Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Un governo di ultracazzari, cvd.

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente
AutoreMessaggio
Interventizio



Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 08.07.15

MessaggioTitolo: Un governo di ultracazzari, cvd.   Lun Lug 18, 2016 4:18 pm

Promemoria primo messaggio :

Dunque, in molte cdc il numero di promossi è inferiore a quello dei posti disponibili, a volte anche molto inferiore. Quindi i casi sono 2, e in ogni caso il governo del Salsicciaio ha preso in giro il mondo della scuola:

1) c'è un minor numero di posti di quelli annunciati;
2) il numero di posti è corretto, e la differenza fra promossi e posti disponibili è coperta dai soliti precari------> quindi il governo ha mentito quando promise che avrebbe eliminato la precarietà nella scuola.

Un governo di ultracazzari, nel caso qualcuno avesse avuto dei dubbi.
Mi è sfuggito qualcosa?
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 6539
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Gio Lug 21, 2016 11:40 pm

Dulcamara ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Dulcamara ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

... e infatti le vittime dei caporali sono in gran parte stranieri

Verissimo, ma quello che importa non è chi venga sfruttato in queste modalità neobarbare, ma il fatto che chiunque venga così brutalmente sfruttato! Io non ho una nazione cui riferirmi, io ho una classe di appartenenza o meglio, nel mio caso, di elezione.

Stavo pensando a quanto la tua ultima frase abbia un sapore pretesco, di egualitarismo cattolico, e lo sono anche la fiducia verso la rigenerazione futura e la presunzione di bontà dei poveri (tutti uguali e indistinti)

Beh, che una terzomondista mi dia della clericale... Siamo alla frutta!



Lo penso anche io: la discussione mi sta annoiando.
Mi chiedo però perché quest'ossessione di incasellare per forza in categorie note e desuete: Marxismo, terzomondismo... Come si fa a sentirsi a proprio agio a ragionare su schemi ormai vecchi e logori, a sentirsi parte di una classe inesistente? Ma 'sti proletari con cui farai la rivoluzione, li frequenti abitualmente?

A proposito del clericalismo invece ribadisco l'impressione che la tua palingenesi mi suggerisce. Mi è venuta in mente la scena di "Buongiorno notte" in cui i brigatisti sembra officino messa... non vuole essere offensiva in nessun modo, ti assicuro
Torna in alto Andare in basso
Us3R



Messaggi : 1162
Data d'iscrizione : 17.07.15

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Gio Lug 21, 2016 11:52 pm

Ma quali proletari cazzate di 40 anni fà,incredibile che ancora discutiamo di ste cose.
Con l'Unione Europea sono stati cancellati gli Stati e la sovranità dei popoli,decidono 4 banchieri non eletti da nessuno,uno che faceva il capo del governo in un paese come il Lussemburgo che ha più paradisi fiscali che cittadini,tutto il resto non conta nulla e qua si fanno discussioni  sul comunismo,il fascismo...surreale,anacronistico,fuori dal mondo reale .
Magari mettiamoci pure guelfi e ghibellini,spartani e ateniesi,le guerre puniche...perchè no a questo punto?
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 12:13 am

lucetta10 ha scritto:

Lo penso anche io: la discussione mi sta annoiando.
Mi chiedo però perché quest'ossessione di incasellare per forza in categorie note e desuete: Marxismo, terzomondismo... Come si fa a sentirsi a proprio agio a ragionare su schemi ormai vecchi e logori, a sentirsi parte di una classe inesistente? Ma 'sti proletari con cui farai la rivoluzione, li frequenti abitualmente?

A proposito del clericalismo invece ribadisco l'impressione che la tua palingenesi mi suggerisce. Mi è venuta in mente la scena di "Buongiorno notte" in cui i brigatisti sembra officino messa... non vuole essere offensiva in nessun modo, ti assicuro

Frequento un po' di tutto e comunque sì, a livello politico non solo sola, ho un partito di riferimento extraparlamentare: Lotta Comunista. La fisica newtoniana sarà vecchia e logora, ma prova a contestarla in un sistema macroscopico a velocità molto inferiori di quella della luce... Anche il secondo principio della termodinamica è vecchiotto, e guarda lì, non hanno mai inventato il moto perpetuo. Per me il marxismo è scientifico, mi viene naturale usarne le categorie.

Comunque sono categorie note a te, donna di una certa cultura, guarda chi ci circonda...
Torna in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 2063
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 12:15 am

Povero Marx
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6539
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 12:17 am

Dulcamara ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Lo penso anche io: la discussione mi sta annoiando.
Mi chiedo però perché quest'ossessione di incasellare per forza in categorie note e desuete: Marxismo, terzomondismo... Come si fa a sentirsi a proprio agio a ragionare su schemi ormai vecchi e logori, a sentirsi parte di una classe inesistente? Ma 'sti proletari con cui farai la rivoluzione, li frequenti abitualmente?

A proposito del clericalismo invece ribadisco l'impressione che la tua palingenesi mi suggerisce. Mi è venuta in mente la scena di "Buongiorno notte" in cui i brigatisti sembra officino messa... non vuole essere offensiva in nessun modo, ti assicuro

Frequento un po' di tutto e comunque sì, a livello politico non solo sola, ho un partito di riferimento extraparlamentare: Lotta Comunista. La fisica newtoniana sarà vecchia e logora, ma prova a contestarla in un sistema macroscopico a velocità molto inferiori di quella della luce... Anche il secondo principio della termodinamica è vecchiotto, e guarda lì, non hanno mai inventato il moto perpetuo. Per me il marxismo è scientifico, mi viene naturale usarne le categorie.

Comunque sono categorie note a te, donna di una certa cultura, guarda chi ci circonda...


Se è per questo i numeri sono ancora più vecchi e ci si possono contare anche i like su facebook!
Non mi pare un brillante affiancamento, va da sé che ogni disciplina o branca del sapere ha il proprio statuto epistemologico e le scienze sociali non sono certo "newtoniane" avendo a che fare con la società e non con la fisica.

Non sarà invece che per te il marxismo è dogmatico, e quindi incontestabile?
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:02 am

Dulcamara ha scritto:
Mettiamo alla prova C80. Io sono nipote di un ebreo massone molto liberale, hai problemi in merito?

nessun problema, ho diversi amici ebrei.
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:07 am

Dulcamara ha scritto:


Ma che dici? Per il resto, per quanto riguarda la morale, non intendo dire che non ho una morale, ma che non esprimo giudizi morali, la scienza non si occupa di etica, sono chimica comunque.

visto? idee contrarie al pensiero unico=troll
non c'è spazio per un dialogo/dibattito
Io me li immagino in classe: prof Daria16, perchè i partigiani uccidevano e venivano celebrati come eroi e invece ai fascisti che facevano il loro dovere, rispettavano quelle che erano le leggi del tempo furono processati e giustiziati? Daria16: perchè si, non fare più queste domande, sarai mica un troll?
suona la campanella...
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:12 am

enricat ha scritto:


Ma che c'entra chi li ha inventati! Mamma mia che fatica, di parlo in frasca senza logica.

c'entra per farti capire (ma ne dubito) che certe cose sono sempre esistite e sempre esisteranno; i tedeschi avevano i campi di lavoro (chiamati di concentramento da chi ha scritto la storia); gli ebrei (oggi, nel 2016) hanno recintato la Palestina, come furono chiusi i loro avi dai tedeschi; gli americani hanno guantanamo e durante la 2 guerra fecero i campi per i giapponesi americani, e così via.

Quello che vuole significarti è che non puoi dire che quelli dei tedeschi erano sbagliati e quelli degli americani giusti. Tutto è relativo, non esistono i buoni e i cattivi, dipende da dove la guardi.
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:19 am

Dulcamara ha scritto:


Ma che dici? Per il resto, per quanto riguarda la morale, non intendo dire che non ho una morale, ma che non esprimo giudizi morali, la scienza non si occupa di etica, sono chimica comunque.

per di più la morale tua la vogliono decidere "loro"...ma come c@@o fanno a parlare di libertà quando poi non accettano chi la pensa diversamente da loro? Intolleranza è anche questo, non solo non accettare chi ha un colore diverso.
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:20 am

Us3R ha scritto:
Ma quali proletari cazzate di 40 anni fà,incredibile che ancora discutiamo di ste cose.
Con l'Unione Europea sono stati cancellati gli Stati e la sovranità dei popoli,decidono 4 banchieri non eletti da nessuno,uno che faceva il capo del governo in un paese come il Lussemburgo che ha più paradisi fiscali che cittadini,tutto il resto non conta nulla e qua si fanno discussioni  sul comunismo,il fascismo...surreale,anacronistico,fuori dal mondo reale .
Magari mettiamoci pure guelfi e ghibellini,spartani e ateniesi,le guerre puniche...perchè no a questo punto?

spero di trovare questo tuo post a mia difesa quando mi danno del fascista.
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:21 am

enricat ha scritto:
Povero Marx
puoi meglio argomentare?
Torna in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:22 am

Dulcamara ha scritto:


Frequento un po' di tutto e comunque sì, a livello politico non solo sola, ho un partito di riferimento extraparlamentare: Lotta Comunista. La fisica newtoniana sarà vecchia e logora, ma prova a contestarla in un sistema macroscopico a velocità molto inferiori di quella della luce... Anche il secondo principio della termodinamica è vecchiotto, e guarda lì, non hanno mai inventato il moto perpetuo. Per me il marxismo è scientifico, mi viene naturale usarne le categorie.

Comunque sono categorie note a te, donna di una certa cultura, guarda chi ci circonda...

tu avresti mai immaginato di difendere chi fa riferimento ad Avanguardia Nazionale? ahaha
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:34 am

C080 ha scritto:
spero di trovare questo tuo post a mia difesa quando mi danno del fascista.

Veramente non sono gli altri a "darti del fascista", l'hai detto chiaramente TU, di essere un fascista.

Quindi dove sta il problema?
Torna in alto Andare in basso
Francesc782405

avatar

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 22.03.16
Località : Taranto

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 9:47 am

Cmq ragazzi le cazzate che sto sentendo qui...erano almeno 25 anni che non le ascoltavo.

I tempi della mia militanza nella FGCI e degli scontri con il Fronte della Gioventù.

Sapete cosa è rimasto di tutto questo: NIENTE
Torna in alto Andare in basso
Daria16



Messaggi : 308
Data d'iscrizione : 29.02.16

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 10:19 am

enricat ha scritto:
Dulcamara ha scritto:
enricat ha scritto:

Cioè i campi di concentramento in cirenaica non erano il male assoluto? Uccidere gente con i gas non è il male assoluto?

I campi di concentramento sono un'invenzione britannica, almeno nella forma moderna, i campi di prigionia sono sempre esistiti. Gli inglesi li hanno fatti in Sudafrica contro i boeri e in India, dove il "salario di Temple" il governatore della provincia indiana dove sono stati allestiti, era una razione di cibo giornaliera minore di quella passata dai campi di concentramento nazisti.

Mi auguro e non credo vada fiero di queste cose che sono certamente esecrabili, ma non esclusive.

Ma che c'entra chi li ha inventati! Mamma mia che fatica, di parlo in frasca senza logica.

per mascherare quello che si pensa veramente.
Torna in alto Andare in basso
iacmal



Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 01.08.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 1:35 pm

lucetta10 ha scritto:
Dulcamara ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Lo penso anche io: la discussione mi sta annoiando.
Mi chiedo però perché quest'ossessione di incasellare per forza in categorie note e desuete: Marxismo, terzomondismo... Come si fa a sentirsi a proprio agio a ragionare su schemi ormai vecchi e logori, a sentirsi parte di una classe inesistente? Ma 'sti proletari con cui farai la rivoluzione, li frequenti abitualmente?

A proposito del clericalismo invece ribadisco l'impressione che la tua palingenesi mi suggerisce. Mi è venuta in mente la scena di "Buongiorno notte" in cui i brigatisti sembra officino messa... non vuole essere offensiva in nessun modo, ti assicuro

Frequento un po' di tutto e comunque sì, a livello politico non solo sola, ho un partito di riferimento extraparlamentare: Lotta Comunista. La fisica newtoniana sarà vecchia e logora, ma prova a contestarla in un sistema macroscopico a velocità molto inferiori di quella della luce... Anche il secondo principio della termodinamica è vecchiotto, e guarda lì, non hanno mai inventato il moto perpetuo. Per me il marxismo è scientifico, mi viene naturale usarne le categorie.

Comunque sono categorie note a te, donna di una certa cultura, guarda chi ci circonda...


Se è per questo i numeri sono ancora più vecchi e ci si possono contare anche i like su facebook!
Non mi pare un brillante affiancamento, va da sé che ogni disciplina o branca del sapere ha il proprio statuto epistemologico e le scienze sociali non sono certo "newtoniane" avendo a che fare con la società e non con la fisica.

Non sarà invece che per te il marxismo è dogmatico, e quindi incontestabile?

Gentile Lucetta10,
che le scienze sociali non siano Newtoniane lo condivido pienamente (io stento a definirle Scienze!!).  Tuttavia questo non significa che la Fisica e/o la Matematica non possano essere e non vengano  usate (dagli scienziati in genere) per studiare le dinamiche delle popolazioni.  
Il più semplice e noto dei modelli in questione è il modello predatore-preda di Volterra (riguarda animali in questo caso). Un po' vetusto  e semplicistico, certo, ma questo tipo di approccio al Reale, l'applicazione di modelli fisico-matematici  allo studio di popolazioni, dovutamente ampliati, rivisti, messi in connessione con altri campi, più "classici" come la meccanica statistica, o più recenti come le reti neurali e la teoria dei grafi, ha portato ad una comprensione delle dinamiche delle popolazioni notevolmente soddisfacente. Ad esempio: al computer si riescono a simulare e riprodurre i movimenti di uno stormo di storni qualora sia attaccato da un predatore in maniera del tutto corrispondente al reale (vedi qui).
Nel caso di popolazioni costituite da umani esiste una vasta letteratura scientifica che prova ad indagare  sia le relazioni economiche che quelle  sociali (non solo i "social-network"), come in questo esempio .

Ciò detto io non intendo sostenere che le teorie Marxiste siano scientifiche, nel senso di provate, misurate, ripetibili e quant'altro.
In effetti la connotazione scientifica che Dulcamara fornisce al marxismo credo  faccia riferimento piuttosto al fatto che, pregherei dulcamara di corregermi se travisassi la sua opinione,  le interazioni di popolazioni di animali (noi inclusi!),  sono sì basate sul libero arbitrio [andare a sinistra o a destra (absit iniuria verbis! hihihi), sù o giù, riprodursi o no e se sì con chi!], sulle emozioni, le idee personali,  e via dicendo,  ma allo stesso tempo sono globalmente guidate da dinamiche fondamentali, trainanti per ogni gruppo sociale, di carattere economico, tecnologico, sociale, strutturale [approvigionamento risorse, realizzazione dei propri bisogni (reali o indotti che siano), strutture sociali] che in termini fisico/matematici possono essere modelizzatii e tradotti come potenziali di interazione tra le tante particelle (noi!) che compongono il sistema (ovviamente canonico!... questa è  per Dulcamara!).
Spero di non risultare troppo semplicistico, ma si può pensare che siano proprio queste interazioni che contribuiranno (almeno parzialmente) a formare le nostre idee e condizionare le nostre azioni e quindi il nostro agire nella e sulla società.
In quest'ottica i comportamenti collettivi e l'evoluzione storica delle società sono trainate da questi aspetti, che quindi sì, si prestano ad essere studiate con metodi tipici della Fisica e della Matematica.

Spero che non mi prenda per un meccanicista, per quanto mi riguarda il demone di Laplace è andatamente definitivamente a farsi benedire all'inizio del XX secolo con l'avvento della Meccanica Quantistica, però mi sembrava opportuno far valere il peso della Scienza, che in Italia è purtroppo scarsamente considerato in favore di altre discipline spesso non suffragate dal necessario impianto matematico.
Torna in alto Andare in basso
Us3R



Messaggi : 1162
Data d'iscrizione : 17.07.15

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 1:46 pm

Francesc782405 ha scritto:
Cmq ragazzi le cazzate che sto sentendo qui...erano almeno 25 anni che non le ascoltavo.

I tempi della mia militanza nella FGCI e degli scontri con il Fronte della Gioventù.

Sapete cosa è rimasto di tutto questo: NIENTE
Infatti molti non capiscono che comunismi,fascismi e compagnia bella sono solo anticaglie del secolo scorso,chi discute ancora di queste minchiate è fuori dal mondo reale.
Se ne occupino gli storici nei loro studi,ma se dobbiamo preouccuparci del mondo di oggi lasciamo stare tutta questa roba ammuffita
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 1:48 pm

lucetta10 ha scritto:

Se è per questo i numeri sono ancora più vecchi e ci si possono contare anche i like su facebook!
Non mi pare un brillante affiancamento, va da sé che ogni disciplina o branca del sapere ha il proprio statuto epistemologico e le scienze sociali non sono certo "newtoniane" avendo a che fare con la società e non con la fisica.
Non sarà invece che per te il marxismo è dogmatico, e quindi incontestabile?

Non associo naturalmente lo statuto epistemologico delle scienze esatte con quelle applicate, ho usato un cattivo esempio. Di fatto però l'unica cosa incontestabile, o dogmatica se preferisci, del marxismo è il materialismo, ovvero il postulato filosofico che l'esistenza ed il pensiero umani, in tutte le loro forme cangianti, sono un prodotto sociale in prima istanza, in ultima istanza della materia, del mondo fisico di cui siamo noi stessi parte. Splendide due opere in tal senso: L'Anti-Duhring di Engels e Materialismo ed Empiriocriticismo di Lenin.

Le categorie che uso non sono fideistiche bensì utili e sintetiche, eleganti secondo il linguaggio matematico, finché risultano valide per l'analisi e le previsioni delle dinamiche sociali, non ho motivo di usarne altre, lo faccio anche, ma i vari tentativi portano a risposte meno profonde o più approssimative.

Guardiamo ad esempio una categoria che ti piace, quella dell'occidente versus terzo mondo o nord vs sud del mondo. In primo luogo sono convenzioni geografiche, nulla distingue il nord dal sud, sono semplici nomi. Forse riguarda il territorio? E' disomogeneo in tutte e due le regioni, contengono zone aride o fredde o tropicali o montane o pianure tutte e due, ricchezza e povertà si distribuiscono casualmente in tutti i territori, al limite vi sono i deserti, quasi del tutto disabitati. Paesi ricchi ve ne sono anche al sud, come paesi poveri al nord, ammetto più al sud, ma ritengo sia del tutto casuale, intravedi una motivazione più significativa? Esplicitala. Sono categorie allegoriche, piene di richiami antropologicamente affascinanti, ciò le rende molto poetiche, ma il loro grado di scientificità, previsione, ripetibilità nell'analisi? In che modo sarebbero metodologiche al fine di determinare un modello?

Comunque non capisco la tua posizione, da un lato sei sprezzante verso chi non ha un'ideologia coerente, una visione del mondo manifesta, non mi pare di appartenere a detta categoria, dall'altro non manifesti la tua...

Torna in alto Andare in basso
Ced28



Messaggi : 928
Data d'iscrizione : 28.07.15

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:05 pm

paniscus_2.0 ha scritto:


SE i grillini faranno di peggio (il che appunto è abbastanza plausibile), è molto più probabile che lo facciano per motivi esattamente opposti, ossia per attrazione irresistibile verso la fuffa complottistica e le pseudoscienze, comprese ovviamente le peggiori degenerazioni della medicina e della psicologia "alternative". Me li vedo molto più facilmente a rovinare la scuola in base a presunte filosofie anticonvenzionali, alle teorie dell'antroposofia, delle scie chimiche o dei bambini indaco, piuttosto che per interessi padronali e piccoloborghesi.

è qui che sbagli secondo me.. quella che dici è la classica cortina fumogena per coprire un'epoca di controriforme ancora peggiore di quella attuale.
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:16 pm

iacmal ha scritto:

Gentile Lucetta10,
che le scienze sociali non siano Newtoniane lo condivido pienamente (io stento a definirle Scienze!!).  Tuttavia questo non significa che la Fisica e/o la Matematica non possano essere e non vengano  usate (dagli scienziati in genere) per studiare le dinamiche delle popolazioni.  
Il più semplice e noto dei modelli in questione è il modello predatore-preda di Volterra (riguarda animali in questo caso). Un po' vetusto  e semplicistico, certo, ma questo tipo di approccio al Reale, l'applicazione di modelli fisico-matematici  allo studio di popolazioni, dovutamente ampliati, rivisti, messi in connessione con altri campi, più "classici" come la meccanica statistica, o più recenti come le reti neurali e la teoria dei grafi, ha portato ad una comprensione delle dinamiche delle popolazioni notevolmente soddisfacente. Ad esempio: al computer si riescono a simulare e riprodurre i movimenti di uno stormo di storni qualora sia attaccato da un predatore in maniera del tutto corrispondente al reale (vedi qui).
Nel caso di popolazioni costituite da umani esiste una vasta letteratura scientifica che prova ad indagare  sia le relazioni economiche che quelle  sociali (non solo i "social-network"), come in questo esempio .

Ciò detto io non intendo sostenere  che le teorie Marxiste siano scientifiche, nel senso di provate, misurate, ripetibili e quant'altro.
In effetti la connotazione scientifica che Dulcamara fornisce al marxismo credo  faccia riferimento piuttosto al fatto che, pregherei dulcamara di corregermi se travisassi la sua opinione,  le interazioni di popolazioni di animali (noi inclusi!),  sono sì basate sul libero arbitrio [andare a sinistra o a destra (absit iniuria verbis! hihihi), sù o giù, riprodursi o no e se sì con chi!], sulle emozioni, le idee personali,  e via dicendo,  ma allo stesso tempo sono globalmente guidate da dinamiche fondamentali, trainanti per ogni gruppo sociale, di carattere economico, tecnologico, sociale, strutturale [approvigionamento risorse, realizzazione dei propri bisogni (reali o indotti che siano), strutture sociali] che in termini fisico/matematici possono essere modelizzatii e tradotti come potenziali di interazione tra le tante particelle (noi!) che compongono il sistema (ovviamente canonico!... questa è  per Dulcamara!).
Spero di non risultare troppo semplicistico, ma si può pensare che siano proprio queste interazioni che contribuiranno (almeno parzialmente) a formare le nostre idee e condizionare le nostre azioni e quindi il nostro agire nella e sulla società.
In quest'ottica i comportamenti collettivi e l'evoluzione storica delle società sono trainate da questi aspetti, che quindi sì, si prestano ad essere studiate con metodi tipici della Fisica e della Matematica.
Spero che non mi prenda per un meccanicista, per quanto mi riguarda il demone di Laplace è andatamente definitivamente a farsi benedire all'inizio del XX secolo con l'avvento della Meccanica Quantistica, però mi sembrava opportuno far valere il peso della Scienza, che in Italia è purtroppo scarsamente considerato in favore di altre discipline spesso non suffragate dal necessario impianto matematico.

Siamo d'accordo, purtroppo modelli così precisi non credo siano adatti ad una lettura delle dinamiche sociali se non che in contesti molto limitati. Direi Grancanonico, più che canonico, comunque ^_^. Affascinante il tentativo di determinare curve di distribuzione sui comportamenti della popolazione umana, nel sito che proponi vi sono esempi in tal merito? Potresti citarmi altri siti se no?

Sulla scientificità del marxismo, come di qualunque teoria sociale, sono molto titubante anche io, diciamo che finora trovo sia la teoria che più si avvicina al metodo scientifico e la letteratura marxista classica non ha pretese di andare oltre bensì si pone supinamente al suo posto. Le scienze economiche, sociali o, bestemmia, umane, di matrice borghese hanno invece la pretesa, intanto di essere automaticamente scientifiche, in secondo luogo di definire la scienza secondo parametri alquanto discutibili idealistici, sconfinando persino nello spiritualismo.

Si applichi ad esempio il principio di falsificazione di Popper a sé stesso, risulta tautologico o non scientifico per definizione. Nel primo caso è inutile, nel secondo caso è fuori dalla scienza. Mi si può obiettare che la definizione di scienza è opportuno sia al di fuori della stessa. Comprendo la ragione di ciò, ma allora un assioma vale come un altro. Preferisco una definizione interna, anche se imprecisa o forzosa, purché si sia consci della sua convenzionalità.

Verissimo che le verità scientifiche sono falsificabili, ma, tranne nel caso del positivismo più ingenuo, ogni scienziato sa di lavorare su verità relative, il problema in Popper è che non fornisce un criterio congruo di maggiore o minore validità o scade in ultima analisi nell'individualismo.
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:21 pm

C080 ha scritto:
Dulcamara ha scritto:
Mettiamo alla prova C80. Io sono nipote di un ebreo massone molto liberale, hai problemi in merito?
nessun problema, ho diversi amici ebrei.

Lo supponevo, scommetto che questo è più problematico per loro, guarda la posizione dei 5S sui massoni ad esempio o degli stessi pseudosinistri sull'ebraismo... Per il resto qui devi andare a compromessi con la tua ideologia, come marxista non ho problemi in tal senso.
Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6539
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:26 pm

Dulcamara ha scritto:
lucetta10 ha scritto:

Se è per questo i numeri sono ancora più vecchi e ci si possono contare anche i like su facebook!
Non mi pare un brillante affiancamento, va da sé che ogni disciplina o branca del sapere ha il proprio statuto epistemologico e le scienze sociali non sono certo "newtoniane" avendo a che fare con la società e non con la fisica.
Non sarà invece che per te il marxismo è dogmatico, e quindi incontestabile?

Non associo naturalmente lo statuto epistemologico delle scienze esatte con quelle applicate, ho usato un cattivo esempio. Di fatto però l'unica cosa incontestabile, o dogmatica se preferisci, del marxismo è il materialismo, ovvero il postulato filosofico che l'esistenza ed il pensiero umani, in tutte le loro forme cangianti, sono un prodotto sociale in prima istanza, in ultima istanza della materia, del mondo fisico di cui siamo noi stessi parte. Splendide due opere in tal senso: L'Anti-Duhring di Engels e Materialismo ed Empiriocriticismo di Lenin.

Le categorie che uso non sono fideistiche bensì utili e sintetiche, eleganti secondo il linguaggio matematico, finché risultano valide per l'analisi e le previsioni delle dinamiche sociali, non ho motivo di usarne altre, lo faccio anche, ma i vari tentativi portano a risposte meno profonde o più approssimative.

Guardiamo ad esempio una categoria che ti piace, quella dell'occidente versus terzo mondo o nord vs sud del mondo. In primo luogo sono convenzioni geografiche, nulla distingue il nord dal sud, sono semplici nomi. Forse riguarda il territorio? E' disomogeneo in tutte e due le regioni, contengono zone aride o fredde o tropicali o montane o pianure tutte e due, ricchezza e povertà si distribuiscono casualmente in tutti i territori, al limite vi sono i deserti, quasi del tutto disabitati. Paesi ricchi ve ne sono anche al sud, come paesi poveri al nord, ammetto più al sud, ma ritengo sia del tutto casuale, intravedi una motivazione più significativa? Esplicitala. Sono categorie allegoriche, piene di richiami antropologicamente affascinanti, ciò le rende molto poetiche, ma il loro grado di scientificità, previsione, ripetibilità nell'analisi? In che modo sarebbero metodologiche al fine di determinare un modello?

Comunque non capisco la tua posizione, da un lato sei sprezzante verso chi non ha un'ideologia coerente, una visione del mondo manifesta, non mi pare di appartenere a detta categoria, dall'altro non manifesti la tua...



Confondi coerenza con miopia, adesione sentimentale con lettura sensata dei dati (a proposito di atteggiamento scientifico).

Cosa dovrei manifestare? Ho detto più volte che diffido semplicemente da chi aderisce totalmente a un'idea, se ne innamora e legge tutto sub specie, arrivando a forzature come quella che leggo sul relativismo dei punti cardinali su cui mi auguro di non dover controbattere, trovo già imbarazzante l'averlo posto.
Non trovo brillante rispondere alle contestazioni su punti circoscritti sollecitando l'interlocutore a manifestare la sua idea generale, soprattutto se è proprio la generalità e perfezione del modello al centro della contestazione. Se anche fossi ufologa non vedo come le mie contestazioni al tuo modello potrebbero cambiare.

Da un parte c'è la pretesa di proiettare una non meglio definita classe operaia, cui dovrebbero aderire (coartatamene) pure i pomodorari di Rosarno, verso la rivoluzione prossima ventura; dall'altra nvece si reifica su base banalmente nominalistica l'esistenza dello sfruttamento globale del sud del mondo (così lo chiamiamo noi che vogliamo esprimere concetti e non cavillare sulle etichette: sarò strana ma per me un diversamente abile e un disabile sono la stessa persona).
Addirittura la proiezione futura di un modello teorico (visto che non si vuole guardare all'applicazione storica di quel modello, elemento estraneo fin qui al tuo ragionamento..., facciamo finta di niente) diventa più concreta del quadro geopolitico attuale!
Se questa non è adesione fideistica, ditemi voi!
Dove sta l'utilità di un modello che non legge il presente ma crea un futuro radioso, e soprattutto, dove sta la differenza con la religione? Che sia sintetico, nessun dubbio.
Tutto è relativo se si guarda al presente, la rivoluzione è invece certa come la classe operaia e la sua coscienza di classe

Anche rivoluzione è un semplice nome, e le forme in cui si compie una rivoluzione sono storicamente tanto diverse che potremmo allegorizzare anche quelle, che dici? Come possiamo usare lo tesso termine per la Comune di Parigi e la rivoluzione industriale?
Lo stesso si può dire dell'incontestabile materialismo, che ne ha fatta di strada da Engels e Lenin, volersi fermare lì la dice lunga.

Torna in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 6539
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:36 pm

Dulcamara ha scritto:
C080 ha scritto:
Dulcamara ha scritto:
Mettiamo alla prova C80. Io sono nipote di un ebreo massone molto liberale, hai problemi in merito?
nessun problema, ho diversi amici ebrei.

Lo supponevo, scommetto che questo è più problematico per loro, guarda la posizione dei 5S sui massoni ad esempio o degli stessi pseudosinistri sull'ebraismo... Per il resto qui devi andare a compromessi con la tua ideologia, come marxista non ho problemi in tal senso.


Un ultimo punto che proprio mi disturba riguarda la condiscendenza verso i fascisti: mi fa proprio cadere le braccia.
Apprendo con stupore che chi aderisce a lotta comunista non disprezza più (senza troppi sofismi) nemmeno i fascisti.
Bene e male esistono eccome, il fatto he siano determinati dal momento storico non ne sminuisce per nulla la portata. Le società si danno dei paletti e visto che l'essere umano vive in branco, scaccia gli elementi repellenti. Continuare con tutti si distinguo del c....o non toglie che il fascismo è il male assoluto e che posso/devo prenderne sempre e comunque le distanze. Non è democratico? Si che lo è: è anzi nella logica della vita democratica, in cui certe posizioni vengono banalmente espulse, ghettizzate, derise, coglionate. L'infantilismo bambocciate di dire che tutti hanno diritto di esprimere la propria posizione lasciamolo a altri.

Guardarvi pomiciare a ogni scambio mi sta dando il vomito, forse qualcuno dovrebbe difendere la reputazione dei marxisti dal sospetto di connivenza coi fascisti
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 2:49 pm

Simone_Panzavolta ha scritto:

è qui che sbagli secondo me.. quella che dici è la classica cortina fumogena per coprire un'epoca di controriforme ancora peggiore di quella attuale.

Non si sbaglia per nulla, ricordate le scuole a 5 stelle, scuole di fatto confessionali basate sui cavalli di battaglia dei pentastellati? Io sì, me le ricordo bene. Concordo col taglio dei fondi alle scuole paritarie, ma non per dirottarli a quelle più uguali delle altre... L'assunzione di tutti i precari poi, ok, andrà bene a molti docenti, ma vi rendete conto del costo dell'operazione? Degli stessi effetti sulla scuola? Ne abbiamo un piccolo assaggio con l'assunzione straordinaria sul potenziamento, molte risorse non saranno più disponibili perché bisogna pagarli, in molti casi per non fare nulla di utile. I corsi di recupero di matematica l'anno prossimo ce li sognamo, perché bisogna pagare il potenziatore di arte, che non fa altro che fare l'ancella del professore di ruolo. Anche le supplenze su materia saranno sostituite dai potenziatori, e se mi ammalo per un mese non ci sarà un supplente di matematica... La coperta è corta, rendiamocene conto.
Torna in alto Andare in basso
Dulcamara

avatar

Messaggi : 1763
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioTitolo: Re: Un governo di ultracazzari, cvd.   Ven Lug 22, 2016 3:01 pm

lucetta10 ha scritto:

Un ultimo punto che proprio mi disturba riguarda la condiscendenza verso i fascisti: mi fa proprio cadere le braccia.
Apprendo con stupore che chi aderisce a lotta comunista non disprezza più (senza troppi sofismi) nemmeno i fascisti.
Bene e male esistono eccome, il fatto he siano determinati dal momento storico non ne sminuisce per nulla la portata. Le società si danno dei paletti e visto che l'essere umano vive in branco, scaccia gli elementi repellenti. Continuare con tutti si distinguo del c....o non toglie che il fascismo è il male assoluto e che posso/devo prenderne sempre e comunque le distanze. Non è democratico? Si che lo è: è anzi nella logica della vita democratica, in cui certe posizioni vengono banalmente espulse, ghettizzate, derise, coglionate. L'infantilismo bambocciate di dire che tutti hanno diritto di esprimere la propria posizione lasciamolo a altri.
Guardarvi pomiciare a ogni scambio mi sta dando il vomito, forse qualcuno dovrebbe difendere la reputazione dei marxisti dal sospetto di connivenza coi fascisti

La mia battaglia è ideologica, non personale. Contesto il fascismo, non le persone. Alla sezione di Lotta Comunista che frequento veniva a distribuire un giornale un mio conoscente universitario, che non negava simpatie destrorse, ma gli piacevano le nostre iniziative ed era genuinamente per una pluralità di informazione. A noi interessava diffondesse il giornale e chiaramente che cambiasse idea. Dargli del prodotto fognario o rifiutarlo a priori non mi sembra un buon approccio in merito. Per quanto mi concerne sono molto più di destra i pentastellati di C80 basando la loro ideologia ed essendone del tutto inconsci, (per carità, siamo POST-ideologici), su concetti mitologici di purezza popolar-giustizialista e ambientalismo ingenuo, nonché su divisioni strumentali che vedono tutti quelli che li criticano come il corrotto PDemonio (cosa che hai ben evidenziato anche tu). Guarda sotto la forma modernista/giovanilista di un Fedez, o altri idioti alla moda, o delle nuove tecnologie salvifiche cosa ci sta sotto. Sono cose molto più antiche del marxismo, spinte antropologiche quasi ancestrali.
Torna in alto Andare in basso
 
Un governo di ultracazzari, cvd.
Torna in alto 
Pagina 10 di 13Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente
 Argomenti simili
-
» Governo Monti
» Trattato di Riconoscimento del Regno delle Due Sicilie
» Governo R2S
» Costituzione e Governo del Regno delle due Sicilie
» Se cade il governo cosa ci succede?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: