Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 15:44

Supponiamo che in una scuola media inferiore, fino all'anno scorso, ci fosse la prassi di far uscire i ragazzi da soli, sempre e comunque, tranne in caso di modifica imprevista di orario.

Supponiamo che dopo un anno, senza che sia cambiata nessuna normativa nazionale, ma solo perché è cambiato dirigente, si cominci a pretendere la famigerata "liberatoria" dei genitori per consentire l'uscita da scuola dei ragazzi da soli. Ossia, arriva la richiesta di firmare il consenso all'uscita del figlio non accompagnato, con copia dei documenti di identità dei genitori, e con la mitica clausola del "sollevando la scuola da ogni responsabilità".

Ora, a me risulta che i casi siano due: o è davvero vietato per legge lasciar andare via da solo un minorenne (in particolare, un minore di 14 anni) non accompagnato, e allora la liberatoria non vale un fico secco e potrebbe essere impugnata in qualsiasi momento, perfino dal genitore stesso che l'ha firmata... oppure NON E' VERO che è vietato, e allora la liberatoria è perfettamente inutile, la scuola potrebbe lasciarli andare comunque, e se i genitori non vogliono che tornino a casa da soli, ci penseranno loro a venire a prenderli per scelta.

In entrambi i casi, è una presa in giro.

Il tutto, calato dall'alto di punto in bianco come una vera e propria ingiunzione, SENZA che fossero citati in nessun punto gli estremi di legge che potrebbero giustificarne la validità...

Cosa dovrebbe fare un genitore che ha qualche perplessità sulla cosa, per chiedere che vengano fornite motivazioni pèiù dettagliate?

Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 15:53

Un punto fermo:

Non si può sollevare nessuno da responsabilità di tipo penale.

Io da genitore farei lo gnorri e chiederei, con lettera protocollata, gli estremi di legge su cui si basa la richiesta della scuola, eventualmente citando anche le leggi in materia che sembrano rendere inutile la richiesta della scuola.
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 402
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 15:59

l’art. 591 del codice penale:
Abbandono di persone minori o incapaci –
Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a se stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni…
Lasciare dunque da solo per strada un minore è da considerarsi reato solo quando questo gesto costituisca “abbandono“.

questioni di responsabilità: per una prassi che riconosce al bambino al di sotto di una certa età, l’incapacità di gestirsi da solo e, quindi, la necessità di essere sempre affidato a un adulto che sia a ciò autorizzato.
un preside ha fatto così:
La scelta è stata decisa in Consiglio di istituto, in cui siedono genitori, docenti e dirigente, che ha deliberato che tutti gli studenti possano uscire da soli da scuola, a patto che i genitori siano d’accordo, motivino la ragione della scelta e firmino una sorta di liberatoria nei confronti della scuola. La scelta finisce nel regolamento d’istituto che arriva all’Ufficio scolastico regionale e territoriale. Secondo il direttore dell’Ufficio Scolastico provinciale Patrizia Graziani: “Il preside ha ragione perché la responsabilità del dirigente e dei docenti nei confronti del minore si estende anche fuori dalla sede scolastica”.
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 402
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 16:06

ma anche questo
Tante volte ci si accontenta e anzi si sollecita la produzione di una liberatoria scritta da parte dei genitori e si ritiene che questa possa esimere da responsabilità.

Ma il gesto potrebbe aggravare la situazione. Già, poiché il documento non solo potrebbe non funzionare da esimente ma addirittura potrebbe trasformarsi in un boomerang sul piano probatorio nel corso di un eventuale processo risarcitorio, rivelandosi il medesimo documento quale prova della consapevolezza in capo al docente dello stato di pericolo costante cui il minore sottoposto alla sua vigilanza viene lasciato una volta suonata l’ultima campana. I sindacati hanno ben chiaro il problema, ma non hanno mai ottenuto una soluzione (legislativa) drastica del medesimo. La Flc di Pavia, per esempio, ribadisce agli iscritti che la Cassazione Civile Sez. I, con sentenza n. 3074 del 30/3/99, pronunciandosi in merito, ha circostanziato gli ambiti di responsabilità di cui ci si occupa. La scuola – sancisce la Suprema Corte – ha il dovere di provvedere alla sorveglianza degli allievi minorenni per tutto il tempo in cui gli sono affidati, e quindi fino al subentro, “reale o potenziale”, dei genitori o di persone da questi incaricate. Ma sono proprio i termini ambigui e gli aggettivi come “potenziale” a rendere precaria l’interpretazione del quadro che descriviamo. Cosa significa, ci chiediamo, l’inciso “fino al subentro potenziale dei genitori”.
Nulla. “Pur sapendo che la giurisprudenza non riconosce liberatorie da parte dei genitori – scrive la Flc – crediamo sia necessario e utile far compilare alle famiglie le modalità di consegna e ritiro del figlio/a e che ci sia una dichiarazione che consenta quanto meno alla Scuola di fare presente di aver agito con tutti gli strumenti utili ai fini della gestione dei minori a lei affidati”. Ecco un punto importante: “Pur sapendo che la giurisprudenza non riconosce liberatorie…”. Dunque i sindacati sono ben coscienti che non esistono liberatorie capaci di esimere i docenti da responsabilità.
“La posizione assunta in merito da alcune avvocature dello Stato – sottolineano i senatori – tende però ad escludere la valenza di disposizioni interne all'istituzione scolastica dirette a richiedere ai genitori degli alunni l’autorizzazione al rientro a casa di questi da soli, ovvero non accompagnati da soggetto maggiorenne. Nel gergo in uso, tali autorizzazioni vengono definite liberatorie che si concretizzano in formule di esonero da responsabilità della amministrazione scolastica per gli eventuali danni conseguenti alla descritta situazione. Simili autorizzazioni, infatti, lungi dal costituire causa esimente la responsabilità dell'amministrazione scolastica per le lesioni eventualmente subite dall'alunno dopo l'uscita da scuola, potrebbero costituire prova della consapevolezza (lo abbiamo anticipato sopra, ndr) da parte dell'istituzione e dei suoi organi, di detta modalità di uscita da scuola degli allievi, con la conseguenza di risolversi sul piano probatorio, in sede di eventuale giudizio risarcitorio, in una implicita ammissione di omissione di vigilanza sugli alunni stessi”.
“Il discrimine tra lecito e illecito è davvero sottile. Sul piano strettamente legale, e volendo interpretare in modo letterale l'articolo 591 del Codice penale (abbandono di minore) e gli articolo 2047 e 2048 del codice civile (obbligo di vigilanza sui minori e risarcibilità dei danni da essi cagionati), il genitore, il tutore o l'insegnante di un minorenne non dovrebbero mai lasciarlo senza assistenza. In particolare il docente dovrebbe consegnare il minorenne o ad un altro docente o al genitore o a un suo delegato. Solo cosi si è sicuri di non incorrere in errore e responsabilità”. E tuttavia, l'applicazione meccanica e generalizzata di questa norma si scontra non solo con la consuetudine consolidata nelle scuole e nelle famiglie, ma anche con il diritto del minore alla graduale acquisizione della propria autonomia. “In questa situazione poco chiara – proseguono i senatori – gli insegnanti si trovano tra l'incudine e il martello: da una parte hanno l'obbligo di sorvegliare gli alunni fino al subentro di una persona maggiorenne (in caso di incidente occorso a studenti durante il ritorno a casa in autonomia, alcune sentenze della Cassazione hanno infatti condannato gli insegnanti), e dall'altra i genitori che hanno interesse a che i propri figli (indipendentemente dall'età, dalla disabilità e dalla distanza casa-scuola) possano tornare a casa da soli.Nessuno vuole prendere una decisione ferma perché, stando alla pura applicazione della legge, nemmeno gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado potrebbero tornare a casa da soli. Esiste dunque una sorta di zona grigia, un vuoto legislativo che non consente di risolvere il problema, in quanto non è specificato da nessuna parte (legge, CCNL, e così via) quando termina l'obbligo di vigilanza sugli alunni da parte dei docenti. La citata sentenza della Cassazione n. 3074 del 1999 parla di termine al subentro reale o potenziale dei genitori o di persone incaricata, ma anche questa sentenza lascia il dubbio sul termine ‘potenziale’ senza specificarne il significato”. Il problema riguarda tutte le scuole del Paese: “Ci sono scuole che nel loro regolamento accettano le liberatorie – illegittime secondo tutte le sentenze della Cassazione e i pareri di diversi uffici scolastici regionali – e scuole che, applicando alla lettera la legge, si sono ritrovate con una denuncia da parte dei genitori per sequestro di persona, come avvenuto tempo fa a Ponte San Pietro Bergamo”. Lo scopo della proposta di legge, che consiste in un unico articolo, è quello di colmare questa zona grigia modificando il Testo Unico di cui al decreto legislativo n. 297 del 1994, e in particolare l'articolo 10, comma 3, lettera a), ai sensi del quale il Consiglio di Circolo o di Istituto ha potere deliberante, tra l’altro, in materia di adozione del regolamento interno del circolo o dell'istituto che deve, fra l'altro, stabilire le modalità per il funzionamento della biblioteca e per l'uso delle attrezzature culturali, didattiche e sportive, per la vigilanza degli alunni durante l'ingresso e la permanenza nella scuola nonché durante l'uscita dalla medesima, per la partecipazione del pubblico alle sedute del consiglio”.
Ed ecco la proposta di legge: si tratta solo di aggiungere, nella norma, un inciso (“Il rispetto del regolamento interno del circolo o dell’istituto esenta i docenti da qualsiasi responsabilità civile o penale nei confronti degli studenti”) che nel rispettare l’autonomia delle singole scuole, preveda che una volta verificato che il regolamento di circolo o d'istituto è stato pienamente rispettato dagli insegnanti dell'ultima ora, questi saranno esentati a norma di legge da qualsiasi responsabilità civile e penale nei confronti degli studenti, ponendo così fine al pericoloso vuoto normativo
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 16:18

mac67 ha scritto:
Un punto fermo:

Non si può sollevare nessuno da responsabilità di tipo penale.

Io da genitore farei lo gnorri e chiederei, con lettera protocollata, gli estremi di legge su cui si basa la richiesta della scuola, eventualmente citando anche le leggi in materia che sembrano rendere inutile la richiesta della scuola.
Da genitore ? Il genitore è l'unico che non ha motivo di farlo, lui ci sguazza: la scuola gli fornisce una via per fare uscire il figlio senza che lui si debba sbattere per andarlo a prendere e qualora si verificasse il guaio, ha la possibilità di citare la scuola.

Coloro a cui brucia il culo e che si devono sbattere sono docenti e DS.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 16:27

avidodinformazioni ha scritto:
mac67 ha scritto:
Un punto fermo:

Non si può sollevare nessuno da responsabilità di tipo penale.

Io da genitore farei lo gnorri e chiederei, con lettera protocollata, gli estremi di legge su cui si basa la richiesta della scuola, eventualmente citando anche le leggi in materia che sembrano rendere inutile la richiesta della scuola.
Da genitore ? Il genitore è l'unico che non ha motivo di farlo, lui ci sguazza: la scuola gli fornisce una via per fare uscire il figlio senza che lui si debba sbattere per andarlo a prendere e qualora si verificasse il guaio, ha la possibilità di citare la scuola.

Coloro a cui brucia il culo e che si devono sbattere sono docenti e DS.

Era in risposta alla domanda iniziale:

paniscus_2.0 ha scritto:

Cosa dovrebbe fare un genitore che ha qualche perplessità sulla cosa, per chiedere che vengano fornite motivazioni pèiù dettagliate?
Tornare in alto Andare in basso
boston



Messaggi : 691
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 18:16

E un genitore che lavora e non può andare a prendere il figlio cosa fa?! Lo lascia parcheggiato in bidelleria fino alle 6pm quando esce dall'ufficio??
Tornare in alto Andare in basso
donadoni



Messaggi : 402
Data d'iscrizione : 21.04.16

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 19:47

la preside di mia figlia non lascia uscire nessuno da solo neanche in terza media, e alla discesa dal pulmino ci deve essere un maggiorenne autorizzato dalla famiglia, sennò quello del pulmino lo riporta a scuola finito il giro e il bidello chiama i carabinieri, mah....a me pare un'esagerazione!!! ma a quanto ho capito diversi anni fa l'hanno condannata a lei e al guidatore del pulmino perchè un ragazzino sceso dal pulman non è andato a casa ma ha attraversato per comprare non so che cosa ed è finito sotto un'auto!!!!! non vuole più rischiare
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 21:26

Nella mia scuola è successo esattamente quello che dice paniscus: nuovo dirigente e arrivo di autorizzazione per uscita degli alunni senza riaffido ad adulti.
Il DS sostiene che ci sollevi dalle responsabilità, nell'evidente impossibilità di pretendere la presenza di un adulto all'uscita ogni giorno alla scuola media.
Alcune cose però sono diverse: intanto non c'è la formula che solleva la scuola dalle responsabilità, poi si configura come la richiesta da parte della famiglia di concedere al minore di tornarsene a casa da solo. I genitori dichiarano
di essere a conoscenza delle disposizioni organizzative previste dalla scuola e di condividere e accettare le modalità e i criteri da questa previsti in merito alla vigilanza effettiva e potenziale sui minori; di essere consapevoli che, al di fuori dell’orario scolastico, la vigilanza ricade interamente sulla famiglia; di essere impossibilitati di garantire all’uscita da scuola la presenza di un genitore o di altro soggetto maggiorenne;
e chiedono
che l’alunno, accompagnato dall’insegnante fino all’ingresso della scuola, al termine delle lezioni sia dimesso senza riaffido ad adulti, autorizzando il minore a fare rientro da solo al domicilio eletto.
Dichiarano quindi il percorso dell'alunno per arrivare a casa, di avere valutato il grado di autonomia del ragazzino, di averlo istruito sulla strada e su come si attraversa ecc., che ha i numeri di telefono in caso di emergenza.

Segue autorizzazione del DS, salvo casi segnalati dal CdC


Ultima modifica di lucetta10 il Gio 29 Set 2016 - 21:30, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 21:27

paniscus_2.0 ha scritto:

Ora, a me risulta che i casi siano due: o è davvero vietato per legge lasciar andare via da solo un minorenne (in particolare, un minore di 14 anni) non accompagnato, e allora la liberatoria non vale un fico secco e potrebbe essere impugnata in qualsiasi momento, perfino dal genitore stesso che l'ha firmata... oppure NON E' VERO che è vietato, e allora la liberatoria è perfettamente inutile, la scuola potrebbe lasciarli andare comunque, e se i genitori non vogliono che tornino a casa da soli, ci penseranno loro a venire a prenderli per scelta.

La prima che hai detto. La liberatoria è del tutto ininfluente. Se succede qualcosa al minore non c'è liberatoria che liberi l'insegnante dalla culpa in vigilando. Attenzione però... la culpa è dell'insegnante, non della scuola. Al limite la liberatoria potrebbe essere usata da qualche azzeccagarbugli per scaricare la patata bollente sullo sfigato di turno che insegnava all'ultima ora.


paniscus_2.0 ha scritto:

Cosa dovrebbe fare un genitore che ha qualche perplessità sulla cosa, per chiedere che vengano fornite motivazioni pèiù dettagliate?

Può chiedere al DS. Il quale risponderà con un'elaboratissima supercazzola. Perché lui lo sa benissimo che la liberatoria è carta straccia e che, al massimo, quel documento può servire a lui per pararsi il deretano.

Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 21:30

Lenar ha scritto:

Può chiedere al DS. Il quale risponderà con un'elaboratissima supercazzola. Perché lui lo sa benissimo che la liberatoria è carta straccia e che, al massimo, quel documento può servire a lui per pararsi il deretano.



Beh... se gli para il deretano tanto straccia non è. Lo para o no? Questo vorrei capire
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 22:25

Ma appunto, lil mio dubbio era esattamente quello: come è possibile che la liberatoria sia carta straccia, e che CONTEMPORANEAMENTE sia valida per coprire il deretano al DS?
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Gio 29 Set 2016 - 23:32

Posso solo dirti che al mio DS dà sicurezza, per quello che vale
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 0:45

boston ha scritto:
E un genitore che lavora e non può andare a prendere il figlio cosa fa?!  Lo lascia parcheggiato in bidelleria fino alle 6pm quando esce dall'ufficio??
Non so cosa faccia se è al lavoro, ma so cosa fa se il figlio torna a casa da solo e si fa male.
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1774
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 14:30

Nella mia scuola, da molti anni, viene fatto firmare ai genitori un "Patto di Corresponsabilità" (lo chiamano proprio così).
In pratica, nessuno scarica le responsabilità sull'altro, nè la scuola nè la famiglia. Ma entrambi si prendono la responsabilità e si delegano reciprocamente la tutela dei minori.
Non so quale valore abbia in sede legale, ma l'effetto che vedo è che è possibile fare uscire i ragazzi un'ora prima o farli entrare un'ora dopo quando manca qualche docente.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15789
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 15:03

Paolo Santaniello ha scritto:
Nella mia scuola, da molti anni, viene fatto firmare ai genitori un "Patto di Corresponsabilità" (lo chiamano proprio così).
In pratica, nessuno scarica le responsabilità sull'altro, nè la scuola nè la famiglia. Ma entrambi si prendono la responsabilità e si delegano reciprocamente la tutela dei minori.
Non so quale valore abbia in sede legale, ma l'effetto che vedo è che è possibile fare uscire i ragazzi un'ora prima o farli entrare un'ora dopo quando manca qualche docente.
Tu hai un patto di corresponsabilità con tua moglie sulla cura dei vostri figli; scritto (credo) in Costituzione.

Se tua moglie si trova in centro città con tuo figlio, siete d'accordo che tu lo vai a prendere per consentire a lei di fare una commissione, tu fori una ruota, ti attardi, e lei abbandona tuo figlio dicendogli "aspetta qui che arriva papà", tuo figlio viene rapito, tu a tua moglie gli dai un bacino ?
Tornare in alto Andare in basso
Lenar



Messaggi : 1177
Data d'iscrizione : 15.07.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 15:49

paniscus_2.0 ha scritto:
Ma appunto, lil mio dubbio era esattamente quello: come è possibile che la liberatoria sia carta straccia, e che CONTEMPORANEAMENTE sia valida per coprire il deretano al DS?

Per come la vedo io ci sono due soggetti che intervengono nel garantire la tutela del minore: il docente e la scuola. Il docente è responsabile diretto, in situazione della sorveglianza e della tutela in quanto affidatario del minore. La scuola deve creare le condizioni affinché il docente possa svolgere al meglio la sua funzione di affidatario pro tempore, garantendo così i diritti del minore e della famiglia.

La liberatoria non esonera il docente dell'ultima ora dagli obblighi che a lui competono per via della situazione attuale, fattiva in cui si viene a trovare.

Tuttavia la liberatoria potrebbe sgravare la scuola da alcuni dei SUOI obblighi come, ad esempio, fare in modo che ci siano dei collaboratori scolastici a cui i docenti, terminato il proprio orario di servizio possano affidare i pargoli non fisicamente ritirati dalle famiglie o retribuire il docente che dovrebbe teoricamente fermarsi oltre il suo orario di servizio per sorvegliare un minore non ancora preso in carico dalla famiglia.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 15:54

Quindi, alla fine della fiera, la scuola come organizzazione non rischia niente comunque, e l'unico effetto della liberatoria sarebbe quello di far scaricare tutte le eventuali responsabilità sul singolo docente? E allora corcazzo che la si deve firmare, a maggior ragione...
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 15:58

E se, ad esempio, il genitore si RISCRIVESSE il testo del documento togliendo tutto quello che non gli quadra, e consegnasse quello?

Ad esempio, considerandolo solo come un atto di presa visione e non di adesione, del tipo "noi genitori X e Y dichiariamo di essere al corrente che nostro figlio tornerà a casa da solo"...

... oppure scrivendo semplicemente "autorizzo mio figlio a tornare a casa da solo" invece che "autorizzo la scuola a lasciar andare mio figlio da solo", che sono due concetti molto diversi????
Tornare in alto Andare in basso
Garamond



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 29.10.15

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 16:25

Paolo Santaniello ha scritto:
Nella mia scuola, da molti anni, viene fatto firmare ai genitori un "Patto di Corresponsabilità" (lo chiamano proprio così).
In pratica, nessuno scarica le responsabilità sull'altro, nè la scuola nè la famiglia. Ma entrambi si prendono la responsabilità e si delegano reciprocamente la tutela dei minori.
Non so quale valore abbia in sede legale, ma l'effetto che vedo è che è possibile fare uscire i ragazzi un'ora prima o farli entrare un'ora dopo quando manca qualche docente.

Il patto di corresponsabilità non è un'invenzione della tua scuola: è previsto dall'articolo 5 bis dello Statuto delle studentesse e degli studenti, D.P.R. 235/2007, e deve essere sottoscritto dai genitori e dallo studente al momento dell'iscrizione.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4694
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 16:42

A mio parere, la scuola non può scaricare la responsabilità sul docente all'uscita degli studenti.

Terminato il servizio, se il docente si accorge che i genitori di Pierino non sono venuti a prenderlo, lo segnala al personale non docente (che il servizio non l'ha terminato) e se ne va.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 17:34

Ora so dare una risposta precisa a paniscus.
Durante il Consiglio di Istituto, i genitori non hanno accettato la modifica al regolamento di istituto e quindi la liberatoria per l'uscita senza riaffido dei figli.
Per tutta risposta da lunedì nella mia scuola non sarà concessa l'uscita agli alunni senza adulti. Se nessuno viene siamo autorizzati a chiamare i carabinieri. Sarà il panico, e noi insegnanti ci troviamo vittime di una prova muscolare tra genitori (ma temo la sola rappresentanza che verrà linciata quando si saprà) e la dirigenza


Ultima modifica di lucetta10 il Sab 1 Ott 2016 - 0:11, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 19:48

lucetta10 ha scritto:
tra genitori (ma temo la sola rappresentanza che verrà linciata quando si saprà)

Perché, i rappresentanti di istituto hanno votato contro senza informare nessun altro? E nel frattempo non c'era nessuno che l'autorizzazione l'aveva già portata, senza nemmeno sapere che si votasse in consiglio di istituto?
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6138
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 19:51

Garamond ha scritto:
Il patto di corresponsabilità non è un'invenzione della tua scuola: è previsto dall'articolo 5 bis dello Statuto delle studentesse e degli studenti, D.P.R. 235/2007, e deve essere sottoscritto dai genitori e dallo studente al momento dell'iscrizione.

Quindi il patto di corresponsabilità prevede che si debbano accettare senza potersi opporre tutte le modifiche dall'alto che vengono fatte DOPO, quando il ragazzo è già iscritto, e quando il patto era stato già firmato un anno o due prima?
Tornare in alto Andare in basso
Garamond



Messaggi : 73
Data d'iscrizione : 29.10.15

MessaggioOggetto: Re: famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli   Ven 30 Set 2016 - 21:19

paniscus_2.0 ha scritto:
Quindi il patto di corresponsabilità prevede che si debbano accettare senza potersi opporre tutte le modifiche dall'alto che vengono fatte DOPO, quando il ragazzo è già iscritto, e quando il patto era stato già firmato un anno o due prima?

Non credo proprio. In ogni caso, prova a leggere quello della scuola che ti interessa.
Tornare in alto Andare in basso
 
famigerata "liberatoria" per l'uscita degli alunni da soli
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» Richiesta abilitazione - Problematiche degli Onicotecnici
» Il Dio degli Eserciti...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: