Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividi | 
 

 orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
AutoreMessaggio
alemauro



Messaggi : 87
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Mar Ott 04, 2016 9:40 pm

Promemoria primo messaggio :

Salve!
sono abilitata nella A545 tedesco ma per ora ho un incarico di sostegno fino avente diritto.

Nelle altre scuola in cui ho fatto sostegno ho sempre organizzato io il mio orario in collaborazione con i docenti curricolari delle varie materie, garantendo la mia presenza dove era maggiormente necessaria.

Quest'anno mi trovo in una scuola dove non ero mai stata prima e, a parte il caos iniziale dove seguivo 5 studenti in 5 classi diverse, ora mi sono stati affidati 2 studenti di una stessa classe e mi è stato imposto l'orario.
1 DOMANDA: L'orario dell'insegnante di sostegno a chi è affidato, secondo la normativa? L' fa l'insegnante stesso considerando le esigenze dell'alunno in relazione alle materie o viene imposto "dall'alto"?


Aggiungo che questa scuola ha anche una sede staccata in un paese a circa 10 km dal paese in cui c'è la sede e ho 4,5 ore anche in questa sede staccata. Nell'orario è previsto che io un giorno presti servizio la 2^ e la 3^ ora in una sede e la 5^ ora nell'altra.
2 DOMANDA: E' possibile questo spostamento da un plesso all'altro nella stessa mattina?

3^DOMANDA: il giorno libero viene imposto oppure un insegnante può esprimere una preferenza?

grazie a chi mi saprà rispondere
Torna in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
Stefania Biancani



Messaggi : 4106
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 1:46 pm

Ma certo! ;-)
... e se per caso lavori all'interno di un parco... in una scuola in fondo a una discesa che i ragazzini percorrono con i trolley fiancheggiando la palestra... ti lascerò un caffè pagato al bar pasticceria sotto il portico, vicino alla pizzeria!
(non so perché, ovvero lo so, ma mi sono fatta un'idea che insegni lì... nel caso, però, dammi qualche giorno perché prima di martedì sarà difficile che ci passi!)
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:09 pm

Ho posto più volte il seguente quesito e nessuno mi ha mai risposto in maniera adeguata: se l'insegnante di sostegno deve "aiutare tutta la classe", e in particolare deve farsi carico di tutti gli altri casi di bes, dsa, o altri alunni problematici non riconosciuti formalmente (cioè, si pensa che debba farsene carico DI PIU' rispetto a tutti gli altri colleghi che invece, secondo la normativa devono farsene carico anche loro)... come si giustifica il trattamento discriminatorio tra due ragazzini con bes ma senza sostegno, a seconda che abbiano in classe qualche compagno col sostegno o che non ce l'abbiano?

Cioè, mi spiego: Paolino e Pierino sono due ragazzi con gravi difficoltà di apprendimento ma senza certificazione di disabilità e quindi senza sostegno. Paolino è in seconda A dove non c'è nessun disabile certificato, Pierino invece è in seconda B dove c'è anche Giorgetto che ha il sostegno perché ha un handicap serio che non consiste solo in "difficoltà di apprendimento", ma magari è down, o autistico, o cerebroleso grave.

Come si spiega che Pierino debba avere, DI FATTO, un "diritto al sostegno" senza nessuna certificazione formale, solo perché per puro caso si è trovato in classe con un compagno messo peggio di lui, mentre Paolino no?

E soprautto: la cosa non risulta ancora più inaccettabile dal punto di vista etico, in quei casi (abbastanza frequenti) in cui il ragazzo "problematico ma senza sostegno" avrebbe a sua volta diritto al sostegno, ma non ce l'ha solo perché è stata la famiglia a rifiutare la certificazione?

Cioè, in una classe di problematici ce ne sono tre o quattro, ma uno solo ha la certificazione (perché le famiglie degli altri non la vogliono)... ma tutti gli altri usufruiscono ugualmente del sostegno perché vanno a traino dell'insegnante di sostegno del primo... sottraendo tempi e risorse all'unico che ce l'ha davvero formalizzato, e che ha avuto un calcolo delle ore personalizzato su di lui e sulle sue esigenze.
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:17 pm

Stefania ci mancherebbe, purtroppo l'intolleranza è una brutta malattia, a cui non è immune la classe docente come puoi vedere. Le uniche persone che dovrebbero tacere sono quelle persone che parlano senza cognizione di causa, che pur non conoscendo la legge se la inventano...ma quello è un altro discorso.

P.S: Anche nella mia scuola (questo è il 5 anno ormai) noi docenti SOS non veniamo sottovalutati...anzi... semplicemente facciamo il nostro dovere (che riguarda per prima cosa gli alunni con un BES, non gli altri docenti, giusto per ribadirlo). Se poi (leggendo tra le righe) qualcuno vuole istituire la figura del docente di sostegno per il docente con BES allora rivolgetevi al parlamento con una proposta di legge ad hoc. E con questo la chiudo qui.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:33 pm

Filosofo80 ha scritto:
Stefania ci mancherebbe, purtroppo l'intolleranza è una brutta malattia, a cui non è immune la classe docente come puoi vedere. Le uniche persone che dovrebbero tacere sono quelle persone che parlano senza cognizione di causa, che pur non conoscendo la legge se la inventano...ma quello è un altro discorso.

P.S:  Anche nella mia scuola (questo è il 5 anno ormai) noi docenti SOS non veniamo sottovalutati...anzi... semplicemente facciamo il nostro dovere (che riguarda per prima cosa gli alunni con un BES, non gli altri docenti, giusto per ribadirlo). Se poi (leggendo tra le righe) qualcuno vuole istituire la figura del docente di sostegno per il docente con  BES allora rivolgetevi al parlamento con una proposta di legge ad hoc. E con questo la chiudo qui.

Il docente di sostegno ha lo stesso diritto di voto, durante gli scrutini, dei colleghi curricolari. In alcuni casi il suo voto, a favore o sfavore che fosse riguardo certe questioni, è stato determinante. Non c'è nessuno che conosca la classe meglio del docente di sostegno, perché ha una visione di tutti gli alunni, e non solo quelli h, che gli altri colleghi non hanno, nemmeno quelli che ci passano più ore come per esempio chi insegna italiano o matematica (questo alle medie, perlomeno). In più durante gli esami di licenza partecipa a tutti gli orali (e non soltanto a quello in cui è presente l'alunno che segue da vicino). E piglia lo stesso stipendio degli altri, tra parentesi.
Ho capito che da quell'orecchio non ci vuoi sentire, te come altri, ma se il docente di sostegno ha queste caratteristiche è proprio perché è un titolare di classe a tutti gli effetti e quindi ne deve condividere, per forza, gioie e dolori.
Sei tu che interpreti tutto a tuo piacimento nascondendoti dietro i bisogni del tuo alunno, la realtà è che fa più comodo così, punto.
Torna in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:38 pm

Marechiaro ha scritto:
Filosofo80 ha scritto:
Stefania ci mancherebbe, purtroppo l'intolleranza è una brutta malattia, a cui non è immune la classe docente come puoi vedere. Le uniche persone che dovrebbero tacere sono quelle persone che parlano senza cognizione di causa, che pur non conoscendo la legge se la inventano...ma quello è un altro discorso.

P.S:  Anche nella mia scuola (questo è il 5 anno ormai) noi docenti SOS non veniamo sottovalutati...anzi... semplicemente facciamo il nostro dovere (che riguarda per prima cosa gli alunni con un BES, non gli altri docenti, giusto per ribadirlo). Se poi (leggendo tra le righe) qualcuno vuole istituire la figura del docente di sostegno per il docente con  BES allora rivolgetevi al parlamento con una proposta di legge ad hoc. E con questo la chiudo qui.

Il docente di sostegno ha lo stesso diritto di voto, durante gli scrutini, dei colleghi curricolari. In alcuni casi il suo voto, a favore o sfavore che fosse riguardo certe questioni, è stato determinante. Non c'è nessuno che conosca la classe meglio del docente di sostegno, perché ha una visione di tutti gli alunni, e non solo quelli h, che gli altri colleghi non hanno, nemmeno quelli che ci passano più ore come per esempio chi insegna italiano o matematica (questo alle medie, perlomeno). In più durante gli esami di licenza partecipa a tutti gli orali (e non soltanto a quello in cui è presente l'alunno che segue da vicino). E piglia lo stesso stipendio degli altri, tra parentesi.
Ho capito che da quell'orecchio non ci vuoi sentire, te come altri, ma se il docente di sostegno ha queste caratteristiche è proprio perché è un titolare di classe a tutti gli effetti e quindi ne deve condividere, per forza, gioie e dolori.
Sei tu che interpreti tutto a tuo piacimento nascondendoti dietro i bisogni del tuo alunno, la realtà è che fa più comodo così, punto.

Brava Marechiaro: lui interpreta TUTTO a suo piacimento. È proprio così e non vede la realtà per quella che in realtà è. E poi dice pure che gli altri non dovrebbero parlare. Cmq, sono contenta che l' hai notato anche tu.

Che secondo la normativa il docente di sostegno sia un docente di classe e non SOLO del ragazzo certificato lo sanno TUTTI tranne alcuni di sostegno che all' APPARENZA fanno finta di seguire la normativa ma in realtà la trasformano secondo i propri comodi.
Torna in alto Andare in basso
Stefania Biancani



Messaggi : 4106
Data d'iscrizione : 01.07.16

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:43 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ho posto più volte il seguente quesito e nessuno mi ha mai risposto in maniera adeguata: se l'insegnante di sostegno deve "aiutare tutta la classe", e in particolare deve farsi carico di tutti gli altri casi di bes, dsa, o altri alunni problematici non riconosciuti formalmente (cioè, si pensa che debba farsene carico DI PIU' rispetto a tutti gli altri colleghi che invece, secondo la normativa devono farsene carico anche loro)... come si giustifica il trattamento discriminatorio tra due ragazzini con bes ma senza sostegno, a seconda che abbiano in classe qualche compagno col sostegno o che non ce l'abbiano?

Cioè, mi spiego: Paolino e Pierino sono due ragazzi con gravi difficoltà di apprendimento ma senza certificazione di disabilità e quindi senza sostegno. Paolino è in seconda A dove non c'è nessun disabile certificato, Pierino invece è in seconda B dove c'è anche Giorgetto che ha il sostegno perché ha un handicap serio che non consiste solo in "difficoltà di apprendimento", ma magari è down, o autistico, o cerebroleso grave.

Come si spiega che Pierino debba avere, DI FATTO, un "diritto al sostegno" senza nessuna certificazione formale, solo perché per puro caso si è trovato in classe con un compagno messo peggio di lui, mentre Paolino no?

E soprautto: la cosa non risulta ancora più inaccettabile dal punto di vista etico, in quei casi (abbastanza frequenti) in cui il ragazzo "problematico ma senza sostegno" avrebbe a sua volta diritto al sostegno, ma non ce l'ha solo perché è stata la famiglia a rifiutare la certificazione?

Cioè, in una classe di problematici ce ne sono tre o quattro, ma uno solo ha la certificazione (perché le famiglie degli altri non la vogliono)... ma tutti gli altri usufruiscono ugualmente del sostegno perché vanno a traino dell'insegnante di sostegno del primo... sottraendo tempi e risorse all'unico che ce l'ha davvero formalizzato, e che ha avuto un calcolo delle ore personalizzato su di lui e sulle sue esigenze.


Buongiorno, Paniscus.
Allora, intervengo con la mia testimonianza di madre (ormai il ragazzo è grande, ho una certa esperienza alle spalle).
E' puramente casuale...
Certo, l'utilizzo del sostegno nei confronti della classe dipende dall'handicap dell'alunno certificato, ma è un caso che l'alunno con bisogni educativi speciali sia nella stessa classe. Quanto ai genitori che rifiutano di riconoscere le necessità dei figli... poveretti, l'accettazione della realtà può essere dura, ma aprire gli occhi spesso è meglio...
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 2:57 pm

meno male che c'è marechiaro con la sua lezioncina sulle caratteristiche del docente SOS... grazie mille per averci illuminato con la sua conoscenza. Tornando al tema del post, il discorso può andare bene se l'alunno avesse le stesse difficoltà cognitive in entrambe le materie, ma dato che così non è allora la priorità va data alla necessità/bisogni dell'alunno BES, non al docente. Poi se tu hai altre modalità di lavoro fai pure, voglio vedere come dirai ai genitori che non lo segui nella materia in cui il figlio ha difficoltà perché in un'altra materia c'è una docente incapace nella gestione della classe.... o ti inventerai una bella motivazione strappalacrime?
Torna in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 3:24 pm

Marechiaro ha scritto:
Non c'è nessuno che conosca la classe meglio del docente di sostegno, perché ha una visione di tutti gli alunni, e non solo quelli h, che gli altri colleghi non hanno, nemmeno quelli che ci passano più ore come per esempio chi insegna italiano o matematica (questo alle medie, perlomeno).

Adesso questa affermazione da dove esce?

Sostenere che il docente di sostegno abbia una visione della classe di pari livello e di pari dignità di quelle dei colleghi, lo capisco benissimo, e lo condivido.

Ma sostenere che ce l'abbia MIGLIORE degli altri (o addirittura che abbia una visione di TUTTI gli alunni più oggettiva di quella dei docenti curricolari, quando invece il suo compito è proprio il contrario, ossia è quello di dedicarsi in maniera particolare ad alcuni singoli alunni invece che a tutti allo stesso modo), mi pare proprio una mistificazione bella e buona... se non una forma di delirio di superiorità, privo di qualsiasi fondamento razionale.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 3:32 pm

Filosofo80 ha scritto:
meno male che c'è marechiaro con la sua lezioncina sulle caratteristiche del docente SOS... grazie mille per averci illuminato con la sua conoscenza.  Tornando al tema del post, il discorso può andare bene se l'alunno avesse le stesse difficoltà cognitive in entrambe le materie, ma dato che così non è allora la priorità va data alla necessità/bisogni dell'alunno BES, non al docente. Poi se tu hai altre modalità di lavoro fai pure, voglio vedere come dirai ai genitori che non lo segui nella materia in cui il figlio ha difficoltà perché in un'altra materia c'è una docente incapace nella gestione della classe.... o ti inventerai  una bella motivazione strappalacrime?
Se davvero lo si vuole, si può fare l'uno e l'altro.
Considerando che non abbiamo verifiche da correggere se non in casi eccezionali, mille classi da girare con annesse altrettante problematiche e tanto altro ancora, direi che possiamo compensare perfettamente assistendo alunni ed eventuali docenti in difficoltà senza togliere nulla a nessuno.
Torna in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 3:40 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
Non c'è nessuno che conosca la classe meglio del docente di sostegno, perché ha una visione di tutti gli alunni, e non solo quelli h, che gli altri colleghi non hanno, nemmeno quelli che ci passano più ore come per esempio chi insegna italiano o matematica (questo alle medie, perlomeno).

Adesso questa affermazione da dove esce?

Sostenere che il docente di sostegno abbia una visione della classe di pari livello e di pari dignità di quelle dei colleghi, lo capisco benissimo, e lo condivido.

Ma sostenere che ce l'abbia MIGLIORE degli altri (o addirittura che abbia una visione di TUTTI gli alunni più oggettiva di quella dei docenti curricolari, quando invece il suo compito è proprio il contrario, ossia è quello di dedicarsi in maniera particolare ad alcuni singoli alunni invece che a tutti allo stesso modo), mi pare proprio una mistificazione bella e buona... se non una forma di delirio di superiorità, privo di qualsiasi fondamento razionale.
Migliore nel senso di più completa, ovvio.
Comunque mi baso sulla mia personale esperienza: fino all'anno scorso insegnavo la seconda lingua e quindi avevo tutta la scuola, il che significa almeno 9 classi. Dico almeno perché mi è pure capitato di fare ore eccedenti e quindi di classi ne avevo ben undici.
Che tipo di rapporto e di visione, appunto, pensi potessi avere con le classi? Molto ma molto superficiale. Mentre vedevo invece quello che avevano con i rispettivi colleghi di sostegno. Certo, non quelli che se ne fregavano e badavano soltanto ai loro alunni, ma coloro che nei limiti del possibile davano una mano a chiunque ne avesse bisogno.
Quest'anno che sono io su sostegno osservo la stessa cosa: io li vedo in tutte le salse, conosco i loro limiti e i loro punti di forza nelle varie discipline, oltre alla diversa considerazione e al diverso atteggiamento che spesso hanno nei confronti delle diverse materie e dei relativi docenti.
Davvero lo trovi così bizzarro?
Torna in alto Andare in basso
Online
paniscus_2.0



Messaggi : 8791
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 4:04 pm

Non lo trovo bizzarro, lo trovo pretestuoso ed egocentrico, tutto qui.

Adesso sembra che il docente di sostegno sia la figura più importante, più centrale e più indispensabile di tutta la scuola e che sia TANTO PIU' IMPORTANTE quanto più si mette a fare cose diverse rispetto al suo compito primario, che è quello di aiutare l'alunno disabile e favorire l'integrazione dell'alunno disabile stesso. NON quello di supervisionare le attività generali di tutta la classe, o di ridurre l'intervento sull'alunno disabile per dedicarsi a qualcun altro, o per fare favori organizzativi ai colleghi.

Andrà a finire che dovremmo mettere per forza insegnanti di sostegno anche dove non c'è nessun disabile, altrimenti quelle classi come fanno? Vengono private di un super-insegnante-omnicomprensivo-e-supervisore, che ha la visione della classe intera sempre meglio di chiunque altro?
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 4:25 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Non lo trovo bizzarro, lo trovo pretestuoso ed egocentrico, tutto qui.

Adesso sembra che il docente di sostegno sia la figura più importante, più centrale e più indispensabile di tutta la scuola e che sia TANTO PIU' IMPORTANTE quanto più si mette a fare cose diverse rispetto al suo compito primario, che è quello di aiutare l'alunno disabile e favorire l'integrazione dell'alunno disabile stesso. NON quello di supervisionare le attività generali di tutta la classe, o di ridurre l'intervento sull'alunno disabile per dedicarsi a qualcun altro, o per fare favori organizzativi ai colleghi.

Andrà a finire che dovremmo mettere per forza insegnanti di sostegno anche dove non c'è nessun disabile, altrimenti quelle classi come fanno? Vengono private di un super-insegnante-omnicomprensivo-e-supervisore, che ha la visione della classe intera sempre meglio di chiunque altro?
E vediamo...dove avrei scritto questo? Che sia la figura più importante.
Ho scritto che, per forza di cose (per via della maggior quantità di tempo trascorso in classe rispetto agli altri docenti) l'insegnante di sostegno ha una visione più completa.
Poi mi spieghi dove starebbe l'egocentrismo. Io nasco docente di materia e non di sostegno, quella di quest'anno è stata un'esperienza del tutto casuale e che non è detto che si ripeta, ma che mi ha fatto vivere in prima persona ciò che finora avevo osservato io, da esterna, a proposito del superlavoro della maggior parte dei colleghi di sostegno che mi hanno affiancato in questi anni.
Il docente di sostegno è un enorme aiuto e un'enorme risorsa per tutte le classi e questo a prescindere dall'alunno con handicap. La tua proposta, benché tu faccia dell'ironia, sarebbe ottima, perché soprattutto in alcune discipline (quelle con meno ore alla settimana, per intenderci) il docente curricolare non riesce a fare tutto da solo -e non mi riferisco al "saper tenere la classe"- ma a badare ai bisogni di tutti, in primis di chi ne ha davvero bisogno.
Sono poi perfettamente consapevole che il mio discorso è puramente utopistico visto che non avremo mai le risorse economiche e forse nemmeno umane per dotare ogni classe di un docente "assistente"
Torna in alto Andare in basso
Online
Danessia



Messaggi : 223
Data d'iscrizione : 03.09.10

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 5:10 pm

Marechiaro ha scritto:
Danessia ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
Eh ma allora non ci si meravigli né ci si rammarichi del fatto di non essere considerati al pari degli altri docenti se lo stesso prof di sostegno non supporta anche il resto della classe, oltre i colleghi di materia...

Non conosco il vostro ambito lavorativo ma nella scuola frequentata da mia figlia, in ogni diverso grado d'istruzione, l'insegnante di sostegno è stata sempre considerata al pari degli altri docenti.
Ho parlato di "inclusione con il resto della classe", forse vi è sfuggito ; ci sono casi in cui è veramente difficile, per tanti motivi, realizzarla ma dire che prima viene l'esigenza della collega e poi i bisogni dell'alunno è una cosa che non si può sentire. E se in quella classe non ci fosse stato l'insegnante di sostegno, come avrebbe fatto la collega in difficoltà?
Perdonami, ma la scuola di tua figlia non fa testo: posso assicurarti che in molte altre scuole le cose stanno diversamente e per rendertene conto basta che ti prenda la briga di leggere qualche articolo sul web, anche su questo stesso forum. In ogni caso, comunque, nel mio intervento volevo sottolineare proprio il fatto che già spesso la considerazione di cui gode il docente di sostegno è assai scarsa, se poi ci si mette lo stesso insegnante ad autodemolire la categoria preoccupandosi esclusivamente dell'alunno h affidatogli allora buonanotte.
Posso capire che a te, genitore (molto disinformato, come tanti del resto, sulla reale funzione del docente di sostegno), possa far comodo che ci sia un insegnante tutto per tua figlia, ma ti svelo un segreto: essendo appunto contitolare della classe, ha anche altri alunni, spesso in difficoltà quanto i ragazzi certificati, che vanno seguiti ed aiutati.
Sii un po' meno egoista (e, a proposito, sì, va supportato anche il docente curricolare al bisogno) e soprattutto stai alla larga da cose che non ti competono.
Scusa se sono così diretta, ma voi genitori dovreste usarci la cortesia di starvene al vostro posto, please :-)


Io ho fatto l'esempio della scuola di mia figlia ma non sono così ingenua da pensare che tutte le scuole funzionino bene ,aggiungo che anche nel mio caso non sempre è stato tutto rose e fiori. Chiariamo le cose...io sono stata insegnante, non lo sono più perché ho fatto altro ed ora ho pìù di sessant'anni...quindi, come hai detto giustamente tu, sono una madre con una figlia con handicap.Sono d'accordo con te quando dici che i genitori non debbano intromettersi nell'aspetto didattico di un alunno, ci mancherebbe altro. Non sono d'accordo però, sull'esclusione del genitore per l'aiuto che può dare nella qualità dell'intervento dell'insegnante.Vi lamentate se il genitore è assente, vi lamentate se è presente... Quando si fa il GH allargato, non c'è forse il genitore? Quando si instaura un rapporto di collaborazione e rispetto dei ruoli tra insegnante e genitore, non giova forse al figlio? Quanta esperienza hai di sostegno? Potresti capire meglio se solo ti ponessi per un attimo dall'altra parte. Il lavoro da svolgere va preparato, esattamente come si fa con una normale lezione ai ragazzi normodotati, anzi, con più impegno perché si deve trovare il modo più adeguato per far "capire" quello che vuoi spiegare ad un ragazzo. Ci sono insegnanti preparati che lo fanno e altri, meno preparati, che non lo sanno fare. Stare fisicamente, se necessario, vicino all'alunno, ha l'unico scopo di facilitargli l'apprendimento. Tu, che sei normodotata, come capiresti meglio una ricetta un pò complicata, se te la dicessi semplicemente a voce e da lontano, oppure se te facessi fare, passo dopo passo, vicina a me?
Sai cosa penso? Che a te non piace fare l'insegnante di sostegno, che sei tu a considerarti un' insegnante serie B...
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 5:11 pm

Marechiaro ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Non lo trovo bizzarro, lo trovo pretestuoso ed egocentrico, tutto qui.

Adesso sembra che il docente di sostegno sia la figura più importante, più centrale e più indispensabile di tutta la scuola e che sia TANTO PIU' IMPORTANTE quanto più si mette a fare cose diverse rispetto al suo compito primario, che è quello di aiutare l'alunno disabile e favorire l'integrazione dell'alunno disabile stesso. NON quello di supervisionare le attività generali di tutta la classe, o di ridurre l'intervento sull'alunno disabile per dedicarsi a qualcun altro, o per fare favori organizzativi ai colleghi.

Andrà a finire che dovremmo mettere per forza insegnanti di sostegno anche dove non c'è nessun disabile, altrimenti quelle classi come fanno? Vengono private di un super-insegnante-omnicomprensivo-e-supervisore, che ha la visione della classe intera sempre meglio di chiunque altro?
E vediamo...dove avrei scritto questo? Che sia la figura più importante.
Ho scritto che, per forza di cose (per via della maggior quantità di tempo trascorso in classe rispetto agli altri docenti) l'insegnante di sostegno ha una visione più completa.

Concordo: l' Insegnante di sostegno dovrebbe avere una visione più completa considerato il fatto che dovrebbe stare in classe e nota le dinamiche che si innescano tra gli alunni e i vari docenti curricolari.
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 5:37 pm

Personalmente cerco sempre e comunque di avere un buon rapporto con la famiglia dei miei alunni, ci mancherebbe che li allontani o gli dica di starne fuori. La collaborazione scuola-famiglia è FONDAMENTALE per la riuscita del progetto didattico, e questo vale sia per i ragazzi senza BES e a maggior ragione per i ragazzi con BES.
I ragazzi con BES non sono tutti uguali, non basta stare semplicemente in classe, ogni giorno io "studio" come spiegare al mio alunno le varie materie che nemmeno io conosco (laureato in filosofia e sono in un ITIS...quindi materie come elettronica, tecn di prog, sistemi e reti, informatica, telecomunicazioni ecc ecc).. ma naturalmente non mi lamento (l'ho scelto io) e non l'ho fatto notare fino adesso (lo faccio solo perchè lo ha già detto Danessia)...magari avessi compiti di filosofia da correggere!!!!
Purtroppo molti docenti curriculari non lo capiscono (ma questo ci sta) dispiace che non lo capiscano (o forse non lo mettono in pratica) anche docenti SOS...

Comunque avevo ragione sul mio pensiero sopra: marechiaro stai semplicemente proponendo la figura del docente di sostegno per docenti con BES... comincia a raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare, secondo me qualche docente del forum ha già la penna in mano...
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:08 pm

rita 76 ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Non lo trovo bizzarro, lo trovo pretestuoso ed egocentrico, tutto qui.

Adesso sembra che il docente di sostegno sia la figura più importante, più centrale e più indispensabile di tutta la scuola e che sia TANTO PIU' IMPORTANTE quanto più si mette a fare cose diverse rispetto al suo compito primario, che è quello di aiutare l'alunno disabile e favorire l'integrazione dell'alunno disabile stesso. NON quello di supervisionare le attività generali di tutta la classe, o di ridurre l'intervento sull'alunno disabile per dedicarsi a qualcun altro, o per fare favori organizzativi ai colleghi.

Andrà a finire che dovremmo mettere per forza insegnanti di sostegno anche dove non c'è nessun disabile, altrimenti quelle classi come fanno? Vengono private di un super-insegnante-omnicomprensivo-e-supervisore, che ha la visione della classe intera sempre meglio di chiunque altro?
E vediamo...dove avrei scritto questo? Che sia la figura più importante.
Ho scritto che, per forza di cose (per via della maggior quantità di tempo trascorso in classe rispetto agli altri docenti) l'insegnante di sostegno ha una visione più completa.

Concordo: l' Insegnante di sostegno dovrebbe avere una visione più completa considerato il fatto che dovrebbe stare in classe e nota le dinamiche che si innescano tra gli alunni e i vari docenti curricolari.

Sono d'accordo con Marechiaro.
Non che sia la figura più importante (questo non lo penso e come docente di sostegno mi metto a pieno servizio di quel che fa la classe, in primo luogo a partire da quel che i curricolari preparano... semmai mi sento più "sostituibile" rispetto ai curricolari stessi).
Ma che l'insegnante di sostegno possa avere una visione più completa, invece, lo penso.
Lo scorso anno in una classe avevo 11 ore: più del doppio della collega curricolare con più ore (5). Avevo una visione più ampia - a volte troppo, 11 ore sono davvero moltissime tutte in una classe.
Quest'anno ho 9 ore e seguo 7 diverse materie (una frammentazione dovuta al fatto che nell'indirizzo alcune materie hanno una sola ora...). Non solo sono quella che sta più tempo in classe, ma vedo anche come cambiano dinamiche e atteggiamenti da docente a docente, quali metodi dei colleghi trovano maggiore risposta e quali meno... per me è una palestra preziosa, perché imparo molto di didattica, cercando di "rubare" il meglio da tutti e riuscendo a sopperire meglio alle difficoltà anche grazie al confronto e alla maggiore conoscenza.
Credo sia una posizione privilegiata, non migliore (ma ci servono le gerarchie?), ma comunque privilegiata.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:23 pm

Galadriel ha scritto:
rita 76 ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Non lo trovo bizzarro, lo trovo pretestuoso ed egocentrico, tutto qui.

Adesso sembra che il docente di sostegno sia la figura più importante, più centrale e più indispensabile di tutta la scuola e che sia TANTO PIU' IMPORTANTE quanto più si mette a fare cose diverse rispetto al suo compito primario, che è quello di aiutare l'alunno disabile e favorire l'integrazione dell'alunno disabile stesso. NON quello di supervisionare le attività generali di tutta la classe, o di ridurre l'intervento sull'alunno disabile per dedicarsi a qualcun altro, o per fare favori organizzativi ai colleghi.

Andrà a finire che dovremmo mettere per forza insegnanti di sostegno anche dove non c'è nessun disabile, altrimenti quelle classi come fanno? Vengono private di un super-insegnante-omnicomprensivo-e-supervisore, che ha la visione della classe intera sempre meglio di chiunque altro?
E vediamo...dove avrei scritto questo? Che sia la figura più importante.
Ho scritto che, per forza di cose (per via della maggior quantità di tempo trascorso in classe rispetto agli altri docenti) l'insegnante di sostegno ha una visione più completa.

Concordo: l' Insegnante di sostegno dovrebbe avere una visione più completa considerato il fatto che dovrebbe stare in classe e nota le dinamiche che si innescano tra gli alunni e i vari docenti curricolari.

Sono d'accordo con Marechiaro.
Non che sia la figura più importante (questo non lo penso e come docente di sostegno mi metto a pieno servizio di quel che fa la classe, in primo luogo a partire da quel che i curricolari preparano... semmai mi sento più "sostituibile" rispetto ai curricolari stessi).
Ma che l'insegnante di sostegno possa avere una visione più completa, invece, lo penso.
Lo scorso anno in una classe avevo 11 ore: più del doppio della collega curricolare con più ore (5). Avevo una visione più ampia - a volte troppo, 11 ore sono davvero moltissime tutte in una classe.
Quest'anno ho 9 ore e seguo 7 diverse materie (una frammentazione dovuta al fatto che nell'indirizzo alcune materie hanno una sola ora...). Non solo sono quella che sta più tempo in classe, ma vedo anche come cambiano dinamiche e atteggiamenti da docente a docente, quali metodi dei colleghi trovano maggiore risposta e quali meno... per me è una palestra preziosa, perché imparo molto di didattica, cercando di "rubare" il meglio da tutti e riuscendo a sopperire meglio alle difficoltà anche grazie al confronto e alla maggiore conoscenza.
Credo sia una posizione privilegiata, non migliore (ma ci servono le gerarchie?), ma comunque privilegiata.
Sottolineo, ancora una volta, che nemmeno io penso ci siano docenti più importanti di altri (e infatti non l'ho scritto da nessuna parte). Per il resto ovviamente mi ci ritrovo in pieno
Torna in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:26 pm

L' Insegnante di sostegno è insegnante di classe e siccome tutti fanno parte della classe (e, quindi, anche i BES), l' Insegnante di sostegno è anche insegnante dei BES.

Questa è la normativa che molti non vogliono seguire in quanto scomoda e che trasformano come, dove e quando  piace a loro. Poi, però, sono gli altri ad inventarsi le leggi... :-(((
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:31 pm

Filosofo80 ha scritto:
Comunque avevo ragione sul mio pensiero sopra: marechiaro stai semplicemente proponendo la figura del docente di sostegno per docenti con BES... comincia a raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare, secondo me qualche docente del forum ha già la penna in mano...

Cosa c' entrano le firme per la legge popolare? Ma come vengono in testa certe cose? Boh!
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:34 pm

Danessia ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
Danessia ha scritto:
Marechiaro ha scritto:
Eh ma allora non ci si meravigli né ci si rammarichi del fatto di non essere considerati al pari degli altri docenti se lo stesso prof di sostegno non supporta anche il resto della classe, oltre i colleghi di materia...

Non conosco il vostro ambito lavorativo ma nella scuola frequentata da mia figlia, in ogni diverso grado d'istruzione, l'insegnante di sostegno è stata sempre considerata al pari degli altri docenti.
Ho parlato di "inclusione con il resto della classe", forse vi è sfuggito ; ci sono casi in cui è veramente difficile, per tanti motivi, realizzarla ma dire che prima viene l'esigenza della collega e poi i bisogni dell'alunno è una cosa che non si può sentire. E se in quella classe non ci fosse stato l'insegnante di sostegno, come avrebbe fatto la collega in difficoltà?
Perdonami, ma la scuola di tua figlia non fa testo: posso assicurarti che in molte altre scuole le cose stanno diversamente e per rendertene conto basta che ti prenda la briga di leggere qualche articolo sul web, anche su questo stesso forum. In ogni caso, comunque, nel mio intervento volevo sottolineare proprio il fatto che già spesso la considerazione di cui gode il docente di sostegno è assai scarsa, se poi ci si mette lo stesso insegnante ad autodemolire la categoria preoccupandosi esclusivamente dell'alunno h affidatogli allora buonanotte.
Posso capire che a te, genitore (molto disinformato, come tanti del resto, sulla reale funzione del docente di sostegno), possa far comodo che ci sia un insegnante tutto per tua figlia, ma ti svelo un segreto: essendo appunto contitolare della classe, ha anche altri alunni, spesso in difficoltà quanto i ragazzi certificati, che vanno seguiti ed aiutati.
Sii un po' meno egoista (e, a proposito, sì, va supportato anche il docente curricolare al bisogno) e soprattutto stai alla larga da cose che non ti competono.
Scusa se sono così diretta, ma voi genitori dovreste usarci la cortesia di starvene al vostro posto, please :-)


Io ho fatto l'esempio della scuola di mia figlia ma non sono così ingenua da pensare che tutte le scuole funzionino bene ,aggiungo che anche nel mio caso non sempre è stato tutto rose e fiori. Chiariamo le cose...io sono stata insegnante, non lo sono più perché ho fatto altro ed ora ho pìù di sessant'anni...quindi, come hai detto giustamente tu, sono una madre con una figlia con handicap.Sono d'accordo con te quando dici che i genitori non debbano intromettersi nell'aspetto didattico di un alunno, ci mancherebbe altro. Non sono d'accordo però, sull'esclusione del genitore per l'aiuto che può dare nella qualità dell'intervento dell'insegnante.Vi lamentate se il genitore è assente, vi lamentate se è presente... Quando si fa il GH allargato, non c'è forse il genitore? Quando si instaura un rapporto di collaborazione e rispetto dei ruoli tra insegnante e genitore, non giova forse al figlio? Quanta esperienza hai di sostegno? Potresti capire meglio se solo ti ponessi per un attimo dall'altra parte. Il lavoro da svolgere va preparato, esattamente come si fa con una normale lezione ai ragazzi normodotati, anzi, con più impegno perché si deve trovare il modo più adeguato per far "capire" quello che vuoi spiegare ad un ragazzo. Ci sono insegnanti preparati che lo fanno e altri, meno preparati, che non lo sanno fare. Stare fisicamente, se necessario, vicino all'alunno, ha l'unico scopo di facilitargli l'apprendimento. Tu, che sei normodotata, come capiresti meglio una ricetta un pò complicata, se te la dicessi semplicemente a voce e da lontano, oppure se te facessi fare, passo dopo passo, vicina a me?
Sai cosa penso? Che a te non piace fare l'insegnante di sostegno, che sei tu a considerarti un' insegnante serie B...
Certo che se del pippone che ho fatto a proposito dell'utilità del docente di sostegno hai compreso soltanto questo a livello di comprensione non è che tu sia messa proprio benissimo...perdonami ancora una volta se sono così diretta.
Comunque, per risponderti: sì, a volte mi sento un'insegnante di serie B ed esattamente per i motivi che ho elencato, perché in molte scuole non ti viene data la giusta considerazione. Non l'ho mica negato, anzi lo vo ripetendo in tutto 'sto thread.
Qua sono intervenuta per sottolineare il fatto che se aggiungiamo la scarsa disponibilità che alcuni colleghi vogliono dare di se stessi (con il pretesto di occuparsi del loro alunno) alla suddetta scarsa considerazione allora non è nemmeno più il caso di piangersi addosso come ho letto in altri thread o forum (nessuno mi si fila perché sono su sostegno uehhhh).
Non ho parlato poi dei pregiudizi di tante famiglie, lì poi ci sarebbe da stendere un romanzo.
Torna in alto Andare in basso
Online
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:48 pm

Filosofo80 ha scritto:
Personalmente cerco sempre e comunque di avere un buon rapporto con la famiglia dei miei alunni, ci mancherebbe che li allontani o gli dica di starne fuori. La collaborazione scuola-famiglia è FONDAMENTALE per la riuscita del progetto didattico, e questo vale sia per i ragazzi senza BES e a maggior ragione per i ragazzi con BES.
I ragazzi con BES non sono tutti uguali, non basta stare semplicemente in classe, ogni giorno io "studio" come spiegare al mio alunno le varie materie che nemmeno io conosco (laureato in filosofia e sono in un ITIS...quindi materie come elettronica, tecn di prog, sistemi e reti, informatica, telecomunicazioni ecc ecc).. ma naturalmente non mi lamento (l'ho scelto io) e non l'ho fatto notare fino adesso (lo faccio solo perchè lo ha già detto Danessia)...magari avessi compiti di filosofia da correggere!!!!
Purtroppo molti docenti curriculari non lo capiscono (ma questo ci sta) dispiace che non lo capiscano (o forse non lo mettono in pratica) anche docenti SOS...

Comunque avevo ragione sul mio pensiero sopra: marechiaro stai semplicemente proponendo la figura del docente di sostegno per docenti con BES... comincia a raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare, secondo me qualche docente del forum ha già la penna in mano...
No, o meglio, non solo.
Credo che il concetto che volevo esprimere non sia arrivato del tutto a destinazione.
Il discorso è che docente curricolare e collega di sostegno dovrebbero aiutarsi e sostenersi vicendevolmente, e non essere due entità a sé stanti come purtroppo spesso capita. Vedasi il curricolare che smolla al collega gli allievi difficili per non avere grane e il sostegno che, dal canto suo, si isola dal resto della classe facendosi beatamente gli affari propri con un solo alunno.
Per dirne una: il sostegno può tranquillamente aiutare, ovviamente una tantum, anche un alunno che di solito prende dieci ma che in un determinato momento ha bisogno di aiuto, che un docente curricolare non sempre riesce ad assicurare.
Torna in alto Andare in basso
Online
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 6:51 pm

Marechiaro ha scritto:
Filosofo80 ha scritto:
Personalmente cerco sempre e comunque di avere un buon rapporto con la famiglia dei miei alunni, ci mancherebbe che li allontani o gli dica di starne fuori. La collaborazione scuola-famiglia è FONDAMENTALE per la riuscita del progetto didattico, e questo vale sia per i ragazzi senza BES e a maggior ragione per i ragazzi con BES.
I ragazzi con BES non sono tutti uguali, non basta stare semplicemente in classe, ogni giorno io "studio" come spiegare al mio alunno le varie materie che nemmeno io conosco (laureato in filosofia e sono in un ITIS...quindi materie come elettronica, tecn di prog, sistemi e reti, informatica, telecomunicazioni ecc ecc).. ma naturalmente non mi lamento (l'ho scelto io) e non l'ho fatto notare fino adesso (lo faccio solo perchè lo ha già detto Danessia)...magari avessi compiti di filosofia da correggere!!!!
Purtroppo molti docenti curriculari non lo capiscono (ma questo ci sta) dispiace che non lo capiscano (o forse non lo mettono in pratica) anche docenti SOS...

Comunque avevo ragione sul mio pensiero sopra: marechiaro stai semplicemente proponendo la figura del docente di sostegno per docenti con BES... comincia a raccogliere le firme per una legge di iniziativa popolare, secondo me qualche docente del forum ha già la penna in mano...
No, o meglio, non solo.
Credo che il concetto che volevo esprimere non sia arrivato del tutto a destinazione.
Il discorso è che docente curricolare e collega di sostegno dovrebbero aiutarsi e sostenersi vicendevolmente, e non essere due entità a sé stanti come purtroppo spesso capita. Vedasi il curricolare che smolla al collega gli allievi difficili per non avere grane e il sostegno che, dal canto suo, si isola dal resto della classe facendosi beatamente gli affari propri con un solo alunno.
Per dirne una: il sostegno può tranquillamente aiutare, ovviamente una tantum, anche un alunno che di solito prende dieci ma che in un determinato momento ha bisogno di aiuto, che un docente curricolare non sempre riesce ad assicurare.

Lo puoi dire quante volte vuoi ma lui è convinto che sia giusto quello che sostiene lui e non c'è verso di fargli capire che non è così. Neanche una normativa SCRITTA, ESPLICITA e CHIARA (che il docente di sostegno è docente di classe) gli farà mai cambiare idea
Torna in alto Andare in basso
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 7:05 pm

[b]"facendosi beatamente gli affari propri con un solo alunno."[/b]!?
Ma sicuro che sei docente SOS? Se stai in classe mi spieghi come fai a farti beatamente gli affari propri? Qui mancano proprio le basi... se il prof di SOS è in classe per prima cosa deve riuscire a far capire la lezione al suo alunno (con schemi, mappe concettuali, riassunti e quant'altro), dopodichè è normale che se si trova in quella classe deve comunque dare una mano anche agli altri alunni in difficoltà (per esempio i miei schemi di storia, in accordo col docente curriculare li dò anche ai DSA).

O dici che ci sono docenti che mentre l'alunno è in classe vanno al bar?

Vedi che sei tu la prima a sminuire la figura del docente SOS con tutta una serie di banali pregiudizi e luoghi comuni? "Tanto i docenti SOS mica hanno compiti da correggere!" "Tanto i docenti SOS si fanno beatamente gli affari propri con un solo alunno!!!"

Se qualcuno fa questo non ti autorizza a pensare così di tutti i docenti SOS.

Che poi il docente SOS e curriculare debbano collaborare per il bene dell'alunno mi sembra lapalissiano, quello che ci divide è il fatto che per te è prioritario il docente BES (a questo punto possiamo dirlo) per me invece è prioritario l'alunno, e solo dopo la classe e il docente BES.
Torna in alto Andare in basso
Marechiaro



Messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 22.09.15

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 7:14 pm

Filosofo80 ha scritto:
"facendosi beatamente gli affari propri con un solo alunno."!?
Ma sicuro che sei docente SOS? Se stai in classe mi spieghi come fai a farti beatamente gli affari propri? Qui mancano proprio le basi... se il prof di SOS è in classe per prima cosa deve riuscire a far capire la lezione al suo alunno (con schemi, mappe concettuali, riassunti e quant'altro), dopodichè è normale che se si trova in quella classe deve comunque dare una mano anche agli altri alunni in difficoltà (per esempio i miei schemi di storia, in accordo col docente curriculare li dò anche ai DSA).

O dici che ci sono docenti che mentre l'alunno è in classe vanno al bar?

Vedi che sei tu la prima a sminuire la figura del docente SOS con tutta una serie di banali pregiudizi e luoghi comuni? "Tanto i docenti SOS mica hanno compiti da correggere!" "Tanto i docenti SOS si fanno beatamente gli affari propri con un solo alunno!!!"

Se qualcuno fa questo non ti autorizza a pensare così di tutti i docenti SOS.

Che poi il docente SOS e curriculare debbano collaborare per il bene dell'alunno mi sembra lapalissiano, quello che ci divide è il fatto che per te è prioritario il docente BES (a questo punto possiamo dirlo) per me invece è prioritario l'alunno, e solo dopo la classe e il docente BES.
No, dai...ci rinuncio, anche se mi urta leggere che io avrei sminuito la figura del SOS quando da diversi post non ho fatto altro che dire l'esatto contrario. Se non mi fossi ampiamente stancata di ripetere le stesse cose ti chiederei di contestarmi il fatto che i docenti sos correggano le verifiche (lo fanno i curricolari da che mondo è mondo, a parte casi eccezionali e con questo non ho sicuramente detto che il sostegno si gratti, tutt'altro) ma siccome la condizione viene a mancare lascio perdere in partenza.
Adieu
Torna in alto Andare in basso
Online
Filosofo80

avatar

Messaggi : 1154
Data d'iscrizione : 11.02.13
Località : TRINACRIA

MessaggioTitolo: Re: orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?   Sab Feb 18, 2017 7:26 pm

Anche se i docenti SOS non correggono verifiche hanno ben altro da fare (io per esempio i pomeriggi preparo schemi, mappe e STUDIO per conto mio materie TOTALMENTE ESTRANEE al mio percorso di studio(elettronica, telecomunicazioni, sistemi e reti, informatica ecc ecc)... QUESTO VOLEVO DIRE... (Bastava leggere il mio post sopra).

Comunque hai ragione, è inutile, siamo troppo distanti... resta alla tua idea e proponila come iniziativa popolare, a quel punto ne riparleremo.

P.S: toglimi solo una curiosità: sei abilitata SOS? E' il tuo primo anno sul SOS?

Saluti
Torna in alto Andare in basso
 
orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?
Torna in alto 
Pagina 3 di 6Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente
 Argomenti simili
-
» orario di sostegno: viene imposto? chi lo decide?
» Punteggio aggiuntivo sostegno:viene calcolato?
» Completamento orario e sostegno
» Esiste una normativa sull'orario del docente di sostegno?
» PUOI CERCARE DI PREVENIRE ... MA POI E' LA VITA CHE DECIDE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Sostegno-
Vai verso: