Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 dislessia, suggerimenti?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 15 ... 27  Seguente
AutoreMessaggio
mystika



Messaggi : 2539
Data d'iscrizione : 13.10.09
Località : Milano

MessaggioOggetto: dislessia, suggerimenti?   Lun Set 13, 2010 7:59 pm

Promemoria primo messaggio :

Cari colleghi,
oggi ho saputo l'alunno che seguirò quest'anno è dislessico.
Non ho mai avuto a che fare con questo problema. Sapete consigliarmi testi sull'argomento, ovviamente calati nella didattica? O semplicemente darmi consigli basati sulla vostra esperienza?
Io ricordo che al corso di sostegno ci dissero che per la dislessia non era neanche richiesto il sostegno, quindi non l'ho mai approfondito come disturbo e vorrei prepararmi.
L'alunno fa la prima superiore.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mar Nov 09, 2010 11:17 pm

forza ha scritto:
nel caso specifico parlo di un bulletto di seconda media con 9 insufficienze (quasi tutte le materie dunque) x puro menefreghismo.....
Ma dietro a questo menefreghismo cosa c'è?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mar Nov 09, 2010 11:35 pm

io lo conosco poco, è un classe nuova x me, è un ragazzo normalissimo, in una classe pessima, il tipico bulletto che pensa solo al pc e alle ragazzine, ma ke della scuola proprio non gli interessa nulla, un lazzarone patentato che avrebbe cmq tutti i numeri x farcela
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47867
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 5:44 pm

Appunto. Ho capito che la legge tutela i dsa, ma non può diventare un alibi per non impegnarsi, giocando sulle paure degli insegnanti e dei ds e sulle eventuali difese dei genitori. Comunque ti assicuro che, dopo aver studiato il problema specifico e aver tenuto conto di tutte le sue difficoltà, ho visto anche dei dsa bocciati e io stesso uno l'ho rimandato. Comunque, è sempre saggio il giudizio di Valerie di informare subito i genitori per studiare possibili strategie e anche per tutelarsi dall'accusa di aver sottovalutato o ignorato il problema.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 6:23 pm

Quante cose da dire su questi ultimi post seguiti al mio intervento :-)

sono contenta, perchè avete messo sul piatto cose molto interessanti.

Dunque, forza, assolutamente non esiste nessun divieto di dare insufficienze ad un ragazzo con dsa.

Quello che i colleghi ti hanno detto, cioè di evitarlo per non incorrere in lavate di capo, è quello che si teme un po' noi genitori (almeno un gruppo di genitori) che ora, nei primi tempi dopo l'entrata in vigore della legge, non sapendo bene come muoversi, la scuola preferisca favorire oltre misura i nostri ragazzi, consentendo non un apprendimento personalizzato ma un non apprendimento. E questo è male, molto male.

I nostri ragazzi sono ragazzi NORMALI, dotati di intelligenza cognitiva NORMALE, in grado di apprendere qualsiasi argomento con modalità un po' diverse dagli altri.
Le loro prestazioni devono essere valutate diversamente solo tenendo conto dei tempi maggiori che impiegano a recuperare le informazioni "immagazzinate", la maggiore stanchezza e stress che questo comporta e che quindi richiede magari di proporre loro un solo esercizio su un determinato argomento invece dei soliti tre o quattro che vengono proposti normalmente in una verifica
se i ragazzi si trovano meglio nelle interrogazioni, si può privilegiare questo metodo di verifica

e tutto il resto che ormai sapete (o di cui possiamo sempre parlare)


Ma con le loro modalità, i loro tempi e i loro modi le cose le devono sapere, altrimenti non possono proseguire.

personalmente ho pregato di questo gli insegnanti dei miei figli e prego voi. Non dobbiamo far uscire dalla scuola degli incapaci non è per loro. LORO SONO CAPACI


Per quello che riguarda il tuo bulletto, come ti suggerisce Valerie, molte volte il disagio di un dsa non seguito a casa, non compreso, porta a quel tipo di reazioni. Prima di abbandonarlo a se stesso (come merita se hai ragione tu su di lui)
parla con la famiglia, cerca di comprenderlo e assicurati che abbia a disposizione tutti gli strumenti compensativi e dispensativi di cui necessita, insieme a tanta tanta tanta comprensione e pazienza.

A te, invece, Dec, dico che hai ragione, se la famiglia non li segue.............è difficile per voi.

Però voi siete gli insegnanti, voi dovete farvi carico. So che è difficile, so che avete poche risorse ma è necessario che attiviate il referente dsa della scuola che si metta in contatto con le associazioni di genitori a sostegno della dislessia che ormai sono distribuite sul territorio, con aid, per vedere di attivare doposcuola o aiuti per questi ragazzi.

Così, per farti un attimo entrare nella vita in famiglia di un dsa, ti spiego come studio io con i miei figli, in una normale giornata da incubo, se a me non facessero tenerezza e non fossi convinta che sono dei grandi:

prima di tutto non hanno segnato i compiti sul diario perchè quando il professore li ha dettati loro stavano ancora finendo di fare o pensare all'ultimo esercizio in classe.
c'è l'opera di convincimento per telefonare ad un compagno, dobbiamo superare la vergogna, di non avere mai, i compiti segnati.
Bene, passa mezz'ora
Finalmente ci si siede alla scrivania, cioè io mi siedo, mio figlio comincia a giocare a palla, a sparare, a tirare le freccette
e c'è da superare il disagio per me di vederlo "disattento", non lo è affatto, solo così riesce a concentrarsi su ciò che gli leggo, se lo costringessi seduto alla scrivania, la sua testa registrerebbe millemila informazioni al di fuori di quelle che gli trasmetto io. E' una loro caratteristica

Quindi leggo per lui la lezione, poi lui fa gli schemi e le mappe, poi arriva il momento di sentire la lezione, e devo superare anche qui il disagio della sua difficoltà nel formulare un discorso fluido e chiaro.
Lasciandolo fare, permettendogli di girare intorno per tutta stanza, tira fuori considerazioni e collegamenti che io mai mi sarei sognata di fare. Ha imparato la lezione alla grande e sarà in grado di affrontare l'interrogazione se l'insegnante farà altrettanto (certo, mio figlio dovrà costringersi fermo al banco perchè non potrà disturbare tutti e questo gli costerà fatica, ma lo farà)

Quando lui è a scuola, mi studio gli argomenti che non so (non ho fatto il suo corso di studi) preparo disegni, collegamenti, tabelle ecc ecc ecc.
Questo per due figli, tutti i giorni
I miei figli non hanno mai avuto debiti, mai nulla gli è stato regalato, anche perchè non ho mai voluto qualcosa del genere per loro.
Ma, credimi, è un lavoro duro che molte famiglie affrontano, che io posso affrontare perchè ho la fortuna di poter essere a casa e seguirli, ho un carattere forte, una certa capacità e creatività, una buona conoscenza informatica.

Non tutti, Dec, non tutti.

E i ragazzi di queste famiglie che non sono in grado, che fanno?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 6:56 pm

Ire ha scritto:
Quello che i colleghi ti hanno detto, cioè di evitarlo per non incorrere in lavate di capo, è quello che si teme un po' noi genitori (almeno un gruppo di genitori) che ora, nei primi tempi dopo l'entrata in vigore della legge, non sapendo bene come muoversi, la scuola preferisca favorire oltre misura i nostri ragazzi, consentendo non un apprendimento personalizzato ma un non apprendimento. E questo è male, molto male.
Sono d'accordo. Ma ha ragione Forza: molti purtroppo preferiscono ignorare la situazione e regalare il 6 invece di sbattersi per cercare metodi e strumenti alternativi. Tanto per fare un es. siamo pochi a scrivere i compiti sul diario, a registrare il testo delle verifiche, a fornire mappe o riassuni, etc. E' ovvio che se non fai il tuo dovere di insegnante fornendo ai dsa ciò che hanno bisogno e che gli spetta, poi non puoi mettere 5! L'alibi a volte lo usano i prof, non gli alunni!

Ire ha scritto:
E i ragazzi di queste famiglie che non sono in grado, che fanno?
Ecco, questo è ciò che intendevo dire. Una volta messe in atto tutte le strategie, se ancora il ragazzo con dsa è impreparato, allora siamo costretti a mettere l'insufficienza. Mi rifiuto di regalare. Però dobbiamo anche scavare per vedere cosa c'è dietro. Se la famiglia non lo può seguire o se non ha i soldi per farlo seguire, il ragazzo è perso... Come insegnanti abbiamo il dovere di cercare una soluzione, anche se non abbiamo la certezza di trovarla, ovvio.

@ire: mi sei mancata... come stai?
Tornare in alto Andare in basso
Dec
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 47867
Data d'iscrizione : 23.08.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 7:17 pm

Sono d'accordo con voi e sono convinto che non sia per niente facile, nè per le famiglie che prendono la cosa sul serio nè per gli insegnanti che si rifiutano di limitarsi a mettere 6 per non avere rogne. Penso poi, pur non avendo certo la competenza di ire, che i ragazzi di questo tipo non siano tutti uguali: nel mio piccolo ne ho avuti cinque e trovo che fossero completamente diversi l'uno dall'altro; perciò bisognerebbe almeno provare a capire quali sono le competenze e le difficoltà specifiche di quel ragazzo, in modo da capire con un buon grado di approssimazione cosa si può davvero pretendere e cosa è impossibile per loro; e naturalmente sarebbe fondamentale la collaborazione con i colleghi, che non sempre c'è, e con la famiglia. Ma in linea generale, come per tutti i ragazzi non dsa, non credo che si possa escludere il fatto che non si impegnino, che abbiano la testa da un'altra parte, che siano maleducati o dei bulletti, come ci dice forza, e giustificarli solo perchè c'è una certificazione mi sembra sbagliato e diseducativo e appunto una scelta di comodo, che fa uscire da scuola solo degli ignoranti e dei disadattati.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 7:25 pm

Dec ha scritto:
i ragazzi di questo tipo non siano tutti uguali: nel mio piccolo ne ho avuti cinque e trovo che fossero completamente diversi l'uno dall'altro; perciò bisognerebbe almeno provare a capire quali sono le competenze e le difficoltà specifiche di quel ragazzo, in modo da capire con un buon grado di approssimazione cosa si può davvero pretendere e cosa è impossibile per loro;
Sacre parole!

Dec ha scritto:
Ma in linea generale, come per tutti i ragazzi non dsa, non credo che si possa escludere il fatto che non si impegnino, che abbiano la testa da un'altra parte, che siano maleducati o dei bulletti, come ci dice forza, e giustificarli solo perchè c'è una certificazione mi sembra sbagliato e diseducativo e appunto una scelta di comodo, che fa uscire da scuola solo degli ignoranti e dei disadattati.
Infatti, non lo si esclude. ;-)
In ogni caso, come mamma, tengo d'occhio i miei figli affinché si comportino bene e si impegnino! E se non lo fanno, intervengo: altro che comprargli l'i-phone!
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 7:37 pm

@ Valerie, sei carinissima, ti ringrazio per il pensiero.
Sto bene, lavoro per risolvere alcuni problemi, il buio è ancora nero nero ma in fondo c'è luce. Ci arrivo :-)


Quoto senza riserve quello che hai detto.


Per quanto riguarda Dec, sempre interessantissime le tue considerazioni.

No, non esiste un dsa uguale ad un altro, così come noi non siamo uguali a nessuno.
Ognuno ha le proprie caratteristiche, la propria storia personale che si interseca con i disturbi di apprendimento che prendono vie e manifestazioni particolarissime e assolutamente personali.

C'è certamente una linea comune, sulla quale hanno lavorato e lavorano gli esperti per fornire indicazioni operative a chi si occupa del problema ma ogni individuo deve poi essere capito e per lui devono essere messi in atto adattamenti personali delle indicazioni generali.

La collaborazione con la famiglia è di primaria importanza perchè se si riesce ad instaurare un clima di fiducia reciproca si mettono sul piatto le caratteristiche del ragazzo e si riesce a capire quali siano davvero le sue difficoltà. dove si possa insistere, dove si debba cedere.

Questo è un discorso molto delicato, però.

Un ragazzo con disturbo di apprendimento spesso presenta i quattro dis: dislessia, discalculia, disortografia, disgrafia
ma ancora più spesso ha difficoltà principalmente in uno degli ambiti di riferimento dei dis.

Per semplificare uso i miei figli come cavie (meno male che non sanno che frequento ANCHE questo forum e non mi leggeranno)

uno di loro è discalculico

generalmente nessun problema in ambito linguistico, estrema difficoltà in ambito logico matematico prassico

ora è al 5 anno delle superiori, sta affrontando molto seriamente lo studio, si applica 4 o 5 ore tutti i pomeriggi, sta avendo ottimi risultati ma.......................mi dice che si accorge che nei testi inverte le lettere, o le omette, o fatica a leggere. Non sarebbe previsto da un discalculico.

In realtà lui ha comunque un disturbo di apprendimento che gli comporta estrema fatica nell'utilizzo della memoria e nella concentrazione, sotto stress sta manifestando caratteristiche da dislessico.

Se ci concentriamo solo sulle sue difficoltà matematiche e penalizziamo gli elaborati che contengono errori di ortografia compiamo una ingiustizia verso di lui.

Cosa voglio dire?: è giustissimo cercare di capire i punti deboli e di forza dei ragazzi per lavorare su quelli, ma ponendo comunque attenzione a tutta la sua persona.

Certo che un ragazzino dsa ci prova come tutti a vedere cosa può ottenere senza fatica :-) dsa non significa santo.
E' importante accogliere questi tentativi con amore, parlarne con lui, chiedergli se davvero pensa di non riuscire a fare di più, se si sente soddisfatto di quello che ha reso (metacognizione), con comprensione, con empatia, questi ragazzi danno tutto, perchè ci tengono, ci tengono tantissimo a buttare fuori l'incredibile mondo che hanno dentro.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 10:43 pm

che si fa con un dsa con problemi del linguaggio? io insgeno francese, posso alleggerirgli lo scritto, ma come faccio con l'orale?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 10:55 pm

Valerie ha scritto:
siamo pochi a scrivere i compiti sul diario, a registrare il testo delle verifiche, a fornire mappe o riassuni, etc.
com'è ke gliele registri? su ke supporto?
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 11:03 pm

Infatti ci pensavo a te.

Quanto detto, per gli insegnanti di lingua vale un po' meno.
Nel senso che la legge prevede la possibilità di arrivare fino all'esenzione (in casi gravi, con accordi tra famiglie, insegnanti, ds).

E' una questione aperta quella delle lingue perchè per ora anche se c'è l'esenzione durante l'anno, la totale esenzione non è prevista per gli esami.

Ne stanno discutendo, speriamo arrivino ad una decisione.

Tu, come puoi comportarti?
Forse per te vale proprio il discorso dell'aiuto e della gratificazione al ragazzo a prescindere un po' dalle sue reali prestazioni.

E' necessario guardare in faccia la realtà, personalmente lo ritengo doloroso e penalizzante per il ragazzo, ma è possibile che chi ha un disturbo di apprendimento non riesca davvero ad apprendere una lingua straniera, sono troppi gli ostacoli.
Credo che tu possa e debba basarti molto sull'articolo 10 della legge 122/209 che permette di valutare con attenzione i ragazzi con dsa. Non essere severa, accetta che la tua materia per lui è davvero quasi insormontabile.

Puoi però suggerire alla famiglia se ne ha la possibilità, di mandare il ragazzo all'estero durante l'estate.
Ci sono vacanze studio apposite per ragazzi con dsa. So che è una esperienza che li aiuta moltissimo.
E' possibile che sia l'unico metodo per loro per imparare una lingua diversa dall'italiano.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 11:12 pm

forza ha scritto:
Valerie ha scritto:
siamo pochi a scrivere i compiti sul diario, a registrare il testo delle verifiche, a fornire mappe o riassuni, etc.
com'è ke gliele registri? su ke supporto?
Mi sono comprata una chiavetta USB che fa da registratore e lettore mp3. Registro a casa, poi a scuola carico il file sulle chiavette in dotazione alla scuola (le abbiamo fatte comprare noi) e le do ai ragazzi. Loro ascoltano in cuffia, possono andare avanti, indietro e riscoltare quanto vogliono.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 10, 2010 11:19 pm

forza ha scritto:
che si fa con un dsa con problemi del linguaggio? io insgeno francese, posso alleggerirgli lo scritto, ma come faccio con l'orale?
Io lo scritto lo elimino proprio, come elimino quasi del tutto la grammatica.
Faccio solo le funzioni e il lessico. Orali, tassativamente. Fanno dramatisation e jeu de role. In fondo è la cosa più importante se si usa il metodo comunicativo. I verbi solo orali e solo in contesto. Per ora sta funzionando. E ti dirò, sono contenti e soddisfatti. Insomma ci hanno preso gusto.
Per la valutazione, ti riporto ciò che ho scritto nella mia programmazione:
"Per gli alunni che presentano D.S.A. sono previsti gli stessi risultati della classe per la comprensione orale e la produzione orale. La comprensione scritta e la produzione scritta verranno trasformate in comprensione orale e produzione orale tramite la mediazione dell'insegnante che si sostituirà all'alunno nella lettura e nella scrittura. Le competenze legate alla scrittura non verranno quindi prese in considerazione, a meno che ciò sia possibile senza gravosi sforzi da parte degli alunni (es. dislessia molto lieve), nel qual caso si provvederà comunque ad una personalizzazione della valutazione (es. non verrà valutata l'ortografia). Tengo a precisare che questa non deve essere considerata una conoscenza parziale della lingua francese come potrebbe sembrare a prima vista. Per un soggetto dislessico, infatti, lo sforzo necessario per l'apprendimento della lingua straniera solo orale è equivalente a quello compiuto da un soggetto senza D.S.A. per l'apprendimento della lingua straniera orale e scritta. Inoltre la competenza linguistica a livello comunicativo così come prevista dalla normativa vigente e in quanto tale è essenzialmente orale. Ci basti pensare a quanto viene normalmente utilizzato il parlato nella nostra vita quotidiana: praticamente parliamo per vivere!
Per quanto riguarda la valutazione degli alunni con D.S.A., le interrogazioni orali saranno sempre programmate tenendo conto del carico di lavoro derivante dalle altre materie e verteranno solo sugli argomenti di volta in volta concordati. Per le verifiche scritte si procederà in questo modo: l'insegnante legge la verifica all'alunno, l'alunno risponde oralmente, l'insegnante scrive sotto dettatura dell'alunno (insomma se l'alunno commette un errore, l'insegnante trascriverà lo stesso errore)."
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Gio Nov 11, 2010 10:42 pm

Valerie ha scritto:
forza ha scritto:
Valerie ha scritto:
siamo pochi a scrivere i compiti sul diario, a registrare il testo delle verifiche, a fornire mappe o riassuni, etc.
com'è ke gliele registri? su ke supporto?
Mi sono comprata una chiavetta USB che fa da registratore e lettore mp3. Registro a casa, poi a scuola carico il file sulle chiavette in dotazione alla scuola (le abbiamo fatte comprare noi) e le do ai ragazzi. Loro ascoltano in cuffia, possono andare avanti, indietro e riscoltare quanto vogliono.
scusa, sn un po' lenta, una chiavetta usb con funzione di registratore??? e loro dove ascoltano? su una specie di hipod loro o della scuola?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Gio Nov 11, 2010 10:44 pm

Valerie ha scritto:
forza ha scritto:
che si fa con un dsa con problemi del linguaggio? io insgeno francese, posso alleggerirgli lo scritto, ma come faccio con l'orale?
Io lo scritto lo elimino proprio, come elimino quasi del tutto la grammatica.
Faccio solo le funzioni e il lessico. Orali, tassativamente. Fanno dramatisation e jeu de role. In fondo è la cosa più importante se si usa il metodo comunicativo. I verbi solo orali e solo in contesto. Per ora sta funzionando. E ti dirò, sono contenti e soddisfatti. Insomma ci hanno preso gusto.
Per la valutazione, ti riporto ciò che ho scritto nella mia programmazione:
"Per gli alunni che presentano D.S.A. sono previsti gli stessi risultati della classe per la comprensione orale e la produzione orale. La comprensione scritta e la produzione scritta verranno trasformate in comprensione orale e produzione orale tramite la mediazione dell'insegnante che si sostituirà all'alunno nella lettura e nella scrittura. Le competenze legate alla scrittura non verranno quindi prese in considerazione, a meno che ciò sia possibile senza gravosi sforzi da parte degli alunni (es. dislessia molto lieve), nel qual caso si provvederà comunque ad una personalizzazione della valutazione (es. non verrà valutata l'ortografia). Tengo a precisare che questa non deve essere considerata una conoscenza parziale della lingua francese come potrebbe sembrare a prima vista. Per un soggetto dislessico, infatti, lo sforzo necessario per l'apprendimento della lingua straniera solo orale è equivalente a quello compiuto da un soggetto senza D.S.A. per l'apprendimento della lingua straniera orale e scritta. Inoltre la competenza linguistica a livello comunicativo così come prevista dalla normativa vigente e in quanto tale è essenzialmente orale. Ci basti pensare a quanto viene normalmente utilizzato il parlato nella nostra vita quotidiana: praticamente parliamo per vivere!
Per quanto riguarda la valutazione degli alunni con D.S.A., le interrogazioni orali saranno sempre programmate tenendo conto del carico di lavoro derivante dalle altre materie e verteranno solo sugli argomenti di volta in volta concordati. Per le verifiche scritte si procederà in questo modo: l'insegnante legge la verifica all'alunno, l'alunno risponde oralmente, l'insegnante scrive sotto dettatura dell'alunno (insomma se l'alunno commette un errore, l'insegnante trascriverà lo stesso errore)."

ineccepibile, nn fa una piega, ma poi allo scritto dell'esame ke fai?
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Gio Nov 11, 2010 10:45 pm

Ire ha scritto:


Puoi però suggerire alla famiglia se ne ha la possibilità, di mandare il ragazzo all'estero durante l'estate.
Ci sono vacanze studio apposite per ragazzi con dsa. So che è una esperienza che li aiuta moltissimo.
E' possibile che sia l'unico metodo per loro per imparare una lingua diversa dall'italiano.
mi ragguagli??
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Ven Nov 12, 2010 8:03 am

Una prima grande risorsa è l'associazione italiana dislessia, che ha tante indicazioni,
le OSD dei genitori altrettanto (basta cercare con google e viene fuori tutto)

Indicazioni più dirette non posso dartele qui, non è possibile mettere indirizzi e numeri di telefono e i messaggi privati sono disabilitati, eventualmente mettiti in contatto con me sul mio forum, ti dico qualcosa di più.

Buona giornata, Forza :-)
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
scizzu



Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Lun Nov 15, 2010 4:08 pm

scusate, ma oggi mi è venuto ancora un dubbio confrontandomi con la collega d'inglese.
Io sono pragmatica per i ragazzi di terza:
a parte tutti gli strumenti compensativi del caso durante il corso d'anno e il fatto che un ragazzo abbia in mano una certificazione risalente a una data x, la verifica all'esame di stato può essere diversa oppure no?
scusate ancora la ridondanza.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Lun Nov 15, 2010 5:00 pm

scizzu ha scritto:
scusate, ma oggi mi è venuto ancora un dubbio confrontandomi con la collega d'inglese.
Io sono pragmatica per i ragazzi di terza:
a parte tutti gli strumenti compensativi del caso durante il corso d'anno e il fatto che un ragazzo abbia in mano una certificazione risalente a una data x, la verifica all'esame di stato può essere diversa oppure no?
scusate ancora la ridondanza.
NO!!! dev'esser uguale x tutti
Tornare in alto Andare in basso
scizzu



Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Lun Nov 15, 2010 5:20 pm

scusami forza il mio dubbio è sorto a seguito della nuova legge sui Dsa.
Fino ad oggi ci siamo sempre confrontate su quest'aspetto e arrivavamo alla fine a dire che tanto l'esame di stato aveva COMUNQUE la stessa prova ma strumenti compensativi e tempo più lungo , anche perchè uscivano puntualmente lecircolari sugli esami di stati che ribadivano che la prova era uguale.
Ricapitoliamo la situazione:
1)la legge sui Dsa è stata pubblicata sulla gazzetta:
La Gazzetta Ufficiale n. 234 del 18 ottobre pubblica la legge (n. 170/2010) sui DSA
2)La legge è entrata in vigore per motivi tempistici il 2 novembre e da questa data decorrono tre diverse attività di attuazione.
3)Entro due mesi (gennaio) il Miur dovrà costituire con apposito decreto un Comitato tecnico-scientifico, composto da esperti di comprovata competenza sui DSA, con il compito istruttorio in ordine alle funzioni che la presente legge attribuisce al Ministero stesso
4) Entro la fine di gennaio 2011 il Miur, con un altro decreto, dovrà individuare le modalità di formazione dei docenti e dei dirigenti scolastici, le misure educative e didattiche di supporto all’attività a favore degli studenti con DSA, nonché le forme di verifica finalizzate ad attuare quanto previsto per la valutazione degli studenti con DSA.
Sempre entro lo stesso termine, il Miur e il ministero della Salute, previa intesa in sede di Conferenza unificata, dovranno provvedere ad emanare linee guida per la predisposizione di protocolli regionali per le attività di identificazione precoce dei DSA.
5) finito tutto l'iter e anche se il governo dovesse cadere resta l'art. 5 del decreto legge dove si legge al punto 4 quello che riporto in grassetto è quello che mi ha fatto venire il dubbio.....
Art. 5

Misure educative e didattiche di supporto

1. Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di
appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilita'
didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli
studi universitari.
2. Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche, a valere sulle
risorse specifiche e disponibili a legislazione vigente iscritte
nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca, garantiscono:
a) l'uso di una didattica individualizzata e personalizzata,
con forme efficaci e flessibili di lavoro scolastico che tengano
conto anche di caratteristiche peculiari dei soggetti, quali il
bilinguismo, adottando una metodologia e una strategia educativa
adeguate;
b) l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi
di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonche'
misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini
della qualita' dei concetti da apprendere;
c) per l'insegnamento delle lingue straniere, l'uso di
strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale e che
assicurino ritmi graduali di apprendimento, prevedendo anche, ove
risulti utile, la possibilita' dell'esonero.
3. Le misure di cui al comma 2 devono essere sottoposte
periodicamente a monitoraggio per valutarne l'efficacia e il
raggiungimento degli obiettivi.
4. Agli studenti con DSA sono garantite, durante il percorso di
istruzione e di formazione scolastica e universitaria, adeguate forme
di verifica e di valutazione, anche per quanto concerne gli esami di
Stato e di ammissione all'universita' nonche' gli esami universitari.
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mar Nov 16, 2010 5:58 pm

Secondo me bisogna sorroporre ai dsa lo stesso brano che si dà agli altri, ma con la registrazione audio. Poi le domande devono essere le stesse, ma chiuse invece che aperte. Questo vuol dire dare la stessa prova, ma fornire ai dsa gli strumenti compensativi: le domande a scelta multipla, infatti, fanno parte degli strumenti compensativi a cui hanno diritto.
Ire correggimi se sbaglio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8340
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mar Nov 16, 2010 7:47 pm

Non sbagli Valerie


se parliamo di esami di terza media, è esattamente così che funziona. Potranno inoltre essere concessi tempi più lunghi con la presenza di testimoni.
Alla maturità, la terza prova, potrà essere discussa con il presidente di commissione sulla base del documento del 15 maggio, e potrà essere calibrata sulla base di quest'ultimo.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mar Nov 16, 2010 10:11 pm

Valerie, io NON hoc apito come fai la registrazione audio....
Tornare in alto Andare in basso
Valerie



Messaggi : 4614
Data d'iscrizione : 11.09.10

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 17, 2010 3:27 pm

forza ha scritto:
Valerie, io NON hoc apito come fai la registrazione audio....

Si può fare in vari modi, ci sono anche programmi per il pc, basta avere un microfono. Io preferisco usare una chiavetta USB che fa anche da registratore e da riproduttore audio. Costa sui 40 euro. Io me la sono comprata e la tengo in borsetta. Quando ho la verifica nella classe in cui ci sono ragazzi dsa, prendo la mia chiavetta e leggo tutto il testo della verifica registrandocelo sopra. Poi trasferisco il file dalla mia chiavetta a quelle che ci sono a scuola (ne abbiamo due) e le do ai ragazzi che con le cuffiette le possono ascoltare mentre guardano sul foglio. Quest'ultimo è scritto tutto in maiuscolo con caratteri un po' più grandi e prevede gli stessi esercizi che hanno gli altri, ma con modalità di esecuzione diversa (es. scelta multipla). Se è prevista una produzione, loro me la dicono oralmente e io scrivo al loro posto. Ovviamente scrivo ciò che loro dettano senza correggere mentre scrivo. Se qualcosa non è chiaro dimmelo.
Tornare in alto Andare in basso
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: Re: dislessia, suggerimenti?   Mer Nov 17, 2010 4:49 pm

allora, esistono chiavi usb ke fanno da registratore, non lo sapevo ma qs l'ho capito ;-)

registri il testo x loro e loro lo ascoltono su ke cosa? altre chiavette usb ke fanno da registratore dotate di cuffiette? qs mi sfugge


scrivi al posto loro: a parte il fatto ke quando hai più di un dsa è una questione organizzativa (io ne ho 4 in una classe), ma poi gli altri non dsa non sentono le risposte?
Tornare in alto Andare in basso
 
dislessia, suggerimenti?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 27Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4 ... 15 ... 27  Seguente
 Argomenti simili
-
» Scelta telescopio: consigli e suggerimenti
» Chiarimenti e suggerimenti!!!
» suggerimenti,consigli per Matteo bimbo scatenato...
» Suggerimenti per endometrio un tantino pigro?
» stasera cena pugliese con amici: menù

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: