Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 10:14 am

Ormai il livello medio degli alunni in uscita da elementari e medie è sotto terra. I motivi? Tantissimi! Le soluzioni? Non sembrano esserci!
Una proposta potrebbe essere quella di affiancare alle maestre della primaria a partire dalla 3˚ elementare, un esperto di materia, almeno su italiano, matematica e inglese (nessuna maestra può essere tuttologa e un aiuto potrebbe essere davvero utile). Mi rendo conto che sarebbe troppo costoso per lo Stato Italiano, però potrebbe sostituire tanti corsi e bonus vari che, in effetti hanno utilità molto discutibile.
L'alternativa a costo zero, mi sembra, come ho scritto nella sezione didattica,abbassare le pretese, fare lezioni più interattive e coinvolgenti, impariamo di più a scuola, meno compiti a casa e più lavoro in classe. Però poi a questo punto tutti devono sapere bene quello che si fa in classe, le verifiche devono essere serie (nessuno deve copiare) e i voti ai consigli non si cambiano. È praticamente un'offerta commerciale ai genitori. Preferite il pezzo di carta fasullo con lezioni tradizionali o una lezione più leggera e meno nozionistica ma con voti reali? Secondo voi preferirebbero comunque il pezzo di carta?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 12:09 pm

tecnologo alim ha scritto:
L'alternativa a costo zero, mi sembra, come ho scritto nella sezione didattica, abbassare le pretese, fare lezioni più interattive e coinvolgenti, impariamo di più a scuola, meno compiti a casa e più lavoro in classe.

E quali sarebbero le pretese esagerate che vengono imposte ai bambini delle elementari?

Se è vero, come dici tu, che arrivano a fine ciclo in condizioni pietose, che non sanno scrivere, non sanno contare, e quant'altro, vuol dire che nessuno ha imposto loro delle PRETESE elevate.
Se fossero stati bersagliati di chissà quali pretese, avrebbero imparato di più, no?

Quanto ai "meno compiti a casa e più lavoro in classe", davvero non lo sai che è GIA' così da decenni? Io 'sti presunti poveri cuccioli massacrati di compiti a casa alle elementari, francamente, non ne vedo. I carichi pesanti di compiti a casa alle elementari esistevano quando quasi tutti facevano il tempo breve solo di mattina e avevano tutti i pomeriggi a casa... ma da quando si è diffuso il tempo pieno, e comunque anche tutti gli altri hanno qualche pomeriggio impegnato a scuola anche se non tutti i giorni, le cose sono cambiate parecchio (e PROPRIO per i motivi che dici tu, ossia che si fa più lavoro in classe rispetto ai vecchi tempi).

Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 12:42 pm

Non c'è bisogno di arrabbiarsi tanto è solo un'ipotesi la mia. Sulle pretese mi riferisco principalmente a quelle in uscita dalle medie. Hai presente cosa dovrebbero sapere di matematica, scienze e tecnologia, secondo i programmi ministeriali questi ragazzi? Secondo me chi ha fatto i programmi non ha mai messo piede in una classe. Questi a malapena sanno leggere e scrivere (in stampatello) e gli vogliono far fare le proiezioni ortogonali e le assonometrie di pezzi meccanici?
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 12:48 pm

Collega Tecnologo

solo per conoscenza, ma tu hai mai messo piede in una classe elementare di una scuola normale di una periferia qualsiasi?
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 12:54 pm

Ho fatto l'esperto esterno di matematica in una 4 elementare in provincia di Napoli (buona zona, tutti figli di professionisti). A parte le 4 operazioni meccanicamente non sapevano fare nient'altro
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:07 pm

E comunque, sarà che alle elementari non ho mai lavorato e che ne ho una limitatissima esperienza solo come madre, ma a me non sembra proprio che "non imparino niente".

Pochi giorni fa ho assistito a uno strepitoso saggio di fine anno della classe di mio figlio (classe terza), che era una serissima e profondissima riflessione, per quanto commisurata all'età, sul senso della storia e su quanto c'è ancora in noi dei contributi di chi ci ha preceduto, sia quelli di altri umani come noi ma più antichi, sia quelli dei nostri antenati biologici di specie diverse.

C'erano recite e canti (con testi che venivano da Gianni Rodari e da Bruno Tognolini e che erano stati personalmente trasformati in canzoni dal maestro di musica della scuola, con la collaborazione attiva dei bambini), e dei quadri di azione collettiva di significato davvero toccante, come quello in cui i nostri antenati primitivi compiono per la prima volta un rituale per salutare un compagno morto, o quello in cui scoprono con meraviglia la possibilità di tracciare dei segni sulle pareti di roccia.

A me non sembrano intrattenimenti ludici o banali, per nulla.
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:35 pm

Ma non ho mai detto che alle elementari non imparano niente! Solo che imparano un sacco di cose inutili! Per esempio quelli di 4˚ sapevano di scienze i nomi di difficilissime specie di origine preistorica (e non sono quanto tempo ci aveva messo la maestra per fargliele pronunciare correttamente), poi avevano perso 2 mesi per imparare a fare le divisioni a 2 cifre al denominatore (quando poi alle medie usano la calcolatrice...e senza quella nemmeno 70 : 7 a mente sanno fare), mentre non sapevano fare le equivalenze, non avevano capito le frazioni e non sapevano mettere in ordine crescente dei numeri decimali. Di logica poi non ne parliamo proprio (zero assoluto!). O cambiamo le maestre o cambiamo gli alunni o cambiamo i metodi di insegnamento. Ma qualcosa dobbiamo pur fare!
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
E comunque, sarà che alle elementari non ho mai lavorato e che ne ho una limitatissima esperienza solo come madre, ma a me non sembra proprio che "non imparino niente".

Pochi giorni fa ho assistito a uno strepitoso saggio di fine anno della classe di mio figlio (classe terza), che era una serissima e profondissima riflessione, per quanto commisurata all'età, sul senso della storia e su quanto c'è ancora in noi dei contributi di chi ci ha preceduto, sia quelli di altri umani come noi ma più antichi, sia quelli dei nostri antenati biologici di specie diverse.

C'erano recite e canti (con testi che venivano da Gianni Rodari e da Bruno Tognolini e che erano stati personalmente trasformati in canzoni dal maestro di musica della scuola, con la collaborazione attiva dei bambini), e dei quadri di azione collettiva di significato davvero toccante, come quello in cui i nostri antenati primitivi compiono per la prima volta un rituale per salutare un compagno morto, o quello in cui scoprono con meraviglia la possibilità di tracciare dei segni sulle pareti di roccia.

A me non sembrano intrattenimenti ludici o banali, per nulla.

Molto bella e molto commerciale come cosa (soprattutto per i genitori!). Ma sanno leggere e scrivere questi bambini?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:52 pm

Scusa un attimo... se il problema è che "non sanno fare nemmeno 70 diviso 7", allora ti lamenti perché fanno TROPPI esercizi sulle divisioni?

E se poi gli esercizi sulle divisioni sono INUTILI "perchè tanto c'è la calcolatrice", allora che problema c'è se non sano fare 70 diviso 7, tanto c'è la calcolatrice ugualmente?

Ma deciditi, eh... i calcoli a mente o i calcoli a mano, secondo te, SERVONO o NO?

Se non servono a niente, non scandalizzarti se non li sanno fare...
...e se invece ritieni che siano utili, non scandalizzarti perché gli fanno perdere troppo tempo a impararli!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:54 pm

tecnologo alim ha scritto:
Molto bella e molto commerciale come cosa

Cosa ci sarebbe di COMMERCIALE in quello che ho descritto?

Non li hanno intrippati di video di Focus, non li hanno intortati con mirabolanti applicazioni sul tablet (anzi, l'anno scorso era stata vagamente ventilata l'ipotesi di un progetto sperimentale con i tablet nelle classi, ma è stato GIUSTAMENTE respinto alla grande), non li hanno spinti a presentare ai genitori un filmato proiettato sulla lim.

A me è sembrato l'esatto OPPOSTO di una mentalità commerciale.

Comincio a pensare seriamente che tu sia un troll.


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Sab Giu 11, 2016 2:05 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 903
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:55 pm

grande paniscus
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 1:59 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa un attimo... se il problema è che "non sanno fare nemmeno 70 diviso 7", allora ti lamenti perché fanno TROPPI esercizi sulle divisioni?

E se poi gli esercizi sulle divisioni sono INUTILI "perchè tanto c'è la calcolatrice", allora che problema c'è se non sano fare 70 diviso 7, tanto c'è la calcolatrice ugualmente?

Ma deciditi, eh... i calcoli a mente o i calcoli a mano, secondo te, SERVONO o NO?

Se non servono a niente, non scandalizzarti se non li sanno fare...
...e se invece ritieni che siano utili, non scandalizzarti perché gli fanno perdere troppo tempo a impararli!

Sono talmente rimbecilliti dagli smartphone che, alle medie, non si ricordano più niente e senza l'aiuto della calcolatrice non sanno fare nemmeno 70 :7. Alle elementari però hanno perso 2 mesi per imparare a fare 35465 :78 usando carta e penna....quando difficilmente questo gli servirà nella vita di tutti i giorni non ti pare?
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:06 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
tecnologo alim ha scritto:
Molto bella e molto commerciale come cosa

Cosa ci sarebbe di COMMERCIALE in quello che ho descritto?

A me è sembrato l'esatto OPPOSTO di una mentalità commerciale.

Non li hanno intrippati di video di Focus, non li hanno intortati con mirabolanti applicazioni sul tablet, non li hanno spinti a presentare ai genitori un filmato proiettato sulla lim.

Comincio a pensare seriamente che tu sia un troll.

Di commerciale c è che queste cose servono per fare bella figura con i genitori (mamma mia com è bravo mio figlio! Che cosa difficilissima ha fatto!). Ma quanto tempo ha perso per impararla? Cosa ha fatto il resto della classe nel frattempo? Perché se poi, in terza media, devo vedere dei temi in classe di italiano di 5 righe tutte scritte in stampatello e pieno di errori di ortografia, forse qualcosa di sbagliato c è, non sembra anche a te?
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:08 pm

però dovremmo smettere di pensare che i 25-50-75 bambini che vediamo noi siano un campione rappresentativo del mondo.
Ci sono dei numeri, dei confronti internazionali, dei report europei sull'istruzione.... Si potrebbe partire da lì invece di dire: "il livello medio è sotto terra"? In 4° primaria il livello medio è buono, dicono i rilevamenti TIMS. Alle fine delle medie è basso in italiano, nettamente sotto la media in matematica, senza lode né infamia per scienze, dice il rilevamento PISA. Vado a memoria, non ho tempo di controllare i numeri. Potrebbe farlo chi propone di "professionalizzare" (argh!!!) le scuole primarie? Sulla base delle sue sole esperienze dirette?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:18 pm

tecnologo alim ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa un attimo... se il problema è che "non sanno fare nemmeno 70 diviso 7", allora ti lamenti perché fanno TROPPI esercizi sulle divisioni?

E se poi gli esercizi sulle divisioni sono INUTILI "perchè tanto c'è la calcolatrice", allora che problema c'è se non sano fare 70 diviso 7, tanto c'è la calcolatrice ugualmente?

Ma deciditi, eh... i calcoli a mente o i calcoli a mano, secondo te, SERVONO o NO?

Se non servono a niente, non scandalizzarti se non li sanno fare...
...e se invece ritieni che siano utili, non scandalizzarti perché gli fanno perdere troppo tempo a impararli!

Sono talmente rimbecilliti dagli smartphone che, alle medie, non si ricordano più niente e senza l'aiuto della calcolatrice non sanno fare nemmeno 70 :7. Alle elementari però hanno perso 2 mesi per imparare a fare 35465 :78 usando carta e penna....quando difficilmente questo gli servirà nella vita di tutti i giorni non ti pare?

Il fatto che alle medie, o anche alla fine delle elementari, siano rimbecilliti dagli smartphone non è un destino biologico ineluttabile, ma è una ben precisa scelta educativa (si fa per dire) dei loro genitori, ai quali spetta la responsabilità del rimbecillimento di cui sopra. Non vedo perchè la scuola dovrebbe concluderne che non bisogna più insegnare le divisioni, tanto sono comunque destinati a rimbecillirsi.

Siccome io, personalmente, oltre al bambino di cui parlavo, ho un'altra figlia più grande che alle medie ci è già arrivata, e siccome io e il padre abbiamo fatto in modo che ci arrivasse SENZA essere rimbecillita con lo smartphone... allora sono contentissima che la procedura delle divisioni a mano l'abbia imparata, anche se poi negli anni di scuola futuri avrà poche occasioni di usarla.

E mi sarebbero girate le scatole assai, ma veramente ASSAI, se la scuola elementare avesse rinunciato a priori a insegnargliela, adducendo la scusa che "tanto è inutile, perché sicuramente nel giro di un anno sarà rimbecillita dallo smartphone, e quindi non capirà più niente di che cos'è una divisione".

Chi accetta (e anzi, caldeggia con compiacimento) che i propri figli a 10 o 11 anni siano rimbecilliti con lo smartphone, non lo fa per necessità ineluttabile, ma lo fa per precisa scelta personale propria, come GENITORE.

La scuola non c'entra niente.

E nemmeno i genitori che la pensano diversamente e che non lo caldeggiano affatto.

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:20 pm

geo&geo ha scritto:
Potrebbe farlo chi propone di "professionalizzare" (argh!!!) le scuole primarie?

Oltretutto, cosa vuol dire "professionalizzare"?

Che gli insegnanti delle primarie NON SAREBBERO dei professionisti?
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:20 pm

geo&geo ha scritto:
però dovremmo smettere di pensare che i 25-50-75 bambini che vediamo noi siano un campione rappresentativo del mondo.
Ci sono dei numeri, dei confronti internazionali, dei report europei sull'istruzione.... Si potrebbe partire da lì invece di dire: "il livello medio è sotto terra"? In 4° primaria il livello medio è buono, dicono i rilevamenti TIMS. Alle fine delle medie è basso in italiano, nettamente sotto la media in matematica, senza lode né infamia per scienze, dice il rilevamento PISA. Vado a memoria, non ho tempo di controllare i numeri. Potrebbe farlo chi propone di "professionalizzare" (argh!!!) le scuole primarie? Sulla base delle sue sole esperienze dirette?

In effetti su questo potrei anche darti ragione, solo che non mi fido molto di questi rilevamenti TIMS, mi fido di più di quello che sento dire in giro dalle maestre e dai professori delle medie ( e francamente, sento sempre dire che il livello dei loro alunni è sempre più basso). Non sarà che vengono richieste competenze troppo basse alle elementari e troppo alte alle medie? Mi viene da pensare questo sinceramente
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:24 pm

[professionisti s_2.0"]
geo&geo ha scritto:
Potrebbe farlo chi propone di "professionalizzare" (argh!!!) le scuole primarie?

Oltretutto, cosa vuol dire "professionalizzare"?

Che gli insegnanti delle primarie NON SAREBBERO dei professionisti?[/quote]

Certo che sono dei professionisti! Sono dei professionisti nel trattare con i bambini! Non sono però professionisti della materia (italiano, matematica, inglese). Perciò penso che affiancargli qualcuno che sappia la materia in modo più approfondito possa aiutarli molto
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:36 pm

tecnologo alim ha scritto:
Non sarà che vengono richieste competenze troppo basse alle elementari e troppo alte alle medie? Mi viene da pensare questo sinceramente
Le competenze richieste e certificate  (con 4 livelli) alla fine della primaria sono ragionevoli. Per esempio, per la comunicazione in lingua italiana:
Ha una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati, di raccontare le proprie esperienze e di adottare un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni.
Per le competenze matematiche e scientifiche:
Utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche per trovare e giustificare soluzioni a problemi reali.
E poi
Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed è in grado di ricercare ed organizzare nuove informazioni.

Alle medie si riparte da lì. Avremo bambini che partono dal livello "iniziale" e sarà dura. Per altri sarà più semplice, perché partono da livelli più alti. Ma in ogni caso le scuole medie non sono dei mini-licei, c'è da lavorare un sacco sui "fondamentali"
Tornare in alto Andare in basso
tecnologo alim



Messaggi : 285
Data d'iscrizione : 16.04.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:37 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
tecnologo alim ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Scusa un attimo... se il problema è che "non sanno fare nemmeno 70 diviso 7", allora ti lamenti perché fanno TROPPI esercizi sulle divisioni?

E se poi gli esercizi sulle divisioni sono INUTILI "perchè tanto c'è la calcolatrice", allora che problema c'è se non sano fare 70 diviso 7, tanto c'è la calcolatrice ugualmente?

Ma deciditi, eh... i calcoli a mente o i calcoli a mano, secondo te, SERVONO o NO?

Se non servono a niente, non scandalizzarti se non li sanno fare...
...e se invece ritieni che siano utili, non scandalizzarti perché gli fanno perdere troppo tempo a impararli!

Sono talmente rimbecilliti dagli smartphone che, alle medie, non si ricordano più niente e senza l'aiuto della calcolatrice non sanno fare nemmeno 70 :7. Alle elementari però hanno perso 2 mesi per imparare a fare 35465 :78 usando carta e penna....quando difficilmente questo gli servirà nella vita di tutti i giorni non ti pare?

Il fatto che alle medie, o anche alla fine delle elementari, siano rimbecilliti dagli smartphone non è un destino biologico ineluttabile, ma è una ben precisa scelta educativa (si fa per dire) dei loro genitori, ai quali spetta la responsabilità del rimbecillimento di cui sopra. Non vedo perchè la scuola dovrebbe concluderne che non bisogna più insegnare le divisioni, tanto sono comunque destinati a rimbecillirsi.

Siccome io, personalmente, oltre al bambino di cui parlavo, ho un'altra figlia più grande che alle medie ci è già arrivata, e siccome io e il padre abbiamo fatto in modo che ci arrivasse SENZA essere rimbecillita con lo smartphone... allora sono contentissima che la procedura delle divisioni a mano l'abbia imparata, anche se poi negli anni di scuola futuri avrà poche occasioni di usarla.

E mi sarebbero girate le scatole assai, ma veramente ASSAI, se la scuola elementare avesse rinunciato a priori a insegnargliela, adducendo la scusa che "tanto è inutile, perché sicuramente nel giro di un anno sarà rimbecillita dallo smartphone, e quindi non capirà più niente di che cos'è una divisione".

Chi accetta (e anzi, caldeggia con compiacimento) che i propri figli a 10 o 11 anni siano rimbecilliti con lo smartphone, non lo fa per necessità ineluttabile, ma lo fa per precisa scelta personale propria, come GENITORE.

La scuola non c'entra niente.

E nemmeno i genitori che la pensano diversamente e che non lo caldeggiano affatto.


Beh, ormai mi pare di capire che mi hai preso di mira, qualsiasi cosa scrivo non ti va bene, quindi mi sembra inutile continuare su questa linea tanto il mio concetto l'ho espresso. L'ultima cosa e poi non scrivo più; qualsiasi cosa risponderai ti lascerò l'ultimo post è che, secondo me, ci sono delle priorità...la divisione a due cifre al denominatore è piuttosto meccanica e difficile da digerire, la maggioranza degli adulti non la sa fare...le equivalenze, i numeri decimali, le frazioni hanno la priorità...bisogna prima saper fare quelle, se poi c'è tempo si passa ad altro, tutto qui. Alla prossima!
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 678
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 2:49 pm

tecnologo alim ha scritto:
Ma non ho mai detto che alle elementari non imparano niente! Solo che imparano un sacco di cose inutili! Per esempio quelli di 4˚ sapevano di scienze i nomi di difficilissime specie di origine preistorica (e non sono quanto tempo ci aveva messo la maestra per fargliele pronunciare correttamente), ...

Perché a volte le maestre sono fatte così, si fanno condizionare da quelli che vorrebbero affiancarle con "persone esperte" sulla disciplina, si sentono il fiato sul collo dei colleghi della scuola media che dicono che i bimbi non sanno niente, e si fanno prendere la mano...
Magari in buona fede, sapendo che c'è un'età in cui i bimbi adorano i "dinosauri" (se pensavi a questo parlando di origine preistorica....) ci si perdono un po' troppo. Chissà, magari da quelle lezioni nasceranno i futuri Stephen Gould...
Diciamo che sicuramente un maggiore dialogo tra i docenti di uno stesso comprensivo sarebbe molto utile.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6190
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?   Sab Giu 11, 2016 3:17 pm

tecnologo alim ha scritto:
Beh, ormai mi pare di capire che mi hai preso di mira, qualsiasi cosa scrivo non ti va bene, quindi mi sembra inutile continuare su questa linea tanto il mio concetto l'ho espresso.

E ti pareva che non partisse la filippica di vittimismo personale contro l' "interlocutore brutto e cattivo che ce l'ha con me".

Io non ti ho "preso di mira" perchè mi stai antipatico, sto semplicemente criticando delle cose che tu dici, perchè sinceramente non le condivido e penso che siano sbagliate, tutto lì.
Tornare in alto Andare in basso
 
Proposta di riforma delle elementari: perché non le professionalizziamo?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Genesi delle leggi e influenze culturali
» la repubblica delle banane
» ciao stesteeeee!!!!!passa delle belle vacanze!!!!
» Perché laurearsi in Filosofia? Che pezzo di carta è?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: