Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Ma gli insegnanti ultracinquantenni...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:44 am

Promemoria primo messaggio :

Insegnano peggio degli insegnanti trentenni? Sono statisticamente più inclini a commettere qualche reato? Sono portatori di gravi malattie infettive? Gravano molto più degli altri sulle casse dello Stato? E' stato dimostrato che la loro presenza aumenta il rischio di calamità naturali?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 7:17 pm

@melia ha scritto:
Perché ti pare difficile? Ho una collega di 46 anni che è stata mia allieva.


Forse trascuro il fatto che i cinquantenni hanno iniziato a lavorare a scuola prima delle generazioni successive
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 8:02 pm

lucetta10 ha scritto:
mi pare difficile dire che un insegnante trentenne sia stato alunno di un insegnante cinquantenne, no?

Perché, non si può essere stati allievi a 16 anni di un insegnante di 36? A me pare normalissimo...
Tornare in alto Andare in basso
gugu



Messaggi : 25586
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 8:04 pm

Io sono stato collega di tutti i miei docenti del mio liceo.
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 8:58 pm

Francesca4 ha scritto:
Da qualsiasi lato la si voglia leggere questa surreale discussione contiene in sé i germi della discriminazione legata all'età.

La discriminazione legata all'età nel lavoro non è un germe ma una realtà consolidata e l'insegnamento è forse l'unica isola ancora felice in tal senso, ma i tempi stanno cambiando anche qui, con il mantra dello svecchiamento...
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:02 pm

lucetta10 ha scritto:
appena inizia la scuola, odio tutti indiscriminatamente.

Come mai?
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:03 pm

Io avrei un'altra domandina..

.ma perchè a Favara hanno tutti la legge 104?
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4692
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:19 pm

mordekayn ha scritto:
Io avrei un'altra domandina..

.ma perchè a Favara hanno tutti la legge 104?

A me a volte viene la sensazione che abbiano pure titoli inventati ...
Tornare in alto Andare in basso
Online
precario_acciaio.



Messaggi : 333
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:25 pm

lucetta10 ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Da preadolescente 37 enne osservo invece che i miei colleghi coetanei,quindi in fasce, sono molto più rigidi,legati alla didattica e meno mammine coccolone dei colleghi matusalemmici.. relativamente freschi di laurea, sono ancora legati al rigore universitario e pensano ancora, come me,che a scuola si insegni e non di accudiscano ragazzini, i dea quest ultima molto frequente in quelli stagionati..
Esattamente il contrario di quando andavo a scuola io...


Ma se fino a ieri chiosavi a ogni post esponendo la tua freschezza di bamboccione contro i matusa come fosse un titolo accademico!
Se a 37 anni sono freschi di laurea (pure relativa) andiamo proprio bene, immagino in quanti anni di fuoricorso avranno introiettato il rigore universitario (che infatti non esiste più da almeno un decennio).
Noto che un trentasettenne è (o dovrebbe essere) un giovane un po' troppo stagionato, più vicino all'età matura di un cinquantenne che non alla giovinezza di un pan. Io di anni ne ho più o meno gli stessi e ammetto una senilità che mi lascia fuori fascia.
Francamente non riesco a tracciare linee generazionali.
Le nuove leve sono spesso disorientate tra norme e regolamenti, questo è vero e se ne è discusso.
Sono cresciuti in piena scuola delle competenze, e alcuni si sono convinti della loro ineluttabilità, ma i più entusiasti della fuffa mi paiono comunque gli anziani, che hanno vissuto da studenti la scuola autoritaria e classista, quando contestarla aveva un senso: impressioni senza valore.
I cinquantenni hanno vissuto una scuola meno burocratica e gestita dall'alto, con i programmi ministeriali e i voti senza griglia (ma parliamo dei cinquantenni quasi sessantenni), e spesso vogliono continuare a guidare col pilota automatico, si stracciano le vesti per ogni cambiamento.  
Niente di serio, ogni caso fa storia a sé e comunque, appena inizia la scuola, odio tutti indiscriminatamente.

Ahah, è la prima volta in un anno che mi sei piaciuta!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 9:46 pm

lucetta10 ha scritto:
Noto che un trentasettenne è (o dovrebbe essere) un giovane un po' troppo stagionato, più vicino all'età matura di un cinquantenne che non alla giovinezza di un pan.

Questo?

https://it.wikipedia.org/wiki/Pan_troglodytes

O questo?

https://it.wikipedia.org/wiki/Pan_paniscus
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 10:14 pm

lucetta10 ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Paolo Santaniello ha scritto:
non è che insegnano peggio (e nemmeno meglio), è solo che non si fanno sfruttare.
I giovani hanno più energie, conoscono meno bene i propri diritti, e sono più ubbidienti perchè meno esperti.
Il post iniziale lasciava intendere che secondo alcuni i vecchi insegnanti siano peggiori dei nuovi insegnanti; se i giovani insegnanti sono stati studenti dei vecchi insegnanti dobbiamo dedurre che questi ultimi erano ottimi docenti e progressivamente rimanendo a contatto con gli studenti hanno subito un degrado mentale.

La scuola nuocerebbe gravemente alla salute.



mi pare difficile dire che un insegnante trentenne sia stato alunno di un insegnante cinquantenne, men che meno il quarantenne (che in Italia passa per poco più che un post-adolescente): no?
Io ho iniziato ad insegnare nel 1992 (25 anni) a 17enni; oggi hanno 41 anni.
Tornare in alto Andare in basso
Online
avidodinformazioni



Messaggi : 15782
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 10:25 pm

Francesca4 ha scritto:
Da qualsiasi lato la si voglia leggere questa surreale discussione contiene in sé i germi della discriminazione legata all'età. Pertanto convengo con chi sostiene che nella classe docente ci sia fango e cioccolato a prescindere dall'età.
Che i giovani siano migliori dei vecchi è una teoria che di per sè non c'è motivo che sia tabù, la cosa importante è che dovrebbe essere argomentata.

L'argomento che si porta a sostegno più spesso è che i giovani hanno più entusiasmo ed i vecchi sono più scazzati; è vero, ma ci sono ricerche che sostengono come l'entusiasmo per un nuovo lavoro duri meno di 3 anni; dovremmo poi cambiare docenti ?

Altri dicono che i giovani sono più vicini ai giovani, dimenticando che i docenti sono comunque adulti e gli alunni sono adolescenti se non bambini; che vicinanza vuoi avere ?

Altri ancora sostengono che i giovani sono meglio predisposti verso la tecnologia e l'innovazione; io noto con tristezza come i nativi digitali siano in realtà nativi giocatori al PC e nulla di più.

Ho invece notato che i giovani, avendo studiato nella scuola moderna, sono (mediamente) sensibilmente più capre di me.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Davide



Messaggi : 3369
Data d'iscrizione : 26.03.11

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 10:38 pm

mordekayn ha scritto:
Io avrei un'altra domandina..

.ma perchè a Favara hanno tutti la legge 104?

Morde... noto con stupore, ma forse no, che anche da voi la questione è NOTA...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 10:43 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Altri ancora sostengono che i giovani sono meglio predisposti verso la tecnologia e l'innovazione; io noto con tristezza come i nativi digitali siano in realtà nativi giocatori al PC e nulla di più.

Pochi giorni fa una collega che ha solo 4 o 5 anni meno di me (cioè, comunque, sui 40) era totalmente incredula di fronte alla mia dichiarazione di non voler usare tablet, non voler usare smartphone, e di usare il cellulare solo per telefonare, e di usare internet solo da postazioni fisse, si è lanciata in un panegirico ammiratissimo: "Ma che brava! Beata te! Ma come fai? Quanto ti invidioooooo! Mi piacerebbe tanto riuscirci anch'io, ma purtroppo oggi non è più possibile..."

Eppure anche questa non è che sia proprio una "nativa digitale", di quelli che sono cresciuti in mezzo a droni e ipad fin dalla culla, e che non si immaginano nemmeno lontanamente che sia mai potuto esistere un mondo senza whatsapp:

facendo i conti, è una che ha cominciato a usare il cellulare (quello semplice, che serve solo per telefonare) dopo i 20 anni, e che ha cominciato a usare lo smartphone dopo i 35, quindi si ricorda benissimo come fosse possibile vivere senza, o vivere usandoli ma attribuendovi un'importanza molto meno invasiva di oggi.

Se veramente mi invidia, non ha che da tenerlo spento almeno per qualche ora al giorno!

Tornare in alto Andare in basso
Dulcamara



Messaggi : 1765
Data d'iscrizione : 20.03.12

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Sab Set 17, 2016 11:33 pm

I porrei il limite minimo per insegnare dalle medie in su a 30 anni. Sarebbe bene che un futuro docente lavorasse al di fuori della scuola prima di insegnare.
Tornare in alto Andare in basso
geo&geo



Messaggi : 672
Data d'iscrizione : 04.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 1:33 am

lucetta10 ha scritto:
 
Niente di serio, ogni caso fa storia a sé e comunque, appena inizia la scuola, odio tutti indiscriminatamente.

Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 8:29 am

paniscus_2.0 ha scritto:

Se veramente mi invidia, non ha che da tenerlo spento almeno per qualche ora al giorno!

Stava usando la tecnica di quei fumatori che dicono le stesse cose a chi non fuma, un po' per giustificarsi un po' per compatirti, ma tu non ci sei cascata/o. (mi pare "a", ma chiedo conferma)

Ho letto da qualche parte che se è vero che i giovani sono dipendenti da smartphone e simili, pare che d'estate stacchino un po' la spina, loro, mentre gli adulti no, restano incollati al terminale tutto l'anno. E comunque, non so perché (ma forse sì), mi fa più effetto vedere un adulto, rispetto a un ragazzino, passare il suo tempo libero (se non l'orario lavorativo) inseguendo i pockemon...
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 8:30 am

Dulcamara ha scritto:
I porrei il limite minimo per insegnare dalle medie in su a 30 anni. Sarebbe bene che un futuro docente lavorasse al di fuori della scuola prima di insegnare.

Grazie, mi dai speranza ^__^
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 8:39 am

avidodinformazioni ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
Da qualsiasi lato la si voglia leggere questa surreale discussione contiene in sé i germi della discriminazione legata all'età. Pertanto convengo con chi sostiene che nella classe docente ci sia fango e cioccolato a prescindere dall'età.
Che i giovani siano migliori dei vecchi è una teoria che di per sè non c'è motivo che sia tabù, la cosa importante è che dovrebbe essere argomentata.

L'argomento che si porta a sostegno più spesso è che i giovani hanno più entusiasmo ed i vecchi sono più scazzati; è vero, ma ci sono ricerche che sostengono come l'entusiasmo per un nuovo lavoro duri meno di 3 anni; dovremmo poi cambiare docenti ?

Altri dicono che i giovani sono più vicini ai giovani, dimenticando che i docenti sono comunque adulti e gli alunni sono adolescenti se non bambini; che vicinanza vuoi avere ?

Altri ancora sostengono che i giovani sono meglio predisposti verso la tecnologia e l'innovazione; io noto con tristezza come i nativi digitali siano in realtà nativi giocatori al PC e nulla di più.

Ho invece notato che i giovani, avendo studiato nella scuola moderna, sono (mediamente) sensibilmente più capre di me.

Non mi sono mai piaciute le generalizzazioni e soprattutto i giudizi gratuiti e destituiti di ogni fondamento , come fosse possibile chiudere una persona in una definizione, imprigionandola senza possibilità di riscatto. Per indole tendo a vedere del buono in ogni essere umano ed esaltarne le qualità cercando di comprenderne le difficoltà.
Certo quando non è possibile parlare bene di una persona preferisco, in genere, non parlarne (la madre di Andreotti docet).
E questo vale anche per alcuni colleghi.
PS: Non sei una capra e lo sai benissimo!
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 8:57 am

Secondo me l'entusiasmo non è collegato tanto alla giovane età, quanto alla novità. Io ho iniziato a insegnare da vecchio e non credo di essere meno entusiasta dei venticinquenni che hanno iniziato con me.

Poi l'insegnamento è un'attività così stimolante e varia che l'effetto novità non si esaurisce facilmente.

Credo che a un certo punto subentri la stanchezza, più che la noia o la demoralizzazione.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:17 am

retrocomputer ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:

Se veramente mi invidia, non ha che da tenerlo spento almeno per qualche ora al giorno!

Stava usando la tecnica di quei fumatori che dicono le stesse cose a chi non fuma, un po' per giustificarsi un po' per compatirti, ma tu non ci sei cascata/o. (mi pare "a", ma chiedo conferma)

I meglio di tutti sono quelli che ti invidiano perché hai deciso di NON dare ai figli un'educazione cattolica, e quindi "Beata te, che fortuna che hai avuto, a risparmiarti quell'immensa rottura di scatole del catechismo, dell'oratorio, della parrocchia e delle messe, quanto ti invidio!"

Aho', ma se NON sei un cattolico convinto, non te ne frega nulla dell'educazione cattolica, se non hai capito niente di cosa significhino i sacramenti per un cattolico, e li vedi solo come "un'immensa rottura di scatole"... chi ti ha obbligato a mandarci tuo figlio? Potevi benissimo fare come me e scegliere di non mandarcelo, e la rottura di scatole te la evitavi felicemente anche tu, no?   : - )
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:26 am

gugu ha scritto:
Io sono stato collega di tutti i miei docenti del mio liceo.

Deve essere stata un'esperienza magnifica per te ed estremamente gratificante anche per loro che hanno potuto apprezzare la realizzazione professionale di un loro allievo.
Credo che, non essendo proprio una giovane signora, avrò poche possibilità di sperimentare la sensazione! :-(
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:27 am

paniscus_2.0 ha scritto:

I meglio di tutti sono quelli che ti invidiano perché hai deciso di NON dare ai figli un'educazione cattolica, e quindi "Beata te, che fortuna che hai avuto, a risparmiarti quell'immensa rottura di scatole del catechismo, dell'oratorio, della parrocchia e delle messe, quanto ti invidio!"

Sì, uguale, diverso tema, stessa tecnica: biasimarti e/o compatirti fingendo di invidiarti.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6133
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:39 am

retrocomputer ha scritto:
Ho letto da qualche parte che se è vero che i giovani sono dipendenti da smartphone e simili, pare che d'estate stacchino un po' la spina, loro, mentre gli adulti no, restano incollati al terminale tutto l'anno. E comunque, non so perché (ma forse sì), mi fa più effetto vedere un adulto, rispetto a un ragazzino, passare il suo tempo libero (se non l'orario lavorativo) inseguendo i pockemon...

A me fa impressione soprattutto vedere gente di mezza età, o anche più anziana (e cioè che ha cominciato a usare la tecnologia da adulta, e che quindi ha ricordi chiarissimi di un lungo periodo della propria vita precedente in cui queste cose non esistevano) che nel giro di pochissimi anni è arrivata a vivere competamente immersa in una dipendenza quasi morbosa dalla comunicazione digitale... ma che contemporaneamente non ha la più pallida idea del significato e del funzionamento degli strumenti informatici base.

In tutto il mio giro di conoscenze con cui ho a che fare come genitore, ossia nel giro delle famiglie dei compagni di scuola dei miei figli, credo che io e mio marito siamo praticamente gli unici che non hanno whatsapp e non hanno facebook (cosa che ogni volta solleva ondate di meraviglia incredula su "come sia possibile" vivere senza), eppure siamo considerati i più informatizzati di tutti, e regolarmente qualcuno viene a chiedere consigli a noi su questioni veramente banali, ovvero come si faccia a registrarsi su un sito web, come si faccia a rimpicciolire una foto, come si faccia a cancellarsi da una mailing list, come si faccia a scaricare un programma libero e a installarlo, e roba del genere.

Figuriamoci che conosco gente di 50 anni che non aveva idea di come si potesse fare a collegarsi a internet da un computer fisso a casa, credevano davvero che fosse una cosa che esiste solo sui cellulari (quando invece, magari, quelli di 80 anni lo sanno benissimo, che ci si collega dal computer di casa, perché il figlio o il nipote gliel'aveva già fatto vedere 20 anni fa, quando gli smartphone non c'erano)!


Ultima modifica di paniscus_2.0 il Dom Set 18, 2016 9:41 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 987
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:41 am

Dulcamara ha scritto:
I porrei il limite minimo per insegnare dalle medie in su a 30 anni. Sarebbe bene che un futuro docente lavorasse al di fuori della scuola prima di insegnare.
Perché dopo i 30 anni? Io, prima di insegnare ho fatto diversi lavori estivi, la fruttivendola, la contadina, la croupier e poi sono approdata all'insegnamento che non avevo ancora 24 anni. Non è vero che se uno studia non possa anche avere un lavoro part-time o lavorare durante l'estate. inoltre le varie attività di volontariato con gruppi di ragazzini mi ha aiutato molto negli esami di didattica.
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: Ma gli insegnanti ultracinquantenni...   Dom Set 18, 2016 9:48 am

paniscus_2.0 ha scritto:

Figuriamoci che conosco gente di 50 anni che non aveva idea di come si potesse fare a collegarsi a internet da un computer fisso a casa, credevano davvero che fosse una cosa che esiste solo sui cellulari (quando invece, magari, quelli di 80 anni lo sanno benissimo, che ci si collega dal computer di casa, perché il figlio o il nipote gliel'aveva già fatto vedere 20 anni fa, quando gli smartphone non c'erano)!

Mi hai fatto ricordare che proprio in questi giorni compio vent'anni di connessioni a Internet... Per festeggiare ho tirato fuori dall'armadio la rivista di allora che "regalava" mezz'ora al giorno di connessione... Sono vecchio...
Tornare in alto Andare in basso
 
Ma gli insegnanti ultracinquantenni...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 4Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» Scuola, il governo chiede indietro i soldi agli insegnanti.
» chiedo info su certificato di malattia per ovodonazione
» corsi e insegnanti
» Giannini: Eliminata educazione fisica dal 2015
» un po' di domande sulle supplenze!!!!!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: