Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Non vedere più in là della punta del proprio naso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 10, 11, 12  Seguente
AutoreMessaggio
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Sab Set 10, 2016 5:22 pm

Promemoria primo messaggio :

http://www.orizzontescuola.it/scuola-boccia-tar-promuove-per-vizi-di-forma-genitori-ricorrono-e-vincono-la-promozione-del-figlio/

“L’istituto scolastico ha predisposto il ‘pdp’ (piano didattico personalizzato) oltre la scadenza del termine – spiega il Tar nel motivare la sentenza – La famiglia del minore non è stata oggetto di specifiche comunicazioni relative all’andamento scolastico del minore in relazione al ‘dsa’ (disturbo specifico di apprendimento) di cui era affetto, limitandosi la scuola alle ordinarie interlocuzioni avvenute in sede di colloqui di cui peraltro non risulta specifica documentazione”.

Una relazione di un esperto comunicata lo scorso maggio all’istituto, inoltre, sottolinea ancora il Tar, “attesta un peggioramento della condizione psicologica del minore che non risulta essere stata presa analiticamente in considerazione dalla scuola, come fatto palese dalla non menzione della stessa nel verbale del consiglio di classe”.

Bene, il TAR ha ragione, i docenti non si sono sbrigati nè hanno preso per oro colato la comunicazione dell'esperto, quindi sono attaccabili e vanno attaccati, ma il ragazzo ? L'anno prossimo costruirà gli apprendimenti del nuovo anno sulle solide basi apprese durante il ricorso o affonderà nella palude della sua ignoranza ?

Però anch'io che domande mi faccio ? Lo scopo della scuola non è insegnare ma stampare diplomi ed il diploma si può stampare comunque no ?

Tanto i posti di lavoro sono insufficienti, un bel po' di disoccupati sono inevitabili; chi lo diventi ha poca importanza e quel ragazzo non deve fare paura più a nessuno, ormai è fuori dai giochi.

Vai così, Andrea, un concorrente in meno !
Tornare in alto Andare in basso
Online

AutoreMessaggio
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:41 pm

e chi ci rimette è sia l'alunno, che la società intera (ergo lo stato) che sperpera (dopo) quel che non ha saputo trattare (prima)

cha
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:44 pm

mac67 ha scritto:
carla75 ha scritto:
retrocomputer ha scritto:
Stai parlando di scuola media, giusto?

Purtroppo capita anche questo, che i ragazzi si vergognino... Del resto se ne vergognano anche tanti genitori... Credo che sia una conseguenza (oltre che della scarsa informazione in merito) della diagnosi tardiva.

Ma cosa fare?

Consentire a tutti l'uso della calcolatrice non è una soluzione, hai ragione... Credo che si debba proseguire in due direzioni contemporaneamente: da un lato trattare il problema DSA in classe in modo che si crei un ambiente più sereno e convincere il ragazzo che non è una vergogna bensì un modo per mettere tutti nelle stesse condizioni, e dall'altro lasciare che i ragazzi che si vergognano non usino la calcolatrice (se non vogliono) ed essere poi più tolleranti sugli errori di calcolo nelle correzioni delle verifiche.

Insomma, da un DSA non si può guarire, ma da timidezza e vergogna sì.
no no, primo geometra. e senza la calcolatrice non riescono a fare mcm, mcd, espressioni con potenze, (un ragazzo non sa fare a mente nemmeno 2-1), non sanno squadrare il foglio a metà (un geometra...). che si vergognino questo e' chiaro. che vengano promossi a prescindere no.

In primo geometra BISOGNA imparare a usare la calcolatrice.
per fare 40/2?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:45 pm

retrocomputer ha scritto:
forza ha scritto:

e allora gli facciamo il pdp x problemi di autostima????

Eh già.

forza ha scritto:

gli riduco gli obiettivi così prende 10 come la sorella ed è felice e contento??? stiamo sfornando generazioni di pappemolli viziati abituati ad avere tutto e che non sanno reagire di fronte alla più minima difficoltà.... ci sono mille modi per incoraggiarlo, poi se magari stesse attento e studiasse costantemente i risultati sarebbero certamente migliori
gli riduco i compiti, evito lo studio mnemonico... come da pdp.... faccio il suo bene così???  no, magari dovrebbe studiare di più, fare più esercizi....

Capisco che sia più comodo sfornare una lista infinita di misure dispensative piuttosto che un solo strumento compensativo... Usa i mille modi che conosci per incoraggiarlo, intanto... Usali tutti.

ma li uso, ma non si possono fare pdp per qualsiasi motivo....
e poi, un ragazzino che al posto degli esercizi fa crocette e disegnini....che non ha certamente un comportamento esemplare... che inizi a dimostrarmi che se lo merita l'aiuto!!!!


Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:46 pm

carla75 ha scritto:
per fare 40/2?

forse se lo imparano SENZA, fanno prima ed è meglio...

cha
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:46 pm

carla75 ha scritto:
per fare espressioni del tipo 2 alla seconda per 3 alla seconda fai usare la calcolatrice? per dividere con una linea a metà un foglio da 40 cm fai usare la calcolatrice? un dsa si, ma gli altri? mi pare che alle prove invalsi la calcolatrice non e' concessa

Per dividere una lunghezza a metà non serve né la calcolatrice né il calcolo fatto a mano o fatto a memoria... servono un compasso e un righello, ma nemmeno un righello graduato con i centimetri e millimetri, basta un listello rigido senza le misure segnate, che funzioni solo come guida per tracciare una retta...
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:47 pm

Ire ha scritto:
forza ha scritto:
retrocomputer ha scritto:
forza ha scritto:

La coordinatrice di un consiglio di classe oggi pomeriggio ha proposto di fare bes un ragazzino e di fargli il pdp adducendo come motivazione che ha poca autostima e che vive male il confronto con la sorella maggiore che aveva tutti 10

La scarsa autostima è un problema serio. Lo è per tutti, in particolare per bambini e ragazzi.

e allora gli facciamo il pdp x problemi di autostima???? gli riduco gli obiettivi così prende 10 come la sorella ed è felice e contento??? stiamo sfornando generazioni di pappemolli viziati abituati ad avere tutto e che non sanno reagire di fronte alla più minima difficoltà.... ci sono mille modi per incoraggiarlo, poi se magari stesse attento e studiasse costantemente i risultati sarebbero certamente migliori
gli riduco i compiti, evito lo studio mnemonico... come da pdp.... faccio il suo bene così???  no, magari dovrebbe studiare di più, fare più esercizi....

Ma non si tratta di ridurre gli obbiettivi, forza, suvvia.

Hai fatto mille corsi e sei ancora a questo punto!    (perdonami mi è scappata)

Sì, gli fai il pdp perchè pensa di non farcela, gli offri la possibilità di raggiungere gli obbiettivi in modo un po' più semplice, gli dici che va bene anche se i verbi irregolari te li racconta in cinquanta volte invece che in una verifica chilometrica...........

dai!!  Capisco che è un lavoraccio, capisco che ti può pure fare incavolare dovertelo accollare ma almeno dimostrami che hai capito lo spirito.... altrimenti, che cavolo!     : - )

dai Ire, ho detto ridurre gli obiettivi per far prima....

50 volte sono un po' troppe considerato che ho 66 lezioni all'anno ;-)
e abbiamo una programmazione bimestrale....

posso dargli mille modi per raggiungere gli obiettivi, ma finchè lui al posto degli esercizi fa i disegnini....

e poi, uno ha problemi di autostima, ne prendiamo atto come cdc, e basta, poi ognuno agisce come vuole.... non mi pare sia necessario un pdp......
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:47 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
carla75 ha scritto:
per fare espressioni del tipo 2 alla seconda per 3 alla seconda fai usare la calcolatrice? per dividere con una linea a metà un foglio da 40 cm fai usare la calcolatrice? un dsa si, ma gli altri? mi pare che alle prove invalsi la calcolatrice non e' concessa

Per dividere una lunghezza a metà non serve né la calcolatrice né il calcolo fatto a mano o fatto a memoria... servono un compasso e un righello, ma nemmeno un righello graduato con i centimetri e millimetri, basta un listello rigido senza le misure segnate, che funzioni solo come guida per tracciare una retta...

le famose costruzioni con riga (non graduata) e compasso...
che nostalgia!

cha
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:51 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ecco questa surreale pretesa (che ultimamente vedo diffondersi sempre di più) di condizionare i metodi di insegnamento per tutta la classe, e di abbassare i livelli richiesti a tutta la classe, solo per accontentare quelli che "hanno diritto a usare gli strumenti compensativi ma non vogliono che gli altri lo sappiano", la trovo veramente delinquenziale.

Ma q*zzarola, chiedere un minimo di responsabilizzazione alle famiglie, perché spieghino al proprio figlio la REALTA' dei fatti, proprio no?

verissimo.... quoto in tutto e per tutto...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 5:51 pm

carla75 ha scritto:
per fare espressioni del tipo 2 alla seconda per 3 alla seconda fai usare la calcolatrice? per dividere con una linea a metà un foglio da 40 cm fai usare la calcolatrice? un dsa si, ma gli altri? mi pare che alle prove invalsi la calcolatrice non e' concessa

Alle superiori le prove invalsi non se le fila più nessuno.

Si svolgono una volta sola, al secondo anno, non hanno voto, non fanno media... e se uno studente le fa bene, le fa male o non viene a farle per niente, è perfettamente uguale.

Quindi non mi pare il caso di utilizzarle come termine di paragone ideale per quelle che dovrebbero essere le abilità generali da maturare alle superiori...
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:01 pm

cha ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
carla75 ha scritto:
per fare espressioni del tipo 2 alla seconda per 3 alla seconda fai usare la calcolatrice? per dividere con una linea a metà un foglio da 40 cm fai usare la calcolatrice? un dsa si, ma gli altri? mi pare che alle prove invalsi la calcolatrice non e' concessa

Per dividere una lunghezza a metà non serve né la calcolatrice né il calcolo fatto a mano o fatto a memoria... servono un compasso e un righello, ma nemmeno un righello graduato con i centimetri e millimetri, basta un listello rigido senza le misure segnate, che funzioni solo come guida per tracciare una retta...

le famose costruzioni con riga (non graduata) e compasso...
che nostalgia!

cha
e per fare un quadrato di otto cm? diviso in orizzontale e verticale per 10 righe uguali?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:04 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
carla75 ha scritto:
per fare espressioni del tipo 2 alla seconda per 3 alla seconda fai usare la calcolatrice? per dividere con una linea a metà un foglio da 40 cm fai usare la calcolatrice? un dsa si, ma gli altri? mi pare che alle prove invalsi la calcolatrice non e' concessa

Alle superiori le prove invalsi non se le fila più nessuno.

Si svolgono una volta sola, al secondo anno, non hanno voto, non fanno media... e se uno studente le fa bene, le fa male o non viene a farle per niente, è perfettamente uguale.

Quindi non mi pare il caso di utilizzarle come termine di paragone ideale per quelle che dovrebbero essere le abilità generali da maturare alle superiori...
non mi pare se le fili proprio nessuno. qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:11 pm

carla75 ha scritto:
e per fare un quadrato di otto cm? diviso in orizzontale e verticale per 10 righe uguali?

ovviamente se bisogna disegnare un quadrato di lato dato, è necessario un righello per il primo lato.
poi non serve altro
certo, è "lungo", ma non serve altro (si fa, magari con talete)
anzi, sarebbe un ottimo esercizio da fare con i software di geometria come geogebra o il vecchio cabri (ma c'è ancora qualcuno che lo usa?)

cha
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:14 pm

carla75 ha scritto:
qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.

crado che l'unico modo per risollevare i voti di math nel biennio sia un estenuante lavoro di potenziamento, da fare in classe (tonnellate di esercizi) da fare qui ed ora
e poi, che il consiglio di classe ci supporti, quando diciamo che il tal alunno non ha imparato abbastanza per costruire le conoscenze dell'anno successivo

altrimenti c'è la possibilità di abbassare l'asticella, ma poi non venitemi a parlare del progetto delle lauree scientifiche...



cha



Ultima modifica di cha il Gio Set 15, 2016 6:19 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:18 pm

cha ha scritto:
carla75 ha scritto:
qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.

crado che l'unico modo per risollevare i voti di math nel biennio sia un estenuante lavoro di potenziamento, da fare in classe (tonnellate di esercizi) da fare qui ed ora

altrimenti c'è la possibilità di abbassare l'asticella, ma poi non venitemi a parlare del progetto delle lauree scientifiche...

cha
certo. oggi ho perso un ora per fare un esercizio con uno dei ragazzi dislessici presenti in classe che non vuole usare la calcolatrice. ho fatto la calcolatrice vivente. la prox mentre l'alunno con sos lavorava da solo. dalla prox settimana si cambia orario. e se i genitori si lamentano chiedessero il sos per il figlio.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4692
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:19 pm

carla75 ha scritto:
mac67 ha scritto:

In primo geometra BISOGNA imparare a usare la calcolatrice.
per fare 40/2?

Se non sanno fare 40/2 in prima geometra, non è colpa della collega, ma di chi alla scuola primaria ha consentito l'uso della calcolatrice.

C'è un motivo per andare a scuola 13 anni. A ogni fase cambiano le cose da imparare. Si impara a fare i calcoli da soli alla scuola primaria; alle superiori l'obiettivo non è fare 40/2, ma elaborare una strategia che ti porta a dire che 40/2 ti dà la soluzione al problema proposto.

Non ho ancora trovato un alunno che sa usare il tasto delle frazioni nelle vecchie calcolatrici, e sì che gli servirebbe.
Tornare in alto Andare in basso
Online
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:19 pm

carla75 ha scritto:
cha ha scritto:
carla75 ha scritto:
qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.

crado che l'unico modo per risollevare i voti di math nel biennio sia un estenuante lavoro di potenziamento, da fare in classe (tonnellate di esercizi) da fare qui ed ora

altrimenti c'è la possibilità di abbassare l'asticella, ma poi non venitemi a parlare del progetto delle lauree scientifiche...

cha
certo. oggi ho perso un ora per fare un esercizio con uno dei ragazzi dislessici presenti in classe che non vuole usare la calcolatrice. ho fatto la calcolatrice vivente. mentre l'alunno con sos lavorava da solo. dalla prox settimana si cambia orario. e se i genitori si lamentano chiedessero il sos per il figlio.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:21 pm

mac67 ha scritto:
carla75 ha scritto:
mac67 ha scritto:

In primo geometra BISOGNA imparare a usare la calcolatrice.
per fare 40/2?

Se non sanno fare 40/2 in prima geometra, non è colpa della collega, ma di chi alla scuola primaria ha consentito l'uso della calcolatrice.

C'è un motivo per andare a scuola 13 anni. A ogni fase cambiano le cose da imparare. Si impara a fare i calcoli da soli alla scuola primaria; alle superiori l'obiettivo non è fare 40/2, ma elaborare una strategia che ti porta a dire che 40/2 ti dà la soluzione al problema proposto.

Non ho ancora trovato un alunno che sa usare il tasto delle frazioni nelle vecchie calcolatrici, e sì che gli servirebbe.
forse non mi sono spiegata. i ragazzi non certificati lo sanno fare senza calcolatrice. i dsa no e si rifiutano di usarla.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:24 pm

carla75 ha scritto:
certo. oggi ho perso un ora per fare un esercizio con uno dei ragazzi dislessici presenti in classe che non vuole usare la calcolatrice. ho fatto la calcolatrice vivente

mi spiace per il ragazzo, per te e per la Scuola, istituzione che lo ha messo in un posto (prima geometra) senza che ne avesse le possibilità (non sa fare 40 diviso 2) permettendogli (al ragazzo) anche di non utilizzare gli strumenti dispensativi (calcolatrice)

cha
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:33 pm

carla75 ha scritto:
no no, primo geometra.

Allora è diverso. Secondo me in prima geometra dovresti semmai insegnare a tutti a usare una calcolatrice scientifica.
Poi se la usano per un logaritmo o anche per fare 2-1 non è così importante. Del resto l'importanza del calcolo a mente e/o manuale riguarda principalmente i primi anni di scuola, dove può avere (anzi, ha) un suo perché.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4692
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:38 pm

carla75 ha scritto:

forse non mi sono spiegata. i ragazzi non certificati lo sanno fare senza calcolatrice. i dsa no e si rifiutano di usarla.

Io mi riferivo a quanto hai scritto qua:

carla75 ha scritto:

il problema è che non vogliono far sapere che sono dislessici e non vogliono usare la calcolatrice. del resto la collega e' contrario al suo utilizzo per tutta la classe ed ha ovviamente ragione.

Non c'è un solo motivo per vietare l'uso della calcolatrice in prima geometra, anzi, pur non avendo letto le Indicazioni Nazionali degli istituti tecnici, suppongo che consiglino, come nei licei, di imparare a usare calcolatrici, fogli di calcolo, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Online
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:50 pm

forza ha scritto:

e poi, un ragazzino che al posto degli esercizi fa crocette e disegnini....che non ha certamente un comportamento esemplare... che inizi a dimostrarmi che se lo merita l'aiuto!!!!

Dobbiamo ricordare che certi ragazzini vengono da lunghi anni scolastici pieni di delusioni, umiliazioni, incomprensioni, fin dai primi anni alla primaria, oppure sono stati messi in un angolo e i loro problemi ignorati, che è lo stesso. Alla sua età non può più dimostrare niente a nessuno.

Ormai per questi ragazzini si può fare poco, ma credo che si debba tentare sempre, no?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:52 pm

carla75 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Alle superiori le prove invalsi non se le fila più nessuno.
non mi pare se le fili proprio nessuno. qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.

Ah: e avrebbero perso le cattedre perché le loro classi andavano male in matematica NELLE PROVE INVALSI, o non piuttosto perché andavano male nel programma normale di matematica, che è molto più significativo?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 6:58 pm

carla75 ha scritto:
i ragazzi non certificati lo sanno fare senza calcolatrice. i dsa no e si rifiutano di usarla.

Se si rifiutano di usarla, che si becchino gli stessi criteri di valutazione degli altri.

Il diritto allo strumento compensativo l'hanno ottenuto, se non lo vogliono usare che si arrangino.

E che spetti alla famiglia spiegare loro il perché, NON alla scuola.

In ogni caso, il mio è un discorso generale per situazioni in cui l'uso della calcolatrice non è generalizzato per tutti (cioè, alle elementari o alle medie). Ma ripeto che trovo assolutamente anomalo che alle superiori non la si faccia usare a tutti, specialmente in un istituto tecnico. E allora gli esercizi di fisica o di chimica, in cui si lavora continuamente con numeri non interi e c'è da fare un'attiva valutazione delle cifre significative e dell'arrotondamento al quale fermarsi, come li fanno?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 7:01 pm

cha ha scritto:
carla75 ha scritto:
qualche collega ha perso le cattedre perche' i ds sostenevano che le loro classi andavano male in mate... e pare che nei rav appallino proprio su questo aspetto. nei collegi e' tutto un lamento dei ds.

crado che l'unico modo per risollevare i voti di math nel biennio sia un estenuante lavoro di potenziamento, da fare in classe (tonnellate di esercizi) da fare qui ed ora

No, l'unico modo per risollevare i voti di matematica nel biennio sarebbe quello di fare tonnellate di esercizi in più A CASA, per conto proprio, e non in classe in cui c'è sempre qualcun altro che ti offre gentilmente l'imbeccata con la pappetta pronta.

E questo non c'entra niente con i DSA, ma vale anche per tutti gli altri.
Tornare in alto Andare in basso
cha



Messaggi : 95
Data d'iscrizione : 21.07.11

MessaggioOggetto: Re: Non vedere più in là della punta del proprio naso   Gio Set 15, 2016 7:27 pm


certo, ma nella mia realtà professionale (un professionale, appunto), l'anno scorso con la collega di potenziamento, il lavoro in classe (guidato, ovvio) e fatto su piccoli gruppi (una decina di alunni a testa) ha dato qualche risultato
qualche alunno ha iniziato ad avere maggiore dimestichezza con le richieste della materia e da lì abbiamo iniziato a pretendere qualcosina in più anche a casa e qualche alunno che si rappresentava come "negato in matematica" ha iniziato a percepirsi come "capace di fare qualcosa"
ovvio, la mia realtà non è la realtà degli istituti tecnici, nè quella dei licei (più o meno latinosi)... e da qui a dire che tutti hanno imparato tutto, ne corre

cha

Tornare in alto Andare in basso
 
Non vedere più in là della punta del proprio naso
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 12Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3 ... 5, 6, 7 ... 10, 11, 12  Seguente
 Argomenti simili
-
» quando la punta nuova della fresa non monta nel mandrino
» punta Fresa....
» punta carbide in titanio come si disinfetta???
» Per essere membri della chat (non considerare questo post si riferisce alla chat precedente)
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: