Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 VELO A SCUOLA p. 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: VELO A SCUOLA p. 2   Dom Set 18, 2016 6:54 pm

Promemoria primo messaggio :

Lo scorso anno finii a fare supplenza in una quarta ad altissima percentuale di ragazze mussulmane.
Non essendo una classe mia, di differente indirizzo ,pensai fosse un arricchimento culturale aprire una discussione sulla uso del velo a scuola..
Premetto che alcune erano senza,alcune con il velo nelle varianti più o meno "coprente".
Da tempo sospettavo che sta cosa che le mussulmane che portano il velo siano "schiave " e povere sottomesse fosse una puttanata tipica della società occidentale, che vede la donna veramente "libera" solo se si veste mezza nuda,salta da un pisello all altro e fa quel cazzo che vuole fino all età delle tardone e oltre..
Alla mia domanda sul fatto che esse fossero obbligate a portare il velo,la risposta è stata unanime. NO
Qualcuna decide di metterlo o meno,qualcuna lo indossa perché rispetta i precetti della propria religione,il che non è "essere schiave"
La discussione è poi proseguita da loro spontaneamente sulle diverse concezioni di "libertà " e " divertimento "
"A me non interessa andare in discoteca, a bere,ubriacarmi e vomitare in bagno come fanno molte italiane. .."
"Se noi mussulmane non ci spogliamo in giro e non facciamo ciò che fann o molte italiane non vuol dire che non ci divertiamo. .abbiamo le nostre consuetudini per divertirci.."
E via di seguito..
AllOra, oltre a condividere in pieno il modo di vivere di queste persone, con dei giusti limiti,un "timor di dio" manzoniano ma per un dio diverso,delle famiglie alle spalle che insegnano anche delle regole, danno dei limiti,anche con severità, perché rifiutare l idea che una donna possa essere felice con un modo di vivere differente? Ripeto: solo perché non mostrano mezza tetta e culo come il 90% delle adolescenti e ragazze di oggi su Facebook, sono "schiave"?
Non direi proprio..
Piuttosto hanno una DIGNITÀ E UN SENSO DI RISPETTO PER SÉ STESSE OGGI QUASI SCOMPARSO. .
noi occidentali cosa abbiamo,a dare libertà assoluta e nessun limite alle bambine prima e ragazze dopo? basta leggere la cronaca..
MINORENNI CHE SI PROSTITIISCONO PER LO SMARTPHONE..
RAGAZZA MINORENNE UBRIACA VIENE STUPRATA IN DISCOTECA, LE AMICHE LA FILMATO RIDENDO.
ecc ecc
Probabilmente nel mondo mussulmano queste cose non accadono. ..È UN MALE?FORSE DARE REGOLE E LIMITI ALLE FEMMINUCCE, COME UNA VOLTA ANCHE DA NOI,MALE NON FAREBBE !!!!

Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 12:08 pm

Felipeto ha scritto:
Sermoni? Domande personali?  ,
Mi pare che una discussione interreligiosa sia assolutamente in linea con i principi di accoglienza e inclusione verso altre culture..
Le mie discussioni in classe sono sempre neutre,  non impongo mai il mio punto di vista, anche se me lo tengo per me ovviamente..


Con capisco come si possa parlare di discussione neutra sul velo in presenza di alunne velate e come si possa anche solo pensare di impostare qualcosa di ambizioso come un confronto interreligioso durante una supplenza occasionale, senza alcuna conoscenza del contesto della classe, senza nessun nesso con la didattica, senza poter garantire nessuna continuità, senza nessuna preparazione dell'insegnante.
Immagino se tutti cercassimo di risolvere estemporaneamente i grandi quesiti dell'esistenza durante le ore buche! Una follia! La scuola non è un palcoscenico dove un insegnante si esibisce all'impronta su tutto in qualunque momento
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 12:55 pm

E perché mai?secondo te le mussulmane si vergognano a portare il velo? È una discussione su stili di vita di culture differenti (e in alcuni aspetti migliori) ,non su questioni personali. .
Come ha scritto la collega,cara lucetta, in queste culture troieggiamenti e scandali sessuali in fasce giovanili minorili non esistono. .questo è bene o male?
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 1:02 pm

Felipeto ha scritto:
E perché mai?secondo te le mussulmane si vergognano a portare il velo? È una discussione su stili di vita di culture differenti  (e in alcuni aspetti migliori) ,non su questioni personali. .
Come ha scritto la collega,cara lucetta, in queste culture troieggiamenti e scandali sessuali in fasce giovanili minorili non esistono. .questo è bene o male?
se vai su youporn è pieno di video di ragazze arabe; esiste anche una categoria.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15806
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 2:22 pm

Mustang ha scritto:
Felipeto ha scritto:
E perché mai?secondo te le mussulmane si vergognano a portare il velo? È una discussione su stili di vita di culture differenti  (e in alcuni aspetti migliori) ,non su questioni personali. .
Come ha scritto la collega,cara lucetta, in queste culture troieggiamenti e scandali sessuali in fasce giovanili minorili non esistono. .questo è bene o male?
se vai su youporn è pieno di video di ragazze arabe; esiste anche una categoria.
Temo non siano ad uso e consumo dei maialotti arabi ma di quelli nostrani; una delle tante perversioni che affliggono le deboli menti maschili.

La patata è la patata, conta come la usi non come la vesti.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 2:26 pm

avidodinformazioni ha scritto:

Temo non siano ad uso e consumo dei maialotti arabi ma di quelli nostrani; una delle tante perversioni che affliggono le deboli menti maschili.

La patata è la patata, conta come la usi non come la vesti.

quindi tu dici che i musulmani non si fanno le pippe? mah...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 3:28 pm

Felipeto ha scritto:
E perché mai?secondo te le mussulmane si vergognano a portare il velo? È una discussione su stili di vita di culture differenti  (e in alcuni aspetti migliori) ,non su questioni personali. .
Come ha scritto la collega,cara lucetta, in queste culture troieggiamenti e scandali sessuali in fasce giovanili minorili non esistono. .questo è bene o male?

Se non è una scelta personale uno stile di vita, veramente non capisco cosa lo sia
Tornare in alto Andare in basso
Online
boston



Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:15 pm

lucetta10 ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Sermoni? Domande personali?  ,
Mi pare che una discussione interreligiosa sia assolutamente in linea con i principi di accoglienza e inclusione verso altre culture..
Le mie discussioni in classe sono sempre neutre,  non impongo mai il mio punto di vista, anche se me lo tengo per me ovviamente..


Con capisco come si possa parlare di discussione neutra sul velo in presenza di alunne velate e come si possa anche solo pensare di impostare qualcosa di ambizioso come un confronto interreligioso durante una supplenza occasionale, senza alcuna conoscenza del contesto della classe, senza nessun nesso con la didattica, senza poter garantire nessuna continuità, senza nessuna preparazione dell'insegnante.
Immagino se tutti cercassimo di risolvere estemporaneamente i grandi quesiti dell'esistenza durante le ore buche! Una follia! La scuola non è un palcoscenico dove un insegnante si esibisce all'impronta su tutto in qualunque momento

E cosa avrà mai fatto di male Felipeto??! Ha mostrato curiosità e si è messo a chiacchierare con le studentesse che indossano l'hijab, cos'è un crimine??? Credo che le ragazze ne siano state contente visto che hanno risposto ed è sempre bello quando qualcuno mostra una sincera e genuina curiosità verso la tua cultura. Lui ha domandato, loro hanno risposto. Punto. E almeno ora Felipeto sa che se indossano l'hijab è per libera scelta, ora sa qualcosa in più. La curiosità verso ciò che non si conosce dovrebbe essere il motore di tutto, ancora di più a scuola, alunni e insegnanti dovrebbero essere sbranati dalla curiosità di sapere. Mai avuto classi cosmopolite? Un bella miscellanea di Cina Ecuador Perù Moldavia Sri Lanka Albania Marocco Tunisia Italia e Senegal? Vietato porre domande a un alunno verso cui nutri curiosità, sì senza nessun nesso con la didattica, se per didattica intendi solo ed esclusivamente la tua disciplina??
Per me è folle essere come sei tu, non certo come Felipeto. Apriti un po' la testa va.
Tornare in alto Andare in basso
Scuola70



Messaggi : 574
Data d'iscrizione : 28.02.14

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:24 pm

Non hai capito in che cosa consiste il "male" Boston, l'atteggiamento sbagliato consiste nell'usare sistematicamente ogni cosa pur di confermare le proprie idee, quindi Felipeto è già partito con l'idea che le ragazze musulmane siano libere nella scelta di portare l'hijab e ha interpretato la loro dichiarazione di libertà come vera: ma non è detto che sia così, infatti secondo me dietro l'apparente libertà vi è il condizionamento delle famiglie e dell'educazione che spinge molto in una determinata direzione. Poche sono del resto le persone libere, io mi metto umilmente tra queste, poiché amo mettere in discussione tutto, anche a costo di vivere nel dubbio, non amo le certezze.
Tornare in alto Andare in basso
Online
chicca70



Messaggi : 1609
Data d'iscrizione : 26.12.14
Località : Mutina

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:33 pm

La libertà nella scelta di portare il velo è sempre molto dubbia. A volte pensano di essere libere ma sono condizionate dall'ambiente familiare, in altri casi si sentono costrette ma non lo ammetterebbero mai davanti alle compagne e ad un adulto. Sarà che ho già visto diverse alunne che portavano "liberamente " il velo e poi, una volta compiuti i diciotto anni, sono rimaste a casa da scuola per sposarsi, addirittura in un caso con un uomo sconosciuto. Anche questa libera scelta?
Tornare in alto Andare in basso
Online
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:37 pm

chicca70 ha scritto:
La libertà nella scelta di portare il velo è sempre molto dubbia. A volte pensano di essere libere ma sono condizionate dall'ambiente familiare, in altri casi si sentono costrette ma non lo ammetterebbero mai davanti alle compagne e ad un adulto. Sarà che ho già visto diverse alunne che portavano "liberamente " il velo e poi, una volta compiuti i diciotto anni, sono rimaste a casa da scuola per sposarsi, addirittura in un caso con un uomo sconosciuto. Anche questa libera scelta?
Mai sentita l'espressione: "fin quando vivi sotto il mio tetto, tu orecchino non te ne fai!" detta da un padre al figlio?
Ecco, è la stessa cosa. Se il padre decide che la ragazza deve portare il velo, lei lo porta.

Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:42 pm

E quindi. ? Mostrare le chiappe con costumi strizzaculo nelle foto su Facebook solo perché lo fanno altre 40milioni di ragazze non è condizionamento. ? È vera libertà vedere miliardi di ragazze occidentali vestite tutte uguali con le stesse foto? L ossessione per l esibizione e la bellezza e i "mi piace" non sono condizionamenti? È una società sana questa?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1784
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:46 pm

si ok tutti sono schiavi di qualcosa.
Ma secondo me è proprio a questo che serve la scuola: confrontarsi con cittadini diversi eleva tutti. La lezione che devono imparere i giovani (e che noi docenti dobbiamo in qualche modo trasmettere) è che ognuno ha la propria dignità e i propri diritti, e sentirsi obbligati a fare/nonfare qualcosa solo per una moda o per una religione è stupido. Il mondo è grande e la scuola deve insegnarlo.
Così almeno servirà a far uscire gli allievi dalla mentalità/cultura iper ristretta della propria famiglia / parrocchia / religione / paese.
Il primo passo per essere liberi è rendersi conto che SI PUO' SCEGLIERE, molti invece scelgono solo quello che conoscono e a cui sono abituati, senza mai venire a contatto con le alternative.
Tornare in alto Andare in basso
Mustang



Messaggi : 3695
Data d'iscrizione : 12.04.16

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 4:52 pm

Felipeto ha scritto:
E quindi. ? Mostrare le chiappe con costumi strizzaculo nelle foto su Facebook solo perché lo fanno altre 40milioni di ragazze non è condizionamento. ? È vera libertà vedere miliardi di ragazze occidentali vestite tutte uguali con le stesse foto? L ossessione per l esibizione e la bellezza e i "mi piace" non sono condizionamenti? È una società sana questa?
non ho capito dove vuoi andare a parare...la società è malata, ok..lo dice anche il papa.
Quindi?
Vuoi cambiarla tu? Vuoi obbligare i tuoi alunni a vestirsi come dici tu?
Tornare in alto Andare in basso
tellina



Messaggi : 7530
Data d'iscrizione : 08.11.10

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 5:05 pm

Mah...
Io di alunne con il velo ne ho parecchie...
Le ragazze iniziano ad indossare lo hijab con lo sviluppo sessuale quindi alle medie capita spesso di assistere al passaggio netto: senza velo e il giorno dopo... Velo!
Libere e fiere di indossarlo?
Boh. .. Mah... Insomma...
Son bambine in crescita, l'educazione della famiglia è tutto, le scelte personali in questa età son davvero limitate.
Ho un'alunna che l'anno scorso ha sempre avuto il velo, con il caldo non ci stava certo comoda ma lo teneva e zitta.
Quest'anno si è presentata in classe svelata. L'ho guardata sorridendo e, indicandole il capo ho formulato una muta domanda... Lei ha fatto un gesto tipo "via via" e si è messa a ridere.
Son stata molto felice, non tanto dello "svelamento" quanto nella libertà che quel gesto ha... Svelato. Ottimo così.
Tristissima invece la ragazzina velata che a scuola natura ha levato il velo per tutto il tempo facendosi promettere dai compagni di non essere mai fotografata "perché a casa poi...".
Classe compatta, son stati attentissimi e per lei quella è stata una vera settimana di libertà e completa integrazione (mi sa che non ha badato molto nemmeno al cibo... Sciambola su tutti i fronti!) Libertà a tempo però, tornati a Milano... Tornata velata.
Del resto... Ci son due o tre mamme che vengono a portare i figli alle elementari in burqa e niqab... Ie loro figlie femmine, ora bambine, che libertà di scelta avranno?
E soprattutto... Quando si presenteranno ai colloqui... Io che libertà avrò? Tecnicamente sarebbe anche illegale in Italia... ma la mia zona si sta riempiendo di velate totali, dal burqa a rete fitta fitta tipo kandahar a quello più leggero che scopre solo gli occhi... E un paio son pure italiane convertite...
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 7:55 pm

boston ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Sermoni? Domande personali?  ,
Mi pare che una discussione interreligiosa sia assolutamente in linea con i principi di accoglienza e inclusione verso altre culture..
Le mie discussioni in classe sono sempre neutre,  non impongo mai il mio punto di vista, anche se me lo tengo per me ovviamente..


Con capisco come si possa parlare di discussione neutra sul velo in presenza di alunne velate e come si possa anche solo pensare di impostare qualcosa di ambizioso come un confronto interreligioso durante una supplenza occasionale, senza alcuna conoscenza del contesto della classe, senza nessun nesso con la didattica, senza poter garantire nessuna continuità, senza nessuna preparazione dell'insegnante.
Immagino se tutti cercassimo di risolvere estemporaneamente i grandi quesiti dell'esistenza durante le ore buche! Una follia! La scuola non è un palcoscenico dove un insegnante si esibisce all'impronta su tutto in qualunque momento

E cosa avrà mai fatto di male Felipeto??! Ha mostrato curiosità e si è messo a chiacchierare con le studentesse che indossano l'hijab, cos'è un crimine??? Credo che le ragazze ne siano state contente visto che hanno risposto ed è sempre bello quando qualcuno mostra una sincera e genuina curiosità verso la tua cultura. Lui ha domandato, loro hanno risposto. Punto. E almeno ora Felipeto sa che se indossano l'hijab è per libera scelta, ora sa qualcosa in più. La curiosità verso ciò che non si conosce dovrebbe essere il motore di tutto, ancora di più a scuola, alunni e insegnanti dovrebbero essere sbranati dalla curiosità di sapere. Mai avuto classi cosmopolite? Un bella miscellanea di Cina Ecuador Perù Moldavia Sri Lanka Albania Marocco Tunisia Italia e Senegal? Vietato porre domande a un alunno verso cui nutri curiosità, sì senza nessun nesso con la didattica, se per didattica intendi solo ed esclusivamente la tua disciplina??
Per me è folle essere come sei tu, non certo come Felipeto. Apriti un po' la testa va.


Quindi per conoscere una cultura diversa basta stare un'oretta di supplenza in una terza superiore mai vista prima e chiedere davanti a tutti i compagni a delle ragazzine velate se sono state o meno coartate a indossare l'hijab? E diamo valore di rivelazione a quello che diranno in un contesto del genere? Questa è veramente bella! Quanto cavolo siete cosmopoliti, e quanto basta poco a essere cosmopoliti!
Mi domando da dove veniate se non avete ragazze velate nelle vostre classi e avete bisogno di condurre interviste al primo appuntamento. Io ne ho avute diverse negli anni
Tornare in alto Andare in basso
Online
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 8:03 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
si ok tutti sono schiavi di qualcosa.
Ma secondo me è proprio a questo che serve la scuola: confrontarsi con cittadini diversi eleva tutti. La lezione che devono imparere i giovani (e che noi docenti dobbiamo in qualche modo trasmettere) è che ognuno ha la propria dignità e i propri diritti, e sentirsi obbligati a fare/nonfare qualcosa solo per una moda o per una religione è stupido. Il mondo è grande e la scuola deve insegnarlo.
Così almeno servirà a far uscire gli allievi dalla mentalità/cultura iper ristretta della propria famiglia / parrocchia / religione / paese.
Il primo passo per essere liberi è rendersi conto che SI PUO' SCEGLIERE, molti invece scelgono solo quello che conoscono e a cui sono abituati, senza mai venire a contatto con le alternative.


Questo però riguarda molto più gli adulti che non i ragazzi, che già vivono in un contesto multiculturale, come sono ormai le nostre scuole.
A volte penso che la nostra pretesa di insegnargli quello che loro vivono da sempre e cui noi ci siamo (e nemmeno tutti, e non tutti di buon grado) abituati, serve solo a frenare quello che sta diventando normale: l'integrazione di culture e facce diverse.
Forse se stiamo fermi faccio meno danni
Tornare in alto Andare in basso
Online
Paolo Santaniello



Messaggi : 1784
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 8:53 pm

Ma anche no.
I figli, al 99% "ereditano" la religione dei genitori.
Questo vuol dire che da scegliere c'è ben poco... e che per scegliere occorre fare una specie di rivoluzione, ma sopratutto occorre prima conoscere le alternative.
Vivere in un mondo multiculturale non significa pensare di poter passare dalla "propria" cultura, presa in eredità dalla famiglia a un' "altra". Il nostro modello multiculturale è più tipo caste chiuse. Musulmani si nasce, e cristiani pure.
Vorrei tanto che la scuola insegnasse invece che il cittadino viene PRIMA informato e POI sceglie a quale cultura , religione , partito politico appartenere.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 9:49 pm

Paolo Santaniello ha scritto:
Ma anche no.
I figli, al 99% "ereditano" la religione dei genitori.
Questo vuol dire che da scegliere c'è ben poco... e che per scegliere occorre fare una specie di rivoluzione, ma sopratutto occorre prima conoscere le alternative.
Vivere in un mondo multiculturale non significa pensare di poter passare dalla "propria" cultura, presa in eredità dalla famiglia a un' "altra". Il nostro modello multiculturale è più tipo caste chiuse. Musulmani si nasce, e cristiani pure.
Vorrei tanto che la scuola insegnasse invece che il cittadino viene PRIMA informato e POI sceglie a quale cultura , religione , partito politico appartenere.


La cultura non si esaurisce mica nella scelta della religione, e multiculturalismo non significa mica cambiare religione, ma convincere ognuno con la propria identità (che piano piano però e inevitabilmente si secolarizza)!
Non vedo cosa ci sia di male nella tradizione familiare. E' impossibile pensare che si nasca tabula rasa da riempire con le scelte messe a disposizione dalla scuola. La religione è al 99% tradizione familiare e le famiglie hanno tutti i diritti di trasmettere la propria religione ai figli. Diverso è dire che le scelte di un ragazzo che vive in un ambiente multiculturale possano essere come quelle di uno che vive in una società monoculturale, ma questo prescinde dal nostro fargli continuamente notare come la società si sta evolvendo, che anzi è un fattore recessivo, che frena l'inevitabile evolversi degli eventi.
Pretendiamo di essere capaci di spiegare ai ragazzi la società che si è generata dalla loro presenza in essa, e che non esisterebbe senza di loro, ma che non esisteva quando c'eravamo solo noi. Loro sono multiculturali, non noi. Dovremmo ascoltarli invece che pretendere di disciplinare il corso degli eventi
Tornare in alto Andare in basso
Online
boston



Messaggi : 694
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 10:18 pm

lucetta10 ha scritto:
boston ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Sermoni? Domande personali?  ,
Mi pare che una discussione interreligiosa sia assolutamente in linea con i principi di accoglienza e inclusione verso altre culture..
Le mie discussioni in classe sono sempre neutre,  non impongo mai il mio punto di vista, anche se me lo tengo per me ovviamente..


Con capisco come si possa parlare di discussione neutra sul velo in presenza di alunne velate e come si possa anche solo pensare di impostare qualcosa di ambizioso come un confronto interreligioso durante una supplenza occasionale, senza alcuna conoscenza del contesto della classe, senza nessun nesso con la didattica, senza poter garantire nessuna continuità, senza nessuna preparazione dell'insegnante.
Immagino se tutti cercassimo di risolvere estemporaneamente i grandi quesiti dell'esistenza durante le ore buche! Una follia! La scuola non è un palcoscenico dove un insegnante si esibisce all'impronta su tutto in qualunque momento

E cosa avrà mai fatto di male Felipeto??! Ha mostrato curiosità e si è messo a chiacchierare con le studentesse che indossano l'hijab, cos'è un crimine??? Credo che le ragazze ne siano state contente visto che hanno risposto ed è sempre bello quando qualcuno mostra una sincera e genuina curiosità verso la tua cultura. Lui ha domandato, loro hanno risposto. Punto. E almeno ora Felipeto sa che se indossano l'hijab è per libera scelta, ora sa qualcosa in più. La curiosità verso ciò che non si conosce dovrebbe essere il motore di tutto, ancora di più a scuola, alunni e insegnanti dovrebbero essere sbranati dalla curiosità di sapere. Mai avuto classi cosmopolite? Un bella miscellanea di Cina Ecuador Perù Moldavia Sri Lanka Albania Marocco Tunisia Italia e Senegal? Vietato porre domande a un alunno verso cui nutri curiosità, sì senza nessun nesso con la didattica, se per didattica intendi solo ed esclusivamente la tua disciplina??
Per me è folle essere come sei tu, non certo come Felipeto. Apriti un po' la testa va.


Quindi per conoscere una cultura diversa basta stare un'oretta di supplenza in una terza superiore mai vista prima e chiedere davanti a tutti i compagni a delle ragazzine velate se sono state o meno coartate a indossare l'hijab? E diamo valore di rivelazione a quello che diranno in un contesto del genere? Questa è veramente bella! Quanto cavolo siete cosmopoliti, e quanto basta poco a essere cosmopoliti!
Mi domando da dove veniate se non avete ragazze velate nelle vostre classi e avete bisogno di condurre interviste al primo appuntamento. Io ne ho avute diverse negli anni

E quindi? Hai avuto diverse ragazze velate, e quindi? Avresti commesso chissà quale delitto se eventualmente mossa da curiosità avessi chiesto loro qualcosa a riguardo? Ah no certo tu domande così personali non ne fai. Integerrima bravissima insegnante. Ho già scritto che ho vissuto un anno al Cairo per cui credo di saperne qualcosa più di te di libertà personali diritti negati convivenze copti musulmani stili di vita dei giovani meno giovani ecc. ecc. E ho vissuto in altre 3 città del mondo sia in Europa che fuori quindi si' mi posso ben definire cosmopolita. Ogni diversità mi attrae, il diverso, l'altro da me mi incuriosisce e non penso proprio che un insegnante solo perché insegnante non possa fare domande a un alunno che tu ritieni "personali". Per altro le mie idee sul mondo io me le faccio andando in giro per il mondo poiché ritengo che l'unico modo per aprirsi la testa sia viaggiare e vivere sentire vedere coi propri occhi e possibilmente col cuore. Tu il tuo didietro lo schiodi ogni tanto o rimani appiccicata alla sedia dietro la cattedra? Beh anche una classe può essere un micromondo di diversità con cui è bello confrontarsi. Ammesso di esserne capaci.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6150
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 10:23 pm

boston ha scritto:
. Ho già scritto che ho vissuto un anno al Cairo per cui credo di saperne qualcosa più di te di libertà personali  diritti negati convivenze copti musulmani stili di vita dei giovani meno giovani ecc. ecc.

Per curiosità, in che periodo ci sei stata?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5364
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Lun Set 19, 2016 10:32 pm

boston ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
boston ha scritto:
lucetta10 ha scritto:
Felipeto ha scritto:
Sermoni? Domande personali?  ,
Mi pare che una discussione interreligiosa sia assolutamente in linea con i principi di accoglienza e inclusione verso altre culture..
Le mie discussioni in classe sono sempre neutre,  non impongo mai il mio punto di vista, anche se me lo tengo per me ovviamente..


Con capisco come si possa parlare di discussione neutra sul velo in presenza di alunne velate e come si possa anche solo pensare di impostare qualcosa di ambizioso come un confronto interreligioso durante una supplenza occasionale, senza alcuna conoscenza del contesto della classe, senza nessun nesso con la didattica, senza poter garantire nessuna continuità, senza nessuna preparazione dell'insegnante.
Immagino se tutti cercassimo di risolvere estemporaneamente i grandi quesiti dell'esistenza durante le ore buche! Una follia! La scuola non è un palcoscenico dove un insegnante si esibisce all'impronta su tutto in qualunque momento

E cosa avrà mai fatto di male Felipeto??! Ha mostrato curiosità e si è messo a chiacchierare con le studentesse che indossano l'hijab, cos'è un crimine??? Credo che le ragazze ne siano state contente visto che hanno risposto ed è sempre bello quando qualcuno mostra una sincera e genuina curiosità verso la tua cultura. Lui ha domandato, loro hanno risposto. Punto. E almeno ora Felipeto sa che se indossano l'hijab è per libera scelta, ora sa qualcosa in più. La curiosità verso ciò che non si conosce dovrebbe essere il motore di tutto, ancora di più a scuola, alunni e insegnanti dovrebbero essere sbranati dalla curiosità di sapere. Mai avuto classi cosmopolite? Un bella miscellanea di Cina Ecuador Perù Moldavia Sri Lanka Albania Marocco Tunisia Italia e Senegal? Vietato porre domande a un alunno verso cui nutri curiosità, sì senza nessun nesso con la didattica, se per didattica intendi solo ed esclusivamente la tua disciplina??
Per me è folle essere come sei tu, non certo come Felipeto. Apriti un po' la testa va.


Quindi per conoscere una cultura diversa basta stare un'oretta di supplenza in una terza superiore mai vista prima e chiedere davanti a tutti i compagni a delle ragazzine velate se sono state o meno coartate a indossare l'hijab? E diamo valore di rivelazione a quello che diranno in un contesto del genere? Questa è veramente bella! Quanto cavolo siete cosmopoliti, e quanto basta poco a essere cosmopoliti!
Mi domando da dove veniate se non avete ragazze velate nelle vostre classi e avete bisogno di condurre interviste al primo appuntamento. Io ne ho avute diverse negli anni

E quindi? Hai avuto diverse ragazze velate, e quindi? Avresti commesso chissà quale delitto se eventualmente mossa da curiosità avessi chiesto loro qualcosa a riguardo? Ah no certo tu domande così personali non ne fai. Integerrima bravissima insegnante. Ho già scritto che ho vissuto un anno al Cairo per cui credo di saperne qualcosa più di te di libertà personali  diritti negati convivenze copti musulmani stili di vita dei giovani meno giovani ecc. ecc. E ho vissuto in altre 3 città del mondo sia in Europa che fuori quindi si' mi posso ben definire cosmopolita. Ogni diversità mi attrae, il diverso, l'altro da me mi incuriosisce e non penso proprio che un insegnante solo perché insegnante non possa fare domande a un alunno che tu ritieni "personali". Per altro le mie idee sul mondo io me le faccio andando in giro per il mondo poiché ritengo che l'unico modo per aprirsi la testa sia viaggiare e vivere sentire vedere coi propri occhi e possibilmente col cuore. Tu il tuo didietro lo schiodi ogni tanto o rimani appiccicata alla sedia dietro la cattedra? Beh anche una classe può essere un micromondo di diversità con cui è bello confrontarsi. Ammesso di esserne capaci.

qui di saprai che in un'ora di sostituzione non si capisce nulla e non ci si confronta su niente
Tornare in alto Andare in basso
Online
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Mar Set 20, 2016 10:02 am

Tesoro, nelle mie classi faccio lezione. Utilizzo queste sostituzioni sporadiche per allargare il campo educativo invece di lasciarli ad annoiarsi o smanettare con smartphone
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Mar Set 20, 2016 11:15 am

Comunque trovo rivoltante civettare con credenze e costumi barbarici, a cui la crisi della democrazia " affluente" e il fallimento del cosiddetto " socialismo realizzato" hanno consentito un tragico e grottesco rivaivol.
E qualcuno chiama codesto atteggiamento " cosmopolitismo".Mah!
In questo thread sto notando un insistito ricorso a termini attinenti alla sfera semantica del puttanesimo.Troieggiare di qua, puttaneggiare di la'.........Ritengo che un insegnante dovrebbe gestire le proprie frustazioni con maggiore eleganza.
Caro ingegnere aerospaziale, se la studentessa diciottenne del primo banco , la piu' carina , la piu' cretina, fila tutti meno che te , devi fartene una ragione.Con il concorsone l' eta' media dei docenti dovrebbe abbassarsi.Magari trovi una collega giovane e ciellina, una che considera fondamentale arrivata illibata al matrimonio.Tanti auguri
Tornare in alto Andare in basso
balanzoneXXI



Messaggi : 663
Data d'iscrizione : 21.09.13

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Mar Set 20, 2016 11:24 am

precario_acciaio. ha scritto:
Io penso che l'impostura religiosa non possa mai avere conseguenze positive... non vedo nulla di scandaloso nel fatto che le ragazze di oggi amino divertirsi andando in discoteca o vestendosi alla moda, così come fanno i maschi... i casi di violenza che hai citato sono casi estremi e non certo la norma. ..

Quando il collega filosofo non si erge a prof modello dice cose sensate.Insomma, secondo me dovrebbe occuparsi solo di massimi sistemi e tralasciare le cose scolastiche.
Tornare in alto Andare in basso
Felipeto



Messaggi : 2798
Data d'iscrizione : 04.07.15

MessaggioOggetto: Re: VELO A SCUOLA p. 2   Mar Set 20, 2016 2:03 pm

Caro ballanzone, io sono gay...
A proposito,stasera hai impegni?
Ora vi invito,alla luce della mia esperienza supportate qui da altre testimonianze,a mandare a cagare il prossimo pseudo femminista che arriva
A scuola a predicare quanto soffrono le mussulmane con il velo
Tornare in alto Andare in basso
 
VELO A SCUOLA p. 2
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 3Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» Religione nella scuola materna
» lettera scuola materna
» Giudizio sulla scuola...
» SEM-Scuola Estetica Moderna (To)
» Il velo: facciamoci un'idea

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: