Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 incompatibilità

Andare in basso 
AutoreMessaggio
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: incompatibilità   Mer Lug 13, 2016 9:02 pm

Vi pongo un quesito.
Commissione con due classi: A e B, nella A c'è un docente che ha in B la figlia, è possibile?
Torna in alto Andare in basso
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Gio Lug 14, 2016 11:10 am

Rispondo io; non può stare in aula alla seconda e alla terza prova, deve preparare la terza prova con la sua sottocommissione e non partecipare minimamente all'altra sottocommissione. L'orale nessun problema se non è il docente del figlio/a.
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Gio Lug 14, 2016 1:22 pm

Quasi esatto. Non ho capito perché potrebbe stare in aula alla prima prova, ma non alla seconda e/o alla terza?
Quest'anno ero inerna nella classe A e avevo il figlio di un collega interno nella classe B della stessa commissione. Abbiamo avvertito la presidente che ci ha solo richiesto di fare attenzione a separare nettamente le due sottocommissioni nei momenti di scelta e preparazione delle terze prove.
Negli altri momenti, tranne le fasi di scrutinio, non ha creato alcun problema se durante le attività di una sottocommissione in aula c'era un membro dell'altro gruppo che compilava verbali, tabelle o controllava le schede dei suoi studenti. Per la vigilanza non ha fatto discriminazioni. Durante gli scritti il padre-docente era di sorveglianza alla seconda prova, tanto di matematica non ne capisce niente. Alla terza prova mi pare che fosse di sorveglianza nell'altra sottocommissione (era interno in 2 classi di 2 commissioni diverse).
Torna in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 7:35 am

Era prof. della seconda prova.
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 9:49 am

sardigna ha scritto:
Era prof. della seconda prova.
Svelato il mistero, il mio collega era relegato alla terza prova.
Torna in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 10:08 am

Non poteva stare neanche alla terza prova poiché madrelingua.
Il presidente era un dirigente.....
Che fare ora viste altre irregolarità commesse?
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 11:36 am

Il mio presidente, DS anche lei, non aveva messo nessuno condizione nella sorveglianza, è capitato così e basta. Nell'ordinanza ministeriale non sono indicate restrizioni se il collega non è nella stessa classe del figlio. Per quanto riguarda le riunioni collegiali delle sottocommissioni (classe 1 e classe2), andrebbero svolte separate, infatti hanno verbali distinti nei quali gli orari non si possono sovrapporre. Tuttavia, se non ci sono problemi di incompatibilità, spesso ci sono alcune cose che è bene discutere tutti insieme o, comunque, che è bene fare allo stesso modo, per non avere disparità di trattamento tra i ragazzi. Ci sono alcune raccomandazioni che il presidente deve fare alla commissione, vanno verbalizzate in due verbali distinti, ma sarebbe meglio che venissero dette a tutti insieme, per non rischiare che si dimentichi qualcosa in una delle due riunioni e perché gli esterni non le debbano subire due volte.

Non so a quali irregolarità fai riferimento, per quanto hai detto non ne riscontro alcuna.

Se sei un docente al momento non puoi più fare niente, avresti dovuto parlare direttamente quando le irregolarità sono emerse.

Se sei uno studente e non hai ottenuto i risultati che ritenevi consoni al tuo esame, puoi fare ricorso, ma solo per il tuo voto, non certo perché il figlio del collega ha preso due punti più di te, anche se ti ritieni uno studente migliore. Probabilmente in quanto figlio di un insegnante ha ricevuto delle dritte sul comportamento da tenere all'esame, su cosa fosse opportuno sapere bene, su come esporre la tesina. Magari con il genitore ha fatto una simulazione dell'esame a casa. Tieni conto che un eventuale ricorso deve essere fatto su cose specifiche altrimenti è solo una perdita di tempo tua e di chi ti ha fatto l'esame.
Torna in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 11:53 am

Io insegno, anche a me è capitata una situazione di incompatibilità, avrei dovuto essere commissario della classe di mio cugino. A differenza della docente, ho fatto presente da subito la situazione al Dirigente della scuola e al CSA, dopo varie discussioni con l'incompetente di turno del csa, ho scritto una lettera di rinuncia ben prima dell'inizio degli esami. La collega avrebbe dovuto fare la stessa cosa appena uscite le materie e le commissioni.
La terza prova si differenziava per una sola materia.
Hai mai letto il manuale lupparelli? Leggilo.
Torna in alto Andare in basso
@melia

avatar

Messaggi : 2027
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 58
Località : Padova

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 12:38 pm

Io leggo ogni anno le ordinanze ministeriali.
Hai fatto bene perché saresti stata rimossa il giorno della plenaria: cugino=4° grado di parentela, quindi incompatibile con la normativa. Il collega, suppongo interno, non aveva nessun obbligo di dimissione in quanto non doveva interrogare il figlio, né correggerne le prove, non facendo parte della sotto-commissione che ne gestiva la valutazione.

Quando mi guardo la normativa preferisco la fonte primaria, quindi le ordinanze ministeriali, perché mi è già successo che altri facessero degli errori a mio danno.
Un anno sono stata nominata come esterno nella classe in cui mio marito era interno. Una bruscolina del provveditorato mi chiama per dirmi che non posso fare esami in quella scuola perché c'è mio marito. Le faccio osservare che mio marito è un docente non un discente e che quindi la norma che lei mi indica non rientra nel mio caso. Questa mi dice che posso scegliere tra due scuole ai confini del mondo, le ripeto che scelgo quella dove sono stata nominata dal ministero. La telefonata si conclude con delle minacce, neanche tanto velate, che avrò delle ripercussioni, prima fra tutte sarò nominata d'ufficio nella scuola più disagiata della provincia. Ho fatto l'esame agli studenti di mio marito, abbiamo corretto insieme la seconda prova, sto ancora aspettando la nomina ai confini dell'Universo.
Torna in alto Andare in basso
Online
sardigna



Messaggi : 151
Data d'iscrizione : 30.11.14

MessaggioTitolo: Re: incompatibilità   Sab Lug 16, 2016 12:50 pm

La colpa delle nomine è loro mica tua, sono loro che si sono dati la zappa sui piedi.
Torna in alto Andare in basso
 
incompatibilità
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Esami di stato-
Andare verso: