Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 Puglisi: bocciature nella media

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Seriol85



Messaggi : 550
Data d'iscrizione : 13.02.13

MessaggioTitolo: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 1:18 pm

Non capisco come questi nostri governanti, non votati da nessuno, possano mentire e minimizzare così spudoratamente! Come si può paragonare questo concorso a quello del 2012?! Allora si presentò tutto il mondo, liberi professionisti, casalinghe, persone che non avevano idea del mondo della scuola e di cosa possa voler dire entrare in classe, persone senza una formazione specifica e senza abilitazione, come si possono paragonare quei candidati a quelli di quest'anno? Siamo tutti abilitati, con anni di esperienza e formazione, la percentuale di inidonei doveva essere pari a zero o quasi. Perché continuano ad imbrogliare impunemente? Perché non cerchiamo di smascherare questi imbroglioni e spiegare agli italiani il vero motivo delle bocciature, cioè la metodologia di svolgimento dello stesso?
Io sono uno dei non ammessi all'orale solo per il tempo a disposizione, nella prova di laboratorio ho preso il massimo! Sono così ignorante?
Andiamo striscia la notizia se è il caso!
Torna in alto Andare in basso
Αρης

avatar

Messaggi : 2464
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 4:11 pm

Io sono ammessi all orale ma a questi delinquenti ci vorrebbero un Po di sanculotti!
Torna in alto Andare in basso
Frammento_Adespoto



Messaggi : 404
Data d'iscrizione : 16.12.15

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 7:34 pm

Ricordo agli utenti del forum che non è sempre necessario creare un nuovo thread ogni volta che si vuole esprimere la propria opinione: scorrendo l'elenco dei vari topic presenti nelle sezioni del forum, spesso è possibile individuare senza grosse difficoltà un thread già aperto, che tratta dell'argomento di cui vogliamo discutere. Per esempio, l'argomento qui proposto io l'avrei postato in uno di questi thread già esistenti:

Concorso docenti: fallimento delle Università o inadeguati criteri di valutazione da parte del MIUR?
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Numero altissimo di bocciature e opinione pubblica
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Qui invece, nel post di apertura, è possibile trovare un elenco di thread già aperti che affrontano la stessa questione da punti di vista differenti:

Concorso a cattedra 2016: che cosa c'è che non va?
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Se non usiamo un minimo di disciplina il forum rischia di diventare inutilizzabile, perché, aprendo più thread sullo stesso argomento, rischiamo di disperderci e i messaggi che postiamo finiscono per ottenere poca visibilità.
Torna in alto Andare in basso
OreVeritatis



Messaggi : 239
Data d'iscrizione : 28.03.13

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 8:49 pm

io non mi meraviglierei, vi ricordo che ci sono anche i passini...io da tieffino non ho avuto alcuna difficoltà a passare il concorso, ben più facile della mia selezione del tfa, e così quasi tutti i miei colleghi di corso...
Torna in alto Andare in basso
Αρης

avatar

Messaggi : 2464
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 8:57 pm

io sono passino....e ho passato lo scritto.....cambiamo disco please!
Torna in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1852
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 9:13 pm

E quale sarebbe la media di riferimento per dire che il numero di bocciature è regolare? Esisite uno studio in proposito? E come può esserci una media di riferimento se questo concorso si sta svolgendo secondo modalità mai utilizzate prima?

Questa signora non si rende proprio conto della sua inadeguatezza e della gravità delle sue affermazioni?
Dire poi che il concorso è necessario per dare un'opportunità alle nuove generazioni è un insulto nei confronti dei giovani laureati che hanno frequentati i primi cicli SSIS e sono stati sfruttati per anni dallo stato. Dopo 10 anni ad invecchiare nelle GAE, improvvisamente il Miur indice un concorso perché vuole dare spazio ai giovani.
Credo veramente che al governo arrivino soltanto i peggiori. Ci vorrebbero più bocciature in politica.
Torna in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 3817
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 28

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Ven Set 02, 2016 9:21 pm

Ma si riferisce alle percentuali di bocciati negli scritti della Lombardia (80%) o quelli della provincia di Trento (promossi nel 70%)?
O forse ritiene normale che in Campania hanno ammesso  il 50% dei candidati agli orali?

Insomma di che parla la Puglisi?



A prescindere poi..ma quando se ne va dal MIUR?
Non ha combinato abbastanza disastri?
Torna in alto Andare in basso
Stef75



Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.07.13

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Sab Set 03, 2016 7:32 pm

OreVeritatis ha scritto:
io non mi meraviglierei, vi ricordo che ci sono anche i passini...io da tieffino non  ho avuto alcuna difficoltà a passare il concorso, ben più facile della mia selezione del tfa, e così quasi tutti i miei colleghi di corso...

Direi di evitare di insistere sulla differenza tfa/pas: io sono passino, ma ho passato anche la selezione tfa, ho fatto il primo per comodità di orari e organizzazione. Come ho scritto in altro post, la selezione tfa non era nulla di che per chi fosse minimamente preparato sulla disciplina, come dovrebbe essere un buon docente. Anche le tracce del concorso erano fattibili, ma era necessaria una capacità indispensabile per insegnare: capacità di sintesi e velocità nello schematizzare l'argomento proposto in una traccia. Dunque, conoscere a menadito la disciplina non basta, se non la sai veicolare. In tal senso è stato un concorso equilibrato.
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 12:17 pm

Stef75 ha scritto:

Direi di evitare di insistere sulla differenza tfa/pas: io sono passino, ma ho passato anche la selezione tfa, ho fatto il primo per comodità di orari e organizzazione. Come ho scritto in altro post, la selezione tfa non era nulla di che per chi fosse minimamente preparato sulla disciplina, come dovrebbe essere un buon docente. Anche le tracce del concorso erano fattibili, ma era necessaria una capacità indispensabile per insegnare: capacità di sintesi e velocità nello schematizzare l'argomento proposto in una traccia. Dunque, conoscere a menadito la disciplina non basta, se non la sai veicolare. In tal senso è stato un concorso equilibrato.

Anch'io sono per evitare di contrapporre continuamente TFA e PAS. Però, se vai a cercare i dati di quanti sono riusciti a superare i test del tfa, vedrai che le percentuali di bocciati sono state elevate, e che la maggioranza di chi vi ha preso parte ti dirà che i test non erano facili. Se non sbaglio, solo la preselettiva era uguale a livello nazionale; lo scritto e l'orale erano gestite dalle università (correggetemi per favore se sbaglio). Può darsi quindi che la prova alla quale tu hai preso parte fosse, forse, più semplice di altre proposte in diversi atenei.
La capacità di sintesi è necessaria nel nostro e in molti altri mestieri, indubbiamente. Ma consentimi di dire che per creare una buona unità didattica, o parte di essa, e commentare citazioni di grande valore letterario, non basta la capacità di sintesi. Bisogna avere il tempo necessario a raccogliere le idee, organizzarle in un discorso ben strutturato a livello di coesione e di coerenza, ecc. ecc. ecc. (cose che sappiamo). Dissento nel giudizio finale che esprimi su questo concorso. Forse quello che è mancato è proprio l'equilibrio. Nelle tempistiche, nelle modalità, e in varie altre cose di cui si è a lungo discusso e che non ha senso ripetere all'infinito.
Torna in alto Andare in basso
Stef75



Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 31.07.13

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 1:47 pm

Swallow ha scritto:
Stef75 ha scritto:

Direi di evitare di insistere sulla differenza tfa/pas: io sono passino, ma ho passato anche la selezione tfa, ho fatto il primo per comodità di orari e organizzazione. Come ho scritto in altro post, la selezione tfa non era nulla di che per chi fosse minimamente preparato sulla disciplina, come dovrebbe essere un buon docente. Anche le tracce del concorso erano fattibili, ma era necessaria una capacità indispensabile per insegnare: capacità di sintesi e velocità nello schematizzare l'argomento proposto in una traccia. Dunque, conoscere a menadito la disciplina non basta, se non la sai veicolare. In tal senso è stato un concorso equilibrato.

Anch'io sono per evitare di contrapporre continuamente TFA e PAS. Però, se vai a cercare i dati di quanti sono riusciti a superare i test del tfa, vedrai che le percentuali di bocciati sono state elevate, e che la maggioranza di chi vi ha preso parte ti dirà che i test non erano facili. Se non sbaglio, solo la preselettiva era uguale a livello nazionale; lo scritto e l'orale erano gestite dalle università (correggetemi per favore se sbaglio). Può darsi quindi che la prova alla quale tu hai preso parte fosse, forse, più semplice di altre proposte in diversi atenei.
La capacità di sintesi è necessaria nel nostro e in molti altri mestieri, indubbiamente. Ma consentimi di dire che per creare una buona unità didattica, o parte di essa, e commentare citazioni di grande valore letterario, non basta la capacità di sintesi. Bisogna avere il tempo necessario a raccogliere le idee, organizzarle in un discorso ben strutturato a livello di coesione e di coerenza, ecc. ecc. ecc. (cose che sappiamo). Dissento nel giudizio finale che esprimi su questo concorso. Forse quello che è mancato è proprio l'equilibrio. Nelle tempistiche, nelle modalità, e in varie altre cose di cui si è a lungo discusso e che non ha senso ripetere all'infinito.

Sulla questione tfa e selezione concordo. Ripeto e specifico meglio: non sto dicendo che fossero facili, dico che erano fattibili per una persona con una buona preparazione disciplinare, che doveva appunto esserci, di base. Se le bocciature al test sono state tante, evidentemente questa preparazione minima nemmeno c'era, quindi la cosa non ha nulla a che fare con la difficoltà o meno. Se non sai che "Paralipomeni della Batracomiomachia" è uno scritto di Leopardi, non significa che la domanda sia difficile, in sè. Intendevo questo. Sulle prove non nazionali, l'ho fatto in due regioni per due classi di concorso diverse, più o meno il livello mi pareva simile.

Sul concorso: i concorsi sono fatti così da che mondo e mondo, fidati io ne ho fatti anche presso altre amministrazioni. Va bene tutto il discorso sulle UDA che vanno approfondite organizzate ecc., ma non penso che tutte, proprio tutte le commissioni non abbiano tenuto conto della ristrettezza dei tempi. I punti di una uda sempre quelli sono, e nemmeno tanti: bisognava essere capaci di sintetizzare e focalizzare le idee fondamentali. Faccio un esempio concreto, sulla base di ciò che mi è stato riferito anche da altri: se devo impostare una lezione di due ore su un sonetto di Petrarca, non mi metto a scrivere l'analisi del sonetto di Petrarca, ma come imposterei la lezione, sempre però facendo vedere che l'analisi del sonetto la so fare (per esempio, facendo dei piccoli riferimenti in tal senso mentre scrivo i punti da toccare durante la lezione). Devo parlare della storia dell'Islam tra VIII e XX secolo? Chiaro che non mi dilungherò a fare la cronistoria o l'analisi e la critica delle fonti, ma fisserò alcuni grandi punti/periodi, per es. nei contatti avuti con la civiltà occidentale, ecc. ecc. Ciò che intendo dire è che, da quel che mi pare di aver capito, molti, pur preparatissimi, hanno tentato di affrontare l'argomento senza pensare ai tempi. E i tempi, in classe, sono fondamentali. Ripeto: tutte le commissioni sono state così "cattive" da non considerare le tempistiche?
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 2:57 pm

Per Stef75:

Un numero elevato di bocciature ai test non significa sempre che i candidati non siano all'altezza. Non si può affermare che la cosa non abbia nulla a che fare con la difficoltà dei test! Moltissime scuole o università sono note nel mondo proprio per la difficoltà dei test ai quali si viene sottoposti per potervi entrare. Pensi che tutti coloro che non riescono a entrarvi siano impreparati? Mi sembra molto semplicistica la tua visione del mondo.

Anch'io ho fatto altri concorsi, ma dal mio personale punto di vista un concorso per la scuola è una cosa a sé. La scuola è una cosa a sé. Per valutare un bravo docente 15 minuti a risposta non sono sufficienti.

Una UD è articolata secondo un certo schema, ma non sempre ci si mette lo stesso tempo a completarla, anche solo per sommi capi: dipende molto dall'argomento trattato e dal tipo di attività che ad esso meglio si adattano. Come certo saprai non tutte le attività vanno bene per certi argomenti. Peraltro a noi è stato insegnato che ogni scelta, ogni singolo punto espresso nel nostro lavoro andava motivato. E per questo bisogna se non altro avere il tempo materiale per poterlo fare.

Ho abbastanza stima dei colleghi per ritenere che la maggior parte di essi non abbia minimamente pensato di fare la cronistoria dell'Islam; se viene posta una domanda come quella che abbiamo letto, e BISOGNA dare una risposta organica, il più completa possibile, e motivare ogni scelta, beh in questa situazione io non mi sento assolutamente di dire che queste persone non abbiano pensato ai tempi (al di là del fatto che era oggettivamente impossibile non farlo: avevamo la linea del tempo che scorreva nella parte superiore dello schermo..). Hanno eccome pensato ai tempi, rendendosi conto da subito che la cosa, volendo rispettare la consegna, non era fattibile. Certamente alcune commissioni avranno considerato i tempi ristretti, almeno lo spero. Ma più di tanto non è che potessero fare nemmeno loro... Non sono state le commissioni a porre le domande allo scritto e a scegliere i tempi. Alcuni candidati avranno fatto meglio, altri peggio, ma certo non mi sembra che siano stati sottoposti a una prova equilibrata, che consentisse di mettere in evidenza le reali capacità e le reali conoscenze del candidato, facendo così emergere i meritevoli.
Io personalmente credo sia fondamentale ascoltare come un docente spiega nel dettaglio un dato argomento per capire se è un bravo docente. Per carità, la sintesi è importante, ma spiegare concetti vari richiede molte altre capacità.
Magari tu e io la pensiamo diversamente, e va bene così. Però un concorso nazionale per la scuola è una cosa di estrema importanza e spero che in futuro si prendano in considerazione le problematiche di questo concorso per creare qualcosa di diverso, qualcosa di più adatto a selezionare persone che andranno poi a rivestire un ruolo fondamentale nella nostra società. Ma prima bisogna forse capire qual è il ruolo della scuola, quanto ci interessa e cosa vogliamo davvero dai docenti.
Perché fra termini come docente, facilitatore, tutor, organizzatore ecc, i ragazzi non sanno nemmeno più come considerarci! Questo mi spaventa, perché ultimamente noto che c'è sempre meno rispetto nei confronti della classe docente, da parte di tutti, non solo degli studenti (che già è abbastanza grave).
Torna in alto Andare in basso
Frammento_Adespoto



Messaggi : 404
Data d'iscrizione : 16.12.15

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 5:01 pm

Spero che al prossimo concorso, oltre alla richiesta di svolgere la prova scritta in tempi da record, non ci chiedano, per la prova orale, di simulare una lezione stando in equilibrio su un piede solo per tutto il tempo: infatti anche da questo aspetto potrebbe vedersi la bravura di un docente, no?
Torna in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1852
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 5:59 pm

Sarebbe molto più logica una prova preselettiva attraverso una lezione e poi uno scritto, se veramente lo scopo è selezionare una persona competente in classe. Ma sappiamo tutti che non potrà mai andare così. Le SSIS tentavano di superare il problema della falsa selezione della prova scritta dei concorsi, ma purtroppo a nessuno faceva comodo far funzionare questi corsi.
Torna in alto Andare in basso
Αρης

avatar

Messaggi : 2464
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 6:18 pm

diciamo che le mamme dei politici hanno nella media dei figli deficienti....
Torna in alto Andare in basso
Frammento_Adespoto



Messaggi : 404
Data d'iscrizione : 16.12.15

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 6:28 pm

JaneEyre ha scritto:
Sarebbe molto più logica una prova preselettiva attraverso una lezione e poi uno scritto, se veramente lo scopo è selezionare una persona competente in classe. Ma sappiamo tutti che non potrà mai andare così. Le SSIS tentavano di superare il problema della falsa selezione della prova scritta dei concorsi, ma purtroppo a nessuno faceva comodo far funzionare questi corsi.

Una prova preselettiva che consiste in una lezione costerebbe molto dal punto di vista organizzativo. Comunque condivido il criterio che ispira il tuo ragionamento.

Pensa, però, che ci sono anche quelli che mostrano una preparazione inferiore alla media, per cui un bel test preselettivo a crocette eliminerebbe il problema; inoltre l'oggettività di questa prova eliminerebbe gran parte delle polemiche.

Inoltre bisogna tener presente che il fatto di essere abilitati non garantisce il possesso di una preparazione sempre priva di lacune, perché per evitare che si creino delle lacune o delle aree nebulose nella propria preparazione bisogna continuare a studiare con assiduità, anche se si è già in possesso dell'abilitazione. E non è detto che tutti gli abilitati lo facciano. Ecco perché un test preselettivo potrebbe essere di qualche aiuto nel selezionare i migliori, perché per selezionare i migliori bisogna partire dai più preparati (e non dai più fortunati, come penso che in alcuni casi sia stato per questo concorso che si è appena svolto).
Torna in alto Andare in basso
Αρης

avatar

Messaggi : 2464
Data d'iscrizione : 26.07.12

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 6:31 pm

io torno sempre a pensare che con le funzioni e il ruolo che un docente ha oggi nella scuola, con la disistima che oramai ci accompagna tutta questa presunta preparazione che dovremmo avere non serve a un'emerita cippa....poi sarò io a esser fatto male ma un corso da addestratore di scimmie urlatrici o gestione di bimbo minkia sarebbe più appropriato di tanti corsi per Bes L2 inclusione fuffadidattica alternanze varie, autonomie varie e altre boiate....
Torna in alto Andare in basso
Swallow



Messaggi : 722
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 8:05 pm

Per Frammento A.: Spero anch'io non si arrivi alla simulazione su un piede solo ;-)
Comunque considera che al TFA la prova preselettiva era un test a risposta multipla sui contenuti della disciplina (per noi di inglese: lingua, letteratura e storia legata ai paesi anglofoni), oltre a una comprensione del testo in italiano.

Per Aresgr: condivido l'idea che l'insegnante dovrebbe essere preparato ad affrontare situazioni estremamente complicate, non rare al giorno d'oggi. Gli insegnanti dovrebbero agire in maniera coordinata ed essere istruiti sulle strategie da adottare; in quante scuole ad inizio dell'anno si spiega agli allievi che il docente, nell'esercizio delle sue funzioni, è un pubblico ufficiale, con quanto ne consegue? E quanti genitori lo sanno?
Certo una volta che si è in classe, con 20 su 25 che si comportano in maniera assurda, conoscere le regole del'autonomia, l'animatore digitale e quant'altro non aiuta di certo...
Fai bene Aresgr a parlare di di disistima: è causa di problemi sia per i docenti, sia per i ragazzi. Se solo dessero quel minimo di importanza alla scuola, di certo molti non finirebbero in situazioni... diciamo "brutte". La cosa però deve partire dai genitori... Negli ultimi giorni ho letto certi commenti agli articoli dei giornali... Roba da chiedersi se ha ancora un senso...
Torna in alto Andare in basso
gattolibero



Messaggi : 22
Data d'iscrizione : 27.08.14

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 9:57 pm

JaneEyre ha scritto:
Dopo 10 anni ad invecchiare nelle GAE, improvvisamente il Miur indice un concorso perché vuole dare spazio ai giovani.

ma la vera domanda è: perché così tanta gente in Italia vuol fare l'insegnante? Come mai questa vocazione in massa?

Negli Stati Uniti fanno fatica a trovare insegnanti...
Torna in alto Andare in basso
JaneEyre



Messaggi : 1852
Data d'iscrizione : 25.11.11

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 10:43 pm

gattolibero ha scritto:
JaneEyre ha scritto:
Dopo 10 anni ad invecchiare nelle GAE, improvvisamente il Miur indice un concorso perché vuole dare spazio ai giovani.

ma la vera domanda è: perché così tanta gente in Italia vuol fare l'insegnante? Come mai questa vocazione in massa?

Negli Stati Uniti fanno fatica a trovare insegnanti...


Perché generalmente chi si attiene alle regole marcisce in graduatoria per anni facendo supplenze e guardando i furbetti o i fortunelli di turno che entrano in ruolo subito e non si sente di cambiare lavoro perché lo ha scelto per passione?

In ogni caso i docenti per ora "sono troppi" perché il governo ha bloccato i pensionamenti e non immette abbastanza docenti in ruolo sfruttando l'OF.
Torna in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 3445
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 59
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 11:28 pm

JaneEyre ha scritto:
il governo ha bloccato i pensionamenti e non immette abbastanza docenti in ruolo sfruttando l'OF
dovrebbe essere chiaro che la situazione e' allo sbando totale il governo non ha neanche i soldi per gestire l'ordinario

ci sono i soldi per pagare tutti i supplenti?

CI SONO I SOLDI PER METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE DAI TERREMOTI?

stanno arrivando ogni giorno migliaia di persone in italia chiamate clandestini/profughi a seconda di quello che si pensa di loro
sono talmente tanti che i telegiornali del regime non riportano piu' i dati con la speranza che non se ne parli
NON ENTRO NEL MERITO SOCIOPOLITICO NON E' QUESTA LA SEDE
pero' se entrano e non trovano lavoro perche' non c'e' BISOGNA SONO IL PRIMO IO A DIRLO dagli da mangiare dormire vestire lavare dignitosamente
hai idea di quanto costano?

inoltre l'aeronautica militare si e' cacciata nel pasticcio di voler comprare il cacciabombardiere piu' costoso al mondo sia come costo di acquisto che come costo ora/volo che come costo manutenzione
e i PACIFINTI siccome e' al governo la cattosinistra stanno zitti ... tutti stanno zitti ... anche quelli di destra dovrebbero urlare allo scandalo
Torna in alto Andare in basso
seasparrow



Messaggi : 3445
Data d'iscrizione : 16.01.16
Età : 59
Località : Venezia

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Dom Set 04, 2016 11:57 pm

JaneEyre ha scritto:
Dopo 10 anni ad invecchiare nelle GAE, improvvisamente il Miur indice un concorso perche' vuole dare spazio ai giovani
questo governo sta cercando di privatizzare il piu' possibile la scuola pubblica
questo non e' chiaro alla maggior parte dei docenti perche' la maggior parte dei docenti non ha esperienza di vita aziendale
io si ho lavorato piu' di 10anni in azienda privata
da tempo molte aziende private portano avanti una discriminazione selvaggia contro chi ha superato i 40anni
per varie ragioni
questo concorso e la chiamata per CV sono in questa ottica
qualche commissione si e' ribellata la maggior parte no

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso
Us3R



Messaggi : 1222
Data d'iscrizione : 17.07.15

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Lun Set 05, 2016 1:46 am

seasparrow ha scritto:
JaneEyre ha scritto:
Dopo 10 anni ad invecchiare nelle GAE, improvvisamente il Miur indice un concorso perche' vuole dare spazio ai giovani
questo governo sta cercando di privatizzare il piu' possibile la scuola pubblica
questo non e' chiaro alla maggior parte dei docenti perche' la maggior parte dei docenti non ha esperienza di vita aziendale
io si ho lavorato piu' di 10anni in azienda privata
da tempo molte aziende private portano avanti una discriminazione selvaggia contro chi ha superato i 40anni
per varie ragioni
questo concorso e la chiamata per CV sono in questa ottica
qualche commissione si e' ribellata la maggior parte no

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Anch'io ho lavorato in azienda e confermo quanto dici circa la discriminazione degli over40 e non si parla altro che di ggggiovani,però lì c'è una ragione di fondo ovvero che se un'azienda assume un ragazzo poco più che 20enne lo può pagare poco e fargli un contrattino  che alla fine non sarà rinnovato,tanto il ragazzo deve fare esperienza e quindi serve per riempire il CV inizialmente vuoto.
Nella scuola è un pò diverso,un immesso in ruolo di 30anni(supponendo ce ne siano) guadagnerà quanto uno di 40 o 50 anni.
Quindi questa retorica giovanilista non è basata su di un risparmio,ma è proprio il simbolo del renzismo,naturale prosecuzione del berlusconismo,con tutti quei ragazzi eleganti in camicia bianca dietro al grande capo sorridendo.
Uno più grande nella foto stona.
Per fortuna ci sono state commissioni che hanno valutato i contenuti e non la carta d'identità.
Torna in alto Andare in basso
Us3R



Messaggi : 1222
Data d'iscrizione : 17.07.15

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Lun Set 05, 2016 2:04 am

seasparrow ha scritto:
JaneEyre ha scritto:
il governo ha bloccato i pensionamenti e non immette abbastanza docenti in ruolo sfruttando l'OF
dovrebbe essere chiaro che la situazione e' allo sbando totale il governo non ha neanche i soldi per gestire l'ordinario

ci sono i soldi per pagare tutti i supplenti?

CI SONO I SOLDI PER METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE DAI TERREMOTI?

stanno arrivando ogni giorno migliaia di persone in italia chiamate clandestini/profughi a seconda di quello che si pensa di loro
sono talmente tanti che i telegiornali del regime non riportano piu' i dati con la speranza che non se ne parli
NON ENTRO NEL MERITO SOCIOPOLITICO NON E' QUESTA LA SEDE
pero' se entrano e non trovano lavoro perche' non c'e' BISOGNA SONO IL PRIMO IO A DIRLO dagli da mangiare dormire vestire lavare dignitosamente
hai idea di quanto costano?

inoltre l'aeronautica militare si e' cacciata nel pasticcio di voler comprare il cacciabombardiere piu' costoso al mondo sia come costo di acquisto che come costo ora/volo che come costo manutenzione
e i PACIFINTI siccome e' al governo la cattosinistra stanno zitti ... tutti stanno zitti ... anche quelli di destra dovrebbero urlare allo scandalo
Sappiamo cosa si nasconde dietro l'annunciata solidarietà verso i profughi.
Un signore che se ne intendeva ha detto che con i clandestini si guadagna molto più che con la droga.
L'immigrazione è il nuovo business,di cui sono vittime i migranti stessi e tutti quei cittadini italiani che vivono in condizioni penose e vedono risorse pubbliche che potrebbero essere destinate a loro,utilizzate per i migranti(salvo poi finire nelle tasche del Buzzi di turno).
Quindi si è creata una guerra fra poveri,poveri migranti che scappano da posti infernali a causa delle guerre spesso portate lì dagli stessi paesi occidentali contro poveri italiani.
La guerra fra poveri è l'unico grande successo di questo governo.
Nel suo piccolo vale anche per la scuola quando mettono contro Sissini,Tieffini,Passini ecc ecc... divide et impera.
Torna in alto Andare in basso
condor2000



Messaggi : 1218
Data d'iscrizione : 15.10.12

MessaggioTitolo: Re: Puglisi: bocciature nella media    Gio Set 08, 2016 10:09 am

Seriol85 ha scritto:
Non capisco come questi nostri governanti, non votati da nessuno, possano mentire e minimizzare così spudoratamente! Come si può paragonare questo concorso a quello del 2012?! Allora si presentò tutto il mondo, liberi professionisti, casalinghe, persone che non avevano idea del mondo della scuola e di cosa possa voler dire entrare in classe, persone senza una formazione specifica e senza abilitazione, come si possono paragonare quei candidati a quelli di quest'anno? Siamo tutti abilitati, con anni di esperienza e formazione, la percentuale di inidonei doveva essere pari a zero o quasi. Perché continuano ad imbrogliare impunemente? Perché non cerchiamo di smascherare questi imbroglioni e spiegare agli italiani il vero motivo delle bocciature, cioè la metodologia di svolgimento dello stesso?
Io sono uno dei non ammessi all'orale solo per il tempo a disposizione, nella prova di laboratorio ho preso il massimo! Sono così ignorante?
Andiamo striscia la notizia se è il caso!

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto Andare in basso
 
Puglisi: bocciature nella media
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» AMH basso ma FSH nella norma
» Posso insegnare nella classe di mia figlia?
» visione dei voti delle singole prove d'esame - terza media
» normativa bocciature
» con quante ore si conserva la titolarità?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Concorso docenti-
Vai verso: