Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Ven Giu 03, 2016 10:15 pm

Promemoria primo messaggio :

Come tanti di voi sono impegnato con questo Concorsone-beffa ! Una beffa perché, dopo averci obbligati a conseguire una abilitazione costataci enormi sacrifici (e non solo economici), ci hanno costretti ad un concorso per poter sperare in una maggiore stabilità. Proprio adesso che toccava a noi, ecco che hanno cambiato le regole ! Non basta più la laurea, non basta più l'abilitazione, non basta più il servizio e l'esperienza sul campo...si sono inventati pure un concorso, giustificandolo come “previsto dalla Costituzione”. Ma noi sappiamo che il Concorso si sarebbe potuto fare per “soli titoli”; avrebbe garantito maggiore equità, avrebbe fatto risparmiare allo Stato almeno 1 miliardo di euro (ma possiamo permettercelo ??!!). L'organizzazione delle prove è stata raffazzonata e superficiale, accompagnata da mille disagi e da regole poco trasparenti. Siamo a giugno e non conosciamo ancora le griglie di valutazione, non sappiamo quando e come saranno corrette le prove scritte, quando ci saranno gli orali...il tutto alla fine di una anno pesante e travagliato, quando anche noi poveri essere umani meriteremmo qualche giorno di riposo !
Tutto questo è il frutto di una riforma mai digerita dal mondo della scuola, partorita da un governo non eletto dai cittadini e che in spregio ad ogni regola democratica è andato avanti in modo autoritario con questo diabolico progetto. Chi lavora nella scuola si sarà certamente accorto di come la nostra situazione negli ultimi 2 anni sia ulteriormente peggiorata: lavoro pomeridiano aumentato a dismisura, stipendi (quando ci sono) ridotti all'osso, sfruttati con mille progetti e mille corsi inutili, sottoposti quotidianamente a mobbing da dirigenti senza scrupoli…
Leggo ogni giorno su orizzontescuola la rabbia impotente di tanti docenti precari… MAI PIU' PD ...ecc….
ORA FINALMENTE AVETE UNA GRANDE OCCASIONE !!
Domenica c'è un voto importante. Raggiungete e informate i vostri amici, i vostri parenti… Siamo in tanti e abbiamo l'opportunità di dare una spallata ad un governo ILLEGITTIMO, ARROGANTE, AUTORITARIO, BUGIARDO…
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Sab Giu 04, 2016 8:32 pm

...ciò che può arrivarti alla soglia della percezione?
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Sab Giu 04, 2016 8:34 pm

mofus ha scritto:
...ciò che può arrivarti alla soglia della percezione?

allora mi arrendo, starai parlando di qualcosa che proprio non capisco; se puoi essere più esplicito..magari un disegnino!
Torna in alto Andare in basso
mofus



Messaggi : 161
Data d'iscrizione : 09.11.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Sab Giu 04, 2016 8:44 pm

...no la rete è il luogo meno adatto per parole immagini suoni ecc ecc infatti probabilmente non avremo altre occasioni di non confonto...
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 10:36 am

fracchia ha scritto:
perchè dici queste cose?
fai come uncaro amico che da un lato screditava il concorso bla e bla e bla e poi si è rimasto un mese a casa per preparsi per il "concorsone" come le definite voi scontenti?
ma fammi il piacere

Ho atteso volutamente che finisse la tornata elettorale prima di rispondere, anche se certe risposte non lo meriterebbero:
Un conto è criticare il concorso, e sulla sua inutilità non ci sono dubbi, un conto è studiare per prepararsi. Una volta partito il concorso il tuo caro amico cosa avrebbe dovuto fare ? Non presentarsi e lasciare agli altri la possibilità ? Prima di dire certe idiozie ragionateci un po' su!!
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 10:42 am

geo&geo ha scritto:
Meraviglioso...
Qualcuno propone addirittura un mese di ferie pagate (pagate da chi???) per partecipare ad un concorso.
Qualcuno propone come soluzione ai problemi della scuola un concorso finto, chi nasce prima ha il diritto (diritto?) di andare ad insegnare prima, si tratta solo di mettersi in fila e dare un bel po' di soldi ai puntifici per impedire i sorpassi.
E l'ultima versione di "piove governo ladro"? Ci dice che - guarda caso - è proprio dagli ultimi due anni che si lavora di più di pomeriggio perché il governo (?) ci obbliga (?) a fare progetti e progettini, e ci ha portato alla fame con stipendi ridotti all'osso. Ci ha tagliato gli stipendi!!1!!! E lavoriamo tutto il pomeriggio !!1!!!
In attesa della chiusura di questo thread da parte dei moderatori per manifesta inutilità e spamming elettorale, mi chiedo che fine ha fatto il senso critico, che peraltro pretendiamo di insegnare (?) ai nostri studenti.

Come vedi non solo non è stato chiuso, ma sono arrivate risposte decisamente a sostegno del mio topic. Pertanto, inutile è stato il tuo intervento, accusando di spamming elettorale quando qui nessuno ha caldegggiato l'elezione di nessuno e a favore di nessun partito. Hai dimostrato di essere come tante insegnanti, cioè di voler educare i suoi studenti al rispetto dei diritti senza saper difendere i propri !!
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 10:46 am

cerbero97 ha scritto:
seasparrow ha scritto:
sarebbe stato giusto e onesto svolgere un concorso per titoli (abilitazione necessaria piu' eventuale servizio specifico e aspecifico piu' eventuali esigenze di famiglia) su una provincia a scelta ... la regione e' gia' troppo grande per chi ha esigenze di famiglia ... ovviamente dal governo marcio delle banche marcie e' inutile aspettare azioni giuste e oneste ... ci hanno rimesso sia le famiglie dei docenti esasperati dal concorso/lotteria che gli studenti delle loro classi


aveva ragione il grande Ennio Flaiano: "sulla bandiera della Repubblica italiana dovrebbero scrivere come motto: "tengo famiglia"
I bravi docenti che non hanno trovato una compagna o, fortuna loro, hanno due genitori ancora in salute si arrangino.

I nuovi docenti dovrebbero semplicemente capire che molti dei precari che partecipano al concorso pretendono il ruolo non perché hanno famiglia, ma perché sono vittime di ingiustizie che continuano da anni (assenza di percorsi abilitanti, assenza di concorsi, ecc..), e dopo aver investito tutta la propria vita in questa direzione non è una beffa ??? Quindi, prima di indire nuovi concorsi, sarebbe più logico ed equo stabilizzare chi da anni ha contribuito a far funzionare la scuola.
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 10:49 am

cerbero97 ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
Come tanti di voi sono impegnato con questo Concorsone-beffa !  Una beffa perché, dopo averci obbligati a conseguire una abilitazione costataci enormi sacrifici (e non solo economici), ci hanno costretti ad un concorso per poter sperare in una maggiore stabilità. Proprio adesso che toccava a noi, ecco che hanno cambiato le regole ! Non basta più la laurea, non basta più l'abilitazione, non basta più il servizio e l'esperienza sul campo...si sono inventati pure un concorso, giustificandolo come “previsto dalla Costituzione”. Ma noi sappiamo che il Concorso si sarebbe potuto fare per “soli titoli”; avrebbe garantito maggiore equità, avrebbe fatto risparmiare allo Stato almeno 1 miliardo di euro (ma possiamo permettercelo ??!!). L'organizzazione delle prove è stata raffazzonata e superficiale, accompagnata da mille disagi e da regole poco trasparenti. Siamo a giugno e non conosciamo ancora le griglie di valutazione, non sappiamo quando e come saranno corrette le prove scritte, quando ci saranno gli orali...il tutto alla fine di una anno pesante e travagliato, quando anche noi poveri essere umani meriteremmo qualche giorno di riposo !
Tutto questo è il frutto di una riforma mai digerita dal mondo della scuola, partorita da un governo non eletto dai cittadini e che in spregio ad ogni regola democratica è andato avanti in modo autoritario con questo diabolico progetto. Chi lavora nella scuola si sarà certamente accorto di come la nostra situazione negli ultimi 2 anni sia ulteriormente peggiorata:  lavoro pomeridiano aumentato a dismisura, stipendi (quando ci sono) ridotti all'osso, sfruttati con mille progetti e mille corsi inutili, sottoposti quotidianamente a mobbing da dirigenti senza scrupoli…
Leggo ogni giorno su orizzontescuola la rabbia impotente di tanti docenti precari… MAI PIU' PD ...ecc….
ORA FINALMENTE AVETE UNA GRANDE OCCASIONE !!
Domenica c'è un voto importante. Raggiungete e informate  i vostri amici, i vostri parenti… Siamo in tanti e  abbiamo l'opportunità di dare una spallata ad un governo ILLEGITTIMO,  ARROGANTE, AUTORITARIO, BUGIARDO…


Ancora con 'sta storia del governo 'non eletto'? Colleghi prima di entrare in una qualsivoglia scuola, rileggiamoci la Costituzione per cortesia

Sei forse una candidata del PD ? Hai forse votato questo governo in carica che si regge sui voti dei fuoriusciti da altri partiti ? Ma fammi il piacere...tu la Costituzione non sai neppure perché esiste !
Torna in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 11:10 am

ferny7127 ha scritto:
cerbero97 ha scritto:
seasparrow ha scritto:
sarebbe stato giusto e onesto svolgere un concorso per titoli (abilitazione necessaria piu' eventuale servizio specifico e aspecifico piu' eventuali esigenze di famiglia) su una provincia a scelta ... la regione e' gia' troppo grande per chi ha esigenze di famiglia ... ovviamente dal governo marcio delle banche marcie e' inutile aspettare azioni giuste e oneste ... ci hanno rimesso sia le famiglie dei docenti esasperati dal concorso/lotteria che gli studenti delle loro classi


aveva ragione il grande Ennio Flaiano: "sulla bandiera della Repubblica italiana dovrebbero scrivere come motto: "tengo famiglia"
I bravi docenti che non hanno trovato una compagna o, fortuna loro, hanno due genitori ancora in salute si arrangino.

I  nuovi docenti dovrebbero semplicemente capire che molti dei precari che partecipano al concorso pretendono il ruolo non perché hanno famiglia, ma perché sono vittime di ingiustizie che continuano da anni (assenza di percorsi abilitanti, assenza di concorsi, ecc..), e dopo aver investito tutta la propria vita in questa direzione non è una beffa ??? Quindi, prima di indire nuovi concorsi, sarebbe più logico ed equo stabilizzare chi da anni ha contribuito a far funzionare la scuola.

Mio malgrado, devo intervenire. So già che verrò massacrato su questo sito, visto il tipo di utenza, ma non posso accettare che passi questo messaggio.
Ciò che molti docenti precari lamentano è assolutamente pretestuoso e privo di ogni fondamento. Se hanno potuto lavorare come precari nella scuola, devono capire che sono dei privilegiati, hanno potuto lavorare poco guadagnando bene e senza nemmeno dover superare un colloquio di selezione. Altre persone, probabilmente più capaci di loro, stavano magari a casa senza guadagnare un euro, oppure a fare i camerieri, a pulire le scale o peggio. Ora pretendono pure il posto fisso....
Lavoriamo un po' tutti, facciamoci valutare, lasciate la possibilità a chi vuole di lavorare d'estate, oppure 24 ore invece di 18. Io sarei ben contento di poter continuare a fare il precario nella scuola....è sempre molto meglio che avere un tempo indeterminato da un'altra parte
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 11:23 am

tecnologo alim ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
cerbero97 ha scritto:
seasparrow ha scritto:
sarebbe stato giusto e onesto svolgere un concorso per titoli (abilitazione necessaria piu' eventuale servizio specifico e aspecifico piu' eventuali esigenze di famiglia) su una provincia a scelta ... la regione e' gia' troppo grande per chi ha esigenze di famiglia ... ovviamente dal governo marcio delle banche marcie e' inutile aspettare azioni giuste e oneste ... ci hanno rimesso sia le famiglie dei docenti esasperati dal concorso/lotteria che gli studenti delle loro classi


aveva ragione il grande Ennio Flaiano: "sulla bandiera della Repubblica italiana dovrebbero scrivere come motto: "tengo famiglia"
I bravi docenti che non hanno trovato una compagna o, fortuna loro, hanno due genitori ancora in salute si arrangino.

I  nuovi docenti dovrebbero semplicemente capire che molti dei precari che partecipano al concorso pretendono il ruolo non perché hanno famiglia, ma perché sono vittime di ingiustizie che continuano da anni (assenza di percorsi abilitanti, assenza di concorsi, ecc..), e dopo aver investito tutta la propria vita in questa direzione non è una beffa ??? Quindi, prima di indire nuovi concorsi, sarebbe più logico ed equo stabilizzare chi da anni ha contribuito a far funzionare la scuola.

Mio malgrado, devo intervenire. So già che verrò massacrato su questo sito, visto il tipo di utenza, ma non posso accettare che passi questo messaggio.
Ciò che molti docenti precari lamentano è assolutamente pretestuoso e privo di ogni fondamento. Se hanno potuto lavorare come precari nella scuola, devono capire che sono dei privilegiati, hanno potuto lavorare poco  guadagnando bene e senza nemmeno dover superare un colloquio di selezione. Altre persone, probabilmente più capaci di loro, stavano magari a casa senza guadagnare un euro, oppure a fare i camerieri, a pulire le scale o peggio. Ora pretendono pure il posto fisso....
Lavoriamo un po' tutti, facciamoci valutare, lasciate la possibilità a chi vuole di lavorare d'estate, oppure 24 ore invece di 18. Io sarei ben contento di poter continuare a fare il precario nella scuola....è sempre molto meglio che avere un tempo indeterminato da un'altra parte

Sono tutti schifati dal precariato, ma una volta entrati a scuola non hanno fatto nulla per uscrine! C'è gente che, da terza fascia, lavora da una vita. Le cose sono due. O non sono stati capaci a trovare altro o il precariato non fa così schifo!
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 11:56 am

tecnologo alim ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
cerbero97 ha scritto:
seasparrow ha scritto:
sarebbe stato giusto e onesto svolgere un concorso per titoli (abilitazione necessaria piu' eventuale servizio specifico e aspecifico piu' eventuali esigenze di famiglia) su una provincia a scelta ... la regione e' gia' troppo grande per chi ha esigenze di famiglia ... ovviamente dal governo marcio delle banche marcie e' inutile aspettare azioni giuste e oneste ... ci hanno rimesso sia le famiglie dei docenti esasperati dal concorso/lotteria che gli studenti delle loro classi


aveva ragione il grande Ennio Flaiano: "sulla bandiera della Repubblica italiana dovrebbero scrivere come motto: "tengo famiglia"
I bravi docenti che non hanno trovato una compagna o, fortuna loro, hanno due genitori ancora in salute si arrangino.

I  nuovi docenti dovrebbero semplicemente capire che molti dei precari che partecipano al concorso pretendono il ruolo non perché hanno famiglia, ma perché sono vittime di ingiustizie che continuano da anni (assenza di percorsi abilitanti, assenza di concorsi, ecc..), e dopo aver investito tutta la propria vita in questa direzione non è una beffa ??? Quindi, prima di indire nuovi concorsi, sarebbe più logico ed equo stabilizzare chi da anni ha contribuito a far funzionare la scuola.

Mio malgrado, devo intervenire. So già che verrò massacrato su questo sito, visto il tipo di utenza, ma non posso accettare che passi questo messaggio.
Ciò che molti docenti precari lamentano è assolutamente pretestuoso e privo di ogni fondamento. Se hanno potuto lavorare come precari nella scuola, devono capire che sono dei privilegiati, hanno potuto lavorare poco  guadagnando bene e senza nemmeno dover superare un colloquio di selezione. Altre persone, probabilmente più capaci di loro, stavano magari a casa senza guadagnare un euro, oppure a fare i camerieri, a pulire le scale o peggio. Ora pretendono pure il posto fisso....
Lavoriamo un po' tutti, facciamoci valutare, lasciate la possibilità a chi vuole di lavorare d'estate, oppure 24 ore invece di 18. Io sarei ben contento di poter continuare a fare il precario nella scuola....è sempre molto meglio che avere un tempo indeterminato da un'altra parte

Probabilmente non sei un insegnante o ti ha dato l'incarico qualcuno di rispondere qualcuno del MIUR ! Altrimenti non diresti queste cose. Io per studiare e laurearmi ho fatto il cameriere, il commesso, il centralinista. ecc..Ho cominciato a fare l'insegnante perchè dopo aver fatto domanda mi hanno chiamato per fare supplenza, servivo evidentemente..Una volta che sei dentro acquisisci esperienza, diritti.. investi la tua vita in quella direzione. Ti obbligano ad abilitarti per stare dentro
, fai sacrifici e paghi 3000 euro. Speri che la tua vita cambi finalmente, come è stato per chi è venuto prima di te. Invece no, ancora non basta, pure un concorso devi fare ! E via cosi, e passano gli anni !
Lavorato poco e guadagnato bene ? Ma da quale pianeta scendi ? Hai la minima idea di quante ore al giorno si fanno ? Certo, molto dipende dalla professionalità di ognuno, ma io di gente che lavora poco ne ho vista pochissimo..(e di scuole in questi anni ne ho girate..). Guadagnato bene ? Guardati le tabelle europee delle retribuzionì e guarda la posizione occupata dall'Italia: al pari dei paesi dell'est (peccato che il tenore di vita è assai diverso !).
Forse parli così perchè hai iniziato solo adesso ? Prova a starci dentro come precario per qualche anno, poi ne riparliamo...
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 12:08 pm

MaurG ha scritto:
tecnologo alim ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
cerbero97 ha scritto:
seasparrow ha scritto:
sarebbe stato giusto e onesto svolgere un concorso per titoli (abilitazione necessaria piu' eventuale servizio specifico e aspecifico piu' eventuali esigenze di famiglia) su una provincia a scelta ... la regione e' gia' troppo grande per chi ha esigenze di famiglia ... ovviamente dal governo marcio delle banche marcie e' inutile aspettare azioni giuste e oneste ... ci hanno rimesso sia le famiglie dei docenti esasperati dal concorso/lotteria che gli studenti delle loro classi


aveva ragione il grande Ennio Flaiano: "sulla bandiera della Repubblica italiana dovrebbero scrivere come motto: "tengo famiglia"
I bravi docenti che non hanno trovato una compagna o, fortuna loro, hanno due genitori ancora in salute si arrangino.

I  nuovi docenti dovrebbero semplicemente capire che molti dei precari che partecipano al concorso pretendono il ruolo non perché hanno famiglia, ma perché sono vittime di ingiustizie che continuano da anni (assenza di percorsi abilitanti, assenza di concorsi, ecc..), e dopo aver investito tutta la propria vita in questa direzione non è una beffa ??? Quindi, prima di indire nuovi concorsi, sarebbe più logico ed equo stabilizzare chi da anni ha contribuito a far funzionare la scuola.

Mio malgrado, devo intervenire. So già che verrò massacrato su questo sito, visto il tipo di utenza, ma non posso accettare che passi questo messaggio.
Ciò che molti docenti precari lamentano è assolutamente pretestuoso e privo di ogni fondamento. Se hanno potuto lavorare come precari nella scuola, devono capire che sono dei privilegiati, hanno potuto lavorare poco  guadagnando bene e senza nemmeno dover superare un colloquio di selezione. Altre persone, probabilmente più capaci di loro, stavano magari a casa senza guadagnare un euro, oppure a fare i camerieri, a pulire le scale o peggio. Ora pretendono pure il posto fisso....
Lavoriamo un po' tutti, facciamoci valutare, lasciate la possibilità a chi vuole di lavorare d'estate, oppure 24 ore invece di 18. Io sarei ben contento di poter continuare a fare il precario nella scuola....è sempre molto meglio che avere un tempo indeterminato da un'altra parte

Sono tutti schifati dal precariato, ma una volta entrati a scuola non hanno fatto nulla per uscrine! C'è gente che, da terza fascia, lavora da una vita. Le cose sono due. O non sono stati capaci a trovare altro o il precariato non fa così schifo!

Prima di parlare e sparare sul mucchio bisognerebbe conoscere approfonditamente il fenomeno del precariato nella scuola. Sono tutti schifati del precariato perchè: 1) è gente che ha investito la sua vita formandosi e spendendo denaro per fare quello (laurea, abilitazione, corsi...ecc..). Se uno studia una vita per fare il medico non puoi chiedergli dopo di fare l'architetto. 2) Chi è ancora in terza fascia: sono ormai pochi, non tutti hanno potuto permettersi di fare un percorso abilitante fuori casa e pagare 3.000 euro (più spese trasporto, casa, ecc..). 3) Chi è in seconda fascia allora ? Cosa dovrebbe fare secondo te, dopo aver speso anni in giro per le scuole, pagato di tasca propria la formazione? Cambiare lavoro ? Non è così che deve essere...o la selezione la fai prima o devi garantire la stabilità delle persone !!
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 12:10 pm

Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....
Torna in alto Andare in basso
ferny7127



Messaggi : 236
Data d'iscrizione : 12.01.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 12:23 pm

MaurG ha scritto:
Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....

Esatto...una visione completamente opposta ! L'insegnante è certamente vittima di un sistema sbagliato che si ripete ormai da anni, che ha visto legiferare sulla materia gente non all'altezza. Qui parliamo di scuola, e non di quello che accade negli altri ambiti lavorativi !
Lo ripeto: è ' intollerabile che una persona dopo aver speso una vita intera per esercitare quella professione poi non debba farlo perchè, nel frattempo, continuano a cambiare le carte in tavola !! Se hai studiato e ti sei formato per fare l'insegnante che fai ? Ti guardi intorno, per fare cosa ? Per fare il medico magari ? Dai...bisognerebbe guardare agli altri paesi del nord europa e imparare da loro ! Ma soprattutto non essere così "remissivi"... personalmente non ritengo giusto che una crescita professionale non sia accompagnata da una equa retribuzione. Ci sono professioni dove, pur avendo fatto molto meno, guadagnano molto di più. Altrimenti uno avrebbe fatto altro nella vita...si chiama lavoro intellettuale, Ti dice nulla ??
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 12:50 pm

ferny7127 ha scritto:
MaurG ha scritto:
Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....

Esatto...una visione completamente opposta ! L'insegnante è certamente vittima di un sistema sbagliato che si ripete ormai da anni, che ha visto legiferare sulla materia gente non all'altezza. Qui parliamo di scuola, e non di quello che accade negli altri ambiti lavorativi !
Lo ripeto: è ' intollerabile che una persona dopo aver speso una vita intera per esercitare quella professione poi non debba farlo perchè, nel frattempo, continuano a cambiare le carte in tavola !! Se hai studiato e ti sei formato per fare l'insegnante che fai ? Ti guardi intorno, per fare cosa ? Per fare il medico magari ? Dai...bisognerebbe guardare agli altri paesi del nord europa e imparare da loro ! Ma soprattutto non essere così "remissivi"... personalmente non ritengo giusto che una crescita professionale non sia accompagnata da una equa retribuzione. Ci sono professioni dove, pur avendo fatto molto meno, guadagnano molto di più. Altrimenti uno avrebbe fatto altro nella vita...si chiama lavoro intellettuale, Ti dice nulla ??

un operaio tedesco (ho dei parenti là...) guadagna il doppio di uno italiano...eppure sono sempre operai!!! Se un insegnante tedesco guadagna di più, è solo un esmpio, è perchè altrove le cose funzionano diversamente! Non credi?
Se uno è andato avanti a supplenze magari di poche ore o pochi mesi all'anno secondo te DEVE essere assunto perchè ha speso la
sua vita? Poteva guardare altrove...diverso il discorso per chi si è abilitato, ha fatto il concorso, ecc ecc
Torna in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Lun Giu 06, 2016 12:58 pm

ferny7127 ha scritto:
MaurG ha scritto:
Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....

Esatto...una visione completamente opposta ! L'insegnante è certamente vittima di un sistema sbagliato che si ripete ormai da anni, che ha visto legiferare sulla materia gente non all'altezza. Qui parliamo di scuola, e non di quello che accade negli altri ambiti lavorativi !
Lo ripeto: è ' intollerabile che una persona dopo aver speso una vita intera per esercitare quella professione poi non debba farlo perchè, nel frattempo, continuano a cambiare le carte in tavola !! Se hai studiato e ti sei formato per fare l'insegnante che fai ? Ti guardi intorno, per fare cosa ? Per fare il medico magari ? Dai...bisognerebbe guardare agli altri paesi del nord europa e imparare da loro ! Ma soprattutto non essere così "remissivi"... personalmente non ritengo giusto che una crescita professionale non sia accompagnata da una equa retribuzione. Ci sono professioni dove, pur avendo fatto molto meno, guadagnano molto di più. Altrimenti uno avrebbe fatto altro nella vita...si chiama lavoro intellettuale, Ti dice nulla ??

Hai ragione ho iniziato da poco, per questo non mi sono ancora adagiato al lavoro di insegnante. Forse dopo che avrò fatto il precario per 10 anni ragionero' come te. Che lo Stato non sia in grado di legiferare in materia di scuola è un dato di fatto, ma secondo me, col sistema attuale, pretendere il posto fisso solo per aver lavorato (e, nel frattempo, guadagnato) a scuola non è giusto. Secondo me nemmeno il concorso va bene (un insegnante bravo lo si giudica sul campo non sul nozionismo), ma è la soluzione più equa, allo stato attuale per metterci una pezza momentaneamente. In futuro, secondo me, la soluzione migliore sarebbe far giudicare tutti gli insegnanti, specie i precari, da tutti: genitori, alunni, colleghi, ds, ente esterno (invalsi o simili, in tutte le materie)...personalmente sarei anche favorevole alla registrazione video di una mia lezione. Chi ottiene punteggi maggiori avrà più punti (non come oggi solo l'anzianità di servizio).
Non ha senso paragonare il lavoro di insegnante con quello di altri paesi europei, lì anche altri lavori sono retribuiti diversamente e richiedono molto spesso una professionalità minore rispetto al nostro paese. Dico solo che chi, come me, ha fatto altri lavori (tra cui call center a responsabilità quasi zero), si rende conto che la scuola, anche da precario, è molto meglio e, in rapporto alle ore lavorate è uno dei mestieri più pagati in Italia (e ti assicuro che io sono quello che lavora di più tra i miei colleghi)
Torna in alto Andare in basso
Littlelizard



Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.10.11

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Mer Giu 15, 2016 10:16 pm

MaurG ha scritto:
Una curiosità. Concorso per titoli significa che chi ha solo l'abilitazione, con la quale ha iniziato ad insegnare, si trova davanti tutti gli altri (40enni e company) che hanno anche il servizio?
In altre parole, passerebbe di ruolo con i capelli bianchi?

Sarebbe giusto che i giovani si mettessero in fila e facessero la gavetta, come abbiamo fatto noi quarantenni quando abbiamo iniziato. C'è chi i capelli bianchi ce l'ha davvero ed è ancora precario.
Torna in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 9:42 am

Incredibili le pretese che hanno questi precari storici! Quali sarebbero i vostri MERITI per aver diritto al posto fisso? Siete nati prima? Avete indovinato le scuole che avevano bisogno di supplenza? Non avete già guadagnato abbastanza? Se i giovani sono più bravi di voi dovete lasciargli spazio! Ma è mai possibile che non volete mai mettervi in discussione?
Torna in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2057
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 10:05 am

tecnologo alim ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
MaurG ha scritto:
Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....

Esatto...una visione completamente opposta ! L'insegnante è certamente vittima di un sistema sbagliato che si ripete ormai da anni, che ha visto legiferare sulla materia gente non all'altezza. Qui parliamo di scuola, e non di quello che accade negli altri ambiti lavorativi !
Lo ripeto: è ' intollerabile che una persona dopo aver speso una vita intera per esercitare quella professione poi non debba farlo perchè, nel frattempo, continuano a cambiare le carte in tavola !! Se hai studiato e ti sei formato per fare l'insegnante che fai ? Ti guardi intorno, per fare cosa ? Per fare il medico magari ? Dai...bisognerebbe guardare agli altri paesi del nord europa e imparare da loro ! Ma soprattutto non essere così "remissivi"... personalmente non ritengo giusto che una crescita professionale non sia accompagnata da una equa retribuzione. Ci sono professioni dove, pur avendo fatto molto meno, guadagnano molto di più. Altrimenti uno avrebbe fatto altro nella vita...si chiama lavoro intellettuale, Ti dice nulla ??

Hai ragione ho iniziato da poco, per questo non mi sono ancora adagiato al lavoro di insegnante. Forse dopo che avrò fatto il precario per 10 anni ragionero' come te. Che lo Stato non sia in grado di legiferare in materia di scuola è un dato di fatto, ma secondo me, col sistema attuale, pretendere il posto fisso solo per aver lavorato (e, nel frattempo, guadagnato) a scuola non è giusto. Secondo me nemmeno il concorso va bene (un insegnante bravo lo si giudica sul campo non sul nozionismo), ma è la soluzione più equa, allo stato attuale per metterci una pezza momentaneamente. In futuro, secondo me, la soluzione migliore sarebbe far giudicare tutti gli insegnanti, specie i precari, da tutti: genitori, alunni, colleghi, ds, ente esterno (invalsi o simili, in tutte le materie)...personalmente sarei anche favorevole alla registrazione video di una mia lezione. Chi ottiene punteggi maggiori avrà più punti (non come oggi solo l'anzianità di servizio).
Non ha senso paragonare il lavoro di insegnante con quello di altri paesi europei, lì anche altri lavori sono retribuiti diversamente e richiedono molto spesso una professionalità minore rispetto al nostro paese. Dico solo che chi, come me, ha fatto altri lavori (tra cui call center a responsabilità quasi zero), si rende conto che la scuola, anche da precario, è molto meglio e, in rapporto alle ore lavorate è uno dei mestieri più pagati in Italia (e ti assicuro che io sono quello che lavora di più tra i miei colleghi)
Ho letto in un romanzo distopico di una scuola proprio come la descrivi tu. 

Nella polemica, sterile, vecchi contro giovani, io temo tantissimo i giovani. Dove per giovani non intendo l'età anagrafica, ma l'ingresso recente nelle scuole. Questi giovani sono così depoliticizzati, non hanno un briciolo di coscienza di classe, sono assuefatti alla logica della meritocrazia, sarebbero pronti a scannare il collega per il bonus, a lavorare d'estate e pure di notte, a rinunciare a tutti i diritti.
Torna in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 10:27 am

Certo che siamo depoliticizzati...qualcuno ancora crede a quello che dicono?
Se siamo disposti a tutto pur di lavorare non mi sembra una cosa così negativa...è perchè qualsiasi lavoro abbiamo fatto ci hanno trattato a pesci in faccia. Poi dicono che non conosciamo la fatica, che non vogliamo lasciare casa, mettere su famiglia....ma con quali soldi?
Se siamo in questa situazione, in Italia, è proprio perchè le generazioni precedenti hanno avuto troppi diritti, hanno speso e sperperato in lungo e in largo, conoscono solo i loro diritti ma non i loro doveri, non hanno un minimo di senso civico e visione per le generazioni successive.
Ora siamo un paese pieno di debiti, chissà se avremo mai la pensione (ne dubito!) e voi state ancora lì a preoccuparvi di fare 1 o 2 ore in più o di dove dovete andare in vacanza (guai a chi tocca i vostri privilegi!). Mi rendo conto che quando si è abituati a fare poco poi quando viene richiesto di fare di più sembra una cosa inconcepibile, però, visto che voi avete figli, forse dovreste pensare anche un pò più a loro. Scusate lo sfogo e se sono stato troppo duro.
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 10:41 am

enricat ha scritto:
tecnologo alim ha scritto:
ferny7127 ha scritto:
MaurG ha scritto:
Sono proprio due visioni opposte. Da un lato chi vede l'insegnante come la vittima del sistema, e chi invece lo vede come un dipendente che vive lo stesso dramma di tutti quelli che lavorano.
I sacrifici li abbiamo fatti tutti per arrivare alla laurea, al TFA ecc ecc. Entriamo a scuola? Bene! Siamo precari? Certo, ci sono altri che devono essere sistemati prima di noi...siamo gli ultmi arrivati!!!!
Nessuno ci impedisce di cercare altro. Non troviamo nulla? Come mai? Forse perchè non c'è nulla o perchè non siamo così bravi...dipende! O perchè stare qui a scrivere a mezzogiorno del lunedì è bello...
Guadagnamo poco? Io ci vivo con questo stipendio e ci vivono tanti colleghi che hanno anche famiglia....

Esatto...una visione completamente opposta ! L'insegnante è certamente vittima di un sistema sbagliato che si ripete ormai da anni, che ha visto legiferare sulla materia gente non all'altezza. Qui parliamo di scuola, e non di quello che accade negli altri ambiti lavorativi !
Lo ripeto: è ' intollerabile che una persona dopo aver speso una vita intera per esercitare quella professione poi non debba farlo perchè, nel frattempo, continuano a cambiare le carte in tavola !! Se hai studiato e ti sei formato per fare l'insegnante che fai ? Ti guardi intorno, per fare cosa ? Per fare il medico magari ? Dai...bisognerebbe guardare agli altri paesi del nord europa e imparare da loro ! Ma soprattutto non essere così "remissivi"... personalmente non ritengo giusto che una crescita professionale non sia accompagnata da una equa retribuzione. Ci sono professioni dove, pur avendo fatto molto meno, guadagnano molto di più. Altrimenti uno avrebbe fatto altro nella vita...si chiama lavoro intellettuale, Ti dice nulla ??

Hai ragione ho iniziato da poco, per questo non mi sono ancora adagiato al lavoro di insegnante. Forse dopo che avrò fatto il precario per 10 anni ragionero' come te. Che lo Stato non sia in grado di legiferare in materia di scuola è un dato di fatto, ma secondo me, col sistema attuale, pretendere il posto fisso solo per aver lavorato (e, nel frattempo, guadagnato) a scuola non è giusto. Secondo me nemmeno il concorso va bene (un insegnante bravo lo si giudica sul campo non sul nozionismo), ma è la soluzione più equa, allo stato attuale per metterci una pezza momentaneamente. In futuro, secondo me, la soluzione migliore sarebbe far giudicare tutti gli insegnanti, specie i precari, da tutti: genitori, alunni, colleghi, ds, ente esterno (invalsi o simili, in tutte le materie)...personalmente sarei anche favorevole alla registrazione video di una mia lezione. Chi ottiene punteggi maggiori avrà più punti (non come oggi solo l'anzianità di servizio).
Non ha senso paragonare il lavoro di insegnante con quello di altri paesi europei, lì anche altri lavori sono retribuiti diversamente e richiedono molto spesso una professionalità minore rispetto al nostro paese. Dico solo che chi, come me, ha fatto altri lavori (tra cui call center a responsabilità quasi zero), si rende conto che la scuola, anche da precario, è molto meglio e, in rapporto alle ore lavorate è uno dei mestieri più pagati in Italia (e ti assicuro che io sono quello che lavora di più tra i miei colleghi)
Ho letto in un romanzo distopico di una scuola proprio come la descrivi tu. 

Nella polemica, sterile, vecchi contro giovani, io temo tantissimo i giovani. Dove per giovani non intendo l'età anagrafica, ma l'ingresso recente nelle scuole. Questi giovani sono così depoliticizzati, non hanno un briciolo di coscienza di classe, sono assuefatti alla logica della meritocrazia, sarebbero pronti a scannare il collega per il bonus, a lavorare d'estate e pure di notte, a rinunciare a tutti i diritti.

Questi giovani, e sono uno di loro per età e per ingresso a scuola, sono continuamente sottoposti a selezioni spietate. E vedono tanti (non tutti) meno giovani di età e antichi per ingresso a scuola che vivono allegri e beati senza più credere nell'insegnamento e nelle materie che insegnano (e dovrebbero amare). Vivacchiano e trasformano i 4 in 6 fine anno... e si stupiscono perchè il giovane collega non è d'accordo accidenti!!!
Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 3:56 pm

@MaurG: che sei sei giovane si evince da ogni tuo intervento (eheh tutta invidia la mia!) ma visto che oltre ad esserlo anagraficamente dici di esserlo anche nell'esperienza diretta a scuola, mi chiedo come puoi dare giudizi così netti e totalizzanti sui tuoi colleghi "anziani"...
mi chiedo quanti ne avrai incontrati finora (in un paio di anni) per ottenere un campione sufficientemente rappresentativo che ti permetta di esprimerti in termini così sprezzanti.
ma tutti tu li hai incontrati, i prof fannulloni? :-D
continui a dividere il mondo in buoni e cattivi, in modo davvero saccente per un giovane insegnante.
i ragazzi del '99, gli over 40, quelli che hanno i titoli, pure i concorsi facili al sud... e dai, abbiamo capito, abbi però un po' di rispetto e prova a sopportare con cristiana rassegnazione l'anzianità dei colleghi, del resto anche loro sopportano te! o li vogliamo sopprimere? ;-)
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1704
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 4:30 pm

Solar ha scritto:
@MaurG:  che sei sei giovane si evince da ogni tuo intervento (eheh tutta invidia la mia!) ma visto che oltre ad esserlo anagraficamente dici di esserlo anche nell'esperienza diretta a scuola, mi chiedo come puoi dare giudizi così netti e totalizzanti sui tuoi colleghi "anziani"...
mi chiedo quanti ne avrai incontrati finora (in un paio di anni) per ottenere un campione sufficientemente rappresentativo che ti permetta di esprimerti in termini così sprezzanti.
ma tutti tu li hai incontrati, i prof fannulloni? :-D
continui a dividere il mondo in buoni e cattivi, in modo davvero saccente per un giovane insegnante.
i ragazzi del '99, gli over 40, quelli che hanno i titoli, pure i concorsi facili al sud... e dai, abbiamo capito, abbi però un po' di rispetto e prova a sopportare con cristiana rassegnazione l'anzianità dei colleghi, del resto anche loro sopportano te!  o li vogliamo sopprimere? ;-)

Vedi ognuno difende il suo orticello e porta la sua esperienza. C'è chi loda il TFA e chi lo disprezza. Naturalmente lo disprezza chi ha superato le selezioni... C'è chi ha lavorato un giorno nella scuola e pretende di essere assunto e chi invece aspetta da anni. Io ho visto colleghi che lavorano bene e altri che lavorano male. Tutto qui, naturalmente ci sopportiamo a vicenda, ognuno con i suoi difetti
Torna in alto Andare in basso
AldoUmberto



Messaggi : 207
Data d'iscrizione : 18.09.14

MessaggioTitolo: Re: PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!   Gio Giu 16, 2016 4:49 pm

I bravi ed i meno bravi ci sono in tutti i settori!
Tra docente a T.I. e docente a T.D. non c'è alcuna differenza, solo la sigla è diversa.
E' possibile che non si possa partecipare ad un forum senza trovare rabbia e puntare sempre il dito contro una categoria o un'altra?
Bisogna semplicemente rispettare i pareri altrui, e finirla con sarcasmi per nulla costruttivi!
Dimenticavo: ognuno di noi sa quanto effettivamente vale, bisogna raggiungere un obiettivo e prefiggersene subito un altro, senza discorsi aridi o accuse sgradevoli, bisogna studiare e poi ancora studiare
Torna in alto Andare in basso
 
PRECARI...ORA TOCCA A VOI !!!
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Formazione precari
» Formazione docenti precari
» Arretrati precari
» Arretrati precari
» Salva Precari 2011/2012

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Andare verso: