Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 10:50 am

Si parla tanto di scuola digitale nella Buona Scuola, ma se si volesse fare davvero una cosa buona, perché non "digitalizzare" quasi del tutto alcune discipline nelle scuole superiori? Ovviamente è impossibile digitalizzare del tutto alcune discipline; ad esempio non si può fare educazione fisica online (a parte alcune nozioni teoriche), nè si possono digitalizzare del tutto materie che prevedono attività pratiche. Ma per le discipline essenzialmente teoriche, perché non provare a insegnarle online? E' ovvio che i ragazzi, quando sono in gruppo, spesso si distraggono; se invece un docente facesse lezione online ad ogni singolo studente, si avrebbe una didattica personalizzata e di qualità superiore. Per fare un esempio: invece di fare le solite ore con una didattica uno a molti, si potrebbero organizzare la scuola in modo diverso; per una classe di 20 alunni, il docente di una disciplina teorica dovrebbe fare 5 ore di lavoro mattutino in questo modo: la prima ora una lezione online per lo studente Pinco, la seconda ora una lezione online per lo studente Pallino, la terza ora una lezione online per lo studente Tizio, la quarta online per Caio e la quinta online per Sempronio. 5 x 4 = 20, per cui in 4 giorni tutti gli studenti avranno ricevuto una lezione online (poi si potrebbero fare anche altre ore il pomeriggio).
Questa modalità innovativa di insegnamento presenta due svantaggi: in primis, occorrerebbe stare molto tempo davanti a un pc, e questo potrebbe causare danni alla vista; inoltre il docente dovrebbe ripetere più volte uno stesso argomento a studenti differenti. Però si avrebbero dei vantaggi enormi se tale didattica potesse andare in porto: pensate ai problemi della mobilità, dei trasferimenti, dei docenti che sono costretti a lasciare casa per andare a insegnare in altre regioni: questi docenti potrebbero benissimo restare a casa loro, e fare didattica online a studenti che vivono a migliaia di km di distanza da loro. Internet permette di abbattere le distanze, e purtroppo questa cosa non viene sfruttata abbastanza. Pertanto, perché non iniziare a pensare a una scuola rivoluzionaria, in cui il grosso delle faccende avviene online: consigli di classe online, consigli di istituto online, incontri scuola-famiglia online, didattica online: questa sarebbe la vera SCUOLA DIGITALE, non quella del PNSD della Buona Scuola! Che ne pensate? Si apra il dibattito!
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 10:59 am

Sono di accordo..io farei riunioni e incontri con genitori su Skype. .nel 2011 sperimentai con successo colloqui su Facebook con due genitori. Inoltre ampio spazio a cloud ed utilizzo di strumenti digitali nelle materie di calcolo..fisica SOLO CON EXCEL E DERIVE, per esempio..
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 11:34 am

Felipeto ha scritto:
Sono di accordo..io farei riunioni e incontri con genitori su Skype. .nel 2011 sperimentai con successo colloqui su Facebook con due genitori. Inoltre ampio spazio a cloud ed utilizzo di strumenti digitali nelle materie di calcolo..fisica SOLO CON EXCEL E DERIVE, per esempio..

Grande Felipeto! Mi fa piacere che sei d'accordo (ho letto alcuni tuoi post su questo forum e da quello che ho letto ho capito che sei veramente in gamba nelle tue discipline). La scuola superiore avrebbe bisogno di questa innovazione, soprattutto se si vuole dare importanza alle discipline teoriche. Per quanto riguarda le scuole elementari e le scuole medie, le cose possono pure restare come sono (dopotutto a quell'età gli studenti sono piccoli, ed è troppo presto per loro studiare cose troppo teoriche; lo psicopedagogista Piaget parlò di "anomia" riguardo ai fanciulli, per cui alle elementari e alle medie la scuola del gruppo, la scuola dell'inclusione, delle recite e dei teatri ci può anche stare), ma alle scuole superiori (compresi i professionali, anzi, soprattutto nei professionali: con una didattica online personalizzata delle materie teoriche gli studenti del branco vengono divisi, e difficilmente potranno fare casino online se non sono in gruppo), se si vuole davvero che gli studenti imparino le discipline teoriche (latino, matematica, le parti non sperimentali di fisica e chimica, ecc...), la didattica online potrebbe essere una strada innovativa che il MIUR farebbe bene a intraprendere. E tenendo presente che le parti di laboratorio si potrebbero fare anche con EXCEL, Derive e software di simulazione, anche le parti sperimentali di chimica e fisica potrebbero essere insegnate online (poi a volte le parti sperimentali non vengono comunque fatte nella scuola tradizionale, quindi non sarebbe un problema).
Per quanto riguarda le riunioni scuola-famiglia, oltre a Skype e Facebook, si potrebbero anche usare le mail o più semplicemente il telefono (che senso hanno gli incontri scuola-famiglia faccia a faccia? Mica i docenti sono dei medici che devono visitare i loro pazienti? Se uno deve solo comunicare alla famiglia l'andamento scolastico del figlio, si può benissimo usare il telefono (che è stato scoperto più di un secolo fa, ben prima di internet) se uno non sa usare il computer!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 12:14 pm

Rodolfo Zich, ex rettore del politecnico di Torino, così si è espresso in un recente seminario organizzato dall' Accademia delle Scienze di Torino : “Se noi pensiamo, oggi come oggi, che l'evoluzione delle attività, delle varie professionalità, porta i soggetti a lavorare in maniera quantitativa molto significativa in rete, è abbastanza anacronistico un sistema formativo che non abitui i ragazzi a lavorare in rete.” (se volete sentire la diretta, scrivete su google "licei scientifici gianni colombo"; vedetevi il primo video che vi esce dal minuto 54:01 al minuto 54:22)
Il professor Zich ha parlato inoltre di alcune esperienze di insegnamento online che hanno permesso la "creazione di competenze in itinere, senza per questo obbligare i soggetti a spostarsi, a collocarsi in classe, a una formazione di tipo frontale". (intorno al minuto 53:17).
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 12:22 pm

Scrivendo su google "licei scientifici gianni colombo", esce un video di una conferenza tenutasi quest'anno in Piemonte. Le cose che dice dal minuto 52:05 l'ex rettore del politecnico di Torino sono interessanti. Qualcuno di voi ha sentito parlare del professor Rodolfo Zich al politecnico?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 5:11 pm

La legge n. 107 del 13 luglio 2015 (nota anche come legge della “Buona Scuola”), al comma 7 dell' articolo 1, invita le istituzioni scolastiche al raggiungimento di obiettivi formativi prioritari come
-il potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche,
-lo sviluppo delle competenze digitali degli studenti,
-la prevenzione e il contrasto della dispersione scolastica e del bullismo informatico,
-la valorizzazione di percorsi formativi individualizzati.
In particolare, secondo il comma 56, al fine di sviluppare e migliorare le competenze digitali degli studenti e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale, il Ministero adotta il Piano nazionale per la scuola digitale. Al comma 57 le istituzioni scolastiche sono invitate a promuovere azioni coerenti con le finalità e i principi previsti nel Piano nazionale per la scuola digitale, che, secondo il comma 58, persegue come obiettivo la realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, anche attraverso la collaborazione con università, associazioni, organismi del terzo settore e imprese.
Il Decreto Ministeriale n.139 del 22 agosto 2007 (Regolamento recante norme in materia di adempimento dell'obbligo di istruzione) , nell'allegato n.1 del documento tecnico sugli assi culturali, sostiene che “la competenza digitale arricchisce le possibilità di accesso ai saperi, consente la realizzazione di percorsi individuali di apprendimento, la comunicazione interattiva e la personale espressione creativa”.
Nella Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 relativa alle competenze chiave per l' apprendimento permanente, una delle otto competenze chiave è la competenza digitale.
Nelle linee di orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al cyberbullismo dell'aprile 2015 c'è scritto che “al fine di un uso consapevole delle tecnologie digitali diventa sempre più evidente e necessario per tutte le agenzie di socializzazione promuovere da un lato l'educazione con i media per rendere l'apprendimento a scuola un'esperienza più fruibile e vicina al mondo degli studenti, dall'altro l'educazione ai media per la comprensione critica dei mezzi di comunicazione intesi non solo come strumenti, ma soprattutto come linguaggio e cultura”.

MA ALLORA, SE CI TENETE COSI' TANTO ALLA SCUOLA DIGITALE, PERCHE' NON LA REALIZZATE VERAMENTE?
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 5:14 pm

Beppo Sondi ha scritto:
pikkpikk ha scritto:

Salve a tutti, sono un insegnante spedito da qualche parte, ma lontano da casa...
Ho consumato fino all’osso tre auto compiendo circa diciotto volte il giro della Terra (18 x 40.009 Km ca.)
Chi ha firmato il contratto come me sapeva che si correva il rischio di andare a lavorare in qualsiasi parte d’Italia
Durante l’anno riuscivo a ottenere altre ore di servizio  e qualche soldino in più ma lavorando in più paesi, partecipando a più collegi docenti, consigli di classe, di dipartimento, con orari spesso sequenziali e spesso con in mezzo 50 Km da fare in fretta per raggiungere altra scuola e migliaia di ragazzi, colleghi, vie, scorciatoie, corse, pasti arrangiati, relazioni, giustificazioni per ritardi...
Vi scrivo perché mi hanno destinato a 250 Km da casa (sono stato fortunato… dicono), ma sono arrabbiato, molto arrabbiato !
Fate presto, aiutate le famiglie degli insegnanti in difficoltà, fateli rientrare o avvicinare a casa.
Un modo per risolvere i problemi di alcuni insegnanti spediti lontano da casa ci sarebbe, ed è la didattica online. Ciò non vale per tutti (ad esempio per gli insegnanti di educazione fisica non c'è niente da fare), ma per chi insegna materie teoriche basterebbe rivoluzionare il sistema e far diventare le scuole "digitali" per davvero. Così uno potrebbe restare a casa sua e fare lezione a persone che distano anche più di 250 Km dalla propria abitazione. Oggi abbiamo Internet, uno strumento che abbatte le distanze, e non viene sfruttato adeguatamente. Con tutta la tecnologia di cui disponiamo oggigiorno, se ci fosse davvero la volontà politica di cambiare la scuola, il sogno di una scuola digitale non sarebbe irrealizzabile. Forse richiederebbe più ore di lavoro ai docenti, ma penso che molti preferiscano farsi 40 ore di lezione online a casa propria piuttosto che 18 ore frontali a più di 250 km da casa!


Ultima modifica di Beppo Sondi il Lun Set 12, 2016 5:16 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 5:15 pm

Beppe, con il tuo sistema il docente lavora 20 ore settimanali, perfetto, e quante ore lavora lo studente Caio ?
Tornare in alto Andare in basso
Online
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 5:19 pm

Mi sfuggono un paio di passaggi.

Il primo è, perdonate ma parlo per i pargoli, i bambini dove dovrebbero stare durante le lezioni? A casa loro? In un aula collettiva con 200 posti ognuno con il suo pc?

Il secondo è pragmatico. Perchè dovrebbero pagare tutti questi docenti? Per fare lezione online ne saranno scelti, che so a caso 50, e gli altri tutti a casa, senza km da fare ma a prezzo zero zero. Verifiche dite? A che servono tanto saranno tutto competenti e lo dimostreranno online ovvio.

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 5:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Beppe, con il tuo sistema il docente lavora 20 ore settimanali, perfetto, e quante ore lavora lo studente Caio ?

Avido, nel mio sistema il docente potrebbe lavorare anche più di 20 ore settimanali, ma secondo te è meglio farsi 40 ore settimanali di didattica online 1 a 1 da casa oppure è meglio farsi solo 18 ore di lavoro a 500 km da casa in un professionale fatto di ragazzi violenti e casinisti, a cui di studiare non importa minimamente? Per un docente disciplinarista, che ama essere pagato per le sue conoscenze disciplinari, non per le sue capacità di assistente sociale o di gestore di un branco di indisciplinati, forse la didattica online è molto meglio. Così come è meglio avere incontri scuola-famiglia online o al telefono, e idem per quanto riguarda consigli di classe e incontri affini. Ci vorrebbe il ritorno di una scuola fondata sulla conoscenza e sui saperi disciplinari, anche alcuni apparentemente inutili e fini a sè stessi, che comunque costituiscono un patrimonio di conoscenza utile per sviluppare il linguaggio, la precisione e tutta una serie di facoltà mentali, che potrebbero aiutare i ragazzi a non cadere nell'inganno di certi movimenti pseudopolitici.


Ultima modifica di Beppo Sondi il Gio Set 15, 2016 9:04 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:02 pm

ghirettina ha scritto:
Mi sfuggono un paio di passaggi.

Il primo è, perdonate ma parlo per i pargoli, i bambini dove dovrebbero stare durante le lezioni? A casa loro? In un aula collettiva con 200 posti ognuno con il suo pc?

Il secondo è pragmatico. Perchè dovrebbero pagare tutti questi docenti? Per fare lezione online ne saranno scelti, che so a caso 50, e gli altri tutti a casa, senza km da fare ma a prezzo zero zero. Verifiche dite? A che servono tanto saranno tutto competenti e lo dimostreranno online ovvio.


Il primo punto poteva chiarirsi se uno leggeva attentamente i miei primi due interventi in questo post. Ho parlato di "digitalizzare" quasi del tutto alcune discipline nelle scuole superiori. La mia idea non vale per le scuole elementari, ho anche citato Piaget e l'anomia dei bambini. Probabilmente la mia idea anche nelle scuole medie non va molto bene, soprattutto in prima media. La mia idea è per licei, tecnici e professionali, e vale per gli insegnanti di materie teoriche, non per quelli di educazione fisica.

Il secondo punto mi sembra banale. Chi ha parlato di allargare l'organico dei docenti? I docenti che dovrebbero fare la didattica online sono i docenti curricolari, abilitati e vincitori di concorso. La situazione non dovrebbe cambiare rispetto a quella attuale, anzi, visto che hai parlato di docenti a casa, se ci fossero i finanziamenti, un tale tipo di didattica potrebbe creare anche nuovi posti di lavoro, dato che la mia idea è quella di fare una didattica 1 a 1, quindi se una classe è di 20 persone, il docente dovrebbe lavorare parecchio per fare lezione ad ogni singolo studente. Potrebbe arrivare anche a 60 ore di lavoro online a settimana, ma secondo voi è meglio fare 60 ore di lavoro da casa e senza avere davanti un branco di studenti violenti e casinisti, oppure fare solo 18 ore di lavoro settimanali a migliaia di km da casa in un professionale di casinisti, drogati e delinquenti?
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 989
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:07 pm

OK, quest'anno ho 137 studenti, 5 classi, ma 6 insegnamenti. Che dici, posso farcela?
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:17 pm

Beppe

ti chiedo scusa mi era sfuggita la parola superiori, pardon.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:19 pm

ghirettina ha scritto:

Verifiche dite? A che servono tanto saranno tutto competenti e lo dimostreranno online ovvio.

Anche le verifiche si possono fare online. Ovviamente c'è il pericolo di andare a copiare su internet la risposta, anche se per certe domande ci vuole tempo a cercarne una in rete, per cui se uno usa come verifica un test cronometrato da fare online e tiene conto del tempo che uno studente perderebbe a cercare la risposta online, un docente una valutazione la potrebbe fare eccome, anche senza aver seguito corsi di natura docimologica. Un esempio di verifica online (multidisciplinare):

Entro le 19:00 rispondere alle seguenti domande:

1) Dove si trovano i Dardanelli?

2) In che anno si svolse la guerra di Crimea?

3) Tradurre dal latino I VITELLI DEI ROMANI SONO BELLI

4) Risolvere la disequazione x^2+1>0

5) Se un corpo diminuisce la sua accelerazione, diminuisce anche la sua velocità?

6) Se la Terra è sferica, perché quelli del polo sud non cadono nello spazio?

7) Dire cosa sono le tube di Falloppio

The meaning of "crowbar" is ...

9) Scrivere la formula dell'ossido di diazoto

10) Chi disse Quid est veritas ?

Se entro le 19:00 lo studente risponde a 0 domande, il voto 0; se risponde a tutte e 10, il voto è 10.


Ultima modifica di Beppo Sondi il Lun Set 12, 2016 6:40 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:39 pm

@melia ha scritto:
OK, quest'anno ho 137 studenti, 5 classi, ma 6 insegnamenti. Che dici, posso farcela?

Effettivamente 137 sono un po' troppi per un singolo docente in una singola settimana, appunto dicevo che se ci fossero i finanziamenti, potrebbero crearsi nuovi posti di lavoro con altri docenti che potrebbero affiancarti nel compito di istruire i ragazzi. Un'altra soluzione potrebbe essere dividerli in gruppi e fare una settimana un gruppo, una settimana un altro gruppo. Poi non sei sola nella scuola, c'è un organico di docenti al tuo fianco, quindi se anche altri docenti facessero la didattica online, un gruppo di 70 studenti potrebbero seguire le tue lezioni uno per uno durante una settimana, e gli altri 70 seguire un altro docente di un'altra materia nelle tue ore e nell'altra settimana te. Se un docente fosse disposto a lavorare con la didattica online dalle 7:00 alle 22:00 (con due piccole pause pranzo), lasciandosi solo la domenica come giorno di riposo, in una settimana potrebbe fare lezione a 15 x 6 = 90 studenti. Capisco che 90 ore di lavoro a settimana sono tante, ma voi cosa preferireste se doveste scegliere tra fare 90 ore di didattica online da casa vostra e fare 18 ore di didattica nel peggior professionale di un paese di una regione lontana dalla vostra, in cui vi hanno detto che ci sono ragazzi che portano pure armi e pistole in classe?
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 989
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 6:46 pm

D'accordo che ci sono altri docenti, ma in tutto siamo 13 e gli studenti sono più di mille e molti dei 13 docenti insegnano 2 discipline diverse, in pratica è come se gli studenti fossero 1800/1900.
Personalmente preferisco fare 18 ore di aula, per me il contatto umano ha grande valenza.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:03 pm

@melia ha scritto:

Personalmente preferisco fare 18 ore di aula, per me il contatto umano ha grande valenza.

L'articolo 33 della Costituzione parla di libertà di insegnamento, per cui se un docente ritiene che sia meglio fare una didattica dietro uno schermo invece di perdere tempo davanti a 20 ragazzi casinisti e violenti, se la Costituzione venisse messa in pratica, a tale docente dovrebbe essere dato il diritto di poter insegnare nel modo a lui più congeniale, anche dietro uno schermo. Ma purtroppo la Costituzione spesso non viene seguita, basta pensare al referendum imminente.
Ogni docente dovrebbe avere la libertà di fare lezione nel modo che ritiene più congeniale con la propria visione della scuola e dell'istruzione. Anche perché i docenti non sono tutti uguali; come gli studenti, anche i docenti hanno stili cognitivi e didattici differenti. Pertanto, se un docente ci sa fare con i ragazzi, preferisce il contatto umano alla didattica dietro a uno schermo, dovrebbe avere pienamente la libertà di continuare a fare lezione a scuola in modo frontale. Con il mio messaggio non volevo imporre a tutti i docenti la mia idea di didattica digitale, era una proposta per quei docenti che magari non amano stare in mezzo a dei ragazzi violenti e disinteressati come potrebbe accadere nei professionali (in realtà, coi tempi che corrono, potrebbe accadere anche nei licei!). Un docente potrebbe essere molto competente nella sua materia, e allo stesso tempo con scarse capacità di gestire una classe di casinisti svogliati di un professionale. Ma anche se con scarse capacità gestionali, un docente dovrebbe avere comunque il diritto di poter fare lezione e di guadagnarsi lo stipendio, dopo i tanti anni passati a studiare per laurea, abilitazione e concorso, soprattutto se è competente nella sua materia. E la didattica online potrebbe essere una valida soluzione in tal senso.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:03 pm

Beppo Sondi ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Beppe, con il tuo sistema il docente lavora 20 ore settimanali, perfetto, e quante ore lavora lo studente Caio ?

Avido, Beppo non Beppe (tra l'altro non sono un simpatizzante di certe idee grilline; basta digitare su google "Grillo porta a porta", andare al minuto 1:34 e vedere cosa fa "Beppe" con la sua mano fino al minuto 1:42 per capire forse da dove nascono il suo partito e il suo successo; gli inganni sono tanti, anche nella cosiddetta antipolitica).
Avido, nel mio sistema il docente potrebbe lavorare anche più di 20 ore settimanali, ma secondo te è meglio farsi 40 ore settimanali di didattica online 1 a 1 da casa oppure è meglio farsi solo 18 ore di lavoro a 500 km da casa in un professionale fatto di ragazzi violenti e casinisti, a cui di studiare non importa minimamente? Per un docente disciplinarista, che ama essere pagato per le sue conoscenze disciplinari, non per le sue capacità di assistente sociale o di gestore di un branco di indisciplinati, forse la didattica online è molto meglio. Così come è meglio avere incontri scuola-famiglia online o al telefono, e idem per quanto riguarda consigli di classe e incontri affini. Ci vorrebbe il ritorno di una scuola fondata sulla conoscenza e sui saperi disciplinari, anche alcuni apparentemente inutili e fini a sè stessi, che comunque costituiscono un patrimonio di conoscenza utile per sviluppare il linguaggio, la precisione e tutta una serie di facoltà mentali, che potrebbero aiutare i ragazzi a non cadere nell'inganno di certi movimenti pseudopolitici.
Non avevo notato la o.

Posso anche fare 60 ore, ma questo significa che Il bambino Caio ottiene 3 ore di docenza la settimana; un po' pochine ?

Se parliamo di superiori, con 60 ore di lavoro settimanali io offro ai miei 120 studenti 0.5 ore settimanali; con gli altri 9 colleghi ne forniamo 5; un po' pochine ?

Le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime, ma se le possono permettere solo i ricchi sfondati, la scuola pubblica non può assumere un docente per ogni studente.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:09 pm

Dopo aver visto la scuola digitale (lato ufficio) voglio la scuola analogggica.

Quella vecchia con le maestre che muovono a manovella riempendo di spirito la macchina per fare le fotocopie in cui il massimo della libidine tecnologica è l'isdn e la stampante ad aghi.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:26 pm

@melia ha scritto:
D'accordo che ci sono altri docenti, ma in tutto siamo 13 e gli studenti sono più di mille e molti dei 13 docenti insegnano 2 discipline diverse, in pratica è come se gli studenti fossero 1800/1900.

avidodinformazioni ha scritto:

Posso anche fare 60 ore, ma questo significa che Il bambino Caio ottiene 3 ore di docenza la settimana; un po' pochine ?
Se parliamo di superiori, con 60 ore di lavoro settimanali io offro ai miei 120 studenti 0.5 ore settimanali; con gli altri 9 colleghi ne forniamo 5; un po' pochine ?
Le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime, ma se le possono permettere solo i ricchi sfondati, la scuola pubblica non può assumere un docente per ogni studente.

Per quanto riguarda i problemi delle ore, sono evidenti. Però se qualcuno studiasse bene il problema, con un'organizzazione decente e incastri di orari tra colleghi, qualcosa potrebbe venire fuori. Se invece di perdere tempo con progetti inutili e consigli vari i docenti si dedicassero mattina, pomeriggio e sera all'istruzione, dalle 7:00 alle 22:00 (con 2 piccole pause pranzo) e se si allargasse il tempo per la didattica anche a tutto luglio e tutto settembre, anche riducendo la follia degli esami di Stato, forse non solo ci sarebbero speranze di realizzare il sistema di didattica digitale 1 a 1 che ho in mente, ma forse i docenti verrebbero anche maggiormente apprezzati dalla società (le persone che lavorano circa 15 ore al giorno tranne la domenica non sono molte). Inoltre se si avesse un docente per ogni studente, nonostante le ore rischierebbero di essere un po' pochine come dici tu, quelle poche ore potrebbero essere molto più efficaci delle 18 ore settimanali attuali. Se i docenti sono in gamba e preparati, potrebbero fornire con 5 ore settimanali molto più di quello che può fornire un docente scarso in 18 ore. Alla fine non sono le ore che contano, ma quello che viene trasmesso.


Ultima modifica di Beppo Sondi il Gio Set 15, 2016 9:06 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:33 pm

Seh, come no, ci manca pure il ricevimento dei genitori su facebook.

Io su facebook non ci vado, per scelta etica.
Vorrei pure vedere che mi fosse imposto...
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:46 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime, ma se le possono permettere solo i ricchi sfondati, la scuola pubblica non può assumere un docente per ogni studente.

Questa è anche colpa della politica e di come vengono gestiti i soldi. Se il governo volesse davvero finanziare l'istruzione, i soldi per dare un docente ad ogni studente forse uscirebbero (ma comunque sarebbe necessario anche che i docenti fossero disposti a lavorare circa 15 ore al giorno dal lunedì al sabato). Poi provate a scrivere "cachet benigni" su google e vedete quello che viene fuori. Pare che il comico abbia avuto ben 4 milioni di euro tempo fa per poche ore di una trasmissione televisiva su rai 1 sui 10 comandamenti. Forse alcuni di quei 4 milioni di euro erano soldi vostri, pagati con il canone. Pensa se quei 4 milioni di euro fossero stati spesi nell'istruzione, per dare un docente ad ogni studente, invece che finanziare una persona che oltre a guadagnare una cifra del genere ingiustamente, ha anche diffuso disinformazione in merito ai famosi 10 comandamenti. Una persona sincera che conosce a fondo la storia plurimillenaria ebraica e cristiana, ascoltando alcune cose dette da Benigni, potrebbe rimanere disgustata da quanto schifo viene proposto dalla tv, per giunta da una rete televisiva che, essendo finanziata anche dal canone, dovrebbe fornire servizio pubblico al popolo, e invece la trasmissione di Benigni ha diffuso disinformazione. E la cosa grave è che l'hanno chiamata "I 10 comandamenti" , facendo credere agli ignoranti che quella di Benigni fosse la corretta interpretazione dei comandamenti. La Rai avrebbe fatto meno danno se avesse intitolato quella trasmissione "I 10 comandamenti secondo Benigni". E' veramente uno schifo. Questo per fare un esempio di come tanti soldi potrebbero essere usati in maniera diversa, se ci fosse la volontà politica di fornire istruzione e conoscenza al popolo. Ma ormai l'ignoranza dilaga, e anche i potenti forse preferiscono un popolo di ignoranti a un popolo di gente istruita che cerca la Verità e non si fa ingannare dal Grillo o dal Benigni di turno.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 7:50 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Seh, come no, ci manca pure il ricevimento dei genitori su facebook.

Io su facebook non ci vado, per scelta etica.
Vorrei pure vedere che mi fosse imposto...

Anche io non sono d'accordo col ricevimento dei genitori su facebook. Basterebbe una mail, oppure una telefonata, i docenti non sono medici che devono visitare i pazienti, non è necessario vedersi faccia a faccia. Se uno studente va male a scuola, basta mandare una mail e comunicarlo ai genitori. E forse si risparmierebbe anche del tempo prezioso, sia per i docenti che per i genitori.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 8:00 pm

Beppo Sondi ha scritto:
ghirettina ha scritto:

Verifiche dite? A che servono tanto saranno tutto competenti e lo dimostreranno online ovvio.
Un esempio di verifica online (multidisciplinare):

Entro le 19:00 rispondere alle seguenti domande:

1) Dove si trovano i Dardanelli?

2) In che anno si svolse la guerra di Crimea?

3) Tradurre dal latino I VITELLI DEI ROMANI SONO BELLI

4) Risolvere la disequazione x^2+1>0

5) Se un corpo diminuisce la sua accelerazione, diminuisce anche la sua velocità?

6) Se la Terra è sferica, perché quelli del polo sud non cadono nello spazio?

7) Dire cosa sono le tube di Falloppio

The meaning of "crowbar" is ...

9) Scrivere la formula dell'ossido di diazoto

10) Chi disse Quid est veritas ?

Se entro le 19:00 lo studente risponde a 0 domande, il voto 0; se risponde a tutte e 10, il voto è 10.

Sono le 20:00 e nessun utente del forum ha risposto. Meritate tutti 0!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12, 2016 8:13 pm

Beppo Sondi ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime, ma se le possono permettere solo i ricchi sfondati, la scuola pubblica non può assumere un docente per ogni studente.

Questa è anche colpa della politica e di come vengono gestiti i soldi. Se il governo volesse davvero finanziare l'istruzione, i soldi per dare un docente ad ogni studente forse uscirebbero (ma comunque sarebbe necessario anche che i docenti fossero disposti a lavorare circa 15 ore al giorno dal lunedì al sabato).

E se anche ci fossero i soldi, tu pensi davvero che sarebbe positiva l'idea di trasformare la scuola pubblica in un servizio individuale di precettori privati dedicati individualmente a ogni singola persona?

Non pensi che verrebbe a cadere qualsiasi valore sociale e culturale della scuola in se' ?

Tornare in alto Andare in basso
Online
 
RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 6Andare alla pagina : 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: