Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 pdp per alunni bes

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
AutoreMessaggio
forza
Moderatore
Moderatore


Messaggi : 5295
Data d'iscrizione : 28.09.09

MessaggioOggetto: pdp per alunni bes   Ven Ott 14, 2016 7:11 pm

Promemoria primo messaggio :

escludiamo i dsa per cui il pdp è obbligatorio, per i bes lo è o è a discrezione del consiglio? dipende dal fatto che abbiano una relazione dell'asl o della scuola dell'ordine precedente?
Tornare in alto Andare in basso

AutoreMessaggio
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 2:49 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Questo luogo comune secondo cui quello bravo può essere benissimo abbandonato a se stesso perché tanto "è già bravo" e "sarebbe bravo comunque" lo trovo veramente intollerabile.

Vero. Tutti hanno bisogno di aiuto.

Invece abbandonare chi è meno bravo per star dietro alle esigenze dei dirigenti di domani è tollerabile?
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 2:57 pm

ushikawa ha scritto:

I contenuti del PDP sono di esclusiva competenza del consiglio di classe: per logica e per norma i medici non possono indicare le misure compensative o dispensative, perché non è quello il loro mestiere.

Sulle misure didattiche da adottare i medici non hanno competenza, mentre possono proporre comportamenti e atteggiamenti utili per aiutare il ragazzo a superare il periodo difficile e di queste proposte gli insegnanti dovrebbero tenerne conto.
Tornare in alto Andare in basso
paniscus_2.0



Messaggi : 6188
Data d'iscrizione : 21.02.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 3:15 pm

retrocomputer ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Questo luogo comune secondo cui quello bravo può essere benissimo abbandonato a se stesso perché tanto "è già bravo" e "sarebbe bravo comunque" lo trovo veramente intollerabile.

Vero. Tutti hanno bisogno di aiuto.

Invece abbandonare chi è meno bravo per star dietro alle esigenze dei dirigenti di domani è tollerabile?

Io NON HO AFFATTO detto che i "bravi" debbano essere per forza i dirigenti di domani. Forse l'ha lasciato intendere qualcun altro, ma io sicuramente no, e non la penso affatto così. Io penso che se uno studente particolarmente bravo dovesse avere il pallino personale per un certo campo di eccellenza, ANCHE se questo non ha niente a che fare con le carriere nelle aziende o con le professioni lucrose che danno accesso alla cosiddetta "classe dirigente", deve avere il diritto di essere riconosciuto nella sua eccellenza e di essere aiutato a svilupparla davvero, indipendentemente dala sua utilità pratica o dalla sua popolarità commerciale.
Tornare in alto Andare in basso
Online
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 3:22 pm

Non è quello che ti ho chiesto. Riformulo. Volevo sapere se ritieni tollerabile trascurare quelli meno bravi e quelli meno volenterosi per consentire ai migliori di non annoiarsi e di migliorare.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 3:34 pm

certo che no, ma io personalmente non ritengo tollerabile nemmeno il contrario. forse anche di più. e vedrai che se questo e' l'andazzo pian piano si formeranno classi differenziate.
ora, in soldoni mi spieghi come fa un docente di matematica che ha tre ore alla settimana a rinforzare i ragazzi in difficoltà senza ritardare il programma? se ho metà classe certificata (e' il caso della classe in cui sto quest'anno) io docente devo per forza fermarmi ogni due per tre per riformulare i concetti, dimezzando la programmazione. e' giusto secondo te? ecco a cosa servivano i docenti di sostegno. in molti l'hanno capito solo ora.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 3:47 pm

retrocomputer ha scritto:
ushikawa ha scritto:

I contenuti del PDP sono di esclusiva competenza del consiglio di classe: per logica e per norma i medici non possono indicare le misure compensative o dispensative, perché non è quello il loro mestiere.

Sulle misure didattiche da adottare i medici non hanno competenza, mentre possono proporre comportamenti e atteggiamenti utili per aiutare il ragazzo a superare il periodo difficile e di queste proposte gli insegnanti dovrebbero tenerne conto.

peccato che di solito invece di dare suggerimenti del tipo "non alzare mai la voce", che attengono alla psicologia, propongono altre cose del tipo "consentire utilizzo calcolatrice", che invece attengono alla didattica
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 3:53 pm

ushikawa ha scritto:

peccato che di solito invece di dare suggerimenti del tipo "non alzare mai la voce", che attengono alla psicologia, propongono altre cose del tipo "consentire utilizzo calcolatrice", che invece attengono alla didattica

Le invasioni di campo succedono da tutte le parti... Tipo quando gli insegnanti mettono in dubbio le diagnosi... Basta ignorarle (le invasioni di campo, non le diagnosi), del resto non vuoi mica denunciare un medico che ha consigliato la calcolatrice? :-)
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:03 pm

retrocomputer ha scritto:
ushikawa ha scritto:

peccato che di solito invece di dare suggerimenti del tipo "non alzare mai la voce", che attengono alla psicologia, propongono altre cose del tipo "consentire utilizzo calcolatrice", che invece attengono alla didattica

Le invasioni di campo succedono da tutte le parti... Tipo quando gli insegnanti mettono in dubbio le diagnosi... Basta ignorarle (le invasioni di campo, non le diagnosi), del resto non vuoi mica denunciare un medico che ha consigliato la calcolatrice? :-)
no no, perche' ignorarle?
scherzi. io invece la prima cosa che faccio e' proprio seguire quello che ha detto il medico. e' lì che ci salviamo, mica facendo il bene dei ragazzi e della società! mi guardo bene da prendermi ricorsi!
Tornare in alto Andare in basso
retrocomputer



Messaggi : 507
Data d'iscrizione : 12.07.14

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:29 pm

Rispondevo a ushikawa che ne sembrava infastidito. Nemmeno io le ignoro, anzi, le prendo come preziosi spunti, ma non sono vincolanti.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:34 pm

retrocomputer ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Questo luogo comune secondo cui quello bravo può essere benissimo abbandonato a se stesso perché tanto "è già bravo" e "sarebbe bravo comunque" lo trovo veramente intollerabile.

Vero. Tutti hanno bisogno di aiuto.

Invece abbandonare chi è meno bravo per star dietro alle esigenze dei dirigenti di domani è tollerabile?
Non ho detto abbandonare ho detto non modificare la didattica.

Allo scarso si presta qualche cura aggiuntiva, nulla più.

Il lavoro di gruppo consente al più scarso di apprendere dal più bravo, ma rallenta il più bravo perchè gli fa sprecare tempo col più scarso; dovrei passare al lavoro di gruppo perchè più inclusivo ? Giammai !

Faccio un sito internet dove deposito materiali che tutti (soprattutto gli scarsi) possono recuperare; in quei materiali metto esercizi svolti che i più scarsi, se volenterosi, possono guardare.

Non è inclusione, sono lezioni private gratuite, e questo lo faccio.

Ieri all'uscita la più scarsa della classe mi ha chiesto se potevo fermarmi per rispiegargli passo passo dove aveva sbagliato (verifica); mi sono fermato solo per lei; rifare tutto passo passo per tutta la classe, rinunciando ad andare avanti giammai !


Ultima modifica di avidodinformazioni il Dom Ott 16, 2016 4:37 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:37 pm

retrocomputer ha scritto:
Rispondevo a ushikawa che ne sembrava infastidito. Nemmeno io le ignoro, anzi, le prendo come preziosi spunti, ma non sono vincolanti.
non sono vincolanti? leggiti un paio di sentenze. Ora, se uno specialista pensa di risolvere problemi di ansia e di iperattività con la calcolatrice a me viene quasi quasi da ridere. ma del resto se la nego e dico alla famiglia che il problema va gestito fuori, ammesso che la diagnosi sia vera, e poi il ragazzo va male a scuola e si becca i due, il giudice mi dirà che non gli abbiamo fatto usare la calcolatrice e il ragazzo si e' depresso ancora di più. quindi io prendo per oro colato quello che vuole la famiglia e gli psicologi. garantisco il successo formativo, ma poi devono dimostrare che che gli obiettivi minimi li raggiungono . cosa che ovviamente non avviene poiche' non e' la calcolatrice o l'interrogazione dal posto, sul foglietto che elimina lo stato d'ansia dell'allievo. ma io non faccio il medico
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:40 pm

retrocomputer ha scritto:
Non è quello che ti ho chiesto. Riformulo. Volevo sapere se ritieni tollerabile trascurare quelli meno bravi e quelli meno volenterosi per consentire ai migliori di non annoiarsi e di migliorare.
sì, le bocciature servono a quello, chi rimane indietro rifà l'anno, gli altri vanno avanti; l'alternativa e "bocciare tutti" ovvero costringere tutti a rifare le stesse cose due o più volte perchè questa è la necessità del più scarso.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:48 pm

carla75 ha scritto:
retrocomputer ha scritto:
Rispondevo a ushikawa che ne sembrava infastidito. Nemmeno io le ignoro, anzi, le prendo come preziosi spunti, ma non sono vincolanti.
non sono vincolanti? leggiti un paio di sentenze. Ora, se uno specialista pensa di risolvere problemi di ansia e di iperattività con la calcolatrice a me viene quasi quasi da ridere. ma del resto se la nego e dico alla famiglia che il problema va gestito fuori, ammesso che la diagnosi sia vera, e poi il ragazzo va male a scuola e si becca i due, il giudice mi dirà che non gli abbiamo fatto usare la calcolatrice e il ragazzo si e' depresso ancora di più. quindi io prendo per oro colato quello che vuole la famiglia e gli psicologi. garantisco il successo formativo, ma poi devono dimostrare che che gli obiettivi minimi li raggiungono . cosa che ovviamente non avviene poiche' non e' la calcolatrice o l'interrogazione dal posto, sul foglietto che elimina lo stato d'ansia dell'allievo. ma io non faccio il medico
E' sempre il solito discorso, per chi lavoriamo ?

1) per i ragazzi ?
2) per le famiglie ?
3) per la nazione ?
4) per il MIUR ?
5) per noi stessi ?

Non mi si dica "per tutti", è una cretinata e solo un cretino la può dire; le richieste sono contrastanti e bisogna scegliere a chi dare priorità.

Il MIUR è espressione della politica, nell'accezione peggiore che si dà a questa parola e per me vale meno di una merda, perchè la merda può concimare ed il MIUR no, quindi quel che ordina il MIUR quando posso lo interpreto, prima di tutto nel rispetto della mia sicurezza, poi nell'interesse della nazione, poi nell'interesse dei ragazzi più volenterosi ed in ultimo nell'interesse delle famiglie.
Tornare in alto Andare in basso
mac67



Messaggi : 4699
Data d'iscrizione : 09.04.12
Località : Pianeta Terra

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:49 pm

avidodinformazioni ha scritto:
retrocomputer ha scritto:
paniscus_2.0 ha scritto:
Questo luogo comune secondo cui quello bravo può essere benissimo abbandonato a se stesso perché tanto "è già bravo" e "sarebbe bravo comunque" lo trovo veramente intollerabile.

Vero. Tutti hanno bisogno di aiuto.

Invece abbandonare chi è meno bravo per star dietro alle esigenze dei dirigenti di domani è tollerabile?
Non ho detto abbandonare ho detto non modificare la didattica.

Allo scarso si presta qualche cura aggiuntiva, nulla più.

Il lavoro di gruppo consente al più scarso di apprendere dal più bravo, ma rallenta il più bravo perchè gli fa sprecare tempo col più scarso; dovrei passare al lavoro di gruppo perchè più inclusivo ? Giammai !

Secondo me sbagli. Se ogni tanto (diciamo 10 giorni prima di ogni compito) li metti a lavorare in piccoli gruppi ben assortiti, con almeno uno "bravo" in grado di spiegare le cose agli altri, vedrai che qualcosa resta. Quando al più "bravo" fai spiegare le cose a quelli che non hanno capito, non se ne avvantaggiano solo gli "scarsi": sai già che avere capito una cosa e saperla spiegare non sono la stessa cosa. Mettili insieme, e il "bravo" imparerà a spiegare le cose in modo chiaro, lo "scarso" ne capirà qualcosa in più.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:51 pm

Carla75, non so a quali sentenze tu stia facendo riferimento, ma non vorrei che tu inconsapevolmente alimentassi leggende metropolitane o posizioni del tipo "è così perché si fa così".

Il problema che potrebbe giustificare non il ricorso, ma la sentenza sfavorevole alla scuola, sarebbe se non si fossero applicate tutte le misure compensative e dispensative previste dal PdP. Se ad esempio sul pdp ci fosse scritto "può usare la calcolatrice" e tu non l'avessi fatta usare, allora la scuola sarebbe nel torto e il giudice potrebbe accogliere il ricorso. Questo può succedere se si fanno i pdp come si fanno oggi nella maggior parte dei casi, cioè con poca condivisione, nessuna discussione, magari sulla base dei consigli del medico, magari anche a crocette. Ma se io nel pdp scrivo che nella mia materia al ragazzo x non serve la calcolatrice, ma servono i regoli, e faccio usare i regoli, io sto nel giusto.

Quindi se nel pdp non ci fosse scritto niente sulla calcolatrice, e se nel verbale del cdc decidente ci fosse una formula del tipo "letto il parere del neuropsichiatra, dopo attenta valutazione e approfondita discussione, il cdc decide di adottare le seguenti misure" e se tutte le altre formalità fossero a posto la scuola non potrebbe soccombere in ricorso.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:56 pm

paniscus_2.0 ha scritto:
Ire ha scritto:
mac67 ha scritto:
Si prepara un bes se si ritiene che serva e se la famiglia è d'accordo. Certificazione di che?

Ci sono  diagnosi che possono indicare la presenza di un bisogno speciale.  Non sono  necessarie per voi, ma possono essere utili.

Un borderline che non rientra nella 104  e nella 170 ad esempio

E questo come si concilierebbe con lo status di BES che dovrebbe essere "temporaneo" e dovrebbe riguardare dinamiche di apprendimento e non deficit strutturali?

Se uno è un borderline cognitivo ma non viene considerato tanto grave da dargli il sostegno, sempre borderline cognitivo resta... dobbiamo considerarlo allo stesso modo di quello che ha un quoziente intellettivo alto ma sta attraversando un periodo personale difficile per fragilità emotiva, per lutti familiari o simili?


In http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/8d31611f-9d06-47d0-bcb7-3580ea282df1/dir271212.pdf
già si parlava di BES per certificazioni di funzionamento cognitivo limite, che non rientrano né nella 170 né nella 104

Le due cose (disturbo temporaneo e deficit) stanno insieme nella circolare http://www.istruzione.it/allegati/prot2563_13.pdf
in cui effettivamente si specifica:

si richiama l’attenzione sulla distinzione tra ordinarie difficoltà di apprendimento, gravi difficoltà e disturbi di apprendimento. Nella quotidiana esperienza didattica si riscontrano momenti di difficoltà nel processo di apprendimento, che possono essere osservati per periodi temporanei in ciascun alunno. È dato poi riscontrare difficoltà che hanno un carattere più stabile o comunque, per le concause che le determinano, presentano un maggior grado di complessità e richiedono notevole impegno affinché siano correttamente affrontate. Il disturbo di apprendimento ha invece carattere permanente e base neurobiologica. La scuola può intervenire nella personalizzazione in tanti modi diversi, informali o strutturati, secondo i bisogni e la convenienza; pertanto la rilevazione di una mera difficoltà di apprendimento non dovrebbe indurre all’attivazione di un percorso specifico con la conseguente compilazione di un Piano Didattico Personalizzato. La Direttiva ha voluto in primo luogo fornire tutela a tutte quelle situazioni in cui è presente un disturbo clinicamente fondato, diagnosticabile ma non ricadente nelle previsioni della Legge 104/92 né in quelle della Legge 170/2010. In secondo luogo si sono volute ricomprendere altre situazioni che si pongono comunque oltre l’ordinaria difficoltà di apprendimento, per le quali dagli stessi insegnanti sono stati richiesti strumenti di flessibilità da impiegare nell’azione educativo-didattica.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15845
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 4:57 pm

ushikawa ha scritto:
Carla75, non so a quali sentenze tu stia facendo riferimento, ma non vorrei che tu inconsapevolmente alimentassi leggende metropolitane o posizioni del tipo "è così perché si fa così".

Il problema che potrebbe giustificare non il ricorso, ma la sentenza sfavorevole alla scuola, sarebbe se non si fossero applicate tutte le misure compensative e dispensative previste dal PdP. Se ad esempio sul pdp ci fosse scritto "può usare la calcolatrice" e tu non l'avessi fatta usare, allora la scuola sarebbe nel torto e il giudice potrebbe accogliere il ricorso. Questo può succedere se si fanno i pdp come si fanno oggi nella maggior parte dei casi, cioè con poca condivisione, nessuna discussione, magari sulla base dei consigli del medico, magari anche a crocette. Ma se io nel pdp scrivo che nella mia materia al ragazzo x non serve la calcolatrice, ma servono i regoli, e faccio usare i regoli, io sto nel giusto.

Quindi se nel pdp non ci fosse scritto niente sulla calcolatrice, e se nel verbale del cdc decidente ci fosse una formula del tipo "letto il parere del neuropsichiatra, dopo attenta valutazione e approfondita discussione, il cdc decide di adottare le seguenti misure" e se tutte le altre formalità fossero a posto la scuola non potrebbe soccombere in ricorso.
abbiamo sentenze del tipo "è stata ignorata la dichiarazione della psicologa portata a fine aprile che suggeriva di ...... e poi al primo quadrimestre faceva schifo ma nel secondo è un po' migliorato."

Forse qualcuno ricorda quella sentenza apparsa su OS un mesetto fa.
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:00 pm

ushikawa ha scritto:

I contenuti del PDP sono di esclusiva competenza del consiglio di classe: per logica e per norma i medici non possono indicare le misure compensative o dispensative, perché non è quello il loro mestiere. Pensare che invece se il neuropsichiatra infantile suggerisce l'uso della calcolatrice essa sia obbligatoria vuol dire abdicare dal proprio ruolo.


quanto mi fa imbestialire però la segnalazione dello strumento compensativo sulla certificazione! A Roma ormai c'è sempre. Se si organizza una rivolta di popolo, una petizione al MIUR o una raccolta firme contro questa abominevole e insopportabile consuetudine avvisatemi che lucido il forcone
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:02 pm

carla75 ha scritto:
certo che no, ma io personalmente non ritengo tollerabile nemmeno il contrario. forse anche di più. e vedrai che se questo e' l'andazzo pian piano si formeranno classi differenziate.
ora, in soldoni mi spieghi come fa un docente di matematica che ha tre ore alla settimana a rinforzare i ragazzi in difficoltà senza ritardare il programma? se ho metà classe certificata (e' il caso della classe in cui sto quest'anno) io docente devo per forza fermarmi ogni due per tre per riformulare i concetti, dimezzando la programmazione. e' giusto secondo te? ecco a cosa servivano i docenti di sostegno. in molti l'hanno capito solo ora.


non dovresti avere metà classe certificata, il problema è di chi l'ha formata così.
E' evidente che in questa situazione non si può operare in nessun modo, né agevolare nessuno
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:06 pm

"a titolo esemplificativo" il neuropsichiatra interpellato per presentare una certificazione iper-tardiva (praticamente sotto esame, alla fine del terzo anno) di un alunno che ho avuto aveva elencato una serie di misure dispensative e compensative che apparivano (ed erano) totalmente inutili per chi avesse seguito il ragazzo anche solo per un anno.

Ma il luogo comune vuole che ne sappia più un neuropsichiatra che ha visto una persona per un'ora di tutti i suoi insegnanti che di ore con quella persona ne hanno spese centinaia. Per la serie: siamo SOLO insegnanti (e quindi sfigati, incompetenti, travet, fannulloni ecc.)
Tornare in alto Andare in basso
lucetta10



Messaggi : 5368
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:08 pm

ushikawa ha scritto:
"a titolo esemplificativo" il neuropsichiatra interpellato per presentare una certificazione iper-tardiva (praticamente sotto esame, alla fine del terzo anno) di un alunno che ho avuto aveva elencato una serie di misure dispensative e compensative che apparivano (ed erano) totalmente inutili per chi avesse seguito il ragazzo anche solo per un anno.

Ma il luogo comune vuole che ne sappia più un neuropsichiatra che ha visto una persona per un'ora di tutti i suoi insegnanti che di ore con quella persona ne hanno spese centinaia. Per la serie: siamo SOLO insegnanti (e quindi sfigati, incompetenti, travet, fannulloni ecc.)


Le certificazioni che leggo io hanno alla voce "terapia" le misure compensative: quelle ovvie (discalculico-calcolatrice dislessico-tempi supplementari...), somministrate come fossero supposte. Usa solo qui?
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:09 pm

ma come le decidi le misure? se lo specialista ti dice che tizio deve usare la calcolatrice perche' affetto da discalculia tu non la indichi nel Pdp?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:10 pm

lucetta10 ha scritto:
carla75 ha scritto:
certo che no, ma io personalmente non ritengo tollerabile nemmeno il contrario. forse anche di più. e vedrai che se questo e' l'andazzo pian piano si formeranno classi differenziate.
ora, in soldoni mi spieghi come fa un docente di matematica che ha tre ore alla settimana a rinforzare i ragazzi in difficoltà senza ritardare il programma? se ho metà classe certificata (e' il caso della classe in cui sto quest'anno) io docente devo per forza fermarmi ogni due per tre per riformulare i concetti, dimezzando la programmazione. e' giusto secondo te? ecco a cosa servivano i docenti di sostegno. in molti l'hanno capito solo ora.


non dovresti avere metà classe certificata, il problema è di chi l'ha formata così.
E' evidente che in questa situazione non si può operare in nessun modo, né agevolare nessuno

Per un assurdo vincolo sulla lingua prescelta mi trovo quest'anno con una classe con la metà degli alunni certificati. Caso piuttosto insolito, questi alunni hanno davvero delle difficoltà e, soprattutto, sono abituati al fatto che la scuola con loro fosse decisamente poco esigente rispetto a quanto chiesto a tutti i compagni. Le due cose sono ovviamente collegate.
Morale della favola: quest'anno noi professori di quella classe saremo costretti ad andare piano piano con tutti, con molta pazienza... per lo meno sono abbastanza educati.
Tornare in alto Andare in basso
carla75



Messaggi : 4283
Data d'iscrizione : 26.10.10

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:11 pm

avidodinformazioni ha scritto:
ushikawa ha scritto:
Carla75, non so a quali sentenze tu stia facendo riferimento, ma non vorrei che tu inconsapevolmente alimentassi leggende metropolitane o posizioni del tipo "è così perché si fa così".

Il problema che potrebbe giustificare non il ricorso, ma la sentenza sfavorevole alla scuola, sarebbe se non si fossero applicate tutte le misure compensative e dispensative previste dal PdP. Se ad esempio sul pdp ci fosse scritto "può usare la calcolatrice" e tu non l'avessi fatta usare, allora la scuola sarebbe nel torto e il giudice potrebbe accogliere il ricorso. Questo può succedere se si fanno i pdp come si fanno oggi nella maggior parte dei casi, cioè con poca condivisione, nessuna discussione, magari sulla base dei consigli del medico, magari anche a crocette. Ma se io nel pdp scrivo che nella mia materia al ragazzo x non serve la calcolatrice, ma servono i regoli, e faccio usare i regoli, io sto nel giusto.

Quindi se nel pdp non ci fosse scritto niente sulla calcolatrice, e se nel verbale del cdc decidente ci fosse una formula del tipo "letto il parere del neuropsichiatra, dopo attenta valutazione e approfondita discussione, il cdc decide di adottare le seguenti misure" e se tutte le altre formalità fossero a posto la scuola non potrebbe soccombere in ricorso.
abbiamo sentenze del tipo "è stata ignorata la dichiarazione della psicologa portata a fine aprile che suggeriva di ...... e poi al primo quadrimestre faceva schifo ma nel secondo è un po' migliorato."

Forse qualcuno ricorda quella sentenza apparsa su OS un mesetto fa.
esatto
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1913
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: pdp per alunni bes   Dom Ott 16, 2016 5:14 pm

carla75 ha scritto:
ma come le decidi le misure? se lo specialista ti dice che tizio deve usare la calcolatrice perche' affetto da discalculia tu non la indichi nel Pdp?

anche se ritengo che la calcolatrice per un discalculico serva davvero a poco, per i motivi più volte espressi da paniscus, credo che quando c'è una certificazione di discalculia e ci sia pure un suggerimento in merito da parte dello specialista la calcolatrice debba essere consentita, se non altro per una questione di autoconservazione.

Il problema è, semmai, quando si chiede la calcolatrici per diagnosi generiche di ansia, oppure di disgrafia che non c'appizza nulla, o ancora nel caso di quelle diagnosi farlocche che coprono un lieve deficit cognitivo con una serie di imperscrutabili F80 F81 ecc., tanto chi vuoi che controlli o contesti le sigle di una certificazione per DSA?
Tornare in alto Andare in basso
 
pdp per alunni bes
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 5Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente
 Argomenti simili
-
» Presentazione dei Professori e degli alunni.
» Qual è il giusto atteggiamento da tenere con gli alunni?
» alunni in difficoltà economiche
» Vigilanza alunni uscita scuole medie
» Il rispetto non è automatico

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: