Scuola, insegnanti, docenti, dirigenti scolastici, personale ATA
 
IndiceIndice  CercaCerca  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Ultimi argomenti
Link sponsorizzati
Condividere | 
 

 Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
megumi



Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 12.05.11

MessaggioOggetto: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 9:07 am

Buongiorno, colleghi;

ho bisogno di un confronto per una situazione particolare.

Si tratta di un alunno con problemi di conflitto con i genitori piuttosto marcate per via della storia familiare, che preferisco non riportare.
Preciso che siamo fuori dall'età dell'obbligo scolastico.

Il ragazzo è seguito da un'equipe dell'ASL a cui si sono rivolti i genitori (non parlo dell'equipe che collabora a scuola per il sostegno) per via delle problematiche che dà in famiglia e nel vissuto extrascolastico (rabbia, aggressività, comportamenti eccessivi).

E a scuola? Il ragazzo è molto più gestibile ed educato, anche se ci sono da tenere dieci occhi aperti perché è pericoloso nei confronti dei compagni più semplici e fiduciosi (pericoloso in senso fisico o nel senso che li mette subdolamente nei guai mentre lui non risulta mai coinvolto).
A livello cognitivo e didattico sembra non avere problemi, anzi: è più intuitivo e rapido dell'apprendimento e nell'eseguire collegamenti degli altri. Da questo punto di vista ha un solo grande problema: non fa un tubo. Passa il tempo a fare video da caricare sul tubo o a giocare con le mille diavolerie elettroniche costosissime che i genitori gli regalano.

Insomma, è un ragazzo che ha i suoi problemi ma sembra anche molto viziato. Tanto che appena percepisce un nostro aiuto nei suoi confronti, si prende tutto il braccio. Ne approfitta alla grande.

L'anno scorso abbiamo parlato con i genitori della possibilità di considerarlo BES e predisporgli un PDP e loro sono stati felicissimi, e abbiamo percepito in tale reazione entusiasta la convinzione che in tal caso sarebbe stata più difficile una bocciatura.
Alla richiesta però di combinare un incontro, magari durante un consiglio di classe, con il dottore che segue il ragazzo, o chiedere cosa lui ne pensasse di questo aiuto a scuola, e magari rilasciarci qualche certificazione per capire meglio che tipo di misure e strategie adottare, i genitori hanno cambiato atteggiamento, sostenendo che lo specialista avrebbe detto che i problemi del ragazzo sono esclusivamente familiari e non riguardano in alcun modo la scuola. Ci è parso di capire che in realtà non abbiano chiesto nulla allo specialista.

E noi abbiamo lasciato correre per il PDP avendo altre situazioni in classe da seguire con più urgenza, e anche perché non capiamo bene che tipo di intervento predisporre. Quest'anno stesso problema, ma vorremmo agire diversamente.

Non so se la mia spiegazione dei fatti sia stata chiara, ma apprezzerei volentieri un confronto costruttivo.
Grazie.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 9:15 am

Chissà che situazione hanno!

Perchè volevate fare il pdp? quale tipo di aiuto avevate pensato per lui e quale beneficio pensate ne deriverebbe?

Mi rendo conto che stiamo parlando di ciò di cui non si può parlare.

Da quanto dici però l'idea che mi viene è che il pdp per lui dovrebbe essere quello di obbligarlo a stare lì con la testa, di non concedergli nulla, di essere vicini a lui affinchè lavori tanto.

Mi sembra un ragazzo che ha bisogno di sponde non di dispense.

Con tanta attenzione.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
megumi



Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 12.05.11

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 11:19 am

Ciao Ire,

sul "che situazione hanno" non posso dirti molto, non solo per privacy ma anche perché nemmeno noi "veterani" della situazione conosciamo bene le varie dinamiche... le versioni dei genitori cambiano o sono sfuggenti. Posso solo dirti che - mia personalissima opinione - le tendenze manipolatorie del ragazzo probabilmente sono state apprese in famiglia.

Si tratta di genitori che si occupano di un figlio che dà problemi un giorno sì e l'altro pure. E solo per questo hanno la mia simpatia.
Ma per il resto si tratta di persone verso cui sono molto diffidente.


Ire ha scritto:
Chissà che situazione hanno!
Da quanto dici però l'idea che mi viene è che il pdp per lui dovrebbe essere quello di obbligarlo a stare lì con la testa, di non concedergli nulla, di essere vicini a lui affinchè lavori tanto.

Mi sembra un ragazzo che ha bisogno di sponde non di dispense.

Con tanta attenzione.

Quasi tutti i docenti in consiglio eravamo di questo parere. Ci siamo interrogati sull'opportunità di preparare un PDP perché ad un certo punto i genitori ci hanno riferito che il ragazzo assume dei regolatori dell'umore, ed ha iniziato ad avere molto sonno in classe e assentarsi molto. Il quadro quindi è diventato ancora più serio, e qualche collega ha avanzato il dubbio che non fossimo in regola, come CdC, a non dichiarare l'alunno come BES.

Abbiamo quindi deciso di intervenire solo se avessimo potuto stilare un PDP che non toccasse la parte didattica (senza facilitazioni o agevolazioni, insomma), ma quella comportamentale e comunicazionale. Anche per migliorare i suoi rapporti con i compagni, ed insegnargli a vedere gli altri come persone.

Ma senza aiuto, senza certificazioni, senza conferme da parte di chi lo segue, era tutto troppo complesso e aleatorio.

E piuttosto abbiamo preferito non farlo.

Quest'anno il Consiglio è mutato nella composizione, i nuovi colleghi si sono sorpresi che non l'avessimo dichiarato BES l'anno scorso, e dunque l'orientamento della maggioranza del consiglio è mutato...
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 12:10 pm

Il mio chissà che situazione hanno non voleva essere una domanda.

Voleva essere una presa di atto che vivono momenti difficilissimi e che forse sono un po' sbalestrati.

se non c'è certificazione e nessuno ve lo chiede non avete problemi a non avere il pdp, non per l'aspetto del "essere in regola"

Il ragazzo è grande, c'è nessuno che riesca a parlare con lui dicendogli le vostre intenzioni e le vostre richieste? Magari essere considerato lo aiuta anche.
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
ushikawa



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 2:25 pm

non c'è bisogno di nessun certificato per redigere un pdp per bes: serve solo l'approvazione della famiglia.

Se serve a docenti e alunno per un lavoro più sereno e proficuo, bene; altrimenti non se ne fa niente, non è obbligatorio.
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Gio Ott 27, 2016 3:33 pm

Nell'ipotesi in cui gli stronzetti esistano (magari mi sbaglio e non esistono) qualcuno mi spiega come si riconosce uno stronzetto da questo ragazzo ?

Immaginiamo un Davide Vannoni (quello di stamina) da piccolo, come lo si riconosce da questo di cui stiamo parlando ?
Tornare in alto Andare in basso
aku



Messaggi : 449
Data d'iscrizione : 27.06.13
Località : veneto

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Ott 28, 2016 9:42 am

E' incredibile per me leggere questa descrizione, dato che io ho esattamente lo stesso tipo di alunno e di famiglia ma di 7 anni d'età e anche noi ci stavamo chiedendo se avesse un senso stilare per lui un pdp. L'unica differenza è che i nostri genitori non si sono ancora rivolti ad uno specialista data l'età del bimbo e che l'alunno non prende farmaci. Comunque seguo, senza aggiungere altro per non inquinare il post, ma le analogie sono fortissime e la situazione anche qui assai complicata.
Tornare in alto Andare in basso
altea69



Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 24.03.13

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Mar Nov 08, 2016 7:44 am

@aku . La mia è una domanda over thread: ma alla fine leggendo i tuoi messaggi in una altra discussione http://www.orizzontescuolaforum.net/t115227-passaggio-di-ruolo-e-anno-di-prova
mi ero chiesta se avevi fatto o meno l'anno di formazione. Per me è importante saperlo, in quanto sono alle prese con un eventuale ricorso anch'io. Grazie
Tornare in alto Andare in basso
megumi



Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 12.05.11

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Nov 25, 2016 7:32 pm

Riporto in alto il thread perché vi sono sviluppi.

Dopo attente riflessioni di noi docenti e colloqui con chi gestisce il ragazzo (famiglia e servizi sociali) abbiamo risolto di predisporre un PDP.

Il ragazzo però sembra essere scettico, in qunato non vuole essere trattato diversamente dai compagni.
Si tratta di un ragazzo quasi maggiorenne e ha molti problemi interpersonali e comportamentali.

Vi chiedo: a questo punto non è meglio che retrocediamo rispettando la volontà del ragazzo? Il timore è acuire i suoi disagi. Cosa ne pensate?
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Nov 25, 2016 8:57 pm

retrocedete...
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Nov 25, 2016 9:39 pm

Il PdP a tradimento nun se pò sentì
Tornare in alto Andare in basso
avidodinformazioni



Messaggi : 15758
Data d'iscrizione : 10.06.13
Località : Torino, la città più grande della Calabria

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Nov 25, 2016 9:40 pm

Per curiosità, quali misure compensative e dispensative avreste adottato ?
Tornare in alto Andare in basso
megumi



Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 12.05.11

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Ven Nov 25, 2016 10:07 pm

avidodinformazioni ha scritto:
Il PdP a tradimento nun se pò sentì

Non è a tradimento, è stato fortemente consigliato dall'equipe che segue il ragazzo, ma nessuno di noi ha mai pensato di farlo senza coinvolgere il ragazzo. Semplicemente, prima di parlargliene, volevamo prima chiarire le nostre posizioni in modo da agire in maniera compatta.


Ora non ho il foglio sottomano, ma si andava dalle interrogazioni programmate ai lavori di gruppo all'uso di linguaggi grafici e iconici in cui è molto portato... niente che già non facciamo già adesso, tutto mirante a contenerne la rabbia e aumentarne le gratificazioni nello studio.
Tornare in alto Andare in basso
Ire



Messaggi : 8313
Data d'iscrizione : 02.10.10

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Sab Nov 26, 2016 4:10 pm

Credo sarebbe importante che discuteste la faccenda con la stessa equipe che vi ha consigliato il pdp.

In ogni caso, parli di retrocedere:  dove arrivereste?

Continuereste a fare ciò che già fate (le misure non uficializzate)  o tornereste alla modalità che utilizzate per gli altri (nel caso fosse diverso da questo)?
Tornare in alto Andare in basso
http://www.dis-tranoi.it/forum
lucetta10



Messaggi : 5335
Data d'iscrizione : 17.01.12

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Sab Nov 26, 2016 6:43 pm

megumi ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Il PdP a tradimento nun se pò sentì

Non è a tradimento, è stato fortemente consigliato dall'equipe che segue il ragazzo, ma nessuno di noi ha mai pensato di farlo senza coinvolgere il ragazzo. Semplicemente, prima di parlargliene, volevamo prima chiarire le nostre posizioni in modo da agire in maniera compatta.


Ora non ho il foglio sottomano, ma si andava dalle interrogazioni programmate ai lavori di gruppo all'uso di linguaggi grafici e iconici in cui è molto portato... niente che già non facciamo già adesso, tutto mirante a contenerne la rabbia e aumentarne le gratificazioni nello studio.


ma infatti la didattica personalizzata/individualizzata, generalizzata a tutti, è legge dalla Moratti: possibile invece che si pensi di dover sempre passare dal PDP?
Tornare in alto Andare in basso
Paolo Santaniello



Messaggi : 1772
Data d'iscrizione : 15.09.13

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Dom Nov 27, 2016 4:36 pm

ma... se non fa un tubo... verrà mica bocciato?
Tornare in alto Andare in basso
@melia



Messaggi : 983
Data d'iscrizione : 12.07.15
Età : 57
Località : Padova

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Dom Nov 27, 2016 6:15 pm

lucetta10 ha scritto:

ma infatti la didattica personalizzata/individualizzata, generalizzata a tutti, è legge dalla Moratti: possibile invece che si pensi di dover sempre passare dal PDP?
In seconda ho un DSA borderline, nel senso che le due volte che ha fatto la visita per la diagnosi è risultato una prima volta appena sotto la "linea di demarcazione" e la seconda volta appena sopra tale linea, merito del grande lavoro fatto in famiglia. Come i pochi altri DSA che ho avuto, è molto bravo con le immagini, le sue relazioni di fisica sono impostate in modo diverso da quelle dei compagni, una paginetta con i dati raccolti e i calcoli, un'altra con le conclusioni. Il resto è un filmato, fatto molto bene, con le immagini dei materiali usati e l'intero esperimento, senza riprendere mai in faccia nessuno durante l'esperimento e, se qualcuno finisce nella ripresa, ne sfuoca l'immagine. Lo valuto su cosa diverse rispetto agli altri, senza passare per un PDP che la famiglia non vuole.
Tornare in alto Andare in basso
ushikawa



Messaggi : 1845
Data d'iscrizione : 15.07.15

MessaggioOggetto: Re: Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche   Dom Nov 27, 2016 6:51 pm

lucetta10 ha scritto:
megumi ha scritto:
avidodinformazioni ha scritto:
Il PdP a tradimento nun se pò sentì

Non è a tradimento, è stato fortemente consigliato dall'equipe che segue il ragazzo, ma nessuno di noi ha mai pensato di farlo senza coinvolgere il ragazzo. Semplicemente, prima di parlargliene, volevamo prima chiarire le nostre posizioni in modo da agire in maniera compatta.


Ora non ho il foglio sottomano, ma si andava dalle interrogazioni programmate ai lavori di gruppo all'uso di linguaggi grafici e iconici in cui è molto portato... niente che già non facciamo già adesso, tutto mirante a contenerne la rabbia e aumentarne le gratificazioni nello studio.


ma infatti la didattica personalizzata/individualizzata, generalizzata a tutti, è legge dalla Moratti: possibile invece che si pensi di dover sempre passare dal PDP?

L'idea morattiana (tremenda) di tante didattiche quanti sono gli alunni e che sfociava nel curricolo dell'alunno è stata fortunatamente attutita, se non del tutto annichilita, dal prode Fioroni. Non è legge vigente, è acqua passata. Sopravvive come monito in qualche circolare del ministero. Di cui me ne frego.
Tornare in alto Andare in basso
 
Stilare un PDP se le difficoltà non sono didattiche
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Sono in fibrillazione!!!
» SONO AGITATA!!!!
» sono molto turbata....
» mi sono arrivate..
» Un saluto a tutte! Sono Stefania!

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
OrizzonteScuola :: Didattica-
Andare verso: