Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 miti e leggende: la continuità didattica.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 9:56 am

http://www.orizzontescuola.it/news/chiamata-diretta-solo-docenti-dallinsegnamento-fertile-mio-insindacabile-giudizio-succede-pugli

"Nelle email si affermava di condividere la richiesta dei dirigenti di assegnare gli incarichi a chi aveva già insegnato nella scuola. In particolare si argomentava sostenendo che ciò avrebbe garantito alle scuole continuità didattica.

Un principio che non può che essere condiviso"

Possiamo veramente condividerlo ? La continuità didattica è veramente un valore aggiunto perseguibile ?

1) I docenti imbecilli esistono, se una classe ha un docente imbecille la continuità didattica è la peggior piaga che gli possa capitare.

2) (alle superiori) i docenti hanno più classi e la configurazione dell'orario è tale che mai le seguono tutte, anzi a volte non ne seguono mai più della metà.

3) Sapere che il prossimo anno i nostri cuccioli saranno affidati ad altri che giudicheranno il nostro lavoro precedente è di stimolo a dare il meglio di noi stessi; se so che il mio lavoro rimarrà occulto per 5 anni sarò tentato di "dormirci su"
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 9:59 am

per me la continuità didattica è la scusa che trovano i docenti incapaci per non far notare la loro capacità; alternativamente è usata come scusa per portare una classe all'ultimo anno e fare a gara per chi è più bravo.
tutto il resto è una minchiata.
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 899
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 10:12 am

quindi niente continuità didattica? nuovi docenti e C.d.C. ex novo ogni anno? programmare la continuità su classi conosciute per almeno il primo biennio e poi per il secondo biennio e quinto anno secondo me è non dico sia fondamentale ma auspicabile sicuramente.
Tornare in alto Andare in basso
Tah-Dah!



Messaggi : 899
Data d'iscrizione : 02.01.12

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 10:16 am

comunque nella mia lunga carriera di docente non mi è mai capitato eh!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 10:30 am

Tah-Dah! ha scritto:
quindi niente continuità didattica? nuovi docenti e C.d.C. ex novo ogni anno?  programmare la continuità su classi conosciute per almeno il primo biennio e poi per il secondo biennio e quinto anno secondo me è non dico sia fondamentale ma auspicabile sicuramente.
Cosa succede tra un biennio e l'altro che non succede all'interno del biennio ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 11:45 am

Tah-Dah! ha scritto:
quindi niente continuità didattica? nuovi docenti e C.d.C. ex novo ogni anno?  programmare la continuità su classi conosciute per almeno il primo biennio e poi per il secondo biennio e quinto anno secondo me è non dico sia fondamentale ma auspicabile sicuramente.
cosa cambia?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 1:24 pm

Bisogna intendersi.

Continuità didattica non significa avere una classe da quando entra a quando esce. Nella scuola superiore, solo i docenti di religione, motoria e arte possono aspirare a tanto. Significa avere un po' di continuità per potere impostare un lavoro ad ampio respiro.

Quindi, continuità nel primo biennio: sì. Continuità negli ultimi due anni, pure.

Avere avuto fisica in prima sapendo che avrei riavuto le classi in seconda mi ha permesso di impostare il lavoro in un certo modo. Se avessi saputo che in seconda li avrebbe presi qualcun altro, avrei fatto diversamente. Una cosa è sapere che devo raccogliere i frutti entro 8 mesi, altro entro 18 mesi.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 1:38 pm

mac67 ha scritto:
Bisogna intendersi.

Continuità didattica non significa avere una classe da quando entra a quando esce. Nella scuola superiore, solo i docenti di religione, motoria e arte possono aspirare a tanto. Significa avere un po' di continuità per potere impostare un lavoro ad ampio respiro.

Quindi, continuità nel primo biennio: sì. Continuità negli ultimi due anni, pure.

Avere avuto fisica in prima sapendo che avrei riavuto le classi in seconda mi ha permesso di impostare il lavoro in un certo modo. Se avessi saputo che in seconda li avrebbe presi qualcun altro, avrei fatto diversamente. Una cosa è sapere che devo raccogliere i frutti entro 8 mesi, altro entro 18 mesi.
Poichè questa certezza non può esistere è ragionevole non fare queste cose, del resto gli alunni di chi non le fa non sono più capre di quelli che le fanno

Nella tua scuola non fanno le "prove per classi parallele" ? Se le fanno sai che non puoi fare progettazioni libere neanche su base annuale; devi arrivare alla prova con tutti gli argomenti relativi e quella prova, senza nessuna posticipazione (quindi senza nessuna anticipazione).

Le idee geniali sulla didattica andrebbero esposte in sede di dipartimento e lì andrebbe deciso se perseguirle tutti o perseguirle nessuno; dopodichè lo sò, c'è la libertà d'insegnamento, elemento sacro della docenza, che mi piacerebbe sapere all'atto pratico se ha creato più opportunità o più problemi..
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4698
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 5:08 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Poichè questa certezza non può esistere è ragionevole non fare queste cose, del resto gli alunni di chi non le fa non sono più capre di quelli che le fanno
Dipende: se il DS convoca tutti i docenti di una certa materia per dire che ha un certo criterio, si può fare. Capita, non spesso, ma capita.


avidodinformazioni ha scritto:

Nella tua scuola non fanno le "prove per classi parallele" ?

No. Già è un miracolo che facciamo la simulazione della prova d'esame.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 997
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:15 pm

C080 ha scritto:
Tah-Dah! ha scritto:
programmare la continuità su classi conosciute per almeno il primo biennio e poi per il secondo biennio e quinto anno secondo me è non dico sia fondamentale ma auspicabile sicuramente.
cosa cambia?
Le indicazioni nazionali, ovvero quelle cose che hanno sostituito i programmi non sono frazionate per anno scolastico, ma in primo biennio, secondo biennio, quinto anno.
È molto più agevole programmare per bienni ed è più facile organizzarsi su classi molto numerose o molto difficili. Poi, di solito, i presidi non cambiano il docente dalla quarta alla quinta.
avidodinformazioni ha scritto:
Nella tua scuola non fanno le "prove per classi parallele" ?
No, alcuni anni si fanno delle prove, ma solo alla fine dei bienni, appunto per agevolare la programmazione biennale.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:17 pm

@melia ha scritto:

Le indicazioni nazionali, ovvero quelle cose che hanno sostituito i programmi non sono frazionate per anno scolastico, ma in primo biennio, secondo biennio, quinto anno.
È molto più agevole programmare per bienni ed è più facile organizzarsi su classi molto numerose o molto difficili. Poi, di solito, i presidi non cambiano il docente dalla quarta alla quinta.

mi sfugge come faccia un precario a sapere che per 2 anni di seguito sarà nella stessa scuola...
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 997
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:28 pm

Da noi ci sono pochissimi precari. Su 14 insegnanti di matematica e fisica, 13 sono di ruolo e la quattordicesima ha 10-12 ore. Ovvio che lei non può essere certa di rimanere il prossimo anno, ma tutti gli altri sanno di certo che avranno la continuità per 2 o 3 anni (1^ e 2^, oppure 3^, 4^ e 5^).
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:34 pm

@melia ha scritto:
Da noi ci sono pochissimi precari. Su 14 insegnanti di matematica e fisica, 13 sono di ruolo e la quattordicesima ha 10-12 ore. Ovvio che lei non può essere certa di rimanere il prossimo anno, ma tutti gli altri sanno di certo che avranno la continuità per 2 o 3 anni (1^ e 2^, oppure 3^, 4^ e 5^).

Ritieni che gli alunni del precario sono svantaggiati rispetto agli altri? Non credo; magari chi arriva dopo dovrà svolgere qualcosa in più che chi c'era prima non aveva voglia di fare, nascondendosi dietro l'aspettativa della continuità didattica e la libertà di insegnamento.
io, da alunno, ho avuto 4 docenti diversi di matematica e fisica, in 5 anni....non mi sembra sia morto nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 997
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:41 pm

C080 ha scritto:

Ritieni che gli alunni del precario sono svantaggiati rispetto agli altri?
Dipende dal precario, come dipende dall'insegnante di ruolo che hanno. Quelli del precario del 14-15 un po' svantaggiati lo erano, il collega insegnava con poca convinzione e sperava di tornare a lavorare in un'azienda, era rimasto a casa per via della crisi, ma non amava insegnare lo faceva solo per necessità. Quella di quest'anno era molto brava ed con tanto entusiasmo, nessuno svantaggio, dunque.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:43 pm

@melia ha scritto:

Dipende dal precario, come dipende dall'insegnante di ruolo che hanno. Quelli del precario del 14-15 un po' svantaggiati lo erano, il collega insegnava con poca convinzione e sperava di tornare a lavorare in un'azienda, era rimasto a casa per via della crisi, ma non amava insegnare lo faceva solo per necessità. Quella di quest'anno era molto brava ed con tanto entusiasmo, nessuno svantaggio, dunque.

scusa ma questo ha poco a che vedere con la continuità didattica...io parlavo del dover cambiare docente ogni anno.
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 997
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Lun Ago 08, 2016 8:48 pm

Allora sì, chi cambia docente ogni anno è svantaggiato, soprattutto con i nuovi programmi, che sono vastissimi. Con una classe nuova perdo sempre un sacco di tempo a smussare gli spigoli, miei e dei miei studenti, per lavorare poi in modo proficuo. Con una classe che conosco salto questo passaggio e riesco a fare più argomenti e in modo più approfondito.
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mar Ago 09, 2016 12:24 pm

A parte che secondo me c'è un vantaggio enorme nel fatto di conoscere già la classe, gli elementi problematici, le difficoltà specifiche su cui lavorare ecc, credo che la continuità didattica sia tanto più importante quanto più piccoli sono gli alunni. All'infanzia e alla primaria, per esempio, ci sono moltissimi bambini che risentono del cambio di insegnanti e del non trovare l'anno successivo la loro "figura di riferimento". Credo comuque che già gli ultimi anni della primaria l'effetto si attenui molto.
C'è da dire comunque che anche i genitori e i dirigenti tengono in massima considerazione l'aspetto della continuità per i due ordini di scuola che ho menzionato, e non è raro che la continuità sia il primo criterio preso in esame anche per stabile quale supplenza assegnare ai docenti precari (almeno nella mia esperienza).
Concordo comunque che è un criterio "arma a doppio taglio" poichè se ti capita un incapace rischi di dovertelo tenere a vita..
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mar Ago 09, 2016 12:29 pm

Alle elementari la maestra è anche un po' mamma; non si deve cambiare la mamma ogni tre per due.
Tornare in alto Andare in basso
Online
seasparrow



Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 57
Località : Venezia

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 2:08 pm

e' un argomento pieno di vantaggi e svantaggi si potrebbe pensare a compilare una ampia completa e dettagliata tabella
cambiare insegnante di anno in anno abitua gli studenti a essere flessibili ritrovarsi a settembre classi con le quali ti sei trovato male onestamente fa venir voglia di vomitare gia' a settembre pero' se hai avuto in laboratorio un collega in compresenza che risolveva problemi invece di crearli ovviamente sogni di ritrovarlo l'elenco e' appena iniziato
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7538
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 4:44 pm

spero di non andare troppo ot...
ma mi viene in mente una conversazione fatta al parco, "passeggiando il canino in zona cani", conversazioni leggere tra semisconosciuti altri umani con cani...
un insgenante inglese, in scuola inglese in italia, saputo della mia condizione di precaria storica con, all'epoca, 13, 14 anni passati cambiando costantemente scuola, in tono molto "so'superiorechèsòsudditodellareggggina", sentenziò: che schifo la scuola italiana, tu (io) avrai fatto il tuo lavoro al minimo, tanto cambiando scuola ogni anno nessuno avrà mai potuto inseguirti per contestare il tuo lavoro, peccato che la scuola italiana sprechi così delle risorse importanti (bontà sua, evidentemente almeno mi riconosceva la posizione comunque non invidiabile di risorsa sprecata).
il suo punto di vista non era sbagliato, ammettiamolo.
in un certo qual modo gli ho anche dato ragione, sì, ho risposto, avrei potuto fare così...molti magari lo fanno...
ma, come ho risposto a lui e come son sinceramente convinta...
la scuola italiana è composta, nel suo insieme, anche da tantissimi docenti che proprio in virtù di questo lavorar precario, son costretti ad aggiornarsi, ad essere elastici, ad adattarsi alla bisogna, alla necessità, a cambiar registri verbali, nel mio caso addirittura ad essere costantemente informati sulle realtà artistiche legate al territorio (sì certo sempre di milano e dintorni parlo...ma vi assicuro che mica conosco ogni singola chiesa romanica del territorio...).
la continuità didattica offre indubbi lati positivi (li ho sperimentati per la prima volta quest'anno dove, dopo 17 anni, mi è capitato di portare agli esami di terza media del ragazzini che avevo conosciuto, bambini, in prima media e sì....mi sono emozionata -proprio io che tendo all'arido!!!).
ma il girare, forzatamente, tra scuole differenti, la non continuità quindi, offre comunque altri validi spunti positivi...
all'inglese io l'ho anche detto: ehy cocco...io proprio perché giro da anni magari son pure meglio di te, tzèèèè, fossilizzato nel tuo piccolo regno d'elite...
certo son sicuramente più stanca di altri, inutile negarlo.
spero solo da settembre, dal mio primo anno ufficiale in ruolo quindi, di potermi riposare un pochino...senza per questo sbracarmi su di una cattedra, finalmente, mia e solo mia anche per gli anni a venire.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 6:24 pm

2013-14 precario su elettronica in due scuole
2014-15 ruolo giuridico matematica, effettivo fisica su due scuole (altre 2)
2015-16 ruolo matematica su una scuola (diversa da tutte le altre)
2016-17 ruolo matematica e fisica su una scuola (sempre diversa).

2017-18 ? DS ?

Il ruolo non è garanzia di stabilità.
Tornare in alto Andare in basso
Online
tellina



Messaggi : 7538
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 6:50 pm

2020-2021...imperatore?!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 7:05 pm

tellina ha scritto:
2020-2021...imperatore?!
Fanno il concorso ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
tellina



Messaggi : 7538
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: miti e leggende: la continuità didattica.   Mer Ago 10, 2016 7:28 pm

io punto a diventarlo per acclamazione.
Tornare in alto Andare in basso
 
miti e leggende: la continuità didattica.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» assegnazione provvisoria per continuità didattica
» continuità sotto i tre anni
» Le popolazioni antiche si possono copiare?
» Corso Americanails Accademy
» Fede: si può curare?

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: