Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
» PETIZIONE CONTRO BLOCCO TRIENNALE DELLA MOBILITA'
Oggi alle 4:45 pm Da causaeffetto

» Pensionamenti...molti?
Oggi alle 4:45 pm Da Us3R

» Permesso collegio docenti
Oggi alle 3:45 pm Da arrubiu

» L'allattamento influisce sui 120 giorni dell'anno di prova?
Oggi alle 2:51 pm Da Khaleesi

» ruolo di provenienza e fit
Oggi alle 2:46 pm Da giustell

» Quota 100: latest news
Oggi alle 2:40 pm Da circo

» Info su pratiche post trasferimento
Oggi alle 2:35 pm Da Prosecco

» Mense scolastiche
Oggi alle 2:31 pm Da franco71

» Vi è successo...?
Oggi alle 2:10 pm Da franco71

Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 ma glielo hanno detto a calderoli...?

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 4:36 pm

... e a tutti quelli che come un mantra ripetono che al nord (ancora... al nord...) le commissioni sono state più rigorose e selettive che, salvo alcuni casi di "umanità" tanto in Sicilia quanto in Piemonte, le percentuali di bocciatura nelle regioni del sud (e del centro) si aggirano mediamente intorno al 70%?

parlo per esempio per la mia cdc, inglese, e per la mia regione (Basilicata) dove sconti non ne hanno fatti (73% di bocciati allo scritto) poi certo se consideriamo la Lombardia per la stessa cdc è stato un autentico massacro (circa 90%) ma è un dato assoluto e non medio.
possibile che si continui ancora a fare di tutta l'erba un fascio (...) in modo smaccatamente strumentale, secondo il famoso divide et impera non solo tra docenti ma anche (ancora) tra nord e sud
Torna in alto Andare in basso
serpina



Messaggi : 514
Data d'iscrizione : 21.02.13

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 4:41 pm

Solar ha scritto:

possibile che si continui ancora a fare di tutta l'erba un fascio (...) in modo smaccatamente strume tale, secondo il famoso divide et impera non solo tra docenti ma anche (ancora) tra nord e sud

non entro nel merito del concorso ma mi limito sommessamente ad osservare che la differenza tra i sistemi di istruzione del nord e del sud in termini di risultati (dato ocse) e di valutazioni (voti di maturità) è un dato certo ed innegabile che richiederebbe un serio intervento politico.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 4:46 pm

Infatti è noto che università come quelle di Napoli o Palermo sono fucine di incompetenti. Che poi vanno a insegnare in università del nord Italia e del resto del mondo, ma sicuro perché sono raccomandati.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 4:49 pm

Per non dire poi che uno Stato serio, ove notasse significative discrepanze nel funzionamento del suo sistema di istruzione tra regioni diverse, investirebbe nei luoghi dove si registrano le maggiori difficoltà. Purtroppo questo concetto ai nostri (non solo quelli di adesso) non è pervenuto.
Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 5:15 pm

@Galadriel, avevo aperto questa discussione un attimo prima di intervenire sull'altro topic! vabbé, repetita iuvant!

@serpina: siamo d'accordo anche se la differenza tra i sistemi di istruzione, laddove esista, non credo la facciano solo i risultati e/o le valutazioni finali. le storture vanno corrette fornendo anche strumenti idonei. il senso del mio intervento era ovviamente quello di evidenziare l'uso strumentale di certe discrepanze ( che, ribadisco, per quanto riguarda il concorso, non ci sono state, anzi!)
Torna in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 212
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 7:20 pm


m sono laureato in una piccola università del sud, e al nord ho fatto il tfa e il dottorato...che dire...non si può giudicare una realtà quando non la si conosce. Gli anni di dottorato (nella più grande e presitigiosa università del nord Italia) sono stati tra i più penosi: oltre al numero impressionante di miei colleghi raccomandati e ignoranti, la boria di tanti professori chiusi e provincialotti... I dati Ocse saranno incontestabili ma certo possono essere discutibili.... E di docenti settentrionali ignoranti il nord à pieno: la mia collega veneta che insiste nel dire "gratuggia" , la collega milanese che, guai a correggerla, scrive alla lavagna "bel autunno" (no, non è una poetessa), la docente di italiano, laureata con dignita di stampa in Alma Mater che non sa leggere in metro Foscolo ....ed io no, non posso correggerle, perché solo loro sono le depositarie dell'italiana favella.



Galadriel ha scritto:
Infatti è noto che università come quelle di Napoli o Palermo sono fucine di incompetenti. Che poi vanno a insegnare in università del nord Italia e del resto del mondo, ma sicuro perché sono raccomandati.
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 7:34 pm

Nei miei anni universitari ho incontrato moltissimi studenti provenienti da regioni del sud Italia. Bravi, bravissimi. Professori universitari che venivano dal Sud Italia.
Magari quei bravi e bravissimi sono una frazione, ma lo sono anche le eccellenze da Roma in su.
Penso che puntare alla qualità di tutte le scuole - del nord, del centro, del sud, delle grandi città, della provincia estrema - sarebbe un dovere del sistema dell'istruzione pubblica. Perché oltre al divario Nord-Sud c'è quello centro-periferie.
Credo che anche tra i professori ci siano molte differenze, non solo (non principalmente) regionali.
Io ho avuto un docente siciliano che mi ha fatto venire l'amore per le mie materie. Un super-lavoratore, con fior di titoli, con vera dedizione al suo lavoro. Forse per questo certe distinzioni mi fanno tanto arrabbiare ;-)
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 8:22 pm

Beh, tanto per dirne una, se non ricordo male in Sicilia invece la commissione di inglese non è stata particolarmente rigida.
Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 9:50 pm

Swallow ha scritto:
Beh, tanto per dirne una, se non ricordo male in Sicilia invece la commissione di inglese non è stata particolarmente rigida.

come non lo è stata quella del Piemonte, ho appunto portato questi due esempi nel primo post, se lo hai letto. tanto per dirne una? magari dinne due...
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mar Ago 23, 2016 11:51 pm

Guarda che io ho semplicemente riportato un dato che riguarda nello specifico la mia classe di concorso. Ti dà tanto fastidio? Non comprendo il tono della tua risposta.
Aggiungo questo: proprio stasera una signora mi ha detto che in un TG (non ho idea a quale TG si riferisse) hanno detto che le 3 regioni in cui hanno bocciato di più sono state Piemonte, Friuli e (ma non ne era sicura) la Liguria. Questo per dire che ne sentiremo ancora e ancora, chissà come verranno interpretati i dati.
Torna in alto Andare in basso
udl



Messaggi : 2087
Data d'iscrizione : 04.04.12

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 12:32 am

In questo concorso non si sono avute significative differenze nelle percentuali dei promossi fra nord, centro e sud: la "tagliola" del 10% si è, evidentemente, fatta sentire.

Si vedano, invece, le percentuali di vincitori/idonei dei concorsi 1999 e 2012: anche in quest'ultimo, anche se formalmente c'era un numero predefinito di vincitori, non poche commissioni (non del nord) hanno letteralmente fatto passare tutti.

Non riesco inoltre a capire, francamente, perché fare un dottorato ed un TFA al nord dove ci sono (solo) tanti ignoranti e raccomandati: perché non restare in una più seria, prestigiosa e scevra di raccomandazioni università del sud?

Nel momento in cui si scrive "di docenti settentrionali ignoranti il nord è pieno", credo di essere pienamente legittimato anch'io a scrivere "di docenti meridionali ignoranti il nord, il centro ed il sud sono pieni"
Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 7:54 am

udl ha scritto:
In questo concorso non si sono avute significative differenze nelle percentuali dei promossi fra nord, centro e sud: la "tagliola" del 10% si è, evidentemente, fatta sentire.

Si vedano, invece, le percentuali di vincitori/idonei dei concorsi 1999 e 2012: anche in quest'ultimo, anche se formalmente c'era un numero predefinito di vincitori, non poche commissioni (non del nord) hanno letteralmente fatto passare tutti.

Non riesco inoltre a capire, francamente, perché fare un dottorato ed un TFA al nord dove ci sono (solo) tanti ignoranti e raccomandati: perché non restare in una più seria, prestigiosa e scevra di raccomandazioni università del sud?

Nel momento in cui si scrive "di docenti settentrionali ignoranti il nord è pieno", credo di essere pienamente legittimato anch'io a scrivere "di docenti meridionali ignoranti il nord, il centro ed il sud sono pieni"

credo che in questo concorso abbia avuto un grosso peso anche l'assenza di prove preselettive che generalmente "scremano" a monte evitando quindi percentuali abnormi di bocciature in un unico passaggio.

la quota del 10% riservata agli idonei in molti casi non servirà neanche allo scopo, visto che il numero degli ammessi allo scritto è spesso inferiore al numero dei posti a concorso.

se in linea di massima mi trovo d'accordo sul tentativo di non produrre schiere di idonei aspiranti al ruolo che poi inizerebbero a rivendicarlo come diritto divino (vedi le gm del 1999,  anche lì spesso è entrata gente dopo anni e senza un solo giorno di servizio... con la gm 2012 ci si avviava per la stessa via, poi ci ha pensato la 107! ), nel caso specifico di questo concorso ha senso chiedersi, secondo me, perché non pemettere l'accesso al ruolo anche agli idonei, laddove ovviamente i posti ci sono (sarebbero).

perché? credo semplicemente perché in realtà i posti NON ci sono, per lo meno al sud... questo è un dato chiaro e incontrovertibile purtroppo col quale non riusciamo a fare i conti.

personalmente avevo purtroppo le idee abbastanza chiare quando ho deciso di non fare domanda per il piano straordinario, e infatti guarda che macello... hanno inventato dei posti che ora sono costretti a garantire,  spesso a scapito di altre cdc che già soffrono per i fatti loro.

infine sì, hai ragione, gli ignoranti non hanno né colore né bandiera
Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 8:02 am

Swallow ha scritto:
Guarda che io ho semplicemente riportato un dato che riguarda nello specifico la mia classe di concorso. Ti dà tanto fastidio? Non comprendo il tono della tua risposta.
Aggiungo questo: proprio stasera una signora mi ha detto che in un TG (non ho idea a quale TG si riferisse) hanno detto che le 3 regioni in cui hanno bocciato di più sono state Piemonte, Friuli e (ma non ne era sicura) la Liguria. Questo per dire che ne sentiremo ancora e ancora, chissà come verranno interpretati i dati.

cosa vuoi che mi dia fastidio, scusami, se hai riportato parzialmente un dato che era in premessa a tutta la discussione?
se poi usi espressioni come "tanto per dire una" a sostegno di quanto hai appunto parzialmente riportato, per forza uno ti chiede di riprovarci, magari un po' più precisi e che vadano oltre il sentito dire.

c'era solo un po' i ironia nelle mie parole....
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 9:03 am

Non capisco proprio perché te la prendi tanto per quanto ho scritto. Io ho solo riportato un'informazione, e mentre tu nel primo post hai nominato la Sicilia in generale, io ho detto qualcosa sulla mia classe di concorso, ecco perché ne ho detta "una". Io davvero faccio fatica a capire tutta questa acredine da dove viene. E per inciso, sono mezza siciliana quindi non parlo per odio o altro!!!

Ho riportato l'esempio della signora perché questo è quello che arriva alla gente comune: cioè una serie di notizie magari anche inesatte o parziali e non meglio spiegate. Ci lamentiamo spesso sul forum del fatto che la gente non conosca la nostra reale condizione. Io ho riportato solo un esempio, e in tal caso non c'entra nulla il fatto che la signora non ricordasse la terza regione, se hai capito quello che intendo. Chissà cosa ancora sentiremo su questo concorso! QUesto è quello che intendevo!

Solar ha scritto:
"Credo che in questo concorso abbia avuto un grosso peso anche l'assenza di prove preselettive che generalmente "scremano" a monte evitando quindi percentuali abnormi di bocciature in un unico passaggio. "

Se non sbaglio solo i PAS non sono stati sottoposti a prove selettive. SSIS, TFA1 e TFA2 hanno superato diverse prove: per il TFA tre prove in ingresso, esami durante il corso e 2 prove finali in uscita. Direi molto più che una classica prova preselettiva.

Torna in alto Andare in basso
Solar

avatar

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 06.03.16

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 9:22 am

Swallow ha scritto:
Non capisco proprio perché te la prendi tanto per quanto ho scritto. Io ho solo riportato un'informazione, e mentre tu nel primo post hai nominato la Sicilia in generale, io ho detto qualcosa sulla mia classe di concorso, ecco perché ne ho detta "una". Io davvero faccio fatica a capire tutta questa acredine da dove viene. E per inciso, sono mezza siciliana quindi non parlo per odio o altro!!!

Ho riportato l'esempio della signora perché questo è quello che arriva alla gente comune: cioè una serie di notizie magari anche inesatte o parziali e non meglio spiegate. Ci lamentiamo spesso sul forum del fatto che la gente non conosca la nostra reale condizione. Io ho riportato solo un esempio, e in tal caso non c'entra nulla il fatto che la signora non ricordasse la terza regione, se hai capito quello che intendo. Chissà cosa ancora sentiremo su questo concorso! QUesto è quello che intendevo!

Solar ha scritto:
"Credo che in questo concorso abbia avuto un grosso peso anche l'assenza di prove preselettive che generalmente "scremano" a monte evitando quindi percentuali abnormi di bocciature in un unico passaggio. "

Se non sbaglio solo i PAS non sono stati sottoposti a prove selettive. SSIS, TFA1 e TFA2 hanno superato diverse prove: per il TFA tre prove in ingresso, esami durante il corso e 2 prove finali in uscita. Direi molto più che una classica prova preselettiva.


ma dove la leggi, l'acredine? ma scherzi?

per inciso, non ho detto che andava fatta una prova preselettiva, ho semplicemente supposto che la sua assenza abbia prodotto numeri così vistosi, cioè laddove ci sono state le preselettive è chiaro che poi agli scritti le percentuali di bocciati sono state inferiori.

il discorso di quanto si sia stati già selezionati, poi, è un altro mantra, ma per fortuna non è l'oggetto della discussione...

Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 10:04 am

Mantra?!?!?

Infatti io non ti ho messo in bocca parole che non hai detto, ho riportato la tua supposizione e ho fatto presente che se pure non c'è stata una preselettiva i concorrenti, essendo abilitati, sono già stati selezionati più volte. Sei tu poi che hai tirato in ballo le selezioni e le scremature, non certo io. Io ho solo risposto con un dato di fatto.





Torna in alto Andare in basso
giorgio_d



Messaggi : 212
Data d'iscrizione : 02.09.14

MessaggioTitolo: Re: ma glielo hanno detto a calderoli...?   Mer Ago 24, 2016 12:16 pm

se i vari governi che si avvicendano si degnassero di dotare le università del sud di quei finanziamenti e strutture di cui necessita, certo che sarei rimasto.


udl ha scritto:
In questo concorso non si sono avute significative differenze nelle percentuali dei promossi fra nord, centro e sud: la "tagliola" del 10% si è, evidentemente, fatta sentire.

Si vedano, invece, le percentuali di vincitori/idonei dei concorsi 1999 e 2012: anche in quest'ultimo, anche se formalmente c'era un numero predefinito di vincitori, non poche commissioni (non del nord) hanno letteralmente fatto passare tutti.

Non riesco inoltre a capire, francamente, perché fare un dottorato ed un TFA al nord dove ci sono (solo) tanti ignoranti e raccomandati: perché non restare in una più seria, prestigiosa e scevra di raccomandazioni università del sud?

Nel momento in cui si scrive "di docenti settentrionali ignoranti il nord è pieno", credo di essere pienamente legittimato anch'io a scrivere "di docenti meridionali ignoranti il nord, il centro ed il sud sono pieni"
Torna in alto Andare in basso
 
ma glielo hanno detto a calderoli...?
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» E da ieri il mio polipo ha deciso di sanguinare?chi mi aiuta?
» Menopausa precoce - eterologa
» Una parte dei miei Impianti (quelli che mi hanno scalfito il cuore) per arrivare all'ultimo, definitivo. Prima Parte
» Spine e connettori vde:hanno veramente importanza?
» Ampli definitivo per cuffie Grado. (hai detto niente…)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: