Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Mar Set 20, 2016 8:43 pm

Promemoria primo messaggio :

Ecco qua le indiscrezioni:

http://www.orizzontescuola.it/esami-di-stato-superiori-addio-al-quizzone-nuovo-esame-il-prossimo-anno-la-diatriba-sulle-commissioni-desame/

In sostanza:

Dopo che per anni hanno stragiurato che le prove Invalsi non sarebbero state messe all'esame, ecco che valgono per l'esame. Alla faccia del "servono a valutare il sistema". Invece li usano per valutare i ragazzi.

Dopo che facciamo le prove Invalsi di italiano e matematica, all'esame di stato facciamo ... le prove di italiano e di indirizzo (cioè, allo scientifico, di matematica). Wow. Nuove vette di comicità.

All'esame spazio all'alternanza scuola lavoro.

Commissione tutte interne, o forse no. Me li immagino, non ci dormono la notte per l'angoscia.

Poi quando dico che della didattica non gliene importa più a nessuno dicono che sono pessimista.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Erodoto



Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 27.07.12

MessaggioOggetto: Re: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Mer Set 21, 2016 8:33 pm

mac67 ha scritto:
Erodoto ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Ma PERCHE' è invalso l'uso giornalistico di chiamare la terza prova "quizzone"? A causa di questo vezzo linguistico, la maggior parte della gente (che non ha a che fare con la scuola da un po' di anni) è convintissima che la terza prova consista in domande a risposta multipla a crocette, mentre non è quasi mai stato così...

Era una delle tipologie, credo la più usata, in assoluto. E, almeno nella mia scuola, quella in cui gli studenti, in diversi casi, avevano i risultati peggiori.

Boh, io l'ho vista una volta sola, credo nel 2002 o 2003, poi non l'ho MAI più vista usare in nessuna scuola dove sia mai stata, né da interna né da esterna...

Io non ho mai avuto nessun riscontro relativo alla famigerata tipologia C. Semplicemente non esisteva. E dico meno male, è una boiata pazzesca. Che la si sia usata e la sia usi ancora mi fa venire la pelle d'oca.
Favorevole a una terza prova nazionale. Se l'esame è di stato deve essere identico in tutto lo stivale, non affidato alla bontà delle commissioni con il rischio di domande concordate ecc.
Certo se la risposta del ministero è... INVALSI... orrore. Di male in peggio.


mac67 ha scritto:
AndreaOdi ha scritto:

E, se non bastasse, sigilliamo ancora di più ogni singolo docente sulle proprie posizioni, perché non ci sarà più confronto con i colleghi provenienti da altre realtà. Una delle cose interessanti dell'esame di stato era, secondo me, il fatto di avere di fronte alunni di altri insegnanti. Si poteva vedere cos'hanno fatto, in che modo etc etc.

Non è solo interessante, è vitale. Se facciamo tutto tra di noi, che cosa vieta di non fare un tubo e promuovere tutti?

Te lo dovrebbe vietare la tua professionalità. E spero che siamo tanti a pensarla così. Se poi invece bari all'esame allora nulla vieta di credere che tu abbia barato pure durante gli scrutini finali degli anni precedenti, nelle verifiche intermedie, nelle valutazioni orali ecc.
Insomma se ammetti quest'ipotesi non smonti solo il valore dell'esame ma anche del percorso formativo che ha portato a esso. Quindi diciamo semmai che vogliamo esami fatti bene e con scrupolosità perché siamo convinti di aver lavorato bene nel corso degli anni. Pretendere un esame scrupoloso e sorvolare percorso formativo precedente, sia esso stato condotto a regole d'arte o improvvisato non ha alcun senso a mio avviso.

A quanto pare, le domande retoriche sono difficili da identificare (le mie, almeno).

Se ho frainteso ti chiedo scusa. Limiti della comunicazione non de visu.

Citazione :

Torno a ricordare che quando c'era la commissione tutta interna le scuole private hanno avuto un boom di diplomandi (circa 20 mila), proprio perché si sapeva che bastava pagare, poi i commissari delle private avrebbero chiusi occhi e orecchie e spento il cervello.

A voler trovare la soluzione si farebbe pure presto.
Vuoi il diploma? Frequenta pure le private.
L'esame lo fai però alla scuola pubblica.
Oppure te lo do... ma senza valore legale.
Ma dato che le private sono una lobby potente col cavolo che rinunceranno a essere trattate alla pari nel momento dell'esito finale pur avendo fatto i loro porci comodi durante tutto il percorso formativo.
E dire che si chiama esame di stato. E a rigor di logica, a casa mia, lo dovresti sostenere presso strutture statali.

comp_xt ha scritto:
Erodoto ha scritto:

Favorevole a una terza prova nazionale. Se l'esame è di stato deve essere identico in tutto lo stivale, non affidato alla bontà delle commissioni con il rischio di domande concordate ecc.

Esistono materie in cui i contenuti trattati sono solitamente gli stessi in tutte le scuole (ovviamente per indirizzi di studio identici) e altri dove certe differenze sono invece opportune e salutari.
O pensi forse che tutti gli insegnanti di italiano, latino o inglese debbano trattare esattamente gli stessi autori e far analizzare gli stessi testi?

Lo so benissimo che nella realtà non avviene. Peccato che al Ministero o non se ne sono accorti o fanno finta di non saperlo. E allora facciamola finita con la farsa dell'Esame di Stato se tale non può essere perché non è uniformato e tutti possono arrivarci per vie diverse. Volete l'Esame di Stato? Allora deve essere lo stesso dalle Alpi a Lampedusa tanto nella prima prova, che nella seconda e pure nella terza. Non è così? Allora dichiariamo una volta per tutto che il diploma NON ha valore legale. Vi sta bene?


paniscus_2.0 ha scritto:
Erodoto: ma infatti a me pare proprio che il malcostume diffuso NON SIA all'esame, che in fondo è una delle situazioni "meno peggio" in termini di falsificazioni e di aggiustamenti diffusi. Ogni santa volta che capita di discutere animatamente agli esami su qualche caso drammatico che dovrebbe essere bocciato (e che poi non viene mai bocciato, ma promosso col minimo), viene fuori la recriminazione che "questo non doveva essere ammesso agli esami". Quando invece l'evidenza è che non avrebbe proprio dovuto essere in una quinta, e che per tutti gli anni precedenti è stato mandato avanti a spintoni con aiutini immeritati e sufficienze fasulle...

Perfettamente d'accordo su questo punto!
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6118
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Mer Set 21, 2016 9:10 pm

Erodoto ha scritto:

A voler trovare la soluzione si farebbe pure presto.
Vuoi il diploma? Frequenta pure le private.
L'esame lo fai però alla scuola pubblica.
Oppure te lo do... ma senza valore legale.
Ma dato che le private sono una lobby potente col cavolo che rinunceranno a essere trattate alla pari nel momento dell'esito finale pur avendo fatto i loro porci comodi durante tutto il percorso formativo.
E dire che si chiama esame di stato. E a rigor di logica, a casa mia, lo dovresti sostenere presso strutture statali.

Ma su questo con me si sfonda una porta aperta, anzi una voragine.

Io ho SEMPRE sostenuto che in un paese civile non dovrebbe proprio esistere, la parificazione scolastica.

Massima libertà di istituire scuole private, sì, purché fossero trattate per quello che sono, cioè come aziende private a fini di lucro il cui obiettivo dichiarato è quello di attrarre, soddisfare e fidelizzare una clientela pagante. Esattamente come un centro estetico, un mobilificio o una pasticceria.

Per cui: niente riconoscimento dei titoli di studio finali senza esami esterni, niente fondi dello stato (sottratti all'istruzione pubblica), e niente equiparazione del punteggio per le graduatorie pubbliche per gli anni di lavoro nelle scuole private (in tal modo, non ci sarebbero più i casi vergognosi di insegnanti che lavorano gratis - o che addirittura pagano la tangente per poter lavorare - solo per il punteggio, perché nessuno avrebbe più interesse a prestarsi a una schifezza del genere, e quindi se la scuola privata volesse davvero assumere un insegnante, dovrebbe pagarlo regolarmente).
Tornare in alto Andare in basso
Online
mac67



Messaggi : 4689
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Mer Set 21, 2016 9:27 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
mac67 ha scritto:
Torno a ricordare che quando c'era la commissione tutta interna le scuole private hanno avuto un boom di diplomandi (circa 20 mila), proprio perché si sapeva che bastava pagare, poi i commissari delle private avrebbero chiusi occhi e orecchie e spento il cervello.

Ah, quindi tu dici che il motivo principale delle pressioni per affossare l'esame sia proprio quello?
Ossia, accontentare gli immensi interessi privati della lobby dei diplomifici, che dopo qualche anno hanno cominciato veramente a vedersela brutta, tra ispezioni, denunce, scandali, revoca della parificazione, e anche semplici fallimenti spontanei per insufficienza di iscritti?

http://www.repubblica.it/speciali/scuola/maturita/edizione2016/2016/06/15/news/maturita_2016_crollano_i_privatisti-141937637/

http://www.corriere.it/scuola/medie/15_ottobre_02/diplomifici-almeno-200-scuole-chiudere-entro-anno-abf2cc4c-6920-11e5-a7ad-17c7443382c3.shtml

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/15/esami-farsa-e-alunni-inesistenti-sequestrata-scuola-paritaria/86630/

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/12/15/news/caserta_scuole_paritarie-26666571/

No, penso che il principale motivo sia il risparmio.

Caso mai, se siamo tornati alla commissione mista dopo qualche anno di commissione tutta interna è stato proprio per l'aumento vertiginoso di diplomati alle private. Hanno capito che saltava tutto.
Tornare in alto Andare in basso
comp_xt



Messaggi : 924
Data d'iscrizione : 10.12.15

MessaggioOggetto: Re: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Gio Set 22, 2016 6:25 pm

Erodoto ha scritto:

comp_xt ha scritto:
Erodoto ha scritto:

Favorevole a una terza prova nazionale. Se l'esame è di stato deve essere identico in tutto lo stivale, non affidato alla bontà delle commissioni con il rischio di domande concordate ecc.

Esistono materie in cui i contenuti trattati sono solitamente gli stessi in tutte le scuole (ovviamente per indirizzi di studio identici) e altri dove certe differenze sono invece opportune e salutari.
O pensi forse che tutti gli insegnanti di italiano, latino o inglese debbano trattare esattamente gli stessi autori e far analizzare gli stessi testi?

Lo so benissimo che nella realtà non avviene. Peccato che al Ministero o non se ne sono accorti o fanno finta di non saperlo. E allora facciamola finita con la farsa dell'Esame di Stato se tale non può essere perché non è uniformato e tutti possono arrivarci per vie diverse. Volete l'Esame di Stato? Allora deve essere lo stesso dalle Alpi a Lampedusa tanto nella prima prova, che nella seconda e pure nella terza. Non è così? Allora dichiariamo una volta per tutto che il diploma NON ha valore legale. Vi sta bene?

Sai qual è il problema della scuola italiana?
È la diffusa ignoranza degli studenti riguardo alla quale il Miur, i dirigenti scolastici e docenti chiudono gli occhi, non certo il fatto che gli insegnanti diano un taglio personale al programma svolto (questo è semmai sintomo di ricchezza e di vivacità culturale, al contrario della standardizzazione eccessiva e maniacale che è invece indice di grettezza).
Tornare in alto Andare in basso
trilussa



Messaggi : 57
Data d'iscrizione : 28.05.14

MessaggioOggetto: Re: L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori   Ven Set 23, 2016 1:16 pm

Tutta questa discussione è inutile ormai.
Niente più bocciature alle medie e forti limitazioni alle superiori.
Chi ci va più alle scuole private?
E chi farà più nulla?
Dovremo solo sperare che non si faranno male, visto che bulletti e bulli di ogni tipo potranno ormai fare quello che vogliono, tanto sono promossi lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
 
L'ennesima riforma degli Esami di Stato delle superiori
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 2Andare alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» L'importanza degli esami pre-pma
» a proposito degli esami tiroidei
» insegnanti di sotegno commissari interni esami di stato
» Votazione a maggioranza: il ruolo del presidente
» Esami del sangue e delle urine

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: