Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 12:44 pm

Nella scuola si fa un gran parlare di concorsi e di meritocrazia.  Si è sempre detto che il modo più oggettivo per misurare la meritocrazia è il concorso. Tutti gli altri criteri per misurare il merito sono empirici e perciò influenzati da numerose variabili.
Quindi vincere una cattedra attraverso un concorso dovrebbe essere la garanzia più oggettiva del merito e, conseguenzialmente, il diritto giuridico più solido nel mantenerla rispetto alle altre forme. Eppure non è così.
Nel paese dove ci si riempie la bocca nel richiedere il merito quello che alla fine dei conti non viene riconosciuto è proprio il merito.
Parlo del concorso dei docenti del 2012, il più massacrante tra i concorsi fatti nella scuola: 11.000 posti per 330.000 candidati! Un posto ogni 33 partecipanti.
Faccio l’esempio dell’insegnante Francesca (nome immaginario).
Francesca ha 35 anni, una laurea in Lettere presa con 110 e lode, 3 Master, 2 abilitazioni, 5 anni già di insegnamento alle spalle ed è inclusa nelle GaE in buona posizione. Ma Francesca sa pure che, coi tempi che corrono, forse entrerà di ruolo attraverso le GaE tra 6-7 anni.  Allora il concorso  è per lei un’occasione da non perdere.  Studia, si prepara per mesi.
Supera il test iniziale: 50 risposte su 50! Supera lo scritto e l’orale con ottimi voti. Alla fine risulta proprio VINCITRICE (non idonea…),  al  76 posto sui 213 messi a concorso. E’ fatta, il suo impegno e la sua preparazione è stata premiata: il merito esiste!  Purtroppo non viene immessa in ruolo già al 1 settembre successivo ma dovrà attendere un altro anno. Non fa niente, un anno più o un anno in meno non fa troppa differenza, ormai il ruolo è sicuro.
Mentre Francesca continua ad avere l’ennesima nomina a TD in attesa dell’anno successivo per l’immissione in ruolo, all’orizzonte si affaccia Matteo Renzi.
Matteo Renzi  ha una moglie che sta nelle GaE e che, purtroppo per lei (e per lui), non è riuscita a superare il concorso. Allora cosa ti inventa il pacione? Tutti gli inseriti nelle GaE saranno immessi in ruolo ipso facto. Già in passato l’ex ministro Mastella aveva portato avanti una legge che permetteva agli insegnanti elementari occupati nei Centri di Lettura con almeno 2 anni di servizio l’immissione in ruolo. Per puro caso sua nipote aveva giusto 2 anni nei Centri di Lettura… Ma queste sono pure coincidenze.
Quindi la povera Francesca, se non avesse partecipato al concorso, sarebbe comunque entrata in ruolo l’anno successivo, e nella stessa provincia dove avrebbe  avuto la cattedra da concorso.
Dopo solo un anno dalla sua immissione in ruolo da concorso, Francesca di ritrova con colleghi inclusi nelle GaE immessi in ruolo, che non hanno vinto il concorso o che, addirittura, non vi hanno partecipato proprio.  Ora giuridicamente (questo è il brutto) sono sullo stesso livello, vincitori e vinti. Anzi, la Buona S(cu)ola di Renzi, si è inventata la chiamata diretta laddove un DS può ben decidere di preferire l’insegnante X a Francesca.
Mettetevi nei panni di Francesca ma fatelo nel modo più obiettivo possibile. Superare il concorso per Francesca, e non solo, è stata la vittoria di Pirro.
Ora, e concludo, se in questo paese esistesse veramente la meritocrazia, nella chiamata diretta da parte dei DS, i vincitori di concorso dovrebbero avere una priorità rispetto agli altri. La cattedra l’hanno vinta perché se la sono guadagnata con enorme fatica e non attraverso una sanatoria…
Dovrebbe essere proprio la legge, nel rispetto del diritto pubblico e privato, a tutelare i vincitori di concorso, al di là della meritocrazia acclarata.
Ma si sa, noi siamo italiani, siamo solo buoni a parlare di merito quando riguarda gli altri, poi, nella pratica…

P.S. L'Anief non si fa paladino della tutela dei vincitori di concorso perché sono pochi e l'incasso è limitato...
Torna in alto Andare in basso
glenngould



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 22.05.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 3:01 pm

Applausi.
Torna in alto Andare in basso
en1986



Messaggi : 150
Data d'iscrizione : 18.07.14

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 4:39 pm

Ah, ma allora non sono l'unica malpensante.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16826
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 4:46 pm

Non credo che si debbano discriminare gli insegnanti in funzione del modo in cui sono entrati in ruolo (o del modo in cui hanno preso l'abilitazione). Anche perchè alcuni insegnanti non hanno avuto la possibilità di partecipare al concorso (intendo un concorso che vale 12 punti in mobilità, per chiarirci).
I titoli valgono punti nei movimenti, nelle graduatorie, etc, e siamo d'accordo. Poi sicuramente c'è molto da discutete sul "valore" dei punti, ma il discorso è diverso, anche se comunque ricade anche questo nella meritocrazia.

Se si vuole la meritocrazia, tutti gli insegnanti di ruolo partecipano a movimenti, assegnazioni, etc, a pari diritto. Ognuno col suo curriculum, la sua formazione, il suo concorso se ce l'ha, e così via. E poi il DS (stando allo stato attuale in cui non c'è regolamento specifico) può valutare chi "prendere". Se fossi un DS onesto (e non sono un DS) sicuramente prenderei una persona titolata, con esperienza, etc.
Torna in alto Andare in basso
apollonius



Messaggi : 339
Data d'iscrizione : 12.10.12

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 8:40 pm

Con tutto il rispetto, mi sembra una sciocchezza.
Ci piace dimenticarlo ma anche chi è entrato in GaE ha vinto un concorso. Qualcuno ha vinto un concorso a cattedra ma non l'ha mai ricevuta; qualcun altro ha avuto accesso alla SSIS passando attraverso una selezione uguale in tutto e per tutto ai concorsi, a numero chiuso come i concorsi.

Francesca sta messa come tutti gli altri. E' vittima, come tutti gli altri, di un sistema kafkiano stupido e schiavo del risparmio, che utilizza il ministero dell'Istruzione come oggetto di scambio politico e, alternativamente, come serbatoio di voti e fonte di risparmi.
Non esiste differenza tra Francesca, Francesco che ha frequentato la SSIS, Franco che ha vinto il concorso del 90, Luigi che ha passato la selezione per il TFA; e nemmeno Adelina, che è in ruolo già da 10 anni.
Purtroppo ognuno di noi crede di essere meglio dell'altro, di avere più diritto, di essere più anziano, più preparato, più titolato, più, più, più. E così otteniamo meno diritti, meno qualità, meno considerazione, meno stipendio, meno, meno, meno.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 9:30 pm

Apollonius, con tutto il rispetto parlando stai mettendo tutti sullo stesso piano.
Le SISS e i TFA servono per conseguire un'abilitazione, le GaE ad ottenere una futura, probabile ed auspicabile immissione in ruolo. I concorsi precedenti stilavano una graduatoria da cui attingere al 50 per cento dei posti disponibili sine die. Nessuno aveva un diritto reale su una cattedra.
Chi ha vinto una cattedra ha un diritto reale è oggettivo.
Tanto per farti capire, l'ufficiale che esce dall,accademia (dove si accede solo per concorso) ha una carriera più veloce e raggiunge gradi che un ufficiale di complemento non potrà mai raggiungere. Ecco, i vincitori di cattedra dovrebbero essere gli ufficiali usciti dall'Accademia.
Solo nella scuola sono messi tutti sullo stesso piano...
Torna in alto Andare in basso
Littlelizard



Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.10.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 10:01 pm

I concorsi nella scuola, non li vince chi è più preparato o chi ha studiato di più, ma chi ha più fortuna. Io conosco gente preparatissima, con tanto di dottorato oppure con più di una laurea che nel 2012 fu bocciata. Anche io fui bocciata, pur avendo studiato, mentre una mia collega, senza abilitazione, solo con la laurea e senza aver fatto un giorno di supplenza si è ritrovata tutto d'un colpo di ruolo a 45 anni, dopo aver passato la sua vita a fare l'architetto, perché voleva il posto fisso. D'altra parte conosco anche gente che il concorso l'ha vinto senza neanche aprire libro. Chi ha fatto la SSIS si è sobbarcato 2 anni di tirocinio e lezioni con frequenza obbligatoria, con tanto di test d'ingresso (c'era il numero chiuso), esami in itinere e esame di stato finale. Tu evidentemente non l'hai fatta, si capisce da come ne parli con astio. Ti invito quindi a non parlare di cose che non conosci direttamente e che non hai vissuto. E comunque Renzi non solo ha assunto tutti i vincitori, ma anche tutti gli idonei del concorso del 2012, cosa secondo me abominevole perché non si fa un bando con un tot di posti che dovevano andare ai vincitori e poi si sovvertono tutte le regole assumendo anche gli idonei.

Comunque vedo che in giro c'è molto astio e odio: i tieffini nei confronti dei sissini, chi non è in GAE nei confronti di chi c'è, di chi non è abilitato nei confronti di chi lo è, chi ha vinto il concorso contro chi è entrato in ruolo per scorrimento ecc... Io dico una cosa sola: spero che tutto codesto fiele che avete in corpo vi si ritorca contro. Certamente va a danno della categoria perché mentre noi siamo impegnati a farci la guerra, lassù i nostri governanti ne approfittano per rovinarci indisturbati.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16826
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 10:15 pm

Gli insegnanti per me devono essere tutti uguali, da un punto di vista formale. Stessi diritti, stessi doveri stesse procedure, etc. Poi ognuno col suo punteggio, curriculum, titoli, etc.

Questa logica di divisione/discriminazione fa purtroppo solo il gioco di Renzi e di chi vuole distruggere la scuola pubblica.
Sembrerà banale e scontato, forse desueto, ma occorre essere uniti, non cercare di capire a chi dare la "medaglia" del migliore o più meritevole.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 10:34 pm

Francesca non ha alcun astio verso chicchessia ma solo una grande amarezza e delusione. Semmai se tu a dimostrarlo in ogni passaggio di quello che dici.
Littlelizard ha scritto:
I concorsi nella scuola, non li vince chi è più preparato o chi ha studiato di più, ma chi ha più fortuna.
Anche la fortuna e quindi il fato è una componente ineluttabile.
Littlelizard ha scritto:
Io conosco gente preparatissima, con tanto di dottorato oppure con più di una laurea che nel 2012 fu bocciata. Anche io fui bocciata, pur avendo studiato, mentre una mia collega, senza abilitazione, solo con la laurea e senza aver fatto un giorno di supplenza si è ritrovata tutto d'un colpo di ruolo a 45 anni, dopo aver passato la sua vita a fare l'architetto, perché voleva il posto fisso.
Comprendo la tua amarezza ma i concorsi sono stati sempre così. Io conosco primatisti mondiali che hanno mantenuto il titolo per decenni, che poi sono stati battuti da un esordiente nelle finali. Che vogliamo fare?!
Littlelizard ha scritto:
D'altra parte conosco anche gente che il concorso l'ha vinto senza neanche aprire libro.
Questi sono i raccomandati di ferro (ne ho visto pure io uno dal vivo).
Littlelizard ha scritto:
Chi ha fatto la SSIS si è sobbarcato 2 anni di tirocinio e lezioni con frequenza obbligatoria, con tanto di test d'ingresso (c'era il numero chiuso), esami in itinere e esame di stato finale. Tu evidentemente non l'hai fatta, si capisce da come ne parli con astio.
Ahi, ahi, ahi, leggi più attentamente. Francesca ha già fatto tutto quello che tu dici e anche di più...
Littlelizard ha scritto:
Ti invito quindi a non parlare di cose che non conosci direttamente e che non hai vissuto.
Neghi l'evidenza?
Littlelizard ha scritto:
E comunque Renzi non solo ha assunto tutti i vincitori, ma anche tutti gli idonei del concorso del 2012, cosa secondo me abominevole perché non si fa un bando con un tot di posti che dovevano andare ai vincitori e poi si sovvertono tutte le regole assumendo anche gli idonei.
Ah, quindi le regole, quando ti conviene vuoi che siano rispettate!
Forse non hai capito nulla del principio giuridico, ancor che etico, che sorregge il mio discorso.
Francesca ha già fatto tutto quello che tu hai fatto ma diversmante da te ha vinto pure il concorso. Per caso vuoi mettere in discussione il suo merito. E comunque, pur non conoscendo Francesca, non accetti il fatto che possa vantare crediti più di te. Hai ragione "c'è molto astio e odio". Infatti chiudi dicendo: "spero che tutto codesto fiele che avete in corpo vi si ritorca contro."
Ma ti rendi conto di quello che dici? Lo vedi il tuo astio conseguente forse ad una tua pregressa frustrazione?
Francesca non sta dicendo che solo i vincitori di concorso devono avere una cattedra. Sta semplicemente stilando un elenco prioritario come si fa con i riservisti e le precedenze. Altrimenti mi sai dire a cos'è servito vincere il concorso nel 2012 quando da lì a poco sarebbe comunque entrata in ruolo lo stesso?
Dovrebbe essere felice di aver superato un concorso molto difficile (fortuna e raccomandazioni a parte...) quando dopo un solo anno vede la sua cattedra "scippata" dall'ultimo in GaE solo perché con 104 o due figli a carico...o, peggio ancora, perché viene preferita alla favorita del DS di turno?

P.S. A proposito di 104, ma la classe docente è fatta ancora da reduci di Caporetto? Sembrano tutti cagionevoli in salute.


Ultima modifica di giobbe il Mer Giu 15, 2016 10:43 pm, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 10:41 pm

arrubiu ha scritto:
Gli insegnanti per me devono essere tutti uguali, da un punto di vista formale. Stessi diritti, stessi doveri  stesse procedure, etc. Poi ognuno col suo punteggio, curriculum, titoli, etc.
Appunto.

arrubiu ha scritto:
Questa logica di divisione/discriminazione fa purtroppo solo il gioco di Renzi e di chi vuole distruggere la scuola pubblica.
Sembrerà banale e scontato, forse desueto, ma occorre essere uniti, non cercare di capire a chi dare la "medaglia" del migliore o più meritevole.
Peccato che questa unità la si richiede solo quando fa comodo...Tant'é che vi accontentate di 1300 euro al mese.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16826
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Mer Giu 15, 2016 10:54 pm

Certo, ma chi hail concorso non deve avere alcuna precedenza o altro. I titoli si valutano, si ha un punteggio per quando serve.
Non mi sembra che stiamo dicendo la stessa cosa.
Torna in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2068
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:19 am

I tieffini forse dovrebbero parlare con qualcuno che è in gae e ha rifiutato l'offertona del piano straordinario di assunzioni, tipo me. Smettetela di invidiarci! È stato un massacro, una sottrazione di diritti, abbiamo perso tutti e tutte e voi continuate a invidiarci senza nemmeno capire che cosa state invidiando. E basta, vi prego basta parlare di meritocrazia. La neolingua della buona scuola vi è entrata nelle viscere. La meritocrazia fa schifo, crea competizione, è più meritevole Francesca che ha vinto il concorso, Peppino che ha fatto il tfa, no è meglio Giuseppina che ha fatto la ssis! Ma che pena, ci meritiamo tutto. E la moglie di Renzi? Questo è il livello misero delle argomentazioni politiche che come insegnanti sappiamo fare? Ma veramente credete che Renzi abbia messo in piedi tutta sta riforma per assumere la moglie?
Torna in alto Andare in basso
Αρης

avatar

Messaggi : 2465
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:45 am

sì e perché doveva risparmiare un bel po' di soldi e levarsi dai coxxioni le GAE se no mamma Merkel gli faceva il mazzo...d'altronde noi non siamo inglesi!
Torna in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2068
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 9:14 am

dopo la moglie Agnese arriva la mamma Merkel. Manca al repertorio dei "comblotti" la storia dell'europa e dei 36 mesi per questo è stato costretto ad assumere. Visioni politiche lungimiranti....
Torna in alto Andare in basso
Littlelizard



Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.10.11

MessaggioTitolo: cara Francesca...   Gio Giu 16, 2016 10:43 am

Se questa ipotetica Francesca con l'abilitazione ha voluto non aspettare lo scorrimento della Gae ma partecipare al concorso per accelerare i tempi la scelta è stata sua, nessuna l'ha costretta. Io sono precaria in Gae e ho partecipato al concorso di quest'anno per incrementare del 50 per cento le possibilità per il ruolo (nell'utopia di avere la fortuna di passare, perché tanto di quello si tratta e nulla più), ma non me la prendo con chi non l'ha fatto. E comunque non è vero che il superamento di un concorso non è riconosciuto: sono 12 punti per la mobilità e se sei perdente posto. Io non ho astio, ma se mi attaccano sputo veleno. Tu piuttosto non hai nulla di meglio da fare che scrivere papiri per attaccare la gente.
Torna in alto Andare in basso
MaurG



Messaggi : 1751
Data d'iscrizione : 28.03.12

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 10:46 am

Littlelizard ha scritto:
Se questa ipotetica Francesca con l'abilitazione ha voluto non aspettare lo scorrimento della Gae ma partecipare al concorso per accelerare i tempi la scelta è stata sua, nessuna l'ha costretta. Io sono precaria in Gae e ho partecipato al concorso di quest'anno per incrementare del 50 per cento le possibilità per il ruolo (nell'utopia di avere la fortuna di passare, perché tanto di quello si tratta e nulla più), ma non me la prendo con chi non l'ha fatto. E comunque non è vero che il superamento di un concorso non è riconosciuto:  sono 12 punti per la mobilità e se sei perdente posto. Io non ho astio, ma se mi attaccano sputo veleno. Tu piuttosto non hai nulla di meglio da fare che scrivere papiri per attaccare la gente.

Io vorrei capire una cosa. Ma quante persone sono ancora in GAE?? E di che epoca sono?? Ci sono ancora ragazzi del '99?
Torna in alto Andare in basso
Littlelizard



Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 19.10.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 10:54 am

E riguardo al fatto che io voglio il rispetto delle regole solo quando mi fanno comodo, stai attento caro Giobbe a quello che dici, perché non mi conosci, ma io sono una che alle regole ci sta e pure parecchio.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:02 pm

arrubiu ha scritto:
Certo, ma chi hail concorso non deve avere alcuna precedenza o altro. I titoli si valutano, si ha un punteggio per quando serve.
Non mi sembra che stiamo dicendo la stessa cosa.
Io parto da un principio giuridico non da una considerazione del tutto personale.
Ti faccio un esempio elementare, così è più facile da capire.
Nella scuola italiana ci sono 2 cattedre di Matematica. Lo stato italiano mette una di queste due cattedre a concorso, l'altra se la tiene per sé. Al concorso partecipano 1000 docenti di matematica e, ovviamente, uno solo vince la cattedra. Successivamente lo stato ritiene di assegnare l'altra cattedra ad uno incluso in una graduatoria ad esaurimento.
Dopo pochi anni una delle due cattedre sparisce. A questo punto, secondo l'attuale normativa, si deve fare la graduatoria interna. L'insegnante che è stato assunto per scorrimento della graduatoria ha più punti perché ha un figlio. Quindi chi dovrà lasciare la cattedra è il docente che l'ha vinta per concorso. Ora giuridicamente ti sembra una cosa corretta? Per me, assolutamente no.
Come vedi condivido il principio che si deve dare peso ai vari titoli. E' il peso che è stato dato ai vari titoli che è sbagliato.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:09 pm

Aresgr ha scritto:
sì e perché doveva risparmiare un bel po' di soldi e levarsi dai coxxioni le GAE se no mamma Merkel gli faceva il mazzo...d'altronde noi non siamo inglesi!
Meno male che c'è qualcuno che va oltre il proprio interesse personale. Hai capito perché Renzi ha fatto quel che ha fatto. Quello che tanti altri docenti non hanno capito è che Renzi l'ha fatto sulla pelle degli insegnanti, distruggendo la scuola pubblica è mortificando quel poco di dignità che era a loro rimasta.
Quello che ancora gli altri non hanno capito è che quando parlo di titoli (intanto che esistono le graduatorie) ne rivendico la giusta valenza di ognuno di essi.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:16 pm

enricat ha scritto:
dopo la moglie Agnese arriva la mamma Merkel. Manca al repertorio dei "comblotti" la storia dell'europa e dei 36 mesi per questo è stato costretto ad assumere. Visioni politiche lungimiranti....
Sostegno? Buono per te!
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:18 pm

Littlelizard ha scritto:
Tu piuttosto non hai nulla di meglio da fare che scrivere papiri per attaccare la gente.
Ovviamente tutti questi attacchi non mi stupiscono più di tanto perché su questo forum i vincitori di concorso sono pochissimi ma molti sono gli insegnanti entrati in ruolo ope legis; mentre tanti, troppi, sono i potenziali aspiranti all'immissione in ruolo. Come si fa a far capire a tutta questa gente che i vincitori di concorso devono avere una precedenza rispetto a chi vincitore di concorso non è. Non lo capirebbero mai.
Comunque ti puoi risparmiare le minacce, che sono completamente fuori luogo e non ti rendono merito. Non hai nemmeno capito che non ce la tengo con nessuno. Sto solo dicendo che trovo più onesto che i vincitori di concorso siano più tutelati rispetto agli altri in caso di contrazione di cattedre. E' un'opinione e come tale la puoi o no condividere ma rimani nella corretta dialettica.
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16826
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:34 pm

@giobbe: sul fatto che si possa mettere mano al "peso" (quindi ai punti) dati ai titoli, o ai figli o cose di questo tipo, sono d'accordo.
Quello che contesto è la *precedenza* da dare a chi, nell'esempio che hai fatto tu, ha fatto il concorso. Il docente entrato in ruolo perchè ha superato un concorso non è diverso da chi è entrato in ruolo in altro modo. È un docente di ruolo e tutti i docenti di ruolo sono uguali. Se c'è da fare una graduatoria, si valutano i titoli (fatto salvo quanto scritto all'inizio). Ma non è che in cima a questa ipotetica graduatoria ci sono prima quelli del concorso (a prescindere dai punti) e dopo gli altri.
Io il concorso non l'ho fatto (nel 2012) perchè nella mia regione non c'erano posti per la mia classe di concorso e non me la sono sentita di farlo fuori. Se ci fosse stato qui quasi sicuramente l'avrei fatto, ma non sarebbe cambiata la mia visione su questa cosa.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:38 pm

arrubiu ha scritto:
Io il concorso non l'ho fatto (nel 2012) perchè nella mia regione non c'erano posti per la mia classe di concorso e non me la sono sentita di farlo fuori. Se ci fosse stato qui quasi sicuramente l'avrei fatto, ma non sarebbe cambiata la mia visione su questa cosa.
Infatti stiamo parlando di punti di vista, con tutto il rispetto sia per l'uno che per l'altro.
Il mio è che si dovrebbe dare molta più garanzia a chi ha vinto un concorso rispetto agli altri.
"Se ci fosse stato qui quasi sicuramente l'avrei fatto, ma non sarebbe cambiata la mia visione su questa cosa." Su quest'ultima tua frase nutro forti dubbi...
Torna in alto Andare in basso
arrubiu
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 16826
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 12:41 pm

Beh certo, la sfera di cristallo non ce l'ha nessuno:)
Ma il mio pensiero non nasce dalla mia particolare posizione scolastica, quanto dall'idea più generale appunto dell'uguaglianza degli insegnanti. Anche perché, come ho scritto in un post qui sopra, non tutti hanno potuto accedere alle diverse modalità di ingresso in ruolo.
Torna in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 4819
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioTitolo: Re: I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.   Gio Giu 16, 2016 1:27 pm

arrubiu ha scritto:
Beh certo, la sfera di cristallo non ce l'ha nessuno:)
Ma il mio pensiero non nasce dalla mia particolare posizione scolastica, quanto dall'idea più generale appunto dell'uguaglianza degli insegnanti. Anche perché, come ho scritto in un post qui sopra, non tutti hanno potuto accedere alle diverse modalità di ingresso in ruolo.
Vedi che incominciamo ad intendeci?
Sarò ancora più chiaro. TUTTI gli insegnanti sono paritari, compreso il supplente temporaneo. Cioè i docenti sono docenti e basta, senza nessuna distinzione tra loro.
Detto questo purtroppo esistono le graduatorie dei perdenti posto. Il mio parere è che nell'ambito di queste graduatorie i docenti vincitore di concorso dovrebbero essere i più garantiti. Lo dico non perché ce l'ho con qualcuno ma per un mio senso della giustizia distributiva secondo la concezione aristotelica.
Non posso togliere la cattedra ad un vincitore di concorso solo perché mi sono divertita con mio marito e ho fatto due figli...
Torna in alto Andare in basso
 
I vincitori di cattedra e la vittoria di Pirro.
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Scambio di cattedra
» Spezzare cattedra sostegno 18 h
» TSH sballato
» DOVE PARTORIRE IN PIEMONTE
» con quante ore si conserva la titolarità?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: