Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 post ad alto rischio di polemica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: post ad alto rischio di polemica   Mer Lug 13, 2016 8:07 pm

Promemoria primo messaggio :


Premetto che io insegno da circa 15 anni, e che seguo forum a tema di scuola anche da prima, quando di lavoro facevo tutt'altro (e quando ancora non si chiamavano nemmeno forum, ma "newsgroup" o roba del genere... e quando la maggior parte degli italiani non possedeva un telefono cellulare, e comunque i cellulari che esistevano servivano solo per telefonare, e nessuno immaginava nemmeno di striscio che un giorno si sarebbero potuti usare per collegarsi a internet).

Bene, a me sembra di aver assistito, nel giro di pochissimo tempo (ossia, NON graduale e lento nell'arco di tutti questi 15 o 20 anni, ma con un crollo verticale negli ultimi quattro o cinque) a un abbassamento spiazzante nel livello di consapevolezza e di documentazione di base della classe docente, almeno di quella parte che scrive sui forum.

Non parlo di titoli culturali o di competenze didattiche, sia chiaro, ma proprio di consapevolezza dei fondamenti minimi del proprio ruolo dal punto di vista legale, organizzativo, "formale" in genere.

Capisco che in parte questo possa essere dovuto alla progressiva complicazione della burocrazia e alla psichedelica velocità di cambiamento delle norme negli anni, questo è indubbio... però io noto con stupore anche una disinvoltura inquietante nel mostrare lacune grosse come voragini in materia di norme "vecchie" e stabili, che non sono affatto cambiate nel tempo.

Voglio dire, capita sempre più spesso di leggere affermazioni bizzarre o richieste di informazioni di colleghi... che non sanno come funzioni un voto di consiglio, che non sanno come sia regolamentata l'adesione a uno sciopero, che non hanno idea di come debbano interagire e relazionarsi l'insegnante curricolare e quello di sostegno, che non sanno in quali condizioni si può bocciare e in quali no, che non hanno idea di come funzioni un ricorso, che non hanno idea di come dovrebbe funzionare l'attività alternativa alla religione, che pensano di essere obbligati a prestazioni straordinarie gratis che non sono affatto obbligatorie (e che regolarmente cascano dal pero quando scoprono che si può benissimo dire di no, perché "ma a me avevano detto che nella mia scuola era obbligatorio, e io ci ho creduto, come dovevo fare a sapere che non era vero?").

Tutta roba che non è cambiata per niente, o quasi, negli ultimi 15 anni!

E paradossalmente, non si tratta nemmeno "sempre" di neoassunti alle primissime armi, ma anche di gente che, o di ruolo o da precari, comunque sta già lavorando nella scuola da diversi anni. E che, mediamente, è anche passata attraverso percorsi di formazione specifica MOLTO più burocratizzati di quelli dei tempi miei (in cui si poteva anche essere immessi direttamente in ruolo con un concorso ordinario che valutava solo la preparazione culturale nelle materie di insegnamento, senza nessun obbligo di seguire corsi di pedagogia o di legislazione scolastica).

Scusate se faccio la vecchia befana pedante (che poi, ho 45 anni e fra quelli con un certo numero di anni di ruolo sono considerata "una dei più giovani"... sono conscia di non essere una ragazzina, ma non appartengo nemmeno a quelle generazioni che hanno visto la sindacalizzazione di massa degli anni settanta e ottanta, quindi non mi pare affatto di aver risentito di chissà quale "inquadramento" battagliero, o di aver avuto a disposizione chissà quali informazioni privilegiate).

Però, oggettivamente, in un forum di insegnanti di 10 anni fa, non capitava MAI di leggere domande tanto disarmanti come:

- "Ma davveeeeeroooooooo non è obbligatorio dichiarare l'adesione allo sciopero in anticipo? Nella mia scuola lo chiedono, non posso mica rifiutarmi!"

- "Ma davveeeeeroooooooo il consiglio di classe può costringermi a portare un 3 a 6 anche se io sono contrario?"

- "Ma è possibile che un ragazzo con una certificazione si possa bocciare? A me avevano detto che non si può!"

- "Ma davveeeeeroooooooo nelle vostre scuole potete rifiutarvi di fare i corsi di recupero? A me hanno detto che nella mia è obbligatorio, cosa posso farci? "

- "Ma davvero a luglio si viene pagati senza nessun obbligo di presentarsi a scuola tutti i giorni? Ma quando mai? E' incredibileeeee!!!!! "

Una delle mie (modestissime) ipotesi è questa: che negli ultimissimi anni (e non solo con l'ultima riforma, ma anche prima) da un punto di vista mediatico e simbolico sia stata talmente pompato il concetto di "superpoteri del preside manager" che un sacco di gente ha finito veramente per crederci molto di più di quanto sia vero in realtà. Cioè, è sicuramente vero che la libertà di arbitrio personale dei DS è aumentata rispetto a prima, ma non è aumentata COSI' TANTO quanto molti credono. Per cui, c'è un sacco di gente che è sinceramente convinta di dover obbedire in tutto e per tutto a qualsiasi capriccio individuale del DS e di non poterci fare nulla "perché altrimenti li può licenziare", e si immedesima nel ruolo servile del bracciante sfruttato dal caporale, quando invece non è vero...

Boh, comunque questa mancanza di interesse (o peggio, atteggiamento rinunciatario e rassegnato) nell'informarsi sui propri diritti e doveri mi sembra parecchio preoccupante.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:39 pm

oops, ho postato senza aver ancora visto l'intervento precedente...
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:41 pm

lucetta10 ha scritto:
http://www.repubblica.it/scuola/2015/05/05/news/sciopero_scuola_cronaca_in_tempo_reale-113555521/


Il più partecipato degli ultimi anni: martedì.
Immagino altri fossero a leccare il culo ai dirigenti scodinzolando trafelati di aula in aula per far fronte all'emergenza!
Quando non se ne sa una si possono non sapere tutte, e sempre vantandosi di saperne più degli altri, tanto ormai l'ignoranza è un blasone.
CVD.
Altro che scrutini: blocchiamo gli armadietti di certi colleghi, e vivremo tutti meglio
Io non partecipai perchè non credo allo sciopero quale forma di protesta. Non è necessario offendere chi ha le idee diverse dalle tue.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:41 pm

Una dimostrazione del fatto che le notizie non improvvisate sono replicabili perché documentate.
L'originalità è delle sparate un tanto al chilo
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:42 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
http://www.repubblica.it/scuola/2015/05/05/news/sciopero_scuola_cronaca_in_tempo_reale-113555521/


Il più partecipato degli ultimi anni: martedì.
Immagino altri fossero a leccare il culo ai dirigenti scodinzolando trafelati di aula in aula per far fronte all'emergenza!
Quando non se ne sa una si possono non sapere tutte, e sempre vantandosi di saperne più degli altri, tanto ormai l'ignoranza è un blasone.
CVD.
Altro che scrutini: blocchiamo gli armadietti di certi colleghi, e vivremo tutti meglio
Io non partecipai perchè non credo allo sciopero quale forma di protesta. Non è necessario offendere chi ha le idee diverse dalle tue.


Fai come ti pare. Mi pare evidente che tutto vada contestualizzato
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:45 pm

lucetta10 ha scritto:


Fai come ti pare. Mi pare evidente che tutto vada contestualizzato

Se scrivi che una parte era in piazza e il resto a leccare il culo al ds le probabilità sono al 50%
Io non scriverei mai che chi ha scioperato è un leccaculo dei sindacati.
Ma mi sembra inutile parlare con chi usa questi termini.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:46 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:


Fai come ti pare. Mi pare evidente che tutto vada contestualizzato

Se scrivi che una parte era in piazza e il resto a leccare il culo al ds le probabilità sono al 50%
Io non scriverei mai che chi ha scioperato è un leccaculo dei sindacati.
Ma mi sembra inutile parlare con chi usa questi termini.


leccaculo o DS?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:49 pm

lucetta10 ha scritto:



leccaculo o DS?

nessuno dei due, non credo allo sciopero, lo cancelleri, non serve a nulla; vuoi farti notare? vai e brucia la prefettura, li si che ti sentono.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 2:57 pm

C080 ha scritto:
Io non partecipai perchè non credo allo sciopero quale forma di protesta. Non è necessario offendere chi ha le idee diverse dalle tue.

Nessuno ha detto che sia obbligatorio (o moralmente doveroso) "credere allo sciopero" come se fosse una questione di fede.

Ad esempio, io ci credo pochissimo, e la maggior parte delle volte NON li faccio.

Anzi, ho un'insofferenza viscerale verso quei colleghi che sostengono che sia doveroso aderire allo sciopero "solo per far vedere quanti siamo a non essere d'accordo" o amenità del genere, e però poi pensano che aderire allo sciopero minore "non sta bene".

Per cui, faccio volentieri quegli scioperi che ritengo sinceramente utili, e che penso che possano avere un effetto concreto immediato, o comunque lanciare un segnale che non sia solo quello simbolico di "fare massa".

Personalmente, non ho nessun problema a scegliere volta per volta a quale sciopero aderire e a quale no, indipendentemente da chi l'abbia indetto e da quanta affluenza sia prevista. Non ho nessun problema ad aderire a uno sciopero minore che fanno in quattro gatti, perchè ci credo... e magari una settimana dopo a NON aderire a un grande sciopero "mainstream" che penso che abbia solo un significato demagogico e nessun effetto concreto.

Inultile dire cosa penso di quei colleghi che decidono la partecipazione o meno allo sciopero a seconda di "quanta gente lo fa" e di "cosa fanno i colleghi più influenti e più in vista", e NON in base a quali siano le motivazioni dello sciopero e a quanto le condividono.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 3:08 pm

e comunque si parlava di altro.

Di colleghi disinformati (e/o disinteressati) al punto che allo sciopero non accedono comunque, perché delle ragioni non sanno nulla come non sanno nulla di cosa la norma per la quale si protesta comporterebbe.
Non c'entra niente quanti scioperi si fanno o a quali si aderisce e in quali giorni: importa che ormai la categoria sta raggiungendo livelli di disinformazione tali sulle questioni basilari da creare allarme (non certo tra di loro), e che per di più questi campioni della professione non abbiano alcuna remora a diffondere urbi et orbi un'opinione fondata sul NULLA, sull'improvvisazione, su dati fantasiosi e pregiudizi.
Tutto pur di non informarsi!
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 3:15 pm

lucetta10 ha scritto:
e comunque si parlava di altro.

Di colleghi disinformati (e/o disinteressati) al punto che allo sciopero non accedono comunque, perché delle ragioni non sanno nulla come non sanno nulla di cosa la norma per la quale si protesta comporterebbe.
Non c'entra niente quanti scioperi si fanno o a quali si aderisce e in quali giorni: importa che ormai la categoria sta raggiungendo livelli di disinformazione tali sulle questioni basilari da creare allarme (non certo tra di loro), e che per di più questi campioni della professione non abbiano alcuna remora a diffondere urbi et orbi un'opinione fondata sul NULLA, sull'improvvisazione, su dati fantasiosi e pregiudizi.
Tutto pur di non informarsi!
tu parti dallo strano concetto (tipico della sinistra) che la verità stia da una parte sola.
Io sono molto informato, ne discuto con i colleghi e proprio perchè sono informato non sciopero.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 3:17 pm

C080 ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
e comunque si parlava di altro.

Di colleghi disinformati (e/o disinteressati) al punto che allo sciopero non accedono comunque, perché delle ragioni non sanno nulla come non sanno nulla di cosa la norma per la quale si protesta comporterebbe.
Non c'entra niente quanti scioperi si fanno o a quali si aderisce e in quali giorni: importa che ormai la categoria sta raggiungendo livelli di disinformazione tali sulle questioni basilari da creare allarme (non certo tra di loro), e che per di più questi campioni della professione non abbiano alcuna remora a diffondere urbi et orbi un'opinione fondata sul NULLA, sull'improvvisazione, su dati fantasiosi e pregiudizi.
Tutto pur di non informarsi!
tu parti dallo strano concetto (tipico della sinistra) che la verità stia da una parte sola.
Io sono molto informato, ne discuto con i colleghi e proprio perchè sono informato non sciopero.


e chi ha detto il contrario?

anzi: per me la verità sta sempre dall'altra parte... epperò è sbagliata!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 5:10 pm

Ma che brave le pecorelle.. 5maggio,martedì..Grande affluenza.. A maggio le giornate si allungano, il sole scalda..
E ditemi: QUALE EFFICACIA HA AVUTO QUESTO SCIOPERO? Avete ottenuto dietrofront sulla buona scuola? O avete rotto i coglioni alle mamme e papà lavoratrici e vi siete fatti.la passeggiata al parco?
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4200
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 5:19 pm

Felipeto ha scritto:
Ma che brave le pecorelle.. 5maggio,martedì..Grande affluenza.. A maggio le giornate si allungano, il sole scalda..
E ditemi: QUALE EFFICACIA HA AVUTO QUESTO SCIOPERO? Avete ottenuto dietrofront sulla buona scuola? O avete rotto i coglioni alle mamme e papà lavoratrici e vi siete fatti.la passeggiata al parco?

Ma perchè questa gente gira ancora libera?
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 5:26 pm

Ma perché nessuno risponde? Una decina di scioperi,nessun dietrofront del governo sulla scuola..a che servono
Tornare in alto Andare in basso
L'ALTRO POLO



Messaggi : 4200
Data d'iscrizione : 24.01.14

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 5:45 pm

A niente. Infatti non ho scioperato. Ma rispetto, e soprattutto non offendo, chi lo ha fatto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6124
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 6:47 pm

Felipeto ha scritto:
O avete rotto i coglioni alle mamme e papà lavoratrici  


Faccio umilmente presente che:

a) siamo lavoratori anche noi;

b) in buona percentuale siamo madri e padri anche noi;

c) proprio tu, che sbraiti in continuazione sulla necessità di riqualificazione della scuola come istituzione di istruzione mirata all'eccellenza... quando ti fa comodo, torni a descriverla come un "servizio di baby sitter per genitori che hanno bisogno di piazzare i figli da qualche parte quando vanno al lavoro"?  E deciditi, eh!
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 8:13 pm

Chi pensa che lo sciopero non serva, non lo fa.
E rispetta chi lo fa.
Perchè se non rispetta chi lo fa , e dice che vorrebbe abolire il diritto di sciopero , allora io non ho vergogna di dirgli che è un fascista di merda, così conta pure come quella parte che si dovrebbe incazzare coi colleghi che danneggiano tutti erodendo i diritti.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 8:35 pm

Felipeto ha scritto:
Ma perché nessuno risponde? Una decina di scioperi,nessun dietrofront del governo sulla scuola..a che servono


Perché invece non rispondi tu? Il tentativo puerile di provocare su altri temi è veramente patetico, ma capisco la difficoltà.

Visto che mi pare evidente che tu sia una di quelle figure di cui si parla, che hanno più volte dimostrato la propria totale ignoranti dei rudimenti della professione docente e della legislazione scolastica, e che se ne fanno perfino un vanto imputando a altri come una colpa la loro preparazione; che molti degli episodi genericamente riportati si ascrivono a te, che utilità ha che tu rimanga a scuola durante lo sciopero, se nemmeno sai come funziona il voto di consiglio, ti pieghi a qualunque richiesta della dirigenza (a proposito di pecorelle...), sottoponi gli studenti alle tue bislacche ricostruzioni storiche rabberciate da Internet e alle tue presunte conoscenze da rotocalco in merito a discipline non tue?

Perché insegnanti come te, chiede il post iniziale, si incontrano sempre più spesso nella scuola?
Esponi la tua testimonianza
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 8:36 pm

Gli scioperi recano danno all utenza.ma l.obiettivo è il governo.se danneggi solo l utenza senza intaccare la controparte lo sciopero non si fa perché non serve. Io ne ho fatto uno personale tre anni fa ed ho ottenuto qualcosa. Ne ho parlato in altri post.si trattava di esporsi direttamente con il ds. Altri colleghi lamentosi non ebbero le palle.meglio accordarsi ai sindacati, si rischia meno e si fa vacanza,oltre che far risparmiare il miur
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 8:39 pm

Felipeto ha scritto:
Gli scioperi recano danno all utenza.ma l.obiettivo è il governo.se danneggi solo l utenza senza intaccare la controparte lo sciopero non si fa perché non serve. Io ne ho fatto uno personale tre anni fa ed ho ottenuto qualcosa. Ne ho parlato in altri post.si trattava di esporsi direttamente con il ds. Altri colleghi lamentosi non ebbero le palle.meglio accordarsi ai sindacati, si rischia meno e si fa vacanza,oltre che far risparmiare il miur


Lo sciopero "personale"??? E te lo sei indetto da solo o hai un ufficio stampa? Di che giorno? Eccone un'altra...!

Torna in tema
Tornare in alto Andare in basso
kirserk



Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 12.06.11

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 9:38 pm

Tornando al tema originale del post, è vero che molti colleghi ''se ne strafregano'' e pendono dalle labbra di ''chi ne sa'' (ma ho qualche dubbio in merito al fatto che la % sia aumentata rispetto al passato); è anche vero che in molte scuole ci sono DS che le norme le conoscono e non le aggirano e di cui quindi ci si può fidare.

A mio avviso, invece, è scandaloso come molte norme NON siano chiare, piene di rimandi incrociati a norme, leggi, decreti, note, leggi di interpretazione autentica!! (che secondo me esistono solo in Italia) e in cui compaiono formule che sono ambigue, quante volte anche in questo forum ci sono state lunghe discussioni sul ''cavillo''.

Esempio: il nostro contratto collettivo parla per le superiori di orario di servizio di 18 ore settimanali; la 107 cita infinite volte forme di flessibilità che alcuni DS interpretano come ''banca ore'' (una settimana tizio  fa 16 ore e l'altra 20 se questo è funzionale...), cosa che avrebbe pure senso adesso che, con l'organico di potenziamento, esistono docenti che non esauriscono il loro orario di servizio in classe.  Il DS può imporre una cosa del genere o no? la deve far votare dal collegio? e una volta votato, un docente cmq contrario potrebbe ''ricorrere''? io non saprei rispondere (e sono considerato uno che si informa).
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 9:41 pm

A chi si informa e conosce almeno le regole di base (il port iniziale denunciava che non si conoscono cose molto banali) vengono i dubbi, non c'è nulla di male.
Chi non sa nulla e non è interessato a saperne è anche libero da dubbi, stai sicuro
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 10:38 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Chi pensa che lo sciopero non serva, non lo fa.
E rispetta chi lo fa.
Perchè se non rispetta chi lo fa , e dice che vorrebbe abolire il diritto di sciopero , allora io non ho vergogna di dirgli che è un fascista di merda, così conta pure come quella parte che si dovrebbe incazzare coi colleghi che danneggiano tutti erodendo i diritti.
Perchè non comunista di merda? Ai tempi di stalin pensi si potesse scioperare? O a Cuba per restare nell'attualità.


Ultima modifica di C080 il Gio Lug 14, 2016 10:44 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 10:43 pm

È disarmante come dei docenti usino, stile bar sport,il solito termine inflazionato fascista nelle solite situazioni fuori luogo..
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: post ad alto rischio di polemica   Gio Lug 14, 2016 10:46 pm

Felipeto ha scritto:
È disarmante come dei docenti usino, stile bar sport,il solito termine inflazionato fascista nelle solite situazioni fuori luogo..


è disarmante come altri si attacchino a qualunque altro tema pur di eludere quello principale
Tornare in alto Andare in basso
 
post ad alto rischio di polemica
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» CONSIGLIO SU VALORE PROGESTERONE ED ESTRADIOLO NELLA PREPARAZIONE E NEL POST TRANSFER
» 5 post transfer
» valore progesterone post IUI
» tsh alto dopo transfer
» dubbio rischio biochimica per mutazione mthfr

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: