Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Articolo Gian Antonio Stella

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
robertosole



Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 17.05.11

MessaggioOggetto: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 12:34 pm

http://www.corriere.it/cronache/16_agosto_10/80-cento-nuovi-prof-sud-perche-trasferirli-non-complotto-ab7a8c6a-5eba-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml
Tornare in alto Andare in basso
Silvia C.



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 5:18 pm

Condivido
Tornare in alto Andare in basso
giobbe



Messaggi : 3731
Data d'iscrizione : 25.08.11

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 5:24 pm

robertosole ha scritto:
http://www.corriere.it/cronache/16_agosto_10/80-cento-nuovi-prof-sud-perche-trasferirli-non-complotto-ab7a8c6a-5eba-11e6-bfed-33aa6b5e1635.shtml
Era risaputo fin dall'inizio. Lo scandalo è solo nella mente di chi non si vuole trasferire. La Buona S(cu)ola ha immesso tutti in ruolo precisando chiaramente che i docenti si sarebbero dovuti spostare su tutto il territorio nazionale, specialmente verso il nord, dove i posti ci sono REALMENTE.
E' inutile piangere sul latte versato.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 5:45 pm

Un articolo sull'ovvio ma l'ovvio, a quanto pare, al giorno d'oggi è merce rara.
Nessuna delle affilate penne italiche, per quel che ne so, ha preso spunto dalla grottesca vicenda per riflettere sul fatto che se non si interviene seriamente sul mezzogiorno d'Italia, questo paese è destinato a non rialzarsi più.
L'orchestra suona mentre la nave affonda, cui prodest?
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu



Messaggi : 4169
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 5:48 pm

Ci sono statistiche autorevoli sulla media di alunni per classe, regione per regione?
Sarebbe uno dei punti su cui agire.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 5:59 pm

arrubiu ha scritto:
Ci sono statistiche autorevoli sulla media di alunni per classe, regione per regione?
Sarebbe uno dei punti su cui agire.
si, quelle riportate nell'articolo.
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu



Messaggi : 4169
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:00 pm

C080 ha scritto:
arrubiu ha scritto:
Ci sono statistiche autorevoli sulla media di alunni per classe, regione per regione?
Sarebbe uno dei punti su cui agire.
si, quelle riportate nell'articolo.
Ehm, sicuro?
Io chiedevo gli alunni per classe, non il numero in assoluto di alunni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:01 pm

arrubiu ha scritto:

Ehm, sicuro?
Io chiedevo gli alunni per classe, non il numero in assoluto di alunni.

certo che esistono, al sidi si vede tutto.
Tornare in alto Andare in basso
arrubiu



Messaggi : 4169
Data d'iscrizione : 24.10.14
Località : Casteddu70

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:03 pm

C080 ha scritto:
arrubiu ha scritto:

Ehm, sicuro?
Io chiedevo gli alunni per classe, non il numero in assoluto di alunni.

certo che esistono, al sidi si vede tutto.
A da dove si accederebbe al sidi?
Forse dovevo essere più preciso e dire "statistiche autorevoli visibili a tutti"?
Tornare in alto Andare in basso
Online
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:15 pm

Signori cari ma di cosa stiamo parlando.
Qui nessuno sta dicendo che non ci si vuole trasferire. Io sapevo di dovermi trasferire e l'ho accettato prima ancora di essere assunto lo scorso anno.
Stiamo solo affermando di volerci trasferire dove è giusto che sia.
Stiamo solo chiedendo che venga rispettata la legge?
Chiediamo troppo?
Tornare in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:15 pm

da meridionale serenamente in Lombardia, non vedo bene quale sia il problema di tanti conterranei. Non ho mai sentito parlare di "deportazione" riguardo a vari comparti di funzionari pubblici (dai poliziotti ai magistrati, etc..) che per ovvi motivi devono lavorare ben lontano dal proprio luogo di residenza. Trovo la polemica pretestuosa, e penso anzi che lavorare per un determinato periodo in contesti diversi e lontani possa avere anche aspetti positivi per la propria crescita personale e professionale.


arrubiu ha scritto:
C080 ha scritto:
arrubiu ha scritto:

Ehm, sicuro?
Io chiedevo gli alunni per classe, non il numero in assoluto di alunni.

certo che esistono, al sidi si vede tutto.
A da dove si accederebbe al sidi?
Forse dovevo essere più preciso e dire "statistiche autorevoli visibili a tutti"?
Tornare in alto Andare in basso
eros



Messaggi : 514
Data d'iscrizione : 03.12.10

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:19 pm

Giomes qui alcuni colleghi che hanno avuto una certa fortuna sostengono che chiediamo troppo, hanno paura di perdere il primo ambito loro e girano girano girano il discorso come i nostri Grandi politici... Noi diciamo algoritmo e loro rispondono che mancano i posti, noi diciamo errori e loro che le cattedre sono al nord, noi diciamo controllate e loro daremo più ap, noi diciamo sono stato superato da tizio e loro i docenti dono per l'80% meridionali...basta mi fermo
Tornare in alto Andare in basso
franco71



Messaggi : 778
Data d'iscrizione : 14.11.14

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:24 pm

Paolo Tuguri ha scritto:
Un articolo sull'ovvio ma l'ovvio, a quanto pare, al giorno d'oggi è merce rara.
Nessuna delle affilate penne italiche, per quel che ne so, ha preso spunto dalla grottesca vicenda per riflettere sul fatto che se non si interviene seriamente sul mezzogiorno d'Italia, questo paese è destinato a non rialzarsi più.
L'orchestra suona mentre la nave affonda, cui prodest?
A proposito del Sud vedi: http://www.orizzontescuolaforum.net/t129491-lo-tsunami-dei-trasferimenti-ecco-i-numeri-e-le-vere-cause e l'articolo citato. C'è qualche proposta.
Tornare in alto Andare in basso
Braque75



Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 18.03.13

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 6:57 pm

Paolo Tuguri ha scritto:
Un articolo sull'ovvio ma l'ovvio, a quanto pare, al giorno d'oggi è merce rara.
Nessuna delle affilate penne italiche, per quel che ne so, ha preso spunto dalla grottesca vicenda per riflettere sul fatto che se non si interviene seriamente sul mezzogiorno d'Italia, questo paese è destinato a non rialzarsi più.
L'orchestra suona mentre la nave affonda, cui prodest?

Condivido molto questo post. Neanche io ho trovato nulla di che nell'articolo di Stella e ancor meno nei dati di TuttoScuola. Come osserva giomes, se non erro il suo nick, è semplicemente l'ulteriore e per nulla necessario contributo a confondere le acque, esacerbando gli animi aggiungo, perché continua a restare in secondo piano la richiesta legittima di trasparenza sulla mobilità. Francamente non so più in quale lingua occorra specificarlo. Quanti rientrano, quanti partono, quanti posti al sud, quanti al nord: tutto bene, se fosse solo questo però...
Forse la verità piena non sta da nessuna parte, nemmeno nel post di Paolo Tuguri o in questo altro articolo in hp http://www.orizzontescuola.it/news/mobilit-ed-emigrazione-docenti-al-sud-ci-son-meno-cattedre-perch-stato-non-investe-nella-scuola
ma almeno cercano di offrire, a mio avviso almeno, uno sguardo un po' più ampio sulla questione, che non sia la ovvietà di scoprire 1/3 di posti al sud e il resto al nord, anche perché la contestazione non andrebbe limitata al sud, visto quanto sembra stia emergendo anche dalla mobilità toscana. Quindi mi chiedo: allo stato attuale, a fronte di tutti questi dati forniti con tale sicumera, è possibile sostenere che in quel terzo finirà davvero chi ha diritto a esserci? A mio parere no, almeno finché il MIUR non renderà disponibili ben altri dati e informazioni...E ancora: simili dati ci assicurano che in quei 2/3 non sia finito invece chi aveva diritto a stare altrove? E se altrove questi colleghi dovevano stare (e così è visti gli errori "fisiologici" (???) ammessi dal MIUR), che il rapporto delle disponibilità sia 70 a nord e 30 a sud in che misura ci garantisce la correttezza degli interi movimenti pubblicati, che invano si sta chiedendo di verificare? A me pare che di questo si tratti, poi per carità sarò io a non aver capito niente...
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Tuguri



Messaggi : 204
Data d'iscrizione : 27.03.15

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 7:11 pm

franco71 ha scritto:
Paolo Tuguri ha scritto:
Un articolo sull'ovvio ma l'ovvio, a quanto pare, al giorno d'oggi è merce rara.
Nessuna delle affilate penne italiche, per quel che ne so, ha preso spunto dalla grottesca vicenda per riflettere sul fatto che se non si interviene seriamente sul mezzogiorno d'Italia, questo paese è destinato a non rialzarsi più.
L'orchestra suona mentre la nave affonda, cui prodest?
A proposito del Sud vedi: http://www.orizzontescuolaforum.net/t129491-lo-tsunami-dei-trasferimenti-ecco-i-numeri-e-le-vere-cause e l'articolo citato. C'è qualche proposta.

Ti ringrazio per il link.
Dell'articolo condivido (oltre all'oggettiva analisi sui numeri) la necessità di ragionare e progettare a lungo termine. La lotta alla dispersione è sicuramente un buon punto di partenza, non sono un esperto del settore, ma credo che richieda non tanto e non solo un'apertura reiterata delle scuole quanto un ripensamento del ruolo delle scuole stesse nel territorio, che vada oltre al, pur essenziale, contrasto alla dispersione. Ad esempio, con riferimento agli istituti tecnici e professionali, la scuola potrebbe e dovrebbe anche fare impresa. Un singolo istituto difficilmente riuscirebbe a stare sul mercato, una rete di scuole dello stesso territorio potrebbe invece funzionare. Sto parlando di piccola impresa, ovviamente, che abbia come uniche velleità quelle dell'autofinanziamento e della formazione degli studenti sul campo. D'altra parte nel meridione le "cattedrali nel deserto" hanno miseramente fallito lasciandosi alle spalle una scia di disastri ecologici e sociali. Le insidie sono molteplici, così come le difficoltà, specie nell'intraprendere percorsi di questo tipo: sono necessari finanziamenti e controlli sull'effettivo utilizzo di quest'ultimi.
Non possiamo, però, più sperperare denaro pubblico nel formare ragazzi che poi abbandoniamo nel deserto tra i miraggi della criminalità organizzata.
Il calo demografico non è che la conseguenza di un'assenza di politiche che non siano clientelari nel mezzogiorno.
Si vuole fermare questo processo: bene.
Lo si vuol fare partendo dalla scuola: meglio:
Lo si faccia in fretta ché la nave, con il carico spostato sulla prua, cola a picco.
Tutta.
Tornare in alto Andare in basso
Babbeus



Messaggi : 1683
Data d'iscrizione : 17.03.15

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 7:45 pm

Non è palesemente scorretto citare la statistica sulla provenienza dei docenti su tutto l'organico per giustificare i trasferimenti dei neoimmessi che sono stati inseriti su posti nuovi creati ad hoc e senza cattedra?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 7:54 pm

arrubiu ha scritto:

A da dove si accederebbe al sidi?
Forse dovevo essere più preciso e dire "statistiche autorevoli visibili a tutti"?

non perchè tu non ci puoi accedere significa che sia segreta...
Tornare in alto Andare in basso
Silvia C.



Messaggi : 125
Data d'iscrizione : 30.07.15

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Mer Ago 10, 2016 8:46 pm

Mi rendo conto che questo forum è un Cahier de doléances, ma intitolare un post " chi è tranquillo e soddisfatto del suo posto ", sarebbe davvero utopia? Diamo voce ai tanti che da quest'anno sono finalmente in ruolo, da Nord a Sud ? Possibile che sia solo io? Basta lamentarsi. Basta. Se proprio non riesci, cambia lavoro.
Tornare in alto Andare in basso
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Gio Ago 11, 2016 9:36 am

Silvia C. ha scritto:
Mi rendo conto che questo forum è un Cahier de doléances, ma intitolare un post " chi è tranquillo e soddisfatto del suo posto ", sarebbe davvero utopia?  Diamo voce ai tanti che da quest'anno sono finalmente in ruolo, da Nord a Sud ? Possibile che sia solo io?  Basta lamentarsi. Basta.  Se proprio non riesci,  cambia lavoro.

Evidentemente la maggior parte di noi è scontenta.
Lo saresti anche tu se fossi stata sbattuta a 850 Km da casa, con situazioni familiari disagiate e con circa 1700 persone (calcolo mio personale scientifico) con punteggi più bassi capitati chissà per quale botta di c. molto più vicino.
Visto che sei così contenta fallo tu.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3647
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Gio Ago 11, 2016 9:38 am

giomes ha scritto:


Evidentemente la maggior parte di noi è scontenta.
Lo saresti anche tu se fossi stata sbattuta a 850 Km da casa, con situazioni familiari disagiate e con circa 1700 persone (calcolo mio personale scientifico) con punteggi più bassi capitati chissà per quale botta di c. molto più vicino.
Visto che sei così contenta fallo tu.

presumo tu sia fase C..non lo sapevi che funzionava così quando hai firmato il contrattino?
Tornare in alto Andare in basso
giomes



Messaggi : 121
Data d'iscrizione : 20.01.11

MessaggioOggetto: Re: Articolo Gian Antonio Stella   Gio Ago 11, 2016 9:48 am

C080 ha scritto:
giomes ha scritto:


Evidentemente la maggior parte di noi è scontenta.
Lo saresti anche tu se fossi stata sbattuta a 850 Km da casa, con situazioni familiari disagiate e con circa 1700 persone (calcolo mio personale scientifico) con punteggi più bassi capitati chissà per quale botta di c. molto più vicino.
Visto che sei così contenta fallo tu.

presumo tu sia fase C..non lo sapevi che funzionava così quando hai firmato il contrattino?

Qui diciamo sempre le stesse cose. Lo sapevo ed accettavo il trasferimento.
Lo accetto anche adesso ma dove è giusto che sia.
Se ci sono 1700 persone con punteggio più basso trovo evidente che ciò che è successo di certo non è giusto.
Ma tranquillo, non ho fretta, posso arrivare fino al TAR e pagheranno per i torti subiti.
Tornare in alto Andare in basso
 
Articolo Gian Antonio Stella
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» articolo interessante
» articolo di ieri
» Scoperta stella neutroni piu' grande in Universo
» Dov'è il mio papà? [ARTICOLO apparso su Elle gennaio 2012)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Mobilità, utilizzazioni, assegnazioni provvisorie, graduatoria interna istituto-
Andare verso: