Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Lun Set 12 2016, 10:50

Promemoria primo messaggio :

Si parla tanto di scuola digitale nella Buona Scuola, ma se si volesse fare davvero una cosa buona, perché non "digitalizzare" quasi del tutto alcune discipline nelle scuole superiori? Ovviamente è impossibile digitalizzare del tutto alcune discipline; ad esempio non si può fare educazione fisica online (a parte alcune nozioni teoriche), nè si possono digitalizzare del tutto materie che prevedono attività pratiche. Ma per le discipline essenzialmente teoriche, perché non provare a insegnarle online? E' ovvio che i ragazzi, quando sono in gruppo, spesso si distraggono; se invece un docente facesse lezione online ad ogni singolo studente, si avrebbe una didattica personalizzata e di qualità superiore. Per fare un esempio: invece di fare le solite ore con una didattica uno a molti, si potrebbero organizzare la scuola in modo diverso; per una classe di 20 alunni, il docente di una disciplina teorica dovrebbe fare 5 ore di lavoro mattutino in questo modo: la prima ora una lezione online per lo studente Pinco, la seconda ora una lezione online per lo studente Pallino, la terza ora una lezione online per lo studente Tizio, la quarta online per Caio e la quinta online per Sempronio. 5 x 4 = 20, per cui in 4 giorni tutti gli studenti avranno ricevuto una lezione online (poi si potrebbero fare anche altre ore il pomeriggio).
Questa modalità innovativa di insegnamento presenta due svantaggi: in primis, occorrerebbe stare molto tempo davanti a un pc, e questo potrebbe causare danni alla vista; inoltre il docente dovrebbe ripetere più volte uno stesso argomento a studenti differenti. Però si avrebbero dei vantaggi enormi se tale didattica potesse andare in porto: pensate ai problemi della mobilità, dei trasferimenti, dei docenti che sono costretti a lasciare casa per andare a insegnare in altre regioni: questi docenti potrebbero benissimo restare a casa loro, e fare didattica online a studenti che vivono a migliaia di km di distanza da loro. Internet permette di abbattere le distanze, e purtroppo questa cosa non viene sfruttata abbastanza. Pertanto, perché non iniziare a pensare a una scuola rivoluzionaria, in cui il grosso delle faccende avviene online: consigli di classe online, consigli di istituto online, incontri scuola-famiglia online, didattica online: questa sarebbe la vera SCUOLA DIGITALE, non quella del PNSD della Buona Scuola! Che ne pensate? Si apra il dibattito!
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 14:23

avidodinformazioni ha scritto:

Zich l'ho conosciuto, era "vecchio" quando ero ragazzo, mi stupisco che abbia ancora la forza e la voglia di dire la sua, certamente non dice di trasformarci in precettori remoti, nè di lavorare 90 ore settimanali (di lezione frontale, più il resto).

Sono sicuro che neanche tu arrivi a proporre questo veramente; sono sicuro che neanche precario.acciaio arriverebbe a tanto ... OK forse lui sì, ma non me ne vengono in mente altri.

Mi fa piacere Avido che hai conosciuto Zich, grande docente di campi elettromagnetici e circuiti; mi è piaciuta la tua battuta sul fatto che era vecchio quando era ragazzo. Beh, forse adesso che è vecchio veramente, è diventato giovane; uno che dice “Se noi pensiamo, oggi come oggi, che l'evoluzione delle attività, delle varie professionalità, porta i soggetti a lavorare in maniera quantitativa molto significativa in rete, è abbastanza anacronistico un sistema formativo che non abitui i ragazzi a lavorare in rete.” (video "licei scientifici gianni colombo" dal minuto 54:01 al minuto 54:22) è uno che, nonostante l'età, propone innovazione nella scuola. E' da ammirare per quello che ha detto.

Sul fatto che io non arrivo a proporre quello veramente ti sbagli; sono stato molto serio in tutti i miei commenti di tale post. Davvero credo che la didattica 1 a 1 sia migliore di quella 1 a molti, non hai letto quello che diceva Feynman, premio nobel per la fisica? L'hai detto pure tu che le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime; perché non rivoluzionare la scuola, proponendo come insegnamento innovativo quello delle lezioni private online?
Comunque non sto imponendo la mia idea a tutti i docenti, la mia è una proposta per quei docenti a cui piacerebbe tentare questa strada innovativa nella didattica. Credimi Avido, non sto scherzando; se poi voi avete opinioni diverse, siete liberi di averle, però l'articolo 33 della Costituzione parla di libertà di insegnamento, quindi se un docente crede che il modo migliore di insegnare sia online con una didattica 1 a 1, perché non dargli la possibilità di sperimentare ciò?

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 14:30

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma è proprio necessario continuare a dare da mangiare ai troll?

Guardate che poi bisognerà pure pulire la lettiera, eh.

Ma scusa paniscus, come ti permetti di darmi del troll? Sono stato molto serio nei miei discorsi, se poi voi la pensate diversamente, siete liberi di pensare quello che volete e di insegnare come volete, la mia era una proposta innovativa. Se insegni fisica, conoscerai quasi sicuramente il premio Nobel Richard Feynman; se a casa possiedi il suo celebre testo di fisica, vai nell'introduzione e leggi ciò che scrisse nel 1963; te lo riporto qui, se non l'hai letto prima:
“Penso, tuttavia, che non esista alcuna soluzione a questo problema dell' istruzione oltre a quella di rendersi conto che il miglior insegnamento può essere realizzato soltanto quando vi sia una relazione individuale e diretta fra uno studente e un buon insegnante – una situazione in cui lo studente discute le idee, riflette sulle cose, conversa sulle cose. E' impossibile imparare molto, presenziando semplicemente ad una lezione, o anche risolvendo semplicemente i problemi che vengono assegnati. Ma nei nostri tempi dobbiamo insegnare a un così gran numero di studenti che dobbiamo cercare di trovare un qualche surrogato della situazione ideale. Forse le mie lezioni possono dare un certo contributo. Forse in qualche piccolo posto dove vi siano docenti singoli per i singoli studenti, essi possono avere qualche ispirazione o qualche idea dalle lezioni. Forse essi si divertiranno meditandole – o proseguendo nello sviluppo di qualche idea”.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:04

comp_xt ha scritto:
Vorrei chiedere a Beppo Sondi se secondo lui le università telematiche fanno una didattica migliore di quelle tradizionali.
Qualcuno potrebbe obiettare che il Sondi si stava riferendo alla scuola superiore, credo tuttavia che ponendosi in un ottica "disciplinare" l'esempio universitario sia ancora più calzante.
L'interazione diretta con la classe non può essere sostituita da un PC e la socializzazione fra gli studenti (intesa come confronto relativo ai contenuti di insegnamento e non come sviluppo di pubbliche relazioni o più banalmente di "cazzeggio") è un qualcosa che si perderebbe facilmente con un approccio prettamente digitale.
Non so a quale università telematica ti riferisci, se pensavi all' Uninettuno, la mia idea di didattica online è diversa da quella proposta dall'Uninettuno. L'Uninettuno ha proposto una specie di flipped classroom universitaria, ma la mia idea di didattica digitale è diversa da quella della flipped classroom. La mia idea di didattica digitale si ispira al mondo delle ripetizioni private; quando parlo di didattica 1 a 1, intendo dire che deve esserci un contatto online diretto IN DIRETTA (non in differita), una sorta di ripetizione privata online 1 a 1 con lo studente. Come ho scritto prima, un grande premio Nobel della fisica Feynman nel 1963 scrisse "penso che non esista alcuna soluzione a questo problema dell' istruzione oltre a quella di rendersi conto che il miglior insegnamento può essere realizzato soltanto quando vi sia una relazione individuale e diretta fra uno studente e un buon insegnante". E c'è da dire che nel 1963 le università telematiche non c'erano! Il problema delle università telematiche è che a volte le ore di lavoro per uno studente sono di meno rispetto alle tradizionali; ma come ho detto in un altro commento, ciò che importa non sono le ore, ma ciò che viene trasmesso. Feynman ha parlato di "buon insegnante". Un buon insegnante di un'università telematica potrebbe riuscire in poche ore a spiegarti cose che un docente universitario scarso non è riuscito a farti capire nella lezione frontale. Il confronto tra gli studenti relativo ai contenuti di insegnamento potrebbe avvenire su un forum, un po' come avviene qui sul forum di orizzonte scuola. E qua sul forum penso che tutti noi abbiamo arricchito le nostre conoscenze, che in diversi casi non sono andate perse. Poi il fatto che i ragazzi ascoltino la lezione da soli, non implica poi che quando si incontrano tra di loro non si mettano a parlare dei contenuti. Per farti un esempio, metti che 2 ragazzi vengono da te a ripetizione, singolarmente, prima uno e poi un altro. Se dopo si incontrano, potrebbero parlare di ciò che hanno appreso durante la ripetizione del prof. comp_xt, e consolidare le conoscenze. La socializzazione tra studenti è una cosa che potrebbe avvenire grazie all'ora di educazione fisica (la palestra digitale non l'hanno ancora inventata...).
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6159
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:08

Guarda che il tuo messaggio su Feynman l'avevo GIA' visto, non c'è bisogno che tu lo ripeta.

Fattene una ragione, avevo deciso di non rispondere a quel messaggio perché mi sembrava proprio una boutade ridicola, e non perché non l'avessi visto.

Per tua infomazione, Feynman insegnava argomenti molto specialistici in corsi avanzati universitari, frequentati da studenti maggiorenni, che quei corsi li avevano affrontati per precisa scelta, dopo essere già fortemente selezionati da un profondo interesse per la materia e da buoni risultati conseguiti in corsi precedenti di argomento affine.

Se ti sembra lo stesso genere di insegnamento che ci ritroviamo da fare noi, con una classe di 25 o 30 ragazzini che stanno lì solo per obbligo e ai quali non frega assolutamente nulla dell'argomento della lezione... vuol dire che, o non hai capito niente della scuola e non sei affatto un insegnante, oppure che stai usando a sproposito un nome autorevole solo per provocare.

In entrambi i casi, non mi interessa rispondere nel merito.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:10

avidodinformazioni ha scritto:
geo&geo ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
OK forse lui sì, ma non me ne vengono in mente altri.

Rosario Ditore no? Il difensore della fede che ci invitava a vedere i video dei miracoli su youtube dal secondo x1 al secondo x2.
Quello era un buon tempone, anche BeppO lo è, e la cosa non mi dispiace.
Confermo di aver avuto la stessa impressione...e se le cose stanno come penso che stiano, ne sono davvero felice.
Appena avrò del tempo libero mi piacerebbe confrontarmi con lui ;-)
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15812
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:27

Beppo Sondi ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:

Zich l'ho conosciuto, era "vecchio" quando ero ragazzo, mi stupisco che abbia ancora la forza e la voglia di dire la sua, certamente non dice di trasformarci in precettori remoti, nè di lavorare 90 ore settimanali (di lezione frontale, più il resto).

Sono sicuro che neanche tu arrivi a proporre questo veramente; sono sicuro che neanche precario.acciaio arriverebbe a tanto ... OK forse lui sì, ma non me ne vengono in mente altri.

Mi fa piacere Avido che hai conosciuto Zich, grande docente di campi elettromagnetici e circuiti; mi è piaciuta la tua battuta sul fatto che era vecchio quando era ragazzo. Beh, forse adesso che è vecchio veramente, è diventato giovane; uno che dice “Se noi pensiamo, oggi come oggi, che l'evoluzione delle attività, delle varie professionalità, porta i soggetti a lavorare in maniera quantitativa molto significativa in rete, è abbastanza anacronistico un sistema formativo che non abitui i ragazzi a lavorare in rete.” (video "licei scientifici gianni colombo" dal minuto 54:01 al minuto 54:22) è uno che, nonostante l'età, propone innovazione nella scuola. E' da ammirare per quello che ha detto.

Sul fatto che io non arrivo a proporre quello veramente ti sbagli; sono stato molto serio in tutti i miei commenti di tale post. Davvero credo che la didattica 1 a 1 sia migliore di quella 1 a molti, non hai letto quello che diceva Feynman, premio nobel per la fisica? L'hai detto pure tu che le lezioni "private" sono splendide ed efficacissime; perché non rivoluzionare la scuola, proponendo come insegnamento innovativo quello delle lezioni private online?
Comunque non sto imponendo la mia idea a tutti i docenti, la mia è una proposta per quei docenti a cui piacerebbe tentare questa strada innovativa nella didattica. Credimi Avido, non sto scherzando; se poi voi avete opinioni diverse, siete liberi di averle, però l'articolo 33 della Costituzione parla di libertà di insegnamento, quindi se un docente crede che il modo migliore di insegnare sia online con una didattica 1 a 1, perché non dargli la possibilità di sperimentare ciò?

Era vecchio quando erO ragazzo; sembrava avere 50 anni quando io ne avevo 20, ora io ho 50 anni; lui 80 ?

Se tu vuoi veramente insegnare a 125 allievi (i miei di quest'anno) per 4 ore settimanali ciascuno, senza falsa retorica io dico che bisognerebbe darti la possibilità di farlo (da casa intendo); guarda, riconoscendo la maggiore efficacia didattica sarei disposto a farti uno sconto del 50 %; con solo 250 ore settimanali assolveresti egregiamente ai tuoi doveri.

Quante ore sono al giorno ?
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15812
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:30

Ne ha 77 e finalmente si è tagliato i capelli (un po' la "natura" lo ha aiutato)

https://www.google.it/webhp?sourceid=chrome-instant&ion=1&espv=2&ie=UTF-8#q=rodolfo%20zich
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:30

comp_xt ha scritto:

Le lezioni online vanno bene per gli studenti lavoratori e per quelli affetti da gravi malattie che impediscono loro di uscire di casa. Per tutti gli altri possono essere sicuramente un ottimo strumento integrativo ma non certo sostitutivo della didattica tradizionale.

Questa è una tua opinione. Io la penso diversamente. Per me le lezioni online vanno bene per tutti, non solo per lavoratori e malati. Ho citato il premio Nobel Feynman, ho citato quello che disse un pedagogista che partecipò a una commissione per la riforma Berlinguer e che riporto qui:
"La ricerca pedagogica ha messo sempre più in evidenza ciò che gli psicologi del XIX secolo chiamavano l'equazione personale. Dal punto di vista dello stile cognitivo, del modo di apprendere, dei tempi di apprendimento e dei processi logici, i ragazzi non sono tutti uguali. Purtroppo sinora nessun paese, anche avanzato, ha potuto permettersi il lusso di dare un insegnante ad ogni alunno. E' chiaro però che in una situazione di insegnamento 1 a molti, con ragazzi aventi ciascuno la sua storia personale, i suoi elementi di personalità del tutto unici e irripetibili, non è semplice venire incontro alle esigenze peculiari del singolo soggetto umano, che tra l'altro vive in una fase evolutiva delicata quale l'adolescenza. Questa “equazione personale”, questo elemento di variabilità soggettiva che, secondo il docente prima citato, più viene approfondito dalla ricerca psicopedagogica, più viene messo in evidenza, fa capire l'importanza di personalizzare l'apprendimento se si vuole che tutti arrivino a dei risultati. Ma come si fa a individualizzare l'apprendimento quando si ha una didattica 1 a molti? La personalizzazione dell'apprendimento è dunque, volendo usare un'espressione kantiana, un “ideale regolativo”. Le istituzioni scolastiche dovrebbero fare il possibile per far funzionare le cose aspirando a questo ideale, cercando di avvicinarsi il più possibile ad esso. L'individualizzazione dell'apprendimento sarebbe possibile se ci fosse un sistema organizzato in modo completamente diverso, nel quale ci fosse una didattica di tipo 1 a 1, con un insegnante precettore che si occupi di un singolo alunno. Sarebbe necessario una sorta di tutoring che possa seguire il singolo alunno in diversi momenti del suo processo evolutivo ed intellettuale."
La didattica 1 a 1 potrebbe realizzarsi grazie a internet e alla tecnologia di cui disponiamo oggigiorno.
Sembra un'utopia, ma fra qualche anno la situazione potrebbe cambiare. Ciò che ci vorrebbe è la volontà politica di finanziare e realizzare tutto ciò.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:40

comp_xt ha scritto:

Trovo assurdo quindi pensare di risolvere il digitale ricorrendo a una didattica che, a mio parere, ha un'efficacia inferiore rispetto a quella tradizionale.

Mi piace che qui hai scritto "a mio parere". Infatti è un tuo parere, per me la didattica digitale 1 a 1 potrebbe avere maggiore efficacia della didattica tradizionale 1 a molti. D'altra parte, basta guardarsi attorno e vedere cosa ha prodotto la scuola tradizionale negli ultimi anni. Di fronte a tanto degrado, pensare di intraprendere strade innovative non è una cattiva idea. Il digitale potrebbe risolvere i problemi delle classi violente dei professionali, perchè permette di dividere il gruppo, il branco di casinisti; inoltre permetterebbe a docenti che vengono spediti chissà dove dall'algoritmo della mobilità di rimanere a casa propria e fare lezione dal proprio pc.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6159
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:42

No, dai retta, non "sembra un'utopia": sembra una q*zzata, è diverso.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 15:55

paniscus_2.0 ha scritto:

Fattene una ragione, avevo deciso di non rispondere a quel messaggio perché mi sembrava proprio una boutade ridicola, e non perché non l'avessi visto.

Per tua infomazione, Feynman insegnava argomenti molto specialistici in corsi avanzati universitari, frequentati da studenti maggiorenni, che quei corsi li avevano affrontati per precisa scelta, dopo essere già fortemente selezionati da un profondo interesse per la materia e da buoni risultati conseguiti in corsi precedenti di argomento affine.

Se ti sembra lo stesso genere di insegnamento che ci ritroviamo da fare noi, con una classe di 25 o 30 ragazzini che stanno lì solo per obbligo e ai quali non frega assolutamente nulla dell'argomento della lezione... vuol dire che, o non hai capito niente della scuola e non sei affatto un insegnante, oppure che stai usando a sproposito un nome autorevole solo per provocare.
Definire "boutade ridicola" quello che ho scritto relativamente a Feynman è curioso. Eppure avevo scritto di essere stato "molto serio" nei miei discorsi. Non capisco perché alcuni di voi avete pensato che stessi scherzando. Non capisco cosa intendi per provocare, ho usato il suo nome per far capire che anche persone di elevata cultura come lui (non come me, che ho solo una laurea, un'abilitazione e una vittoria a un concorso a cattedra) sostenevano che "il miglior insegnamento può essere realizzato soltanto quando vi sia una relazione individuale e diretta fra uno studente e un buon insegnante". Come ho scritto prima, sei libera di pensare quello che vuoi, io ho la mia opinione, per me quello che disse Feynman vale anche per licei, tecnici e professionali (altrimenti come si spiega il successo che hanno riscosso le ripetizioni private, gettonate sia a livello di secondaria superiore che di università?). Il modello di didattica digitale a cui mi sono ispirato è analogo a quello delle ripetizioni private, la differenza è che la lezione avviene online, per cui un docente siculo della classe A051 potrà spiegare una versione di Cicerone allo studente che frequenta il liceo classico di Bolzano ad esempio. Il fatto che ci siano 20-30 ragazzini a cui non frega nulla dello studio si può verificare sia nella didattica tradizionale che in quella innovativa che ho proposto, ma se gli studenti non studiano, sono fatti loro, la valutazione negativa potrebbe esserci tanto nella didattica tradizionale quanto in quella innovativa digitale.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 16:06

paniscus_2.0 ha scritto:
No, dai retta, non "sembra un'utopia": sembra una q*zzata, è diverso.

Ancora pensi che stia scherzando? Te lo ripeto ancora, sono stato molto serio sinora, altro che q*zzata. Ma perché certe persone non prendono sul serio quello che uno dice? Perché non sono aperte all'innovazione e ad accettare le diversità di chi la pensa diversamente?
Ti faccio un esempio. Pensa a 400 anni fa (ben prima di Maxwell), se una persona andava girando ipotizzando che in futuro si potrà parlare con un' altra persona distante migliaia di km, forse qualcuno l'avrebbe presa per pazza, per visionaria, per malata mentale o per una buontempona. Ma poi è arrivato Maxwell, l'elettromagnetismo, è arrivato il telefono, è arrivato internet. Quindi quella visionaria del '600 aveva visto giusto. La mia è una proposta di didattica innovativa, per portare una vera rivoluzione nel mondo dell'istruzione. Oggi sembra un'utopia, domani forse non lo sarà, se ci saranno politici e governanti che finanzieranno questo progetto apparentemente utopistico.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 16:23

avidodinformazioni ha scritto:

Se tu vuoi veramente insegnare a 125 allievi (i miei di quest'anno) per 4 ore settimanali ciascuno, senza falsa retorica io dico che bisognerebbe darti la possibilità di farlo (da casa intendo); guarda, riconoscendo la maggiore efficacia didattica sarei disposto a farti uno sconto del 50 %; con solo 250 ore settimanali assolveresti egregiamente ai tuoi doveri.

Tenendo presente che 15 x 8= 120, se uno fosse disposto a fare 15 ore al giorno di lavoro davanti a un pc, nel giro di un settimana e mezzo potrebbe aver fatto un'ora di lezione online a tutti i 125 allievi. Fare da soli le 4 ore settimanali è quasi impossibile, se non hai nessun collega che ti aiuta (allargando la scuola anche a tutto luglio e settembre qualche ora si potrebbe recuperare). Ma chi l'ha detto poi che le ore devono essere per forza 4 a settimana? E' una decisione ministeriale, con un altro governo le cose potrebbero cambiare. Ho già detto più volte che non sono le ore che contano, ma ciò che viene trasmesso. Un docente in gamba potrebbe trasmettere in un'ora sola a settimana quello che un docente scarso non riesce a trasmettere in 4 ore settimanali. E' la qualità e l'efficacia dell'insegnamento che contano, non le ore; come si spiega allora che tanti ragazzi con le ripetizioni private sono riusciti a ottenere buoni voti a scuola? La mia idea si è ispirata proprio alle ripetizioni private, che come tu stesso hai detto, sono splendide ed efficacissime; la differenza è che la lezione avviene online, per cui un docente siculo della classe A051 potrà spiegare una versione di Cicerone allo studente che frequenta il liceo classico di Bolzano ad esempio.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 16:31

forza ha scritto:

nella didattica uno a uno mi sfugge il concetto di classe

La classe potrebbe esserci comunque, e il coordinatore di classe lo farebbe il docente di educazione fisica (dato che la palestra digitale non l'hanno ancora inventata). Nelle ore di educazione fisica potrebbe avvenire la socializzazione, nelle ore della didattica uno a uno l'istruzione disciplinare (se dalla scuola le famiglie vogliono che i ragazzi imparino davvero il latino, la chimica, la fisica, la matematica, la storia, ecc..., la didattica 1 a 1 delle ripetizioni private è forse il modo migliore per imparare secondo me; se poi dalla scuola si vuole altro, allora molti dei miei discorsi non hanno senso). Si tratta comunque solo di un'idea al momento, come tante idee potrebbe non avere riscontro nella realtà, ma potrebbe anche avere successo. Chissà.
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 17:42

Questa discussione è surreale. Pensare che ci sia gente che progetta come lavorare 15 ore al giorno luglio e sabati compresi.... mi rende edotta di quanto sia ricca la mia vita.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6159
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 18:48

Beppo Sondi ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
No, dai retta, non "sembra un'utopia": sembra una q*zzata, è diverso.

Ancora pensi che stia scherzando?

No, francamente non me ne può fregare di meno se stai scherzando o no.

La considero un'assurdità comunque, sia che tu ci creda davvero, sia che tu lo dica per scherzo.
Tornare in alto Andare in basso
annaVG



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 08.11.11

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 18:49

SCUSATE entro in punta di piedi in questo discorso informandovi che ci sono colleghi che utilizzano il canale whatsApp anche alla primaria x dare i compiti !se non è scuola digitalizzata questa!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6159
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:03

Se davvero esistono insegnanti della primaria che trovano naturale che tutti i bambini di sei anni (o anche di nove o dieci) debbano avere il collegamento a whatsapp, dovrebbero semplicemente essere cacciati dalla scuola a calci nel sedere senza passare dal via.

Se anche non lo facessero direttamente coi bambini, ma con i genitori, sarebbe altrettanto agghiacciante.

Innanzi tutto la comunicazione dei compiti deve essere fatta principalmente ai bambini e non ai genitori (e quindi utilizzando i normali metodi di comunicazione adeguati ai bambini e non agli adulti) per motivi banalmente educativi;

e in seconda battuta, un insegnante che si compiaccia di distribuire a destra e a manca il proprio numero di cellulare privato a tutti gli alunni o a tutti i genitori degli alunni, è fuori di testa, in qualsiasi ordine di scuola.
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:06

Ho passato agevolmente tutti i punti indicati da Paniscus... ho vinto qualcosa?
Tornare in alto Andare in basso
annaVG



Messaggi : 717
Data d'iscrizione : 08.11.11

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:08

no... sfruttano il gruppo delle mamme e tramite la rappresentante inviano i compiti .....intanto tutte le mamme come pecore obbediscono e si stupiscono se qualcuna protesta!
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15812
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:23

ghirettina ha scritto:
Questa discussione è surreale.
No, è fantastica.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6159
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:34

ghirettina ha scritto:
Ho passato agevolmente tutti i punti indicati da Paniscus... ho vinto qualcosa?

Cioè, in che senso li "hai passati"? Nel senso che dai ragione a me, o nel senso che trovi normale ciarlare allegramente su whatsapp con tutti i tuoi alunni e tutti i genitori dei tuoi alunni?
Tornare in alto Andare in basso
ghirettina



Messaggi : 602
Data d'iscrizione : 21.03.15

MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mar Set 13 2016, 19:40

paniscus_2.0 ha scritto:
ghirettina ha scritto:
Ho passato agevolmente tutti i punti indicati da Paniscus... ho vinto qualcosa?

Cioè, in che senso li "hai passati"? Nel senso che dai ragione a me, o nel senso che trovi normale ciarlare allegramente su whatsapp con tutti i tuoi alunni e tutti i genitori dei tuoi alunni?

Non è permesso l'uso del cellulare a scuola per i miei bambini neppure per chi in V° ha già un iphone

Con i genitori me ne guardo bene di comunicare per vie private

Le comunicazioni passano dal libretto apposito

Il numero del mio cellulare è privato





Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mer Set 14 2016, 09:55

avidodinformazioni ha scritto:
ghirettina ha scritto:
Questa discussione è surreale.
No, è fantastica.

Non è surreale questa discussione, è rivoluzionaria. Se poi si pensa a quanto tempo si trascorre qui sul forum (e anche su altri siti internet), non è poi così impossibile ipotizzare di lavorare da casa per una decina di ore davanti a un pc (al posto di scrivere sul forum). Il telelavoro da casa permetterebbe ai docenti "deportati" via dalle loro regioni di rimanere a casa loro e fare lezione da casa. In tal modo si avranno anche bagni dei professori più puliti (buttare le feci nel proprio water personale è meglio che buttarle in quello della scuola). I bidelli forse dovranno sopportare solo la puzza del docente di educazione fisica!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Re: RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!   Mer Set 14 2016, 10:04

ghirettina ha scritto:
Questa discussione è surreale. Pensare che ci sia gente che progetta come lavorare 15 ore al giorno luglio e sabati compresi.... mi rende edotta di quanto sia ricca la mia vita.

La mia idea rivoluzionaria di scuola digitale, come già detto, non riguarda le scuole elementari. La mia idea vale per licei, tecnici e professionali. Scuole elementari e medie rimangano pure come sono. Sulla questione delle 15 ore al giorno, luglio e settembre compresi (tranne la domenica e le festività), capisco che sono tante, però pensa a quei docenti siciliani che sono costretti a trasferirsi in Lombardia, o ai piemontesi costretti ad andare a insegnare a Lampedusa. Alcuni di loro forse preferirebbero farsi 15 ore di lavoro da casa loro, piuttosto che andare in un posto sperduto, lontano dai propri cari. Oggi internet permette di abbattere le distanze, un docente messinese potrebbe tranquillamente fare lezione a un ragazzo della Valle d'Aosta dal suo pc. Ciò che ci vorrebbe è la volontà politica di realizzare tutto ciò, e una buona dose di finanziamenti. Poi per l'art. 33 della Costituzione, sarebbe bene dare ad ogni docente la libertà di fare lezione come vuole; se uno vuole fare la didattica tradizionale frontale, continui pure a farla; ma se uno vuole sperimentare l'innovazione digitale, perché impedirglielo?
Tornare in alto Andare in basso
 
RIVOLUZIONE: UNA SCUOLA VERAMENTE DIGITALE!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 6Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Fa cantare "Faccetta Nera" e "Giovinezza" a SCUOLA

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: