploma insufficiente e vediamo se li mettono al tornio! Ho vinto il braccio di ferro?

perchè vedi il lavoro di una persona come finalizzata ai profitti dell'azienda e basta?
la scuola ha e deve avere anche una funzione di servizio rispetto al tessuto produttivo nazionale. in particolar modo i tecnici ed i professionali.
non hai vinto hai solo creato un disoccupato (per quelle che erano le sue aspettative).
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 4:30 pm

La collega non conosce nulla del mondo aziendale. Disprezza le stesse aziende, quasi come se la scuola dovesse firmare filosofi, artisti e pensatori,cioè buoni a nulla.
La scuola italiana regala diplomi a cani e porci, privi di contenuti, per autoalimentare se stessa e il numero di clienti che ogni anno si iscrivono.
La maggior parte dei docenti se ne frega altamente di cosa NON faranno i diplomati il giorno dopo della maturità. C080, lascia perdere, c è chi non sa nemmeno cosa sia una saldatura...
Tornare in alto Andare in basso
 
ERASMUS killer..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 5Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» intralipid per Natural Killer
» Esami Natural killer
» natural killer
» Le dosi di deltacortene
» Cellule natural killer (NK cd56 bright e NK t-like)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: