Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Lun Ago 22, 2016 5:26 pm

Promemoria primo messaggio :

"Sì, io matematica non l'ho mai studiata"

"spero almeno che nelle altre materie tu vada bene"

"sì, se le studio riesco"

Queste le ultime tre frasi di una lezione privata appena conclusa.

Argomento: geometria analitica, parabola, passaggio per punti, incrocio con rette, rispetto di vincoli vari; l'alunno (che vedo per la seconda volta) rema di brutto, e scava scava, non sa risolvere un sistema di equazioni nè un'equazione di primo grado.

Passerà in quarta ? Temo di sì, è passato in terza .....

Io spero tanto che al liceo sia diverso (lui è in un ITIS periferico).
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
cha



Messaggi : 96
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mar Ago 23, 2016 1:59 pm

Lenar ha scritto:
D'altra parte mi chiedo anche quale utilità tragga il ragazzino incapace di risolvere un'equazione di primo grado dalla frequenza di un corso di matematica del terzo o del quarto anno.

nessuna, ma è la norma: spesso, sorridendo, in scrutinio dichiaro che l'alunno (presentato con 2 o 3) non si avvale dell'insegnamento della matematica, ma viene ugualmente promosso "perchè tanto è una materia sola" a giugno o anche a settembre e questo implica che in quarta ci siano alunni che non riescono a risolvere un'equazione di primo o secondo grado (vieni nell'altro thread, ne parliamo)
l'unica speranza che abbiamo è nelle scuole tecniche in cui ad un 2 in matematica si associ un 3 o un 4 in sistemi, elettronica, meccanica, costruzioni, topografia... nella materie professionalizzanti, ma non sempre questo accade...

cha
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mar Ago 23, 2016 7:44 pm

cha ha scritto:
Lenar ha scritto:
D'altra parte mi chiedo anche quale utilità tragga il ragazzino incapace di risolvere un'equazione di primo grado dalla frequenza di un corso di matematica del terzo o del quarto anno.

nessuna, ma è la norma: spesso, sorridendo, in scrutinio dichiaro che l'alunno (presentato con 2 o 3) non si avvale dell'insegnamento della matematica

cha

La tua testimonianza non fa che rafforzare la mia convinzione: i gruppi di discenti andrebbero organizzati per livelli di competenza e non per coorti di età
Tornare in alto Andare in basso
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 1:15 am

iaiataf ha scritto:
Ai corsi di formazione di quest'anno mi hanno detto che assolutamente un docente non deve trasmettere conoscenze.

Basta fare presenza, non vorrai prendere sul serio i corsi di formazione...
Tornare in alto Andare in basso
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 1:55 am

Lenar ha scritto:

La tua testimonianza non fa che rafforzare la mia convinzione: i gruppi di discenti andrebbero organizzati per livelli di competenza e non per coorti di età

I livelli di competenza sono meta-fantasmagorie, visto che le competenze sono fantasmagoriche. Quasi sempre i livelli intellettivi dei discenti corrispondono bene o male alla loro età, le bocciature aiutano i più tardi. I rarissimi casi di anticipo potrebbero essere promossi di più anni, concordo. Definire lo standard di un sistema sulle eccezioni mi pare in ogni caso del tutto demenziale.

Hai visto il video di quell'insopportabile pallone gonfiato di Ken Robinson?
https://www.youtube.com/watch?v=SVeNeN4MoNU

Il commento che scrissi in merito come uno dei compiti del TFA:
Non ho alcun problema ad essere critica in merito, anzi non riesco a non essere apertamente
sprezzante. Una pessima interpretazione dell'epistemologia di Kuhn che continua a fare danni. La
retorica del “cambio di paradigma” è di una noia mortale, ripetuta in tutte le salse, forse meno
vecchia dell'illuminismo, ma insignificante al confronto da un punto di vista storico e culturale. I
paradigmi cambiano per dinamiche economiche, storiche e sociali, non certo grazie alle presunte
geniali novità di auto proclamati avanguardisti della pedagogia le cui radici sono riconducibili a
Pascal, a proposito di superamento dell'ottica illuminista... Il video è semplicemente ridicolo: pone
problematiche e disamine storiche semplificate in maniera scandalosa e grottesca, si basa su
preconcetti altrettanto pericolosi quanto quelli che intenderebbe combattere, non propone nulla ma
vorrebbe inculcare verità con mezzucci retorici e fastidiosi ammiccamenti. Nulla è meno
rivoluzionario della supina e gioiosa retorica dell'ideologia dominante trasfigurata in un riformismo
fine a sé stesso. “Tutto cambia affinché nulla cambi”, anzi, visti gli sconfortanti risultati
dell'istruzione europea dominata dai pedagogisti bisogna declinare la citazione in “affinché tutto
peggiori”.
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 8:05 am

Dulcamara ha scritto:
Lenar ha scritto:

La tua testimonianza non fa che rafforzare la mia convinzione: i gruppi di discenti andrebbero organizzati per livelli di competenza e non per coorti di età

I livelli di competenza sono meta-fantasmagorie, visto che le competenze sono fantasmagoriche.


A mio avviso, invece, le competenze esistono e si possono classificare e misurare. Saper risolvere una disequazione di secondo grado è, per come la vedo io, una competenza che si può facilmente misurare. Saper analizzare il testo di un problema e ricavare l'equazione che lo risolve è anch'essa, a mio avviso, una competenza che si può misurare.

Dulcamara ha scritto:


Quasi sempre i livelli intellettivi dei discenti corrispondono bene o male alla loro età, le bocciature aiutano i più tardi.

Possedere il livello intellettivo necessario per padroneggiare un certo concetto è, per l'appunto, condizione necessaria ma non sufficiente per padroneggiare quello specifico concetto. Oltre al livello intellettivo serve la voglia e l'impegno. Se un sedicenne non vuole imparare la matematica mentre gli interessa molto l'inglese (o la meccanica, o la cucina), pur essendo potenzialmente in grado di comprendere la matematica avrà, alla fine, un certo livello di competenza (scarso) in matematica e un livello di competenza diverso (probabilmente buono) in inglese (o in meccanica o in cucina).

Ora, bisogna capire cosa si vuole fare. Se si vuole obbligare il sedicenne ad imparare la matematica si devono usare le opportune misure coercitive (dalle bocciature in su). Se si preferisce adattare l'inclinazione del sedicenne allora l'organizzazione dei gruppi di discenti per livelli di competenza mi pare una strada da non scartare a priori. Quello su cui mi pare che tutti concordino è il fatto che la cosa più sbagliata sia perpetrare l'errore di obbligare a seguire i corsi di matematica di terza e quarta un sedicenne che non conosce la matematica relativa ai corsi di prima e di seconda.

Dulcamara ha scritto:


I rarissimi casi di anticipo potrebbero essere promossi di più anni, concordo. Definire lo standard di un sistema sulle eccezioni mi pare in ogni caso del tutto demenziale.


I casi di ragazzi che arrivano in terza o quarta superiore senza padroneggiare in maniera adeguata la matematica di prima e di seconda non mi paiono talmente pochi da poter essere considerati delle "eccezioni".

Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 8:33 am

Questo implicherebbe però l'abolizione totale degli indirizzi di studio e la trasformazione delle scuole superiori in strutture tutte identiche tra di loro, che offrirebbero infiniti corsi di infinite materie, dal latino alla zootecnia, e in cui ognuno si sceglie il percorso che gli piace di di più e che gli riesce meglio. Perchè ammetterai che non avrebbe senso dare un diploma di "liceo scientifico" a uno studente che ha concluso tutto il percorso arrivando a livelli alti in materie letterarie, ma si è sempre fermato al livello di prima e di seconda in matematica, fisica e chimica, oppure un diploma tecnico a qualcuno che è sempre rimasto al palo proprio nelle discipline fondamentali di indirizzo tecnico scelte...
Tornare in alto Andare in basso
drifis_



Messaggi : 603
Data d'iscrizione : 21.08.10

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 12:07 pm

carletto 2 ha scritto:
drifis_ ha scritto:
io so che se mi chiedi 8 x 6 ... riesco a farlo ... facendo 5 x 8 = 40 + 8 = 48

A parte la notazione (5x8 non è uguale a 40+8) , questo è un ottimo esempio di competenza aritmetica che, se tutti gli studenti avessero all'uscita dalla terza media, mi risparmierei due mesi di lezione in prima superiore.

mi spargo umilmente il capo di cenere, hai ragionissima a mia parziale discolpa posso dire che ho scritto di getto quello che pensavo, quindi sotto forma di "discorso" e non "matematicamente" ma se ti può consolare quando l'ho rivisto scritto mi sono vergognata come una ladra XD

sul resto scritto nei messaggi seguenti sono del tutto d'accordo!
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 1:36 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Questo implicherebbe però l'abolizione totale degli indirizzi di studio e la trasformazione delle scuole superiori in strutture tutte identiche tra di loro, che offrirebbero infiniti corsi di infinite materie, dal latino alla zootecnia, e in cui ognuno si sceglie il percorso che gli piace di di più e che gli riesce meglio.


Esattamente. Non si tratterebbe però di strutture che offrirebbero "infiniti" corsi ma, semplicemente, alcuni dei corsi possibili. Idealmente non sarebbe assurdo ipotizzare che se Pino vuole seguire il corso di zootecnia che non viene offerto dalla sua scuola possa andare a frequentarlo nella scuola accanto.

Magari, per vezzo di tradizione, si potrebbero continuare a chiamare licei quelle scuole che offrono corsi di Latino, Greco e Filosofia ed istituti tecnici quelle scuole dove i corsi offerti sono per lo più Matematica, Fisica, Chimica, Elettronica etc etc...

paniscus_2.0 ha scritto:

Perchè ammetterai che non avrebbe senso dare un diploma di "liceo scientifico" a uno studente che ha concluso tutto il percorso arrivando a livelli alti in materie letterarie, ma si è sempre fermato al livello di prima e di seconda in matematica, fisica e chimica, oppure un diploma tecnico a qualcuno che è sempre rimasto al palo proprio nelle discipline fondamentali di indirizzo tecnico scelte...

Sono perfettamente d'accordo. A quel punto il diploma sarebbe semplicemente l'elenco dei corsi sostenuti con la specificazione del livello di competenza raggiunto nelle varie discipline.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 1:37 pm

drifis_ ha scritto:
carletto 2 ha scritto:
drifis_ ha scritto:
io so che se mi chiedi 8 x 6 ... riesco a farlo ... facendo 5 x 8 = 40 + 8 = 48

A parte la notazione (5x8 non è uguale a 40+8) , questo è un ottimo esempio di competenza aritmetica che, se tutti gli studenti avessero all'uscita dalla terza media, mi risparmierei due mesi di lezione in prima superiore.

mi spargo umilmente il capo di cenere, hai ragionissima a mia parziale discolpa posso dire che ho scritto di getto quello che pensavo, quindi sotto forma di "discorso" e non "matematicamente" ma se ti può consolare quando l'ho rivisto scritto mi sono vergognata come una ladra XD

sul resto scritto nei messaggi seguenti sono del tutto d'accordo!
Io l'ho interpretato come "flusso di pensiero" e non mi è sembrato per nulla scandaloso.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 1:47 pm

Lenar ha scritto:
Magari, per vezzo di tradizione, si potrebbero continuare a chiamare licei quelle scuole che offrono corsi di Latino, Greco e Filosofia ed istituti tecnici quelle scuole dove i corsi offerti sono per lo più Matematica, Fisica, Chimica, Elettronica etc etc...

Quindi, matematica e fisica non sono materie adatte a un liceo, che notoriamente serve solo per studiare latino e greco.

Non ho parole, veramente.

Tornare in alto Andare in basso
Alevar8



Messaggi : 180
Data d'iscrizione : 04.08.16
Località : Veneto, tra la terra e il cielo

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 2:35 pm

La base di un liceo è lo studio del latino infatti per quanto mi riguarda scienze applicate non è un liceo e nemmeno il liceo artistico lo è...ma si è voluto dare a tutte le scuole l'appellativo di "liceo" (probabilmente "istituto d'arte"non bastava) poi è ovviamente sbagliato dire che nei licei la matematica e fisica dovrebbero diminuire, per quanto mi riguarda le due ore di fisica e le due di matematica del classico, scienze umane, linguistico, artistico ecc. Sono troppo poche e andrebbero senza dubbio aumentate...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15814
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 7:16 pm

Alevar8 ha scritto:
La base di un liceo è lo studio del latino infatti per quanto mi riguarda scienze applicate non è un liceo e nemmeno il liceo artistico lo è...ma si è voluto dare a tutte le scuole l'appellativo di "liceo" (probabilmente "istituto d'arte"non bastava) poi è ovviamente sbagliato dire che nei licei la matematica e fisica dovrebbero diminuire, per quanto mi riguarda le due ore di fisica e le due di matematica del classico, scienze umane, linguistico, artistico ecc. Sono troppo poche e andrebbero senza dubbio aumentate...
http://www.garzantilinguistica.it/ricerca/?q=liceo
1. scuola secondaria di grado superiore che prepara all’università ....fondati rispettivamente sull’insegnamento prevalente delle materie umanistiche, delle materie scientifiche, del disegno e delle belle arti, delle lingue straniere moderne, delle materie umanistico-sociali

Etimologia: ← dal lat. lycēu(m), dal gr. lýkeion, che indicava in origine la località presso il tempio di apollo liceo ad atene, sede della scuola di aristotele (384-322 a.c.).


Dunque; il liceo nasce senza latino, il latino sembra essere un upgrade del liceo originario, quando cambiano le cose importanti cambiano le cose da studiare; i romani non c'erano ed il latino non si studiava, i romani diventano imperatori del mondo ed al liceo si fa latino; oggi gli imperatori del mondo sono gli americani ...... mutiamo le mutande e vedi cosa esce.

Le materie scientifiche fanno parte del liceo, ma anche qui, l'informatica ai tempi di Aristotele non c'era, ora sì; l'informatica è importante ? Altre mutande da cambiare !

Declinazione del liceo all'italiana: luogo dal quale le capre del professionale vengono espulse entro un mese e le capre del tecnico vengono espulse entro un anno.

Declinazione del liceo scientifico per le scienze applicate: liceo (accezione precedente) dove non si perde tempo a studiare cose inutili e si impegna a studiare materie scientifiche che preparano alle università, ma non tutte, solo quelle che poi trovi lavoro.


Ultima modifica di avidodinformazioni il Mer Ago 24, 2016 7:18 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 7:17 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Lenar ha scritto:
Magari, per vezzo di tradizione, si potrebbero continuare a chiamare licei quelle scuole che offrono corsi di Latino, Greco e Filosofia ed istituti tecnici quelle scuole dove i corsi offerti sono per lo più Matematica, Fisica, Chimica, Elettronica etc etc...

Quindi, matematica e fisica non sono materie adatte a un liceo, che notoriamente serve solo per studiare latino e greco.

Non ho parole, veramente.


a) Io non ho affatto detto che matematica e fisica non siano materie adatte ad un Liceo.

b) Matematica si insegna ovunque, dal professionale al classico mentre Latino e Greco si insegnano solo al Liceo. Mi pare naturale associare Latino e Greco al Liceo e non al professionale.

c) Le discipline tecniche e scientifiche sono il "core business" degli istituti tecnici. Non vedo quindi perché non si debba associare lo studio di queste discipline, in particolare (non esclusivamente ma "in particolare"), agli ITIS.

Mi spiace che tu ti senta sminuito se la tua materia viene associata ad una scuola così plebea come gli ITIS. Ma credo che il problema non stia tanto nell'associazione tra una certa materia ed una certa scuola quanto al pregiudizio che vede in quella particolare scuola un istituto di serie B, tanto da percepire come un'offesa sentirsi ad essa associato. Personalmente credo che questo pregiudizio sia una delle tante manifestazioni del declino della nazione: quando gli ITIS erano più quotati il paese andava meglio.






Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: "Sì, io matematica non l'ho mai studiata"   Mer Ago 24, 2016 7:26 pm

Mi sa tanto che non hai capito nulla della mia obiezione, eh.

A parte il fatto che nei tecnici ci ho insegnato abbastanza, sia all'itis che all'agrario, e che giuro di non avere nessun pregiudizio contro i tecnici come "scuola plebea"... ma quello che mi faceva specie era l'identificazione automatica della matematica e della fisica come materie "tipiche degli istituti tecnici" e la caratterizzazione dei licei (tutti i licei in blocco, scientifico compreso) come "scuole dove c'è poca matematica", tutto lì.
Tornare in alto Andare in basso
 
"Sì, io matematica non l'ho mai studiata"
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Matematica & humor
» La matematica e la realtà: solo illusioni?
» Ingegneria Matematica
» A048....è matematica ma per quali istituti?
» Infinito, vuoto, logica e zenone

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: