Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 ERASMUS killer..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: ERASMUS killer..   Mer Giu 01, 2016 10:02 am

Promemoria primo messaggio :

http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/05/turchia-docente-italiano-cade-in-dirupo-e-muore-durante-escursione-00946335.html

dopo le studiosissime ragazze italiane decedute sul pullman in spagna a marzo, che le portava in discot....ehm in un laboratorio di medicina nucleare ,ecco che l'erasmus, o meglio la sua versione upgrade "plus" (non sapevo che esistesse, ma gli esperti di marketing lavorano senza sosta) miete nuove vittime..
questo docente accompagnava dei ragazzi, alcuni anche minorenni, in un'escursione naturalistica in Turchia. .inspiegabilmente era impegnato in un progetto "contro le dipendenze ".
ammetto la mia chiusura mentale: in periodo scolastico, dei minori si trovano nei boschi della Turchia a seguire un prof , nell'ambito di un progetto "contro le dipendenze": ma che c'entra??
è sicuramente necessario sbattersi fino in Turchia, in un momento in cui la situazione internazionale , in particolar modo l'estremismo islamico,, è particolarmente tranquilla e pacifica. in Turchia infatti , negli ultimi mesi, si sta da dio, niente attentati, nessuna minaccia islamica fondamentalista, insomma un bel posto per mandarci i ragazzi a far gite nei boschi per "prevenire le dipendenze"..
di sicuro il giro d'affari dell'erasmus è colossale.
sul sito ufficiale leggo che l'erasmus plus dovrebbe , teoricamente, essere finalizzato alla formazione professionale ed alle esperienze lavorative all'estero per contrastare la disoccupazione giovanile e la mancanza di requisiti segnalata dalle aziende..
e in che modo passeggiare nelle foreste turche con un docente di storia bizantina sarebbe correlato con il progetto?

il dubbio atroce che pone l'articolo è: "si poteva evitare?"
si, STANDO A CASA PROPRIA!!!!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 4:35 pm

Felipeto ha scritto:
La collega non conosce nulla del mondo aziendale. Disprezza le stesse aziende, quasi come se la scuola dovesse firmare filosofi, artisti e pensatori,cioè buoni a nulla.
La scuola italiana regala diplomi a cani e porci, privi di contenuti, per autoalimentare se stessa e il numero di clienti che ogni anno si iscrivono.
La maggior parte dei docenti se ne frega altamente di cosa NON faranno i diplomati il giorno dopo della maturità.  C080, lascia perdere, c è chi non sa nemmeno cosa sia una saldatura...

ok, grazie per il consiglio.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 5:05 pm

Ma in realtà l'idea che l'industria abbia bisogno solo di tecnici bravi a inserire dati o fare una saldatura è un abbaglio.
L'industria avrebbe invece bisogno di persone a tutto tondo: un minimo di preparazione culturale serve moltissimo in azienda.
Per avere la conferma di questa mia posizione non serve andar lontano: il massimo sviluppo industriale in Italia lo abbiamo avuto insieme al massimo sviluppo nel nostro paese di cervelli e di professionalità alte.
I meri esecutori sono solo carne da macello che non danno alcun apporto personale, né all'azienda né alla nazione. L'industria non ha bisogno solo di operai, ma anche di teste.
Se altri paesi si stanno mangiando il nostro apparato industriale non è perché mancano gli operai o perché la scuola non forma abbastanza al mondo del lavoro, è perché in quei paesi, malgrado regimi spesso autoritari, ancora allevano generazioni capaci di pensare con la propria testa, assumersi responsabilità e risolvere problemi, sul lavoro come altrove.
Il punto in cui fa acqua il sistema scolastico nazionale non è la scarsa professionalizzazione delle nuove leve, ma al contrario la scarsa preparazione tout court, compresi gli aspetti culturali.
Sono davvero miopi quegli imprenditori che plaudono a una formazione sempre più orientata al mondo del lavoro: lo studente che vorrebbero loro, ben formato e pronto sull'utilizzo di una certa tecnologia, si troverà in crisi nera domani, quando la tecnologia e l'economia cambieranno, se non avrà delle differenti risorse personali alle quali attingere: la capacità di apprendere, la cultura generale, lo spirito di iniziativa, la resilienza...

Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 5:30 pm

Sottoscrivo tutto
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 5:32 pm

Certo che devono proprio essere difficili ste saldature se servono 5 anni di scuola superiore per imparare!
E comunque se le aziende italiane continuano a mietere successi come ora tra dieci anni ci saranno più posti da poeta che da tornitore
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 6:14 pm

ho già risposto citando alcune eccellenze italiane nella tecnologia..
porto esempi concreti, non critiche sterili, come fa qualcun altro..
nell'arretrata puglia, ad esempio,in quel di Grottaglie, l'Alenia Aeronautica ha uno stabilimento di altissimo livello per la preparazione di materiali compositi. le centinaia di migliaia di persone che utilizzano nel mondo gli aerei Boeing 787 ed Airbus A380, se si siedono nei posti centrali mettono le chiappe su una struttura made in puglia..
la porzione centrale della fusoliera del più grande aereo oggi in produzione nel mondo, l a380, è fatta in Italia..
ma che ttelo dico affà?
la preparazione tecnica che le aziende OGGI richiedono è vasta e poliedrica: nessuno vuole più l a'vvitatore di bulloni in catena di montaggio..
un meccanico moderno è un esperto di informatica...
la cultura generale è fondamentale.nessuno nega il contrario.
detto questo, un buon saldatore non si trova cosi facilmente, nonostante la collega pensi che saldare una tubazione sotto il fondale marino sia cosa da ragazzino in carcere...
se ne trovano sicuramente meno dell'orda di aspiranti insegnanti a 1300 euro al mese...
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 6:17 pm

...molto interessante comunque la "scuola dei diritti"..secondo alcuni, scopo primario della scuola sarebbe insegnare ai ragazzi i loro diritti (non i doveri)...
arrivati al mondo del lavoro, ovviamente, i principini reclameranno immediatamente diritti, alte retribuzioni, responsabilità.
..e poi ci chiediamo perché le aziende delocalizzano...
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 6:32 pm

lucetta10 ha scritto:
Certo che devono proprio essere difficili ste saldature se servono 5 anni di scuola superiore per imparare!
E comunque se le aziende italiane continuano a mietere successi come ora tra dieci anni ci saranno più posti da poeta che da tornitore  

parlane con il ministro per chiudere gli ipsia e gli alberghieri..in fondo per fare un piatto di pasta non ci vuole molto..che studiano a fare....presumo tu non sia mai entrata in un'azienda...poveri i tuoi alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 6:36 pm

ushikawa ha scritto:
Ma in realtà l'idea che l'industria abbia bisogno solo di tecnici bravi a inserire dati o fare una saldatura è un abbaglio.
L'industria avrebbe invece bisogno di persone a tutto tondo: un minimo di preparazione culturale serve moltissimo in azienda.
Per avere la conferma di questa mia posizione non serve andar lontano: il massimo sviluppo industriale in Italia lo abbiamo avuto insieme al massimo sviluppo nel nostro paese di cervelli e di professionalità alte.
I meri esecutori sono solo carne da macello che non danno alcun apporto personale, né all'azienda né alla nazione. L'industria non ha bisogno solo di operai, ma anche di teste.
Se altri paesi si stanno mangiando il nostro apparato industriale non è perché mancano gli operai o perché la scuola non forma abbastanza al mondo del lavoro, è perché in quei paesi, malgrado regimi spesso autoritari, ancora allevano generazioni capaci di pensare con la propria testa, assumersi responsabilità e risolvere problemi, sul lavoro come altrove.
Il punto in cui fa acqua il sistema scolastico nazionale non è la scarsa professionalizzazione delle nuove leve, ma al contrario la scarsa preparazione tout court, compresi gli aspetti culturali.
Sono davvero miopi quegli imprenditori che plaudono a una formazione sempre più orientata al mondo del lavoro: lo studente che vorrebbero loro, ben formato e pronto sull'utilizzo di una certa tecnologia, si troverà in crisi nera domani, quando la tecnologia e l'economia cambieranno, se non avrà delle differenti risorse personali alle quali attingere: la capacità di apprendere, la cultura generale, lo spirito di iniziativa, la resilienza...


il problema è che siete davvero convinti che formiate chissà quali teste pensanti...in azienda servono i pensatori 1, max 2 persone e gli esecutori.
se l'azienda produce lavastoviglie, ti serviranno persone che le sappiano produrre.
le aziende italiane si lamentano che non si trovano tecnici, non pensatori, quelli ce ne stanno anche troppi.
che spirito di iniziativa vuoi mettere? nelle aziende pensa uno, gli altri eseguono.
la mia frase preferita è:"Tu non sei pagato per pensare."
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 6:43 pm

Lucetta insegna alle medie, e penso che grossi danni non faccia.mi auguro che si preoccupi della formazione di base senza la quale le superiori diventano una grossissima stronzata, alla lino banfi..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:25 pm

Felipeto ha scritto:
Lucetta insegna alle medie, e penso che grossi danni non faccia.mi auguro che si preoccupi della formazione di base senza la quale le superiori diventano una grossissima stronzata, alla lino banfi..


ma non ti vergogni di dover scendere a certi livelli per avere un argomento di discussione: veramente  non ho parole.
Chi sa cos'è una saldatura dovrebbe proprio rimanere a fare quelle
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:29 pm

Felipeto ha scritto:
Lucetta insegna alle medie, e penso che grossi danni non faccia.mi auguro che si preoccupi della formazione di base senza la quale le superiori diventano una grossissima stronzata, alla lino banfi..

ambò e di cosa stiamo a parlare?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:31 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Certo che devono proprio essere difficili ste saldature se servono 5 anni di scuola superiore per imparare!
E comunque se le aziende italiane continuano a mietere successi come ora tra dieci anni ci saranno più posti da poeta che da tornitore  

parlane con il ministro per chiudere gli ipsia e gli alberghieri..in fondo per fare un piatto di pasta non ci vuole molto..che studiano a fare....presumo tu non sia mai entrata in un'azienda...poveri i tuoi alunni.


Quindi all'ipsia e all'alberghiero fanno solo saldature e pasta: prendo atto!
I miei alunni sono in buona compagnia, non ci crederai ma non sono tantissimi gli insegnanti italiani con un passato in azienda e quelli che ci sono stati dovrebbero spiegare perché non ci sono più... immagino per lo stipendio stellare dell'insegnante.
Non me lo avevano detto che per insegnare italiano fosse requisito essenziale.
Non capisco perché alcune persone non riescano a tenere serrata l'argomentazione senza offese grottesche tipo "non sei stato in azienda" (come fosse un requisito da insegnante) e attacchi personali: che non abbiano argomenti?
A pensar male...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:35 pm

C080 ha scritto:
la mia frase preferita è:"Tu non sei pagato per pensare."


E la scuola dovrebbe insegnare questo? Lo saprà il contribuente che paga il carrozzone? Strepitoso!
Spero valga anche per tanti insegnanti
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:38 pm

lucetta10 ha scritto:



Quindi all'ipsia e all'alberghiero fanno solo saldature e pasta: prendo atto!
I miei alunni sono in buona compagnia, non ci crederai ma non sono tantissimi gli insegnanti italiani con un passato in azienda e quelli che ci sono stati dovrebbero spiegare perché non ci sono più... immagino per lo stipendio stellare dell'insegnante.
Non me lo avevano detto che per insegnare italiano fosse requisito essenziale.
Non capisco perché alcune persone non riescano a tenere serrata l'argomentazione senza offese grottesche tipo "non sei stato in azienda" (come fosse un requisito da insegnante) e attacchi personali: che non abbiano argomenti?
A pensar male...

pensa quel che vuoi...ti ho chiesto che esperienza di lavoro in azienda hai (2 volte) e non hai risposto.
parli delle aziende come una persona che non sa cosa sia un processo produttivo e quale sia il sistema aziendale.

sei tu che hai ridotto un ipsia a imparare saldature per 5 anni, ergo deduco che per te l'alberghiero sia solo cucinare la pasta.

con la frase "Non me lo avevano detto che per insegnare italiano fosse requisito essenziale." ti sei qualificata...per te esiste solo quella materia e il resto dio vede e provvede; l'importante è che i ragazzi sappiano scrivere bene la lettera di protesta ai sindacati, per il resto qualcuno provvederà ai pargoli.

cmq, se realmente insegni alle medie, lasciamo stare, non vedi i tuoi alunni come persone che magari l'anno dopo dovranno mantenere una famiglia e dovranno lavorare.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 7:40 pm

lucetta10 ha scritto:



E la scuola dovrebbe insegnare questo? Lo saprà il contribuente che paga il carrozzone? Strepitoso!
Spero valga anche per tanti insegnanti

sicuramente per me, docente, in quanto subordinato a chi sta sopra di me, è così. non mi pongo domande, se mi dicono di fare una cosa la faccio, ci avrà pensato qualcuno sopra di me a valutare se giusta o sbagliata.
lo stesso devono fare i miei alunni, il perchè di una disposizione non è ammesso.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 8:10 pm

C080 ha scritto:
sicuramente per me, docente, in quanto subordinato a chi sta sopra di me, è così. non mi pongo domande, se mi dicono di fare una cosa la faccio, ci avrà pensato qualcuno sopra di me a valutare se giusta o sbagliata

Tu NON SEI un docente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 8:17 pm

paniscus_2.0 ha scritto:

Tu NON SEI un docente.

probabile, fin quando mi diranno di farlo lo farò, poi torno nel mondo normale.
già che ci siamo, mi dici perchè non lo sono? vediamo se le nostre idee coincidono.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 8:29 pm

I desiderata confindustriali sono stati già ampiamente esauditi, dalla inesorabile precarizzazione del lavoro, all'abbassamento degli stipendi fino recentemente alla "buona scuola" targata treellle.

La recessione che stiamo vivendo è anche frutto dell'accoglimento di queste richieste del mondo industriale: gli stipendi sono bloccati, l'economia è ferma, pochi investono sulla propria formazione e sul proprio futuro, al massimo si mette a reddito la casa ereditata; anche mettere su famiglia o comprare un'automobile sono cose a cui si pensa mille volte prima di farle, figuriamoci acquistare e arredare una casa.

Abbiamo il più grande patrimonio artistico e culturale del mondo ma ci hanno detto che "con la cultura non si mangia". Inseguiamo in continuazione modelli esteri dimenticando chi siamo e quindi perdendo, oltre all'identità, anche competitività sul mercato globale.

Ho ancora l'idea che una persona con una buona cultura di base abbia più chance di mandare avanti la propria storia individuale, quella della azienda per cui lavora, quella del proprio paese di uno che non sa mettere due parole in fila e che troverebbe difficoltà anche a friggere patatine al McDonald.

Purtroppo in Italia la formazione professionale e quella tecnica non formano e sono visti come dei succedanei di serie B o C della formazione liceale: come non si conoscono Ariosto e congiuntivo così si ignorano le basi della matematica e della logica senza la quale non si va a programmare macchine a controllo numerico, non si eseguono lavorazioni di alta meccanica, non si riesce neanche ad avvitare una lampadina.

Il lavoratore contemporaneo deve essere un tecnico altamente specializzato ma allo stesso tempo versatile, in grado di autoformarsi: senza una buona base scolastica tutto ciò non è possibile. Non è richiesto di saper usare il macchinario XYZ, ma di essere capaci ad imparare ad usarlo in breve tempo. E per farlo occorre che qualcuno ti abbia insegnato a studiare e a ragionare.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1917
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 8:29 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
C080 ha scritto:
sicuramente per me, docente, in quanto subordinato a chi sta sopra di me, è così. non mi pongo domande, se mi dicono di fare una cosa la faccio, ci avrà pensato qualcuno sopra di me a valutare se giusta o sbagliata

Tu NON SEI un docente.

E' un "ospite" già apparso con altro nome e di chiarissime tendenze politico-culturali.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 8:40 pm

ushikawa ha scritto:

E' un "ospite" già apparso con altro nome e di chiarissime tendenze politico-culturali.

anche tu con sta storia...già mi hanno definito non so come doroqualchecosa...non sono quella persona! ma possibile che siete tutti allineati e coperti? appena uno dice una cosa fuori dalla omologazione...bollato.
personalmente non mi tange, non ho la necessità di essere approvato dagli altri per sentirmi realizzato. già a scuola non sto in sala docenti per non sentire discorsi folli...se volete vado anche via da qui, mi divertirò a leggere le cazzate che alcuni di voi scrivono.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15853
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 9:19 pm

Tenetevi stretti: la riforma Gelmini agli IPSIA ha tagliato soprattutto i laboratori; quindi all'IPSIA la cosa che si insegna meno è saldare, si insegna molto di più a leggere, scrivere e far di conto.

Se volete invece sapere cosa si impara all'IPSIA ...... indovinatelo voi ...... aiutino: ha due zeta al centro e due palle ai lati.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6202
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 9:25 pm

Ma guardate, a me il fatto che abbia "determinate tendenze politico-culturali" non sconvolge più di tanto, essendo contraria per principio alla censura delle idee personali, e comunque alla pretesa di esercitare una qualche forma di dittatura intima sulle coscienze.

Se uno è personalmente contrario alla costituzione repubblicana attuale, ha il diritto di esserlo... basta che si adegui a rispettarla lo stesso in vesti ufficiali, e che non si metta a fare propaganda contro mentre ricopre un ruolo professionale, specialmente se fa un lavoro dipendente dallo stato, tutto lì.

Ma che a titolo privato abbia il diritto di pensarne quello che gli pare, io non lo metto in dubbio.

Quello che mi fa tristezza veramente, nel caso specifico, è l'abdicazione totale a qualsiasi forma di riflessione personale, ANCHE all'interno di sistemi ideologici controversi quanto si vuole.

Perché, senza girarci intorno, abbiamo capito che l'amico nostro qua presente è un fascista.

Ma appunto, io ritengo che abbia diritto di esserlo, se gli va, perché in Italia non esiste nessuna legge che "vieta di essere fascisti".

Al massimo esiste una legge che vieta la "ricostituzione del partito fascista", o che vieta di fare propaganda fascista... ma non mi risulta che sia vietato per legge "avere idee fasciste" o "avere un giudizio positivo sul fascismo".

E' lontanissimo dalle mie posizioni, quello sì, e se è il caso lo combatto, ma non per questo penso che sia VIETATO.

Ma la cosa più triste di tutte è proprio lì dentro: ovvero, che se mai ci fosse stato un infinitesimo di qualcosa di positivo, o comunque di accettabile, nelle ideologie neofasciste recenti... poteva stare proprio nell'ossessione patologica per il rifiuto dei "poteri forti" finanziari, e nel rifiuto dell'omologazione aziendale, in nome di una presunta tradizione comunitaria di tutt'altro stampo.

Sempre di una cosa patologica si tratta (tanto è vero che sfocia nel complottismo più surreale), ma comunque quel tratto è sempre esistito.

Vedere un fascista, che OLTRE ad essere fascista, è pure un fanatico dell'aziendalismo postmoderno e dello schiavismo dettato dal libero mercato, fa davvero DOPPIAMENTE pena.
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 9:42 pm

Arguisco che qui le saldature non le sanno fare in tanti! Inetti! Che insegnanti siete?
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 9:43 pm

"Sicuramente per me , docente, in quanto subordinato a chi sta sopra di me, e' cosi'.Se mi dicono di fare una cosa la faccio.Ci avra' pensato qualcuno sopra di me a valutare se e' giusta o sbagliata".Questa e' bellissima!:-). Credere, obbedire, combattere.Marciare e non marcire. Audax fortuna juventus.E' meglio un giorno da yes - man aziedalista che cento da insegnante fannullone e rompipalle.
In simil guisa rispondevano i graduati delle ss accusati di crimini contro l' umanita'.
Se il preside mi ha ordinato di magnificare in classe le leggi razziali, chi cazzo sono io per eccepire?
Mai zentito eine colleghen parlare del suo arbeit in qvuesti terminen.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: ERASMUS killer..   Ven Giu 03, 2016 9:45 pm

balanzoneXXI ha scritto:
"Sicuramente per me , docente, in quanto subordinato a chi sta sopra di me, e' cosi'.Se mi dicono di fare una cosa la faccio.Ci avra' pensato qualcuno sopra di me a valutare se e' giusta o sbagliata".Questa e' bellissima!:-). Credere, obbedire, combattere.Marciare e non marcire. Audax fortuna juventus.E' meglio un giorno da yes - man aziedalista che cento da insegnante fannullone e rompipalle.
In simil guisa rispondevano i graduati delle ss  accusati di crimini contro l' umanita'.
Se il preside mi ha ordinato di magnificare in classe le leggi razziali, chi cazzo sono io per eccepire?
Mai zentito eine colleghen parlare del suo arbeit  in qvuesti terminen.


si... ma le saldature, caro il mio parolaio, le sai fare?
Tornare in alto Andare in basso
 
ERASMUS killer..
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» intralipid per Natural Killer
» Esami Natural killer
» natural killer
» Le dosi di deltacortene
» Cellule natural killer (NK cd56 bright e NK t-like)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: