Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 il potere dei genitori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
alessioweb



Messaggi : 218
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioOggetto: il potere dei genitori    Sab Set 17, 2016 5:09 pm

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.

Insegno in un liceo e vorrei l'opinione di qualche collega esperto sulla seguente problematica inerente i rapporti tra docente-genitori-Dirigente.
Proprio all'inizio dell'anno scolastico ho incrociato nel corridoio della scuola il Dirigente che, dopo avermi salutato, mi ha ricordato i miei trascorsi dell'anno scolastico precedente con alcuni genitori di alcune mie classi. In particolare lamenta i seguenti fatti:

1) l'episodio di una lettera recapita da un rappresentante dei genitori ad un solo mese dall'inizio dell'anno scolastico secondo cui non avevo impostato una corretta relazione con la classe.
Nel corso dell'anno la classe si è poi rivelata impegnativa dal punto di vista educativo anche per gli altri insegnanti del CdC

2) andirivieni di genitori di altre classi in Presidenza per chiedere non so che cosa nei miei riguardo. Ricordo che ho svolto (come al solito) i colloqui individuali durante l'anno.

3) mi ha ricordato di avermi inizialmente sostenuto di fronte ai genitori dopodichè si è visto costretto a convocarmi nel suo ufficio per chiarimenti come è avvenuto. Mi ha sollecitato ha migliorare da quest'anno i rapporti con i genitori senza spiegare nel concreto come ciò debba essere attuato; altrimenti si vedrà costretto a cercare "soluzioni alternative" (cosa significa?qualcosa di brutto, forse?)

Siccome dall'alto dei miei quaranta e uno anni sa di essere una persona tranquilla, diligente e, soprattutto, onesta, vorrei sapere come potrei "autotutelarmi" in futuro nei confronti di alcuni genitori palesemente "invadenti" nel lavoro altrui, escludendo la canonica richiesta di trasferimento, da utilizzare come ultima ratio di questi tempi nel rispetto della "normativa vigente"

Grazie

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
boston



Messaggi : 705
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: il potere dei genitori    Dom Ott 16, 2016 5:32 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma scusate, dire che il ragazzino "ha fatto il pagliaccio in classe" è un insulto terrificante, o una violazione gravissima dei diritti fondamentali della persona?

E' il concetto stesso di "pagliaccio" ad essere offensivo, come se 'sto cavolo di genitori non avessero mai portato i figli al circo, o non li avessero mai mandati a una festa di compleanno con un animatore mascherato da clown? E magari si sono pure commossi per la scomparsa di Dario Fo, che ha dimostrato che l'attività di "fare il pagliaccio" per tutta la vita può portare anche a beccarsi il Nobel? Semplicemente, quella di fare il pagliaccio è un'arte rispettabilissima, al circo, in teatro, al cinema o alle feste, ma non significa che sia consentito svolgerla in classe, specie se si è stati già richiamati due o tre volte ed esortati a smetterla.

E se anche fosse il concetto di "pagliaccio" ad essere offensivo... se sulla nota ci fosse stato scritto "ha fatto inopportunamente lo spiritoso in classe" oppure "ha esibito atteggiamenti poco seri in classe", sarebbe cambiato qualcosa?

Mi pare evidente che non tutti i genitori siano persone intelligenti e sensate come te che di fronte a una nota del genere ti saresti ben guardata dal riprendere l'insegnante e minacciare di andare dal preside. No vabbè ma scherziamo???? Un nano di 7 anni rompe le palle e continua a ridere e la maestra esasperata mette la nota scrivendo "pagliaccio" e rischia di finire nei casini lei?! Pagliaccio, buffone, cretinetto, ridanciano, casinista, capirai che grande offesa. Un genitore intelligente avrebbe ripreso il bambino dicendogli che a scuola deve cercare di non ridere perché così disturba la classe, gli altri bambini e la maestra, non sei più all'asilo ma a scuola che è una cosa da grandi e tu sei grande, ecc ecc e che ne so, qualche frasetta di circostanza per responsabilizzarlo un po'. Boh, io avrei fatto così. Mi immagino un nano di 7 anni senza denti che ride, magari da insegnante mi sarei messa a ridere anche io evitando la nota, a 7 anni l'attacco di ridarola quando ti prende ti prende (anche a 15 però magari lo contieni di più), ma se la nota scappa scappa quindi nulla di così preoccupante.
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 676
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: il potere dei genitori    Lun Ott 17, 2016 12:08 am

Di questi tempi e' meglio usare un linguaggio il piu' possibile anodino nelle comunicazioni scuola- famiglia.Un diesse con un po' di sale in zucca dara' al massimo un consiglio del genere. Non si puo' andare in fibrillazione per queste fesserie e se tutti i cani che abbaiano mordessero staremmo freschi.Io non mi sarei nemmeno scusato, altro che chiedermi se le scuse verranno accettate o meno.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8347
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: il potere dei genitori    Lun Ott 17, 2016 8:34 am

Citazione :
E se anche fosse il concetto di "pagliaccio" ad essere offensivo... se sulla nota ci fosse stato scritto "ha fatto inopportunamente lo spiritoso in classe" oppure "ha esibito atteggiamenti poco seri in classe", sarebbe cambiato qualcosa?

Non avrei fatto nulla di diverso da quanto suggerito da boston in caso uno dei miei bimbetti si fosse preso una nota per aver fatto il pagliaccio.

Ma sarebbe cambiato molto nella mia considerazione verso l'insegnante se invece di "ha fatto il pagliaccio" avesse scritto "ha esibito atteggiamenti poco seri"


Nel primo caso penserei di avere di fronte una persona influenzabile e poco professionale.

Nel secondo caso penserei di avere di fronte una professionista in grado di contenere la propria emotività e con la quale si scherza proprio poco (come deve essere nel rapporto professionale)

E c'è una differenza enorme in tutto il proseguimento del lavoro


Fare il pagliaccio poi significa nulla: con una nota così non saprei nemmeno quello che in realtà si sta contestando
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
 
il potere dei genitori
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» Il potere del maligno
» Focus - L'invisibile potere dei microbi 18.09.13 ore 22.40
» vacanze per genitori single
» Mantenere i proprio genitori
» Il potere temporale della Chiesa

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: