Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Sud favorito

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
sconcertato_1



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Sud favorito   Lun Set 26, 2016 8:58 am

Promemoria primo messaggio :

http://m.tecnicadellascuola.it/item/24048-docenti-trasferiti-da-sud-a-nord-e-andata-bene-dovevano-essere-9mila-in-piu.html

Ci aspettiamo un significativo calo della dispersione scolastica nonché una preparazione media superiore degli studenti meridionali rispetto ai colleghi settentrionali.
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
sconcertato_1



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 3:39 pm

Francesca4 ha scritto:
mordekayn ha scritto:
Non serve a niente leggere quello che scrivo io o te, basta essere stati nelle scuole milanesi a inizio d'anno, come genitore o come insegnante, per rendersi conto dell'aborto che  i nostri eroi han partorito. Lo schifo è stato così evidente che persino il "Bomba" ha dovuto abbozzare delle scuse parziali.
Fatto epocale per uno della sua risma.
Dimansionamenti ^_^

Chiaro che abbiamo delle idee diverse: io reputo il piano della buona scuola MARCIO nei propositi e nella fase attuativa, oltre che pericoloso per l'impostazione di base. Una riforma fatta e pensata da ignoranti e gente in malafede non può che portare al caos, è accademico.
Lo sapevano ANCHE i Dirigenti solo che non potevano dirlo esplicitamente...erano TUTTI preoccupati per il numero abnorme di mobilitandi causa piano del Bomba. (e come non esserlo, a meno di non farsi di ganja?)
Lo sapevamo, lo sapevano ma l'han voluto fare lo stesso, a colpi di fiducia, visto che oramai tutto è necessario e urgente e il dibattito (quello vero) è quindi vietato per "legge".

Per fortuna Puglisi& Faraone NON Hanno potuto spostare al nord docenti specializzati di sostegno in maniera significativa, perchè altrimenti avremmo potuto chiudere direttamente le scuole, qui a Milano.
Lo spostamento senza criterio degli incaricati avrebbe costretto i Dirigenti Scolastici a  far lavorare i bravissimi precari specializzati di sostegno (che fortunatamente stanno passando o sul comune o sul sostegno il difficilissimo concorso con bocciature medie dell'80%, visto che per loro la sanatoria la Puglisi non l'ha prevista..ragionevolmente verranno assunti TI dall'anno 17-18) sulle assenze dei deportati, ovviamente.
Pensa che peccato non aver anche i sostegni pieni zeppi di titolari triennali by Renzi&Puglisi.
L'unico che ci han graziosamente donato, per fortuna nostra (e sua) ha ottenuto assegnazione provvisoria.

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati,  certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.

Vogliamo parlare della continua emorragia di insegnanti al nord, generata da colleghi meridionali che prendono il ruolo e alla prima occasione scappano al sud? Anche questa pratica è PERSINO legittima.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 4:12 pm

sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati,  certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.

Vogliamo parlare della continua emorragia di insegnanti al nord, generata da colleghi meridionali che  prendono il ruolo e alla prima occasione scappano al sud? Anche questa pratica è PERSINO legittima.

Non è la stessa cosa: se si ha diritto a farlo è perché si sono accumulati i punteggi relativi agli anni di servizio nella propria classe di concorso.
Non ho capito a cosa auspicheresti invece: vorresti forse inchiodare i docenti meridionali per sempre al nord lontano dalle famiglie, e farli precedere sempre dai nuovi vincitori di concorso con meno anzianità di servizio per i posti che si liberano al sud, con l'ulteriore risultato di non liberare mai posti al nord per i docenti settentrionali? Mi sembra un'ingiustizia da qualsiasi parte la si legga, però mi rendo conto che questa prospettiva sarebbe il coronamento del sogno di sadismo che abita costantemente l'animo di qualcuno.
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3885
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 8:23 pm

Io non voglio inchiodare né gli insegnanti meridionali al nord, né i docenti specializzati sul sostegno, in quanto entrambi possono richiamare istanze (persino) legittime.
Ricordo però che la mobilità provvisoria delle assegnazioni prov.li ed interprov.li, che è quella numericamente più sostanziosa (e quest'anno per ovvi motivi lo è ancora di più) non avviene considerando il punteggio degli anni di servizio, ma i punti legati al ricongiungimento.
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 8:47 pm

michetta ha scritto:
Io non voglio inchiodare né gli insegnanti meridionali al nord, né i docenti specializzati sul sostegno, in quanto entrambi possono richiamare istanze (persino) legittime.
Ricordo però che la mobilità provvisoria delle assegnazioni prov.li ed interprov.li, che è quella numericamente più sostanziosa (e quest'anno per ovvi motivi lo è ancora di più) non avviene considerando il punteggio degli anni di servizio, ma i punti legati al ricongiungimento.

Scusami mia cara, ma non vedo il nesso rispetto a quello che dicevo. Vorresti forse sostenere che chi rivendichi il legittimo diritto a stare insieme alla sua famiglia possa nuocere ad altri docenti prevalendo nel punteggio e magari superarli?
Ti ricordo sommessamente che il diritto alla famiglia è un principio di rilevanza costituzionale, si tratta di un riconoscimento di portata certamente più rilevante e generale e che gode di tutela maggiore rispetto al caso di chi abbia deciso di non essere più motivato a fare il sostegno.
Te lo dico senza rancore ma solo col proposito di farti valutare le cose nella loro giusta dimensione.
Tornare in alto Andare in basso
michetta



Messaggi : 3885
Data d'iscrizione : 17.08.11

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 8:55 pm

Francesca4 ha scritto:
michetta ha scritto:
Io non voglio inchiodare né gli insegnanti meridionali al nord, né i docenti specializzati sul sostegno, in quanto entrambi possono richiamare istanze (persino) legittime.
Ricordo però che la mobilità provvisoria delle assegnazioni prov.li ed interprov.li, che è quella numericamente più sostanziosa (e quest'anno per ovvi motivi lo è ancora di più) non avviene considerando il punteggio degli anni di servizio, ma i punti legati al ricongiungimento.

Scusami mia cara, ma non vedo il nesso rispetto a quello che dicevo. Vorresti forse sostenere che chi rivendichi il legittimo diritto a stare insieme alla sua famiglia possa nuocere ad altri docenti prevalendo nel punteggio e magari superarli? NO
Ti ricordo sommessamente che il diritto alla famiglia è un principio di rilevanza costituzionale, si tratta di un riconoscimento di portata certamente più rilevante e generale  e che gode di tutela maggiore rispetto al caso di chi abbia deciso di non essere più motivato a fare il sostegno. Che c'entra? Tu parlavi di punteggi maturati su servizio, ho precisato che la gran mole di movimenti avvengono con le AP e quindi in base ad altri criteri
Te lo dico senza rancore ma solo col proposito di farti  valutare le cose nella loro giusta dimensione.

E perché mai dovresti avere rancore? Quando posto qualcosa, rispondi sempre con un tono leggermente permaloso. O forse sono io che non riesco a farti comprendere le mie intenzioni, che in questo caso, erano solo precisazioni.
Ribadisco che, SECONDO ME, entrambe le posizioni (AP e trasf.to sostegno/comune) sono legittime. Secondo altri, no. Ma non era su questo che sono intervenuta
Tornare in alto Andare in basso
Online
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Lun Ott 03, 2016 9:19 pm

michetta ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
michetta ha scritto:
Io non voglio inchiodare né gli insegnanti meridionali al nord, né i docenti specializzati sul sostegno, in quanto entrambi possono richiamare istanze (persino) legittime.
Ricordo però che la mobilità provvisoria delle assegnazioni prov.li ed interprov.li, che è quella numericamente più sostanziosa (e quest'anno per ovvi motivi lo è ancora di più) non avviene considerando il punteggio degli anni di servizio, ma i punti legati al ricongiungimento.

Scusami mia cara, ma non vedo il nesso rispetto a quello che dicevo. Vorresti forse sostenere che chi rivendichi il legittimo diritto a stare insieme alla sua famiglia possa nuocere ad altri docenti prevalendo nel punteggio e magari superarli? NO
Ti ricordo sommessamente che il diritto alla famiglia è un principio di rilevanza costituzionale, si tratta di un riconoscimento di portata certamente più rilevante e generale  e che gode di tutela maggiore rispetto al caso di chi abbia deciso di non essere più motivato a fare il sostegno.  Che c'entra? Tu parlavi di punteggi maturati su servizio, ho precisato che la gran mole di movimenti avvengono con le AP e quindi in base ad altri criteri
Te lo dico senza rancore ma solo col proposito di farti  valutare le cose nella loro giusta dimensione.

E perché mai dovresti avere rancore? Quando posto qualcosa, rispondi sempre con un tono leggermente permaloso. O forse sono io che non riesco a farti comprendere le mie intenzioni, che in questo caso, erano solo precisazioni.
Ribadisco che, SECONDO ME, entrambe le posizioni (AP e trasf.to sostegno/comune) sono legittime. Secondo altri, no. Ma non era su questo che sono intervenuta

Bene, apprezzo il tuo chiarimento, probabilmente sono io ad essere prevenuta:-)
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Ott 04, 2016 7:11 pm

Facciamo un altro esempio concreto del bordello permanente dovuto ai geni che si divertono a devastare quello che rimane della scuola pubblica.

Ieri mi salta un docente di A033. (tecnica) per i soliti utilizzi/assegnazioni provvisorie etc..tralasciamo la logica demente di fare titolarità su ambiti triennali salvo poi concedere entro 20 giorni dall'avvio delle lezioni questi spostamenti (peraltro in massima parte POSITIVI anche per le scuole, per i noti fenomeni che ho descritto prima, in primis assenze/malattie,etc).

Quindi devo riconvocare, ovviamente.

Chi sarebbe interessato da noi (e in GI ma che magari lavora in altre scuole) a prendersi l'A033 NON lo può fare perchè NON può abbandonare un AD su sostegno medie per un AD su A033, quindi è ragionevole pensare che il posto lo prenderà uno della terza fascia.

Quindi, vai al punto mordekayn che ci stai stufando..etc,etc.

Tra qualche settimana a conclusione delle operazioni dell'USP sulle nomine da GAE che succederà?
Che le chiamate avranno data certa, quindi chi prima NON poteva cambiare da sostegno ad A033 (sua classe di concorso)  potrà farlo. E avendo più punti di quello di terza fascia, gli prenderà il posto, visto che è un suo diritto.

Conclusione?
A parte la mia personale rottura di zebedei per fare e disfare le nomine, 3 docenti in meno di un mese su uno stesso posto...anzi potrebbero diventare 4 se becco magari una doc in maternità in terza fascia.
Oppure si fa finta di niente per una decina di giorni e si vede che combinerà il provveditorato e quando finirà le nomine.

Si può andare avanti così?
Perchè me li votate sti maledetti PARAMECI?
Tra poco me la prendo pure con voi lol..
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15813
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Ott 04, 2016 7:26 pm

mordekayn quando morirai dillo a san Pietro che hai lavorato in amministrativa, vedrai che ti sconterà metà del purgatorio.
Tornare in alto Andare in basso
Online
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mar Ott 04, 2016 9:11 pm

Da un certo punto di vista è anche divertente.
Basta non cercare di dare un senso ad un qualcosa che il senso non ce l'ha.

Il massimo è stato spostare un pisquano specializzato sos primaria per tre anni quando poi i posti in Sicilia per le ap le stanno dando sui sostegni ai non specializzati.

Cazzo vien da ridere ah,ah,ah. (se di mezzo non ci fosse la scuola pubblica).
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 1:16 pm

Francesca4 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati,  certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.

Vogliamo parlare della continua emorragia di insegnanti al nord, generata da colleghi meridionali che  prendono il ruolo e alla prima occasione scappano al sud? Anche questa pratica è PERSINO legittima.

Non è la stessa cosa: se si ha diritto a farlo è perché si sono accumulati i punteggi relativi agli anni di servizio nella propria classe di concorso.
Non ho capito a cosa auspicheresti invece: vorresti forse inchiodare i docenti meridionali per sempre al nord lontano dalle famiglie, e farli precedere sempre dai nuovi vincitori di concorso con meno anzianità di servizio per i posti che si liberano al sud, con l'ulteriore risultato di non liberare mai posti al nord per i docenti settentrionali? Mi sembra un'ingiustizia da qualsiasi parte la si legga, però mi rendo conto che questa prospettiva sarebbe il coronamento del sogno di sadismo che abita costantemente l'animo di qualcuno.

Questa e bella. I docenti del nord dovrebbero anche ringraziarti? Questo dopo che ti sei presa il loro posto, salvo poi startene a casa e costringendo il collega del nord al rango di precario per occupare quel posto che tu non vuoi. Brava!

Non sono certo il tipo che vorrebbe costringere qualcuno a fare qualcosa o stare dove non vuol più stare. Ma non venirmi certo a raccontare che bisogna tollerare gente come te che dopo 1 anno (giusto giusto per superare l'anno di prova) se ne scappa e lascia in braghe di tela scuola, famigle e studenti visto che ad oggi ancora si ritrovano senza docente.

Come vedi io, più di te, sono per la libertà. Per questo motivo non comprendo perché si dovrebbe negare i legittimi desideri di chi dopo 5 anni (dico 5 anni) minimo vorrebbe provare l'esperienza.come curricolare. Chi siamo noi ler impedirgli questo. Non si è mica scritto col sangue un contratto per costringere uno a svolgere una mansione per una vita intera?
Ma per favore, tu leggi diritti solo dove ti riguardano.

Sei vittima della stessa legge che tu hai approvato e caldeggiato. Ora dovresti solo rimboccarti le maniche e svolgere le mansioni che ti vengono ricbieste invece di venire qui a lagnarti in cerca di un escamotage per startene a casa.
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 1754
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 2:04 pm

Francesca4 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati,  certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.

Vogliamo parlare della continua emorragia di insegnanti al nord, generata da colleghi meridionali che  prendono il ruolo e alla prima occasione scappano al sud? Anche questa pratica è PERSINO legittima.

Non è la stessa cosa: se si ha diritto a farlo è perché si sono accumulati i punteggi relativi agli anni di servizio nella propria classe di concorso.
Non ho capito a cosa auspicheresti invece: vorresti forse inchiodare i docenti meridionali per sempre al nord lontano dalle famiglie, e farli precedere sempre dai nuovi vincitori di concorso con meno anzianità di servizio per i posti che si liberano al sud, con l'ulteriore risultato di non liberare mai posti al nord per i docenti settentrionali? Mi sembra un'ingiustizia da qualsiasi parte la si legga, però mi rendo conto che questa prospettiva sarebbe il coronamento del sogno di sadismo che abita costantemente l'animo di qualcuno.

Così come ci sono le leggi sulla mobilità territoriale ci sono quelle sulla mobilità professionale, quindi finiamola una volta per tutte di prendercela con gli/le insegnanti di sostegno che passano su materia. Io @Francesca4 ho sia abilitaizone che specializzazione, ho due titoli, perchè non posso usarli?
Io amo il mio lavoro di insegnante di sostengo, ma ho anche l'abilitazione su materia, se un giorno volessi sfruttarla perchè dovrei sentirmi dire che ho fatto qualcosa di male per questo? Allora se non volete farmi andar via pagatemi di più, ho una qualifica in più adeguate il mio stipendio.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 2:21 pm

quindi fatemi capire: se io sono abilitata in matematica e fisica posso chiedere il passaggio da una materia all'altra, se invece sono sul sos no. e faccio presente che io sono 12 anni che faccio questo lavoro e dovrà farlo (con piacere tra le altre cose) per almeno altri tre anni escluso questo.

posso chiedere a coloro che sono contrari al passaggio dal sos alla materia, cosa ne pensano delle copiose assegnazioni provvisorie fatte a favore di docenti senza titolo? loro ne approfitterebbero per tornare a casa se potessero?

Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 2:25 pm

sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:

Bene, i toni di questo post mi piacciono di più, anche se non sapevo che il termine ganja significasse marijuana, ma l'avevo intuito, poi ho avuto conferma. Ebbene sì, non ho mai fatto esperienza di droghe di alcun tipo,  del resto non ho neanche mai fumato una ordinaria sigaretta...figuriamoci il resto! Ma bando alle sciocchezze, anche perché non ti riferivi a me,  convieni che gli effetti della mobilità erano ampiamente prevedibili e che i dati relativi alla stessa erano nella piena disponibilità di chi doveva fornire istruzioni operative, anche prima di maggio, perché, giocoforza, la stragrande maggioranza dei docenti neoimmessi avrebbe chiesto di tornare a casa, e non c'era bisogno della zingara per indovinare, come diciamo a Napoli, anche se non si chiamavano Concetta.
Allora, se nelle stanze del Ministero già sapevano, non è comprensibile il motivo per cui abbiano gettato nello scompiglio i vari U.S.R. , U.S.P. e i dirigenti scolastici, che è doveroso dirlo, quest'anno hanno pressoché rinunciato ad un periodo di ferie decente. Esiste, ed è tangibile, un problema di assenza di pianificazione, non puoi negarlo. Poi possiamo discutere sui motivi ispiratori della riforma e se fosse stato più opportuno procedere ad un piano quinquennale di immissione in ruolo che ricomprendesse anche tutti coloro che avessero già insegnato, e, con me, sfondi una porta aperta, tante volte l'ho scritto. Ma sul fatto che il sistema di reclutamento andasse riformato, secondo me, non ci piove.
Sarà per il fatto di essere venuta a conoscenza di troppi imbrogli legati allo scorrimento delle gae: punteggi fittiziamente procurati,  certificazioni farlocche  delle quali gli stessi docenti beneficiari non conoscevano nemmeno il nome, senza pensare alla mole dei ricorsi di chi si riteneva leso da una illegittimo scavalcamento ad opera dei soliti noti, gentaglia che aveva cercato di fare delle sue conoscenze personali privilegi insuperabili. E non finisce qui: penso alla continua emorragia degli insegnanti di sostegno che, alla prima occasione, scappavano  sulle materie curricolari, prassi quest'ultima persino legittima.  Poi possiamo parlare delle difficoltà legate ai concorsi, ma quella è un'altra storia, sta di fatto che ad oggi decine di migliaia di precari sono stati stabilizzati, e certamente si poteva fare ancora di più, ma almeno, sebbene addolorata per la sorte di chi sia stato escluso dal piano d'immissione in ruolo, piango con un occhio solo.

Vogliamo parlare della continua emorragia di insegnanti al nord, generata da colleghi meridionali che  prendono il ruolo e alla prima occasione scappano al sud? Anche questa pratica è PERSINO legittima.

Non è la stessa cosa: se si ha diritto a farlo è perché si sono accumulati i punteggi relativi agli anni di servizio nella propria classe di concorso.
Non ho capito a cosa auspicheresti invece: vorresti forse inchiodare i docenti meridionali per sempre al nord lontano dalle famiglie, e farli precedere sempre dai nuovi vincitori di concorso con meno anzianità di servizio per i posti che si liberano al sud, con l'ulteriore risultato di non liberare mai posti al nord per i docenti settentrionali? Mi sembra un'ingiustizia da qualsiasi parte la si legga, però mi rendo conto che questa prospettiva sarebbe il coronamento del sogno di sadismo che abita costantemente l'animo di qualcuno.

Questa e bella. I docenti del nord dovrebbero anche ringraziarti? Questo dopo che ti sei presa il loro posto, salvo poi startene a casa e costringendo il collega del nord al rango di precario per occupare quel posto che tu non vuoi. Brava!

Non sono certo il tipo che vorrebbe costringere qualcuno a fare qualcosa o stare dove non vuol più stare. Ma non venirmi certo a raccontare che bisogna tollerare gente come te che dopo 1 anno (giusto giusto per superare l'anno di prova) se ne scappa e lascia in braghe di tela scuola, famigle e studenti visto che ad oggi ancora si ritrovano senza docente.

Come vedi io, più di te, sono per la libertà. Per questo motivo non comprendo perché si dovrebbe negare i legittimi desideri di chi dopo 5 anni (dico 5 anni) minimo vorrebbe provare l'esperienza.come curricolare. Chi siamo noi ler impedirgli questo. Non si è mica scritto col sangue un contratto per costringere uno a svolgere una mansione per una vita intera?
Ma per favore, tu leggi diritti solo dove ti riguardano.

Sei vittima della stessa legge che tu hai approvato e caldeggiato. Ora dovresti solo rimboccarti le maniche e svolgere le mansioni che ti vengono ricbieste invece di venire qui a lagnarti in cerca di un escamotage per startene a casa.

Non sono mai stata alla ricerca di escamotage per restare a casa, c'erano, e ci sono purtroppo, ragioni contingenti delle quali, se permetti, non devo dare conto a te. Se vuoi proporre l'abolizione dell'istituto dell'aspettativa fai pure, ma non ti seguirò su questa strada e non mi sento neanche in colpa dato che fino ad oggi non percepirò neppure un euro per la mia volontaria astensione dal lavoro. Prima di tuonare contro certi istituti che sono il frutto di anni di conquiste di lavoratori ci penserei un po' di più.
Ad ogni modo devo darti un dispiacere, da domani non lo sarò più e prenderò servizio regolarmente, sapendo sempre di poter contare sulle garanzie di uno Stato di diritto!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 2:37 pm

carla75 ha scritto:
quindi fatemi capire: se io sono abilitata in matematica e fisica posso chiedere il passaggio da una materia all'altra, se invece sono sul sos no. e faccio presente che io sono 12 anni che faccio questo lavoro e dovrà farlo (con piacere tra le altre cose) per almeno altri tre anni escluso questo.

posso chiedere a coloro che sono contrari al passaggio dal sos alla materia, cosa ne pensano delle copiose assegnazioni provvisorie fatte a favore di docenti senza titolo? loro ne approfitterebbero per tornare a casa se potessero?


La questione va posta in altri termini, se permetti, anche, se ti dico fin da subito, per onestà intellettuale, che questa soluzione non depone certamente a favore degli studenti disabili, e solo per questo non la avrei adottata. Ma non posso arrogarmi il diritto di prendere decisioni per tutti, non ho questo potere, e ognuno fa secondo la propria coscienza, mi sento solo di consigliare a questi docenti di conseguire la specializzazione, per essere in grado di svolgere al meglio il proprio compito, ma certo non sarebbe possibile instillare una motivazione che dichiaratamente non c'è. E magari solo a me, questa situazione sembra lontana anni luce da chi consapevolmente ha usato il titolo per scavalcare nelle graduatorie i curricolari. Se poi vogliamo fare finta che il fenomeno non sia mai esistito, fate pure, ma io non parteciperò a questo gioco di falsità. Naturalmente continuo ad avere il massimo rispetto e la massima considerazione per i docenti di sostegno motivati ai quali mi sono impegnata, e mi impegnerò sempre, a dare tutta la mia collaborazione.
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 3:43 pm

Francesca4 ha scritto:


Non sono mai stata alla ricerca di escamotage per restare a casa,
Nooooooo, hai solo riempito pagine in questo forum per chiedere più posti al sud per la A019 con annesso "appello al sindaco di napoli"


Francesca4 ha scritto:


c'erano, e ci sono purtroppo, ragioni contingenti delle quali, se permetti, non devo dare conto a te. Se vuoi proporre l'abolizione dell'istituto dell'aspettativa fai pure, ma non ti seguirò su questa strada e non mi sento neanche in colpa dato che fino ad oggi non percepirò neppure un euro per la mia volontaria astensione dal lavoro. Prima di tuonare contro certi istituti che sono il frutto di anni di conquiste di lavoratori ci penserei un po' di più.


Io tuono contro chi abusa degli istituti di tutela dei lavoratori. Sono proprio questi abusi che ne costringono la revisione con inevitabili limitazioni.

Ricordati sempre che anche se tu non percepisci 1 euro, la tua pratica ha sempre un costo per lo stato (deve pagare un'altra persona che sbrighi la pratica e trovi il sostituto), per la scuola che non ha a disposizione il docente, per i colleghi.che devono adattarsi ai continui cambiamenti e soprattutto per gli studenti che non possono contare sulla continuità didattica, anche nella buona sorte di ricevere un supplebte nei tempi giusti, cosa non scontata visto la quantità industriale di docenti assenti per rientri al sud.

Francesca4 ha scritto:


Ad ogni modo devo darti un dispiacere, da domani non lo sarò più e prenderò servizio regolarmente, sapendo sempre di poter contare sulle garanzie di uno Stato di diritto!

Buon per te, anche se avevo letto altrove che avevi garantito alla scuola l'assenza almeno fino a novembre se non oltre in caso di assenza di a.p.
Forse il DS ti ha revocato l'aspettativa?
Tornare in alto Andare in basso
precario_acciaio.



Messaggi : 337
Data d'iscrizione : 26.08.16

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 3:45 pm

Francesca4 ha scritto:
carla75 ha scritto:
quindi fatemi capire: se io sono abilitata in matematica e fisica posso chiedere il passaggio da una materia all'altra, se invece sono sul sos no. e faccio presente che io sono 12 anni che faccio questo lavoro e dovrà farlo (con piacere tra le altre cose) per almeno altri tre anni escluso questo.

posso chiedere a coloro che sono contrari al passaggio dal sos alla materia, cosa ne pensano delle copiose assegnazioni provvisorie fatte a favore di docenti senza titolo? loro ne approfitterebbero per tornare a casa se potessero?


La questione va posta in altri termini, se permetti, anche, se ti dico fin da subito, per onestà intellettuale, che questa soluzione non depone certamente a favore degli studenti disabili, e solo per questo non la avrei adottata. Ma non posso arrogarmi il diritto di prendere decisioni per tutti, non ho questo potere, e ognuno fa secondo la propria coscienza, mi sento solo di consigliare a questi docenti di conseguire la specializzazione, per essere in grado di svolgere al meglio il proprio compito, ma certo non sarebbe possibile instillare una motivazione che dichiaratamente non c'è. E magari solo a me, questa situazione sembra lontana anni luce da chi consapevolmente ha usato il titolo per scavalcare nelle graduatorie i curricolari. Se poi vogliamo fare finta che il fenomeno non sia mai esistito, fate pure, ma io non parteciperò a questo gioco di falsità. Naturalmente continuo ad avere il massimo rispetto e la massima considerazione per i docenti di sostegno motivati ai quali mi sono impegnata, e mi impegnerò sempre, a dare tutta la mia collaborazione.

Ancora con questa storia? Sono scandalizzato dalla pochezza di questa polemica che si protrae da anni, priva di contenuti e assolutamente pretestuosa; il servizio sul sostegno attualmente vale 12 punti nella graduatoria di appartenenza e il lavoratore ha diritto a investire come crede la professionalità...
Tornare in alto Andare in basso
Online
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 4:01 pm

quindi francesca4 tu, potendo, non approfitteresti della ap sul sos? e se ci fossero dei corsi di riconversione, non li faresti?
Tornare in alto Andare in basso
enricat



Messaggi : 1754
Data d'iscrizione : 27.11.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 10:15 pm

Io non capisco perchè quando si parla di alunni e alunne con disabilità ci si mette di mezzo la moralità, pare che il passaggio da sos a materia sia legale ma immorale, perchè il/la disabile, che per definizione è un/a poveretto/a sempre a prescindere, verrebbe abbandonato dal cattivo insegnante.
A questo si aggiunge sempre la solita riflessione sulla vocazione che dovrebbe avere l'insegnante di sostengo.
Allora la vocazione ce l'hanno i prei e le suore, le persone con disabilità non hanno bisogno di vocazione o pietismo, ma di professionalità, l'insegnante di sostegno ha una specializzazione in più, la legge gli permette di chiedere il passaggio dopo 5 anni. Come chiedono il passaggio le maestre alle superiori, o quelli delle medie alle superiori. Però in questi ultimi due casi la moralità della scelta non viene mai messa in discussione.
IO ho preso la specializzazione perchè altrimenti non avrei lavorato con la mia abilitazione. Sono una bravissima insegnante di sostegno.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 11:11 pm

sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:


Non sono mai stata alla ricerca di escamotage per restare a casa,
Nooooooo, hai solo riempito pagine in questo forum per chiedere più posti al sud per la A019 con annesso "appello al sindaco di napoli"


Francesca4 ha scritto:


c'erano, e ci sono purtroppo, ragioni contingenti delle quali, se permetti, non devo dare conto a te. Se vuoi proporre l'abolizione dell'istituto dell'aspettativa fai pure, ma non ti seguirò su questa strada e non mi sento neanche in colpa dato che fino ad oggi non percepirò neppure un euro per la mia volontaria astensione dal lavoro. Prima di tuonare contro certi istituti che sono il frutto di anni di conquiste di lavoratori ci penserei un po' di più.


Io tuono contro chi abusa degli istituti di tutela dei lavoratori. Sono proprio questi abusi che ne costringono la revisione con inevitabili limitazioni.

Ricordati sempre che anche se tu non percepisci 1 euro, la tua pratica ha sempre un costo per lo stato (deve pagare un'altra persona che sbrighi la pratica e trovi il sostituto), per la scuola che non ha a disposizione il docente, per i colleghi.che devono adattarsi ai continui cambiamenti e soprattutto per gli studenti che non possono contare sulla continuità didattica, anche nella buona sorte di ricevere un supplebte nei tempi giusti, cosa non scontata visto la quantità industriale di docenti assenti per rientri al sud.

Francesca4 ha scritto:


Ad ogni modo devo darti un dispiacere, da domani non lo sarò più e prenderò servizio regolarmente, sapendo sempre di poter contare sulle garanzie di uno Stato di diritto!

Buon per te, anche se avevo letto altrove che avevi garantito alla scuola l'assenza almeno fino a novembre se non oltre in caso di assenza di a.p.
Forse il DS ti ha revocato l'aspettativa?

Ti rispondo perché ritengo questo post penoso in termini di comprensione del testo e penso che ad essere sconcertata dovrebbe essere la sottoscritta, ma solo se il mio interlocutore fosse davvero un docente,cosa della quale permettimi di dubitare, perciò chiariamo punto per punto:
1) L'appello era di De Magistris al governo, non mio a De Magistris, ci mancherebbe altro!
2) Non hai alcun elemento per  affermare con certezza che la mia aspettativa sia un abuso, e poi di cosa e soprattutto a danno di chi?
E' davvero pretestuoso pensare al costo di una pratica incardinata si un sacrosanto diritto.
Ti invito ad andarci piano con insinuazioni il cui contenuto potrebbe ravvisare gli estremi della calunnia.
3) Come al solito ragioni sempre a senso unico dimostrando un'atavica superficialità ed una mancanza d'immaginazione davvero senza limiti.
Allora, dimmi un po', se ho scritto che non avrei interrotto l'aspettativa se non in caso di a.p., cosa sarà mai successo se l'ho interrotta?
Perché vai a pensare all'ipotesi strampalata che la DS l'abbia revocata, e non ragioni sulla circostanza che invece avrei potuto essere utilizzata in una scuola di Napoli? Fattele queste domandine ogni tanto, non è difficile darsi una risposta!
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 11:19 pm

carla75 ha scritto:
quindi francesca4 tu, potendo, non approfitteresti della ap sul sos? e se ci fossero dei corsi di riconversione, non li faresti?

Come al solito siamo destinate a non capirci e mi dispiace, te lo dico sinceramente, perché non penso che tu sia in malafede.
Non ho avuto l'a.p. sul sos, ma se l'avessi avuta per me sarebbero state possibili solo due strade, o prendere la specializzazione o rinunciare all'assegnazione. Si tratta di una prospettiva naturale per chi consideri i ragazzi al centro della scuola, non vedo per quale motivo scatenare un'inutile polemica e poi facevo delle considerazioni personali, non intendevo imporre nulla a nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
Francesca4



Messaggi : 2979
Data d'iscrizione : 23.02.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 11:29 pm

precario_acciaio. ha scritto:
Francesca4 ha scritto:
carla75 ha scritto:
quindi fatemi capire: se io sono abilitata in matematica e fisica posso chiedere il passaggio da una materia all'altra, se invece sono sul sos no. e faccio presente che io sono 12 anni che faccio questo lavoro e dovrà farlo (con piacere tra le altre cose) per almeno altri tre anni escluso questo.

posso chiedere a coloro che sono contrari al passaggio dal sos alla materia, cosa ne pensano delle copiose assegnazioni provvisorie fatte a favore di docenti senza titolo? loro ne approfitterebbero per tornare a casa se potessero?


La questione va posta in altri termini, se permetti, anche, se ti dico fin da subito, per onestà intellettuale, che questa soluzione non depone certamente a favore degli studenti disabili, e solo per questo non la avrei adottata. Ma non posso arrogarmi il diritto di prendere decisioni per tutti, non ho questo potere, e ognuno fa secondo la propria coscienza, mi sento solo di consigliare a questi docenti di conseguire la specializzazione, per essere in grado di svolgere al meglio il proprio compito, ma certo non sarebbe possibile instillare una motivazione che dichiaratamente non c'è. E magari solo a me, questa situazione sembra lontana anni luce da chi consapevolmente ha usato il titolo per scavalcare nelle graduatorie i curricolari. Se poi vogliamo fare finta che il fenomeno non sia mai esistito, fate pure, ma io non parteciperò a questo gioco di falsità. Naturalmente continuo ad avere il massimo rispetto e la massima considerazione per i docenti di sostegno motivati ai quali mi sono impegnata, e mi impegnerò sempre, a dare tutta la mia collaborazione.



Ancora con questa storia? Sono scandalizzato dalla pochezza di questa polemica che si protrae da anni, priva di contenuti e assolutamente pretestuosa; il servizio sul sostegno attualmente vale 12 punti nella graduatoria di appartenenza e il lavoratore ha diritto a investire come crede la professionalità...

Mi stupisce il fatto che tu sia scandalizzato, e poi di cosa ? Non mi riferivo a te o a qualcuno in particolare ma mi sembra davvero pretestuoso sostenere che non ci sia stato in passato un uso strumentale del sostegno. Sinceramente a me spiace che tu contesti la realtà di un fenomeno risaputo e documentato. Ti avrei ascritto certamente tra i docenti di sostegno di cui parlo nell'ultimo parte del post, ma a questo punto non so più cosa pensare!
Tornare in alto Andare in basso
sconcertato_1



Messaggi : 396
Data d'iscrizione : 14.12.15

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Mer Ott 05, 2016 11:42 pm

Francesca4 ha scritto:
sconcertato_1 ha scritto:
Francesca4 ha scritto:


Non sono mai stata alla ricerca di escamotage per restare a casa,
Nooooooo, hai solo riempito pagine in questo forum per chiedere più posti al sud per la A019 con annesso "appello al sindaco di napoli"


Francesca4 ha scritto:


c'erano, e ci sono purtroppo, ragioni contingenti delle quali, se permetti, non devo dare conto a te. Se vuoi proporre l'abolizione dell'istituto dell'aspettativa fai pure, ma non ti seguirò su questa strada e non mi sento neanche in colpa dato che fino ad oggi non percepirò neppure un euro per la mia volontaria astensione dal lavoro. Prima di tuonare contro certi istituti che sono il frutto di anni di conquiste di lavoratori ci penserei un po' di più.


Io tuono contro chi abusa degli istituti di tutela dei lavoratori. Sono proprio questi abusi che ne costringono la revisione con inevitabili limitazioni.

Ricordati sempre che anche se tu non percepisci 1 euro, la tua pratica ha sempre un costo per lo stato (deve pagare un'altra persona che sbrighi la pratica e trovi il sostituto), per la scuola che non ha a disposizione il docente, per i colleghi.che devono adattarsi ai continui cambiamenti e soprattutto per gli studenti che non possono contare sulla continuità didattica, anche nella buona sorte di ricevere un supplebte nei tempi giusti, cosa non scontata visto la quantità industriale di docenti assenti per rientri al sud.

Francesca4 ha scritto:


Ad ogni modo devo darti un dispiacere, da domani non lo sarò più e prenderò servizio regolarmente, sapendo sempre di poter contare sulle garanzie di uno Stato di diritto!

Buon per te, anche se avevo letto altrove che avevi garantito alla scuola l'assenza almeno fino a novembre se non oltre in caso di assenza di a.p.
Forse il DS ti ha revocato l'aspettativa?

Ti rispondo perché ritengo questo post penoso in termini di comprensione del testo e penso che ad essere sconcertata dovrebbe essere la sottoscritta, ma solo se il mio interlocutore fosse davvero un docente,cosa della quale permettimi di dubitare, perciò chiariamo punto per punto:
1) L'appello era di De Magistris al governo, non mio a De Magistris, ci mancherebbe altro!
2) Non hai alcun elemento per  affermare con certezza che la mia aspettativa sia un abuso, e poi di cosa e soprattutto a danno di chi?
E' davvero pretestuoso pensare al costo di una pratica incardinata si un sacrosanto diritto.
Ti invito ad andarci piano con insinuazioni il cui contenuto potrebbe ravvisare gli estremi della calunnia.
3) Come al solito ragioni sempre a senso unico dimostrando un'atavica superficialità ed una mancanza d'immaginazione davvero senza limiti.
Allora, dimmi un po', se ho scritto che non avrei interrotto l'aspettativa se non in caso di a.p., cosa sarà mai successo se l'ho interrotta?
Perché vai a pensare all'ipotesi strampalata che la DS l'abbia revocata, e non ragioni sulla circostanza che invece avrei potuto essere utilizzata in una scuola di Napoli? Fattele queste domandine ogni tanto, non è difficile darsi una risposta!

Un appello che hai ampiamente abbracciato e fatto tuo. Non nasconderti dietro un dito, non neghiamo l'evidenza!

Non ti conosco, per fortuna, e non posso avere certezze sulla tua aspettativa. Lasciami il dubbio di una sopraggiunta indisponibilità, avvenuta guarda caso dopo il primo anno di prova svolto regolarmente a 1000 km da casa e durante le vacanze estive. È un film già visto, putroppo, tante e tante volte in passato di docenti mordi (il ruolo) e fuggi al sud dopo il primo anno. Pronti a cogliere ogni opportunità per abbandonare baracca e burattini e fuggire verso lidi più comodi. Alla faccia dei ragazzi e del buon andamento della pubblica amministrazione. Hai anche il coraggio di dire che.metti i ragazzi al centro della scuola?

Tanto per dirtene una, un mio studente ancora non ha il suo insegnante di sostegno perché il titolare (meridionale) ha fatto la tua stessa operazione. Complimenti, rappresentate il peggio che una azienda.possa ricevere per essere condotta diretta diretta verso il fallimento.

Peccato per tutti gli altri docenti meridionali che svolgono regolarmente il loro lavoro al nord e devono sentirsi additati per colpa di personaggi privi di ogni scrupolo.
Tornare in alto Andare in basso
mordekayn



Messaggi : 2619
Data d'iscrizione : 19.07.11
Età : 26

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Ott 06, 2016 2:08 am

carla75 ha scritto:
quindi fatemi capire: se io sono abilitata in matematica e fisica posso chiedere il passaggio da una materia all'altra, se invece sono sul sos no. e faccio presente che io sono 12 anni che faccio questo lavoro e dovrà farlo (con piacere tra le altre cose) per almeno altri tre anni escluso questo.

posso chiedere a coloro che sono contrari al passaggio dal sos alla materia, cosa ne pensano delle copiose assegnazioni provvisorie fatte a favore di docenti senza titolo? loro ne approfitterebbero per tornare a casa se potessero?


Infatti a mio avviso il voler vincolare gli specializzati di sostegno impedendo loro di andare sul comune non ha alcun senso. A bocce ferme (cioè con una laurea che nel caso della primaria prepara sia al posto comune che con degli esami integrativi sul sostegno)...se poi si vogliono separare le carriere bisognerebbe predisporre due percorsi di studio totalmente differenziati..è da vedere quanti ne trovano così. Prima o poi lo faranno, è una cosa a cui Faraone (l'uomo del cellulare libero e delle occupazioni formative, incidentalmente anche sottosegretario all'istruzione) tiene molto.

Sul disastro degli incaricati triennali d'ufficio (cioè i residui non individuati da nessuno, ma assegnati dagli USP sui posti vacanti e disponibili) credo di averne già parlato a sufficienza, in pratica a Milano (e anche in altre città) semplicemente è saltato il tempo pieno  in primaria nelle prime settimane di inizio attività didattica (ne ha parlato persino il Corriere della Sera), a causa del numero fuori scala di assenze, mai visto a memoria d'uomo.
Per tappare i buchi con i supplenti è stato necessario un vero e proprio superlavoro di almeno un paio di settimane intense.
Personalmente non ce l'ho tanto con queste persone, ma con chi sapendo come sarebbe finita è andato avanti come un treno senza ascoltare nessuno, prendendo anche per i fondelli chi lavora a scuola.
Sono riusciti con questa megamobilità folle a riempire gli ambiti fino all'orlo (poi tracimati anche in virtù di ulteriori immissioni in ruolo dei ricorsisti da gae) di titolari "fantasma" che alla spicciolata hanno liberato i posti (fino al 5 10 2016) con le AP, grazie alle quali su posto comune stanno lavorando i precari "storici" delle GI (1 e 2 fascia), oltre che sulle brevi/saltuarie che tendenzialmente sono appannaggio dei docenti con punteggi bassi in  coda alla seconda fascia.
Su sostegno la fortuna è non aver avuto quasi nulla dal piano "Renzi",altrimenti il disastro sarebbe stato completo e forse quasi irrimediabile.
Un conto infatti è la titlarità, altro è essere fisicamente a scuola e LAVORARE.
Due cose nella scuola italiana  non è detto che coincidano.
Avere una marea di titolari sulla "carta" è molto peggio che avere posti vacanti e disponibili.
Questo per mettere i puntini sulle I, specialmente con un Premier che a settembre straparlava di aver mandato i docenti dove servivano (ma chi glieli ha chiesti? chi li voleva? boh).
La scuola è una macchina complessa, quando un esecutivo decide di operare con il bisturi a cuore aperto, deve essere ben cosciente delle conseguenze di quello che fa.
Ora sistemassero il disastro degli intrappolati per tre anni in qualche modo, anche inventandosi posti al sud, perchè se non fanno niente i danni non saranno indifferenti.
Peraltro a naso settimana prossima parte giusto per mettere il sale nelle ferite altro rimescolamento delle carte, con la più che probabile convocazione dei docenti delle GAE primaria che si litigheranno i posti al 30 06 derivanti dalle AP e ora assegnate provvisoriamente a docenti che non è detto che verranno riconfermati.
Praticamente non esiste più una consequenzialità logica delle operazioni di nomina.
Prima partono a nominare le scuole con AD (senza ALCUNA indicazione da parte del MIUR, che anzi ha bloccato gli n14 fino al 16 settembre), poi forse l'USP nominerà sugli stessi posti cancellando quanto fatto in precedenza.
L'anormalità è diventata la norma.

Poi a latere dobbiamo anche sopportare note tragicomiche  sugli amministrativi che bene o male stanno cercando di portare avanti la baracca (se c'è decesso si può sostituire ma solo se la mancata sostituzione del deceduto comporta interruzione di pubblico servizio)
http://banner.orizzontescuola.it/nota-10073-del-14-aprile-2016-chiarimenti-supplenze-brevi-personale-ata.pdf
Aggravio di sta ceppa, che siamo rimasti in 48k in tutta Italia, con stipendi tutt'altro che "Faraonici" lol.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4282
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Ott 06, 2016 5:49 pm

Francesca4 ha scritto:
carla75 ha scritto:
quindi francesca4 tu, potendo, non approfitteresti della ap sul sos? e se ci fossero dei corsi di riconversione, non li faresti?

Come al solito siamo destinate a non capirci e mi dispiace, te lo dico sinceramente, perché non penso che tu sia in malafede.
Non ho avuto l'a.p. sul sos, ma se l'avessi avuta per me sarebbero state possibili solo due strade, o prendere la specializzazione o rinunciare all'assegnazione. Si tratta di una prospettiva naturale per chi consideri i ragazzi al centro della scuola, non vedo per quale motivo scatenare un'inutile polemica e poi facevo delle considerazioni personali, non intendevo imporre nulla a nessuno.
l'ho chiesto a te perchè, in precedenza, mi hai risposto tu.
e poi, ripensandoci, ma tu non eri quella che il sostegno mai e poi mai perchè non ti sentivi vocata?
se avessi ottenuto l'assegnazione il corso sos l'avresti tentato però.....
Tornare in alto Andare in basso
Highereducation



Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 04.10.16

MessaggioOggetto: Re: Sud favorito   Gio Ott 06, 2016 6:09 pm

Un giorno mi sa che lo elimineranno, il SOS. Titolo o no, fa lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
 
Sud favorito
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Riforme-
Andare verso: