Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
comp_xt



Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 1:34 pm


Una «rivoluzione anestetizzante» si è compiuta silenziosamente sotto i nostri occhi ma noi non ce ne siamo quasi accorti: la “mediocrazia” ci ha travolti. I mediocri sono entrati nella stanza dei bottoni e ci spingono a essere come loro (...)

Chi sono i mediocri

Essere mediocri, spiega Deneault, non vuol dire essere incompetenti. Anzi, è vero il contrario. Il sistema incoraggia l’ascesa di individui mediamente competenti a discapito dei supercompetenti e degli incompetenti. Questi ultimi per ovvi motivi (sono inefficienti), i primi perché rischiano di mettere in discussione il sistema e le sue convenzioni. Ma comunque, il mediocre deve essere un esperto. Deve avere una competenza utile ma che non rimetta in discussione i fondamenti ideologici del sistema. Lo spirito critico deve essere limitato e ristretto all’interno di specifici confini perché se così non fosse potrebbe rappresentare un pericolo. Il mediocre, insomma, spiega il filosofo canadese, deve «giocare il gioco».

http://angelomincuzzi.blog.ilsole24ore.com/2016/06/19/la-mediocrazia-travolti-mediocri-hanno-preso-potere/?refresh_ce=1

Mi mare che la scuola italiana sia il migliore esempio di presa del potere della "mediocrazia".

Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
MWM



Messaggi : 435
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 1:49 pm

Concordo con Deneault, ma confido nell'autonomia scolastica, che ha le potenzialità per piegare le regole del gioco nella direzione dell'eccellenza.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 2:01 pm

MWM ha scritto:
Concordo con Deneault, ma confido nell'autonomia scolastica, che ha le potenzialità per piegare le regole del gioco nella direzione dell'eccellenza.

L'autonomia scolastica è, al contrario, l'emblema del modo in cui la "mediocrazia" si esplicita, essendo diretta da figure quali i Dirigenti Scolastici che sono in prevalenza mediocri, nell'accezione del termine data da Deneault.

Ed è una cosa tristissima, perché un tempo la categoria dei presidi era in prevalenza costituita in da persone di notevole spessore culturale e questa caratteristica emergeva nei loro interventi e nella loro azione.

Oggi i Dirigenti Scolastici, fatte salve rare eccezioni, perseguono invece  l'obiettivo di sostenere e propagandare l'ideologia pedagogica dominante, eseguendo delle precise direttive ministeriali in merito e dimenticandosi che in Italia la libertà di insegnamento è garantita dalla Costituzione.

A dettare la linea culturale e didattica della scuola non sono più i docenti, anch'essi spesso "mediocrizzati" oppure costretti al silenzio e etichettati come "contrastivi", ma ciò che il Miur vuole che si faccia, secondo le richieste presenti nel RAV - mostro burocratico che  stabilisce che cosa vada migliorato e che cosa invece va bene.
Tornare in alto Andare in basso
MWM



Messaggi : 435
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 2:08 pm

Il problema è più generale:

http://www.internazionale.it/opinione/oliver-burkeman/2015/03/03/mediocrita-soluzioni

I docenti comincino a prendersi le proprie responsabilità. Quando l'orario di chiusura del CD cesserà di essere la priorità per la maggior parte dei docenti e il quieto vivere passerà in secondo piano rispetto alle esigenze didattiche vorrà dire che ci si starà incamminando sulla buona strada. Gli strumenti per cambiare le cose ci sono e l'autonomia ne è uno dei principali. Ma senza l'impegno si fa poca strada.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 2:36 pm

MWM ha scritto:
Il problema è più generale:

http://www.internazionale.it/opinione/oliver-burkeman/2015/03/03/mediocrita-soluzioni

I docenti comincino a prendersi le proprie responsabilità. Quando l'orario di chiusura del CD cesserà di essere la priorità per la maggior parte dei docenti e il quieto vivere passerà in secondo piano rispetto alle esigenze didattiche vorrà dire che ci si starà incamminando sulla buona strada. Gli strumenti per cambiare le cose ci sono e l'autonomia ne è uno dei principali. Ma senza l'impegno si fa poca strada.

Che anche nel corpo docente la "mediocrazia" la faccia da padrona sono d'accordo.
Del resto, l'avere come priorità l'orario di chiusura del Collegio Docenti si traduce proprio nella richiesta di votare quanto prima e senza dibattito la proposta del Dirigente mediocre, la quale è ovviamente corrisponde a quelle che sono le direttive ideologiche propagandate dal Miur.

Ma il discorso potrebbe essere lungo e passerebbe dalla settimana corta proposta solo per avere il sabato libero (e pazienza se l'orario che ne viene fuori sia anti-didattico) per arrivare al modo in cui sono stati spesi i 500 €.
Su quest'ultimo punto dico subito che non voglio fare la morale a nessuno, io stesso avrei acquistato un PC o un tablet nuovo se ne avessi avuto la necessità. Ma che la stragrande maggioranza degli insegnanti avesse questa esigenza o la avesse come prioritaria, mi sembra quanto meno strano e mi fa riflettere.

C'è da dire anche che la "mediocrità" è anche l'effetto del trattamento economico indecoroso, che è lo specchio di come lo stato e la società considerino la professione docente.
È difficile chiedere assunzioni di responsabilità quando una professione intellettuale che richiede anni di studi viene retribuita con uno stipendio degno di un lavoro che richiede scarsa qualificazione.

Dissento comunque sul fatto che l'autonomia scolastica, nell'attuale assetto normativo, possa essere uno strumento per migliorare le cose - al contrario ritengo che essa contribuisca a distruggere il pensiero critico, la creatività e qualsiasi visione disinteressata della cultura e che incentivi la burocratizzazione dell'istruzione, il conformismo e il pensiero unico.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6193
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 3:33 pm

MWM ha scritto:
Concordo con Deneault, ma confido nell'autonomia scolastica, che ha le potenzialità per piegare le regole del gioco nella direzione dell'eccellenza.

Ma stai scherzando?

Nella logica dell'autonomia scolastica c'è un interesse diretto fortissimo ad avere a che fare solo con mediocri, e c'è il TERRORE di trovarsi tra i piedi gente troppo competente e troppo consapevole dei propri diritti e doveri!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 6:21 pm

Cosa c è di indecoroso in 1500 euro al mese? Buttate meno soldi nei gratta vinci, non vi fate inculare a comprare suv a rate perché il vicino l ha comprato per "dominare la strada",,non regalate iPhone da 600 € ai figli 15 enni che non se ne fanno un cazzo, e vedrete che lo stipendio magicamente sale a 1700-1800 ed oltre..
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1792
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Dom Lug 10, 2016 9:38 pm

che poi i mediocri sono sempre gli altri. Ognuno di noi è convinto di essere meglio, nessuno ammetterebbe di essere mediocre.
E in quell'articolo comunque si confonde la mediocrità con un atteggiamento acritico, conformista. Che non è proprio la stessa cosa. E' anche possibile formare una società in cui le menti mediocri (comunque la maggioranza della popolazione) usano TUTTE il proprio spirito critico invece di adeguarsi senza riflettere.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 1:34 am

comp_xt ha scritto:
Mi mare che la scuola italiana sia il migliore esempio di presa del potere della "mediocrazia".

Cosa ne pensate?
Mi sembra ovvio ed inevitabile: per diventare insegnanti bisogna essere laureati, determinati e spesso superare selezioni, quindi non si può essere tutti dei fessi; gli insegnanti però sono 800000 e sarebbe illusorio pensare che tutti possano essere dei supermen/women della cultura; qualcuno sarà superman, qualcuno sarà un pirla e la maggior parte si posizionerà nel mezzo .... i mediocri.

Aggiungo che se io fossi il miglior ingegnere d'Italia col cavolo che farei il docente per 1450 €/mese, e se un letterato fosse il miglior romanziere d'Italia, col cavolo che insegnerebbe italiano.
La maggioranza di noi non lavora al CERN, alla NASA, alla Monsanto, alla Rizzoli, alla Banca d'Italia ecc ecc perchè non è abbastanza bravo per farlo, è solo abbastanza bravo per insegnare ai ragazzi; lavoro di media difficoltà.
Tornare in alto Andare in basso
carla_federica



Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.07.16

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 7:32 am

comp_xt ha scritto:
MWM ha scritto:
Concordo con Deneault, ma confido nell'autonomia scolastica, che ha le potenzialità per piegare le regole del gioco nella direzione dell'eccellenza.

L'autonomia scolastica è, al contrario, l'emblema del modo in cui la "mediocrazia" si esplicita, essendo diretta da figure quali i Dirigenti Scolastici che sono in prevalenza mediocri, nell'accezione del termine data da Deneault.

Ed è una cosa tristissima, perché un tempo la categoria dei presidi era in prevalenza costituita in da persone di notevole spessore culturale e questa caratteristica emergeva nei loro interventi e nella loro azione.

Oggi i Dirigenti Scolastici, fatte salve rare eccezioni, perseguono invece  l'obiettivo di sostenere e propagandare l'ideologia pedagogica dominante, eseguendo delle precise direttive ministeriali in merito e dimenticandosi che in Italia la libertà di insegnamento è garantita dalla Costituzione.

A dettare la linea culturale e didattica della scuola non sono più i docenti, anch'essi spesso "mediocrizzati" oppure costretti al silenzio e etichettati come "contrastivi", ma ciò che il Miur vuole che si faccia, secondo le richieste presenti nel RAV - mostro burocratico che  stabilisce che cosa vada migliorato e che cosa invece va bene.

Difficile dire meglio di come hai detto. Parole da stampare. L'autonomia è stata la rovina della scuola italiana. E ancora molti non lo capiscono, anzi, molti chiedono più autonomia. Ma quando la medicina non funziona, si aumenta la dose? Se uno ha il tumore e non passa con l'antibiotico, deve prendere più antibiotico?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 7:56 am

avidodinformazioni ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Mi mare che la scuola italiana sia il migliore esempio di presa del potere della "mediocrazia".

Cosa ne pensate?
Aggiungo che se io fossi il miglior ingegnere d'Italia col cavolo che farei il docente per 1450 €/mese, e se un letterato fosse il miglior romanziere d'Italia, col cavolo che insegnerebbe italiano.
La maggioranza di noi non lavora al CERN, alla NASA, alla Monsanto, alla Rizzoli, alla Banca d'Italia ecc ecc perchè non è abbastanza bravo per farlo, è solo abbastanza bravo per insegnare ai ragazzi; lavoro di media difficoltà.


Questo però è vero oggi e non lo era prima, quando tutti i grandi letterati e scienziati venivano dall'insegnamento e passavano dalla scuola al CERN.
Se oggi questo si è interrotto e non ci sono più in cattedra Pascoli e Carducci, non significa che la scuola sia votata per sua costituzione interna a raccattare studiosi mediocri.
Nelle nostre scuole il curriculum non vale nulla, e questa mediocrazia è anche frutto di una gestione che non fa differenze, che non considera un parametro l'essere un Carducci o un Pinco Pallo, perché, dicono tutti, non è che Carducci debba per forza essere migliore nell'insegnamento solo in virtù del profilo da studioso.
Ovunque si leggono interventi sul fatto che la preparazione culturale non garantisca un buon insegnante, gli insegnanti stessi mostrano enormi resistenze a valutare come merito della propria professionalità pubblicazioni e titoli culturali e sono i primi a disconoscere un peso alla conoscenze scientifica della propria materia di insegnamento (cosa ci fai con un dottorato in fisica se devi insegnare a un professionale un milionesimo delle cose che sai?).

Aggiungo che non possiamo negare un nesso tra conformismo e mediocrità. Noi stessi cerchiamo di formare studenti consapevoli e di instillare lo spirito critico fornendo un bagaglio di conoscenze, con una cultura superiore alla media.
Il mediocre ha un minore spirito critico perché ha minori strumenti, la sfida è fornire a tutti maggiori strumenti, non cercare di fare quel che si può (poco) con quel che si ha (poco), anche perché è questa seconda soluzione che ci ha portati alla mediocrità diffusa ormai a ogni livello, fino a lambire quelli apicali.
Tornare in alto Andare in basso
MWM



Messaggi : 435
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 8:03 am

comp_xt ha scritto:
Dissento comunque sul fatto che l'autonomia scolastica, nell'attuale assetto normativo, possa essere uno strumento per migliorare le cose - al contrario ritengo che essa contribuisca a distruggere il pensiero critico, la creatività e qualsiasi visione disinteressata della cultura e che incentivi la burocratizzazione dell'istruzione, il conformismo e il pensiero unico.

paniscus_2.0 ha scritto:
Nella logica dell'autonomia scolastica c'è un interesse diretto fortissimo ad avere a che fare solo con mediocri, e c'è il TERRORE di trovarsi tra i piedi gente troppo competente e troppo consapevole dei propri diritti e doveri!

Scusate ma l'autonomia conferisce il potere ai singoli istituti di interpretare come meglio credono le funzioni della scuola pubblica delineate a livello centrale. In pratica, ciò significa che il Collegio dei Docenti ha mano libera nell'organizzazione della didattica. Che la maggior parte dei docenti, così come dei dirigenti, non prenda alcuna iniziativa e rimanga passiva in attesa di "indicazioni ministeriali" che spesso non arrivano o arrivano "tardi" è il retaggio della scuola centralizzata d'altri tempi e della paura delle responsabilità che ogni scelta autonoma comporta.

Se è questo il modo in cui l'autonomia "contribuisc[e] a distruggere il pensiero critico, la creatività e qualsiasi visione disinteressata della cultura e [...] incentiv[a] la burocratizzazione dell'istruzione, il conformismo e il pensiero unico" e favorisce la mediocrità, mi pare che il problema stia dalla parte di chi dovrebbe essere autonomo e si dimostra invece ancora non autosufficiente ovvero, per le questioni didattiche, il corpo docente.

Se invece intendete altro, mi piacerebbe capire meglio a che cosa vi riferite.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 8:31 am

Ancora con sto CERN.. Il quale è un enorme carrozzone che galleggia grazie a finanziamenti pubblici,europei,o privati credo.
Da sto po' po' di roba esce ogni tanto qualche applicazione utile e concreta per l uomo?mai..ricerca pura senza un senso.
Tornare in alto Andare in basso
diderot.m7



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.10.14

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 12:08 pm

Felipeto ha scritto:
Ancora con sto CERN.. Il quale è un enorme carrozzone che galleggia grazie a finanziamenti pubblici,europei,o privati credo.
Da sto po' po' di roba esce ogni tanto qualche applicazione utile e concreta per l uomo?mai..ricerca pura senza un senso.

Forse perché la ricerca pura è lo scopo per cui è stato fondato?
Tornare in alto Andare in basso
Bequadro



Messaggi : 216
Data d'iscrizione : 18.12.12

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 12:32 pm

Il mio personale concetto di mediocre è "chi si accontenta".
E' mediocre chi rinuncia a fare di se stesso (che sia uno studente o un insegnante) il miglior risultato formativo possibile, dove "risultato" si intende in termini di conoscenze e di cultura, non in termini di attestati.
E' mediocre chi smette di coltivarsi una volta raggiunto il sospirato posto di lavoro.
E' mediocre chi ragiona in questi termini: "sono un mediocre, quindi posso soltanto accontentarmi di un posto da insegnante".
E' mediocre chi spera sempre di trovare la pappa pronta e usa solo quella.
E' mediocre chi insegue e accetta le mode del momento, il quieto vivere, il male minore.

Per avidodinformazioni: nel momento in cui è stato buttato alle ortiche il concetto di "missione formativa", con il crollo della considerazione sociale e del rispetto verso gli insegnanti, ecco che le eccellenze hanno disertato la scuola, lasciandola nelle mani dei mediocri che perpetuano un modello basso e contribuiscono ad abbassarlo.
Non dimentichiamoci che il nostro sistema scolastico premia persone come Schettino, chiamandole a tenere lezioni speciali.
Tornare in alto Andare in basso
Simone_Panzavolta



Messaggi : 523
Data d'iscrizione : 28.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 12:59 pm

Felipeto ha scritto:
Ancora con sto CERN.. Il quale è un enorme carrozzone che galleggia grazie a finanziamenti pubblici,europei,o privati credo.
Da sto po' po' di roba esce ogni tanto qualche applicazione utile e concreta per l uomo?mai..ricerca pura senza un senso.

invece le scuole che preparano automi massificati vanno bene e danno soddisfazione rispetto alla ricerca teorica.
(ironia, specifichiamo)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15849
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 1:47 pm

lucetta10 ha scritto:
Se oggi questo si è interrotto e non ci sono più in cattedra Pascoli e Carducci, non significa che la scuola sia votata per sua costituzione interna a raccattare studiosi mediocri.
Considera che Pascoli e Carducci hanno vissuto un tempo in cui l'analfabetismo era dilagante e quindi con i libri non ci si arricchiva, non fosse altro perchè erano appannaggio di 4 gatti; a quel tempo la docenza era una delle tante attività lavorative degli uomini di cultura, con stipendi probabilmente in linea con le altre.

Oggi Pascoli e Carducci venderebbero come Ken Follett, diventerebbero ricchi sfondati e non avrebbero voglia di passare il tempo a compilare piani di lavoro indicando conoscenze e competenze trasversali o programmi di recupero, specificando le pagine del libro dove trovare gli argomenti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:00 pm

avidodinformazioni ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Se oggi questo si è interrotto e non ci sono più in cattedra Pascoli e Carducci, non significa che la scuola sia votata per sua costituzione interna a raccattare studiosi mediocri.
Considera che Pascoli e Carducci hanno vissuto un tempo in cui l'analfabetismo era dilagante e quindi con i libri non ci si arricchiva, non fosse altro perchè erano appannaggio di 4 gatti; a quel tempo la docenza era una delle tante attività lavorative degli uomini di cultura, con stipendi probabilmente in linea con le altre.

Oggi Pascoli e Carducci venderebbero come Ken Follett, diventerebbero ricchi sfondati e non avrebbero voglia di passare il tempo a compilare piani di lavoro indicando conoscenze e competenze trasversali o programmi di recupero, specificando le pagine del libro dove trovare gli argomenti.


Siamo onesti: i docenti sono i primi a mettere in secondo piano il profilo culturale della propria funzione, oscillando tra chi dice che conoscere tanto della propria disciplina è inutile e chi valuta un anno di anzianità quanto 1000 di studio accademico. Benissimo le solite questioni di stipendio, ma non trovo corretto ignorare completamente questo aspetto. A furia di sottovalutare la formazione strettamente culturale ci troviamo in classe molti laureati mediocri, o comunque molti laureati mediocri pensano che l'insegnamento sia alla portata di u laureato mediocre
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:05 pm

E invece no! Le tue paturnie e fissazioni mentali sull.origine del Big bang o l esistenza di dio te le paghi tu con i tuoi soldi.!
La ricerca è finalizzata all umanità. Se ricadute non ce ne sono tutti a casa..e le milionate di euro all assistenza Dell handicap o fini sociali..
O forse più che ricerca fine a se stessa è un comodo posteggio con stipendio, dato che.nessuno può controllare e monitorare i risultati di una ricerca pura senza obiettivi concreti..
Il CERN,a mio avviso,è una voragine di soldi tanto quanto il parlamento italiano..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:07 pm

evvaicolpagapantalone!
Tornare in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:08 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
che poi i mediocri sono sempre gli altri. Ognuno di noi è convinto di essere meglio, nessuno ammetterebbe di essere mediocre.
E in quell'articolo comunque si confonde la mediocrità con un atteggiamento acritico, conformista. Che non è proprio la stessa cosa. E' anche possibile formare una società in cui le menti mediocri (comunque la maggioranza della popolazione) usano TUTTE il proprio spirito critico invece di adeguarsi senza riflettere.

Concordo. E come è ridicolo vedere insegnanti che saliti in cattedra, magari dopo non aver trovato niente di meglio al di fuori della scuola, si erigono a maitres à penser dello spirito critico, pensano di instillare in alunni distratti e disinteressati quella libertà di giudizio che proprio a loro manca.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:38 pm

MWM ha scritto:
comp_xt ha scritto:
Dissento comunque sul fatto che l'autonomia scolastica, nell'attuale assetto normativo, possa essere uno strumento per migliorare le cose - al contrario ritengo che essa contribuisca a distruggere il pensiero critico, la creatività e qualsiasi visione disinteressata della cultura e che incentivi la burocratizzazione dell'istruzione, il conformismo e il pensiero unico.

paniscus_2.0 ha scritto:
Nella logica dell'autonomia scolastica c'è un interesse diretto fortissimo ad avere a che fare solo con mediocri, e c'è il TERRORE di trovarsi tra i piedi gente troppo competente e troppo consapevole dei propri diritti e doveri!

Scusate ma l'autonomia conferisce il potere ai singoli istituti di interpretare come meglio credono le funzioni della scuola pubblica delineate a livello centrale. In pratica, ciò significa che il Collegio dei Docenti ha mano libera nell'organizzazione della didattica. Che la maggior parte dei docenti, così come dei dirigenti, non prenda alcuna iniziativa e rimanga passiva in attesa di "indicazioni ministeriali" che spesso non arrivano o arrivano "tardi" è il retaggio della scuola centralizzata d'altri tempi e della paura delle responsabilità che ogni scelta autonoma comporta.

Se è questo il modo in cui l'autonomia "contribuisc[e] a distruggere il pensiero critico, la creatività e qualsiasi visione disinteressata della cultura e [...] incentiv[a] la burocratizzazione dell'istruzione, il conformismo e il pensiero unico" e favorisce la mediocrità, mi pare che il problema stia dalla parte di chi dovrebbe essere autonomo e si dimostra invece ancora non autosufficiente ovvero, per le questioni didattiche, il corpo docente.

Se invece intendete altro, mi piacerebbe capire meglio a che cosa vi riferite.

Concordo pienamente MWM, anche a me piacerebbe capire meglio.
L'autonomia è certamente un'opportunità, la possibilità di lasciarsi alle spalle un'offerta formativa statica ed ancorata a parametri fissi uguali per tutti. Bisogna partire da una sana autocritica e condannare apertamente la tendenza alla mediocrità: occorre essere propositivi, mettersi in gioco, sperimentare, progettare nuove proposte didattiche e se alla fine del percorso i risultati non saranno quelli sperati, avere il coraggio di ammetterlo, guardare avanti e ricominciare daccapo, con lo stesso entusiasmo e con la stesso approccio critico iniziale.
Ho parlato di tendenza alla mediocrità, giammai parlerei di mediocrità conclamata di tutta la classe docente, perché sono convinta delle enormi qualità e potenzialità di tutto il corpo docente che talvolta può essere offuscata da esempi sbagliati, ma si tratta di una minoranza di poco conto.
Credo nella grande qualità della maggioranza dei nostri insegnanti, e se non cominciamo per primi ad esserne consapevoli, difficilmente questo riconoscimento arriverà dagli altri!
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 954
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 2:46 pm

Felipeto ha scritto:
E invece no! Le tue paturnie e fissazioni mentali sull.origine del Big bang o l esistenza di dio te le paghi tu con i tuoi soldi.!
La ricerca è finalizzata all umanità. Se ricadute non ce ne sono tutti a casa..e le milionate di euro all assistenza Dell handicap o fini sociali..
O forse più che ricerca fine a se stessa è un comodo posteggio con stipendio, dato che.nessuno può controllare e monitorare i risultati di una ricerca pura senza obiettivi concreti..
Il CERN,a mio avviso,è una voragine di soldi tanto quanto il parlamento italiano..

Se non fosse che conosco tantissimi ingegneri che la pensano diversamente da te, avrei pensato che questo intervento dà ragione al classico stereotipo sull'ingegnere inquadrato, ottuso e incapace di guardare oltre il proprio orticello.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 3:01 pm

Chi ha ampi orizzonti se li finanzi da solo.
L ingegnere è al servizio della collettività. Non di sé stesso. Opere immani come il progetto Manhattan, il boeing 747, il ponte sul Bosforo o il raddrizzamento della Concordia hanno avuto costi enormi, ma la collettività ne ha beneficiato. Di cosa si fa al CERN, nessuno lo sa, si sa solo che ha un costo folle ed applicazioni a favore di tutti non ve ne sono.
Tornare in alto Andare in basso
diderot.m7



Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 22.10.14

MessaggioOggetto: Re: La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere   Lun Lug 11, 2016 3:58 pm

Felipeto ha scritto:
Chi ha ampi orizzonti se li finanzi da solo.
L ingegnere è al servizio della collettività. Non di sé stesso. Opere immani come il progetto Manhattan, il boeing 747, il ponte sul Bosforo o il raddrizzamento della Concordia hanno avuto costi enormi, ma la collettività ne ha beneficiato. Di cosa si fa al CERN, nessuno lo sa, si sa solo che ha un costo folle ed applicazioni a favore di tutti non ve ne sono.

Le conosci le applicazioni in campo medico degli acceleratori di particelle?
Se prima non fai ricerca pura come pensi di progredire culturalmente e tecnologicamente?
Secondo te i fisici degli anni '30 conoscevano già i principi che regolano un reattore nucleare prima di studiare la natura dell'atomo e del nucleo?
Tornare in alto Andare in basso
 
La “mediocrazia” ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» ...me ne accorgo così............
» mai altro forum mi ispirò così :-D
» perchè le beta così vicine?
» Chi difende l'intoccabile casta dei farmacisti?
» Ce li scambiamo o no?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: